NoLogo/ Le parole sono pietre

di Mafe De Baggis - Non bisogna confondere la metrica online con quella tradizionale. Essere popolari in rete non significa, solo, essere citati ovunque

Roma – Non so quanto vorrei essere popolare nell’era di Internet e delle conversazioni, perché in alcuni contesti ormai per “popolarità” intendiamo “ricorrenza” e il “tanti nemici, tanto onore” non mi ha mai convinto del tutto (al pari di “sposa bagnata, sposa fortunata”) .

È che ogni tanto ci dimentichiamo che gran parte del linguaggio che usiamo per descrivere ciò che succede in rete nasce in ambito informatico, dove spesso le parole hanno un significato diverso da quello comunemente inteso. Capita per ogni gergo, naturalmente: non è che medici o avvocati siano più comprensibili (o meno ridicoli) di markettari e informatici. Il problema nasce quando trasportiamo questo nuovo significato in un contesto diverso, per esempio nei report che analizzano quel che si dice in rete su una persona, un brand o un prodotto, report che non vengono letti da informatici.

Il termine “popularity” in questo caso non viene usato nell’ accezione di “the quality of being widely admired or accepted or sought after” (la caratteristica di essere molto ammirato, accettato o ricercato) ma in quella, più tecnica, simile a “An interface metric counting the number of variables declared with that interface as their type” (metrica che conta il numero di variabili che dichiarano una specifica interfaccia come propria). Usiamo un termine tecnico in un contesto generalista, ingenerando una confusione pericolosa perché quel termine implica un giudizio positivo (e quindi qualitativo) per una valutazione quantitativa.

Non lo usiamo completamente a sproposito, in quanto termine condiviso e consigliato dalla Web Analytics Association , ma usandolo rischiamo di accrescere la confusione sul significato dell’essere citati spesso online, esponendo il social marketing al rischio di vedere l’aumento del rumore di fondo come un prezzo da pagare per l’aumento della “popularity”.

Non è un rischio da poco. La pubblicità tradizionale ha da tempo accettato di dover infastidire molti per colpire i pochi interessati: se uno spot pubblicitario raggiunge 100 persone, 10 di queste interessate, 90 irritate, lo spot è considerato un successo. Chi se ne frega se ho irritato 90 persone: ho raggiunto quelle 10 che si ricordano di me, tanto basta. In alcuni settori, come il direct marketing, redemption anche molto basse, intorno allo 0,5 per cento, sono spesso considerate più che accettabili. Il marketing tradizionale lavora sulla massa e ignora la parte della massa infastidita per concentrarsi su quella raggiunta: il marketing online dovrebbe (e potrebbe) lavorare per raggiungere solo le persone interessate, senza infastidire tutte le altre.

Se però confondiamo la “popolarità” con le “ricorrenze” rischiamo di considerare un successo recenti episodi come la promozione del libro del ministro Brunetta o l’epopea mediatica di Papi Berlusconi: se “tante citazioni, tanto onore”, anche essere derisi e criticati online può diventare un obiettivo da perseguire, con conseguenze devastanti sulla qualità della nostra vita di rete.

