Nokia stende un ponte fra Linux e S60

Il gigante finlandese ha rilasciato un tool di sviluppo teso a semplificare la migrazione di applicazioni open source Linux-based verso la propria piattaforma smartphone

Espoo – Confermando il proprio interesse verso il mondo open source, Nokia ha annunciato la disponibilità di un tool progettato per semplificare il porting delle applicazioni Linux verso la propria piattaforma S60.

Il tool, denominato Open C , è stato rilasciato sotto forma di plug-in per il software development kit (SDK) di S60 3rd Edition , la celebre piattaforma per smartphone di Nokia basata sul sistema operativo Symbian.

Agli sviluppatori S60 che utilizzano l’ambiente di sviluppo C/C++ di Symbian, l’estensione consente di utilizzare le familiari librerie di funzioni del linguaggio C per migrare rapidamente le applicazioni desktop open source verso la piattaforma mobile di Nokia.

“Consentendo il riutilizzo del codice sviluppato in seno ai preesistenti progetti open source, Open C velocizza il porting delle applicazioni e consente agli sviluppatori di focalizzare il proprio tempo e le proprie risorse sulle funzionalità chiave delle proprie applicazioni mobile”, ha affermato Nokia.

Sviluppato dal colosso finlandese in congiunzione con Symbian , Open C contiene “porzioni significative” di tre famosi progetti open source : l’implementazione dello standard di cifratura Secure Socket Layer OpenSSL, il desktop environment GNOME e la libreria di compressione libz.

Nokia afferma che sul mercato ci sono già quasi 50 modelli di smartphone compatibili con Open C , per un totale di svariati milioni di unità. Il plug-in farà parte integrante dell’S60 3rd Edition Feature Pack 2, il cui rilascio è previsto per la seconda metà di quest’anno.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    È il secondo vero problema di linux...
    La possibilità di installare una qualsiasi applicazione per linux su una qualsiasi distribuzione linux, come vorrebbe LSB, è un grande traguardo che accelera la diffusione del pinguino nel mondo.La compatibilità hardware rimane però il primo problema.(linux)
    • Alessandrox scrive:
      Re: È il secondo vero problema di linux.
      - Scritto da:
      La possibilità di installare una qualsiasi
      applicazione per linux su una qualsiasi
      distribuzione linux, come vorrebbe LSB, è un
      grande traguardo che accelera la diffusione del
      pinguino nel
      mondo.Sei sicuro di poter installare una qualsiasi applicazioni windows su una qualsiasi versione di windows?
      La compatibilità hardware rimane però il primo
      problema.
      (linux)Che pero' non dipende dagli sviluppatori ma solo dai produttori HW
      • Anonimo scrive:
        Re: È il secondo vero problema di linux.
        paragonare una versione di windows con un delle distrio di linux, non sembra propio opportuno però
        • Anonimo scrive:
          Re: È il secondo vero problema di linux.
          - Scritto da:
          paragonare una versione di windows con un delle
          distrio di linux, non sembra propio opportuno
          peròParagoniamo win 3.11 con una gentoo perfettamente compilata con cubo che ruota ed effetti speciali :D
      • FDG scrive:
        Re: È il secondo vero problema di linux.
        - Scritto da: Alessandrox
        Sei sicuro di poter installare una qualsiasi
        applicazioni windows su una qualsiasi versione di
        windows?Però è meglio. Prendi ad esempio anche OS X. Il problema si riduce a sapere quale versione del sistema è richiesta dal software, non quali librerie e quali versioni.Però sarebbe bello vedere qualcosa di simile su Linux ad una installazione fatta con un drag&drop (o un mv)... tipo klikhttp://klik.atekon.de/Basta una base comune (tipo LSB) e le librerie particolari messe nel package dell'applicazione. Tanto oramai lo spazio su disco è veramente tanto.
        Che pero' non dipende dagli sviluppatori ma solo
        dai produttori HWIn buona parte è così. Concordo.
      • Anonimo scrive:
        Re: È il secondo vero problema di linux.
        - Scritto da: Alessandrox
        Che pero' non dipende dagli sviluppatori ma solo
        dai produttori
        HWe invece dipende unicamente da linux che non ha uno straccio di piattaforma di sviluppo di driver. Microsoft ha sviluppato una piattaforma e delle API per sviluppare driver per Windows che linux si sogna.Senza contare la inpossibilità di installare driver su linux così facilmente come invece è in Windows. Windows ha il plug-n-play e altre tecnologie che linux si scorda!
        • Anonimo scrive:
          Re: È il secondo vero problema di linux.
          - Scritto da: [...]
          e invece dipende unicamente da linux che non ha
          uno straccio di piattaforma di sviluppo di
          driver.Cioè, tu hai lì tutte le sorgenti, documentatissime, e ti lamenti
          Microsoft ha sviluppato una piattaforma e
          delle API per sviluppare driver per Windows che
          linux si
          sogna.Apinonsense
          Senza contare la inpossibilità di installare
          driver su linux così facilmente come invece è in
          Windows.odio quando la si butta sulla grammatica, comunque la n non può precedere la p, fai la provae vedi che non ci riesci: dire inpossibile è impossibile... ok, tornando a noi, com'è che non mi sono accorto quanto fosse più difficile? Non me l'avevano detto?
          Windows ha il plug-n-play e altre
          tecnologie che linux si
          scorda!Grazie al famoso kernel monolitico anni 80 + moduli, il plug&play di linux è impareggiabile.
        • Anonimo scrive:
          Re: È il secondo vero problema di linux.
          "e invece dipende unicamente da linux che non ha uno straccio di piattaforma di sviluppo di driver. "Sono concorde al 100% con tutto il post. Come volete che un produttore hardware possa produrre un driver quando ci sono almeno 10 versioni di driver da fare per farlo funzionare correttamente con almeno 10 distro di Linux? Nessuno si prenderà la briga, nessuno! O pochissimi. I produttori di hardware necessitano di una certa stabilità di piattaforma su cui lavorare, non di una mare in continua tempesta.
          • FDG scrive:
            Re: È il secondo vero problema di linux.
            - Scritto da:
            Sono concorde al 100% con tutto il post. Come
            volete che un produttore hardware possa produrre
            un driver quando ci sono almeno 10 versioni di
            driver da fare per farlo funzionare
            correttamente con almeno 10 distro di Linux?Il kernel è uno. Smettiamola di sparar cavolate il libertà.
        • Alessandrox scrive:
          Re: È il secondo vero problema di linux.
          - Scritto da:
          - Scritto da: Alessandrox

