Nomine/ Lamborghini presidente AICA

Annuncio

Milano – Il Consiglio Direttivo di AICA ha nominato Bruno Lamborghini alla Presidenza. Succede a Ivo De Lotto. AICA, Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico, come noto è un’Associazione che lavora per lo sviluppo delle conoscenze informatiche in tutti i suoi aspetti scientifici, economici, sociali ed educativi.

“Nel suo nuovo incarico Bruno Lamborghini, che è anche Vicepresidente di Olivetti e docente all’Università Cattolica di Milano – si legge in una nota – darà ulteriore impulso ai programmi che già hanno affermato AICA come punto di riferimento per studiosi, professionisti, e Istituzioni, e per la diffusione di massa delle competenze informatiche (Patente del Computer ECDL)”.

“Bruno Lamborghini – continua la nota – porta in AICA un’esperienza di spicco. Laureato in Economia a Bologna, ha ricoperto incarichi di crescente responsabilità nel Gruppo Olivetti negli ambiti della ricerca economica e delle strategie internazionali, dell’affermazione di Omnitel e Infostrada, della Presidenza di Olivetti Tecnost, sino all’incarico di Vicepresidente dell’attuale Olivetti. Ai vertici di EITO (l’osservatorio europeo del settore ICT) sino dalla fondazione e dell’Associazione Prometeia (il maggiore centro italiano di analisi e previsioni economiche), è stato anche presidente del Business Industry Advisory Board dell’OCSE, membro del comitato scientifico di Nomisma, presidente di Eurobit. Ha ricoperto incarichi in Confindustria e ha collaborato al Rapporto Bangemann sulla società dell’informazione in Europa. Autore di numerose pubblicazioni, ha accompagnato la pratica manageriale con un crescente impegno accademico, con interventi e incarichi in numerosi atenei a livello italiano ed internazionale negli ambiti dell’ICT, dell’economia industriale e dell’organizzazione d’impresa”.

AICA è a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Userà il flusso ottico?
    Immagino che il sistema dovrà usare una rappresentazione vettoriale, come il flusso ottico, se vogliono poter scalare le informazioni a qualsiasi risoluzione siano i videoclip da controllare
  • Anonimo scrive:
    e allora...
    ...salteranno fuori programmi che ribaltano il flusso videooppure che mischiano le scene/fotogrammi in maniera random per poi ricostruirle originali... :D
    • Anonimo scrive:
      Re: e allora...
      mi hai rubato le parole di bocca :D
    • Anonimo scrive:
      Re: e allora...
      - Scritto da:
      ...salteranno fuori programmi che ribaltano il
      flusso
      video
      oppure che mischiano le scene/fotogrammi in
      maniera random per poi ricostruirle
      originali...

      :D
      E quindi? Puoi comunque riottenere sempre l' originale... e su questi si puo' riapplicare il meccanismo di riconoscimentoA che ti serve averlo scombinato se chiunque puo' ricostruirlo? Pensi che un passaggio in piu' vanifichi il sistema di hashing? Rende solo un po' piu' complicato il processo.
      • Sgabbio scrive:
        Re: e allora...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ...salteranno fuori programmi che ribaltano il

        flusso

        video

        oppure che mischiano le scene/fotogrammi in

        maniera random per poi ricostruirle

        originali...



        :D



        E quindi? Puoi comunque riottenere sempre l'
        originale... e su questi si puo' riapplicare il
        meccanismo di
        riconoscimento
        A che ti serve averlo scombinato se chiunque puo'
        ricostruirlo? Pensi che un passaggio in piu'
        vanifichi il sistema di hashing? Rende solo un
        po' piu' complicato il
        processo.E se metto in condivisione un filmato con tale tecnologia, però quest'ultimo lo infilo in uno Zip/rar/7z ecc... che dovrebbe succederE?
        • Anonimo scrive:
          Re: e allora...
          - Scritto da: Sgabbio

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          ...salteranno fuori programmi che ribaltano il


          flusso


          video


          oppure che mischiano le scene/fotogrammi in


          maniera random per poi ricostruirle


          originali...





          :D






          E quindi? Puoi comunque riottenere sempre l'

          originale... e su questi si puo' riapplicare il

          meccanismo di

          riconoscimento

          A che ti serve averlo scombinato se chiunque
          puo'

          ricostruirlo? Pensi che un passaggio in piu'

          vanifichi il sistema di hashing? Rende solo un

          po' piu' complicato il

          processo.


          E se metto in condivisione un filmato con tale
          tecnologia, però quest'ultimo lo infilo in uno
          Zip/rar/7z ecc... che dovrebbe
          succederE??Tu cosa faresti?ScaricareEstrarreE siam da capo...
    • Anonimo scrive:
      Re: e allora...

      ...salteranno fuori programmi che ribaltano il
      flusso
      video
      oppure che mischiano le scene/fotogrammi in
      maniera random per poi ricostruirle
      originali...Figata, non vedo l'ora di vedere un film partendo dai titoli di coda :D
  • Anonimo scrive:
    Spreco
    Che spreco di risorse!Possibile che invece di inventarsi qualcosa di innovativo, le major devono ogni giorno ricorrere a questi trucchetti per rompere le scatole agli utenti (loro si, innovativi)?(cylon)
  • Anonimo scrive:
    bello questo trucco!
    chissà se è anche vero... per me non funziona, anche se mi piace l'idea!(newbie)
Chiudi i commenti