Nokia, sequestro di batterie contraffatte

L'azienda annuncia il ritrovamente presso un grossista londinese di grandi quantità di accessori pirata, difficilmente distinguibili dagli originali. Lotta alle batterie pericolose


Londra – Nokia continua a testa bassa la battaglia che ha ingaggiato contro i produttori e distributori di accessori contraffatti, come le batterie per i cellulari che possono non essere sicure e che sono alla base di alcune esplosioni e altri incidenti registrati nei mesi scorsi in diversi paesi.

L’azienda ha annunciato nelle scorse ore che propri operatori hanno individuato nei magazzini di un grossista londinese una notevole quantità di accessori contraffatti, comprese dunque numerose batterie realizzate per ingannare, in quanto pressoché indistinguibili da quelle originali.

Come si ricorderà era proprio questo l’ultimo problema evidenziato dalle associazioni dei consumatori che hanno studiato la questione delle batterie esplose. Dopo aver fatto retromarcia su un punto fondamentale, cioè che le batterie originali non sono a rischio, hanno anche sottolineato come la questione centrale sia proprio la possibilità per negozianti e utenti di riconoscere quelle fasulle da quelle originali.

In questo senso l’azienda, che ha dichiarato di voler combattere il fenomeno delle batterie pirata con ogni mezzo, ha garantito iniziative di supporto ai canali della vendita per consentire il riconoscimento degli accessori originali. E ha esortato i negozianti a rivolgersi esclusivamente ai canali Nokia ufficiali per l’acquisto dei ricambi da mettere in vendita.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: De minimis...
    - Scritto da: Anonimo

    dovremmo dire "di qua e di la"
    oppure "la mano con cui la maggior parte
    delle persone mangia"NOOOOOOOOOOO !!! ANATEMA !!!Così si offendono i poveri negretti del botswana e del burkina faso (ma davvero esiste un posto con questo cazzo di nome o se lo sono inventato i terzomondisti ?), non bisogna menzionare il mangiare perchè è discriminatorio, eppoi dove li mettiamo i mancini ? vorrai mica dire che sono una minoranza emarginata eh !
    • AndreaMilano scrive:
      Re: De minimis...
      Il Burkina Faso esistehttp://www.cia.gov/cia/publications/factbook/geos/uv.htmlper il resto lollissimo, ci manca solo che tra un po' non potremmo fare distinzioni tra foto B/N e a colori perche' le prime indice di classismo razziale muahahahahahahhaahah
  • Anonimo scrive:
    quando la marmaglia entra in azione
    ommetto che tra un po' romperanno le palle anche per come do i nomi ai dischi rigidi o nei nomi UNC ... mavvaffanculoper me il server si chiama "guendalina" o "ikenaton"saranno cazzi miei no?tanto vi metto sempre le descrizioni "qui si prendono i files""qui non si deve scrivere ma solo leggere""pc del direttore, non toccare" ecc eccper favore non mi rompete oltre i coglionisono un tecnocratico, è vero. Ma la tecnologia, quando funziona, è al servizio dell'utente. Ora DENTRO la tecnologia, non mi venite a scassare i coglioni, CHIARO?
  • Anonimo scrive:
    re e suddito
    chiamiamoli così
  • Anonimo scrive:
    bastardi microcefali
    "Nonostante questo, proprio l'autore dell'email sottolinea di non voler dettare le regole e che "essendo quello uno standard industriale" non potrà certo trattenersi per questo motivo dal comprare computer aggiornati."questo è solo un modo di dire "se non hai capito cosa intendo: IO decido, e LO FARO'"ma per favore!!!!!!che grandissima cazzata.io sono certamente per la libertà e contro la schiavitù, ma quelli sono MACCHINARI!!!!finchè non saranno loro a marciare in sala macchine contro il server (pensa un po' ... il SERVER è MASTER ... ma guarda un po' ...) ... io non cambierò questi nomi.potrebbero cambiarli in latino (DOMINUS, LIBERTUS) , dato che a noi master e slave in inglese non daranno problemiche grancazzate
  • avvelenato scrive:
    Re: De minimis...
    AHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHrotflollissimo!
  • Anonimo scrive:
    Sadomaso?
    Sinceramente a me non e' mai venuto in mente che il mio disco master potremme mettersi a sodomiz... il disco slave.Ma veramente non ci sono cose piu' importanti di cui occuparsi? :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Sadomaso?
      - Scritto da: Anonimo
      Sinceramente a me non e' mai venuto in mente
      che il mio disco master potremme mettersi a
      sodomiz... il disco slave.avrai notato il sapiente uso delle CONGIUNZIONIin questo articolo no?ha detto che sono teminologie fondamentali in questi due ambiti, non che hanno lo stesso significato in tutti e due.altrimenti diventi come le persone citate nell'articolo
      Ma veramente non ci sono cose piu'
      importanti di cui occuparsi? :|pare di no.oppure intendi ... più importanti del sesso?perchè in quel caso, credo proprio di no! :)
  • Anonimo scrive:
    E perchè non Main e Secondary?
    almeno le etichettine "M" e "S" rimanevano uguali :)
    • Anonimo scrive:
      Re: E perchè non Main e Secondary?
      - Scritto da: Anonimo
      almeno le etichettine "M" e "S" rimanevano
      uguali :):-)PERCHE' DEVONO ANDARE AFFANCULO!comunque grazie per l'impegno, le faremo sapere
  • avvelenato scrive:
    Il dipendente che ha protestato
    direi che ha vinto un corso quinquiennale all'ECLD (o quel che l'è)seriamente penso che se per "punzione" (o premio per aver gratificato il nostro umore :) ) ogni responsabile dirigenziale che venisse fuori con castronerie trascendenti ogni aspetto tecnico, venisse costretto a frequentare corsi di aggiornamento in quell'ambito, avremmo più cultura informatica e meno parole al vento. avvelenato che i suoi slave li tratta bene
    • Anonimo scrive:
      Re: Il dipendente che ha protestato
      Nel corso dei miei anni di schiacciatasti, posso registrare i seguenti aneddoti:- un utente che mi apriva i floppy e cercava di infilare solo il disco che c'era dentro.- uno che inseriva i floppy da 5,1/4 dentro la fessura tra i due drive- uno che mi ha urlato nel telefono che lui non avrebbe fatto nessuna impostazione a tutti i PC del'azienda (avevo mandato una email in cui dicevo "l'utente finale dovra' semplicemente cliccare sul bottone "ACCETTA"")Ci ho messo un po' a capire che lui era in fondo all'elenco, e quindi "UTENTE FINALE", asdasdasd :p- uno che usava la O o lo 0 ... "tanto sono uguali", causando scleri saltuari al mainframeMaster e Slave sono un chiaro riferimento al masochismo; e pertanto vanno salvaguardati, cribbio!SalutiCarlo Vacca
    • Anonimo scrive:
      Re: Il dipendente che ha protestato
      esatto.se non avesse scritto nulla, sarebbe stato evidente che non intendeva nulla.potrebbero scrivere "comanda" "obbedisce" in fondo qualsiasi lavoratore è così :)
  • shevathas scrive:
    Richiesta...
    oddio, basta con questo politically correct applicato alla c....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 maggio 2006 13.18-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    Winmine
    Avete notato che il famoso solitario per windows winmine ha cambiato nome: da "Campo Minato" a "Prato fiorito".Visto questo, non mi stupisco più di niente...Ramas
    • shevathas scrive:
      Re: Winmine
      caspita, vedrai che con longhorn in solitario eliminano il seme delle picche. Pare che abbia protestato l'associazione servi della gleba contro una carta del mazzo...:D:D:D:D
    • Anonimo scrive:
      Re: Winmine
      - Scritto da: Anonimo
      Avete notato che il famoso solitario per
      windows winmine ha cambiato nome: da "Campo
      Minato" a "Prato fiorito".

