NONSTOP, a Bari il 20 dicembre

Appuntamento del gruppo ArtExpo, nato su Internet


Roma – Venerdì 20 dicembre 2002 l’Artoteca Vallisa ed il Centro Interculturale Abusuan ospitano, negli spazi espositivi di Strada Vallisa n° 11 di Bari (centro storico), “NONSTOP”, quarto appuntamento del gruppo artistico ArtExpo.

“Il gruppo – si legge in una nota – nato su internet il 13 Marzo 2001, conta oggi oltre 1000 artisti provenienti da ogni parte del globo, tutti uniti da un’unica volontà: comunicare attraverso l’arte, un linguaggio che supera i vincoli linguistici, ogni barriera politica o geografica ed unisce ogni religione, ogni popolo”.

NONSTOP vuole presentare un’analisi profonda dei “cambiamenti che quotidianamente viviamo e che, come sfumature impercettibili, modificano il nostro essere. La quotidianità sembra evolversi, accanto all’etica e alla morale. NONSTOP è guardare l’intero nelle sue sfaccettature, il singolo quale parte consapevole di un sistema”.

Arte contemporanea dunque, ininterrottamente ed in tutte le sue forme: pittura, scultura, fotografia, installazioni, arte digitale e videoarte. La mostra resterà in permanenza fino al 19 gennaio 2003 (orari: dalle 18:00 alle 23:00, dal martedi alla domenica – chiusura il 24,25,31 dicembre 2002 e il 01 gennaio 2003).

Altre informazioni e contatti qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ultimo miglio
    Io non ho capito una cosa.Ma la manutenzione dell'ultimo miglio prima inclusa nel canone pagato a Telecom in che maniera verrà pagata?
  • Anonimo scrive:
    fine ingloriosa di una promozione
    Beh, dopo varie telefonate e un poco di muso duro sono riuscito ad ottenere dopo 1 settimana la disinstallazione della linea isdn... mandando il fax e poi ri-rompendo le palle a manetta! Il tutto gratis, ma con qualche difficoltà
  • Anonimo scrive:
    CANONE ZERO??? Ma 'dde che!!:)))
    Avevo deciso di approfittare dell'offerta di Infostrada pubblicizzata (Roma è piena di cartelloni) come CANONE ZERO. Ero convinto che avrei poituto usufruire del pagamento dei SOLI consumi telefonici senza alcun canone per la linea.Leggendo bene bene l'offerta sul sito di Infostrada scopro che il canone (anche se inferiore a quello di Telecom) lo dovrò pagare comunque. La cosa mi ha fatto un po' imbestialire perchè mi chiedo come sia possibile che il Garante non intervenga di fronte ad una pubblicità così palesemente INGANNEVOLE!
  • Anonimo scrive:
    187 blues
    Sono dei cialtroni: a me 2 mesi di segnalazioni di un guasto al 187 non sono serviti ad ottenere una riparazione, ma il dubbio è che passando a un'altro gestore la musica non cambi di molto perchè le linee restano pur sempre Telecom. Comunque vanno castigati, che la musica cambi o meno cambiando i suonatori io abbandonerò Telecom appena la mia zona sarà servita da altri.
  • Anonimo scrive:
    OT: Come si fa a far andare ISDN a 128k?
    Scusate l'ignoranza, ma ci vuole un modem apposta, o basta configurarlo per andare a 128?Io vado a 64000.Non so, magari bisogna impegnare entrambe le linee?Grazie a chi mi voglia rispondere.Marco
    • Anonimo scrive:
      Re: OT: Come si fa a far andare ISDN a 128k?
      - Scritto da: Ignorantone
      Scusate l'ignoranza, ma ci vuole un modemNon hai nulla da farti scusare, nessuno nasce "imparato".
      apposta, o basta configurarlo per andare a
      128?
      Io vado a 64000.
      Non so, magari bisogna impegnare entrambe le
      linee?Esatto (io non ho l'ISDN ma leggo dappertutto che per andare a 128 kb/s bisogna usare appunto entrambe le linee).
    • Anonimo scrive:
      Re: OT: Come si fa a far andare ISDN a 128k?
      - Scritto da: Ignorantone
      Scusate l'ignoranza, ma ci vuole un modem
      apposta, o basta configurarlo per andare a
      128?
      Io vado a 64000.
      Non so, magari bisogna impegnare entrambe le
      linee?
      Grazie a chi mi voglia rispondere.
      Marcocon l'ASDL la max velocita' e' appunto di 64K: con 2 linee la velocita' raddoppia, ovviamente al costo doppio al minuto.
    • Anonimo scrive:
      Re: OT: Come si fa a far andare ISDN a 128k?
      Per andare a 128Kb/s ,oltre ad impostare il modem per farlo, devi avere un provider che te lo consenta (purtroppo ormai nessun free offre più il link a 128).Ovviamente paghi 2 telefonate.
      • Anonimo scrive:
        Re: OT: Come si fa a far andare ISDN a 128k?
        - Scritto da: Alien3
        Per andare a 128Kb/s ,oltre ad impostare il
        modem per farlo, devi avere un provider che
        te lo consenta (purtroppo ormai nessun free
        offre più il link a 128).
        Ovviamente paghi 2 telefonate.
        già, se si vuole andare a 128Kb/s comunque si deve avere i driver adatti e settare bene le impostazioni del modem.Poi se si cerca un buon provider a pagamento consiglio Albacom che allo stesso prezzo manda sia a 64K che a 128K, ma prima di aderire bisogna informarsi: le condizioni cambiano di giorno in giorno.
    • Anonimo scrive:
      Re: OT: Come si fa a far andare ISDN a 128k?
      Devi impostare il modem per andare a 128k se e' esterno, se e' interno devi aggiungere nel multilink della connessione di accesso remoto la seconda linea.Per quanto riguarda chi ti ha detto che non esiste nessun provider free che ti va andare a 128K e' falso.Io uso Tiscalinet a 128k, uso Infinito a 128K. E sono FREE!.
  • Anonimo scrive:
    Signor Garante dimettiti
    Signor Garante, dimettiti se non sei in grado di intervenire con decisione e assicurare rapporti commercialmente e tecnicamente corretti tra i gestori della telefonia e gli utenti.
  • Anonimo scrive:
    I soliti raggiri Telecom e il Garante non fa nulla
    Ma per quale recondito motivoil Garante non interviene?Non riusciamo nemmeno a sapere chi è l'incompetente di turno che ci fa perdere tempo prezioso con le sue risposte depistatorie e dissuasive.....A Telecom interessa solo alleggerirci dei nostri soldinialtro che customer satisfation!E' una vera vergogna in questi casi vivere in Italia! Grazie Garante!
    • Anonimo scrive:
      Re: I soliti raggiri Telecom e il Garante non fa nulla
      Quando la corruzione abbonda, nessuno interviene!!!!Che vergogna!
      • Anonimo scrive:
        Re: I soliti raggiri Telecom e il Garante non fa nulla
        - Scritto da: pp
        Quando la corruzione abbonda, nessuno
        interviene!!!!
        Che vergogna!è proprio vero:dove ti giri trovi corruzioni, raccomandazioni...persino una semplice pratica se non conosci nessuno non va avanti!Mi vergogno di vivere in Italia
  • Anonimo scrive:
    Soluzione efficace
    Chiedete quello che dovete chiedere, se non sarete soddisfatti alla richiesta state al gioco, senza dare nell'occhio scendete andate verso la centralina telefonica e sfasciatela oppure bruciatela il meglio che potete, poi richiamate e chiedete senza insospettire nessuno..
  • Anonimo scrive:
    Purtroppo siamo in Italia........
    E quindi un applauso a chi abbiamo votato. Forza tutti insieme una standing ovation.
    • Anonimo scrive:
      Re: Purtroppo siamo in Italia........
      Scusa spiegami cosa centra la politca con le pratiche interne di Telecom?
      • Anonimo scrive:
        Re: Purtroppo siamo in Italia........
        - Scritto da: Stone
        Scusa spiegami cosa centra la politca con le
        pratiche interne di Telecom?Il caos (voluto?) delle Telecomunicazione non è secondo te un tema da trattare politicamente? Secondo me, SI (e con decisione).
        • Anonimo scrive:
          Re: Purtroppo siamo in Italia........
          Si, peccato però che tutto il ca.sino ò successo quando al governo c'era la sinistra!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Purtroppo siamo in Italia........
            - Scritto da: BomberPruzzo
            Si, peccato però che tutto il ca.sino ò
            successo quando al governo c'era la
            sinistra!!In effetti ha ragione, la decisione di non scorporare la Telecom tra rete e servizi (che è la causa principale dell'attuale stato di monopolio nell'ambito dell'ultimo miglio) prima di procedere alla sua privatizzazione è stata presa quando governava il centro-sinistra.Bisogna altresì dire che lo stesso governo (credo memore di tale errore) ha invece successivamente scorporato Enel e FS in previsione di una successiva privatizzazione dei loro rami che gestiscono i servizi.Privatizzazioni, quest'utlime, che sono avvenute solo in parte in quanto tale governo ha esaurito il proprio mandato mentre stava provvedendo a completare tale iter.Si spera che il processo di privatizzazioni avviato venga completato dal'attuale governo, ma fino ad ora, in un anno e mezzo, non è stata privatizzata neanche una singola macchina utensile di un'azienda pubblica.Index
  • Anonimo scrive:
    50 euro x disdetta ....
    E' una ladrata: nessuno ha detto che andavano pagate al fornitore quando è stato stipulato il contratto.Qualcuno sa a chi ci si può rivolgere?Grazie.P.S.: La stessa lettera l'ho mandata a P.I. un paio di settimane fa!
    • Anonimo scrive:
      Re: 50 euro x disdetta ....

