Norvegia/ Inquisito l'autore del DeCSS

Il ragazzo, che ha appena compiuto 18 anni, è sotto accusa per aver violato le tecnologie di protezione di un DVD che aveva acquistato. Preoccupazione

Roma – Jon Johansen rischia sanzioni e carcere. Il ragazzo reso celebre dal suo programmino sviluppato per leggere i propri DVD su sistemi non previsti dai produttori è stato formalmente inquisito nel suo paese, la Norvegia.

Jan Johansen Stando a quanto riportato dallo Aftenposten Nettutgaven, al giovane hacker viene contestata la violazione delle leggi sul cybercrimine del paese nel 1999, quando realizzò il celeberrimo DeCSS, capace di superare le protezioni CSS apposte dall’industria sui DVD. L’accusa parla di “violazione di sistema informatico”. La legge anti-cracking prevede che sia da sanzionare “chiunque acceda – rompendo un device di protezione o in modo simile – a dati o programmi che sono archiviati o trasferiti elettronicamente o con altri mezzi tecnici”.

Johansen, da tempo accusato di tutto e di più dall’associazione americana DVD Copy Control Association , secondo quanto dichiarato da funzionari norvegesi rischierebbe “fino a due anni in carcere per aver causato danni” nell’accedere alla protezione o “per averlo fatto per motivi finanziari”.

Come si ricorderà, il DeCSS, di cui oggi esistono molte diverse versioni scritte da numerosi altri programmatori, versioni che girano liberamente su internet nonostante i numerosi finora inutili processi in cui si è imbarcata l’industria, viene visto come un “mostro” dai produttori di contenuti su DVD. Il DeCSS di fatto consente di superare il primo sistema di “protezione” che i produttori hanno posto sui DVD per poterne controllare il mercato.

Ma se la solidarietà per Johansen sta già scattando in queste ore sui newsgroup, com’era prevedibile, c’è anche chi ritiene il caso molto interessante sul piano giuridico. Secondo il docente di legge norvegese Jon Bing, intervistato da Wired, il caso va studiato perché non è chiaro se la legge possa essere applicata “ad una situazione dove qualcuno rompe il codice o altre misure di sicurezza per accedere a materiali su un device di cui quella persona è il proprietaria”….

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    brevetto=tutela o brevetto=speculazione ?
    forse puo' sembrare strana questa domanda, ma mi chiedevo dove sono tutte queste nuove tecnologie...piu' di 3000...quasi 10 al giorno...mi spiego meglio...io brevetto una mia invenzione o opera di ingegno (quello che e' insomma) se mi voglio tutelare da eventuali altri furbi che mi copiano l'idea e la vendono al posto mio....facendomi perdere soldi.ed e' qui che cominciano i miei dubbi...se io non vendo mai questa tecnologia ? cioe' me la tengo ben nascosta...senza dire niente a nessuno...poi tra qualche hanno quando un altro avra' la stessa idea e magari la mettera' in commercio facendo un bel po' di soldi...allora lo denuncio...e incasso i dirittiperche' brevettano + di 3000 tecnologie senza metterle in commercio...se io brevetto una tecnologia non dovrebbe diventare di dominio pubblico ?in modo che altri possano utilizzarla, e pagare regolarmente l'utilizzo di tale tecnologia ?perche'utilizzare il brevetto per proteggere qualcosa che viene tenuto nascosto...segreto...e se un'altro arrivasse alla stessa tecnologia (senza sapere, copiare ecc...) il brevetto dovrebbe essere valido comunque ?non e' anche la seconda un'opera di ingegno ?insomma che senso avrebbe proteggere con brevetto una tecnologia di cui non si sapra' mai nulla x chissa' quanto tempo...magari mai...
    • Anonimo scrive:
      Re: brevetto=tutela o brevetto=speculazione ?
      la speculazione e solo una delle componenti della piu larga cosidetta "tutela"...;-0)comunque alcuni brevetti meritterebbero di essere brevettati (5%) gli altri li sbatterei fuori a calci nelle palle...;-0)
      ed e' qui che cominciano i miei dubbi...se
      io non vendo mai questa tecnologia ? cioe'
      me la tengo ben nascosta...senza dire niente
      a nessuno...poi tra qualche hanno quando un
      altro avra' la stessa idea e magari la
      mettera' in commercio facendo un bel po' di
      soldi...allora lo denuncio...e incasso i
      dirittiovviamente...vero...;-0)cosi quello fa il lavoro si sbatte per vendere, ecc...e tu incassi solo perche hai progettato una componente FONDAMENTALE dell'ingranaggio;-0)
      perche' brevettano + di 3000 tecnologie
      senza metterle in commercio...
      se io brevetto una tecnologia non dovrebbe
      diventare di dominio pubblico ?anche la nasa brevetta cose...ma non diventano di dominio pubblico per una ventinna di anni;-0)con un po di pazienza...
      in modo che altri possano utilizzarla, e
      pagare regolarmente l'utilizzo di tale
      tecnologia ?e solo questione di potere...io ho il potere e tu t'attachi;-0)
      perche'utilizzare il brevetto per proteggere
      qualcosa che viene tenuto
      nascosto...segreto...
      e se un'altro arrivasse alla stessa
      tecnologia (senza sapere, copiare ecc...) il
      brevetto dovrebbe essere valido comunque ?
      non e' anche la seconda un'opera di ingegno ?ci sei arrivato prima tutto qui...quindi il secondo si suppone abbia copiato;-0)
      insomma che senso avrebbe proteggere con
      brevetto una tecnologia di cui non si sapra'
      mai nulla x chissa' quanto tempo...magari
      mai...e magari a 80 anni dopo la morte dell'inventore uno inventa una cosa simile e i suoi nipotini cosi possono andare alle hawaii ;-0)
    • Anonimo scrive:
      Re: brevetto=tutela o brevetto=speculazione ?
      Nell'articolo:
      Anche per questa "visione", IBM raccoglie 1,7
      miliardi di dollari all'anno in royalty, per lo
      sfruttamento di propri brevetti da parte di
      aziende terze.Eccoti spiegato il nocciolo della questione.CiaoK.
      • Anonimo scrive:
        Re: brevetto=tutela o brevetto=speculazione ?
        - Scritto da: Konrad
        Nell'articolo:

        Anche per questa "visione", IBM raccoglie
        1,7
        miliardi di dollari all'anno in
        royalty, per lo
        sfruttamento di propri
        brevetti da parte di
        aziende terze.

        Eccoti spiegato il nocciolo della questione.
        Ciao
        K.ma non e' questa la domanda....non metto in dubbio la validita' del brevetto x tecnologie vendute e usate da altri...la domanda era : e' giusto brevettare e poi tenere nascoste le tecnologie ???non sarebbe meglio renderle pubbliche una volta brevettate in modo che altri possano usarle...e quindi pagare per l'utilizzo...magari migliorale, svilupparne di nuove...mi piacerebbe sapere quante ne hanno brevettate e da quante invece guadagnano...sapendo che sono state brevettate cosi' tante tecnologie quale azienda si mettera' a cercarne altre correndo il rischio di trovarne una gia' brevettate di cui non sapeva nulla perche' tenuta segreta...sprecando soldi e tempo....non si rischia di bloccare cosi' lo sviluppo e di buttare soltanto un sacco di soldi...senza parlare di possibili monopoli o posizioni dominanti...o pressioni che potrebbe esercitare chi possiede cosi' tante tecnologie...ovviamente su alcune il segreto e' dettato da motivi nazionali...(ma anche qui si potrebbe discutere)....ma le altre ?
    • Anonimo scrive:
      Re: brevetto=tutela o brevetto=speculazione ?
      - Scritto da: gpl

      forse puo' sembrare strana questa domanda,
      ma mi chiedevo dove sono tutte queste nuove
      tecnologie...piu' di 3000...quasi 10 al
      giorno...Magari non sono (ancora) applicabili ai prodotti odierni, o magari servono per tenere "buono" qualche concorrente.

      mi spiego meglio...
      io brevetto una mia invenzione o opera di
      ingegno (quello che e' insomma) se mi voglio
      tutelare da eventuali altri furbi che mi
      copiano l'idea e la vendono al posto
      mio....facendomi perdere soldi.

      ed e' qui che cominciano i miei dubbi...se
      io non vendo mai questa tecnologia ? cioe'
      me la tengo ben nascosta...senza dire niente
      a nessuno...poi tra qualche hanno quando un
      altro avra' la stessa idea e magari la
      mettera' in commercio facendo un bel po' di
      soldi...allora lo denuncio...e incasso i
      dirittiMagari è così. Comunque brevettare un'idea vuol dire anche renderla pubblica, visto che per brevettare un'idea occorre un'accurata (si spera) documentazione, la quale rimane depositata e consultabile presso l'ufficio brevetti. Poi se mi dici che uno dovrebbe andare a scartabellare i milioni di brevetti depositati negli uffici brevetti di tutto il mondo.... beh: HAI RAGIONE !!!

      perche' brevettano + di 3000 tecnologie
      senza metterle in commercio...
      se io brevetto una tecnologia non dovrebbe
      diventare di dominio pubblico ?Dopo N anni. Con, se non ricordo male, N = 25.
      in modo che altri possano utilizzarla, e
      pagare regolarmente l'utilizzo di tale
      tecnologia ?Per pagare vuol dire che non è di pubblico dominio... Forse intendevi che deve essere divulgato il brevetto. In effetti spesso si fa così. Però maagari a volte si preferisce brevettare un'idea non ancora applicabile per evitare che ci arrivino altri, ma non divulgarla in modo che altri non possano mettersi a studiare idee analoge che magari aggirino il brevetto.