      Visto questo, non mi stupisco più di
      niente...
      ahahahahahsi, è vero!appena l'ho visto ho riso molto e ho esclamato "politically correct" ! hahahahahahahpoi però anche "mavvaffanculo va"
  • Anonimo scrive:
    Che il cielo ci liberi dai buonisti!
    Fino a qualche anno fa si potevao chiamare gli operatori ecologici "spazzini".Poi sono arrivati i buonisti.Non è una semplice perdita di tempo, la loro, ma una precisa strategia.Serve a creare un senso di colpevolezza che può essere abilmente sfruttato.Mi spiego con un esempio. Fino a qualche anno fa, era possibile definire una persona di colore "negro". Negro infatti è un termine della lingua italiana, sinonimo di nero. "Sei nella terra fredda, sei nella terra negra", tanto per citare il Carducci.Poi però qualcuno che ha un grande interesse elettorale nel "captare" l'interesse degli immigrati, ha deciso che il termine "negro" è offensivo.Perchè? Da quando?Il termine "nigger" americano è offensivo, ma quest'ultimo termine non ha nulla a che fare con l'italiano "negro".Però, se una persona che parla di immigrazione per caso usa questo sostantivo, la frittata è fatta: "Sei un razzista, hai torto".E i conti tornano...
    • Anonimo scrive:
      Re: Che il cielo ci liberi dai buonisti!
      - Scritto da: Anonimo
      Fino a qualche anno fa si potevao chiamare
      gli operatori ecologici "spazzini".
      Poi sono arrivati i buonisti.
      Non è una semplice perdita di tempo, la
      loro, ma una precisa strategia.
      Serve a creare un senso di colpevolezza che
      può essere abilmente sfruttato.
      Mi spiego con un esempio. Fino a qualche
      anno fa, era possibile definire una persona
      di colore "negro". Negro infatti è un
      termine della lingua italiana, sinonimo di
      nero. "Sei nella terra fredda, sei nella
      terra negra", tanto per citare il Carducci.
      Poi però qualcuno che ha un grande interesse
      elettorale nel "captare" l'interesse degli
      immigrati, ha deciso che il termine "negro"
      è offensivo.
      Perchè? Da quando?
      Il termine "nigger" americano è offensivo,
      ma quest'ultimo termine non ha nulla a che
      fare con l'italiano "negro".
      Però, se una persona che parla di
      immigrazione per caso usa questo sostantivo,
      la frittata è fatta: "Sei un razzista, hai
      torto".
      E i conti tornano...perfettamente ragione...... anchi i ciechi sono non vedenti, i sordi non udenti e gli handiccappati sono disabili anche se ultimamente hanno fatto un passo avanti: sono diventati diversamente abili. Non sarà che i culattoni adesso dovremmo chiamarli diversamente trombanti????
      • Anonimo scrive:
        Re: Che il cielo ci liberi dai buonisti!

        Non sarà
        che i culattoni adesso dovremmo chiamarli
        diversamente trombanti????Basta chiamarli col freddo e clinico aggettivo omosessualio se si vuol essere meno burocratici Gay per i maschiettie lesbica per le femminucce
        • Anonimo scrive:
          Re: Che il cielo ci liberi dai buonisti!
          O anche rotti in gaul e tira-dito... (troll)
        • Anonimo scrive:
          Re: Che il cielo ci liberi dai buonisti!
          - Scritto da: Anonimo

          Basta chiamarli col freddo e clinico
          aggettivo omosessuali
          o se si vuol essere meno burocratici Gay per
          i maschietti
          e lesbica per le femminucceFinocchi basta e avanzaper le lesbiche il problema non si pone, se sono appena guardabili sono solo più eccitanti. la donna è NATURALMENTE bisex, chi più chi meno...
          • toponzo scrive:
            Re: Che il cielo ci liberi dai buonisti!
            - Scritto da: Anonimo
            Finocchi basta e avanza
            per le lesbiche il problema non si pone, se
            sono appena guardabili sono solo più
            eccitanti. la donna è NATURALMENTE bisex,
            chi più chi meno...qui la questione si fà piu problematica..finocchio è un aggettivo che deriva da una pratica medievale dell'inquisizione che non stò qui a spiegarvi..ed è un'aggettivo etimologicamente DAVVERO offensivo, solo che nessuno lo sà...poi sul fatto che la donna sia naturalmente bisex avrei un paio di cose da dire..
      • Anonimo scrive:
        Re: Che il cielo ci liberi dai buonisti!
        Se e' per questo in america i disabili li chiamano da tempo "persone eccezionali".Asd, mi torna in mente un film di Woody Allen, dove con una tuta e un casco andava nel bronx, piantava i piedi e urlava "negriiiiiii". E scappava inseguito da un'orda.Potrebbe essere un buon esperimento :DSaluteCarlo Vacca
    • Anonimo scrive:
      Re: Che il cielo ci liberi dai buonisti!

      "Sei nella terra fredda, sei nella
      terra negra", tanto per citare il Carducci.ma converrai con me che tu non metti la giacca negra..ma la giacca nera l'italiano arcaico o letterario non usiamo per giustificare un termine che nell'italiano corrente NON e' sinonimo di nero(come colore) ma di "persona nera" spesso con senso spregiativo
      Poi però qualcuno che ha un grande interesse
      elettorale nel "captare" l'interesse degli
      immigrati, ha deciso che il termine "negro"
      è offensivo.perche viene da un passato in cui si parlava di RAZZE umanee si e' sempre usato nell'eccezione di subumano o bestia"Lavorare come una bestia "ha lo stesso significato di"Lavorare come un negro"poi esiste "negretto" che e' la variante paternalcolonialista
      Perchè? Da quando?
      Il termine "nigger" americano è offensivo,
      ma quest'ultimo termine non ha nulla a che
      fare con l'italiano "negro".ah no? forse con lo spagnolo negro ma con l'italiano...
      Però, se una persona che parla di
      immigrazione per caso usa questo sostantivo,
      la frittata è fatta: "Sei un razzista, hai
      torto".
      E i conti tornano...perche spesso la persona che usa negro come sostantivo riferito a una persona dice robe tipo "i negri puzzano""i negri rubano" "i negri spacciano"vedi...quando chiamo uno statunitense "yankee" o spagnoleggiando"yanqui", un tedesco "crucco" o "tamocco"un italiano del sud "terrone" o uno del nord "polentone"un membro della classe medio-alta(come si chiama adesso)"borghese" o uno della classe bassa "plebeo" lo si fa in modo spregiativoOpenCurcio
      • Anonimo scrive:
        Re: Che il cielo ci liberi dai buonisti!
        - Scritto da: Anonimo
        ma converrai con me che tu non metti la
        giacca negra..ma la giacca nera Menomale che è arrivato il preside dell'Accademia dei Lincei... "nero" è aggettivo in quel caso, "negro" è sostantivo SEMPRE.
        vedi...quando chiamo uno statunitense
        "yankee" o spagnoleggiando"yanqui", un
        tedesco "crucco" o "tamocco"
        un italiano del sud "terrone" o uno del nord
        "polentone"
        un membro della classe medio-alta(come si
        chiama adesso)
        "borghese" o uno della classe bassa "plebeo"
        lo si fa in modo spregiativo...o (auto)ironico, per esempio le checche parlano spesso di sè stessi come "froci", oppure gergale, o retorico, o volitivo... sei un po' limitato ragazzo, come tutti i politically correct non cogli le sfumature e burocrateggi col cervello a sezioni stagne.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che il cielo ci liberi dai buonisti!