      E' una ladrata: nessuno ha detto che
      andavano pagate al fornitore quando è stato
      stipulato il contratto.

      Qualcuno sa a chi ci si può rivolgere?

      Grazie.
      P.S.: La stessa lettera l'ho mandata a P.I.
      un paio di settimane fa!fai come me, non pagarleci ho messo 8 mesi a farmi staccare la linea ISDNe hanno avuto il coraggio di chiedermi i soldi per toglierla.. dopo aver inviato una 30ina di fax e raccomandatesai cosa ho fatto?ho staccato la borchia dal muro e ho minacciato di buttarla nel cesso...tanto la linea analogica funziona lo stesso senza..sono venuti di corsa a riprendersela e mi hanno pure chiesto scusa...ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: 50 euro x disdetta ....
      Io ho telefonato un paio di settimane fa, ma mi sembra che siano più di 50 euro, almeno 80 :-#
  • Anonimo scrive:
    Re: Non ve la prendere con gli operatori
    E meno male che adesso vi obbligano a identificarvi, anche se in modo criptico, razza di fannulloni!Ma di che ti lamenti?Non fai un tubo tutto il giorno e in piu` ti pagano pure.E a che cosa saresti sottomesso, mai sentito parlare della zappa? In alternativa puoi sempre fare il sindacalista.
    • Anonimo scrive:
      Obbligo identificazione
      Non è vero che li obbligano a identificarsi.Come ho spiegato nella mia lettera infatti l'operatrice non ha voluto identificarsi se non con un generico Daniela (sai quante Daniele ci saranno in Telecom...)Claudio
      • Anonimo scrive:
        Re: Obbligo identificazione
        - Scritto da: byoblu
        Non è vero che li obbligano a identificarsi.
        Come ho spiegato nella mia lettera infatti
        l'operatrice non ha voluto identificarsi se
        non con un generico Daniela (sai quante
        Daniele ci saranno in Telecom...)Anzi, in questo senso c'è stato un peggioramento.Fino a un anno fa circa, prima di parlare con l'operatore, una voce automatica ti recitava "Telecom Italia, Servizio Clienti, Operatore Milano Est 358".Ora questo pre-avviso automatico è stato invece eliminato.P.S. - Ogni riferimento ad un operatore 358 di Milano Est è puramente casuale :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ve la prendere con gli operatori
      lavoro a un helpdesk. per un pò mi hanno spostato a un call center. un'esperienza del caz2o, non c'è che dire. stai 8 ore a dire scemenze alla gente, gli dai zero soluzioni e molta fuffa. è un lavoro per studenti, 4 ore, poi ciao e chi se ne frega. io, venendo da un helpd desk (cliente ha un problema, chiama, si risolve subito o se non subito è un caso che viene seguito) mi son trovato malissimo. gli stessi responsabili ti invitavano a dire baggianate. cmq, vorrei dire a quelli che "andate a zappare" e "andate a piangere da mamma e papà" di volare rasi. la situazione italiana è quella che è, e i lavori che si trovano son questi. "preferirei andare a fare lo spazzino" poi è il massimo. sicuramente sei in una situazione che in vita tua mai e poi mai ti sei trovato veramente nel guano, altrimenti non diresti così
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ve la prendere con gli operatori
      sono anch'io un operatore, pagato 8000 £ all'ora perciò non rompete i coglioni ... cazzi vostri questo è il servizio che vi danno, tra l'altro i call center il più delle volte sono a gestione privata e gli addetti interinali con contratti veramente atipici! spero di lavorare veramente come spazzino... sempre meglio che rispondere al telefono a quattro (e passa...) coglioni analfabeti! bye
      • Anonimo scrive:
        Re: Non ve la prendere con gli operatori
        - Scritto da: me stesso
        sono anch'io un operatore, pagato 8000 £
        all'ora perciò non rompete i coglioni ...
        cazzi vostri questo è il servizio che vi
        danno, tra l'altro i call center il più
        delle volte sono a gestione privata e gli
        addetti interinali con contratti veramente
        atipici! spero di lavorare veramente come
        spazzino... sempre meglio che rispondere al
        telefono a quattro (e passa...) coglioni
        analfabeti! byeDallo "stile" di quello che hai scritto, non avevamo dubbi sul fatto che tu fossi un operatore telefonico di un call center (e quasi sicuramente Telecom)...
  • Anonimo scrive:
    BREVEMENTE IL MIO TRAVAGLIO ISDN
    Venuto a conoscenza della disponibilità ADSL sulla mia linea, decido di liberarmi dell' ISDN perchè non mi serve e per risparmiare 600.000 vecchie lire/anno per una linea in più ISDN che non mi serve più.Attivo l' ADSL con Telecom, poi, dopo circa 2 mesi di navigazione ADSL con Virgilio, richiamo TELECOM e chiedo di togliermi l' ISDN.Mi chiedono il perchè, rispondo che vado bene con l' ADSL e che mi serve solo 1 linea analogica per il mio ufficio ed è più che sufficiente così.Dopo circa 2 mesi mi escono i tecnici TELECOM e mi tolgono la Borchia e la linea ISDN, tutto funziona regolarmente, ed io sono felicissimo di risparmaire 600.000/anno e di navigare in INTERNET tranquillamente h 24/24.Brevemente, quando ho messo l' ISDN TELECOM non mi ha fatto pagare niente, salvo il canone di doppia linea.Tolto l' ISDN TELECOM mi fa pagare l' annullamento di un contratto, che io non avevo mai chiesto, e un nuovo contratto come se avessi fatto appena mettere una linea nuova analogia; fa niente se la linea l' avevo da più di 10 anni.Far togliere l' ISDN, TELECOM mi ha fatto pagare nelle bollette successive la spesa per togliere l' ISDN e un contratto nuovo per linea analogica che avevo già da 10 anni (circa 400.000 vecchie lire).Oltre al fastidio di avermi tolto sena avvisarmi la domiciliazione bancaria che avevo per questo numero da più di 10 anni e che se non guardavo la bolletta non me ne accorgevo perchè convito di avere la domiciliazione e sarei andato in mora, e oltre ad avermi fatto pagare ancora nella successiva fattura 300.000 vecchie lire di ANTICIPO CONVERSAZIONE (ANCHE SE NON USO PIU' TELECOM, MA ALBACOM CON PRESELEZIONE AUTOMATICA), perchè non AVEVO LA DOMICILIAZIONE, secondo loro e che loro mi hanno tolto.Detto questo, benpresto SARO' FELICISSIMO DI MADARE A QUEL PAESE TELECOM del tutto passando totalmente ad altro operatore sia come VOICE che come ADSL.amen.