          Che pero' non dipende dagli sviluppatori ma solo

          dai produttori

          HW
          e invece dipende unicamente da linux che non ha
          uno straccio di piattaforma di sviluppo di
          driver. Microsoft ha sviluppato una piattaforma e
          delle API per sviluppare driver per Windows che
          linux si
          sogna.Si potrebbe dire esattamente anche il contrario... Se gli sviluppatori si lamentano che non gli vengono rilasciate le specifiche HW una ragione ci sara'... prova te a fare un driver efficente con solo il reverse engineering, cosa combinerebbe MS? Parlare per frasi fatte non aggiunge nulla alla discussione.
          Senza contare la inpossibilità di installare
          driver su linux così facilmente come invece è in
          Windows. Windows ha il plug-n-play e altre
          tecnologie che linux si
          scorda!BAh... appena avviato il sistema mi ha riconosciuto automaticamente tutte le periferiche. Cosa dicevi del PnP di Linux?Ahh tu non l' hai mai usato.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 aprile 2007 12.50-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: È il secondo vero problema di linux.
      - Scritto da:
      La possibilità di installare una qualsiasi
      applicazione per linux su una qualsiasi
      distribuzione linux, come vorrebbe LSB, è un
      grande traguardo che accelera la diffusione del
      pinguino nel mondo.Ho installato Maya su qualsiasi distribuzione e non ho mai avuto problemi... E tu ???
      La compatibilità hardware rimane però il primo
      problema.
      (linux)Che non dipende dal software.
      • outkid scrive:
        Re: È il secondo vero problema di linux.
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        La possibilità di installare una qualsiasi

        applicazione per linux su una qualsiasi

        distribuzione linux, come vorrebbe LSB, è un

        grande traguardo che accelera la diffusione del

        pinguino nel mondo.

        Ho installato Maya su qualsiasi distribuzione e
        non ho mai avuto problemi... E tu
        ???idem per matlab..
        • Anonimo scrive:
          Re: È il secondo vero problema di linux.
          - Scritto da: outkid

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          La possibilità di installare una qualsiasi


          applicazione per linux su una qualsiasi


          distribuzione linux, come vorrebbe LSB, è un


          grande traguardo che accelera la diffusione
          del


          pinguino nel mondo.



          Ho installato Maya su qualsiasi distribuzione e

          non ho mai avuto problemi... E tu

          ???
          idem per matlab..idem per Pov - Ray.
    • SiN scrive:
      Re: È il secondo vero problema di linux.
      - Scritto da:
      La possibilità di installare una qualsiasi
      applicazione per linux su una qualsiasi
      distribuzione linux, come vorrebbe LSB, è un
      grande traguardo che accelera la diffusione del
      pinguino nel
      mondo.

      La compatibilità hardware rimane però il primo
      problema.
      (linux)sinceramente li avrei decisamente invertiti.Mi è capitato assai dirado di non far girare un hardware con Linux, mentre problemi di installazione ne ho sovente...
  • Anonimo scrive:
    A cosa serve la Linux Foundation?
    No adesso me lo spiegate, mi avete sempre detto che i driver e i programmi sono uguali per tutte le distro, mi avete offeso, mi avete preso in giro, avete decantato la mia ignoranza.... e a questi della Linux Foundation non l'avete mai detto????
    • Anonimo scrive:
      Re: A cosa serve la Linux Foundation?
      - Scritto da:
      No adesso me lo spiegate, mi avete sempre detto
      che i driver e i programmi sono uguali per tutte
      le distro, mi avete offeso, mi avete preso in
      giro, avete decantato la mia ignoranza.... e a
      questi della Linux Foundation non l'avete mai
      detto????Non so chi ti abbia dato dell' ignorante o ti abbia offeso.Qui non voglio certo prenderti in giro, ma credo che tu non abbia colto bene ciò che è scritto nell' articolo, magari ti conviene rileggerlo con più calma... più lentamente...Perchè il fatto che i programmi siano uguali in tutte le distro non c'entra assolutamente nulla col fatto che esiste un' organizzazione non profito che mira ad elevarne gli standard qualitativi.O c'entra? spiega, spiega...
      • Anonimo scrive:
        Re: A cosa serve la Linux Foundation?

        Perchè il fatto che i programmi siano uguali in
        tutte le distro non c'entra assolutamente nulla
        col fatto che esiste un' organizzazione non
        profito che mira ad elevarne gli standard
        qualitativi.

        O c'entra? spiega, spiega...Ma cosa dici, forse ne sai meno di me:"The Linux Foundation is a nonprofit consortium dedicated to fostering the growth of Linux. The Linux Foundation promotes, protects and standardizes Linux by providing unified resources and services needed for open source to successfully compete with closed platforms"STANDARDIZZARE per COMPETERE, a dire dei molti frequentatori di questi forum non ci sarebbe bisogno di fare nulla, quello che va bene per red-hat funziona anche du Debian ecc ecc
        • Anonimo scrive:
          Re: A cosa serve la Linux Foundation?
          - Scritto da:


          Perchè il fatto che i programmi siano uguali in

          tutte le distro non c'entra assolutamente nulla

          col fatto che esiste un' organizzazione non

          profito che mira ad elevarne gli standard

          qualitativi.



          O c'entra? spiega, spiega...


          Ma cosa dici, forse ne sai meno di me:
          "The Linux Foundation is a nonprofit consortium
          dedicated to fostering the growth of Linux. The
          Linux Foundation promotes, protects and
          standardizes Linux by providing unified resources
          and services needed for open source to
          successfully compete with closed
          platforms"

          STANDARDIZZARE per COMPETERE, a dire dei molti
          frequentatori di questi forum non ci sarebbe
          bisogno di fare nulla, quello che va bene per
          red-hat funziona anche du Debian ecc
          eccE questo risultato secondo te come e' stato raggiunto se non seguendo degli standard comuni che qualcuno si e' studiato ?E come fai per le cose che devono ancora uscire se qualcuno non le standardizza ?
          • Anonimo scrive:
            Re: A cosa serve la Linux Foundation?