          Menomale che è arrivato il preside
          dell'Accademia dei Lincei... "nero" è
          aggettivo in quel caso, "negro" è sostantivo
          SEMPRE.chi l'ha detto? nell'italiano arcaico-letterario negro e' aggettivo


          ...o (auto)ironico, per esempio le checche
          parlano spesso di sè stessi come "froci",
          oppure gergale, o retorico, o volitivo...certo lo so anche amicale...ma occore che vi sia amiciziavedi "zecca" e' un modo spregiativo per chiamare i comunistiio posso autodefinirmi "zecca" cosi come puo dirmelo un amico... ma uno sconosciuto be ..non glielo consiglio.....
          sei un po' limitato ragazzo, come tutti i
          politically correct non cogli le sfumature e
          burocrateggi col cervello a sezioni stagne.non sono politically correct infatti mi guardo bene del chiamare un cieco diversamente abile perche a me sembra un po lisergico (sembrerebbe che veda in modo diverso ma lasciamo queste cose ad huxley) ma terrone,frocio o negro sono offese razziste che ironicamente posso usare...con amici ma non con chiunqueLavoratori e Lavoratrici di tutto il mondo unitevi
          • Anonimo scrive:
            Re: Che il cielo ci liberi dai buonisti!
            - Scritto da: Anonimo

            Lavoratori e Lavoratrici di tutto il mondo
            uniteviWOW, l'ultimo dei mohicani... pensavo fossero tutti estinti, ma qualcuno resiste ancora con l'orologio indietro di una trentina d'anni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che il cielo ci liberi dai buonisti!
            - Scritto da: Anonimo
            certo lo so anche amicale...ma occore che vi
            sia amicizia
            vedi "zecca" e' un modo spregiativo per
            chiamare i comunisti
            io posso autodefinirmi "zecca" cosi come puo
            dirmelo un amico... ma uno sconosciuto be
            ..non glielo consiglio.....Ehi, è arrivato il picchiatore rosse che gira con le spranghe nel bagagliaio!Brrr, che paura!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che il cielo ci liberi dai buonisti!
      Boh; io sono un buonista, eppure per te avrei un nome che forse non ti piacerebbe, e nel quale non ti riconosceresti."non siamo noi che siamo razzisti, sono loro che sono negri". Non sei tu che dai un nome alle persone, sono loro che se lo scelgono. Prima di dire a uno "da oggi ti chiamero' faccia da culo, perche' mi suona appropriato" io chiederei il suo parere; qui non c'entra il buon-ismo, ma la buona educazione.L'intera grammatica della lingua inglese e' basata sulla diplomazia delle idee; per quanto l'inglese medio nn sia propriamente un buonista/comunista ... ci sono ancora nelle case i ritratti della Tatcher :DChe male ci sara' poi nell"essere buoni" me lo devono spiegare piu' dettagliatamente ma in separata sede.SalutiCarlo Vacca
      • Anonimo scrive:
        Re: Che il cielo ci liberi dai buonisti!
        - Scritto da: Anonimo
        "non siamo noi che siamo razzisti, sono loro
        che sono negri". Non sei tu che dai un nome
        alle persone, sono loro che se lo scelgono."Allora Adonai plasmò dal suolo ogni sorta di bestie selvatiche e tutti gli uccelli del cielo e li condusse all'uomo, per vedere come li avrebbe chiamati: in qualunque modo modo l'uomo avesse chiamato ognuno degli esseri viventi, quello doveva essere il loro nome." Genesi, 19Seimila anni fa gli ebrei, che sulla "parola" hanno fondato l'intera loro cultura e sapienza, avevano compreso già perfettamente che siamo noi a scegliere i nomi, in modo spesso complesso e che niente ha a che vedere con l'autoattribuzione. Cito un solo, semplice esempio: l'imperitura tradizione dei soprannomi, diffusa in Italia a tutte le latitudini ed ampiamente testimoniata in letteratura (dalla classicità latina al Rinascimento, al realismo verghiano, ed ancora da Sciascia, Cassola, Camilleri et alis) mostra senza infingimenti ed ipocrisie da demi-vierges caratteristiche di crudezza, spesso oltre il confine dell'ingiuria, degli "scurmai" padani o dei soprannomi calabro-siculi, i nomi popolari attribuiti dalla comunità all'individuo, spesso modellati su caratteristiche fisiche ed estesi a volte a clan o gruppi familiari a mò di patronimico, o come toponimo della corte, della frazione, dell'area abitata dalla famiglia. Fenomeno assolutamente e pianamente accettato dall'onomaturgia, in perfetto accordo con storici, cognitivisti, etnoantropologi, linguisti e sociologi, ma a quanto pare oscuro per molti vessilliferi del "politically correct".
        L'intera grammatica della lingua inglese e'
        basata sulla diplomazia delle idee; L'intero frasario buonista/egualitarista degli "operatori ecologici" e "intrattenitrici sessuali" è semplicemente basato su assurde e velleitarie istanze di minoranze isteriche e strepitanti, come il "glass roof". Ciò nasce negli USA come retaggio di una malintesa "modernità", lestamente scimmiottata anche nella vecchia europa.
        Che male ci sara' poi nell"essere buoni" me
        lo devono spiegare piu' dettagliatamente ma
        in separata sede.Nell'esser buoni, nessuno: è una caratteristica connaturata dello spirito, che peraltro non si vede. Nell'ostentare ipocritamente, invece, il male c'è eccome. C'è malafede e sprezzo del ridicolo nel dare importaza a capziosi bizantinismi in merito a termini che nessuno, se non qualche lunatico, considera realmente offensivi. Termini assodati nell'uso, che non hanno rilevanza offensiva intrinseca, ma semmai l'acquistano secondo i contesti, nelle intenzioni e nei toni espliciti di chi li pronuncia. Ma è solo questione di intenzioni: se ho una bassa opinione delle capacità cognitive di qualcuno, lo offendo ugualmente definendolo ironicamente "genio" o "Leonardo", usando termini e locuzioni non sospette entro figure retoriche ben definite. Il rischio, semmai, è che a volte la contrapposizione semantica vada a finire come in "Oltre il giardino" con Peter Sellers, ma questa è un'altra storia. In queste "battaglie" di retrovia e di bassa cucina per la messa al bando di termini innocui e diffusi si evidenziano solamente la percezione distorta di una occasionale e marginale sottolineatura etimologica del fatto che la storia (e sovente anche la cultura) l'hanno sempre scritta i vincitori, e l'impotente tentativo di porre tardivi rimedi ad eventi storici, naturali o sociali incontrovertibili. Il rispetto per il prossimo e per le minoranze è questione culturale, fattuale ed individuale, non lo si può ricondurre a ridicole ipocrisie verbali da manuale Cencelli: né può certo essere imposto per decreto o ostracismo di piazza asseverati da improvvisati (ed improvvidi) "censori linguistici". Ben altri sono i problemi oggettivi delle "diversità": chiamare un handicappato, un drogato o una mignotta con un altro nome è pura ipocrisia che non muta la sostanza delle cose.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che il cielo ci liberi dai buonisti!

          Il rispetto per il prossimo e per le
          minoranze è questione culturale, fattuale ed
          individuale, non lo si può ricondurre a
          ridicole ipocrisie verbali complimenti, sottoscrivo, pero' apprezzo anche il Carlo Vacca malgrado la scivolata sul buonismo si dimostra sempre acuto sensato e ironico.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che il cielo ci liberi dai buonisti!
          - Scritto da: Anonimo
          bla..bla..bala......
          handicappato, un drogato o una mignotta con
          un altro nome è pura ipocrisia che non muta
          la sostanza delle cose.Hai ragione tu si che sei un cucu' a molla.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che il cielo ci liberi dai buonisti!
            - Scritto da: Anonimo

            Hai ragione tu si che sei un cucu' a molla.Per fortuna, ogni tanto, questi messaggi ci ricordano la genialità di Tim Berners Lee, che ha creato un'interfaccia talmente semplice da poter essere impiegata facilmente da qualsiasi primate dotato di pollice opponibile.
      • toponzo scrive:
        Re: Che il cielo ci liberi dai buonisti!
        - Scritto da: Anonimo
        Boh; io sono un buonista, eppure per te
        avrei un nome che forse non ti piacerebbe, e
        nel quale non ti riconosceresti.

        "non siamo noi che siamo razzisti, sono loro
        che sono negri". Non sei tu che dai un nome
        alle persone, sono loro che se lo scelgono.
        Prima di dire a uno "da oggi ti chiamero'
        faccia da culo, perche' mi suona
        appropriato" io chiederei il suo parere; qui
        non c'entra il buon-ismo, ma la buona
        educazione.

        L'intera grammatica della lingua inglese e'
        basata sulla diplomazia delle idee; per
        quanto l'inglese medio nn sia propriamente
        un buonista/comunista ... ci sono ancora
        nelle case i ritratti della Tatcher :D

        Che male ci sara' poi nell"essere buoni" me
        lo devono spiegare piu' dettagliatamente ma
        in separata sede.

