Nortel vende il wireless a Nokia

L'ex-colosso canadese delle comunicazioni pronto a svendere pezzi di business ai migliori offerenti. Per qualche centinaio di milioni di dollari Nokia Siemens Network si prende le tecnologie, i brevetti e gli impiegati attivi nel settore mobile

Roma – Per Nortel, la multinazionale canadese delle comunicazioni sotto protezione per bancarotta da gennaio 2009, si prospetta il sempre più probabile “spezzatino di asset” e la svendita definitiva della società. Si comincia con il business mobile, venduto a Nokia Siemens Network per 650 milioni di dollari in un pacchetto unico comprendente tecnologie, brevetti e impiegati , mentre l’azienda comunica che nuovi accordi-svendita delle altre divisioni sono in arrivo.

Nel cedere l’importante comparto tecnologico al colosso europeo, Nortel sostiene che i suoi asset mobile sono un business dal valore riconosciuto in tutto il mondo, e che la strada migliore per far sì che tali tecnologie continuino ad innovare il mercato è venderle a chi vorrà tirarne fuori qualcosa di buono. Secondo l’accordo NSN rileverà anche 2.500 impiegati della società canadese, un’assicurazione che vale probabilmente oro per le famiglie nordamericane così pesantemente colpite dalla perdurante recessione economica mondiale.

Da Nortel, NSN ottiene tecnologie, relazioni con il pubblico, infrastrutture, impiegati e anche importanti brevetti sul sistema Long Term Evolution (LTE). Ma la polpa più succosa della cessione sono sicuramente gli asset CDMA dell’ex-gigante canadese, visto che Nortel è il secondo più grande fornitore del mondo per quanto riguarda le suddette tecnologie per la comunicazione digitale in mobilità.

Tre dei cinque maggiori operatori CDMA del mondo intrattengono rapporti di business con Nortel, dicono i rappresentanti della società in bancarotta, e tra questi è incluso il più grande gestore di network mobile degli Stati Uniti Verizon Wireless .

