Nokia Siemens: la telefonia sarà verde

Il gigante preannuncia una serie di iniziative improntate al risparmio energetico dei propri dispositivi di rete. Si parte introducendo elementi.. verdi nelle stazioni base usate indoor

Roma – I giganti della telefonia sono sempre più interessati a sposare le esigenze di una tecnologia eco-sostenibile. Dopo le torri alternative dei concept presentati da Ericsson , un nuovo nome di primo piano si fa ora avanti nella sempre più affollata corsa alle telecomunicazioni verdi che rispettano l’ambiente. La società finlandese Nokia Siemens Networks si dice pronta ad introdurre sul mercato nuovi dispositivi maggiormente eco-sostenibili , e per cominciare mette in commercio un pacchetto di telecomunicazioni caratterizzato da consumi energetici ridotti.

Le nuove stazioni base di Nokia Siemens includono un software in grado di ridurre i consumi mandando in modalità di salvataggio energetico i componenti durante la notte, periodo in cui il traffico di rete è generalmente inferiore rispetto alle ore diurne.

Oltre al software innovativo, i nuovi prodotti sono poi caratterizzati da una temperatura di funzionamento più alta: portando la temperatura vicina ai 40 gradi, l’installazione di networking riduce il consumo di energia di un notevolissimo 30% , sostiene Nokia Siemens.

Nei piani futuri del colosso ci sono pesanti riduzioni all’energia richiesta dagli apparati di telecomunicazione entro tre anni: le stazioni GSM dovrebbero passare dagli attuali 800 Watt di potenza richiesta a 650 Watt, mentre le reti WCDMA – usate nelle telecomunicazioni di terza generazione come UMTS – sperimenterebbero il passaggio da 500 Watt a 300 Watt.

Ma questa maggiore attenzione all’ecosostenibilità da parte della corporation finlandese non è semplicemente figlia di una ritrovata considerazione per le esigenze dell’ambiente. Consumi ridotti e fonti energetiche alternative significano risparmi per gli operatori, più attenzione ad una progettazione oculata e non dispersiva delle reti e maggior interesse nelle comunicazioni wireless da parte dei mercati emergenti , tradizionalmente dotati di infrastrutture elettriche non particolarmente potenti o diffuse sul territorio.

Una prospettiva in cui Nokia Siemens non è certamente sola , basti pensare alla volontà di Motorola di testare stazioni base alimentate a energia solare ed eolica in Namibia. O alla stessa Siemens, che prima di fondersi con Nokia nel 2006 era impegnata nella fornitura di stazioni base a energia solare nel Malawi.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • eaman1 scrive:
    Live CD
    A quest'url potete trovare un torrent del live beta4 alla Debian: http://debian.netcologne.de/kdelive/debian-kde4beta4-live-cd-i386.iso.torrentQui alla Suse, che dovrebbe essere l'ultima RC: http://home.kde.org/~binner/kde-four-live/KDE-Four-Live.i686-0.7.1.isoEntrambe per x86 a 32 bit.Per una Debian a 64bit: http://debian.netcologne.de/kdelive/debian-kde4beta4-live-cd-amd64.iso.torrent
  • reXistenZ scrive:
    link errato?
    http://vizzzion.org/stuff/screenshots/kde-4.0-rc1+/mi restituisce l'errore di pagina non trovata
    • Alessandro Del Rosso scrive:
      Re: link errato?
      - Scritto da: reXistenZ
      http://vizzzion.org/stuff/screenshots/kde-4.0-rc1+
      mi restituisce l'errore di pagina non trovataPurtroppo da qualche ora non funziona più, è stata cancellata la cartella che conteneva le immagini. Sorry :(
  • bubu scrive:
    per carità
    http://img405.imageshack.us/img405/6633/kdejpeg1qt8.jpgSystem settings che sono la brutta copia di quelli di OSX!Start menu che è la brutta copia di quella di Vista!Sono anni che utilizzo sistemi Linux come SERVER, ma non mi attira per niente un desktop KDE4... requisiti HW? 18,6549GB di Video RAM??? Una volta Linux era moolto più parsimonioso rispetto a Win/Mac, ora inizio ad avere i miei seri dubbi...
  • ilcaroleader scrive:
    Definizione di Troll
    Fatemi capire, chi non sbava per Linux è automaticamente un Troll?Senza offesa, davvero, ma certe difese d'ufficio mi sembrano patetiche, almeno quanto la spigolosa dashbord di KDE.
    • Banana Joe scrive:
      Re: Definizione di Troll
      - Scritto da: ilcaroleader
      Fatemi capire, chi non sbava per Linux è
      automaticamente un
      Troll?No, èautomaticamente unMona.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Definizione di Troll
      no, troll è quello che fa commenti per avviare flames ecc ecc... come quelli che dicono "KDE E UNA COPIA DI UINDOUS"
      • anima.lamu scrive:
        Re: Definizione di Troll
        per me il troll è quello che fà un commento forte tipo "KDE e uguale a uin" e poi non risponde.insomma uno che prende la clava tira una mazzata e poi scappa, si può anche sostenere che kde è uguale a win senza essere troll ma bisogna argomentare
    • Anonimo scrive:
      Re: Definizione di Troll
      - Scritto da: ilcaroleader
      Fatemi capire, chi non sbava per Linux è
      automaticamente un
      Troll?
      Centro !
  • fagiano scrive:
    a me sembra una scopiazzatura
    e pure mal riuscita
    • Olmo scrive:
      Re: a me sembra una scopiazzatura
      - Scritto da: fagiano
      e pure mal riuscita"Sembra" significa che non l'hai provata?A me KDE piace poco, preferisco Gnome, ma è una questione personale.Ma il fatto è che *sempre* nell'informatica ci sono state quelle che chiami "scopiazzature": si chiama evoluzione. Se un'idea, un approccio, una soluzione informatica è buona,per quale motivo non deve essere adottata ed evoluta?O forse pensi che quello che vedi sul tuo desktop di Windows siano tutte idee partorite in casa Microsoft?Insomma, mi sembra una polemica sterile.
      • gertdalpozz o scrive:
        Re: a me sembra una scopiazzatura
        io preferisco gnome..io ho 2 MAC, uno con Tiger e uno con Leopard, un PC con Windows Vista e uno con Ubuntu 7.10.fino ad una settimana fa usavo KDEho messo su gnome e secondo me gnome+compiz è una potenza!!usando 2-3 effetti, senza esagerare, è meglio di Leopard..aspetto la final di KDE 4.0 poi metterò su anche quella, vediamo se riuscirà a superare tutti ;)
        • frena amico scrive:
          Re: a me sembra una scopiazzatura
          usando 2-3 effetti, senza esagerare, è meglio di Leopard..parliamone.....
        • Anonimo scrive:
          Re: a me sembra una scopiazzatura
          Senza offesa ma stai parlando di questi effetti di compiz quasi fosse una gara a chi ce l'ha più lungo.Sta storia di mettere effetti alle finestre nasce in base ad un principio di usabilità a favore di ipovedenti e storditi che non sono capaci di distinguere due finestre sullo schermo. Quando hai quel numero minimo di effetti posizionati con un'idea e non solo per scaldare la gpu sei a posto senza dover cercare chissà quali strane cose...
          • ho letto bene? scrive:
            Re: a me sembra una scopiazzatura
            dì la verità, non hai una scheda 3d vero?
          • Anonimo scrive:
            Re: a me sembra una scopiazzatura
            Ce l'ho e con compiz ho superato il 1000fps (secondo il suo benchmark) ma questo non toglie che l'utilità di avere degli effetti sulle finestre non è quello di poter dire "anche su linux gira un po' 3d" (almeno voglio sperare)
    • next scrive:
      Re: a me sembra una scopiazzatura
      - Scritto da: fagiano
      e pure mal riuscitaTutti a sputare merda su windows e cosa fanno i geni di della comunità linux?Un desktop uguale che funziona anche peggio. Però visto che gira su linux è figo!!!
      • anoninona scrive:
        Re: a me sembra una scopiazzatura
        next autocensurati, che di prossimo hai solamente la fogna.
      • Sgabbio scrive:
        Re: a me sembra una scopiazzatura
        (troll)
      • Giuseppe D. scrive:
        Re: a me sembra una scopiazzatura
        - Scritto da: next
        - Scritto da: fagiano

        e pure mal riuscita

        Tutti a sputare merda su windows e cosa fanno i
        geni di della comunità
        linux?
        Un desktop uguale che funziona anche peggio. Però
        visto che gira su linux è
        figo!!!-Non è uguale e non te ne accorgi se non lo usi per anni e non lo conosci.-Linux non è per utenti medi domestici.-Il desktop con le finestrelle tanto carine non è una "creazione" Microsoft.-KDE (ma anche gnome) è molto più leggero di explorer (gira anche con meno di 32 mb di ram).-La cosa figa è poter essere padrone di cosa usare e come usarloNon mi viene in mente altro, se non ricordare che ognuno è libero di usare ciò che vuole, ma che nessuno parli di scopiazzature, soprattutto i "devoti microsoft" che non sanno che l'interffaccina a finestre e farina del sacco di Apple e non di Microsoft.
        • Anonimo scrive:
          Re: a me sembra una scopiazzatura
          KDE 1.0 girava con 32MB, le nuove versioni stanno in 32MB come Vista dovrebbe girare con 256MB...Se volete commentare evitate uscite di questo tipo che servono solo a farvi prendere in gobba da chi ci crede veramente e scopre poi sulla sua pelle che avete detto un mucchio di balle
          • utente scrive:
            Re: a me sembra una scopiazzatura
            - Scritto da: Anonimo
            KDE 1.0 girava con 32MB, le nuove versioni stanno
            in 32MB come Vista dovrebbe girare con
            256MB...

            Se volete commentare evitate uscite di questo
            tipo che servono solo a farvi prendere in gobba
            da chi ci crede veramente e scopre poi sulla sua
            pelle che avete detto un mucchio di
            balleE' vero, kde è lento pure con 384 mb di ram
          • scionforbai scrive:
            Re: a me sembra una scopiazzatura

            E' vero, kde è lento pure con 384 mb di ramFalso.Io lo uso abitualmente sul mio portatile di 5 anni fa con 256 mega di ram. È ben configurato (come tutto il computer, del resto), pochi effetti, niente 3d, niente servizi che a me non servono come anche niente karamba e applet strane; la distro è archlinux, nota per la sua leggerezza.La forza di KDE e dei desktop environment non sta nella grafica, per me, ma nella suite di programmi che lo compongono, in come si integrano tra di loro, nelle funzionalità che offrono. Per me KDE è il più evoluto DE in circolazione, ed ha dalla sua 3 punti forti: kate, k3b e konqueror/dolphin. Ed i giochi ;)Il DCOP (comunicazione e "scripting" per le applicazioni KDE) non prende piede ma sarebbe potentissimo. Io poi non posso vedere gnome, sono allergico ad alcune loro scelte di fondo (tipo chiamare il collegamento nel menu "lettura email", e non "thunderbird", semplificazione inutile, dannosa, e che mi innervosisce).
        • bubu scrive:
          Re: a me sembra una scopiazzatura

          l'interffaccina a finestre e farina del sacco di
          Apple e non di Microsoft.Assolutamente FALSO!!!A suo tempo Apple copiò.... anzi, clonò la GUI dalla Xerox.Please, informarsi prima di sparare a zero su tutto :-P
          • Anonimo scrive:
            Re: a me sembra una scopiazzatura
            Proprio "clonò" no altrimenti non avrebbe ordinato lo Champagne il giorno che decise di passare dal mono al bitasto sul mouse...
        • Nickmio scrive:
          Re: a me sembra una scopiazzatura
          - Scritto da: Giuseppe D.
          - Scritto da: next

          - Scritto da: fagiano


          e pure mal riuscita



          Tutti a sputare merda su windows e cosa fanno i

          geni di della comunità

          linux?