        Saluti
        Carlo Vaccatrovo che sia un discorso molto sensato, aggiungo che effettivamente una parola può avere accezione negativa a seconda del contesto in cui viene utilizzata, ed è natura propria del linguaggio simbolico
        • Anonimo scrive:
          Re: Che il cielo ci liberi dai buonisti!
          - Scritto da: toponzo
          aggiungo che effettivamente una parola può
          avere accezione negativa a seconda del
          contesto in cui viene utilizzata, ed è
          natura propria del linguaggio simbolicoE' proprio quello che penso anch'io. Se tu chiami uno sporco negro e lui si offende ha ragione e sono io la prima a dargliela. Ma che senso ha offendersi per due termini tecnici stampati su una periferica del pc??? Francamente mi pare un'esagerazione. Il confine in cui il politicamente corretto a tutti i costi scivola nel ridicolo é molto vicino, si rischia di voler assecondare le esigenze di qualunque bacchettone bigotto che si sveglia male la mattina. E quelli di master e slave sono solo due termini informatici di uso comune che non si riferiscono a una persona ma solo a una cosa. Come dicevamo prima, vanno considerati nel loro contesto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che il cielo ci liberi dai buonisti!
      - Scritto da: Anonimo
      Fino a qualche anno fa si potevao chiamare
      gli operatori ecologici "spazzini".
      Poi sono arrivati i buonisti.
      Non è una semplice perdita di tempo, la
      loro, ma una precisa strategia.
      Serve a creare un senso di colpevolezza che
      può essere abilmente sfruttato.
      Mi spiego con un esempio. Fino a qualche
      anno fa, era possibile definire una persona
      di colore "negro". Negro infatti è un
      termine della lingua italiana, sinonimo di
      nero. "Sei nella terra fredda, sei nella
      terra negra", tanto per citare il Carducci.
      Poi però qualcuno che ha un grande interesse
      elettorale nel "captare" l'interesse degli
      immigrati, ha deciso che il termine "negro"
      è offensivo.
      Perchè? Da quando?
      Il termine "nigger" americano è offensivo,
      ma quest'ultimo termine non ha nulla a che
      fare con l'italiano "negro".
      Però, se una persona che parla di
      immigrazione per caso usa questo sostantivo,
      la frittata è fatta: "Sei un razzista, hai
      torto".
      E i conti tornano...bispensiero :)ora arriverà il pirlEtti che mi dice che si cita a sproposito "1984" di Orwell.eppure sia lui che Huxley hanno chiaramente trovato che anche nell'uso del linguaggio stava succedendo qualcosa di cui noi tutti non ci siamo accorti molto
      • Anonimo scrive:
        Re: Che il cielo ci liberi dai buonisti!
        Scritto da: Anonimo
        bispensiero :)

        ora arriverà il pirlEtti che mi dice che si
        cita a sproposito "1984" di Orwell.
        eppure sia lui che Huxley hanno chiaramente
        trovato che anche nell'uso del linguaggio
        stava succedendo qualcosa di cui noi tutti
        non ci siamo accorti moltoBravissimo, sai leggere libri!Però pirletti tienitelo per te, capito?(Qual è l'emoticon con un dito medio alzato?)
      • Anonimo scrive:
        MODERATOOOOREEEEEEE!
        Visto che hai censurato un messaggio che non conteneva nulla di offensivo, per cortesia censura pure quello a cui sto rispondendo che contiene insulti gratuiti!
  • Anonimo scrive:
    Berluska e Fede?
    Potrebbe andare?
  • Anonimo scrive:
    ... Presidente e Stagista?
    Cosi' e' piu' ridicolo e meno discriminatorio :D
    • Anonimo scrive:
      Re: ... Presidente e Stagista?
      Ritengo profondamente offensivo verso le persone il termine Primario e Secondario ... in quanto potrebbe ledere il titolo dei titolari di sezioni ospedaliere, che verrebbero sicuramente sbeffeggiati.Ecco una serie di proposte concrete; da cui e' possibile cmq capire il rapporto gerarchico fra le due unita'Stanlio e OllioBatman e RobinMimi' e Coco'Cip e CiopSilvestro e TittiGrattachecca e FighettoTopolino e PippoBrontolo e MammoloCordiali SalutiCarlo Vacca
      • Anonimo scrive:
        Re: ... Presidente e Stagista?
        - Scritto da: Anonimo
        Mimi' e Coco'e se ci attacchiamo un terzo computer?
        • Anonimo scrive:
          Re: ... Presidente e Stagista?
          Il quesito e' malposto ;) dovunque ci sia un innesto in italia si e' parlato di maschio/femmina; per indicare il tipo meccanico di innesto. Per Maschio si intende una cosa "fatta a punta", e per femmina una "cosa concava". Due cose concave non si uniranno, cosi' come due cose fatte a punta.Trovo che il termine "Presidente e Stagista" sia invece molto corretto dal punto di vista meccanico, in quanto indica chiaramente il metodo di innesto e gli accoppiamenti sbagliati.Solo che stavamo parlando di sistemi tipo hard disk; o terminali; Ora ... anche il solo cercare dei sinonimi rende questa cosa talmente ridicola che solo un americano potrebbe trovarla offensiva. Per carita', rispetto le loro opinioni; ma spero che rispettino le mie mentre rido.Cosa accadra' quando scopriranno l'hearbeat delle lan? o il gopher? o scopriranno come colloquialmente alcune categorie di processi si chiamano "demoni"?dicesi DEMONE un processo che agisce nell'ombra; ma che ha poteri a volte superioridicesi ZOMBIE processi che se ne vanno ramengo nel sistema, avendo perso PADRE E FIGLIO (ussignur!!).Dicesi CONIGLI dei processi figli che spawnano tonnellate di processi; saturando il sistema. E qui l'allusione al sesso e' chiaramente marcata :DProcessi Padri? Figli? questa e' discriminazione sessista! dove e' il processo Madre? dove il processo Nonna?SalutiCarlo Vacca
          • Anonimo scrive:
            Re: ... Presidente e Stagista?
            - Scritto da: Anonimo
            dicesi DEMONE un processo che agisce
            nell'ombra; ma che ha poteri a volte
            superiori
            dicesi ZOMBIE processi che se ne vanno
            ramengo nel sistema, avendo perso PADRE E
            FIGLIO (ussignur!!).
            Dicesi CONIGLI dei processi figli che
            spawnano tonnellate di processi; saturando
            il sistema. E qui l'allusione al sesso e'
            chiaramente marcata :DPer non parlare della terminologia violenta per cui i processi vengono UCCISI!!! orrore!
  • SiN scrive:
    Sono un master, e allora?
    nei gdr.Qualche problema? :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono un master, e allora?
      - Scritto da: SiN


      nei gdr.

      Qualche problema? :Dsecondo diversi psicologi di moda (tipo Alberoni) dovresti esserne tu ad averne.
      • SiN scrive:
        Re: Sono un master, e allora?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: SiN





        nei gdr.