Mafe de Baggis
Maestrini per Caso

Tutti i NoLogo di MdB sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • giovanni amelotti scrive:
    1541 ultimate
    Avete omesso l'esistenza della grandiosa 1541 ultimate (io ho la 2) che emula il 1541 ,parecchie cartridges (tipo la final cartridge 3 o la tasm) ,legge le immagini disco D64 e altre su una micro sd o su porta usb (qualcuno ha usato anche un hard disk) e altre diavolerie ,il c64 ha una longevità che non conosecrà mai nessun altro pc
  • fsdfs scrive:
    gdfgdg
    [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-datejust-c-2]Rolex DateJust watches[/url], Rolex DateJust watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-day-date-c-3]Rolex Day Date watches[/url], Rolex Day Date watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-daytona-c-4]olex Daytona watches[/url], Rolex Daytona watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-explorer-c-5]Rolex Explorer watches[/url], Rolex Explorer watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-gmt-c-6]Rolex GMT watches[/url], Rolex GMT watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-masterpiece-c-7]Rolex Masterpiece watches[/url], Rolex Masterpiece watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-milgauss-c-8]Rolex Milgauss watches[/url], Rolex Milgauss watches
  • marco scrive:
    C64 Executive
    Io sono uno dei pochi fortunati possessori del mitico C64Ex , il primo "portatile" chiamiamolo cosi' ( 15 kg :-))) , ancora perfettamente funzionante !!!!
    • Gianpy scrive:
      Re: C64 Executive
      Ciao anche il mio va ancora.. il nome era Executive ma la sigla era C64SX (un drive) C64DX (due drive)GP
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: C64 Executive
        - Scritto da: Gianpy
        Ciao
        anche il mio va ancora.. il nome era Executive
        ma la sigla era C64SX (un drive) C64DX (due
        drive)
        GPAveva anche una rom modificata rispetto all'originale per permettere che shift+run/stop caricassero il primo software da disco anziché da cassetta.A proposito ma è vero che la porta del datassette sul C64SX non c'era proprio?
        • ... scrive:
          Re: C64 Executive
          no non c'è, c'è solo lo slot per le cartucce e il drive per i floppyinfatti io ai tempi portai tutti i miei giochi da cassetta a floppy per poterli usare sul C64SX, che ho ancora e funziona benissimo :)recentemente ho riparato la tastiera, perché alcuni tasti non funzionavano più, apparte questo ancora va che è una meravigliaun macbook di un mio amico si è rotto 2 anni e 1 giorno dopo l'acquisto, la durata esatta della garanzia :)il mio C64SX ha circa 15 anni, forse di più, è stato sempre trasportato in macchina e preso botte paurose, MAI un problema :)
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: C64 Executive
            - Scritto da: ...
            no non c'è, c'è solo lo slot per le cartucce e il
            drive per i
            floppy
            infatti io ai tempi portai tutti i miei giochi da
            cassetta a floppy per poterli usare sul C64SX,
            che ho ancora e funziona benissimo
            :)
            recentemente ho riparato la tastiera, perché
            alcuni tasti non funzionavano più, apparte questo
            ancora va che è una meravigliaLa Commodore non ha mai costruito le sue macchine al risparmio (contrariamente alla Sinclair per esempio).
            un macbook di un mio amico si è rotto 2 anni e 1
            giorno dopo l'acquisto, la durata esatta della
            garanzia
            :)

            il mio C64SX ha circa 15 anni, forse di più, è
            stato sempre trasportato in macchina e preso
            botte paurose, MAI un problema
            :)... però i computer odierni hanno componenti più delicati, su tutti l'hard disk. Se un C64 cade per terra da un metro probabilmente funziona ancora senza problemi. Se a cadere è un pc o un mac, è molto più difficile. Soprattutto se era acceso.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: C64 Executive
            Salvo i vari "CR" (C128-DCR, una versione particolare dell'A4000, ecc.) ma in ogni caso nessun confronto con le moderne apparecchiature usa e getta !
          • ... scrive:
            Re: C64 Executive
            appunto, ho un maxtor da 250mb di 15 anni fa, funziona perfettamente, è stato formattato migliaia di volte, è cascato, ha preso l'ACQUA, pipì di gatto (!!!) e non so cos'altro, e ancora FUNZIONA perfettamenteah non è made in china :)
  • fiorefr73 scrive:
    Come non darti ragione!

    L'AMIGA volava troppo alto per quei deficienti
    della
    Commodore.Come non darti ragione!Basta pensare al CDTV... a quello che poteva essere e che non è stato e soprattutto quasi venti anni prima dei primi media center da salotto!http://it.wikipedia.org/wiki/CDTVNe ho 2, custodite gelosamente. :-D
    • deactive scrive:
      Re: Come non darti ragione!
      due? e che te ne fai ?Ridistribuisci no ????? ; )))))
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Come non darti ragione!
      - Scritto da: fiorefr73

      L'AMIGA volava troppo alto per quei deficienti

      della

      Commodore.

      Come non darti ragione!

      Basta pensare al CDTV... a quello che poteva
      essere e che non è stato e soprattutto quasi
      venti anni prima dei primi media center da
      salotto!
      http://it.wikipedia.org/wiki/CDTV