    • Anonimo scrive:
      Re: BREVEMENTE IL MIO TRAVAGLIO ISDN
      - Scritto da: maCHEpalle...
      Venuto a conoscenza della disponibilità ADSLEhh? Nel tuo caso devono aver fatto una caterva di errori, perché togliere ISDN non significa chiedere un nuovo allacciamento analogico, il passaggio è previsto al costo di cui ha detto anche il lettore di cui alla notizia (50 euro). Inoltre l'anticipo sulla conversazione è 10.000 vecchie lire (o 20.000, non ricordo bene), non certo 300.000. Tale anticipo comunque viene restituito alla risoluzione del contratto.A meno che non hai richiesto la disdetta ISDN e non il passaggio ad analogico, in tal caso si spiegherebbe la doppia operazione.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non ve la prendere con gli operatori
    E fare l'operatore ecologico, no?
  • Anonimo scrive:
    Re: Non ve la prendere con gli operatori
    Domanda del cazzo. Secondo te perchè? Perchè non trova di meglio per sbarcare il lunario o perchè si era stufato di stare lì a Montercarlo senza fare un cazzo?Quello che fa cascare i coglioni, oltre alla tua domanda, è che: 1) la società sta offrendo ai giovani solo lavori di merda 2) per fare questi lavori sono oltretutto costretti ad essere sfruttati 3) non sono capaci di NESSUNA forma di reazione o lotta, piagnucolano sulle loro condizioni ed invocano comprensione 4) le uniche persone che gli possono dare comprensione sono quelli che li hanno educati così: mamma e papà...
  • Anonimo scrive:
    Se ti lamenti di Telecom, ora vedrai Wind
    dove il 155 è un miracolo solo se lo riesci a raggiungere, e una volta raggiunto ogni operatore ha la sua personale interpretazione delle direttive aziendali, dove le tue raccomandate A/R con cui segnalerai disfunzioni (o peggio ingiusti addebiti) cadranno nel vuoto, dove ti cambiano o addirittura disdicono i contratti con una letterina spedita per stampe - e peggio ancora, pretendono pure che paghi ratei dopo quella loro disdetta, dove l'adsl Libero Light nella maggior parte dei casi va così piano che non puoi neppure scaricare la posta (e un modem 9600 baud al confronto è una CDN a 2MBit), dove non ti accettano una disdetta se spedita anche un giorno dopo il termine...
    • Anonimo scrive:
      Re: Se ti lamenti di Telecom, ora vedrai Wind
      - Scritto da: doppino in rame
      dove il 155 è un miracolo solo se lo riesci
      a raggiungere, e una volta raggiunto ogni
      operatore ha la sua personale
      interpretazione delle direttive aziendali,
      dove le tue raccomandate A/R con cui
      segnalerai disfunzioni (o peggio ingiusti
      addebiti) cadranno nel vuoto, dove ti
      cambiano o addirittura disdicono i contratti
      con una letterina spedita per stampe - e
      peggio ancora, pretendono pure che paghi
      ratei dopo quella loro disdetta, dove l'adsl
      Libero Light nella maggior parte dei casi va
      così piano che non puoi neppure scaricare la
      posta (e un modem 9600 baud al confronto è
      una CDN a 2MBit), dove non ti accettano una
      disdetta se spedita anche un giorno dopo il
      termine...Nel 1995 feci un abbonamento GSM con l'allora appena nata Omnitel.Lo feci soprattutto perché volevo contibuire nel mio piccolo alla creazione di un libero mercato della telefonica mobile e non perché in quel momento Omnitel fornisse un servizio migliore di quello di Telecom (sì, era ancora Telecom a gestire il GSM, la TIM come società dedicata a ciò è nata soltanto l'anno dopo).Sopportai disservizi (soprattutto nella copertura di rete mentre il servizio clienti era una meraviglia fin dalla sua nascita, anzi col tempo è andato decisamente peggiorando) sull'altare di contribuire a rendere più forte la prima vera concorrente della monopoplista Telecom nell'ambito GSM).Oggi passerò a Wind-Infostrada anche per la telefonica fissa aderendo all'offerta "Canone zero".So benissimo che dovrò sopportare disagi, inadempienze e scocciature burocratiche varie (oltre che pagare un canone a Wind, altro che "Canone zero") ma spero che questo serva col tenpo a creare un primo valido competitore di Telecom e che la conseguente perdita di fette di mercato nell'ambito della telefonia fissa spinga la Telecom (visto che non credo in un intervento governativo in tal senso) a vendere allo Stato l'ultimo miglio che mettendosi così a disposizione di ogni operatore telefonico creerà il presupposto fondamentale per avere finalmente un vero libero mercato anche nella telefonia fissa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Se ti lamenti di Telecom, ora vedrai Wind
        - Scritto da: Index
        So benissimo che dovrò sopportare disagi,
        inadempienze e scocciature burocratiche
        varie (oltre che pagare un canone a Wind,
        altro che "Canone zero") ma spero che questo
        serva col tenpo a creare un primo valido
        competitore di Telecom e che la conseguente
        perdita di fette di mercato nell'ambito
        della telefonia fissa spinga la Telecom
        (visto che non credo in un intervento
        governativo in tal senso) a vendere allo
        Stato l'ultimo miglioPerdite di mercato? Appena la gente conoscerà Wind, se ne tornerà felice tra le braccia di Telecom. Il battage pubblicitario con le lucette colorate funziona solo all'inizio. La concorrenza è bella, ma deve essere seria e non fatta tanto per "fregare" gente al concorrente e poi offrirgli di peggio. E non sono neppure sicuro che ci sarà davvero questa concorrenza, visto che l'economia tende sempre al monopolio privato: dopo un inizio in cui una serie di concorrenti si contendono il mercato, il vincente di questa selezione naturale si assorbe tutti gli altri e gestisce in monopolio facendo il bello e il cattivo tempo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Se ti lamenti di Telecom, ora vedrai Wind
          - Scritto da: doppino in rame
          - Scritto da: Index