        Qualche problema? :D

        secondo diversi psicologi di moda (tipo
        Alberoni) dovresti esserne tu ad averne.di alberoni no sapevo.hai qualche link?
        • Anonimo scrive:
          Re: Sono un master, e allora?
          - Scritto da: SiN
          di alberoni no sapevo.
          hai qualche link?lo avevo letto sul corriere. Ogni lunedi spara una stronzata diversa
  • Anonimo scrive:
    Attivo e passivo
    :Dsi usa anche negli annunci erotici e in elettronica (filtri attivi e filtri passivi)
  • Locke scrive:
    Ma per favore...
    Cambiare Master e Slave solo perchè un dipendente della PA americana (probabilmente ignorante in termini informatici) si ricorda dei tempi della schiavitù?Beh allora io voglio:- cambiare il nome "Internet": non tifo per nessuna squadra di calcio, ma il nome "Inter" pubblicizza la squadra nera blu e fa pubblicità occulta- Cambiare il nome "rete": non mi piace pescare e tale termine mi fa venire in mente tutti i pesci pescati che poi verranno mangiati.- Cambiare il nome "Ram", che in inglese mi sembra voglia dire "collidere volontariamene contro qualcos'altro", tale nome istica a provocare incidenti!- Cambiare il nome "Drive" perchè non serve per guidare, qualcuno potrebbe prendere un Drive e usarlo in macchina, uscendo di strada!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma per favore...
      LOL LOL LOL!!
    • ElfQrin scrive:
      Re: Ma per favore...
      - Scritto da: Locke
      - cambiare il nome "Internet": non tifo per
      nessuna squadra di calcio, ma il nome
      "Inter" pubblicizza la squadra nera blu e fa
      pubblicità occultaNon è per niente occulta. "Internet" è una contrazione. Il nome ufficiale è "Internazionale Milano Football Club Net".
  • Anonimo scrive:
    Re: Che str******a!!
    E tutto questo fa ancora più ridere perchè proviene da una nazione con in vigore le leggi razziali fino a metà degli anni sessanta ossia soltanto un trentina di anni fa.Anche oggi, fatevi un giro ad Atlanta e cominciate a distingure le professioni "nobili" (impiegati, professionisti etc.. ) dove sono tutti bianchi e quelle "povere" (spazzini, uomini di fatica, addetti alle pulizie etc..) dove sono tutti neri. Non fatevi ingannare dalle serie tv "politically correct", lì sono obbligati a mettere bianchi e neri in uguaglianza e tutti benestanti. In USA c'è ancora razzismo e tanto, alla faccia di chi vuole farci credere che master e slave sia offensivo.
  • Anonimo scrive:
    Proposta nuovi termini
    Al posto di padrone proporrei italia e al posto di schiavo proporrei Padania.Paga e taci somaro Padano.
  • Anonimo scrive:
    Io in Italia...
    li chiamerei "classe politica" e "cittadino", mi sembra l'equivalente di padrone e schiavo, o no? dite che uno dei termini possa essere tradotto anche in "ladri"?ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Che str******a!!
    In Italia non si potrà più dire "ciccione"....... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Che str******a!!
      - Scritto da: Anonimo
      In Italia non si potrà più dire
      "ciccione"....... :)poi ci lamentiamo se siamo a livello didattura sulla libertà di pensiero, da una classifica sitilata da armesty intertetional(se no sbaglio a scriverlo)
  • Anonimo scrive:
    A chi critica gli Stati Uniti
    A chi critica gli Stati Uniti vorrei ricordare la stupidita' tutta comunista nel voler sostiuire la parola nero alla parola negro. Negro e' un termine presente in molte lingue europee da centinaia di anni e non ha di per se' nessun significato negativo. Ma qualche stupido comunista ha pensato che vietando la parola negro si potessero vietare il libero pensiero della gente. Andate a quel paese, chi dice nero e vuole vietare negro e' della stessa pasta di chi vuole vietare master e slave.
    • Anonimo scrive:
      Re: A chi critica gli Stati Uniti
      i un pirla. Ops, avrei dovuto dire "persona di scarso spessore intellettivo" . Sorry. :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: A chi critica gli Stati Uniti
        NO! le persone di scarso spessore intellettivo non vanno insultate paragonandole al postatore originale...semmai potrà essere "ameba scarsamente sviluppata", chiedendo scusa alle amebe;)
    • Anonimo scrive:
      Re: A chi critica gli Stati Uniti
      la mettimo sulla politica adesso -_-'
    • Anonimo scrive:
      Re: A chi critica gli Stati Uniti
      Visto che il mio primo intervento è stato cassato dal moderatore perbenista, ti appellerò "secondario!".PS per il moderatore: "cassare" con le s
    • Anonimo scrive:
      Re: A chi critica gli Stati Uniti
      - Scritto da: Anonimo
      A chi critica gli Stati Uniti vorrei
      ricordare la stupidita' tutta comunista nel
      voler sostiuire la parola nero alla parola
      negro. Negro e' un termine presente in molte
      lingue europee da centinaia di anni e non ha
      di per se' nessun significato negativo. Ma
      qualche stupido comunista ha pensato che
      vietando la parola negro si potessero
      vietare il libero pensiero della gente.
      Andate a quel paese, chi dice nero e vuole
      vietare negro e' della stessa pasta di chi
      vuole vietare master e slave.Ciao simpatica persona. Cosa mi rispondi se ti dico che sono i neri, anzi per darti il contentino "negri", che non vogliono essere chiamati appunto negri, in quanto questa parola e' sempre stata utilizzata in senso dispregiativo e razzistico.Ma tu sicuramente non prenderai in considerazione le parole di una persona in cui a dir tuo e' insita la "stupidita' tutta comunista". Se poi vuoi motivi per disprezzare quel pessimo paese, beh te ne posso dare quanti ne vuoi....
      • Anonimo scrive:
        Re: A chi critica gli Stati Uniti
        voto DIECI!!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: A chi critica gli Stati Uniti
        Ma lo vedi che non rifletti.Se 'sti negri rifiutano di farsi chiamare in questo modo e pretendono anche di far rispettare i loro diritti civili, è evidente che si tratta sempre e comunque di COMUNISTI mannari!;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: A chi critica gli Stati Uniti
      - Scritto da: Anonimo
      A chi critica gli Stati Uniti vorrei
      ricordare la stupidita' tutta comunista nel
      voler sostiuire la parola nero alla parola
      negro. Negro e' un termine presente in molte
      lingue europee da centinaia di anni e non ha
      di per se' nessun significato negativo. Ma
      qualche stupido comunista ha pensato che
      vietando la parola negro si potessero
      vietare il libero pensiero della gente.
      Andate a quel paese, chi dice nero e vuole
      vietare negro e' della stessa pasta di chi
      vuole vietare master e slave.ragioni ancora come un bambino "sbaglio ma non puoi dirmi niente perchè anche tu quella volta hafatto cosi cosi e cosi .gne gne gneanche tu anche tu anche tu"vai a bere un pò di latte e crescicerca di portare critiche costruttive invece di far notare che anche altri sbagliano (non è una novità) (inoltre non capisco perche devi metterla sulla politica ..... hai il cervello di una noce )
    • Anonimo scrive:
      Re: A chi critica gli Stati Uniti
      hai ragione.ma la società, se non l'hai ancora capito, funziona con simboli, e con simboli ipocriti.
    • Anonimo scrive:
      Re: A chi critica gli Stati Uniti
      - Scritto da: Anonimo
      Negro e' un termine presente in molte
      lingue europee da centinaia di anni e non ha
      di per se' nessun significato negativo.Da dove proviene il verbo "denigrare" ?
    • ElfQrin scrive:
      "negro"
      Aggiungo che "negro" in italiano è un termine molto nobile in quanto deriva direttamente dal latino e compare nell'"Indovinello Veronese".(il più antico scritto conosciuto in volgare italiano, redatto tra il VIII e il IX secolo):se pareba boves alba pratalia araba & albo versorio teneba & negro semenseminaba.
      • Anonimo scrive:
        Re: "negro"
        - Scritto da: ElfQrin
        Aggiungo che "negro" in italiano è un
        termine molto nobile in quanto deriva
        direttamente dal latino e compare
        nell'"Indovinello Veronese".(il più antico
        scritto conosciuto in volgare italiano,
        redatto tra il VIII e il IX secolo):