          Un desktop uguale che funziona anche peggio.
          Però

          visto che gira su linux è

          figo!!!

          -Non è uguale e non te ne accorgi se non lo usi
          per anni e non lo
          conosci.
          -Linux non è per utenti medi domestici.
          -Il desktop con le finestrelle tanto carine non è
          una "creazione"
          Microsoft.
          -KDE (ma anche gnome) è molto più leggero di
          explorer (gira anche con meno di 32 mb di
          ram).
          -La cosa figa è poter essere padrone di cosa
          usare e come
          usarlo

          Non mi viene in mente altro, se non ricordare che
          ognuno è libero di usare ciò che vuole, ma che
          nessuno parli di scopiazzature, soprattutto i
          "devoti microsoft" che non sanno che
          l'interffaccina a finestre e farina del sacco di
          Apple e non di
          Microsoft.No, o meglio, non solo!All'epoca, il sistema a finestre, lo fecero contemporaneamente COMMODORE Amiga (si chiamava Workbench e conteneva l'Amiga-DOS) e APPLE Macintosh.
  • pincopallo scrive:
    il problema non e' il desktop...
    ... e' il software! Purtroppo lo "standard" de facto per i desktop e' windows. Visto che le sfotware house raramente fanno la scelta di produrre software commerciale anche per linux finche' non ci saranno emulatori windows seri che permettano all'utente di scegliere, sara' difficile poter cambiare sistema. Gia' solo se girassero i videogiochi una buona fetta di mercato passerebbe a linux, ma il passaggio non e' per niente banale visto che bisognerebbe gestire anche gli installer (in generale) e non solo l'esecuzione... Personalmente sono in attesa del giorno in cui saro' libero di scegliere e fare *le stesse* cose che faccio ora usando windows con linux, che come OS e' molto piu' pratico per un utente avanzato.
    • fagiano scrive:
      Re: il problema non e' il desktop...
      - Scritto da: pincopallo
      che come OS e' molto piu'
      pratico per un utente
      avanzato.se per te digitare centinaia di comandi dalla linea di comando è praticità... sei messo maluccio
      • Infatti.. scrive:
        Re: il problema non e' il desktop...
        TROLL!
      • pincopallo scrive:
        Re: il problema non e' il desktop...
        Se conosci la linea di comando e' MOOOOOOOOOOLTO piu' pratica della gui... Ovviamente dipende cosa fai tu con il pc, e dal tuo grado di conoscenza... Comunque per farla breve, personalmente mi trovo molto bene con il sistema offerto dal linux, meglio che con Windows, ma non tengo nemmeno una doppia installazione sul pc di casa a causa delle applicazioni che su linux non posso usare...
        • anoninona scrive:
          Re: il problema non e' il desktop...
          tipo quali?forse sei solo un ignorante, visto che ormai OGNI programma può girare su linux!!!
          • pincopallo scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            Bhe, per dirne uno tipo i giochi, che cito come esempio nel primo post. E non venirmi a dire che Crysis gira su linux, a momenti non va neanche su windows stesso!
          • Sgabbio scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            per non parlare che potresti anche usare wine :D
          • pincopallo scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            Si, wine e' la mia speranza. Attendo la 1.0!
          • JLOPEZ scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            Dreamweaver MX nn mi gira sotto wine. Che posso fare?Butto linux nel water?
          • Anonimo scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            Se hai un solo computer si. Se ne hai un paio e non devi farli lavorare in coppia al limite sposti il disco rigido...
          • eaman1 scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            Impara qualche linguaggio invece che un IDE :PA parte gli scherzi: ho smesso di usare DW 3 anni fa: passa a rails o django o java e fregatene di dreamweaver. Molto piu' comodo sviluppare su linux con una shell sul server, svn|git, una prompt sul database.Alla peggio c'e' quanta per fare qualche form lunga.
    • Olmo scrive:
      Re: il problema non e' il desktop...
      Windows è lo standard de facto per certe sezioni del mercato (molto consistenti, ovviamente). Linux lo è per altri. BIND gira su Linux, ovunque, nel mondo. O mi sbaglio?
      • pincopallo scrive:
        Re: il problema non e' il desktop...
        Forse mi sono espresso male, con desktop intendevo computer desktop (o portatile) per l'utenza non professionale (il pc che tutti hanno a casa). Per questa fascia di mercato ribadisco che windows e' lo standard de facto.BIND e' e rimane un'applicazione di nicchia, che non significa affatto un'applicazione scadente, ma un'applicazione usata da pochi utenti, anche se importanti.Confermo il mio apprezzamento per linux, ma al momento e' ancora inconsigliabile a un utente senza esperienza.
        • Olmo scrive:
          Re: il problema non e' il desktop...

          Per questa fascia di mercato ribadisco
          che windows e' lo standard de
          facto.Non vedo come sia possibile avanzare dubbi su quello che dici. Che Windows sia lo standard sul mercato desktop lo dicono le cifre, credo non sia una questione opinabile.
          • emulman scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            e invece è opinabilissimo..come saprai la faccenda è tutta in un aquestione. Io vado in un ipermercato e voglio comprare a buon prezzo un notebook e dico che lo voglio senza windows perchè ci voglio mettere ubuntu linux. Mi si risponde "è impossibile, un notebook viene venduto semrpe con windows".Capito? se Windows è lo standard del mercato lo si deve solo ad una combine fra produttori di PC e la Microsoft stessa, tutto qua...
          • Olmo scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...

            Capito? se Windows è lo standard del mercato lo
            si deve solo ad una combine fra produttori di PC
            e la Microsoft stessa, tutto
            qua...Vero.Io non discutevo, infatti, sul *perché* questo accada (se per superiorità qualitativa del prodotto Microsoft, se per pratiche scorrette di mercato etc), ma solo del fatto che *accade*. Questo non mi pare opinabile. Poi sono daccordo con te, ovviamente, che il mercato sia viziato e poco libero e che "questo monopolio non s'aveva da fare"Che Windows sia, obtorto collo o no, lo standard è semplicemente *vero*. E non si tratta di una osservazione qualsiasi, perché le conseguenze sono affatto trascurabili: i produttori di software, inevitabilmente, sceglieranno principalmente quel lato del mercato, i datori di lavoro chiderenno manodopera Microsoft-based e via dicendo. Ovvero, c'è uno standard de facto e difficilissima da combattere.
          • Luigi scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            - Scritto da: emulman
            e invece è opinabilissimo..come saprai la
            faccenda è tutta in un aquestione. Io vado in un
            ipermercato e voglio comprare a buon prezzo un
            notebook e dico che lo voglio senza windows
            perchè ci voglio mettere ubuntu linux. Mi si
            risponde "è impossibile, un notebook viene
            venduto semrpe con
            windows".
            Capito? se Windows è lo standard del mercato lo
            si deve solo ad una combine fra produttori di PC
            e la Microsoft stessa, tutto
            qua...Eppure le aziende, in cui in molti casi ci sarebbero le competenze per passare all'uso di Linux, restano con Windows, pur dovendo pagare le licenze. Perchè secondo te? Se domani MS smettesse di far installare Windows sui PC, di quanto pensi che cambierebbero i numeri attuali? L'unico vero effetto sarebbe di far aumentare il numero di copie pirata di Windows, perchè tutti se lo farebbero installare dal cuGGino...
          • Olmo scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            Per la mia personale esperienza, il costo delle licenze incide nel budget di un'azienda molto molto poco.Molto di più conta il costo delle ore-uomo, il costo della (ri)formazione del personale tecnico, il maggiore costo di tecnici competenti su Linux, il costo maggiore del customer care e, soprattutto, le difficoltà ed i costi relativi alla riscrittura di tutto il codice legacy.Se la tua azienda ha 100.000 righe di codice in VB6, una trentina di software in VisualC++, basati su MSSQL, con Crystal Reports et simila (situazione *comunissima*, credimi), il solo passaggio a Linux (che culo! Il cd gratis!!) introdurrebbe costi che solo una pianificazione molto, molto lungimirante e coraggiosa può affrontare.
          • Pio Nono scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...

            Se la tua azienda ha 100.000 righe di codice in
            VB6, una trentina di software in VisualC++,
            basati su MSSQL, con Crystal Reports et simila
            (situazione *comunissima*, credimi), il solo
            passaggio a Linux (che culo! Il cd gratis!!)
            introdurrebbe costi che solo una pianificazione
            molto, molto lungimirante e coraggiosa può
            affrontare.Che affermazioni da reprobo. Si può anche partire sostituendo un MSSQL con Mysql ad esempio su un progetto nuovo, o quando vuoi la bici nuova sostituisci il portabici, la macchina e anche il garage? E comunque i più ostili verso linux non sono i direttori o i capireparto, ma i "tecnici" programmatori di visual basic 6 (che è tanto figo e versatile che per fare il parsing di una linea di testo occorre nidificare 19 if), abituati a vivere di rendita preferiscono giustificazioni tipo "è lo standard" o "lo usano tutti".
          • pippo75 scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...

            programmatori di visual basic 6 (che è tanto figo
            e versatile che per fare il parsing di una linea
            di testo occorre nidificare 19 if), abituati a
            vivere di rendita preferiscono giustificazioni
            tipo "è lo standard" o "lo usano
            tutti".me lo faresti vedere questo codice con "19 if ", non e' che hai messo una frase ad effetto e basta?
          • Olmo scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            A me VB fa cacare, letteralmente.Ma una parte consistente del nostro software è un lagacy in VB che si basa su MSSQL. Hai idea di cosa significhi convertirlo a MySQL? Hai idea deli anni uomo?
          • Olmo scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...

