Non mi fanno bloccare i numeri 70x

Un lettore lamenta il fatto che i numeri 70x siano utilizzati non solo da provider e operatori ma anche da soggetti senza scrupoli che distribuiscono gli infausti dialer


Roma – Spett.le redazione, complimenti per la testata che leggo abitualmente. Vorrei esporvi una mia piccola esperienza che mi ha fatto dubitare della reale buona fede di Telecom Italia.

Nella mia ultima bolletta ho guardato il dettaglio dei costi, e ho notato che per le chiamate urbane (più di 4 ore) erano stati fatturati circa 40 euro, mentre altri 30 euro erano assegnati alle chiamate tramite “numerazione 70x” a fronte di meno di un’ora di chiamate.

Avendo più accessi a internet, alcuni dei quali usano normali numeri urbani e altri il numero 702xxxxxxx, sono rimasto abbastanza disorientato, perché sapevo che tale numero ha una tariffa equiparabile a quella urbana, quindi non capivo la consistenza dell’importo segnato.

Parlando con il 187 un’operatrice (peraltro molto gentile e che è andata anche al di là del suo regolamento nel rispondermi) mi ha spiegato che quell’importo era dovuto probabilmente all’uso di un numero con prefisso 709, quelli cioè spesso usati dai dialer, con tariffe molto più alte. Da una piccola indagine è risultato che mia madre, ignara del meccanismo truffaldino dei dialer, aveva scaricato delle suonerie da un noto portale, proprio tramite un numero del genere (ho ritrovato la connessione relativa in Accesso Remoto).

Ho allora chiesto al 187 la disattivazione dei numeri 709 dalla mia linea, ma sono venuto così a sapere che ciò non è possibile.

Ora mi chiedo: Perché permettere di disattivare 144 e 166 e non il 709? E se ho dei figli minorenni maniaci delle suonerie che mi prosciugano il conto solo per avere l’ultima hit sul cellulare, devo legarli?

Perché non dettagliare in bolletta quelle che sono due tipologie di chiamate (702 e 709) con tariffe radicalmente diverse, anziché riunirle sotto un’unica voce “70x”?

Non si pensa che dando un’indicazione chiara, l’utente la prossima volta potrebbe essere più attento?

Oppure lo si pensa, ma non lo si vuole fare per non perdere i “soldi facili” che si guadagnano sulla pelle di persone che potrebbero non sapere esattamente quanto spendono (considerando anche il caso segnalato da voi di dialer che non informano sui prezzi)?
A voi le riflessioni.

Cordiali saluti.
Matteo Risoldi

Caro Matteo, una delibera dell’Autorità TLC consente a tutti gli utenti di telefonia fissa di bloccare una serie di numeri telefonici in uscita e tra questi anche il 709. Stupisce quindi la risposta del 187 a fronte di una situazione ben nota e diffusa.
Va detto, però, che vi sono non pochi servizi internet che sfruttano proprio il 709 (come il PI+ Free Internet di Punto Informatico) e quindi rimangono del tutto valide le tue osservazioni: perché consentire che i dialer, da molti mesi sotto accusa perché spesso e volentieri ingannano l’utente internet, vengano appoggiati su queste numerazioni? A chi fa comodo?
Un saluto, a presto, la Redazione