      Ne ho 2, custodite gelosamente. :-DIl CDTV era na sòla (a differenza del CD32, che ha subito, come il fratello maggiore Amiga 1200, problemi di incapacità del settore marketing della Commodore) esattamente come il CD-I o il 3DO, altri apparati "multimediali" (parolone che nei primi anni 90 stava per "sistema basato su disco ottico digitale con filmati in cui non si capiva dov'era il gioco"). Quella crisi del multimediale coinvolse buona parte dei titoli usciti su CD, PC compresi, nella prima metà degli anni 90 del secolo scorso. Tali titoli infatti erano per lo più dei filmati in cui poco si capiva cosa si dovesse fare.Addirittura in ambito PC per vedere i primi titoli decenti su CD-ROM bisognerà aspettare intorno al 1994, con le avventure Lucas interamente parlate, che segnarono per sempre la differenza rispetto alle controparti per floppy.
  • Treepwood scrive:
    Guitar hero
    C'è un tizio che ne ha realizzato una versione con basi sid e usa la stessa chitarra della ps2.http://www.youtube.com/watch?v=WyCMM6e1Lbo
    • deactive scrive:
      Re: Guitar hero
      che spettacolo. C'e' gente davvero capace in giro. ( e con tanto tempo da perdere ).Sono riuscito a scaricarlo dal sito del tizio, ma mi chiedo se sia utilizzabile sotto emulazione.Dovro' provare questa sera ...
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Guitar hero
      - Scritto da: Treepwood
      C'è un tizio che ne ha realizzato una versione
      con basi sid e usa la stessa chitarra della
      ps2.
      http://www.youtube.com/watch?v=WyCMM6e1LboOLDe comunque è più bello mettere i link così[yt]WyCMM6e1Lbo[/yt]
  • Scawq scrive:
    Dettaglio storico.
    "... mentre l'Amiga abbia puntato ad espandersi in una sfiancante rincorsa al PC..."Non sono d'accordo con questa interpretazione storiografica, in quanto solo dal 94 in poi, epoca del 486DX2 66MHz con bus VESA [nonchè di Doom], il PC ha iniziato la propria ascesa come macchina all-around e non solo come strumento da ufficio.A quell'epoca, l'Amiga era la macchina di riferimento nel panorama multimediale, assieme all'Atari ST, più diffuso all'estero che in Italia, dove la macchina Commodore vantava una penetrazione maggiore.
    • CoreDump scrive:
      Re: Dettaglio storico.
      - Scritto da: Scawq
      "... mentre l'Amiga abbia puntato ad espandersi
      in una sfiancante rincorsa al
      PC..."

      Non sono d'accordo con questa interpretazione
      storiografica, in quanto solo dal 94 in poi,
      epoca del 486DX2 66MHz con bus VESA [nonchè di
      Doom], il PC ha iniziato la propria ascesa come
      macchina all-around e non solo come strumento da
      ufficio.
      A quell'epoca, l'Amiga era la macchina di
      riferimento nel panorama multimediale, assieme
      all'Atari ST, più diffuso all'estero che in
      Italia, dove la macchina Commodore vantava una
      penetrazione
      maggiore.Ho cominciato a guardare il pc con occhi diversi quando vidi girare doom a pieno schermo e a piena velocità su un pentium 90 di un mio amico pagato l'ira di dio al tempo. Purtroppo per l'amiga c'era troppa differenza di mhz anche se sul 2d se la giocava ancora bene grazie ai vari coproXXXXXri, resta il fatto che il mio A1200 e ancora li collegato e funzionante ^_^
      • Rick scrive:
        Re: Dettaglio storico.
        - Scritto da: CoreDump
        - Scritto da: Scawq

        "... mentre l'Amiga abbia puntato ad espandersi

        in una sfiancante rincorsa al

        PC..."



        Non sono d'accordo con questa interpretazione

        storiografica, in quanto solo dal 94 in poi,

        epoca del 486DX2 66MHz con bus VESA [nonchè di

        Doom],

        Ho cominciato a guardare il pc con occhi diversi
        quando vidi girare doom a pieno schermo e a piena
        velocità su un pentium 90 di un mio amico pagato
        l'ira di dio al tempo. Specialmente Doom II , ma "bastava" un pentium 60 con 16 Mbyte di RAM...
        • FreeLandER scrive:
          Re: Dettaglio storico.


          velocità su un pentium 90 di un mio amico pagato

          l'ira di dio al tempo.