        se pareba boves alba pratalia araba & albo
        versorio teneba & negro semen
        seminaba.te parem um discursum da farem ? at meam parem un discursus da bucum di culum...
    • Anonimo scrive:
      Re: A chi critica gli Stati Uniti
      - Scritto da: Anonimo
      A chi critica gli Stati Uniti vorrei
      ricordare la stupidita' tutta comunista nel
      voler sostiuire la parola nero alla parola
      negro. Negro e' un termine presente in molte
      lingue europee da centinaia di anni e non ha
      di per se' nessun significato negativo. Negro e' una parola spagnola che significa NEROera usata anche nell'italiano arcaico con lo stesso significato dello spagnolo ovvero negro=nero (es negra giacca(giacca nera) )(ricordate "Qual i fumi sulfurei ed infiammati escon di Mongibello e 'l puzzo e 'l tuono,tal de la fera bocca i negri fiati" da Gerusaleme Liberata) infatti indicando un colore non ha significati negativi ma oggi non diresti"indossai la negra giacca per recarmi nel sito ove io avea da vedere la mia innamorata"ma "mi son messo la giacca nera per andare nel posto dove devo vedere la mia ragazza"oggi NEGRO ha un significato RAZZISTAdiverso dal dialettale "negher" poichè "negher" indica proprio il colore (es "di che colore lo vuoi il cappello?" "damel negher")diverso in lingua inglese dove vi e' "BLACK" e "NIGGER"qui nigger ha significato spregativo
      Ma qualche stupido comunista ha pensato chenon necessariamente comunista ma ANTIRAZZISTAe se per te e' uguale... be confermi solo le teorie secondo le quali nel capitalismo e' impossibile sconfiggere il razzismoe io concordo :)
      vietando la parola negro si potessero
      vietare il libero pensiero della gente.non abolisci ma il linguaggio condizionalo stesso e' per il maschilismo se anche se non SEMPRE ma almeno nelle introduzioni e nei titolo e nei passaggi importanti si puo usare "compagni e compagne" anziche "compagni" ... "lavoratori e lavoratrici" anzichè "lavoratori" insomma il differenzialismo contro il maschilismo
      Andate a quel paese, chi dice nero e vuole
      vietare negro e' della stessa pasta di chi
      vuole vietare master e slave.no perche negro ha un significato razzista ATTUALEpadrone e schiavo...al massimo attualmente ha riferimential sadomasochismo :)OpenCurcioLavoratori e lavoratrici di tutto il mondo unitevi! :)
    • Anonimo scrive:
      Re: A chi critica gli Stati Uniti
      Hummm, non ricordo che il termine "politically correct" venga da "un comunista".Fedele al mio mandato di maestro errante, cerchero di instillare qualcosa in te; foss'anche solo per osmosi.Vediamo di fare un esempio: a te in molti ti chiameranno "Fascista". Questo forse (dico *forse*) e' un termine che non apprezzi, anche perche' dichiarsi Fascisti e' ancora illegale (non so fino a quando), ma in ultima analisi potenzialmente pericoloso. Dunque, magari preferisci che ti chiamino "di destra".Ecco, quella e' la differenza. Ad una persona terza (di colore/nero/negro/pitturato/etc) io lascio che sia lui a dirmi come devo chiamarlo. Se urto la sua sensibilita' ... mi scuso per la mia ignoranza e gli chiedo come devo riferirmi a lui.Ma io come dicevi tu .. sono un "Comunista" (o un Comunardo? mah), uno che fa discorsi inutili e troppo ermetici (ed emetici). Altri esempi:La settimana scorsa ho sentito gente gridare allo scandalo per il termine "razza ebraica", che (nella mia immensa ignoranza) a me non fa ne caldo ne freddo; eppure agli ebrei non fa piacere ... dunque, perche' insistere e seminare inimicizia?Quando andavo a scuola avevo un compagno mulatto, che per sua fortuna era grosso come un vero gorilla. Non gli interessava come lo chiamavi, ma era sensibile alle note di disprezzo della voce ... e spesso lo sentivi rispondere "cosa ca%%o vuoi mozzarellone?". In generale poi si chiariva tutto al primo round. Colpiva sempre per primo, e come il calcio di un mulo.Spazzini/Operatori Ecologici. Io preferirei per me "spazzino", la scopa e' uno strumento nobilissimo: ma la categoria e' sensibile e non accetta.Secondino/Guardia Carceraria/etc.Ho un amico che fa questo mestiere, e mi ricordo si inca%%o' come una bestia per una battuta sui "secondini". Ora so che si fanno chiamare in un altro nome ... ma nn saprei quale.SalutiCarlo Vacca
      • Anonimo scrive:
        Re: A chi critica gli Stati Uniti
        ma questo non ERA un forum di informatica?- Scritto da: Anonimo
        Hummm, non ricordo che il termine
        "politically correct" venga da "un
        comunista".

        Fedele al mio mandato di maestro errante,
        cerchero di instillare qualcosa in te;
        foss'anche solo per osmosi.

        Vediamo di fare un esempio: a te in molti ti
        chiameranno "Fascista". Questo forse (dico
        *forse*) e' un termine che non apprezzi,
        anche perche' dichiarsi Fascisti e' ancora
        illegale (non so fino a quando), ma in
        ultima analisi potenzialmente pericoloso.
        Dunque, magari preferisci che ti chiamino
        "di destra".
        Ecco, quella e' la differenza. Ad una
        persona terza (di
        colore/nero/negro/pitturato/etc) io lascio
        che sia lui a dirmi come devo chiamarlo. Se
        urto la sua sensibilita' ... mi scuso per la
        mia ignoranza e gli chiedo come devo
        riferirmi a lui.
        Ma io come dicevi tu .. sono un "Comunista"
        (o un Comunardo? mah), uno che fa discorsi
        inutili e troppo ermetici (ed emetici).

        Altri esempi:
        La settimana scorsa ho sentito gente gridare
        allo scandalo per il termine "razza
        ebraica", che (nella mia immensa ignoranza)
        a me non fa ne caldo ne freddo; eppure agli
        ebrei non fa piacere ... dunque, perche'
        insistere e seminare inimicizia?

        Quando andavo a scuola avevo un compagno
        mulatto, che per sua fortuna era grosso come
        un vero gorilla. Non gli interessava come lo
        chiamavi, ma era sensibile alle note di
        disprezzo della voce ... e spesso lo sentivi
        rispondere "cosa ca%%o vuoi mozzarellone?".
        In generale poi si chiariva tutto al primo
        round. Colpiva sempre per primo, e come il
        calcio di un mulo.

        Spazzini/Operatori Ecologici. Io preferirei
        per me "spazzino", la scopa e' uno strumento
        nobilissimo: ma la categoria e' sensibile e
        non accetta.

        Secondino/Guardia Carceraria/etc.
        Ho un amico che fa questo mestiere, e mi
        ricordo si inca%%o' come una bestia per una
        battuta sui "secondini". Ora so che si fanno
        chiamare in un altro nome ... ma nn saprei
        quale.

        Saluti
        Carlo Vacca
        • Anonimo scrive:
          Re: A chi critica gli Stati Uniti
          I comunisti sono ovunque, nelle reti come nella minestra: mangiano bambini e presidenti del consiglio traendone lo stesso gusto.Pero' mi sento in colpa, indi ecco anche a te un consiglio informatico da un vegliardo che e' passato da 75 baud a 2 Mbit:"non quotare un intero messaggio per rispondere con una riga, soprattuto se poi non c'entra una fava".SalutiCarlo Vacca
          • Anonimo scrive:
            Re: A chi critica gli Stati Uniti
            ok.... hai ragione.resta la domanda comunque. (non la ritrascrivo se no potresti dire che potrebbe generare un inutile spreco di banda)
      • Anonimo scrive:
        Re: A chi critica gli Stati Uniti
        - Scritto da: Anonimo
        Hummm, non ricordo che il termine
        "politically correct" venga da "un
        comunista".

        Fedele al mio mandato di maestro errante,
        cerchero di instillare qualcosa in te;
        foss'anche solo per osmosi.

        Vediamo di fare un esempio: a te in molti ti
        chiameranno "Fascista". Questo forse (dico
        *forse*) e' un termine che non apprezzi,
        anche perche' dichiarsi Fascisti e' ancora
        illegale (non so fino a quando), ma in
        ultima analisi potenzialmente pericoloso.
        Dunque, magari preferisci che ti chiamino
        "di destra".
        Ecco, quella e' la differenza. Ad una
        persona terza (di
        colore/nero/negro/pitturato/etc) io lascio
        che sia lui a dirmi come devo chiamarlo. Se
        urto la sua sensibilita' ... mi scuso per la
        mia ignoranza e gli chiedo come devo
        riferirmi a lui.
        Ma io come dicevi tu .. sono un "Comunista"
        (o un Comunardo? mah), uno che fa discorsi
        inutili e troppo ermetici (ed emetici).

        Altri esempi:
        La settimana scorsa ho sentito gente gridare
        allo scandalo per il termine "razza
        ebraica", che (nella mia immensa ignoranza)
        a me non fa ne caldo ne freddo; eppure agli
        ebrei non fa piacere ... dunque, perche'
        insistere e seminare inimicizia?