          So benissimo che dovrò sopportare disagi,

          inadempienze e scocciature burocratiche

          varie (oltre che pagare un canone a Wind,

          altro che "Canone zero") ma spero che
          questo

          serva col tenpo a creare un primo valido

          competitore di Telecom e che la
          conseguente

          perdita di fette di mercato nell'ambito

          della telefonia fissa spinga la Telecom

          (visto che non credo in un intervento

          governativo in tal senso) a vendere allo

          Stato l'ultimo miglio

          Perdite di mercato? Appena la gente
          conoscerà Wind, se ne tornerà felice tra le
          braccia di Telecom. Il battage pubblicitario
          con le lucette colorate funziona solo
          all'inizio. La concorrenza è bella, ma deve
          essere seria e non fatta tanto per "fregare"
          gente al concorrente e poi offrirgli di
          peggio.Scusa, non me ne frega niente di difendere Wind, ma cosa può fare più di quello che sta già facendo? Rammenta che deve mettere le proprie costose schede su un locale (la cosidetta co-locazione sulla centrale dell'ultimo miglio) di proprietà Telecom e nel quale solo gli operai di quest'ultima hanno le chiavi per accedervi (e magari fare atti di vandalismo per screditare il servizio della concorrenza).Questo tanto per ribadire la stortura di un mercato dove uno dei concorrenti è anche proprietario dell'infrastruttura di rete (sarebbe come se una compagnia aerea fosse proprietaria degli aeroporti, o una società di trasporto merci su gomma proprietaria delle autostrade).
          E non sono neppure sicuro che ci sarà
          davvero questa concorrenza, visto che
          l'economia tende sempre al monopolio
          privato: dopo un inizio in cui una serie di
          concorrenti si contendono il mercato, il
          vincente di questa selezione naturale si
          assorbe tutti gli altri e gestisce in
          monopolio facendo il bello e il cattivo
          tempo.Tutto vero, ma in questo caso il libero mercato non è ancora nato.Lasciamo nascere, crescere per qualche lustro e poi che vinca anche il più forte ma correndo da punti di partenza uguali per tutti (e finché l'ultimo miglio sarà di proprietà di uno dei concorrenti alla corsa non si sarà mai in una siffatta condizione).I metodi per riportare l'ultimo miglio in mano pubblica sono solo due:1) Tramite un intervento governativo (cosa al quale non credo a meno che Telecom non si metta a fare seria concorrenza anche ad Albacom :-));2) Tramite una cessione volontaria da parte di Telecom (cosa che potrebbe avvenire solo quando i costi di gestione dell'ultimo miglio superassero i ricavi derivanti da tale gestione in virtù di una perdita consistente di quote di mercato).Beh, io intanto inizio a staccarmi da Telecom per passare ad un servizio che mi dicono (e ne sono convinto anch'io) peggiore ma la vita ti insegna che nulla si ottiene senza un minimo sacrificio.Nel caso di Wind invece potrei anche rimanere l'unico in Italia, non ha importanza, vorrà dire che finché l'ultimo miglio sarà in mano a Telecom farò l'"anticonformista", è un ruolo al quale sono oramai abituato e che non mi pesa se lo faccio per una causa che ritengo giusta.Ho adottato Linux nel 1994 quando nominare "Linux" in Italia significava sentirsi sempre rispondere "Guarda che sbagli, il fumetto si chiama Linus, con la s finale", sono stato uno dei primi 5.000 abbonati in Italia ad Omnitel (la SIM era ancora marchiata "Testing Partner" e ancora adesso ogni Natale ricevo una ricarica in regalo da Onnitel per via di ciò :-)), sarò anche tra i primi ad acquistare un biglietto ferroviario di una concorrente di Trenitalia (notare che l'FS è stata giustamente scorporata in due, Trenitalia per il servizio e RFI per la rete ferroviaria, e quindi ora si potrà tranquillamente procedere alla privatizzazione di Trenitalia senza creare la stortura del libero mercato generata invece quando la Telecom è stata privatizzata senza scorporarne la rete).Buona giornata.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non ve la prendere con gli operatori
    - Scritto da: Call Center