          Specialmente Doom II , ma "bastava" un pentium
          60 con 16 Mbyte di
          RAM...Ma state scherzando? Io a Doom I ci ho giocato su un 386 a 25 MHz! E Doom II girava alla grande su un 486 a 33 MHz.
          • Roller scrive:
            Re: Dettaglio storico.
            Concordo, anche io facevo andare Doom su un 386 (386SX/33Mhz, per la precisione). Ancor prima di Doom, un paio d'anni prima, sullo stesso PC ha girato anche Ultima Underworld. Per non parlare dei simulatori di volo, che sul 386/33 andavano sicuramente meglio dell'A500. Ma nel 2D le prendeva, per non parlare del sonoro: all'inizio faceva solo beep (anche se qualche raro caso, come Another World, riusciva ad usare il PC Speacker per riprodurre l'audio digitale), poi le prime schede audio mono... c'è voluto un po' prima di arrivare all'audio dell'Amiga.
          • Zio scrive:
            Re: Dettaglio storico.
            Si vede che siete ancora dei giovanotti, il primo non è stato Doom nel suo genere ma Comanche Maximum Overkill! Hihi! ;) Che tempi! Quanti ricordi!
          • nome e cognome scrive:
            Re: Dettaglio storico.
            Ma Comanche Overkill non era un simulatore con elicotteri ?
          • Zio scrive:
            Re: Dettaglio storico.
            Certo, ma il motore grafico era quello, e se non era quello gli assomigliava davvero molto. ;)
          • Roller scrive:
            Re: Dettaglio storico.
            Non era quello. Comache me lo ricordo e mi ricordo quando si parlava della sua tecnologia Voxel (a proposito, il mio primo sim di elicotteri è stato LHX, che aveva anche il convertiplano V-22 Osprey, ma niente textures. Girava su 8086 e l'ho ancora via DOSBox :D)Prima di Doom c'erano Catacomb 3D e Wolfestein 3D. John Carmack, che all'epoca creava questi giochi shareware, da quel che ho letto, si era ispirato a un demo di Ultima Underworld, per le texture sulle mura. Ultima Underworld comunque aveva un motore molto più sofisticato dei giochi di Carmack (adattato poi per il primo System Shock), con muri non ortogonali, dislivelli, visuale che si alzava e si abbassava leggermente coi passi, possibilità di sollevare e abbassare lo sguardo, possibilità di saltare, texture su tutte le superfici (non solo i muri), e così via. Diverse caratteristiche di quel motore non c'erano ancora nel primo Doom e altre, come la possibilità di prendere appunti sulla mappa, non si sono visti in The Elder Scroll fino alla seconda espansione di TES III: Morrowind.Al giorno d'oggi fa sorridere, ma allora era meraviglioso. Un interessante articolo del suo creatore: http://www.ttlg.com/articles/uw1.asphttp://www.youtube.com/watch?v=pQZ8kMW_ug8UW però era un RPG in prima persona, mentre gli antenati di Doom erano FPS, degli spara spara, insomma più da casual player, che per chi amava giochi più sofisticati come RPG, simulatori o strategici (al giorno d'oggi questi sono quasi estinti, mentre curiosamente gli FPS sono considerati giochi "seri"... e non parliamo di quelli che ora sono considerati per casual player :'( )Poi UW richiedeva capacità di calcolo che per il '92/'93 non erano da poco (non tutti si potevano permettere un 486 e sui 386, tranne i rari a 40Mhz, bisognava disattivare qualche texture) e necessitava di una dozzina di megabyte, quando ancora molti PC avevano HD da 40-80 Mb. Insomma era pesante. Wolfenstein 3D invece era velocissimo (era appunto anche molto più semplice, ma lo stesso piacevole), stava su un floppy e, essendo shareware, non dovevi neanche comprarlo: lo trovavi in demo con vari livelli giocabili nelle riviste. Inutile dire che fu un sucXXXXXne per la iD software, che poi con la serie Doom continuò su quella linea.
          • The_GEZ scrive:
            Re: Dettaglio storico.
            Ciao Roller !
            Poi UW richiedeva capacità di calcolo che per il
            '92/'93 non erano da poco (non tutti si potevano
            permettere un 486 e sui 386, tranne i rari a
            40Mhz, bisognava disattivare qualche texture) eHmmm ...UW girava bene sul 386DX-25 con 4Mb di Ram.Di differenza era che Wolfstain 3D girava il full screen mentre UW la visuale era una finestrella nella parte centrale dello schermo.
          • erik_ilross o scrive:
            Re: Dettaglio storico.
            si chiamava catacomb abyss e girava pure su un 286 ed era mitico! ammazzavi i nemici col forcone!
          • atanor scrive:
            Re: Dettaglio storico.
            E Wolfenstein 3D dove lo mettiamo???
          • Scawq scrive:
            Re: Dettaglio storico.
            - Scritto da: Zio
            Si vede che siete ancora dei giovanotti, il primo
            non è stato Doom nel suo genere ma Comanche
            Maximum Overkill! Hihi! ;) Che tempi! Quanti
            ricordi!Qui non si sta discutendo un primato di tecnologia legato alla produzione in tempo reale delle immagini, si sta discutendo un nuovo modello di gameplay che ha ridefinito le aspettative del pubblico nei confronti di un videogame, che da Doom in poi non è più stato lo stesso.Comanche Maximum Overkill è stato un bel simulatore di volo, ma l'innovazione nel coinvolgimento del giocatore in Doom è davvero un'altra cosa.Doom e Doom II li ho giocati perfettamente su 486DX2 66MHz, con 4MB.I proXXXXXri Pentium compariranno circa due anni dopo Doom, pronti per affrontare una nuova technology demo: Quake.
        • anonimo scrive:
          Re: Dettaglio storico.
          - Scritto da: Rick
          - Scritto da: CoreDump

          - Scritto da: Scawq


          "... mentre l'Amiga abbia puntato ad
          espandersi


          in una sfiancante rincorsa al


          PC..."





          Non sono d'accordo con questa interpretazione


          storiografica, in quanto solo dal 94 in poi,


          epoca del 486DX2 66MHz con bus VESA [nonchè di


          Doom],



          Ho cominciato a guardare il pc con occhi diversi

          quando vidi girare doom a pieno schermo e a
          piena

          velocità su un pentium 90 di un mio amico pagato

          l'ira di dio al tempo.