            Che affermazioni da reprobo. Si può anche partire
            sostituendo un MSSQL con Mysql ad esempio su un
            progetto nuovo, Certo, sui progetti nuovi cerchiamo di usare OS. Questo non significa che sia così facile passare da Windows a Linux: molti dei nuovi software che scriviamo devono comunque condividrer lo stesso db (che facciamo, spezziamo pericolosamente i dati tra MSSQL e MySQL??) e devono girare sulla stessa macchina (chiediamo al cliente di installare sia Linux che Windows?)PS. Tra parentesi: basta con questo MySQL, è un db orribile, anche se è sulla bocca di tutti. Non ha le stored procedure, non ha i trigger, non ha nemmeno le query annidate. E' un RDBMS da 4 soldi. Se volete parlare di buoni db opensource parlate di PostgreSQL, che tra MySQL e MSSQL proprio non c'è paragone.
          • Luigi scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            - Scritto da: emulman
            e invece è opinabilissimo..come saprai la
            faccenda è tutta in un aquestione. Io vado in un
            ipermercato e voglio comprare a buon prezzo un
            notebook e dico che lo voglio senza windows
            perchè ci voglio mettere ubuntu linux. Mi si
            risponde "è impossibile, un notebook viene
            venduto semrpe con
            windows".
            Capito? se Windows è lo standard del mercato lo
            si deve solo ad una combine fra produttori di PC
            e la Microsoft stessa, tutto
            qua...Eppure le aziende, in cui in molti casi ci sarebbero le competenze per passare all'uso di Linux, restano con Windows, pur dovendo pagare le licenze. Perchè secondo te? Se domani MS smettesse di far installare Windows sui PC, di quanto pensi che cambierebbero i numeri attuali? L'unico vero effetto sarebbe di far aumentare il numero di copie pirata di Windows, perchè tutti se lo farebbero installare dal cuGGino...
          • Anonimo scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            Quella è la risposta del commesso ignorante, ma quella del dirigente del supermercato incaricato di mandare avanti quel reparto è che un hardware senza software commercialmente non ha senso e che in questo giro il sistema operativo è solo una cosa che sta in mezzo giusto per far girare il software.Se i buyer non trovano materiale "dichiarato dalla casa madre" compatibile con linux, non possono riempire gli eventuali scaffali per linux. Va da se che il sistema perde di appeal e finisce spodestato da chi invece gode di un elevato supporto commerciale.
          • Olmo scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            Quoto.
          • pippo75 scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...

            faccenda è tutta in un aquestione. Io vado in un
            ipermercato e voglio comprare a buon prezzo un
            notebook e dico che lo voglio senza windows
            perchè ci voglio mettere ubuntu linux.Nooooo, e' teribbbbile, io chiamo mio cugggino Chuck Norris che con un triplo calcio volante lava, centrifuga e stende il commesso e allo stesso tempo disinistalla windows dal portatile.
            risponde "è impossibile, un notebook viene
            venduto semrpe con windows".Lo squadri da testa a piedi e gli dici papale papale, in modo leggermente disgustato:" se non vuoi fare la figura del commesso imbranato ti conviene farla facile "
            Capito? se Windows è lo standard del mercato lo
            si deve solo ad una combine fra produttori di PC
            e la Microsoft stessa, tuttodue comandi, messi da shell:Accio MicrosoftAvada Kedavra
          • qwerty scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            - Scritto da: emulman
            e invece è opinabilissimo..come saprai la
            faccenda è tutta in un aquestione. Io vado in un
            ipermercato e voglio comprare a buon prezzo un
            notebook e dico che lo voglio senza windows
            perchè ci voglio mettere ubuntu linux. Mi si
            risponde "è impossibile, un notebook viene
            venduto semrpe con
            windows".Non è vero, esistono anche portatili con linux (o addirittura senza so).Poi è ovvio, non li troverai mai negli ipermercati (e in generale nella grande distribuzione), la maggior parte della gente vuole portatili pronti all'uso.
            Capito? se Windows è lo standard del mercato lo
            si deve solo ad una combine fra produttori di PC
            e la Microsoft stessa, tutto
            qua...Questo è vero soltanto in parte. Windows è il so più diffuso anche per la sua facilità d'uso.P.S. Per i portatili senza Windows vedi http://www.linuxsi.com
        • eaman1 scrive:
          Re: il problema non e' il desktop...
          - Scritto da: pincopallo
          Forse mi sono espresso male, con desktop
          intendevo computer desktop (o portatile) per
          l'utenza non professionale (il pc che tutti hanno
          a casa). Per me i niubbi si trovano meglio con un sistema che non tende ad autodistruggersi, richiede meno risorse, si aggiorna e prende il software da una sola fonte.Per quelli che fanno giusto navigazione, un po' di office, mail e p2p.
      • Anima.lamu scrive:
        Re: il problema non e' il desktop...
        - Scritto da: Olmo
        Windows è lo standard de facto per certe sezioni
        del mercato (molto consistenti, ovviamente).
        Linux lo è per altri. BIND gira su Linux,
        ovunque, nel mondo. O mi
        sbaglio?Ma sono lunico che fa tutto con linux ormai?Insomma usa cedega per i giochi (gioco ad Hearts of iron 2, settlers, Unreal 2004 che ha il port nativo, colin mc rae) ed open office per i documenti, i "gioconi" li uso sulle console, ormai ho lasciato perdere i pc da videogiochi perchè sono uno spreco inutile.Parliamo di desktop,citatemi una sola applicazione che esista per windows e non abbia una controparte valida per il dektop su linux (esempio photoshop non cè ma per lutenza desktop è più che sufficiente gimp)non ce nè nessuna che manca (perlomeno tra quelle che uso io) e se uno usa distro come suse o madriva od ubuntu la linea di comando la può tranquillmente evitare. (cosa che dopo qualche tempo invece la gente cerca perchè si fà prima a far emolte cose, idem per windows ma pochi si rendono conto che c'è ma cmq è molto meno flessibile)linux su desktop oggi è una alternativa valida, non lo fu la red hat 9 nè lo furono la suse fino alla 10, ma ora funziona tutto e meglio che con windows, ma non perchè linux è milgiore, quello è solo il kernel che conta relativamente poco nella user experience per un desktop, ormai anche i due WM principali sono arrivati alla possibilità di essere usati da tutti ed il resto del sistema è arrivato ad un livello qualitativo ottimo.chelinux non possa essere usato su un desktop perchè mancano le applkcaizoni od è difficile è unaballa
        • pincopallo scrive:
          Re: il problema non e' il desktop...
          Ma posso chiederti quanto tempo e' stato necessario per imparare a fare quello che fai su linux? Prendi un utente base, vuole mettere dentro il CD, installare, usare, senza passare una settimana a capire come configurare un benedetto file sotto etc. Questo non e' ancora cosi' facile con linux, i problemi di configurazione e driver ci sono ancora, manca il supporto delle case che producono hardware, etc, etc... Ribadisco purtroppo. Vista la velocita' con cui procede spero onestamente che nei prossimi 2-3-4 anni questi porblemi siano sorpassati, e finalmente sia la distribuzione desktop che posso consigliare alla zia di turno per imparare a usare il pc.
          • krane scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            - Scritto da: pincopallo
            Ma posso chiederti quanto tempo e' stato
            necessario per imparare a fare quello che fai su
            linux? Prendi un utente base, vuole mettere
            dentro il CD, installare, usare, senza passare
            una settimana a capire come configurare un
            benedetto file sotto etc. Questo non e' ancora
            cosi' facile con linux, i problemi di
            configurazione e driver ci sono ancora, manca il
            supporto delle case che producono hardware, etc,
            etc... Ribadisco purtroppo. Vista la velocita'
            con cui procede spero onestamente che nei
            prossimi 2-3-4 anni questi porblemi siano
            sorpassati, e finalmente sia la distribuzione
            desktop che posso consigliare alla zia di turno
            per imparare a usare il pc.E' sempre il solito discorso : i problemi di configurazione su windows non ci sono perche' e' imposto preinstallato e preconfigurato nei pc che si comprano al supermercato.
          • pincopallo scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            Verissimo. E' un'ottima tecnica di mercato che Windows sfrutta per mantenere la quota (ci sono gia' state parecchie discussioni, quindi non voglio alimentare flame/troll etc.)Sarebbe interessante capire le motivazioni commerciali che portano i produttori di pc a fornire preinstallato solo windows, e non l'alternativa con linux. Sarebbe interessante capire perche' preferiscono vendere un pc che costa 50-100 euro in piu' con windows, rispetto a una versione piu' economica con linux, visto che dal punto di vista del guadagno dal punto di vista del produttore hardware dovrebbe essere la stessa cosa.
          • pippo75 scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...

            Sarebbe interessante capire le motivazioni
            commerciali che portano i produttori di pc a
            fornire preinstallato solo windows, e non
            l'alternativa con linux. Prima metto negli scaffali i PC con windows, poi metto negli scaffali le scatolette con i programmi per windows.Si puo' riempire gli scaffali con scatolette contente programmi per linux?- chi li produce?- se preferisci, chi li inscatola?- che distro supporta?- mi metti tu il patachino compatibile con "distro linux" sulla scatola dell'HW?- del punto precedente, mi fai anche uno straccio di istruzioni per l'installazione.
            capire perche' preferiscono vendere un pc che
            costa 50-100 euro in piu' con windows, rispetto a
            una versione piu' economica con linuxultimamente vendono la versione home di vista.a 100 euro ( vista oem ) lo compro io ( cliente ), considerando IVA, rincaro del negozio e altro, lui lo avra' pagato circa 70, il grossista penso molto meno ( max 50, ma a dire tanto )
            dal punto di vista del guadagno dal punto di
            vista del produttore hardware dovrebbe essere la
            stessa cosa.dipende da quanti ne vende.
          • anima.lamu scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            i problemi di conf hw su windows ci sono eccome, meno che su linux ma ci sono, solo che su linux hai delle vie traverse per risolvere su windows o và oppure non và
          • anima.lamu scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            su di me non si può fare il confronto perchè linux ho cominciato ad usarlo con la red hat 6 o 7, quindi non ho dovuto imparare a dusare ubuntu hoary o gutsy, conoscevo già kde e gnome ed il mondo linux.ed allora sì che erano dolori quando biosgnava installare le perifericheil tempo lo spendi per imparare ad usare gli applicativi, ad esempio chi usava virtual dub su windows ci mette 10 min ad imparare ad usare avidemux su linux.da quello che ho notato seguendo questo amico ed altri che sono alle prime armi vedo che la cosa che devono imparare di linux è l'assenza di driver (non concepiscono che se attacchi la webcam non devi inserire il cd dei driver ma solo avviare amsn) e l'uso di synaptic.cmq parlando di periferiche io dal kernel 2.6 avrò modifcato file in /etc due o tre volte e sempre perchè certe periferiche avevano biosgno di conf particolari o patch per funzionare correttamentesu windows cosa fai quando non và una periferca od i driver sono buggati?? aspetti che il produttore rilasci le versioni corrette, su linux di solito c'è l'escamotage, l'utente inesperto in entrambi i casi deve andare all'assistenza e sentirsi dire che deve aspettare se usa windows o che glielo si può fare con un hack se usa linux (almeno questo è quello che è successo a me con tutte le periferiche strane che ho incontrato negli ultimi due anni)
          • Luigi scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...