            E questo risultato secondo te come e' stato
            raggiunto se non seguendo degli standard comuni
            che qualcuno si e' studiato
            ?
            E come fai per le cose che devono ancora uscire
            se qualcuno non le standardizza
            ?si, ho capito che non hai capito ma sicuramente mi sono spiegato male io.Insomma il Sig.Linus ha fatto un sistema che dopo qualche anno aveva già bisogno di un ente per farli interoperare tra loro. Il discorso è questo: Linus ha fatto un sistema derivato da Unix, tutti si sono fatti la loro distro per questo e quel motivo, l'alternativa a Windows non esiste a perchè è talmente tanta che fa confusione e basta, un ente ha deciso di standardizzare in modo che ci siano meno casini... ergo i casini ci sono.Comunque non serve che mi rispondi.
          • Alessandrox scrive:
            Re: A cosa serve la Linux Foundation?
            - Scritto da:


            E questo risultato secondo te come e' stato

            raggiunto se non seguendo degli standard comuni

            che qualcuno si e' studiato

            ?

            E come fai per le cose che devono ancora uscire

            se qualcuno non le standardizza

            ?
            si, ho capito che non hai capito ma sicuramente
            mi sono spiegato male
            io.
            Insomma il Sig.Linus ha fatto un sistema che dopo
            qualche anno aveva già bisogno di un ente per
            farli interoperare tra loro.Poche idee e confuse:il Sig. Linus ha creato un kernel OPen source per un sistema Open source. Ovviamente non esiste che un kernel sia incompatibile con se stesso ma tra versioni successive e precedenti e' una cosa normale, e' normale anche tra le versioni di Windows (95, 98, Me, 2000 con o senza SPx, XP con o senza SPx, Vista con o senza SPx ecc.); i sorgenti poi sono liberi e liberamente modificabili ma qualsiasi modifica fatta e' comunque rilasciata pubblicamente; le versioni dei kernel sono strettamente controllate e rilasciate con criteri molto rigidi, ogni distribuzione costruisce il proprio sistema intorno al kernel che gli pare (come e' giusto che sia) e rialscia tutti gli altri pacchetti secondo el versioni che ritiene opportune; sporadicamente certe distribuzioni applicano delle patch proprie (ma comunque pubbliche) per esigenze particolari. Il fatto e' che esistono per ogni pacchetto piu' versioni (perche' c'e' un continuo sviluppo, come e' naturale e desiderabile): le incompatibilita' derivano dal fatto che le distrinuzioni includono magari versioni diverse dei pacchetti che richiedono anche diverse librerie, questa sostanzialmente la principale fonte di incompatibilita'.
            Il discorso è questo: Linus ha fatto un sistema
            derivato da Unix, tutti si sono fatti la loro
            distro per questo e quel motivo, l'alternativa a
            Windows non esiste a perchè è talmente tanta che
            fa confusione e basta, un ente ha deciso di
            standardizzare in modo che ci siano meno
            casini... ergo i casini ci
            sono.
            Comunque non serve che mi rispondi.No no, ti rispondo io:Basta che scegli una distribuzione (dopo averne provate qualcuna) e continui con quella seguendo gli aggiornamenti. Io lo sto facendo con varie versioni (Ubuntu, Debian, Mandriva ecc.) ed eventuali problemi sono tutti risolvibili seguendo i forum specifici x ogni distribuzione.Certo se cerchi di installare un pacchetto costruito per fedora su una mandriva puo' andarti bene o male... ma se va male te la sei cercata e la colpa e' solo TUA. Come e' giusto che sia; se sei uno smanettone risolvi eventuali problemi manualmente, se sei un semplice utente NON FARLO MAI e accontentati dei pacchetti della TUA distribuzione (che ci sono, sono tanti, aggiornati, ben documentati e scaricabili da tanti mirror). Chiaro? Troppo complicato?
          • Anonimo scrive:
            Re: A cosa serve la Linux Foundation?
            - Scritto da: Alessandrox
            - Scritto da:




            E questo risultato secondo te come e' stato


            raggiunto se non seguendo degli standard
            comuni


            che qualcuno si e' studiato


            ?


            E come fai per le cose che devono ancora
            uscire


            se qualcuno non le standardizza


            ?


            si, ho capito che non hai capito ma sicuramente

            mi sono spiegato male

            io.


            Insomma il Sig.Linus ha fatto un sistema che
            dopo

            qualche anno aveva già bisogno di un ente per

            farli interoperare tra loro.

            Poche idee e confuse:
            il Sig. Linus ha creato un kernel OPen source per
            un sistema Open source. Ovviamente non esiste che
            un kernel sia incompatibile con se stesso ma tra
            versioni successive e precedenti e' una cosa
            normale, e' normale anche tra le versioni di
            Windows (95, 98, Me, 2000 con o senza SPx, XP con
            o senza SPx, Vista con o senza SPx ecc.); i
            sorgenti poi sono liberi e liberamente
            modificabili ma qualsiasi modifica fatta e'
            comunque rilasciata pubblicamente; le versioni
            dei kernel sono strettamente controllate e
            rilasciate con criteri molto rigidi, ogni
            distribuzione costruisce il proprio sistema
            intorno al kernel che gli pare (come e' giusto
            che sia) e rialscia tutti gli altri pacchetti
            secondo el versioni che ritiene opportune;
            sporadicamente certe distribuzioni applicano
            delle patch proprie (ma comunque pubbliche) per
            esigenze particolari. Il fatto e' che esistono
            per ogni pacchetto piu' versioni (perche' c'e' un
            continuo sviluppo, come e' naturale e
            desiderabile): le incompatibilita' derivano dal
            fatto che le distrinuzioni includono magari
            versioni diverse dei pacchetti che richiedono
            anche diverse librerie, questa sostanzialmente la
            principale fonte di incompatibilita'.



            Il discorso è questo: Linus ha fatto un sistema

            derivato da Unix, tutti si sono fatti la loro

            distro per questo e quel motivo, l'alternativa a

            Windows non esiste a perchè è talmente tanta che

            fa confusione e basta, un ente ha deciso di

            standardizzare in modo che ci siano meno

            casini... ergo i casini ci

            sono.

            Comunque non serve che mi rispondi.