          Specialmente Doom II , ma "bastava" un pentium
          60 con 16 Mbyte di
          RAM...Non esageriamo. Io ho finito Doom I con un 386sx 25MHz con 4 mega ram e girava fluido a pieno schermo.Invece Doom II su quel pc girava fluido con schermo all'80%.Un pentium 60 e soprattutto 16 mega di ram servivano per Win95, non certo per Doom!!!
  • mito scrive:
    bravo Bartoloni
    Articolo ben fatto, tecnico, dettagliato, citi le fonti, link di approfondimento. Continua cosi'
    • TLH scrive:
      Re: bravo Bartoloni
      Quoto.
    • ermete scrive:
      Re: bravo Bartoloni
      Riuscisse anche a scrivere in un itailano decente sarebbe davvero perfetto.
    • Non contiene offese scrive:
      Re: bravo Bartoloni
      - Scritto da: mito
      Articolo ben fatto, tecnico, dettagliato, citi le
      fonti, link di approfondimento. Continua
      cosi'Quoto. Altro che Cubasia e Annunziata.
      • Luca Annunziata scrive:
        Re: bravo Bartoloni
        sisi, giusto giusto...
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: bravo Bartoloni
          - Scritto da: Luca Annunziata
          sisi, giusto giusto...(OT)Non volermene (e spero non me ne voglia lui) ma l'articolo di Vincenzo Gentile sul DSi era perfettamente inutile, essendo la notizia vecchia di molti mesi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 maggio 2009 09.41-----------------------------------------------------------
      • Fabrizio Bartoloni scrive:
        Re: bravo Bartoloni
        In quanto co-direttore responsabile pro-tempore Luca sottrae tempo ed energie ai suoi articoli per correggere gli strafalcioni dei miei pezzi oltre a seguire l'operato dei nostri colleghi, considerata la mole di lavoro dietro PI sarebbe ingeneroso non tenerne conto.
        • Luca Annunziata scrive:
          Re: bravo Bartoloni
          non esageriamo adesso eh :Dla verità è che le cameriere hawaiane che portano la pina colada sono una distrazione non da poco! :P
    • Luca scrive:
      Re: bravo Bartoloni
      Condivido anche io l'apprezzamento per la qualita` dell'articolo.Complimenti!-- Luca
    • niko scrive:
      Re: bravo Bartoloni
      Aleno noi utenti sappiamo dove andare a cercare qualcosa per il ns C64,mi è venuta voglia di installare l'ide... ;-)
    • Joe Tornado scrive:
      Re: bravo Bartoloni
      Quoto, articolo molto bello !
  • amigoaldo scrive:
    L'AMIGA e il bruco
    "...,mentre l'Amiga abbia puntato ad espandersi in una sfiancante rincorsa al PC,..."Come può un aereo (AMIGA) puntare ad una "sfiancante rincorsa di un bruco (PC)?L'AMIGA volava troppo alto per quei deficienti della Commodore. Aldo
    • mura scrive:
      Re: L'AMIGA e il bruco
      - Scritto da: amigoaldo
      L'AMIGA volava troppo alto per quei deficienti
      della
      Commodore.straquotoneeeeee !!!! (amiga)(amiga)(amiga)
    • TADsince1995 scrive:
      Re: L'AMIGA e il bruco
      Come potrei non quotarti!? Una volta un amico disse: " Quando i PC avranno Scala l'amiga avrà l'ascensore ".A buon intenditor... ;)TADp.s: Io amavo arricchire la frase con " Quando i PC avranno l'ascensore, l'Amiga sarà già in cima "
    • Sathack scrive:
      Re: L'AMIGA e il bruco
      - Scritto da: amigoaldo
      "...,mentre l'Amiga abbia puntato ad espandersi
      in una sfiancante rincorsa al
      PC,..."

      Come può un aereo (AMIGA) puntare ad una
      "sfiancante rincorsa di un bruco
      (PC)?

      L'AMIGA volava troppo alto per quei deficienti
      della
      Commodore.

      AldoQuoto e non mi azzardo a trollare in nessun modo.Amiga era troppo avanti.
    • Guru Meditation scrive:
      Re: L'AMIGA e il bruco
      - Scritto da: amigoaldo
      "...,mentre l'Amiga abbia puntato ad espandersi
      in una sfiancante rincorsa al
      PC,..."

      Come può un aereo (AMIGA) puntare ad una
      "sfiancante rincorsa di un bruco
      (PC)?

      L'AMIGA volava troppo alto per quei deficienti
      della
      Commodore.