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • dody alfa9 scrive:
    SITO FERROVIE STATO
    sono andato sul sito delle ferrovie per acquistare un biglietto andata e ritorno napoli firenze ma non mi da il ritorno!!!! assurdo !!!! ho provato in tutti i modi !!!
  • decampo94 scrive:
    Abbonamenti con grafica diversa
    Anche io stampo i biglietti da internet è molto meglio che fare la colonna in stazione (una volta a momenti perdo il treno) però i controllori su da noi al Nord sono aggiornati! :D
  • Anonimo scrive:
    finto problema...
    L'importante in fin dei conti è solo che non ti fanno la multa...Se ti irrita aspettare 3 minuti invece di 3 secondi (quando di tempo non ne perdi, tanto il treno meno di 15 minuti non ci mette) o che gli altri ti guardino come uno che voleva fare il furbo (sicuro che non sia solo curiosità ?) son problemi tuoi, mica delle FS !Suvvia, da come lo descrivi questo servizio è ottimo, inoltre non ha senso sparare contro le FS per qualsiasi cavillo, ma diamo onore al merito quando vi è la possibilità.
  • Anonimo scrive:
    A me non interessa
    Piuttosto che parlare con quel cane di bigliettaro la mattina presto, che mi irrita non poco, e a momenti mi fa pigliare una multa per una sua negligenza, preferisco comprare online.... altrimenti potrei uccidere qualcuno
    • Anonimo scrive:
      Re: A me non interessa (allora fai cosi)
      - Scritto da: HateTheWorld
      Piuttosto che parlare con quel cane di
      bigliettaro la mattina presto, che mi irrita
      non poco, e a momenti mi fa pigliare una
      multa per una sua negligenza, preferisco
      comprare online.... altrimenti potrei
      uccidere qualcunoma perche uccidere qualcuno niente cambia ci sarà qualcunaltro da uccidere, poi ancora un altro poi ancora un altro ......., il problema sei tu quindi sparati, staremo più larghi e contenti
      • Anonimo scrive:
        Re: A me non interessa (allora fai cosi)
        facciamo allora un omicidio suicidio. uccido te e poi mi sparo... così ci sono due clown in meno.
  • Anonimo scrive:
    E le obliteratrici che non obliterano?
    Qualcuno di voi non ha qualche vagone di nastri per mini-stampante da regalare alla stazione di Milano Lambrate, dove uno oblitera il biglietto e il biglietto se ne esce sano e pulito come mamma l'ha fatto salvo il solo buchetto?E non vi passi per la testa di infilarlo nella macchinetta una seconda volta! Guai! Sareste tacciati di frode per aver viaggiato due volte con lo stesso biglietto!Possibile che si debba sempre questionare con il controllore? "ma no, ma no, scorra la mano dietro la carta, sente che si percepisce la timbratura un po' in rilievo? sente?" "ma no, guardi bene, da vicino, vedra' la M di Milano, poi segua i puntini grigi fino in fondo e vede un 9, di settembre; adesso guardi i numeri prima, intravedera' la data di oggi"
    • Anonimo scrive:
      Re: E le obliteratrici che non obliterano?
      - Scritto da: Smarmittaz
      "ma no, ma no, scorra la mano dietro la
      carta, sente che si percepisce la timbratura
      un po' in rilievo? sente?"
      "ma no, guardi bene, da vicino, vedra' la M
      di Milano, poi segua i puntini grigi fino in
      fondo e vede un 9, di settembre; adesso
      guardi i numeri prima, intravedera' la data
      di oggi"Magari col kit del piccolo chimico anche loro potranno vedere tracce d'inchiostro sul biglietto. tranquillo, anche a Monza è così!
  • Anonimo scrive:
    Perché cambiano la grafica?
    Forse la cambiano perché se gli abbonamenti online avessero la stessa grafica di quelli venduti in stazione allora sì che sarebbero falsificabili, basterebbe un buon scanner e un programma di grafica. Ciò non toglie che allo stesso modo si potrebbe falsificare anche un abbon. online (non li ho visti e non so che grafica hanno). Ma forse avranno calcolato che il rischio è minore.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perché cambiano la grafica?
      Possono anche cambiarla la grafica (che ne so, nel marasma della PA si fa prima a inventare un nuovo biglietto invece che cercare il vecchio formato), basta solo che poi informino i controllori...
  • Anonimo scrive:
    Re: e non succede solo con gli abbonamenti...

    cosa accade quando ci si
    trova in una stazione periferica priva di
    biglietteria (per ridurre i costi del
    personale) e con la biglietteria automatica
    fuori servizio e con il
    tabaccaio/bar/rivendita di biglietti piu`
    vicina a 12Km!Te lo dico io. Accade che sali sul treno senza biglietto e chiedi di fare il biglietto senza soprattasse (e' tuo diritto). Quindi spendere 10 minuti per attraversare il treno: infatti l'interlocutore e' necessariamente il capotreno, perche' lo scagnozzo di turno non si assume mai responsabilita'. Dovrai in seguito subire 10 minuti di interrogatorio sul perche' e il percome non hai fatto 12 insignificanti km per comprare un biglietto. Infine ti dovrai subire altri 10 minuti di sbuffate e imprecazioni a mezza bocca (quando non insinuazioni sulla propria onesta') durante l'estenuante fatica di staccare un tagliando. -- Ciao,the_speck
    • Anonimo scrive:
      Re: e non succede solo con gli abbonamenti...
      Ecco perche' io ho smesso di viaggiare nelle tratte locali !!!! :-)Se debbo prendere il treno faccio solo viaggitra stazioni primarie con tanto di biglietteria,personale, etc..etc..Troppe scocciature.Bye- Scritto da: the_speck

      cosa accade quando ci si

      trova in una stazione periferica priva di

      biglietteria (per ridurre i costi del

      personale) e con la biglietteria
      automatica

      fuori servizio e con il

      tabaccaio/bar/rivendita di biglietti piu`

      vicina a 12Km!