            No no, ti rispondo io:
            Basta che scegli una distribuzione (dopo averne
            provate qualcuna) e continui con quella seguendo
            gli aggiornamenti. Io lo sto facendo con varie
            versioni (Ubuntu, Debian, Mandriva ecc.) ed
            eventuali problemi sono tutti risolvibili
            seguendo i forum specifici x ogni
            distribuzione.
            Certo se cerchi di installare un pacchetto
            costruito per fedora su una mandriva puo' andarti
            bene o male... ma se va male te la sei cercata e
            la colpa e' solo TUA. Come e' giusto che sia; se
            sei uno smanettone risolvi eventuali problemi
            manualmente, se sei un semplice utente NON FARLO
            MAI e accontentati dei pacchetti della TUA
            distribuzione (che ci sono, sono tanti,
            aggiornati, ben documentati e scaricabili da
            tanti mirror). Chiaro? Troppo
            complicato?No, per me è chiarissimo ed è stato sempre chiaro, ti ringrazio comuqnue per la risposta. Il problema nasce quando in questi forum si parla della Dell che non sa che distro mettere, i produttori che non rilasciano i driver e cose del genere: nonostante il kernel sia sempre quello (anche se c'è chi rilascia prima o dopo la propria distro con l'ultima versione) rimane il punto che delle incopatibilità ci sono.E sono questi i motivi per i quali pochi investono in linux, perchè c'è troppa scelta. Quello che io sostengo ed ho sempre sostenuto è che linux non sfonderà mai nel mercato desktop ed in quello server nelle PMI finchè tra le varie distro non ci si mette d'accordo su alcuni punti da adottare. Avere un pacchetto che o un driver che possa essere installato su 10-15 distro differenti sai cosa vorrebbe dire? Comunque è solo una mia idea, forse semplifico troppo, non so.
          • Anonimo scrive:
            Re: A cosa serve la Linux Foundation?
            - Scritto da:
            - Scritto da: Alessandrox

            - Scritto da:



            E questo risultato secondo te come e' stato



            raggiunto se non seguendo degli standard

            comuni



            che qualcuno si e' studiato



            ?



            E come fai per le cose che devono ancora

            uscire



            se qualcuno non le standardizza



            ?




            si, ho capito che non hai capito ma
            sicuramente


            mi sono spiegato male


            io.




            Insomma il Sig.Linus ha fatto un sistema che

            dopo


            qualche anno aveva già bisogno di un ente per


            farli interoperare tra loro.



            Poche idee e confuse:

            il Sig. Linus ha creato un kernel OPen source
            per

            un sistema Open source. Ovviamente non esiste
            che

            un kernel sia incompatibile con se stesso ma tra

            versioni successive e precedenti e' una cosa

            normale, e' normale anche tra le versioni di

            Windows (95, 98, Me, 2000 con o senza SPx, XP
            con

            o senza SPx, Vista con o senza SPx ecc.); i

            sorgenti poi sono liberi e liberamente

            modificabili ma qualsiasi modifica fatta e'

            comunque rilasciata pubblicamente; le versioni

            dei kernel sono strettamente controllate e

            rilasciate con criteri molto rigidi, ogni

            distribuzione costruisce il proprio sistema

            intorno al kernel che gli pare (come e' giusto

            che sia) e rialscia tutti gli altri pacchetti

            secondo el versioni che ritiene opportune;

            sporadicamente certe distribuzioni applicano

            delle patch proprie (ma comunque pubbliche) per

            esigenze particolari. Il fatto e' che esistono

            per ogni pacchetto piu' versioni (perche' c'e'
            un

            continuo sviluppo, come e' naturale e

            desiderabile): le incompatibilita' derivano dal

            fatto che le distrinuzioni includono magari

            versioni diverse dei pacchetti che richiedono

            anche diverse librerie, questa sostanzialmente
            la

            principale fonte di incompatibilita'.






            Il discorso è questo: Linus ha fatto un
            sistema


            derivato da Unix, tutti si sono fatti la loro


            distro per questo e quel motivo,
            l'alternativa
            a


            Windows non esiste a perchè è talmente tanta
            che


            fa confusione e basta, un ente ha deciso di


            standardizzare in modo che ci siano meno


            casini... ergo i casini ci


            sono.


            Comunque non serve che mi rispondi.



            No no, ti rispondo io:

            Basta che scegli una distribuzione (dopo averne

            provate qualcuna) e continui con quella seguendo

            gli aggiornamenti. Io lo sto facendo con varie

            versioni (Ubuntu, Debian, Mandriva ecc.) ed

            eventuali problemi sono tutti risolvibili

            seguendo i forum specifici x ogni

            distribuzione.

            Certo se cerchi di installare un pacchetto

            costruito per fedora su una mandriva puo'
            andarti

            bene o male... ma se va male te la sei cercata e

            la colpa e' solo TUA. Come e' giusto che sia; se

            sei uno smanettone risolvi eventuali problemi

            manualmente, se sei un semplice utente NON FARLO

            MAI e accontentati dei pacchetti della TUA

            distribuzione (che ci sono, sono tanti,

            aggiornati, ben documentati e scaricabili da

            tanti mirror). Chiaro? Troppo

            complicato?

            No, per me è chiarissimo ed è stato sempre
            chiaro, ti ringrazio comuqnue per la risposta.

            Il problema nasce quando in questi forum si
            parla della Dell che non sa che distro
            mettere, i produttori che non rilasciano i
            driver e cose del genere: nonostante il kernel
            sia sempre quello (anche se c'è chi rilascia
            prima o dopo la propria distro con l'ultima
            versione) rimane il punto che delle
            incopatibilità ci sono.Ci puoi fare qualche esempio di queste incompatibilita' e di come / quando qualcuno ne sia stato colpito o disturbato ???
            E sono questi i motivi per i quali pochi
            investono in linux, perchè c'è troppa scelta.Calcolando che tra quei pochi ci sono alcune delle ditte piu' quotate al mondo mi sembra che il problema e' di chi non ci investe.
            Quello che io sostengo ed ho sempre sostenuto
            è che linux non sfonderà mai nel mercato
            desktop ed in quello server nelle PMI finchè
            tra le varie distro non ci si mette d'accordo
            su alcuni punti da adottare.
            Avere un pacchetto che o un driver che possa
            essere installato su 10-15 distro differenti
            sai cosa vorrebbe dire? Vorrebbe dire quello che succede adesso: un .deb si installa su Debian, tutte le Ubuntu, e un'altra ventina di distro, stessa cosa per i .tgz e i .rpm.
            Comunque è solo una mia idea, forse
            semplifico troppo, non so.Si, non conosci abbastanza questo mondo, altrimenti sapresti che non hai dato nessuna idea ma hai reinventato la ruota.
          • Anonimo scrive:
            Re: A cosa serve la Linux Foundation?