      AldoStraquoto!!!.Se l'Amiga fosse ancora in produzione sarebbe sempre un passo avanti (ma anche due) al PC.
      • Zio scrive:
        Re: L'AMIGA e il bruco
        L'amiga è stato riprodotto anche in tempi relativamente recenti ma non è mai più stato prestante ed economico al pari di un pc, mi spiace dirlo perchè io nell'86 ho comprato uno dei primi amiga 1000, ma il sorpasso è avvenuto da oltre un decennio ed oggi un amiga non avrebbe più nemmeno senso, e più che col pc se la dovrebbe vedere col mac.
      • Piero Giuseppe scrive:
        Re: L'AMIGA e il bruco
        Se la giocherebbe con le più sofisticate stazioni di lavoro Unix.
    • non programmatore scrive:
      Re: L'AMIGA e il bruco
      Volava tanto alto che un missile (il Macintosh) lo ha abbattutto :-) La sapete la storia di Star Trek IV? A un certo punto Scotty e McCoy vanno da un ingegnere degli anni '80 per offrirgli la molecola che avrebbe potuto avere delle realizzazioni rivoluzionarie. Scotty si accomoda al computer e gli parla. Nessuna risposta. Allora gli fanno notare il mouse: lui lo prende in mano e fa: "computer". Alle sue spalle l'ingegnere piuttosto imbarazzato gli indica la tastiera. "La tastiera...molto pittoresco". Ecco: quel computer sarebbe dovuto essere un Amiga, ma i dirigenti si fecero sfuggire l'occasione, e ovviamente si inserì Steve Jobs :-)
      • Cristian F. scrive:
        Re: L'AMIGA e il bruco
        - Scritto da: non programmatore
        Volava tanto alto che un missile (il Macintosh)
        lo ha abbattutto :-) La sapete la storia di Star
        Trek IV? A un certo punto Scotty e McCoy vanno da
        un ingegnere degli anni '80 per offrirgli la
        molecola che avrebbe potuto avere delle
        realizzazioni rivoluzionarie. Scotty si accomoda
        al computer e gli parla. Nessuna risposta. Allora
        gli fanno notare il mouse: lui lo prende in mano
        e fa: "computer". Alle sue spalle l'ingegnere
        piuttosto imbarazzato gli indica la tastiera. "La
        tastiera...molto pittoresco". Ecco: quel computer
        sarebbe dovuto essere un Amiga, ma i dirigenti si
        fecero sfuggire l'occasione, e ovviamente si
        inserì Steve Jobs
        :-)La realta' e' un po diversa, ma purtroppo in maniera tragica per la commodore.La produzione chiese alla commodore una macchina da usare in quella scena e loro cosa fecero? dissero alla produzione di star trek: chiamate il nostro commerciale , vi fara' avere una macchina ad un buon prezzo.Allora chiesero la stessa cosa alla apple e cosa fece la apple: mando' due mac gratis! :-)
        • Erettile scrive:
          Re: L'AMIGA e il bruco
          Sara' vera questa cosa ? Qual e' la fonte ? Solo questo post su PI o c'e' dell'altro ?- Scritto da: Cristian F.
          La produzione chiese alla commodore una macchina
          da usare in quella scena e loro cosa fecero?
          dissero alla produzione di star trek: chiamate il
          nostro commerciale , vi fara' avere una macchina
          ad un buon
          prezzo.
          Allora chiesero la stessa cosa alla apple e cosa
          fece la apple: mando' due mac gratis!
          • The FoX scrive:
            Re: L'AMIGA e il bruco
            Anch'io conosco la storia nella versione "Commodore tacagna e pocolungimirante ed Apple brillante e generosa... e dall'occhio lungo".
    • Shu scrive:
      Re: L'AMIGA e il bruco
      - Scritto da: amigoaldo
      "...,mentre l'Amiga abbia puntato ad espandersi
      in una sfiancante rincorsa al
      PC,..."

