Non vedi l'ora? Chiedila a Seiko Brightz

Il tuo polso ne sarà felice, il tuo portafogli un po' meno

Per tutti gli appassionati di orologi e per i collezionisti, l’orologio Seiko Brightz può rappresentare un pezzo che non può mancare al proprio polso. La particolarità del prodotto risiede non tanto nel materiale con cui è costruito o nella precisione della meccanica o del movimento a quarzo, quanto nel pannello del display.

Infatti, il Seiko Brightz implementa uno schermo a matrice attiva basato sulla tecnologia E Ink, grazie alla quale l’orologio è in grado di mostrare l’ora agli utenti con un rendering di 80.000 pixel e quattro differenti tonalità di grigio.

Seiko Brightz

La risoluzione di 300 dpi in uno schermo così ridotto permette di avere immagini ed animazioni nitide e incredibilmente definite, perfettamente visibili anche con un angolo di visuale pari a 180°. Questo schermo permette un notevole risparmio energetico, consentendo così un’incredibile autonomia della batteria integrata.

Inoltre, la precisione dell’orologio deriva dal fatto che è radiocontrollato, ossia è mantenuto sincronizzato via radio con segnali emessi dalle stazioni del Giappone, degli Stati Uniti, della Germania e dal Regno Unito, con un riferimento di tempo standard, come un orologio atomico.

A fronte di tutte queste peculiarità, ovviamente, resta l’aspetto negativo del prezzo: Amazon.jp vende il dispositivo a 84.000 yen, pari a circa 750 euro. Per ora sul portale giapponese di Amazon è possibile solo effettuarne il pre-order, in quanto le consegne inizieranno a partire dal 3 Dicembre prossimo.

( via CrunchGear )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    Incredibile
    400mila dollari se il probabile film incasserà più di 60.000.000 di dollari... lo 0.67% circa... troppo buoni. 100mila se si farà anche un sequel... mitici."Il mio scritto è diventato un film da oltre 60.000.000 di dollari!!!""e quanto hai guadagnato?""Niente""Bel XXXXX!"Piuttosto, fossi in uno di quei poveracci che parteciperanno, cederei il mio scritto ad una piccola casa di produzione.
    • desyrio scrive:
      Re: Incredibile
      - Scritto da: ...
      400mila dollari se il probabile film incasserà
      più di 60.000.000 di dollari... lo 0.67% circa...
      troppo buoni.

      100mila se si farà anche un sequel... mitici.

      "Il mio scritto è diventato un film da oltre
      60.000.000 di
      dollari!!!"
      "e quanto hai guadagnato?"
      "Niente"
      "Bel XXXXX!"

      Piuttosto, fossi in uno di quei poveracci che
      parteciperanno, cederei il mio scritto ad una
      piccola casa di
      produzione.Per curiosità, sai quanto prende uno sceneggiatore rispetto ai ricavi?400k su 60M lordi non mi sembra pochissimo; ovviamente poi 400k su 600M inizierebbe ad essere ridicolo...Personalmente credo che potrebbe esserci un target per l'offerta, magari persone che hanno un'idea che riescono a buttare giù ma non sviluppare completamente per incompetenza o incapacità (normalissimo, anche io sarei tra questi), ed a cui avere integrazioni da altri utenti e poter vedere realizzata la propria idea, può far piacere.
      • gnugnolo scrive:
        Re: Incredibile
        Sempre 2 pesi e 2 misure:http://punto-informatico.it/3047885/PI/News/usa-15-milioni-dollari-spoiler.aspxSe vieni tu a ripararmi il PC ti pago 10 euro l'ora... se vengo io a riparare il tuo mi paghi 200 euro l'ora...Fanno leva sulla fame di notorietà della gente per fare schiavismo... nulla di più, nulla di meno...
  • western scrive:
    ma si diamogli anche il c....
    ormai si va su fischiabook, e si lasciano tutti i dati, aggratis, poi ci mettiamo a scrivere libri, sceneggiature ecc, sempre aggratis...ma si, poi però non ci si lamenti se i film vengono scaricati sempre aggratis..Attenzione alle clausole, in alcune sembra che qualche grande industria web possa venire a casa tua a suo piacimento e farti il c... tutto rigorosamente aggratis..
  • gnugnolo scrive:
    Double Standard...
    ...titolo inglese visto che all'autore piace l'inglese (filmmaker e contest invece che cineasti e concorso...), ossia 2 pesi e 2 misure. Quando si tratta dei loro diritti, le major ci mettono mille paletti e costano cari, quando si tratta di quelli degli altri invece sono blandi, mere prese in giro e da 4 soldi...
Chiudi i commenti