      Te lo dico io. Accade che sali sul treno
      senza biglietto e chiedi di fare il
      biglietto senza soprattasse (e' tuo
      diritto). Quindi spendere 10 minuti per
      attraversare il treno: infatti
      l'interlocutore e' necessariamente il
      capotreno, perche' lo scagnozzo di turno non
      si assume mai responsabilita'. Dovrai in
      seguito subire 10 minuti di interrogatorio
      sul perche' e il percome non hai fatto 12
      insignificanti km per comprare un biglietto.
      Infine ti dovrai subire altri 10 minuti di
      sbuffate e imprecazioni a mezza bocca
      (quando non insinuazioni sulla propria
      onesta') durante l'estenuante fatica di
      staccare un tagliando.

      --
      Ciao,
      the_speck
      • Anonimo scrive:
        Re: e non succede solo con gli abbonamenti...

        Se debbo prendere il treno faccio solo viaggi
        tra stazioni primarie con tanto di
        biglietteria,
        personale, etc..etc..Beh, Novara, ad esempio, SAREBBE una stazione principale... Ma la biglietteria chiude alle 21.30. Pero' uno puo' sempre prendere il taxi fino a Milano e fare li' il biglietto :-)-- Ciao,the_speck
    • Anonimo scrive:
      Re: e non succede solo con gli abbonamenti...

      Te lo dico io. Accade che sali sul treno
      senza biglietto e chiedi di fare il
      biglietto senza soprattasse (e' tuo
      diritto). Non in tutta Italia. Il biglietto te lo fanno ma ti dicono che una disposizione regionale (Friuli) non consente di fare il biglietto in treno senza ammenda visto che uno poteva prendersi preventivamente un biglietto chilometrico in vista del suo viaggio non appena passava davanti al rivenditore, fosse anche a 5 Km. Stesso discorso per le biglietterie chiuse di notte, visto che il biglietto lo puoi fare altrove, (in un bar a 5 km, seppure in città) puoi avere il biglietto in treno. Ma con la multa.
      • Anonimo scrive:
        Re: e non succede solo con gli abbonamenti...
        - Scritto da: FS care e inadeguate!


        Te lo dico io. Accade che sali sul treno

        senza biglietto e chiedi di fare il

        biglietto senza soprattasse (e' tuo

        diritto).

        Non in tutta Italia. Il biglietto te lo
        fanno ma ti dicono che una disposizione
        regionale (Friuli) non consente di fare il
        biglietto in treno senza ammenda visto che
        uno poteva prendersi preventivamente un
        biglietto chilometrico in vista del suo
        viaggio non appena passava davanti al
        rivenditore, fosse anche a 5 Km. Stesso
        discorso per le biglietterie chiuse di
        notte, visto che il biglietto lo puoi fare
        altrove, (in un bar a 5 km, seppure in
        città) puoi avere il biglietto in treno. Ma
        con la multa.Confermo provincia di Milano biglietteria chiusa se sali sul treno di becchi 5euro di soprattassa(che rappresentano il 200% del costo del biglietto!)E poi dicono sventolandolo ai quattro venti che le ferrovie sono in attivo... i costi aumentano i servizi diminuiscono... non è un miracolo
  • Anonimo scrive:
    Re: e non succede solo con gli abbonamenti...


    cosa accade quando ci si trova in una
    stazione periferica priva di biglietteria
    (per ridurre i costi del personale) e con
    la biglietteria automatica fuori servizio
    e con il tabaccaio/bar/rivendita di
    biglietti piu` vicina a 12Km!
    Ad esempio quella di Venzone (UD): senza personale, senza biglietteria automatica, la rivendita piu' vicina a circa 5km, e neanche una bacheca con gli orari!
    • Anonimo scrive:
      Re: e non succede solo con gli abbonamenti...
      - Scritto da: TeO:-)
      Ad esempio quella di Venzone (UD): senza
      personale, senza biglietteria automatica, la
      rivendita piu' vicina a circa 5km, e neanche
      una bacheca con gli orari!Evidentemente dopo il terremoto si sono dimenticati di ricostruire qualcosa... :(Mandi MailMaster C.
      • Anonimo scrive:
        Re: e non succede solo con gli abbonamenti...


        Evidentemente dopo il terremoto si sono
        dimenticati di ricostruire qualcosa...
        :(
        Già...ciao.TeO:-)
    • Anonimo scrive:
      Re: e non succede solo con gli abbonamenti...
      - Scritto da: TeO:-)



      cosa accade quando ci si trova in una

      stazione periferica priva di biglietteria

      (per ridurre i costi del personale) e con

      la biglietteria automatica fuori servizio

      e con il tabaccaio/bar/rivendita di

      biglietti piu` vicina a 12Km!


      Ad esempio quella di Venzone (UD): senza
      personale, senza biglietteria automatica, la
      rivendita piu' vicina a circa 5km, e neanche
      una bacheca con gli orari!Idem per Mestre:ma forse lo fanno apposta: il biglietto, di notte, si fa sul treno e a farlo non sono certo tutti...
Chiudi i commenti