            il tempo lo spendi per imparare ad usare gli
            applicativi, ad esempio chi usava virtual dub su
            windows ci mette 10 min ad imparare ad usare
            avidemux su
            linux.Il tempo lo spendi anche a dover configurare il sistema operativo, che francamente per cui non è propriamente appassionato di informatica è solo un problema in più con cui dover combattere per usare il PC.
            da quello che ho notato seguendo questo amico ed
            altri che sono alle prime armi vedo che la cosa
            che devono imparare di linux è l'assenza di
            driver (non concepiscono che se attacchi la
            webcam non devi inserire il cd dei driver ma solo
            avviare amsn) e l'uso di
            synaptic.Assenza di driver??? Linux, come Windows, ha tutta una serie di driver già installati (o presenti su disco e pronti per l'installazione), per cui basta pluggare l'hw e tutto funziona senza che l'utente si accorga di nulla. Nei casi in cui il driver non sia presente su disco (casi molto più frequenti su Windows che su Linux, è vero, ma cmq molto frequenti in entrambi i casi) allora è necessario installarselo. E qui vengono i dolori... su Linux! Su Windows infatti basta inserire il CD o scaricarsi il driver da internet e tutto funziona; l'eccezione a questa regola è il caso di voler far funzionare un hw vecchio su una versione nuove di Windows, per la quale i driver magari non sono disponibili. Su Linux nella quasi totalità dei casi i driver non esistono o ci sono solo per alcune distro, generalmente Fedora, Red Hat e SuSE. Se hai la distro non supportata, l'unica alternativa è aspettare che qualcuno realizzi il driver o un workaround a mano, il che potrebbe richiedere anche molto tempo. Dire che i driver non esistono su Linux dimostra quanto sai di sistemi operativi...
            cmq parlando di periferiche io dal kernel 2.6
            avrò modifcato file in /etc due o tre volte e
            sempre perchè certe periferiche avevano biosgno
            di conf particolari o patch per funzionare
            correttamenteModificare un file testuale richiede di leggersi un qualche manuale, how-to o simile, al contrario di una configurazione grafica che è molto più alla portata di tutti (beh tutti no, ma insomma molti di più). Quelle 2-3 volte potrebbero essere un GROSSO problema per i non addetti ai lavori.
            su windows cosa fai quando non và una periferca
            od i driver sono buggati??In 15 anni che uso il PC mai trovato un driver buggato... sarò stato fortunato io! Di che tipo di bug parli? Impediscono di far funzionare la periferica o limitano una qualche funzionalità remota? Mi fai un esempio?
            aspetti che il produttore rilasci le versioni
            corrette, su linux di solito c'è l'escamotage,
            l'utente inesperto in entrambi i casi deve andare
            all'assistenza e sentirsi dire che deve aspettare
            se usa windows o che glielo si può fare con un
            hack se usa linux (almeno questo è quello che è
            successo a me con tutte le periferiche strane che
            ho incontrato negli ultimi due
            anni)Si l'escamotage... per far funzionare l'ADSL con modem USB su Linux per 3-4 mesi mi sono dovuto sorbire una connessione che si disconnetteva continuamente. Per far funzionare una scheda wireless su USB (sempre quest'USB!!!)dovevo usare ndiswrapper con USB 1.0... una soddisfazione che non ti dico avere una scheda wireless da 54 Mbps e usarla a 11!!!
          • anima.lamu scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            - Scritto da: Luigi

            il tempo lo spendi per imparare ad usare gli

            applicativi, ad esempio chi usava virtual dub su

            windows ci mette 10 min ad imparare ad usare

            avidemux su

            linux.

            Il tempo lo spendi anche a dover configurare il
            sistema operativo, che francamente per cui non è
            propriamente appassionato di informatica è solo
            un problema in più con cui dover combattere per
            usare il
            PC.verissimo per la red hat 6 o 7, per non citare sempre la solita ubuntu pensa invece a yast....e sopratutto cosa deve configurarsi uno su una ubuntu /suse / mandriva se vuole usare diciamo:webcamstampantehdd esterno USBmouse e tastiera wirelessscheda videoconta i click per farlo in ubuntu gutsy e quelli per farlo in xp...

            da quello che ho notato seguendo questo amico ed

            altri che sono alle prime armi vedo che la cosa

            che devono imparare di linux è l'assenza di

            driver (non concepiscono che se attacchi la

            webcam non devi inserire il cd dei driver ma
            solo

            avviare amsn) e l'uso di

            synaptic.

            Assenza di driver??? Linux, come Windows, ha
            tutta una serie di driver già installati (o
            presenti su disco e pronti per l'installazione),
            per cui basta pluggare l'hw e tutto funziona
            senza che l'utente si accorga di nulla. Nei casi
            in cui il driver non sia presente su disco (casi
            molto più frequenti su Windows che su Linux, è
            vero, ma cmq molto frequenti in entrambi i casi)
            allora è necessario installarselo. E qui vengono
            i dolori... su Linux! Su Windows infatti basta
            inserire il CD o scaricarsi il driver da internet
            e tutto funziona; l'eccezione a questa regola è
            il caso di voler far funzionare un hw vecchio su
            una versione nuove di Windows, per la quale i
            driver magari non sono disponibili. Su Linux
            nella quasi totalità dei casi i driver non
            esistono o ci sono solo per alcune distro,
            generalmente Fedora, Red Hat e SuSE. Se hai la
            distro non supportata, l'unica alternativa è
            aspettare che qualcuno realizzi il driver o un
            workaround a mano, il che potrebbe richiedere
            anche molto tempo. Dire che i driver non esistono
            su Linux dimostra quanto sai di sistemi
            operativi...lo so che i driver sono nel kernel, lo sò...tu piuttosto stai attento ai driver selezionati di default da windows, spesso i produttori ne distribuisocno le proprie versioni con le periferiche ma essendo che windows di default usa i propri la gente non li usa. è vero sopratutto per i controller sata ed i chipset e le schede audio / acquisizione tvho detto assenza perchè di solito sono "invisibili" all'utente che non si rende conto che vengono attivati dal kernel stesso al momento di bisogno (grazie all'hack dei moduli)ma tu negli ultimi due anni quanti driver per linux hai dovuto scaricare da internet (e parlo solo di driver per periferiche diffuse tra i desktop)? io 0 esclusi quelli closed source per le schede video e le periferiche mi funzicano tutte, l'unica cosa che ho dovuto scaricare è stata una patch per il driver saa7134 per farmi funzionare il telecomando su una fly dvb trio, la patch era nella forma di rpm ed ho fatto tutto per GUIper la cronaca la stessa periferica su windows permette l'uso del telecomando solo all'interno dell'applicazione in bundle con la scheda per vedere la tv, su linux invece gutsy configura da sola l'uso del telecomando per controllare il volume di sistema...


            cmq parlando di periferiche io dal kernel 2.6

            avrò modifcato file in /etc due o tre volte e

            sempre perchè certe periferiche avevano biosgno

            di conf particolari o patch per funzionare

            correttamente

            Modificare un file testuale richiede di leggersi
            un qualche manuale, how-to o simile, al contrario
            di una configurazione grafica che è molto più
            alla portata di tutti (beh tutti no, ma insomma
            molti di più). Quelle 2-3 volte potrebbero essere
            un GROSSO problema per i non addetti ai
            lavori.infatti il problema per l'utente arriva in questo caso, non tutti riescono a concepire vi /etc/modules.confe poi agiungere il nome del modulo (che è quello che bisogna fare nell'80% dei casi in cui una periferica sembra non andare su linux)perchè obiettivamente non è una cosa alla portata di tutti.il mio discorso è che se su lin non funziona lo smanettone od il tecnico il workaround lo trovano, se non funziona su win invece il workaround non c'è quasi mai, e quando c'è è qualcosa tipo:regedit poi clicca local computepoi clicca loca machine poi clicca reg_sz_oo1 e inserisci 0

            su windows cosa fai quando non và una periferca

            od i driver sono buggati??

            In 15 anni che uso il PC mai trovato un driver
            buggato... sarò stato fortunato io! Di che tipo
            di bug parli? Impediscono di far funzionare la
            periferica o limitano una qualche funzionalità
            remota? Mi fai un
            esempio?non hai mai trovato un driver buggato?????forse ne hai usati ma non te ne sei accorto, ad es. le prime schede eth wireless su windows NON ANDAVANO come ci si aspettava perchè c'era un bug in qualche dll a cui i dirver dei vari produttori si appoggiavano, ma non se ne è accorto quasi nessuno perchè il calo prestazionale era piccolooppure prova ad usare il driver incluso in windows per i chipset nforce 4 e nforce 4 pro (quelli delle schede a due processori), i vari produttori di motherboard ne hanno distribuiti patchati perchè quelli di win non funzionano a dovere, dimezzano le prestazioni dell'I/Ooppure prova i catalyst su winxp ed i giochi in opengl (ad es. UT2004) e metti l'antialiasing al massimo, vedrai che bel calo di performace, il delta del calo è anomalo. oppure prova i driver nvidia della 8800 gts 320 MB su vista ed xp 32 o 64 bit, i giochi vanno a scatti pur avendo un buon framerate perchè c'è un bug nella gestione della vram (in effetti 320 MB era una dimensione strana...) oppure prova i driver dei controller RAID areca su windows 2000 server, devi scaricare la patch per evitare che un raid 10 collassi ogni 3x2 (si spengonoi dischi a random)
            Si l'escamotage... per far funzionare l'ADSL con
            modem USB su Linux per 3-4 mesi mi sono dovuto
            sorbire una connessione che si disconnetteva
            continuamente. Per far funzionare una scheda
            wireless su USB (sempre quest'USB!!!)dovevo usare
            ndiswrapper con USB 1.0... una soddisfazione che
            non ti dico avere una scheda wireless da 54 Mbps
            e usarla a
            11!!!vero, verissimo spesso l'escamotage comporta anche un calo prestazionale, sopratutto parlando di USB (un po' tutte le periferiche che fanno uso dello stack tcp/ip su un bus usb vanno male in linux), stai parlando del bewan per alice adsl vero? non lo danno più in comodato da qualche anno ormai
          • scionforbai scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...

