Nomine/ Anguilletti alla guida di Red Hat Italia

Annuncio

Milano – Red Hat ha annunciato la nomina di Gianni Anguilletti a Country Sales Manager per l’Italia. “In questo ruolo – si legge in una nota – avrà la responsabilità di gestire e coordinare le attività commerciali dell’azienda in Italia, e l’obiettivo di consolidare ed incrementare il market share esistente”.

“Vorrei sottolineare – ha dichiarato Anguilletti – come l´espansione della filiale locale, che proseguirà con l’assunzione di nuove risorse tecniche e commerciali, sia la più concreta testimonianza della volontà di Red Hat di continuare ad investire nel nostro mercato, ad ulteriore garanzia delle collaborazioni strategiche che sono state e continueranno ad essere instaurate con i nostri clienti”.

Prima di entrare in Red Hat, Gianni Anguilletti ha ricoperto diversi ruoli manageriali in Business Objects, Think3 Incorporated e PTC (Parametric Technology Corporation).
Sposato, con un figlio, è nato a Bologna nel 1964.

Red Hat Italia è a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • AnyFile scrive:
    soliti due peesi e due misure
    soliti due peesi e due misureSe un ladro entra in una ditta, mica si e' obbligati a presntare denuncia (la lista dei reati per cui e' obbligatori presentare denuncia e' molto piccola)e se uno entra puo' scartabellare come vuole nell'archivio cartceo.ma si sa e' l'informatica ad essere pericolosa .... i vecchi sistemi sono invece sicuri.
    • Rief scrive:
      Re: soliti due peesi e due misure
      - Scritto da: AnyFile
      soliti due peesi e due misure

      Se un ladro entra in una ditta, mica si e'
      obbligati a presntare denuncia (la lista dei
      reati per cui e' obbligatori presentare denuncia
      e' molto
      piccola)

      e se uno entra puo' scartabellare come vuole
      nell'archivio
      cartceo.

      ma si sa e' l'informatica ad essere pericolosa
      .... i vecchi sistemi sono invece
      sicuri.Due pesi e due misure per due cose differenti. A meno che il ladro in questione non rubi milioni di cartelle contenenti milioni di dati non è possibile paragonare il danno materiale a uno informatico perchè un hardisk di un'azienda può contenere milioni di dati personali. Dati che sono già pronti per essere macinati da altri elaboratori. Secondo me è + pericoloso il reato informatico, quindi va reso noto.Comunque anche se si trattasse di due pesi e due misure mi sembra eccessivo attaccare così la scelta dell'UE: è una buona norma finalizzata a salvaguardare gli utenti finali e non danneggia nessuna compagnia.
      • Anonimo scrive:
        Re: soliti due peesi e due misure
        - Scritto da: Rief