            Ci puoi fare qualche esempio di queste
            incompatibilita' e di come / quando qualcuno ne
            sia stato colpito o disturbato
            ???


            E sono questi i motivi per i quali pochi

            investono in linux, perchè c'è troppa scelta.

            Calcolando che tra quei pochi ci sono alcune
            delle ditte piu' quotate al mondo mi sembra che
            il problema e' di chi non ci
            investe.


            Quello che io sostengo ed ho sempre sostenuto

            è che linux non sfonderà mai nel mercato

            desktop ed in quello server nelle PMI finchè

            tra le varie distro non ci si mette d'accordo

            su alcuni punti da adottare.

            Avere un pacchetto che o un driver che possa

            essere installato su 10-15 distro differenti

            sai cosa vorrebbe dire?

            Vorrebbe dire quello che succede adesso: un .deb
            si installa su Debian, tutte le Ubuntu, e
            un'altra ventina di distro, stessa cosa per i
            .tgz e i
            .rpm.


            Comunque è solo una mia idea, forse

            semplifico troppo, non so.

            Si, non conosci abbastanza questo mondo,
            altrimenti sapresti che non hai dato nessuna idea
            ma hai reinventato la
            ruota.Ok, hai ragione, mi hai messo con le spalle al muro. Adesso allora rispondi alla mia domanda iniziale: a cosa serve la Linux Foundation? Poichè io sono ignorante in questo campo ti ricordo che quello che dice la home page lo so già:"The Linux Foundation is a nonprofit consortium dedicated to fostering the growth of Linux. The Linux Foundation promotes, protects and standardizes Linux by providing unified resources and services needed for open source to successfully compete with closed platforms"Mi traduci le ultime due righe che non capisco bene l'inglese?Da questa pagina poi: http://www.linux-foundation.org/en/Aboutleggo ma non capisco le segueti righe:For Linux to remain open and attain the greatest ubiquity possible, important services must be provided, including legal protection, standardization, promotion and collaboration. Successful proprietary software companies, for instance, do several important things well: backwards compatibility, promotion, interoperability, developer support, and moreMa che strano, pensavo ci fossero già tutte queste cose.Leggiamo poi questa paginetta:http://www.linux-foundation.org/en/LSBbene, ecco due linee interessanti:The LSB offers a cost-effective way for application vendors to target multiple Linux distributions while building only one software packageMa che stupidi non averti contatto prima, gli avresti potuto dire quello che hai detto a me, magari chiedigli i link di cosa non funziona attualmente....
          • Anonimo scrive:
            Re: A cosa serve la Linux Foundation?
            [...]
            Ma che stupidi non averti contatto prima, gli
            avresti potuto dire quello che hai detto a me,
            magari chiedigli i link di cosa non funziona
            attualmente....Sono un altro e mi intrometto!Non è che tutte quelle cose prima non si facessero, c'era un coordinamento, ma funzionava che ognuno guardava gli altri e si muoveva di conseguenza.Ora è stata istituita la Linux foundation, che farà da nodo di coordinamento generale. Non è che prima non ci fosse coordinamento, semplicemente era decentralizzato.
    • Anonimo scrive:
      Re: A cosa serve la Linux Foundation?
      - Scritto da:
      No adesso me lo spiegate, mi avete sempre detto
      che i driver e i programmi sono uguali per tutte
      le distro, mi avete offeso, mi avete preso in
      giro, avete decantato la mia ignoranza.... e a
      questi della Linux Foundation non l'avete mai
      detto????Guarda che di decantare la tua ignoranza non c'e' nessun bisogno: visto come sei in grado di diffonderla benissimo da solo.E secondo te driver programmi e compatibilita' sono tali per volonta' divina o perche' esistono standard in continua evoluzione ?
    • Anonimo scrive:
      Re: A cosa serve la Linux Foundation?
      serve tanto quanto la FREE SOFTWARE FOUNDATION ovvero a spalare FUD e fare disinformazione contro Windows Vista
      • Anonimo scrive:
        Re: A cosa serve la Linux Foundation?
        - Scritto da:
        serve tanto quanto la FREE SOFTWARE FOUNDATION
        ovvero a spalare FUD e fare disinformazione
        contro Windows
        VistaHahahahahMa vai a zappare, pirla!
      • Anonimo scrive:
        Re: A cosa serve la Linux Foundation?
        - Scritto da:
        serve tanto quanto la FREE SOFTWARE FOUNDATION
        ovvero a spalare FUD e fare disinformazione
        contro Windows
        VistaMah, veramente le loro pagine sono un elogio del software proprietario, è un continuo "... vogliamo dare sicurezza[commerciale] come il software proprietario, vogliamo fare il marketting, vogliamo fare come quello là, vogliamo fare come questo qua..."
        • Anonimo scrive:
          Re: A cosa serve la Linux Foundation?
          Ehi, censori della domenica, censurate quel tale che dice che gli utilizzatori di Windows sono dei cialtroni. No eh? Che bello!
    • Anonimo scrive:
      Re: A cosa serve la Linux Foundation?
      - Scritto da:
      No adesso me lo spiegate, mi avete sempre detto
      che i driver e i programmi sono uguali per tutte
      le distro, mi avete offeso, mi avete preso in
      giro, avete decantato la mia ignoranza.... e a
      questi della Linux Foundation non l'avete mai
      detto????Ma vai a cagare, coglione!
    • Anonimo scrive:
      Re: A cosa serve la Linux Foundation?
      A trombare al meglio tua sorella.
  • Anonimo scrive:
    A me Linux eccita
    Quando penso di usare un sistema operativo in continua evoluzione e che è sviluppato da una comunità anziché da una singola azienda vado in sovraeccitazione.Ma vi rendete conto di quanto sia FIGO e BELLO Linux?Windows è un dinosauro, usare Vista vuol dire legarsi a una cosa che non cambierà per almeno 5-7 anni.Io adesso voglio contribuire direttamente con dei miei programmi. Il fatto di contribuire mi eccita a certi c****ni questa cosa non entrerà mai in testa, continuerano a menarla col discorso dei muli e del resto. L'open source è il rinascimento del nuovo millennio. Se usi Linux vai verso il futuro, se usi Windows fai parte della restaurazione del 1814-1815.
    • Anonimo scrive:
      Re: A me Linux eccita
      - Scritto da:
      Quando penso di usare un sistema operativo in
      continua evoluzione e che è sviluppato da una
      comunità anziché da una singola azienda vado in
      sovraeccitazione.