            Il tempo lo spendi anche a dover configurare il
            sistema operativo, che francamente per cui non è
            propriamente appassionato di informatica è solo
            un problema in più con cui dover combattere per
            usare il PC.Impari una volta a configurare, poi hai fatto. Ed il tempo che impieghi ad imparare (ci vuole buona volontà, siamo d'accordo) per me nel medio periodo equivale a quello che perdi su Windows ad installare/aggiornare antivirus, fare checkup completi alla macchina, provare sverminatori vari, riavviare ogni 3x2 quando installi qualcosa...
            Su Linux
            nella quasi totalità dei casi i driver non
            esistono o ci sono solo per alcune distro,
            generalmente Fedora, Red Hat e SuSE. Se hai la
            distro non supportata, l'unica alternativa è
            aspettare che qualcuno realizzi il driver o un
            workaround a manoFalso! Dai, non dire queste minchiate. Se un driver esiste, esiste per tutte le distribuzioni (a parità di versione del kernel e delle librerie varie).
            Dire che i driver non esistono
            su Linux dimostra quanto sai di sistemi
            operativi...Ti contraddici da solo?
            Modificare un file testuale richiede di leggersi
            un qualche manuale, how-to o simile, al contrario
            di una configurazione grafica che è molto più
            alla portata di tutti (beh tutti no, ma insomma
            molti di più). Quelle 2-3 volte potrebbero essere
            un GROSSO problema per i non addetti ai lavori.Falsissimo. Spiega a qualcuno per telefono e lontano dal pc come arrestare un servizio di Windows. Vuoi mettere con "sudo /etc/init.d/service stop"???
            Si l'escamotage... per far funzionare l'ADSL con
            modem USB su Linux per 3-4 mesi mi sono dovuto
            sorbire una connessione che si disconnetteva
            continuamente. Per far funzionare una scheda
            wireless su USB (sempre quest'USB!!!)dovevo usare
            ndiswrapper con USB 1.0... una soddisfazione che
            non ti dico avere una scheda wireless da 54 Mbps
            e usarla a 11!!!Se ti comprassi periferiche decenti ...
          • eaman1 scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            - Scritto da: Luigi
            Si l'escamotage... per far funzionare l'ADSL con
            modem USB su Linux per 3-4 mesi mi sono dovuto
            sorbire una connessione che si disconnetteva
            continuamente.Diavolo ma ci vuole della mira per comprarsi un modem adsl usb... E' come dire che non funzionano i win modem: neanche sono dei modem!Se ti prendevi un modem ethernet o un modem/router non dovevi configurare praticamente niente. Per far funzionare una scheda
            wireless su USB (sempre quest'USB!!!)dovevo usare
            ndiswrapper con USB 1.0... una soddisfazione che
            non ti dico avere una scheda wireless da 54 Mbps
            e usarla a
            11!!!Almeno 5 anni fa usavo un ibook in wirless con linux senza nessun problema: i driver (prism?) erano nel kernel.Se ti compri una scheda che non ha i driver nativi per linux...
          • Daniele scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            una quindicina di giorni nel mio caso, e non è che vada molto d'accordo con le novità...
        • Olmo scrive:
          Re: il problema non e' il desktop...
          Si parlava di "stardard de facto", non della possibilità (ovviamente realizzabilissima) di usare solo ed esclusivamente Linux.Sono utente Linux dal 1995, lo uso per lavoro e per le cose personali. Ma Windows è comunque lo stardard de facto. O i numeri non contano?Il mio relatore all'università usava esclusivamente Solaris, per tutto, senza eccezioni: non di meno direi che sbaglierebbe ad affermare che Solaris sia uno stardard de facto nel mercato Desktop.Sbaglio?
        • Anonimo scrive:
          Re: il problema non e' il desktop...
          Ti dico io qualcosa che non trovi e che non puoi neanche far girare con wine: il software per i dittafoni digitali della olympus.Senza quel coso non puoi proprio montare il dispositivo e scaricare le registrazioni (la cui componente si basa tutta sul sistema audio di windows, ecco perchè con wine le speranze si riducono a zero).Anzi te ne dirò due: il programma per convertire i video sui lettori mp3 cinesi che invece si basa sul sistema video di windows.In entrambi i casi non esistono versioni per linux, mac o eventuali surrogati
        • Olmo scrive:
          Re: il problema non e' il desktop...
          Accetto comunque la sfida ;)
          Parliamo di desktop,
          citatemi una sola applicazione che esista per
          windows e non abbia una controparte valida per il
          dektop su linux (esempio photoshop non cè ma per
          lutenza desktop è più che sufficiente
          gimp)AutoCAD.IllustratorAdobe AcrobatFontographerFlash (non il player)Cinema4DRoba che, se purtroppo ti serve, ti costringe a Windows, senza alternative.In azienda da me si sviluppa con .NET su MSSQL. Alternative a .NET: mono. COmpatibilità non totale. Ovvero, non possiamo rischiare. MSSQL semplicemente su Linux non esiste. Di Fontographer non ci sono alternative decenti.Il discorso può essere ribaltato, ovviamente: abbiamo sviluppato un captive portal usando iptables, php, squid, cron, at, calamaris, apache. Roba che è stato facilissimo assemblare su Linux. Su Windows avremmo probabilmente dovuto reinventare la ruota.
          non ce nè nessuna che manca (perlomeno tra
          quelle che uso io) e se uno usa distro come suse
          o madriva od ubuntu la linea di comando la può
          tranquillmente evitare. Figurati, io uso Linux principalmente perché ho la linea di comando (ovvero, perché posso sviluppare anche semplicemente usando bash).
          linux su desktop oggi è una alternativa valida, Dipende per chi. Dillo ad un architetto.(e non dirmi, ti prego, che a Cinema4d puoi sostituire Blender: non per un discorso di qualità, ma se il tuo business è basato su Cinema4D il costo per la conversione potrebbe essere insostenibile. Un sistema informatico, per un professionista, è il software specifico utilizzato, NON il sistema operativo: quest'ultimo è il fondamento che, idealmente, dovrebbe non introdurre problemi. Ma nessuno vuole cambiare i propri standard di lavoro, cambiando software, solo per cambiare sistema operativo).
          non lo fu la red hat 9 nè lo furono la suse fino
          alla 10, ma ora funziona tutto e meglio che con
          windows, ma non perchè linux è milgiore, quello è
          solo il kernel che conta relativamente poco nella
          user experience per un desktop, ormai anche i due
          WM principali sono arrivati alla possibilità diGnome e KDE non sono WM. fvwm è un wm. Enlightenment è un wm. Non Gnome (che, infatti, può usare indifferentemente un qualsiasi wm)
          essere usati da tutti ed il resto del sistema è
          arrivato ad un livello qualitativo
          ottimo.Tutto vero. Il fatto è che non è la qualità che determina la possibilità di sostituire un sistema desktop con un altro: è il software. E se AutoCAD non gira e tu sei uno studente di ingegneria meccanica e ne hai bisogno, che il kernel sia preemptive e che Gnome supporti Compiz te ne fai davvero di poco.
          chelinux non possa essere usato su un desktop
          perchè mancano le applkcaizoni od è difficile è
          unaballaLinux per l'utente medio E' difficile. A cliccare su un'icona di KDE riescono tutti, ovviamente. Più difficile installare una nuova stampante ed un nuovo scanner (e ANCHE questo fa parte delle attività desktop). E' più difficile configurare la rete (principalmente perché, anche se esistono tool wizardosi, non c'è un unico software standard identico su tutte le macchine, come accade con Windows o con Mac: quello che un utente impara sul mio Ubuntu potrebbe essere diverso da quello che trova sul PC dell'amico, che gira su Slackware).La mancanza di applicazioni è palese: ce ne sono tantissime, di ottima qualità (non rinuncerei mai a Emacs, Eclipse, Quanta, xmms...); ma non basta. L'utente medio, a rigore, NON esiste: esiste l'utente abituato a ArchiCAD e a AfterEffect. E se quelli non ci sono, resterà su Windows.
        • pippo75 scrive:
          Re: il problema non e' il desktop...


          Parliamo di desktop,

          citatemi una sola applicazione che esista per

          windows e non abbia una controparte valida per
          il

          dektop su linux (esempio photoshop non c’è ma
          per

          l’utenza desktop è più che sufficiente

          gimp)



          Mi vengono in mente solo software per usi
          particolari... Cubase, Photoshop, Autocad o
          simili...premesso che non ho provato su wine.Scacchi premium ( gioco degli scacchi a 10 euro alla coop ).Sono extraimbranato a scacchi, ma e' talmente divertente che anche perdere e' bello.Spara tante di quelle cavolate il programma che c'e' da ridere ( e' un programma parlante ).

          chelinux non possa essere usato su un desktop

          perchè mancano le applkcaizoni od è difficile è

          unaballa

          Per la mancanza di applicazioni in uso casalingo
          hai ragione, per la difficoltà
          dipende...Pinnacle Studio? ( ne kino ne cinelarra, ne LVE sono paragonabili ).
          • AtariLover scrive:
            Re: il problema non e' il desktop...
            - Scritto da: pippo75
            premesso che non ho provato su wine.

            Scacchi premium ( gioco degli scacchi a 10 euro
            alla coop
            ).

            Sono extraimbranato a scacchi, ma e' talmente
            divertente che anche perdere e'
            bello.
            Spara tante di quelle cavolate il programma che
            c'e' da ridere ( e' un programma parlante
            ).
            Me lo segno che a scacchi mi piace giocare ;)
            Pinnacle Studio? ( ne kino ne cinelarra, ne LVE
            sono paragonabili
            ).Per il montaggio video Cinelerra non è male. Non è intuitivo, ecco...Ho usato Vegas in passato, mi piaceva molto.Comunque dicevo appunto per usi particolari il software langue un poco... Montaggi video non se ne fanno certo tutti i giorni in un'utenza domestica... Comunque hai ragione, montaggio video è un settore che è rimasto un poco indietro rispetto al commerciale :D
    • anoninona scrive:
      Re: il problema non e' il desktop...
      ué abitante di coglio supremo, parla solo di ciò che sai.i giochi li fai tranquillamente con linux, basta installare cedega o farli girare sotto wine.continuo a ripetere: perché la gente parla di quello che non sa?sei da querela: la tua è diffamazione bella e buona.sarebbe da censurarti, così impari a diffondere notizie false.
    • Anonimo scrive:
      Re: il problema non e' il desktop...
      Posso solo dirti questo: tre giorni fa ho preso un disco nuovo, volevo metterci winz e non c'era modo di farglielo entrare e girare allo stesso tempo. Sembrava ci fosse chissà quale maledizione.Provo ubuntu, gutsy che tanti definiscono lenta ed è stata un fulmine una cosa bestiale (il disco, teoricamente silenzioso, quasi usciva dalla sede per come rullava forte). Ho giochicchiato una sera con ubuntu (ovviamente non c'è molto oltre al cubo ma vabbè per la prima sera...) poi mi sono ricordato che ho uno scanner, che non veniva riconosciuto (e che non è proprio segnalato nella home di sane), che ho dei programmi per winz che devo assolutamente utilizzare (e che sono fatti perchè si appoggino al ss audio di winz) senza che esistano sostituti di ogni genere.Alla fine il giorno dopo ho dovuto eliminare ubuntu ed ingegnarmi su come far andare il coso...
  • vac scrive:
    Perché passare a linux
    E' bene non dimenticare che chi (come me) passa a linux cerca un sistema STABILE!Tutto il resto è contorno, quindi ben venga a patto che non crei problemi.
    • bowlingbpsl scrive:
      Re: Perché passare a linux
      - Scritto da: vac
      E' bene non dimenticare che chi (come me) passa a
      linux cerca un sistema
      STABILE!Mah, secondo me molto dipende anche da come usi il computer... e da cosa usi.Altrimenti, non si spiega perche' io non abbia mai avuto di che lamentarmi di W98SE. Avro' visto una schermata blu all'anno, se l'ho vista. Crash? Boh, non ricordo granche'.Certo e' che, a lasciarlo acceso piu' di tre giorni senza un riavvio, diventava lento ed instabile, ma conoscendo il limite, ci si adatta (e si riavvia). Programmi installati, col contagocce e solo se ne ho davvero bisogno.Ora uso W2000 con ancora piu' soddisfazione, se possibile.Mi si dice che Linux e' piu' stabile... ma onestamente, non so che cosa posso volere di piu'.Ecco, quello che manda in bestia qualche fanatico (spero siano pochi, anche se fanno molto rumore): avro' il diritto di essere soddisfatto di quello che uso?Se si, apprezzerei che il venditore di tappeti, si trovasse un lavoro serio. ;-)
      • Francesco scrive:
        Re: Perché passare a linux
        - Scritto da: bowlingbpsl
        - Scritto da: vac