    Noi poveracci siamo pagati x dire le bugie
    che ci comunicano dai vertici aziendali! Non
    è bello stare 8 ore seduti a orari assurdi
    con una cuffia attaccata in testa ad
    assorbire continuamente le lamentele di voi
    poveri clienti...Ma ti obbliga qualcuno a fare proprio l'operatore di call center?Ci sono tanti lavori, magari piu' faticosi, ma di certo piu' gratificanti.Io preferirei spazzare le strade o scaricare i camion che stare a raccontare pa##e al telefono.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non ve la prendere con gli operatori
    No, no, perchè dovremmo prendercela con uno stronzetto/a che facendosi scudo del fatto che sta dall'altro capo della linea ci dice bufole al solo scopo di terminare la telefonata prima possibile?Sicuramente abbiamo tutti una gran voglia di farci carico dei problemi sindacali (orari, retribuzioni, ecc.) dei call center, anche a costo di tollerare disservizi scandalosi
  • Anonimo scrive:
    Re: Non ve la prendere con gli operatori
    E' un po' come dire che non dovremmo mai lamentarci con un sicario se uccide qualcuno, perche' lui non ne ha colpa. Ha solo eseguito gli ordini che qualcuno gli ha dato.Forse sarebbe il caso di assumersi le proprie responsabilita'.
  • Anonimo scrive:
    E se tenti di passare a Fastweb son risate ...
    C'è chi tenta di liberarsi di Telecom passando ad altri carrier telefonici "like" Telecom.Il sottoscritto ha deciso di passare a Fastweb: dopo 6 mesi siamo già con gli avvocati di mezzo. Ho inviato ancheuna mail a Punto Informatico che non l'ha pubblicato.UN CONSIGLIO: se decidete di passare a Fastweb accertatevi che la fibra sia REALMENTE già posata nella vostra zona, altrimenti restate con l'adsl. Pagate la stessa cifra di chi ha la fibra ocn un servizio due volte peggiore:1 - perchè su Internet non avrete mai le stesse prestazioni di chi ha la fibra;2 - perchè chi come me ha l'adsl si trova nella situazione che quando scarichi a 30-40 k da internet IL TUO TELEFONO NON FUNZIONA perchè la rete predisposta non ce la fa a sopportare il flusso voce/dati...Occhio ragazzi ...
    • Anonimo scrive:
      Re: E se tenti di passare a Fastweb son risate ...
      - Scritto da: Utente Fastweb serie B
      2 - perchè chi come me ha l'adsl si trova
      nella situazione che quando scarichi a 30-40
      k da internet IL TUO TELEFONO NON FUNZIONA
      perchè la rete predisposta non ce la fa a
      sopportare il flusso voce/dati...

      Occhio ragazzi ...Ma e' vero che quelli di FW hanno avuto la furbata di far passare la voce over IP invece di sfruttare la possibilita' dell'ADSL di far viaggiare voce e dati su due canali distinti come accade per tutte le altre ADSL?
      • Anonimo scrive:
        Re: E se tenti di passare a Fastweb son risate ...

        Ma e' vero che quelli di FW hanno avuto la
        furbata di far passare la voce over IP
        invece di sfruttare la possibilita'
        dell'ADSL di far viaggiare voce e dati su
        due canali distinti come accade per tutte le
        altre ADSL?
        certo che e' verol'adsl di fastweb e' a 2 megabit e l'apparecchio che ti installano fa shaping fra il traffico voce e quello ipcredo che l'abbiano fatto sia per non dover comprare centrali telefoniche, sia perche' in caso di passaggio alla fibra (che ad oggi e' ancora gratuito) sei gia' bello che predisposto...non devono cambiare nulla.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: E se tenti di passare a Fastweb son risate ...

      Occhio ragazzi ...due cosela prima 30-40k per un adsl di fastweb sono un po' pochinie soprattutto non saturano la banda voce.Molti dei problemi che si hanno sono dovuti al firmware dell'hug. Basta agiornarlo.La seconda, se hai fatto un contratto per la fibra e loro ti portano adsl, puoi tranquillamente denunciarli. E non pagare per inadempienza.ciao
  • Anonimo scrive:
    ISDN: una cagata made in italy
    Pienamente d'accordo con lo scrittore della lettera, telecom ne fa di cotte e di crude, ma a quanto vedo sono davvero tanti che si sono fatti installlare ISDN (a mio avviso una cosa che crea pochi vantaggi e molte complicazioni e svantaggi, come quelli che ha adesso il signore della lettera).Mi domando: ma un tempo era così diverso avere 64K anzichè 56 (o 50 che siano) ? e valeva la pena?Secondo me ASSOLUTAMENTE NOSaluti
    • Anonimo scrive:
      Re: ISDN: una cagata made in italy
      Di' pure quello che vuoi, ma se la mia 'amata' ADSL liberoLight di Infome.da andasse come la mia ISDN allora avresti ragione: ISDN (considerando anche il confronto col costo del canone di una PSTN) non la darei via per nulla al mondo.E non vedo l'ora che mi scada questo contratto-truffa con Wind-Infoca.ca per liberarmi del tutto della 'concorrenza' e tornare anche per ADSL a Telecom (c'e' un'Alice Mega che mi aspetta...).Credetemi, i concorrenti di Telecom NON sono all'altezza (se sia anche colpa dell'ex-monopolista, questo, sinceramente, non mi riguarda): fare come fa Wind ovvero overbooking sui contratti ADSL light che poi vanno a 3 k/sec quando va bene e poi dare sempre e comunque la colpa a Telecom, beh, mi sembra proprio meschino.Max***un utente truffato da Wind-Infostrada***- Scritto da: Gallone
      Pienamente d'accordo con lo scrittore della
      lettera, telecom ne fa di cotte e di crude,
      ma a quanto vedo sono davvero tanti che si
      sono fatti installlare ISDN (a mio avviso
      una cosa che crea pochi vantaggi e molte
      complicazioni e svantaggi, come quelli che
      ha adesso il signore della lettera).

      Mi domando: ma un tempo era così diverso
      avere 64K anzichè 56 (o 50 che siano) ? e
      valeva la pena?

      Secondo me ASSOLUTAMENTE NO

      Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: ISDN: una cagata made in italy
        Beh..Io ho una ADSL Verde Pro di Infostrada, e ti assicuro che sfrutta sempre tutti i suoi 640 kbps in ricezione. :-))Claudio
        • Anonimo scrive:
          Re: ISDN: una cagata made in italy
          Complimenti per la superficialita' che dimostri: io sto parlando di LiberoLight ADSL e vatti un po' a vedere i forum dedicati (oppure sintonizzati su Striscialanotizia tra qualche giorno...).
          :-(Max- Scritto da: byoblu
          Beh..