      Ma vi rendete conto di quanto sia FIGO e BELLO
      Linux?

      Windows è un dinosauro, usare Vista vuol dire
      legarsi a una cosa che non cambierà per almeno
      5-7
      anni.

      Io adesso voglio contribuire direttamente con dei
      miei programmi. Il fatto di contribuire mi eccita
      a certi c****ni questa cosa non entrerà mai in
      testa, continuerano a menarla col discorso dei
      muli e del resto.

      L'open source è il rinascimento del nuovo
      millennio. Se usi Linux vai verso il futuro, se
      usi Windows fai parte della restaurazione del
      1814-1815.io uso linux in pianta stabile dal "lontano" 99 non ho mai contribuito con dei progetti (non sarei in grado) ma anche perdere 10 minuti il giorno su un forum e riuscire a risolvere i problemi altrui (e anche i propri) porta molta soddisfazione.
      • Anonimo scrive:
        Re: A me Linux eccita
        Negli ultimi 10 anni linux è cambiato?
        • Anonimo scrive:
          Re: A me Linux eccita
          - Scritto da:
          Negli ultimi 10 anni linux è cambiato?Linux cambia ogni giorno, altro che 10 anni.
          • Anonimo scrive:
            Re: A me Linux eccita
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Negli ultimi 10 anni linux è cambiato?

            Linux cambia ogni giorno, altro che 10 anni.cambiano le applicazioni che vi girano sopra, ma il geco medio italiano confonde come al solito il livello applicativo con il sistema operativoil kernel linux è uguale a se stesso da più di 10 anni... ha solo qualche patch in più e qualche modulo drivers disponibile nei siti di alcuni costruttori
    • Anonimo scrive:
      Re: A me Linux eccita
      - Scritto da:
      Quando penso di usare un sistema operativo in
      continua evoluzione e che è sviluppato da una
      comunità anziché da una singola azienda vado in
      sovraeccitazione.

      Ma vi rendete conto di quanto sia FIGO e BELLO
      Linux?

      Windows è un dinosauro, usare Vista vuol dire
      legarsi a una cosa che non cambierà per almeno
      5-7
      anni.

      Io adesso voglio contribuire direttamente con dei
      miei programmi. Il fatto di contribuire mi eccita
      a certi c****ni questa cosa non entrerà mai in
      testa, continuerano a menarla col discorso dei
      muli e del resto.

      L'open source è il rinascimento del nuovo
      millennio. Se usi Linux vai verso il futuro, se
      usi Windows fai parte della restaurazione del
      1814-1815.Visto quanto ti eccita potresti essere la persona adatta a scrivere i driver per l'Ibrator per poterlo finalmente far funzionare su linux (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: A me Linux eccita
      - Scritto da:
      Quando penso di usare un sistema operativo in
      continua evoluzione e che è sviluppato da una
      comunità anziché da una singola azienda vado in
      sovraeccitazione.insomma... senza IBM il pinguino starebbe ancora nel magazzino di torvalds

      Ma vi rendete conto di quanto sia FIGO e BELLO
      Linux?è solo un po' obsoleto... è l'unico sistema operativo con kernel monolitico, infatti è l'unico che va in panico se lo usi come desktop, è lunico che richiede ricompilazione ad ogni drivers non previsto come modulo kernellinux basa la sua architettura su un modello anni 70, semplicemnte trapassatolascia perdere le interfacce grafiche, linux scomparirà ugualmente nel giro di un paio d'anni volenti o nolentimolti big stanno già abbandonando una barca che affonda ancora prima di partire

      Windows è un dinosauro, usare Vista vuol dire
      legarsi a una cosa che non cambierà per almeno
      5-7
      anni.eh?a parte che non vedo il motivo di cambiare in un periodo inferiore ai 5 anni... non siamo tutti dei lamer come tete di informatica non ci capisci niente e aimhè rappresenti molto bene la triste e ignorante realtà IT italiana

      Io adesso voglio contribuire direttamente con dei
      miei programmi. Il fatto di contribuire mi eccita
      a certi c****ni questa cosa non entrerà mai in
      testa, continuerano a menarla col discorso dei
      muli e del resto.ma che devi contribuire? Con quel cervello di gallinella che ti ritrovi... meglio se continui a farti le pugnette a ogni ricompilata del kernel ;)

      L'open source è il rinascimento del nuovo
      millennio. Se usi Linux vai verso il futuro, se
      usi Windows fai parte della restaurazione del
      1814-1815.(rotfl)sei fanatico fino al midollo e non ti rendi conto che linux è solo un restauro di una storia vecchia come unix
      • Anonimo scrive:
        Re: A me Linux eccita
        (troll) Vs (troll2)Vai ragazzi ci state facendo troppo ridere...
      • Anonimo scrive:
        Re: A me Linux eccita
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Quando penso di usare un sistema operativo in

        continua evoluzione e che è sviluppato da una

        comunità anziché da una singola azienda vado in

        sovraeccitazione.

        insomma... senza IBM il pinguino starebbe ancora
        nel magazzino di
        torvalds




        Ma vi rendete conto di quanto sia FIGO e BELLO

        Linux?

        è solo un po' obsoleto... è l'unico sistema
        operativo con kernel monolitico, ....mai monolitico come il palo gigantesco del MANDINGO che ti fai ogni sera nei cessi della stazione ferroviaria di Luino.
      • Anonimo scrive:
        Re: A me Linux eccita
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Quando penso di usare un sistema operativo in

        continua evoluzione e che è sviluppato da una

        comunità anziché da una singola azienda vado in

        sovraeccitazione.

        insomma... senza IBM il pinguino starebbe ancora
        nel magazzino di
        torvaldsSenza IBM il caro Bill cosa farebbe ora : Il programmatore in Basic !!! Infatti se la IBM sceglieva CP/M invece di MS/DOS ora eri su questa piattaforma.




        Ma vi rendete conto di quanto sia FIGO e BELLO

        Linux?