        E' bene non dimenticare che chi (come me) passa
        a

        linux cerca un sistema

        STABILE!
        Altrimenti, non si spiega perche' io non abbia
        mai avuto di che lamentarmi di W98SE.
        ...
        Certo e' che, a lasciarlo acceso piu' di tre
        giorni senza un riavvio, diventava lento ed
        instabile,
        ...
        Programmi installati, col
        contagocce e solo se ne ho davvero
        bisogno.
        ...
        non so che cosa posso volere di
        piu'.Linux ti offre un sistema che può stare acceso per mesi (i miei server qui in ufficio hanno tranquillamente uptime di più di 90 giorni), puoi installare e disinstallare programmi senza temere di rallentare il pc (quello che non viene eseguito è come se non esistesse, a differenza di Windows che usa il suo pachidermico registro), non ti devi preoccupare di virus, spyware e compagnia bella.Ed è tutto gratis.Mi sembra che qualcosa in più ci sia, ma se sei soddisfatto del tuo windows, buon per te.F
      • krane scrive:
        Re: Perché passare a linux
        - Scritto da: bowlingbpsl
        - Scritto da: vac

        E' bene non dimenticare che chi (come me) passa

        a linux cerca un sistema STABILE!
        Mah, secondo me molto dipende anche da come usi
        il computer... e da cosa usi.
        Altrimenti, non si spiega perche' io non abbia
        mai avuto di che lamentarmi di W98SE. Avro' visto
        una schermata blu all'anno, se l'ho vista. Crash?
        Boh, non ricordo granche'.
        Certo e' che, a lasciarlo acceso piu' di tre
        giorni senza un riavvio, diventava lento ed
        instabile, ma conoscendo il limite, ci si adatta
        (e si riavvia).Io per hobby faccio rendering che di loro durano 3 - 5 gg, quando sono passato a linux mi e' cambiata la vita : con win non potevo usare il pc mentre renderizzava, con linux uso il pc normalmente mentre renderizzo.
        • AtariLover scrive:
          Re: Perché passare a linux
          Sono d'accordo... Io faccio calcolo matematico e mentre lavora coi due processori al 100% posso anche andare in internet, ascoltare musica o guardare un film senza rallentamenti visibili :)Questo però devo essere sincero posso farlo da quando ho usato lo scheduler CFS, prima quando avevo i processori sotto carico alcuni piccoli rallentamenti c'erano ed erano "avvertibili".Inoltre ho un sistema RAID 0 per i dischi, in quanto credo che essi siano il collo di bottiglia maggiore per i computer...La maggior parte dei "rallentamenti" penso sia dovuta proprio a loro.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 novembre 2007 13.11-----------------------------------------------------------
      • anonimo01 scrive:
        Re: Perché passare a linux

        Mi si dice che Linux e' piu' stabile... ma
        onestamente, non so che cosa posso volere di
        piu'.un mio server attualmente recita: Uptime: 219 giorni, X ore yy minuti (linux)
        Ecco, quello che manda in bestia qualche fanatico
        (spero siano pochi, anche se fanno molto rumore):
        avro' il diritto di essere soddisfatto di quello
        che
        uso?certo, chi si accontenta gode.se dovessi riavviare un server usato da 500 utenti ogni due giorni però, non godresti poi così tanto.
    • Infatti.. scrive:
      Re: Perché passare a linux
      Sono d'accordo.
    • nonsenepuop iu scrive:
      Re: Perché passare a linux
      Peccato che ogni anno lo sia sempre meno nel tentativo MALEDETTO di volerlo per forza mettere nelle case degli utonti.
    • Olmo scrive:
      Re: Perché passare a linux

      Tutto il resto è contorno, quindi ben venga a
      patto che non crei
      problemi.Che palle questi discorsi.Allora, spiegaci perché non passi a Solaris o a qualche BSD. Sono instabili?
    • claud scrive:
      Re: Perché passare a linux
      - Scritto da: vac
      E' bene non dimenticare che chi (come me) passa a
      linux cerca un sistema
      STABILE!se linux è stabile come mai che ogni giorno esce una build nuova?
      • Olmo scrive:
        Re: Perché passare a linux

        se linux è stabile come mai che ogni giorno esce
        una build
        nuova?Perché insieme a Linux ti viene fornito un set di decine di migliaia di software in costante aggiornamento?Forse quando parli degli aggiornamenti del "sistema operativo Windows" vi includi anche gli aggiornamenti di Office, ZendStudio, AutoCAD e Photoshop?
    • Giuseppe D. scrive:
      Re: Perché passare a linux
      - Scritto da: vac
      E' bene non dimenticare che chi (come me) passa a
      linux cerca un sistema
      STABILE!

      Tutto il resto è contorno, quindi ben venga a
      patto che non crei
      problemi.Chi passa a Linux cerca anche la possibilità di sperimentare e scendere più a fondo nel funzionamento di un SO (cosa che con sistemi proprietari non è possibile).Per chi cerca stabilità usi le versioni stabili, chi vuole sperimentare provi le RC, le beta version o addirittura le alpha. Non è cosa nuova quella di rilasciare versioni prova.Questo è il bello del software libero e nessuno è obbligato.Direi che tutto il resto è sperimentazione!
      • Anonimo scrive:
        Re: Perché passare a linux
        Ma se tutto è sperimentazione perchè ve la prendete se non venite considerati seriamente dal mercato ? Il mercato vuole risultati non esperimenti
  • Anonimo scrive:
    Pensa, ripensa ed alla fine cosa abbiamo
    http://img405.imageshack.us/img405/6633/kdejpeg1qt8.jpgDolphin è un clone totale di explorer su xp. Per carità, dal momento che vista ha adottato una porcheria, qualcuno che porti avanti un'idea di coerenza ci vuole però qualche spunto creativo in più non faceva schifo.Kick off invece come il menu di vista è semplicemente odioso a pelle tanto che i più torneranno a popolare le desktop di collegamenti diretti se non di dock (tempo una settimana e qualcuno farà un clone della barra di cde, a confronto anni luce più funzionale anche se esteticamente un pugno nell'occhio). In ogni caso tipica dimostrazione che s'è copiato senza testa...La barra in basso non introduce nulla di nuovo rispetto a prima e conferma l'andazzo windowz style di credere di rivoluzionare le cose solo perchè si rifanno un po' più eye candy...
    • Daniele scrive:
      Re: Pensa, ripensa ed alla fine cosa abbiamo
      Sono stanco di leggere questo genere di commenti da persone che non hanno nemmeno mai provato KDE 4.Dolphin non è assolutamente un clone. E' il miglior file manager che io abbia mai visto e ha una serie di features da far impallidere tutti i precedenti. Per quanto riguarda il kickoff è provvisorio. Il vero programma da usare si chiama RAPTOR ed è molto innovativo anche lui con tutto un sistema matematico per mostrarti i programmi più usati e una usabilità senza eguali..Per la grafica, come hanno detto già molti, questa RC1 è stata taggata qualche giorno fa e quindi non è aggiornata; Compilando da SVN il pannello è già molto diverso e ancora ci stanno lavorando.
      • myPoint scrive:
        Re: Pensa, ripensa ed alla fine cosa abbiamo
        - Scritto da: Daniele
        Per quanto riguarda il kickoff è provvisorio. Il
        vero programma da usare si chiama RAPTOR ed è
        molto innovativo anche lui con tutto un sistema
        matematico per mostrarti i programmi più usati e
        una usabilità senza
        eguali..intendi che vedremo raptor nel kde 4.0?
        • Daniele scrive:
          Re: Pensa, ripensa ed alla fine cosa abbiamo
          No.. purtroppo penso che raptor arriverà successivamente (in un prossimo KDE 4.1) ora rimarrà il temporaneo Kickoff..
          • Anonimo scrive:
            Re: Pensa, ripensa ed alla fine cosa abbiamo
            Vantiamocene allora...Ancora più copioni anche nelle strategie d'uscita. Invece di far uscire un prodotto completo si saltano i tempi...
          • Daniele scrive:
            Re: Pensa, ripensa ed alla fine cosa abbiamo
            Dire che un prodotto non è completo solo perchè cambia il modo per far partire le applicazioni dal pannello mi sembra un pò riduttivo :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Pensa, ripensa ed alla fine cosa abbiamo
            Scusa tanto se oggi "vendi" una macchina con accensione a chiave ed una settimana dopo sostituisci il tutto con il pulsante. Fai prima ad aspettare una settimana e dai tutto il prodotto completo e finito
          • myPoint scrive:
            Re: Pensa, ripensa ed alla fine cosa abbiamo
            - Scritto da: Anonimo
            Scusa tanto se oggi "vendi" una macchina con
            accensione a chiave ed una settimana dopo
            sostituisci il tutto con il pulsante. Fai prima
            ad aspettare una settimana e dai tutto il
            prodotto completo e
            finitol'esempio non calza per niente, visto che la macchina con la chiave ti rimane, mentre kde lo aggiorni in 10 minuti.Comunque, anch'io vorrei il raptor.
      • cloud strife scrive:
        Re: Pensa, ripensa ed alla fine cosa abbiamo

        Per quanto riguarda il kickoff è provvisorio. Il
        vero programma da usare si chiama RAPTOR ed è
        molto innovativo anche lui con tutto un sistema
        matematico per mostrarti i programmi più usati e
        una usabilità senza
        eguali..Stai scherzando spero...tutto un sistema matematico?????????????o forse basta un contatore per i programmi piu usati?
        • lali puna scrive:
          Re: Pensa, ripensa ed alla fine cosa abbiamo
          o forse basta un contatore per i programmi piu usati?

          Non è che basti tanto. Per quanto mi riguarda ci sono programmi che avvio raramente, ma uso tutto il giorno, e altri che avvio spesso ma chiudo dopo pochi secondi.Qual'è il programma più usato?
          • Rompi scrive:
            Re: Pensa, ripensa ed alla fine cosa abbiamo

            Qual'è il programma più usato?"Qual è" senza apostrofo.Le parole straniere in italiano sono invarianti (feature, non features).Scusa, non ho saputo trattenermi ;)
          • Lupo scrive:
            Re: Pensa, ripensa ed alla fine cosa abbiamo
            media ponderata è un algoritmo così complesso?
          • Daniele scrive:
            Re: Pensa, ripensa ed alla fine cosa abbiamo
            la cosa è molto più complessa di come pensi tu :-)Puoi leggere qui come funziona raptor:http://pinheiro-kde.blogspot.com/2007/11/more-on-raptor.html
          • ciao scrive:
            Re: Pensa, ripensa ed alla fine cosa abbiamo
            Io punterei sulla media mobile.Si dimentica dei programmi che non si usano più.
  • mosfet scrive:
    Tremate è arrivata eccola...
    http://img204.imageshack.us/img204/6483/kdejpegvb0.jpghttp://img405.imageshack.us/img405/6633/kdejpeg1qt8.jpgIl mio Desktop KDE 4 rc1 ho fatto da beta per i bug ma ne sono orgoglioso.Questo desktop lo sento un po mio.Ciao
    • Athlon64 scrive:
      Re: Tremate è arrivata eccola...

      http://img204.imageshack.us/img204/6483/kdejpegvb0
      http://img405.imageshack.us/img405/6633/kdejpeg1qt

      Il mio Desktop KDE 4 rc1 ho fatto da beta per i
      bug ma ne sono
      orgoglioso.
      Questo desktop lo sento un po mio.
      CiaoOnestamente... lo trovo orrendo!
      • enneci scrive:
        Re: Tremate è arrivata eccola...
        - Scritto da: Athlon64


        http://img204.imageshack.us/img204/6483/kdejpegvb0


        http://img405.imageshack.us/img405/6633/kdejpeg1qt



        Il mio Desktop KDE 4 rc1 ho fatto da beta per i

        bug ma ne sono

        orgoglioso.