          Io ho una ADSL Verde Pro di Infostrada, e ti
          assicuro che sfrutta sempre tutti i suoi 640
          kbps in ricezione. :-))

          Claudio
    • Anonimo scrive:
      Re: ISDN: una cagata made in italy
      Come esperta di telefonia ISDN (Integrated Services Digital Network), vorrei farti notare che si tratta di uno standard internazionale (mai sentito parlare di ITU?). Certo non ti invito a leggerti le specifiche, assai noiose, ma sappi che questo standard non era nato per far andare i modem a 64 Kbit/s e poter ricevere contemporaneamente delle telefonate. E` assai triste per un tecnico vedere lo scempio che troppo spesso i commerciali riescono a fare del proprio lavoro.Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: ISDN: una cagata made in italy
        - Scritto da: Sandra
        Come esperta di telefonia ISDN (Integrated
        Services Digital Network), vorrei farti
        notare che si tratta di uno standard
        internazionale (mai sentito parlare di
        ITU?). Certo non ti invito a leggerti le
        specifiche, assai noiose, ma sappi che
        questo standard non era nato per far andare
        i modem a 64 Kbit/s e poter ricevere
        contemporaneamente delle telefonate. E`
        assai triste per un tecnico vedere lo
        scempio che troppo spesso i commerciali
        riescono a fare del proprio lavoro.Verissimo, era nata come "sfida" nel riuscire ad integrare tutti i servizi di telecomunicazioni (compreso quelli che, come la videofonia o la TV via cavo, richiedono una banda molto larga) nellla normale rete telefonica.Ma la BISDN che fine ha fatto?
        • Anonimo scrive:
          Re: ISDN: una cagata made in italy
          La BISDN (per gli amici, ATM: Asyncronous Transfer Mode) che avrebbe dovuto essere la tecnologia regina delle applicazioni broad-band, adesso fa capolino nelle applicazioni VoIP e xDSL.
    • Anonimo scrive:
      Re: ISDN: una cagata made in italy
      Buongiorno a tutti,premetto che non sono nemmeno io d'accordocon gli abusi di posizione fatti da Telecom,ma in merito a cio' che ha scritto ...- Scritto da: Gallone
      Mi domando: ma un tempo era così diverso
      avere 64K anzichè 56 (o 50 che siano) ? e
      valeva la pena?

      Secondo me ASSOLUTAMENTE NONon so' quanti anni abbiate e da quanto temposiate vicini all'informatica.Io utilizzo ISDN dal 1992, quindi sono 10 anni,all'epoca si utilizzavano modem a 14,4K e i piu'fortunati utilizzavano 28,8K.Quindi 64K erano una manna, specialmentein abito aziendale.Sono d'accordo che al giorno d'oggi 64K contro50K (ricordiamoci che 50K sono sbilanciati,il V92 lavora con 28K in upstream e 56K in downstream) siano veramente paritetici,ma ISDN consente i 128, che attualmentepossono rappresentare un valido sostitutoalle varie ADSL economiche che di piu' non fanno.Il problema e' la tariffazione e l'impiantisticaTelecom.Avevo una FLAT con Galactica, ma Telecom l'ha fattachiudere !!!Cordialmente,Francesco.
      • Anonimo scrive:
        Re: ISDN: una cagata made in italy
        - Scritto da: Francesco
        Non so' quanti anni abbiate e da quanto tempo
        siate vicini all'informatica.

        Io utilizzo ISDN dal 1992, quindi sono 10
        anni,
        all'epoca si utilizzavano modem a 14,4K e i
        piu'
        fortunati utilizzavano 28,8K.Verissimo :-)
        Quindi 64K erano una manna, specialmente
        in abito aziendale.Altrettanto vero.
        Sono d'accordo che al giorno d'oggi 64K
        contro
        50K (ricordiamoci che 50K sono sbilanciati,
        il V92 lavora con 28K in upstream e 56K in
        downstream) siano veramente paritetici,Hai fatto un po' di confusione con dati e standard.Il V90 lavora in upstream a 31,2 kb/s mentre il V92 a 48 kb/s.
      • Anonimo scrive:
        Re: ISDN: una cagata made in italy
        - Scritto da: Francesco
        Sono d'accordo che al giorno d'oggi 64K
        contro
        50K (ricordiamoci che 50K sono sbilanciati,
        il V92 lavora con 28K in upstream e 56K in
        downstream) siano veramente paritetici,
        ma ISDN consente i 128, che attualmente
        possono rappresentare un valido sostituto
        alle varie ADSL economiche che di piu' non
        fanno.

        Il problema e' la tariffazione e
        l'impiantistica
        Telecom.

        Avevo una FLAT con Galactica, ma Telecom
        l'ha fatta
        chiudere !!!Verissimo. Anche io avevo una tariffa flat con galactica , che mi permetteva di fare tutto quello che faccio ora con una adsl. Anzi per giocare in rete era anche piu' performante. ping molto piu' bassi. Un confronto con una linea analogica non si puo' neanche fare. Un abisso.ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: ISDN: una cagata made in italy
        Bravo, di informatica ne sai una cifra, ma "so" prima persona dell' indicativo presente del verbo sapere si scrive senz'accento, zappa!
      • Anonimo scrive:
        Re: ISDN: una cagata made in italy
        - Scritto da: Francesco
        Avevo una FLAT con Galactica, ma Telecom
        l'ha fatta
        chiudere !!! Ciao! Io lavoravo a Galactica proprio in quel tempo. E siamo andati tutti a casa! :-)))Claudio
    • Anonimo scrive:
      Re: ISDN: una cagata made in italy
      - Scritto da: Gallone
      Pienamente d'accordo con lo scrittore della
      lettera, telecom ne fa di cotte e di crude,
      ma a quanto vedo sono davvero tanti che si
      sono fatti installlare ISDN (a mio avviso
      una cosa che crea pochi vantaggi e molte
      complicazioni e svantaggi, come quelli che
      ha adesso il signore della lettera).

      Mi domando: ma un tempo era così diverso
      avere 64K anzichè 56 (o 50 che siano) ? e
      valeva la pena?

      Secondo me ASSOLUTAMENTE NO

      SalutiE' evidente che parli senza sapere quello che dici.La linea ISDN ha il maggior rapporto qualita' prezzo rispetto alla PSTN e ADSL. In primis i 64k di ISDn sono in up e down mentre con "tradizionale" i 56 li hai solo in down, in up hai 28, poi con ISDN puoi arrivare ai 128 up e down (se hai una flat al costo del 64 - niente) che è quasi come ALICE FLAT 256 che ha in un load 128.
      • Anonimo scrive:
        Re: ISDN: una cagata made in italy
        Ecco, tu invece sei il classico caso di paranoia da cifre, come quelli che sentono che la macchina "va meglio" con la benzina x invece della y.Up, down... ma de che? che ciai er cronometro e misuri ogni click?
    • Anonimo scrive:
      Re: ISDN: una cagata made in italy

      Pienamente d'accordo con lo scrittore della
      lettera, Grazie! :-)

      Mi domando: ma un tempo era così diverso
      avere 64K anzichè 56 (o 50 che siano) ? e
      valeva la pena? Dipende dai punti di vista. Se ci lavori spesso, come facevo io, allora finivi per apprezzare il tempo risparmiato sull'accesso alla rete e la stabilità maggiore della connessione, oltre al fatto che puoi "moltiplicare per due" e arrivar a 128kbps.Inoltre nella mia zona i modem analogici non sono mai andati olte i 44/47kbps.Ultimo non ultimo... la possibilità di avere due linee telefoniche, e piu' numeri su cui rispondere..Ciao,Claudio
    • Anonimo scrive:
      Re: ISDN: una cagata made in italy
      - Scritto da: Gallone
      Pienamente d'accordo con lo scrittore della
      lettera, telecom ne fa di cotte e di crude,
      ma a quanto vedo sono davvero tanti che si
      sono fatti installlare ISDN (a mio avviso
      una cosa che crea pochi vantaggi e molte
      complicazioni e svantaggi, come quelli che
      ha adesso il signore della lettera).