      Come può un aereo (AMIGA) puntare ad una
      "sfiancante rincorsa di un bruco
      (PC)?Purtroppo è stato così.Io, nel 90, ho comprato il 3000. Uno dei primi modelli, col Kickstart su RAM.9 milioni e mezzo di computer... ma li valeva praticamente tutti.Un anno dopo è uscito il 1200 e il 4000. Belle macchine. Peccato che avessero proXXXXXri a 14 e 25 MHz, mentre i 486 iniziavano a essere DX2 o DX4 a 50-66 MHz.Ma ancora potevano fare qualcosa, grazie al parallelismo hardware.Un anno dopo il 4000 era ancora a 25 MHz, mentre i Pentium arrivavano a 90-100 MHz. E i prezzi iniziavano a essere inferioriHo preso la CyberVision64, pagata 800.000 lire. Le VGA costavano la metà e avevano il chip successivo (Trio64 la mia, Virge le VGA).Ho ordinato in USA 4 MB di RAM e un disco SCSI da 108 MB. Oltre un milione di spesa.Volevo prendere il PowerPC a 180 MHz (per fortuna non l'ho fatto, visto cosa è sucXXXXX in seguito): quasi 2 milioni, mentre ormai con 2 milioni prendevi un PC completo.Nel 96 infatti ho speso 1.8 milioni per un Pentium MMX 200, 64 MB, Mach64 con 8 MB onboard, 4 GB di disco, lettore DVD, Soundblaster64, scheda Ethernet e monitor.Per arrivare alle stesse prestazioni con il 3000 avrei dovuto spendere altri 800.000 per la CV3D (che comunque aveva il VirgeDX, inferiore al Mach64), 2 milioni per la PPC, 200.000 per la RAM, 600.000 per la Delphina (se non ricordo male il nome). Per fortuna avevo già il computer e la scheda di rete (pagata 80.000 lire per una 10 MBit usata...), altrimenti sarebbe costato oltre il doppio (per esempio prendendo un 4000 nuovo)E sul PC ci girava di tutto, con Windows o con Linux, mentre sull'Amiga non c'era praticamente niente che sfruttasse il PPC o il 3D della CV3D.Nel 93 l'Amiga ha iniziato ad agonizzare.Nel 96-97 è diventata praticamente inutile ai fini pratici, ed è sopravvissuta solo come nostalgia e per gli smanettoni.Anche Linux era in mano agli smanettoni in quel periodo, ma Linux cresceva, l'Amiga moriva.E te lo dico con tanta nostalgia, ma per fortuna me ne sono accorto in tempo e l'ho abbandonata.
      L'AMIGA volava troppo alto per quei deficienti
      della
      Commodore.Ecco, questo è stato il vero problema. Erano convinti di vivere ai tempi del 64: poche espansioni, 10 anni con lo stesso hardware.L'Amiga è morta. Viva AROS.Bye.
  • 3my78 scrive:
    che mondo di ricordi
    Commodore, Amstrad :D Troppi bei ricordi :)http://3my78.blogspot.com/
  • Proton scrive:
    C'è anche la versione laptop
    http://benheck.com/04-05-2009/commodore-64-original-hardware-laptopPer la versione netbook, invece, c'è ancora da aspettare :-)
    • panda rossa scrive:
      Re: C'è anche la versione laptop
      - Scritto da: Proton
      http://benheck.com/04-05-2009/commodore-64-origina

      Per la versione netbook, invece, c'è ancora da
      aspettare
      :-)Quello li' e' davvero un grande e ha tutta la mia ammirazione.
    • gino panino scrive:
      Re: C'è anche la versione laptop
      - Scritto da: Proton
      http://benheck.com/04-05-2009/commodore-64-origina

      Per la versione netbook, invece, c'è ancora da
      aspettare
      :-)SPETTACOLARE!!!!!!!! :p
    • aytin scrive:
      Re: C'è anche la versione laptop
      Lo voglio!!!
    • Commodorian o scrive:
      Re: C'è anche la versione laptop
      *Superbo*!!! (c64):o(c64)
    • Roller scrive:
      Re: C'è anche la versione laptop
      CheXXXXXta pazzesca! (c64)E poi... quello sì che è istant ON! Il mio Modernissimo Superpotente Laptop™ stracciato da un Commodore 64 (rotfl)
    • Northern scrive:
      Re: C'è anche la versione laptop
      - Scritto da: Proton
      http://benheck.com/04-05-2009/commodore-64-origina

      Per la versione netbook, invece, c'è ancora da
      aspettare
      :-)RESPECT, altro che MacBook Air ;) ;) ;)
  • The FoX scrive:
    Giusto per...
    trollare un po'...ALLA FACCIA DELLO SPECTRUM!!!! :D(rotfl)(c64) 8) 8)(troll4)(troll3)(troll2)(troll1)(troll)
    • Guido scrive:
      Re: Giusto per...
      - Scritto da: The FoX
      trollare un po'...

      ALLA FACCIA DELLO SPECTRUM!!!! :D(rotfl)(c64) 8)
      8)
      SACRILEGIO!!!! :D
      • lroby scrive:
        Re: Giusto per...
        - Scritto da: Guido
        - Scritto da: The FoX

        trollare un po'...



        ALLA FACCIA DELLO SPECTRUM!!!! :D(rotfl)(c64)
        8)

        8)



        SACRILEGIO!!!!