        è solo un po' obsoleto... è l'unico sistema
        operativo con kernel monolitico, infatti è
        l'unico che va in panico se lo usi come
        desktop,Anche il Windows entra in panico con schermate blu e riavvi improvvisi !!!Senza contare che sotto sotto il Windows è ancora MS/DOS !Chi dice che il kernel monolitico è vecchio o brutto è solo per un fattore di gusti, non di logica.
        è lunico che richiede ricompilazione ad ogni
        drivers non previsto come modulo
        kernelNon vero. Aggiornarsi !

        linux basa la sua architettura su un modello anni
        70, semplicemnte
        trapassatoMeglio del Windows ??? Ricordati che Win è sviluppato su base MS/DOS e NT di quali anni ?

        lascia perdere le interfacce grafiche, linux
        scomparirà ugualmente nel giro di un paio d'anni
        volenti o
        nolentiInfatti le licenze MS sui server sono passate dal 80% (anno 2000) al 20% (anno 2006) dei computer, perdendo ben il 50% degli introiti MS.(rotfl) Oramai molti computer "nascosti" come data-entry macchine dedicate, bancomat, casse intelligenti, ecc.. SONO ora tutti Linux o Free-Dos !Se questo è sparire ... mi pare che Windows che perde ! Questa è la principale ragione di tutta questa pubblicità MS dispendiosa.

        molti big stanno già abbandonando una barca che
        affonda ancora prima di
        partire
        Veramente di giorno in giorno s'aggiunge un altro ! Ora anche la Nokia !!!



        Windows è un dinosauro, usare Vista vuol dire

        legarsi a una cosa che non cambierà per almeno

        5-7

        anni.

        eh?

        a parte che non vedo il motivo di cambiare in un
        periodo inferiore ai 5 anni... non siamo tutti
        dei lamer come
        te
        Il periodo di 5 anni oramai anche le auto (ricambio ogni 3 anni) non lo fanno più !Vedo che vuoi rimanere indietro !
        te di informatica non ci capisci niente e aimhèCapisce più di te che sei rimasto indietro secondo LE tue risposte. Basta leggere il rigo precedente !
        rappresenti molto bene la triste e ignorante
        realtà IT
        italianaLegata al Windows e Basic !!!(rotfl)(rotfl)Nota che le aziende IT non vanno all'estero per questa ragione, e quando una ditta estera giunge in Italia una ditta Italiana sparisce ! Mentre i programmatori (non Windows e Basic) Italiani sono i più apprezzati del mondo !




        Io adesso voglio contribuire direttamente con
        dei

        miei programmi. Il fatto di contribuire mi
        eccita

        a certi c****ni questa cosa non entrerà mai in

        testa, continuerano a menarla col discorso dei

        muli e del resto.

        ma che devi contribuire? Con quel cervello di
        gallinella che ti ritrovi... meglio se continui a
        farti le pugnette a ogni ricompilata del kernel
        ;)Quanto offendi, puntato sul vivo perché oltre al Basic non vai ?Compilare per un programmatore è come chiedere al meccanico se usa la chiave inglese !!! Dunque se compilare un Kernel è una cosa brutta per te se proprio una ciofeca in informatica !



        L'open source è il rinascimento del nuovo

        millennio. Se usi Linux vai verso il futuro, se

        usi Windows fai parte della restaurazione del

        1814-1815.

        (rotfl)

        sei fanatico fino al midollo e non ti rendi conto
        che linux è solo un restauro di una storia
        vecchia come
        unixPerché Windows è nuovo ? le novità di Vista e server Win sono prese proprio dallo SCO-UNIX !!!CIAO
    • FDG scrive:
      Re: A me Linux eccita
      - Scritto da:
      Ma vi rendete conto di quanto sia FIGO e BELLO
      Linux?Trovati una fidanzata ;)
      • FDG scrive:
        Re: A me Linux eccita
        - Scritto da: FDG
        - Scritto da:


        Ma vi rendete conto di quanto sia FIGO e BELLO

        Linux?

        Trovati una fidanzata ;)Moderatore, una battuta con tanto di faccina come questa la consideri un flame? Ma per piacere!
        • Anonimo scrive:
          Re: A me Linux eccita
          - Scritto da: FDG
          - Scritto da: FDG


          - Scritto da:




          Ma vi rendete conto di quanto sia FIGO e BELLO


          Linux?



          Trovati una fidanzata ;)

          Moderatore, una battuta con tanto di faccina come
          questa la consideri un flame? Ma per
          piacere!per me lo è ma non ti diro' mai chi sono (ghost)
  • Anonimo scrive:
    soldi sprecati
    basterebbe far chiudere per legge alcuni progetti opensorcio e i rimanenti diventerebbero automaticamente degli standard de facto. senza buttare via i soldi dei consumatori
    • Anonimo scrive:
      Re: soldi sprecati
      - Scritto da:
      basterebbe far chiudere per legge alcuni progetti
      opensorcio e i rimanenti diventerebbero
      automaticamente degli standard de facto. senza
      buttare via i soldi dei
      consumatoriFar chiudere "per legge"? Dico, ma ci pensi prima di parlare?Una persona fa un programma, vuole che sia liberamente modificabile da chiunque e gli arriva la gestapo in casa che gli formatta l'hd perchè c'è già un altro progetto che fa quella cosa...SVEGLIA, connetti il cervello.
    • Anonimo scrive:
      Re: soldi sprecati
      - Scritto da:
      basterebbe far chiudere per legge alcuni progetti
      opensorcio e i rimanenti diventerebbero
      automaticamente degli standard de facto. senza
      buttare via i soldi dei
      consumatoriTi piacerebbe se per legge chiudessero la bocca a chi spara stupidaggini? Ti sarebbe imposto il mutismo!
    • Anonimo scrive:
      Re: soldi sprecati
      - Scritto da:
      basterebbe far chiudere per legge alcuni progetti
      opensorcio e i rimanenti diventerebbero
      automaticamente degli standard de facto. senza
      buttare via i soldi dei
      consumatoriin effetti "per legge di LSB" l'unico formato di pacchetti dovrebbe essere l'rpm... mi sa che quest'lsb non la segue nessuno
      • Anonimo scrive:
        Re: soldi sprecati
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        basterebbe far chiudere per legge alcuni
        progetti