        Questo desktop lo sento un po mio.

        Ciao

        Onestamente... lo trovo orrendo!A me neanche piace, però è un lavoro eccellente!Preferisco Gnome, ma questa è solo una questione di gusti..
      • Nome e Cognome scrive:
        Re: Tremate è arrivata eccola...
        - Scritto da: Athlon64
        Onestamente... lo trovo orrendo!TROLL!
      • anonimo01 scrive:
        Re: Tremate è arrivata eccola...

        Onestamente... lo trovo orrendo!anch'io :$però preferisco gnome, quindi il mio commento è di parte...
  • TLH scrive:
    Complimenti al Team di KDE
    Complimenti al team di sviluppo di KDE, credo che abbiano fattoun lavoro impegnativo, proficuo e che merita rispetto.Io personalmente uso GNOME perchè mi trovo bene e ormai ci sono abituato, ma di certo proverò KDE 4 e.. chissà.. magari mi convertirò?Complimenti ancora al Team di KDE, anche se non sarà la mia scelta (chi può dirlo), rispetto il vostro lavoro e vi auguro di migliorarlo continuamente.
    • mosfet scrive:
      Re: Complimenti al Team di KDE
      http://img204.imageshack.us/img204/6483/kdejpegvb0.jpgNon dico altroCiao
      • Athlon64 scrive:
        Re: Complimenti al Team di KDE

        http://img204.imageshack.us/img204/6483/kdejpegvb0
        Non dico altroSenza offese ma... cosa ci sarebbe di così spettacolare? A me sembra un'interfaccia brutta e confusa... È vero che uso e apprezzo da molto Gnome, ma al di là delle preferenze personali, Gnome è molto pulito e ergonomico.
        • myPoint scrive:
          Re: Complimenti al Team di KDE
          - Scritto da: Athlon64


          http://img204.imageshack.us/img204/6483/kdejpegvb0

          Non dico altro

          Senza offese ma... cosa ci sarebbe di così
          spettacolare? A me sembra un'interfaccia brutta e
          confusa... È vero che uso e apprezzo da molto
          Gnome, ma al di là delle preferenze personali,
          Gnome è molto pulito e
          ergonomico.francamente non so come fai a giudicarlo da quello screenshot. Come ho scritto sopra tieni conto che il pannello non è esattamente quello. La cosa che non capisco è perche' l'abbiano etichettata come RC1 e non come beta 5, le RC non dovrebbero essere molto simili alla stabile?
          • Uby scrive:
            Re: Complimenti al Team di KDE
            - Scritto da: myPoint
            - Scritto da: Athlon64





            http://img204.imageshack.us/img204/6483/kdejpegvb0


            Non dico altro



            Senza offese ma... cosa ci sarebbe di così

            spettacolare? A me sembra un'interfaccia brutta
            e

            confusa... È vero che uso e apprezzo da molto

            Gnome, ma al di là delle preferenze personali,

            Gnome è molto pulito e

            ergonomico.


            francamente non so come fai a giudicarlo da
            quello screenshot. Come ho scritto sopra tieni
            conto che il pannello non è esattamente quello.


            La cosa che non capisco è perche' l'abbiano
            etichettata come RC1 e non come beta 5, le RC non
            dovrebbero essere molto simili alla
            stabile?Vero, ma non credo che questo si applichi anche all'interfaccia. Tra l'altro le svn contengono già significative modifiche, quello screenshot è "sorpassato" :P
        • Nome e Cognome scrive:
          Re: Complimenti al Team di KDE
          Senza offese ma... cosa ci sarebbe di così spettacolare? A me sembra un'interfaccia brutta e confusa... È vero che uso e apprezzo da molto Kde, ma al di là delle preferenze personali, Kde è molto pulito e ergonomico. ;)Consiglio anche Xfce, molto, molto valido.
        • Carcarlo scrive:
          Re: Complimenti al Team di KDE
          Io uso Xfce, perché il pc è vecchio, che comunque è simile a Gnome. Gnome ha una interfaccia grafica più carina e pulita rispetto a Kde 3, però devo dire che Kde ha davvero molte più possibilità di personalizzazione, ed è molto-molto più usabile. Gnome per me ha gravi lacune nell'architettura dell'informazione, Kde è strutturato meglio IMHO.Mi piacerebbe avere le icone e la grafica di Gnome e tutto il resto di Kde. :-) In un pc nuovo metterei senza dubbio Kde.
      • emulman scrive:
        Re: Complimenti al Team di KDE
        perchè, tu preferisci quell'aborto di AERO su Vista che rallenta tutto se non hai minimo 2 Giga di RAM e una scheda grafica PCI-Express da 256 mega????io ho provato KDE4 beta4 e per me è assolutamente il miglior desktop che abbia mai provato..ormai è vicino il momento in cui Linux si avvia a sostituire Windows sui computer casalinghi, ormai la gente comincia a rendersi conto che Windows di serie sui PC-notebook è solo una spesa inutile, una imposizione e basta...io ho fatto passare alcuni uffici ad una semplice Ubuntu e non ci credevano ai loro occhi qanto fosse semplice da usare..in fondo ad una segretaria basta usare Firefox per navigare, KMail per la posta e OpenOffice per scrivere lettere no??? mica deve andare a ricompilare il kernel, fare chmod da shell di un file...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 novembre 2007 09.08-----------------------------------------------------------
      • claud scrive:
        Re: Complimenti al Team di KDE
        - Scritto da: mosfet
        http://img204.imageshack.us/img204/6483/kdejpegvb0
        Non dico altro
        Ciaoche schifo che fa, font orribili, rettangoli colorati per le progress bar che sembrano provenire da windows 3.1mah
      • pippo75 scrive:
        Re: Complimenti al Team di KDE
        - Scritto da: mosfet
        http://img204.imageshack.us/img204/6483/kdejpegvb0
        Non dico altro
        Ciaomi sfugge qualcosa, in quella pagina vedo solo l'interfaccia di Amork ( e Mindy ).da questo un wintrollaro ( termnine appena brevettato ) come come cosa dovrebbe capire?se non sbaglio il progetto KDE4, dovrebbe avere come aspetto minimo quello estetico, le parti piu' importanti avevo capito che erano dietro l'interfaccia.
    • TLH scrive:
      Re: Complimenti al Team di KDE
      Beh se è per questo, e senza alcuna polemica, anche GNOME fa le stesse cose (se clicchi su un'immagine iso per esempio avvia il programma pe masterizzarla). Hai ragione che non è scritto in c++ ma usa il framework gobject per implementare un paradigma ad oggetti che offre molta più versatilità del semplice c++, infatti per esempio è cross-platform e può essere utilizzato con vari linguaggi. Per il resto su GNOME vengono usate molte altre tecnologie per l'interoperabilità tra applicazioni, come es. DBus.
      • bi biiii scrive:
        Re: Complimenti al Team di KDE

        c++ ma usa il framework gobject per implementare
        un paradigma ad oggetti che offre molta più
        versatilità del semplice c++, infatti per esempio
        è cross-platform e può essere utilizzato con vari
        linguaggi.Cosa e' successo??? Ora il "semplice" C++ non e' piu'"Cross platform"?!?!?
      • il gelato che uccide scrive:
        Re: Complimenti al Team di KDE

        Beh se è per questo, e senza alcuna polemica,
        anche GNOME fa le stesse cose (se clicchi su
        un'immagine iso per esempio avvia il programma pe
        masterizzarla).Si ... io intendevo attraverso la rete, cioè il fatto che l'immagine ISO, il file di testo, il documento eccetera, siano locali o remoti (e non solo ftp ma anche smb, sftp eccetera ) non fa alcuna differenza, tu li vedi come se fossero li sul tuo computer, in tutte le applicazioni e non solo nel browser.Si chiama Network Transparency e non è l'unica "trasparenza" di KDE, per esempio adesso le finestre possono essere create già sulle opengl in modo "trasparente" di nome e di fatto, GNOME usa il COMPIZ FUSION che aggiunge degli effetti molto superiori ma non è integrato nell'interfaccia è un ADD-ON.KDE è molto diverso, per dirla alla Raymond, è più cattedrale che bazar.
  • ... scrive:
    Linux al TAPPETO
    :D ve l'ho fatta, pensavate a un troll e invece no! È solo che non leggevo da tanto un titolo di questo tipo.. mi mancava :'( :D :D (linux)
    • Athlon64 scrive:
      Re: Linux al TAPPETO

      :D ve l'ho fatta, pensavate a un troll e invece
      no! È solo che non leggevo da tanto un titolo di
      questo tipo.. mi mancavaSì... se se sentiva proprio la mancanza... :|
  • Pippo scrive:
    LINARI SIETE DEI COPIONI
    Sempre a copiare dagli altri!(win)
    • Infatti.. scrive:
      Re: LINARI SIETE DEI COPIONI
      TROLL!
    • TLH scrive:
      Re: LINARI SIETE DEI COPIONI
      soliti commenti idioti di chi non capisce e non ha rispetto del lavoro di altri.
    • uguccione500 scrive:
      Re: LINARI SIETE DEI COPIONI
      ...BAH...
    • paoloholzl scrive:
      Re: LINARI SIETE DEI COPIONI
      - Scritto da: Pippo
      Sempre a copiare dagli altri!Da che pulpito ...e comunque da sempre si costruisce sulle buone idee degli altri, avere l'umiltà di riconoscere che qualcuno ha avuto una idea migliore della tua e sposarla è da sempre la vera chiave del progresso.Qualsiasi S.O. usiamo oggi abbiamo da ringraziare aziende e sistemi operativi di tutti i tipi che nella storia hanno fatto evolvere (copiandosi a vicenda) tante buone idee che ritroviamo nei S.O. moderni.
      • ------ scrive:
        Re: LINARI SIETE DEI COPIONI
        Ottimo... quando copia MS tutti a criticare, se copia Linux "ha fatto bene"...- Scritto da: paoloholzl
        - Scritto da: Pippo

        Sempre a copiare dagli altri!

        Da che pulpito ...

        e comunque da sempre si costruisce sulle buone
        idee degli altri, avere l'umiltà di riconoscere
        che qualcuno ha avuto una idea migliore della tua
        e sposarla è da sempre la vera chiave del
        progresso.