        Quando andavo a scuola avevo un compagno
        mulatto, che per sua fortuna era grosso come
        un vero gorilla. Non gli interessava come lo
        chiamavi, ma era sensibile alle note di
        disprezzo della voce ... e spesso lo sentivi
        rispondere "cosa ca%%o vuoi mozzarellone?".
        In generale poi si chiariva tutto al primo
        round. Colpiva sempre per primo, e come il
        calcio di un mulo.

        Spazzini/Operatori Ecologici. Io preferirei
        per me "spazzino", la scopa e' uno strumento
        nobilissimo: ma la categoria e' sensibile e
        non accetta.

        Secondino/Guardia Carceraria/etc.
        Ho un amico che fa questo mestiere, e mi
        ricordo si inca%%o' come una bestia per una
        battuta sui "secondini". Ora so che si fanno
        chiamare in un altro nome ... ma nn saprei
        quale.

        Saluti
        Carlo Vaccasei per caso tu il vacca che ha scritto il libro "anche tu matematico" ???
      • Anonimo scrive:
        Re: A chi critica gli Stati Uniti
        - Scritto da: Anonimo
        Hummm, non ricordo che il termine
        "politically correct" venga da "un
        comunista".

        Fedele al mio mandato di maestro errante,
        cerchero di instillare qualcosa in te;
        foss'anche solo per osmosi.Sono un altro... comunque penso che uno che confonde "fascista" con "di destra" e "razza" con "religione" penso che abbia poco da "instillare" agli altri....
    • Anonimo scrive:
      Re: A chi critica gli Stati Uniti
      - Scritto da: Anonimo
      A chi critica gli Stati Uniti vorrei
      ricordare la stupidita' tutta comunistaecco il solito coglione.gli stati uniti che c'entrano con fascista e comunista?o vuoi parlare dei noglobal?tutta roba che non c'entra un cazzo ma fa bello nel mazzoad esempio non so, vuoi linux? rai tre? la cultura? tutto comunismo.dai!suprosegui con le tue cagate nel
      voler sostiuire la parola nero alla parola
      negro. Negro e' un termine presente in molte
      lingue europee da centinaia di anni e non ha
      di per se' nessun significato negativo. dipende dal tono.di certo puoi proferire le parole "uomo di colore" come se stessi dicendo "vomito"però è più difficile che "stronzo" venga pronunciato in modo da voler dire "persona qualsiasi"ok?ci sono parole che nella loro accezione principale, sono già dispregiative.non a caso, a parte l'amico carducciano, le due parole NEGRO e NERO esistono. Perchè allora non diciamo mai che la liquirizia è negra?perchè nessuno ha mai pensato che fosse esquimese o africana.con negro, di solito intendiamo una persona di colore, con la pelle nera.tu mi dirai "si ma mica diciamo sporco negro"ok.oppure mi dirai che se uno dice "un nero" magari intende un fascista.ok.vedi che proprio per questo si può cavillare sulle parole?so anche che normalmente, come termine medico, la persona di colore si indica come "di razza negroide".ma tutto questo è ragionare.la massa, quando dice NEGRO è come quando dice "femmina" e SA che esiste "donna".in dialetto (nel nord) "femena" significa semplicemente donna, oppure moglie.come tra i bambini "le femmine e i maschi" è bello chiaro.ma quando si cresce (come bambini o come italiani) si *conoscono* le sfumature e si sa che la musica cambia: se dico FEMMINA, oggi, intendo dispregiare oppure indicare quella degli animali.se dico "l'essere umano femmina" probabilmente sono un antropologo o qualcosa del genere.
      Ma
      qualche stupido comunista ha pensato che
      vietando la parola negro si potessero
      vietare il libero pensiero della gente.questo è interessante.forse è stato qualche stupido fascista.o puoi provarci il contrario?ad ogni modo, lo dici TU che facendo quello, si causa l'altro.chi ha detto che cambiando la parola, la gente non pensi di disprezzare le persone di colore?è solo che è poco corretto.
      Andate a quel paese, chi dice nero e vuole
      vietare negro e' della stessa pasta di chi
      vuole vietare master e slave.cazzate.master e slave si riferiscono a dei macchinari.negro e nero, se usato con persone, hanno un peso diversocome maschio e femmina SE USATI CON PERSONEsei tu che non capisci che il contesto e l'oggetto dell'uso di una parola cambiano.stronzo, di per se indica l'escremento o la parola volgare.se lo uso con te, però, è un'offesa.vuoi capirlo o continui col paraocchi?OVVIAMENTE io sono *PRO* master e slave.se il negro non capisce che non lo si diceva a lui, sono cazzi suoi.
  • Anonimo scrive:
    Tipicamente americano !
    E cioè mentalità gretta, ipocrita e perbenista. Come se un evitare un nome potesse cambiare una realtà.Ma questi hanno il cervello nei calzini !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Tipicamente americano !
      Dici?Ti ricordo:Spazzino =
      Operatore ecologicoBidello =
      Personale non insegnanteCieco =
      non vedenteetc. etc.Ho l'impressione che questa mania usare circonlocuzioni più o meno ridicole per evitare termini che evocano cose sgradevoli sia alquanto comune.CiaoMichele
      • ElfQrin scrive:
        Re: Tipicamente americano !
        - Scritto da: Anonimo
        Ho l'impressione che questa mania usare
        circonlocuzioni più o meno ridicole per
        evitare termini che evocano cose sgradevoli
        sia alquanto comune.D'accordo al 100% ma nel caso specifico è ancora peggio perché ci si riferisce a cose non a persone, e perché si vorrebbe cancellare un passato imbarazzante (avete notato come nei film hollywoodiani sulla II guerra mondiale, in particolare quelli recenti a proposito di Perl Harbor e i Giapponesi, si "glissi" su un paio di bombe atomiche sganciate in allegria sulla popolazione inerme?)==================================Modificato dall'autore il 28/11/2003 14.50.38
        • LordKap scrive:
          Re: Tipicamente americano !
          - Scritto da: ElfQrin
          (avete notato come nei film hollywoodiani sulla XX guerra
          mondiale'Azz! Me ne sono perse 18! ;)
          • ElfQrin scrive:
            Re: Tipicamente americano !
            - Scritto da: LordKap
            sulla XX guerra

            mondiale

            'Azz! Me ne sono perse 18! ;)uhm... ripensandoci forse non è ancora stato fatto un film sulla XX guerra mondiale...:$
        • Anonimo scrive:
          Re: Tipicamente americano !
          - Scritto da: ElfQrin
          D'accordo al 100% ma nel caso specifico è
          ancora peggio perché ci si riferisce a cose
          non a persone, e perché si vorrebbe
          cancellare un passato imbarazzante (avete
          notato come nei film hollywoodiani sulla XX
          guerra mondiale, in particolare quelli
          recenti a proposito di Perl Harbor e i
          Giapponesi, si "glissi" su un paio di bombe
          atomiche sganciate in allegria sulla
          popolazione inerme?)D'accordo al 100%, ma non hai mai notato come si "glissi", costantamente e dappertutto, sui costi umani (di americani, non di francesi, inglesi o italiani) dell'avanzata nelle isole del pacifico?
          • ElfQrin scrive:
            Re: Tipicamente americano !
            - Scritto da: Anonimo
            D'accordo al 100%, ma non hai mai notato
            come si "glissi", costantamente e
            dappertutto, sui costi umani (di americani,
            non di francesi, inglesi o italiani)
            dell'avanzata nelle isole del pacifico?Naah, qualcosa c'è, tra i più recenti ricordo "La sottile linea rossa".
          • Anonimo scrive:
            Re: Tipicamente americano !
            - Scritto da: ElfQrin
            - Scritto da: Anonimo

            D'accordo al 100%, ma non hai mai notato

            come si "glissi", costantamente e

            dappertutto, sui costi umani (di
            americani,

            non di francesi, inglesi o italiani)

            dell'avanzata nelle isole del pacifico?