        :DScusa l'msx lo vuoi lasciare da parte?? LROBY
    • pluto scrive:
      Re: Giusto per...
      A me i miei genitori vollero comprare un MSX VG-8020 della Philips (http://it.wikipedia.org/wiki/File:MSX_Philips_VG8020.jpg)... Ho finalmente coronato il sogno di avere un C64 solo dopo che mi sono sposato ed ho scoperto che mia moglie ne aveva uno!Comunque lo Spectrum ZX (http://en.wikipedia.org/wiki/File:ZXSpectrum48k.jpg) era uno spettacolo: morbidi tasti in gomma e le dimensioni giuste per entrare nella tasca di una giacca.
      • nome cognome scrive:
        Re: Giusto per...
        L'unico problema è che quel tastierino di morbida gomma aveva la tendenza a scassarsi troppo spesso, l'ho cambiato due volte prima di rendermi conto con ORRORE che non era più possibile trovarli.Da allora il mio fiero Spectrum è rimasto nell'armadio in attesa di trovare una soluzione di sostituzione (nella speranza che le cassette siano ancora leggibili). :-(Nel frattempo ho continuato usando i +4, C16 e chiaramente C64.Quella si che era informatica!
        • saxabar scrive:
          Re: Giusto per...
          - Scritto da: nome cognome
          L'unico problema è che quel tastierino di morbida
          gomma aveva la tendenza a scassarsi troppo
          spesso, l'ho cambiato due volte prima di rendermi
          conto con ORRORE che non era più possibile
          trovarli.Se guardi su ebay ogni tanto ci sono membrane nuove fatte apposta per non rovinarsi
      • enno scrive:
        Re: Giusto per...
        - Scritto da: pluto
        A me i miei genitori vollero comprare un MSX
        VG-8020 della Philips
        (http://it.wikipedia.org/wiki/File:MSX_Philips_VG8
        Ho finalmente coronato il sogno di avere un C64
        solo dopo che mi sono sposato ed ho scoperto che
        mia moglie ne aveva
        uno!

        Comunque lo Spectrum ZX
        (http://en.wikipedia.org/wiki/File:ZXSpectrum48k.jQuello sì che era un computer... anch'io avevo il VG8020. Purtroppo aveva il basic e l'ms-dos della Micro Soft, ma questo era il suo unico difetto... Oltre al manuale di "programmazione" in basic (che ho recentemente ritrovato; con tanto di spiegazioni sulle sprite) ci potevi giocare a molti giochi (molti arrivavano dallo ZX Spectrum) e lavorare... aveva due porte seriali per i joystick, una tastiera degna di tale nome (sebbene plasticosa come già detto) io e mio padre ci avevamo fatto montare 2 drive floppy da 720k, poi avevamo anche il modem (non ricordo la velocità ma credo di qualche migliaio di baud). Mio padre lo usava come titolatrice video. Credo che venisse usata ai quei tempi dalla RAI per scrivere RAIUNO, RAIDUE, RAITRE in basso a destra. Aveva anche un software in grado di fare delle animazioni bidimensionali... Si facevano due immaginette, si disegnava un percorso e queste lo seguivano! Stò parlando degli anni 80 pero'! Che tempi...
        • enno scrive:
          Re: Giusto per...
          Dimenticavo di dire che il manuale di programmazione lo davano "di serie". Ho poi confuso il discorso della tastiera dello spectrum, io parlavo logicamente di quella dell'MSX. I tasti erano in plastica e facevano strani giochi e rumori, ma hanno funzionato per anni.
      • Zio scrive:
        Re: Giusto per...
        - Scritto da: pluto
        Comunque lo Spectrum ZX
        era uno spettacolo: morbidi tasti in gomma e Su cui facevi fatica a scrivere qualsiasi cosa...
        le dimensioni giuste per entrare nella tasca
        di una giacca.Si, assieme all'alimentatore ed al televisore! ;-)
      • Erettile scrive:
        Re: Giusto per...
        - Scritto da: pluto
        A me i miei Orrore.
        Ho finalmente coronato il sogno di avere un C64
        solo dopo che mi sono sposato ed ho scoperto che
        mia moglie ne aveva
        uno!Matrimonio d'interesse dunque.
    • The Punisher scrive:
      Re: Giusto per...
      Si si.... (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Beccati questo allora!http://www.alfonsomartone.itb.it/rqftcg.html[img]http://www.theoldcomputer.com/Libarary%27s/Emulation/Spectrum/zxspectrum_48k.jpg[/img]-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 maggio 2009 10.04-----------------------------------------------------------
      • CBM 64 scrive:
        Re: Giusto per...
        Ridicolo quando dice che l'audio dello spectrum è meglio del SID.Per chi volesse leggere la risposta a Martonehttp://utenti.lycos.it/Gab72/
        • Zio scrive:
          Re: Giusto per...
          - Scritto da: CBM 64
          Ridicolo quando dice che l'audio dello spectrum è
          meglio del
          SID.Quoto, me lo ricordo benissimo, non c'era neppure paragone, mi pare che non fosse nemmeno polifonico lo spectrum, l'unica cosa che era in grado di riprodurre lo spectrum era una serie di beep, poi qualcuno grazie ad uno stratagemma software riuscì a fargli fare di più, addirittura a simulare una sorta di campionato, ma... non li si può neppure paragonare.
Chiudi i commenti