      Mi domando: ma un tempo era così diverso
      avere 64K anzichè 56 (o 50 che siano) ? e
      valeva la pena?SI !Allora... parti dal fatto che ISDN non è una connessione internet, ma tra tutte le sue possibilià c'è anche quella di collegarsi ad internet a 64 o 128k con una qualità decisamente superiore a quella offerta da un 56k.Se vuoi tralasciare tutti gli altri aspetti e guardare solo internet ti elenco alcuni vantaggi:Tempo di setup della connesione: 1 o 2 secondi... con il modem l'handshake dura 25 - 30.Tempo di ping: decisamente inferiore... siamo sull'oridne dei 60msStabilità della connessione: praticamente eternaVeniamo ora alla velocità:56k contro 64k... gia così sono 8k in più che su 56 sono il 14%... ma quanti modem hai visto collegarsi a 56000 ??? Nessuno !I modem vanno da 48 a 52k max !!! E durante la connessione se la linea è sporca il modem abbassa la velocità (senza segnalarlo). quindi mettiamo una media di 50k.... 14 in meno di isdn: 25% in più !Questo per il download... in upload i modem 56k vanno a 28.8 lo sai ? ISDN sempre a 64... è simmetrica !!Velocità: 122% in più !!Tutto questo su un singolo canale, lasciando l'altro libero per le chiamate.Ti basta ? Altrimenti posso continuare...
      • Anonimo scrive:
        Re: ISDN: una cagata made in italy
        la isdn ha fatto il suo tempo andava bene 10-15 anni fa adesso con alice mega arrivo tranquillamente a 150Kbyte/sec dimmi tu con la isdn che arrivi ad un decimo e poi in up io vado anche oltre 32Kbyte/sec e pensa che in Germania hanno dsl con tagli molto + alti e con banda simmetrica è vero che siamo in ritardo ma rimanere ancora con la isdn peggiorerebbe la situazione
      • Anonimo scrive:
        Re: ISDN: una cagata made in italy
        il problema è la mancanza di tariffazione flat.Credo non sia un problema tecnico, ma solo una scelta commerciale imposta agli italiani (ma non ad altre genti). Se ci fossero le flat isdn, l'adsl farebbe molta più fatica a espandersi. Non dimentichiamoci che con le flat isdn era possibile spostarsi da un luogo all'altro e abbonarsi per periodi limitati e senza contratti capestro.Insomma se ci fossero io le utilizzerei e ignorerei l'adsl.P.S.: ma un anno fa il governo non aveva fatto quella delibera sulla connettività friaco?
      • Anonimo scrive:
        Re: ISDN: una cagata made in italy
        - Scritto da: Mici8
        Veniamo ora alla velocità:

        56k contro 64k... gia così sono 8k in più
        che su 56 sono il 14%... ma quanti modem hai
        visto collegarsi a 56000 ??? Nessuno !Il mio una volta fece un exploit (mai più ripetuto) di 52.666 b/s :-)Comunque, di solito si connette a 50.666 b/s.Nei pomeriggi dei giorni feriali invece il mio provider (ClubNet Tin.it) abbassa la velocità a 33.600 b/s.
        I modem vanno da 48 a 52k max !!! E durante
        la connessione se la linea è sporca il modem
        abbassa la velocità (senza segnalarlo).
        quindi mettiamo una media di 50k.... 14 in
        meno di isdn: 25% in più !

        Questo per il download... in upload i modem
        56k vanno a 28.8 lo sai ? ISDN sempre aCome già scritto in altra parte di questo topic, i modem V90 lavorano in upstream a 31,2 kb/s (e non a 28,8 kb/s come leggo spesso) mentre quelli V92 a 48 kb/s.
        64... è simmetrica !!
        Velocità: 122% in più !!In virtu di quanto ti ho scritto appena sopra, ho rifatto i conti (^_^):105% in più rispetto ad un V90 e 33% in più rispetto ad un V92.
        Tutto questo su un singolo canale, lasciando
        l'altro libero per le chiamate.Questo avviene anche con i modem V92.
    • Anonimo scrive:
      Re: ISDN: una cagata made in italy

      Mi domando: ma un tempo era così diverso
      avere 64K anzichè 56 (o 50 che siano) ? e
      valeva la pena?

      Secondo me ASSOLUTAMENTE NOIo mi sono fatto 3 anni di isdn prima che arrivasse adsl e cmq andava sicuramente meglio dei pidocchiosi 56k analogici. Con l'isdn andavo SEMPRE a 7 kb/sec fissi con inwind al tempo (e avevo anche la flat). Con l'analogico? A seconda se fuori pioveva o il mio gatto era in fase di perdere il pelo si collegava na volta a 48, na volta a 33,6, e comunque non andava mai alla massima velocità, tutto dipendeva dal disturbo, la linea cadeva e blablabla. Era cmq meglio una connessione digitale per quanto lenta fosse, fidati.E non è una cagata italiana, la usano in tutto il mondo anche oggi.
  • Anonimo scrive:
    1 raccomandata 8 fax e circa 30 telefonate
    Nel titolo sono indicati tutti i tentativi da me effettuati prima di ottenere, dopo 2 mesi, la trasformazione da ISDN a RTG.La cosa più frustrante è che nessun operatore è in grado di dire qualcosa di specifico sulla tua situazione. Vanno avanti a solleciti, ti dicono gentilmente che hai ragione e che è assurdo dover aspettare così tanto e niente più. Oltretutto spesso dicono cose contrastanti: sui tempi di trasformazione della linea ho avuto risposte che indicavanodai 10 giorni ai 3 mesi. Come fidarsi? Io ho cominciato a telefonare ad uffici telecom della mia zona, a caso, senza sapere a chi rivolgermi, riuscendo dopo numerosi tentativi a risalire ad una persona che mi ha aiutato e nel giro di 4 giorni è arrivato il tecnico a casa mia.Nessuna risposta ai miei numerosi fax di protesta, tanto, fino ad oggi, sono stato costretto a pagare Telecom.SalutiChristian Massironi
    • Anonimo scrive:
      Re: 1 raccomandata 8 fax e circa 30 telefonate
      Ho impegato circa 120gg per farmi togliere l'isdn (volevo fare un adsl non telecom e togliermi l'isdn).Pero' se fai un ADSL telecom l'adsl ti attivano l'adsl e ti tolgono l'isdn in meno di 40gg(rimborsandoti pure la differenza per il canone dei 40 giorni)...questo e' quello che e' successo a due miei amici...ciaogiruz
      • Anonimo scrive:
        Re: 1 raccomandata 8 fax e circa 30 telefonate
        Confermo tutto...Ossessionato dalla mia attesa con tin.it dal 12 settembre (confermata per il ko dato da telecom per l'istallazione di adsl si isdn), ho disdetto tin.it e dopo pochi minuti ho chiamato il 187 e gli ho detto che per problemi dovuti all'istallazione della linea aggiuntiva, la richiesta di installazione di adsl con tin.it non è andata a buon fine (causa quindi isdn)e che avevo intenzione di attivare alice. Lei è andata dal suo supervisore e dopo pochi minuti è tornata e mi ha detto:1)Mi trasformavano la linea da isdn ad analogica semplice GRATIS!!! 2)Ha attivato alice3)Ha dato urgenza nell'eseguire i lavoriQuindi niente male... Però una cosa del genere è possibile farla solo con Alice!!! Se hai altri operatori ti attacchi...Spero di essere stato utile.Nik.
        • Anonimo scrive:
          Re: 1 raccomandata 8 fax e circa 30 telefonate
          - Scritto da: Nikalte
          Confermo tutto...
          Ossessionato dalla mia attesa con tin.it dal
          12 settembre (confermata per il ko dato da
          telecom per l'istallazione di adsl si isdn),
          ho disdetto tin.it e dopo pochi minuti ho
          chiamato il 187 e gli ho detto che per
          problemi dovuti all'istallazione della linea
          aggiuntiva, la richiesta di installazione di
          adsl con tin.it non è andata a buon fine
          (causa quindi isdn)e che avevo intenzione di
          attivare alice. Lei è andata dal suo
          supervisore e dopo pochi minuti è tornata e
          mi ha detto:
          1)Mi trasformavano la linea da isdn ad
          analogica semplice GRATIS!!!
          2)Ha attivato alice
          3)Ha dato urgenza nell'eseguire i lavori