            Naah, qualcosa c'è, tra i più recenti
            ricordo "La sottile linea rossa".Eh, ma quello lo abbiamo visto in tre!
    • Anonimo scrive:
      Re: Tipicamente americano !
      - Scritto da: Anonimo
      E cioè mentalità gretta, ipocrita e
      perbenista.
      Come se un evitare un nome potesse cambiare
      una realtà.
      Ma questi hanno il cervello nei calzini !!!maddai.eppure sopra c'è il microcefalo che dice questo degli altri.mah
  • Anonimo scrive:
    Non è cosi
    che si cancellano secoli di schiavitu.Al contrario, andrebbero tenuti per ricordare quanto l'uomo può essere stupido.La memoria non va mai cancellata.Cosi come è corretto non cancellare olocausto dai dizionari, e chiamare "lotta al terrorismo" o "terrorismo" (perchè Bush sbaglia, ma anche chi mette bombe e fa saltare civili è come minimo uno stronzo) con il termine più corretto:guerra.La storia rimane , per cui ste scappate, sono segno di falsa moralità o ipocrisia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è cosi
      - Scritto da: Anonimo
      che si cancellano secoli di schiavitu.
      Al contrario, andrebbero tenuti per
      ricordare quanto l'uomo può essere stupido.
      La memoria non va mai cancellata.sto vomitandosei di CL ?qui si parla di tecnologia!perchè devi fare il bla bla?chiaro che nessuno si riferisce alla vera schiavitùqui si parla di idiozia nella comprensione del linguaggio e della sua applicazoine
  • Anonimo scrive:
    Ridicoli
    Come da subject.Vadano a zappare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ridicoli
      - Scritto da: Anonimo


      Come da subject.


      Vadano a zappare.E' la prima cosa che è venuta in mente anche a me.I soliti estremisti, che come tali, sfociano nel ridicolo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ridicoli
      - Scritto da: Anonimo


      Come da subject.


      Vadano a zappare.NOoooooooooooooo !!!Si dice "vadano a lavorare la terra!"
  • Anonimo scrive:
    ANCHE LA MUSICA !!!!!!
    "Master and servant" !!!!!!!!!Una birra chi la conosce !!!!!!! ;)
  • Anonimo scrive:
    Mah, in effetti ci ho sempre riso sopra
    ...con battutine sul tipo di quando portavo il cassettino mobile su un altro PC e poi mi "vantavo" perche` l'ide secondaria ospitava un cdrom "slave" e quindi l'hd che a casa mia era uno "slave" per non fare conflitto in un ufficio doveva diventare un "master", ma scherzosamente... 'azz si parla di dischi rigidi, mica di persone. I dischi rigidi non si offendono, almeno fino a prova contraria non hanno un sistema nervoso in grado di offendersi.comunque, propongo "director" e "assistant"...ps. aaah! un mouse sulla mia scrivania!
  • Anonimo scrive:
    eddddaaiiiii....
    ...che tra un po' di tempo grazie al prevedibile largo uso di Hard Disk esterni tipo Firewire, USB2 e S-ATA il problema si risolve da se'
    • Anonimo scrive:
      Re: eddddaaiiiii....
      - Scritto da: Anonimo
      ...che tra un po' di tempo grazie al
      prevedibile largo uso di Hard Disk esterni
      tipo Firewire, USB2 e S-ATA il problema si
      risolve da se'la tua cultura informatica è alquanto ridotta...ci sono centinaia di situazioni in cui si utilizzano quei due termini.Es. i database...... o in ambito replicazione di dati.Ad ogni modo l'evoluzione tecnologica non cambia il discorso, è una emerita stro**ata voler togliere master e slave.... è dal dos 3.1 che li uso...
      • Anonimo scrive:
        Re: eddddaaiiiii....


        ...che tra un po' di tempo grazie al

        prevedibile largo uso di Hard Disk esterni

        tipo Firewire, USB2 e S-ATA il problema si

        risolve da se'
        infatti, nel caso specifico e' decisamente stupido persino parlarne.
        ci sono centinaia di situazioni in cui si
        utilizzano quei due termini.

        Es. i database...... o in ambito
        replicazione di dati.
        ma anche nella meccanica credo, e persino sulla mia barchetta a remialmeno uno schiavo c'e' sempre stato.
  • Anonimo scrive:
    AAAAHH! Ora capisco...
    ...dove sono andate a finire tutte le opzioni di configurazione utili ma con nomi strani!Ecco risolto il mistero.Lo sospettavo!
  • ElfQrin scrive:
    Primario e Secondario non va bene...
    A parte l'idiozia tutta americana della cosa (si vede che non hanno proprio nient'altro a cui pensare da quelle parti), il "primario" e "secondario" proposto nell'articolo non va bene perché tali termini vengono già utilizzati per definire il canale EIDE:primary master e secondary master, primary slave e secondary slave. [Leggendo i commenti ho notato che era già stato detto. Chiedo scusa.] ==================================Modificato dall'autore il 28/11/2003 1.00.07
  • Anonimo scrive:
    La paura di rendersi ridicoli...
    ...quella, non esiste piu', eh?
  • bacarozz83 scrive:
    ma bafffanculo
    baffaaaancullooooooo los angeles!maser e slave esiste da sempre nei computer! peggio per loro se se ne sono accorti adesso!!(linux)
  • sathia scrive:
    ma anche
    firewall, dato che mia zia pensa che ci si possa scottare.fork, dato che mio nonno pensa che ti impicchinomouse, che voglio dire mi fa schifo toccare un topofaq, che ti spiega come si fa a ....eddai, a volte nello slave ci stanno le cosepiù importanti;)
    • Anonimo scrive:
      Re: ma anche
      Troppo buonismo! Si finisce per ascoltare anche l'inascoltabile. Altro che eliminare master & slave, qui bisogna penalizzare la stupidità. E intendo penalizzare con adeguata produzione di leggi precise e puntuali con cui debellare sul nascere espressioni di ignoranza come queste ...cominciamo subito sterilizzando i casi di stupidità conclamata, chè non compromettano il futuro dell'umanità :p
      • Anonimo scrive:
        Re: ma anche
        Occhio a non eccedere nell'altro senso.(Cattivismo?)Il buon senso e` nel mezzo.(E non intendo nel centro in senso politico, eh?)
  • paulatz scrive:
    Maschio e Femmina
    Qualche tempo fa, cercando lo schema delle connesioni di un cavo seriale 9-pin per saldarmelo a mano, mi ero imbattuto in un sito che oltre allo schema in questione forniva anche un disclaimer in cui dopo lamentarsi di aver ricevuto varie proteste spiegava pazientemente che i termini "male" e "female" sono puramente tecnici e non si trattava di un suo gioco di parole.Inoltre alcuni tipi di adattatori sono in chiamati logicamente "gender changer" ovvero "scambiatori di sesso".Non resta che aspettare, tempo qualche mese e la federazione mutilati alle gambe protesterà per il termine "boot", l'associazione orfani per "mother board" l'associazione impotenti per "hard disk"...
  • Anonimo scrive:
    questo succede...
    ...quando uno che non sa una mazza di informatica si mette a legiferare sull'informatica. Solo a un politico può venire in mente una cosa così.
  • Anonimo scrive:
    semplice sadomaso
    che schiavitu
  • Anonimo scrive:
    primario e secondario
    sono già usati per identificare i 2 bus. allora come fare?ah, che problema...
    • Anonimo scrive:
      Re: primario e secondario
      - Scritto da: Anonimo
      sono già usati per identificare i 2 bus.
      allora come fare?
      ah, che problema...Come se in questo periodo i californiani non avessero altro da pensare (guerra, mega incendi, terminator come governatore, etc...)p.s. Comunque primario e secondario con master e slave non c'avrebbero azzeccato granche' ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: primario e secondario
      - Scritto da: Anonimo
      sono già usati per identificare i 2 bus.
      allora come fare?
      ah, che problema...Eh, peccato poi che su ognuno dei bus ci possa montare un master ed uno slave...HotEngine
      • Anonimo scrive:
        Re: primario e secondario
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo


        sono già usati per identificare i 2 bus.

        allora come fare?

        ah, che problema...

        Eh, peccato poi che su ognuno dei bus ci
        possa montare un master ed uno slave...

        HotEnginedirei che primo primario, primo secondario, secondo primario e secondo secondario potrebbero andare bene.. almeno ci si diverte un po' :)oppure.. primario gino e primario pino.. meglio ancora: lasciamo stare tutto e li teniamo cosi'.. che tanto son meglio..alex
Chiudi i commenti