Nonostante questo importante patrimonio di tecnologie e rapporti di affari, in questi anni Nortel è affondata senza possibilità di recupero arrivando a collezionare, al momento dell’apertura contemporanea della pratica di bancarotta controllata negli USA e in Canada, 107 milioni di dollari di soli interessi sui debiti e 3,4 miliardi di dollari (USA) di perdite nel terzo quarto del 2008 con una caduta dei guadagni del 14%.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Por scrive:
    Mha...
    200k euri sono davvero tanti. Però si sa che chi li guadagna senza meritarseli è ben disposto a spenderli. Certo che 300 milioni rispetto ai miliardi per il ponte sullo stretto non sono nenache tanti. Se poi si pensa che la grande opera dovrebbe portare profitti.Non vorrei solo che al secondo o terzo volo qcosa vada storto e decidano di chiudere tutto. O magari a un certo punto tutti i Paperoni hanno già fatto il loro giro sulla giostra e non ci sono più richieste.
  • ZIoMimmo scrive:
    XXXXX nello spazio
    ...c'è chi si piglia tutto lo spazio e chi lo piglia in saccoccia / in piedi come pendolari sui treni Bari-Foggia... (Cit.)
    • invasore scrive:
      Re: XXXXX nello spazio
      "...faremo dei rave sull'enterprise.farò rifare l'asfalto (dell'spazioporto?) per quando tornerai..." (Cit.)
    • XFILE scrive:
      Re: XXXXX nello spazio
      - Scritto da: ZIoMimmo
      ...c'è chi si piglia tutto lo spazio e chi lo
      piglia in saccoccia / in piedi come pendolari sui
      treni Bari-Foggia...
      (Cit.)è incredibile che la realtà venga raccontata dalla sensibilità di comici(sempre meno sigh!) e cantanti (grande Capa!!!!) e non dai medi asserviti a lobby dipotere...
  • jumpjack scrive:
    Costruzione spazioporto
    Non avrei mai creduto di leggere, un giorno, una notizia che parla della costruzione di uno spazioporto!!! Roba da fantascienza!!!Gia' mi immagino che mi cascherà la mandibola quando, tra un paio d'anni, all'inizio del TG, presentando le notizie, diranno "Apre oggi il primo spazioporto della storia"!!!!
    • Joliet Jake scrive:
      Re: Costruzione spazioporto
      Succederà sicuramente molto prima della notizia dell'apertura "del ponte più lungo del mondo sullo stretto di Messina".Almeno lo spazioporto è realizzabile con la tecnologia attuale. Il ponte no.
      • jumpjack scrive:
        Re: Costruzione spazioporto
        - Scritto da: Joliet Jake
        Succederà sicuramente molto prima della notizia
        dell'apertura "del ponte più lungo del mondo
        sullo stretto di
        Messina".
        Almeno lo spazioporto è realizzabile con la
        tecnologia attuale. Il ponte
        no.Il ponte è realizzabilissimo con la TECNOLOGIA di oggi, e' la POLITICA di oggi che non lo consente.ma... perche0 stiamo parlando del ponte???
    • ufo1 scrive:
      Re: Costruzione spazioporto
      Ci sono anche posti di lavoro per finirlo"http://tinyurl.com/kk489t"
    • Wolf01 scrive:
      Re: Costruzione spazioporto
      Speriamo sia come quello di Starcraft(si ok, adesso vado a nascondermi)
  • Faustino scrive:
    Grande Opera
    Una grande opera.. macchina economica...ahahahah questa si che è una grande opera!!! LO SPAZIOPORTO!!! altro che quella buffonata di ponte...
  • Guybrush scrive:
    Si, si, vedere la terra dall'alto...
    ...e' bellissimo, specie se becchi l'alba. Pero' sono minimo 6 anni di stipendio bruciati in 6 minuti.Non e' il tipo di turismo a cui sono abituato.D'altro canto la stazione spaziale internazionale ha dei prezzi ancora piu' elevati... bah, vedremo.-- GT
    • Spazio Privato scrive:
      Re: Si, si, vedere la terra dall'alto...
      All'inizio è normale che i prezzi siano elevati.Con il tempo si spera che si abbassino!
      • Ma basta... scrive:
        Re: Si, si, vedere la terra dall'alto...
        - Scritto da: Spazio Privato
        All'inizio è normale che i prezzi siano elevati.
        Con il tempo si spera che si abbassino!Iniziamo a registrare il dominio lastrocket.com allora :)
    • Fabio Ferrero scrive:
      Re: Si, si, vedere la terra dall'alto...
      - Scritto da: Guybrush
      ...e' bellissimo, specie se becchi l'alba. Pero'
      sono minimo 6 anni di stipendio bruciati in 6
      minuti.Ritengo che chi fara' questi voli abbia uno stipendio "leggermente" sopra la media...Per tutti gli altri: google earth...
      • attonito scrive:
        Re: Si, si, vedere la terra dall'alto...
        - Scritto da: Fabio Ferrero
        - Scritto da: Guybrush

        ...e' bellissimo, specie se becchi l'alba. Pero'

        sono minimo 6 anni di stipendio bruciati in 6

        minuti.

        Ritengo che chi fara' questi voli abbia uno
        stipendio "leggermente" sopra la
        media...

        Per tutti gli altri: google earth...ci saranno gli emulatori per i poveri.Cabina tipo aereo, pannelli lcd a simulare le finestre, occhialini porta-sensori e computer grafica per rappresentare in tempo reale l'esterno.
        • Por scrive:
          Re: Si, si, vedere la terra dall'alto...
          Eheh, e voli parabolici per provare l'assenza di graivtà.
          • pippo scrive:
            Re: Si, si, vedere la terra dall'alto...

            Eheh, e voli parabolici per provare l'assenza di
            gravità.Si ma a calci nel sedere, è per i poveri... :D
    • The Punisher scrive:
      Re: Si, si, vedere la terra dall'alto...
      - Scritto da: Guybrush
      ...e' bellissimo, specie se becchi l'alba. Pero'
      sono minimo 6 anni di stipendio bruciati in 6
      minuti.Suppongo che la clientela a cui e' rivolto il progetto sia "leggermente" diversa da me e te.Cosi', ad una prima impressione.
Chiudi i commenti