          Quindi niente male... Però una cosa del
          genere è possibile farla solo con Alice!!!
          Se hai altri operatori ti attacchi...

          Spero di essere stato utile.

          Nik.confermo tutto anch'io...
  • Anonimo scrive:
    Re: Non ve la prendere con gli operatori
    Questo Dimostra, ancora una volta, che appena possibile, in ITALIA tutti cercheranno di eliminare TELECOM che probabilmente farà la stessa fine di FIAT !!.Lascite Telecom Finchè siete in Tempo e andate a lavorare per altri operatori......Auguri a Tutti .........ps : io per ISDN ho pagato per averla, ho pagato per eliminarla, ho pagato per non poterla utilizzare (2 mesi di calvario), e poi viaggi come un analogico ben tarato !!!Auguri di Nuovo
  • Anonimo scrive:
    Il doppino e' roba nostra
    Lo abbiamo pagato in decenni di canone Telecom, ci devon lasciarci fare quel che vogliamoSu queste cose mi aspetto l'intervento di un Governo che voglia essere tale
    • Anonimo scrive:
      Re: Il doppino e' roba nostra
      - Scritto da: Auricchio
      Lo abbiamo pagato in decenni di canone
      Telecom, ci devon lasciarci fare quel che
      vogliamo


      Su queste cose mi aspetto l'intervento di un
      Governo che voglia essere taleSiamo sempre lì, non esiste altra via per una *vera* liberalizzazione del cosidetto "ultimo miglio" che trasferire la proprietà di quest'ultimo (ossia le canaline con dentro il doppino e le centrali di prossimità) dalle mani della Telecom a quelle dello Stato e/o Enti Locali che lo gestiranno tramite concessioni a società private indipendenti da qualsisi operatore telefonico (inutile ricordare che questo necessario passo si sarebbe potuto tranquillamente evitare se la Telecom fosse stata scorporata prima di venire privatizzata).Per fortuna tutte le altre società di servizi fondamemtali come Ferrovie, Enel ecc. sono già state scorporate (FS in Trenitalia e RFI, Enel in Enel Produzione e Enel Distribuzione ecc.) e quindi potranno essere tranquillamente e giustamente privatizzate le divisioni a capo dei servizi (Trenitalia e Enel Produzione nell'esempio) lasciano le infrastrutture di rete (binari ferroviari e elettrodotti/gasdotti sempre per citare l'esempio) in mano pubblica e quindi a disposizione, a pari condizioni per tutti, di qualunque società privata le voglia affittare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il doppino e' roba nostra
      Io invece spero che il governo spazzi via la concorrenza di Telecom: se sono tutti come Wind-Infome.da, che, come saprete, attua dei comportamenti al limite della truffa con i suoi contratti ADSL LiberoLight, c'e' poco da stare allegri.Si puo' dire tutto di Telecom Italia, ma io con loro non ho mai avuto nessun problema.Max***un utente truffato da Wind-Infoc.cca***- Scritto da: Auricchio
      Lo abbiamo pagato in decenni di canone
      Telecom, ci devon lasciarci fare quel che
      vogliamo


      Su queste cose mi aspetto l'intervento di un
      Governo che voglia essere tale
      • Anonimo scrive:
        Re: Il doppino e' roba nostra
        Devi ringraziare mamma telecom se hai tariffe che sono il doppio di quello che dovrebbero essere, se aspetti tempi biblici per delle caxxate....grazie telecom(non che gli altri siano particolarmente meglio...)ciaogiruz
        • Anonimo scrive:
          Re: Il doppino e' roba nostra
          Fosse per me spenderei anche il triplo per un servizio affidabile ed un'assistenza competente.La qualita' non ha prezzo.A parte questo, non mi sembra proprio che con telecom si spenda il doppio, anzi...Telefonia a parte (che oramai tutti ti tirano dietro), le offerte ADSL di telecom sono di gran lunga piu' convenienti di quelle di tutti gli altri operatori (mi dirai: "ovviamente! Gli altri la banda la affittano da telecom!"), ma fino a che le cose stanno cosi' all'utente finale non resta che una sola scelta: Telecom Italia.E parlo, ricordo, mentre sto passando una BRUTTISSIMA esperienza con Wind-Infostraccia, per via di LiberoLight ADSL.Max***utente truffato dalla filibusta del Wento***- Scritto da: giruz
          Devi ringraziare mamma telecom se hai
          tariffe che sono il doppio di quello che
          dovrebbero essere, se aspetti tempi biblici
          per delle caxxate....

          grazie telecom

          (non che gli altri siano particolarmente
          meglio...)

          ciao

          giruz
      • Anonimo scrive:
        Re: Il doppino e' roba nostra
        Bravo, vai a Cuba.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il doppino e' roba nostra
          Se potessi ci andrei di corsa.Hasta la victoria, sempre!Max- Scritto da: castro
          Bravo, vai a Cuba.
Chiudi i commenti