        Qualsiasi S.O. usiamo oggi abbiamo da ringraziare
        aziende e sistemi operativi di tutti i tipi che
        nella storia hanno fatto evolvere (copiandosi a
        vicenda) tante buone idee che ritroviamo nei S.O.
        moderni.
        • Anonimo scrive:
          Re: LINARI SIETE DEI COPIONI
          Ottimo... quando copia MS tutti a criticare, se
          copia Linux "ha fatto
          bene"...
          Forse perché M$ te lo vende come "innovazione" interamente "inventata" da lei? Il problema è che tanti si accorgono delle scopiazzature perché conoscono altri SO ma la maggior parte dice "wow!" perché non ha mai visto altro.Onestamente io non do addosso a M$ ma mi da fastidio che "venda" idee di altri come sue. Esempio? I tab di IE, se non hai mai visto altro, come puoi pensare che non sia un'idea sua? E quanti hanno visto altro? Forse il 20% della popolazione?
    • emulman scrive:
      Re: LINARI SIETE DEI COPIONI
      già perchè i tab in explorer 7 è una invenzione di Redmond forse? l'interfaccia aero di Vista non è forse un deja vu visto su Linux con Compiz e Beryl? la developer toolbar di explorer non è forse una scopiazzatura di quella di firefox? e altri esempi..
    • enneci scrive:
      Re: LINARI SIETE DEI COPIONI
      - Scritto da: Pippo
      Sempre a copiare dagli altri!

      (win)BLA
    • questo e quello scrive:
      Re: LINARI SIETE DEI COPIONI
      - Scritto da: Pippo
      Sempre a copiare dagli altri!

      (win)Bé che vuoi...le interfacce di KDE, Gnome e Windows sono un pò come l'aerodinamica (paragone forzato, ma é per intenderci) Se un aereo non lo fai più o meno in un certo modo (le ali fatte così, il motore messo li, ecc ecc) l'aereo non vola. Così le interfacce se non le fai che si adattino ai miseri umani non funziano, per forza che si copia... (win)(linux)(apple)(e il più figo di tutti,(amiga))
      • Lupo scrive:
        Re: LINARI SIETE DEI COPIONI
        Esattamente...basta che qualcuno se lo ricordi quando spara a zero su Mac e soprattutto Windows.E poi, 2 mesi di critiche all'interfaccia di Vista (addirittura sull'orologio della sidebar) e ora questa accozzaglia di chiccherie grafiche stile cartoon di kde4 diventano l'invenzione del secolo??Si ok non è solo grafica....ma ricordo a tutti quelli che parlavano di sobrietà del desktop attacando vista e osannando Gnome (che per altro uso felicemente), sputando su KDE come "la scopiazzatura di windows ma fatta un pò meglio".Ben venga KDE4, a me piace! Ma invece che allontanarsi dall'odiata e criticata interfaccia di Vista, si è sempre più avvicinata! E ora sembra che avete visto la Madonna! A volte penso che voi stessi linari ritenete linux inferiore, visto che basta l'introduzione di "un nuovo sistema per la smussatura degli angoli delle finestre" o "Magnifico: da oggi linux avrà il suo pulsante ARRESTA SISTEMA" o "Dopo mesi di lavoro ora KDE4 ha uno sfondo ufficiale (che potrebbe fare chiunque in un quarto d'ora con photoshop)"mah...vedo poca coerenza in quelli che portano alta solo una bandiera!
    • shingotamay scrive:
      Re: LINARI SIETE DEI COPIONI
      ahahaah sparate và!
  • dfss scrive:
    windows e osx tremano davanti a linux
    Kde4 e' un sogno che si avvera. finalmente un DE ricco e moderno, fluido e stabile allo stesso tempo.I crash di xp o i rallentamenti di osx sono solo un ricordo. Adesso c'e' KDE, piu' multipiattaforma che mai, pronto a spazzare via il passato.Chi non crede nell'open source, questa e' l'ennesima prova che nessuno puo' fermare l'avanzata del pinguino!Siamo davvero forti!
    • Troll detected scrive:
      Re: windows e osx tremano davanti a linux
      (troll)
      • Infatti.. scrive:
        Re: windows e osx tremano davanti a linux
        Mmmhhh, anche a me mi sa un pò di troll :DComunque, io non l'ho provata, però mi han detto che per essere una RC1 è ancora un pò indietro.Resta il fatto che comunque ad oggi kde è, a mio parere, il miglior DM: unisce stabilità, praticità, leggerezza ed estetica.
        • ... scrive:
          Re: windows e osx tremano davanti a linux
          Scherzi a parte, io KDE l'ho usato ed è sicuramente funzionale, ma non lo trovo bello, non mi piace la sua grafica, non mi convince. Sarà che io mi sono abituato a xfce..
          • mosfet scrive:
            Re: windows e osx tremano davanti a linux
            http://img405.imageshack.us/img405/6633/kdejpeg1qt8.jpgNon dico altro.Ciao
          • myPoint scrive:
            Re: windows e osx tremano davanti a linux
            - Scritto da: mosfet
            http://img405.imageshack.us/img405/6633/kdejpeg1qt
            Non dico altro.
            Ciaotieni conto che il pannello non è quello, ne stanno sviluppando uno diverso che si può vedere compilando le SVN insieme ad altre novità.
        • Athlon64 scrive:
          Re: windows e osx tremano davanti a linux

          Resta il fatto che comunque ad oggi kde è, a mio
          parere, il miglior DM: unisce stabilità,
          praticità, leggerezza ed
          estetica.Vorrai dire che unisce bruttezza, incoerenza, mancaza di ergonomia e scarso senso estetico... :p
          • Uby scrive:
            Re: windows e osx tremano davanti a linux
            - Scritto da: Athlon64

            Resta il fatto che comunque ad oggi kde è, a mio

            parere, il miglior DM: unisce stabilità,

            praticità, leggerezza ed

            estetica.

            Vorrai dire che unisce bruttezza, incoerenza,
            mancaza di ergonomia e scarso senso estetico...
            :pPer quanto riguarda la parte estetica non è ancora maturo (anche se le ultime svn apportano notevoli miglioramenti).Però è l'unico che si sforza di realizzare un desktop semantico con nepomuk. :)
          • Nome e Cognome scrive:
            Re: windows e osx tremano davanti a linux
            TROLL!
    • pasquale cacazza scrive:
      Re: windows e osx tremano davanti a linux
      - Scritto da: dfss
      Kde4 e' un sogno che si avvera. finalmente un DE
      ricco e moderno, fluido e stabile allo stesso
      tempo.

      I crash di xp o i rallentamenti di osx sono solo
      un ricordo. Adesso c'e' KDE, piu'
      multipiattaforma che mai, pronto a spazzare via
      il
      passato.

      Chi non crede nell'open source, questa e'
      l'ennesima prova che nessuno puo' fermare
      l'avanzata del
      pinguino!

      Siamo davvero forti!Si' speriamo... anche se' commenti tipo questo li leggevo quando usci' una delle prime versioni di linux... Cambiare poi con Kde non mi sembra proprio il caso.. piuttosto cambio con gnome.. o con WM piu snelli e leggeri.. forse non ti sei accorto che il cambiamento è gia' stato attuato.. da quando qualcuno ha fatto in modo di allontanare l'utente dalla shell e non certo grazie a Kde. Sempre in ritardo, legnoso e buggoso. Mi spiace che hai nominato Osx ovvero MacOsX perche' attualmente è la miglio distribuzione commerciale UnixLike.. BSD un cuore da paura.. con una gui che kde si sognera' forse alla 6 e 7ma versione ... nel frattempo per quel che riguarda la comunita' linux aspettiamo che esca software adoperabile, ma veramente... sono sara' l'ennesimo inutile progetto.. fine a se stesso.Saluti da pasquale cacazza detto IL COBRA
      • RUzz scrive:
        Re: windows e osx tremano davanti a linux
        - Scritto da: pasquale cacazza
        - Scritto da: dfss

        Kde4 e' un sogno che si avvera. finalmente un DE

        ricco e moderno, fluido e stabile allo stesso

        tempo.



        I crash di xp o i rallentamenti di osx sono solo

        un ricordo. Adesso c'e' KDE, piu'

        multipiattaforma che mai, pronto a spazzare via

        il

        passato.



        Chi non crede nell'open source, questa e'

        l'ennesima prova che nessuno puo' fermare

        l'avanzata del

        pinguino!



        Siamo davvero forti!


        Si' speriamo... anche se' commenti tipo questo li
        leggevo quando usci' una delle prime versioni di
        linux... Cambiare poi con Kde non mi sembra
        proprio il caso.. piuttosto cambio con gnome.. o
        con WM piu snelli e leggeri.. forse non ti sei
        accorto che il cambiamento è gia' stato
        attuato.. da quando qualcuno ha fatto in modo di
        allontanare l'utente dalla shell e non certo
        grazie a Kde. Sempre in ritardo, legnoso e
        buggoso. Mi spiace che hai nominato Osx ovvero
        MacOsX perche' attualmente è la miglio
        distribuzione commerciale UnixLike.. BSD un cuore
        da paura.. con una gui che kde si sognera' forse
        alla 6 e 7ma versione ... nel frattempo per quel
        che riguarda la comunita' linux aspettiamo che
        esca software adoperabile, ma veramente... sono
        sara' l'ennesimo inutile progetto.. fine a se
        stesso.

        Saluti da pasquale cacazza detto IL COBRAAssolutamente concorde!
    • pippo75 scrive:
      Re: windows e osx tremano davanti a linux
      - Scritto da: dfss
      Kde4 e' un sogno che si avvera. finalmente un DE
      ricco e moderno, fluido e stabile allo stesso
      tempo.perche' prima cosa era, lento, instabile, povero, con una pezza sul kernel, vanno compilando loro alla ricerca di un grande DE....
      I crash di xp o i rallentamenti di osx sono solo
      un ricordo. Adesso c'e' KDE, piu'
      multipiattaforma che mai, pronto a spazzare via
      il passato.Mi ricordo i crash di XP e le lenticche di un OSXcon il l'WindowsManager piu' veloce un KDE dallo sfondo animato...
      Chi non crede nell'open source, questa e'
      l'ennesima prova che nessuno puo' fermare
      l'avanzata del pinguino!Mentre il compilatore macina codice tutti il giornoarrivano errori nello schermo blu intornoavanza il pinguino, gira il cubo e la barra,e sparisono del desktop mille lenti OS.C'e' un sistema, c'e' un sistema,che non puoi compilarePazza idea, stare ancora con windows pensando di andare un internet sicuri.
    • frena amico scrive:
      Re: windows e osx tremano davanti a linux
      ha ha ha ha ha!!bellissima!!grande
    • anonimo01 scrive:
      Re: windows e osx tremano davanti a linux
      troll
    • Pico scrive:
      Re: windows e osx tremano davanti a linux
      scusate ma il "system settings" é uguale a quello di OSX (che si chiama system preferences). se on si chiama copiare questo... il che poi va bene, ammesso che non si dica di essere innovativi. A me piace piú gnome che, almeno, ha intrapreso una strada leggermente diversa. Cosí uno puó scegliere tra le diverse impostazioni.
Chiudi i commenti