        Due pesi e due misure per due cose differenti. A
        meno che il ladro in questione non rubi milioni
        di cartelle contenenti milioni di dati non è
        possibile paragonare il danno materiale a uno
        informatico perchè un hardisk di un'azienda può
        contenere milioni di dati personali. Dati che
        sono già pronti per essere macinati da altri
        elaboratori. Secondo me è + pericoloso il reato
        informatico, quindi va reso
        noto.Beh, e se ti entrano in ditta e ti rubano i pc con quegli stessi hard disk? E' la stessa cosa...
        Comunque anche se si trattasse di due pesi e due
        misure mi sembra eccessivo attaccare così la
        scelta dell'UE: è una buona norma finalizzata a
        salvaguardare gli utenti finali e non danneggia
        nessuna
        compagnia.Sì, infatti il post originale mi sembrava scritto soltanto per polemizzare...
        • Rief scrive:
          Re: soliti due peesi e due misure
          - Scritto da:
          Beh, e se ti entrano in ditta e ti rubano i pc
          con quegli stessi hard disk? E' la stessa
          cosa...Non ci avevo pensato, probabilmente dovrebbero applicare la legge ad ogni reato che possa recare problemi all'utente tramite le informazioni dell'azienda.
          Sì, infatti il post originale mi sembrava scritto
          soltanto per
          polemizzare...Sono felice di trovare qualcuno con un pò di sale in zucca su questo forum (geek)
  • Anonimo scrive:
    Traduzione della notizia
    "le autorità nazionali avranno la possibilità di coordinare al meglio le strategie per il recupero di dati sensibili o per difendere le proprietà private degli utenti registrati"Lo sapete questo che vuol dire, vero?Riflettete un attimo.Bravi. Ci siete arrivati!(cylon)"Ehi! Ma guarda quante perdite di dati sensibili" "Perso laptop con migliaia di numeri di carte di credito (vedi notizie USA)""A rischio la sicurezza di milioni di utenti"Etc etc etc con titoloni sui giornali.Ma loro sono bravi e hanno già trovato la soluzione!Basta che sui nuovi computer ci sia installato un CERTO chip, con ALCUNI sistemi di sicurezza che BLINDANO il computer contro i cattivoni malintenzionati.E voilà! Tutto si risolve magicamente."E tu cosa aspetti a implementarlo? Mica vorrai che qualche "Acher" si compri il computer nuovo con la tua carta di credito, vero?"Ed ecco i nuovi titoloni dei giornali:"Trovato il modo per fermare le perdite di dati. Basta il CHIP 1984!"etc etc etc:'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Traduzione della notizia
      In ambito aziendale, perche' no ?Se il chip puoi' disabilitarlo, perche' no ?Se viene usato limitatamente alla protezione della privacy e non per tutelare fumosi copyright, perche' no ? Il "chip 1984" puo' anche andare a vantaggio degli utenti che lo usano come strumento di difesa dalle corporation "brutte e cattive".Dipende da chi ha la "chiave" di cosa.E' vero, c'e' il ragionevole rischio che la "chiave", il "controllo" sia sempre in mano loro (ma loro chi ?).Che il sistema venga usato in modo improprio e a danno/limitazione delle attivita' dell'utente (sia che siano illecite come una sorta di pre-crimine , sia che siano lecite).Pero' fare lo struzzo e rifiutare aprioristicamente ti toglie ogni possibilita' di correggere cio' che non va. Cosi' si che perdi il "controllo" !
    • Anonimo scrive:
      Re: Traduzione della notizia
      :-o basta, ti prego
  • Giambo scrive:
    Clippy
    L'assistente di MS-Office prossimamente aiutera' gli utilizzatori di Windows a creare il documento per la notifica ;)
  • Anonimo scrive:
    Notificassero come investono i soldi !!!
    Mi piacerebbe venisse pubblicato, euro per euro, come le banche investono i soldi dei depositi.Ne salterebbero fuori delle belle ....
    • Anonimo scrive:
      Re: Notificassero come investono i soldi
      - Scritto da:

      Mi piacerebbe venisse pubblicato, euro per euro,
      come le banche investono i soldi dei
      depositi.

      Ne salterebbero fuori delle belle ....


      sarebbe l'origine del Crash del Sistema (mondiale) e l'inizio di una Guerra.
    • frog scrive:
      Re: Notificassero come investono i soldi
      Nel caso di societa' quotate in borsa, e lo sono moltissime banche, i documenti ci sono, bilanci compresi.Sul sito della borsa trovi TUTTI i documenti societari.Ti faccio un' esempiohttp://www.borsaitaliana.it/bitApp/company.bit?target=SocQuotateBilrel&c_ndg=263&lang=itqui trovi i documenti di unicredit.Che i dati siano "affidabili" e' un altro discorso, che pero' si pone sempre e comunque, nel senso che se voglio raccontar balle lo faccio su un bilancio o su una relazione, e' uguale.--------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 settembre 2006 17.40-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: Notificassero come investono i soldi
        Modificato dall' autore il 14 settembre 2006 17.40
        --------------------------------------------------
        • frog scrive:
          Re: Notificassero come investono i soldi
          - Scritto da:

          In quella accozzaglia di documenti, oltre al
          bilancio, c'e' anche scritto COME investono i
          soldi depositati ? Tutti
          ?

          Io non lo ho trovato.
          Eh si.....in quell' accozzaglia di documenti, oltre al bilancio (che spiega come hanno investito i soldi) trovi anche come hanno intenzione di investire i prossimi.Per capirci qualcosa pero' bisogna studiare come leggere un bilancio.Senno' e' come dire: "in quell' accozzaglia di scritte, si capisce cosa fa' quel programma?" parlando di codice sorgente.
  • Anonimo scrive:
    E' giusto!
    Oggi come oggi casi del genere sono all'ordine del giorno, ma non è una bazzecola: spesso ci sono dati sensibili in ballo.Se lo so per tempo possiamo tutelarci!
    • Anonimo scrive:
      Re: E' giusto!
      Al di la dell'obbligo di notifica, se non erro i requisiti minimi di sicurezza (come richiesti da legislazione italiana) non erano mai stati messi su carta dalla legislazione europea.Cio e ' buono :)
      • Anonimo scrive:
        Re: E' giusto!
        Tanto finira' che gli utenti saranno gli ultimi ad essere informati.Oppure metteranno le informazioni pubbliche in modo "criptico", cosi' che se non hai un paio di lauree in informatica e giurisprudenza e' impossibile capire cosa cavolo e' successo.Stiamo a vedere...
Chiudi i commenti