Non tutte le vie milanesi sono domini?

Ne parla un lettore che, in risposta dell'iniziativa riconducibile ad uno dei candidati a sindaco della città, ha registrato un singolare dominio .it
Ne parla un lettore che, in risposta dell'iniziativa riconducibile ad uno dei candidati a sindaco della città, ha registrato un singolare dominio .it


Milano – Un candidato al trono di Milano si è fatto registrare domini.it relativi ai nomi di tutte le vie della città, nello stile via-nome.it.

Peccato (o per mia fortuna) che ha sbagliato a registrare il nome della via di casa mia. Così il nome corretto, nel suo stesso stile – di cui mi auguro che non pretenda il copyright – lo ho potuto registrare io.

È come se avesse registrato “Battista Pergolesi” invece di “Giovanni Battista” (la via parallela). Oppure “Paolo Pasolini” anziché “Pier Paolo” (cui non sono dedicate – ovviamente – vie a Milano). Ha però registrato correttamente Filippo Tommaso Marinetti.

In molte città italiane, il musicista del XVI secolo Pierluigi da Palestrina viene ricordato nella toponomastica con il nome incompleto “Pierluigi” o addirittura “Pier Luigi”, che è il suo secondo nome: il suo nome corretto è invece Giovanni Pierluigi .

Anni fa lo stesso Comune di Milano, per primo e forse unico in Italia, ha provveduto a sostituire tutte le 24 targhe di marmo per ovviare all’errore. Un candidato Sindaco non dovrebbe informarsi prima di registrare (o farsi registrare) alla cieca uno stradario superato?

Enzo (Milano)

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

28 12 2005
Link copiato negli appunti