        opensorcio e i rimanenti diventerebbero

        automaticamente degli standard de facto. senza

        buttare via i soldi dei

        consumatori

        in effetti "per legge di LSB" l'unico formato di
        pacchetti dovrebbe essere l'rpm...In realta' rpm e deb dovrebbero essere unificati, sembrerebbe strano che dovessero usare solo rpm, visto che Ian Murdock e' Chief Technology Officer di Linux Standard Base (nonché papà di Debian).
        mi sa che quest'lsb non la segue nessunoMi sa che sei tu che non segui l'evoluzione.
    • Anonimo scrive:
      Re: soldi sprecati
      - Scritto da:
      basterebbe far chiudere per legge alcuni progetti
      opensorcio e i rimanenti diventerebbero
      automaticamente degli standard de facto. senza
      buttare via i soldi dei
      consumatori1) Violazione della libertà2) Esistono milioni di tipi d'auto, la gente è talmente contenta di questo che non ritornerebbe mai all'auto di regime ... Per lo stesso motivo che Linux è più potente di Windows : Va su qualsiasi computer con la massima soddisfazione di tutti.3) I progetti sono open, di quali soldi parli e di quali consumatori parli ?Ciao
  • Anonimo scrive:
    GRANDE LINUX....
    il MARATONETA avanza inesorabile acquisendo sempre più forza.
    • Anonimo scrive:
      Re: GRANDE LINUX....
      - Scritto da:
      il MARATONETA avanza inesorabile acquisendo
      sempre più
      forza.attento però che al MARATONETA può venire un bel collasso da un momento all'altro (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: GRANDE LINUX....
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        il MARATONETA avanza inesorabile acquisendo

        sempre più

        forza.

        attento però che al MARATONETA può venire un bel
        collasso da un momento all'altro
        (rotfl)A Forrest Gump non e' mai succeso (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    E l'ultimo vero problema di linux...
    Andrà a decadere se tutto va bene. Appena lo standard si diffonderà e verrà abbracciato da tutte le distro (o almeno le principali) ci sarà un'alternativa alla portata del nonno che compra il cassone acer al supermarket.La minaccia è sempre più terribile per il DRAGA...
    • Anonimo scrive:
      Re: E l'ultimo vero problema di linux...
      BILL GATES è un figo, dubito che ci perderà il sonno
      • Anonimo scrive:
        Re: E l'ultimo vero problema di linux...
        - Scritto da:
        BILL GATES è un figo, dubito che ci perderà il
        sonnoil DRAGA è pirla ricco sfondato, ma sempre un pirla.
        • Anonimo scrive:
          Re: E l'ultimo vero problema di linux...
          Un pirla che comincia da zero e arriva così in alto è un pirla molto strano
          • Anonimo scrive:
            Re: E l'ultimo vero problema di linux...
            - Scritto da:
            Un pirla che comincia da zero e arriva così in
            alto è un pirla molto
            stranoSe fosse pirla la Microsoft non sarebbe un problema. I pirla sono quelli che non se ne sono accorti o se ne fregano.
          • Edo78 scrive:
            Re: E l'ultimo vero problema di linux...
            - Scritto da:
            Un pirla che comincia da zero e arriva così in
            alto è un pirla molto
            stranoForse mi sono perso l'inizio del discorso (quando uno posta anonimo ho sempre problemi a seguire le sue parole).Se stai parlando di Bill Gates non è che si sia proprio fatto da 0, e per dirla tutta non appartenevano nemmeno al ceto medio ...Sarebbe come se dicessi che Lapo Elkann è uno che ha cominciato da 0 (rotfl) (ok, magari la sua famiglia non aveva tutti quei soldi ma di sicuro ne aveva molti più di tutti noi che scriviamo qui)
          • Anonimo scrive:
            Re: E l'ultimo vero problema di linux...
            - Scritto da: Edo78
            Sarebbe come se dicessi che Lapo Elkann è uno che
            ha cominciato da 0 (rotfl) (ok, magari la sua
            famiglia non aveva tutti quei soldi ma di sicuro
            ne aveva molti più di tutti noi che scriviamo
            qui)Insomma il padre era avvocato, però quanti figli di avvocati ci sono in america?Diciamo le cose come stanno: come imprenditore è stato abilissimo, di certo non un pirla.Il problema è che molti pensano che bill gates sia un grande programmatore, un genio dell'informatica, uno che ha inventato Internet.
          • Anonimo scrive:
            Re: E l'ultimo vero problema di linux...

            Insomma il padre era avvocato, però quanti figli
            di avvocati ci sono in
            america?Tanti. Però ad essere onesti suo padre era socio fondatore di un importante studio di seattle, la madre era nel consiglio della First Interstate Bank e il nonno materno presidente della Banca Nazionale (Fonte: Wikipedia) (poi pare che la madre sia stata nel CdA di IBM ai tempi della creazione del PC e che abbia dato una spintarella al DOS, ma non ho trovato fonti a riguardo).Insomma, non era solo "il figlio di un avvocato" qualunque :)
            Diciamo le cose come stanno: come imprenditore è
            stato abilissimo, di certo non un
            pirla.Qui hai assolutamente ragione
            Il problema è che molti pensano che bill gates
            sia un grande programmatore, un genio
            dell'informatica, uno che ha inventato
            Internet.Qui posso solo dire: (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: E l'ultimo vero problema di linux...
            Beh in questa gara a chi la spara più grossa c'è crede che sony abbia inventato il 3D con la prima psx :D
    • Anonimo scrive:
      Re: E l'ultimo vero problema di linux...
      L'intenzione è buona ma la strada è ancora lunga. Se la comunità si farà furba e collaborerà attivamente si farà prima
    • Anonimo scrive:
      Re: E l'ultimo vero problema di linux...
      - Scritto da:
      Andrà a decadere se tutto va bene. Appena lo
      standard si diffonderà e verrà abbracciato da
      tutte le distro (o almeno le principali) ci sarà
      un'alternativa alla portata del nonno che compra
      il cassone acer al
      supermarket.

      La minaccia è sempre più terribile per il DRAGA...se IBM molla la presa sul pinguino, torvalds tornerà a lavorare per transmeta pur di portare a casa la pagnottasenza miliardi, nemmeno tutti i pinguini supereccitati del mondo potranno cambiare la storia e ancor di più con un sistema operativo anni 60
      • Anonimo scrive:
        Re: E l'ultimo vero problema di linux...

        se IBM molla la presa sul pinguino, torvalds
        tornerà a lavorare per transmeta pur di portare a
        casa la
        pagnotta

        senza miliardi, nemmeno tutti i pinguini
        supereccitati del mondo potranno cambiare la
        storia e ancor di più con un sistema operativo
        anni
        60Linux è un sistema Unix-like, e come tale la tecnologia viene dagli anni 70, non 60. Inoltre da allora nei sistemi operativi non è cambiato molto, interfaccia grafica a parte, che Linux ha.Piuttosto prima di parlare di cose che non conosci informati meglio.
Chiudi i commenti