      perche'utilizzare il brevetto per proteggere
      qualcosa che viene tenuto
      nascosto...segreto...
      e se un'altro arrivasse alla stessa
      tecnologia (senza sapere, copiare ecc...) il
      brevetto dovrebbe essere valido comunque ?Si.
      non e' anche la seconda un'opera di ingegno ?Chi primo arriva, meglio arraffa...Una considerazione finale sui 3000 brevetti all'anno: molti sicuramente sono frutto della ricerca di IBM, ma, trattandosi di una grande azienda, non vorrei che molti servissero solo a far numero a qualcuno.... magari perchè fare più di tot. brevetti significa incentivi economici o carriera più rapida...anche se si brevetta la macchina per imbottigliare l'insalata... Sembra assurdo ma nelle grandi aziende a volte succede.
      • Anonimo scrive:
        Re: brevetto=tutela o brevetto=speculazione ?
        questa di brevettare qualunque cosa x fare numero proprio non la sapevo....ma chi decide le sovvenzioni o gli aiuti guarda solo il numero ? e non l'utilita' effettiva...cmq, sono d'accordo sul fatto che chi arriva prima prende i soldi....non e' mia intenzione cambiare questa regola...quello che mi sembra di capire e' che di questi tempi il brevetto sia passato da arma difensiva ad arma offensiva...quasi da estorsione...e questo non mi piace x niente...ovviamente chi concede brevetti ha molte colpe...e dovrebbe stare con 5000 occhi aperti...e invece sembra che ne abbia solo 100 e un po' troppo chiusi...aumentano continuamente casi in cui un'azienda dopo aver investito soldi e commercializzato un prodotto, e magari raggiunto una quota consistente di mercato si veda arrivare una bella causa x qualche brevetto che avrebbe infranto....per non parlare di tecnologie della rete....e di chissa' quante altre cose.se non ricordo male qualcuno provo' a farsi riconoscere il brevetto del hyperlink...forse era proprio su PI l'articolo...insomma e' questo uso (lecito) del brevetto che mi lascia perplesso....perche' si fa' presto a pensare male...poi questo strumento messo nelle mani di una societa' cosi' grossa e con tante risorse e soldi...cmq cerchero' di capire se i brevetti sono o non sono divulgati :) ....e non intendo una descrizione sommaria...ma proprio i progetti ecc...questo e' quello che intendo...anzi se qualcuno lo sa gia'....mi risparmia un po' di lavoro
  • Anonimo scrive:
    Il vero pericolo e' l'abuso
    C'e' da riconoscere cmq che IBM investe pesantemente nel settore della ricerca dando lavoro a molti professionisti. Il mondo della ricerca ha bisogno di grandi finanziamenti, spesso insopportabili per una pubblica amministrazione (la ricerca universitaria non potrebbe vivere di soli finanziamenti pubblici). L'attivita' di IBM va quindi vista prima di tutto come un grande incentivo all'innovazione tecnologica. Del resto non c'e' nuova tecnologia che non venga brevettata e utilizzata a fini di lucro.... nel lungo periodo, una volta realizzati i profitti, si spera nella disponibilita' su larga scala ed a prezzo ragionevole (e cmq sempre grossi introiti per l'azienda).....Il problema/pericolo e': quanto se ne approfitta IBM? Il time-to-market viene considerato? con quale peso?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il vero pericolo e' l'abuso
      beh, IBM fa quello che _tutte_ le grandi aziende fanno... Per dare una occhiata alle tecnologie brevettate e mai rilasciate (o quelle che faranno questa fine) basta navigare nelle sezioni R&D dei siti delle aziende:http://www.research.ibm.com/http://research.microsoft.com/http://research.sun.comne cito solo 3 (ed anche in ordine alfabetico) perchè sono quelli che frequento + abitualmente, ma anche sul sito di Apple c'è qlc del genere, anche se molto + "light"
  • Anonimo scrive:
    un premio per chi ha idee
    sta per scadere il termine per la presentazione delle domande, ma c'è ancora un po' di tempoi per gli inventori italiani che abbiano idee creative capaci di cambiare la vita e abbiano voglia di aprtecipare a un premio indetto dalla rivista Focus. Il valore del premio è di 25 milioni.per maggiori informazioni (il termine è il 31 gennaio 2002) il sito èwww.premiofocus.it
  • Anonimo scrive:
    Che Bellezza.
    Complimenti, così va a finire che brevettano la ruota. Di nuovo.A presto,Zane - Responsabile sviluppo e promozione "Zane & Friends Site" http://www.zanezane.net
    • Anonimo scrive:
      Re: Che Bellezza.
      VAI A CASA...ci tenevi a far pubblicità al tuo sito?
    • Anonimo scrive:
      Re: Che Bellezza.
      E' vero buffone.che senso ha trascinassi dietro il sito di zanne zanne bianche bianche?- Scritto da: Zane
      Complimenti, così va a finire che brevettano
      la ruota. Di nuovo.

      A presto,

      Zane - Responsabile sviluppo e promozione
      "Zane & Friends Site"
      http://www.zanezane.net
      • Anonimo scrive:
        Re: Che Bellezza.
        Guarda che nessuno vieta di mettere la firma sui forum, nè tantomeno vieta di metterci un url. Tu, stolto che non sei altro, limitati a commentare la notizia e non a fare polemica inutilmente.Bah!- Scritto da: tibbi
        E' vero buffone.

        che senso ha trascinassi dietro il sito di
        zanne zanne bianche bianche?

        - Scritto da: Zane

        Complimenti, così va a finire che
        brevettano

        la ruota. Di nuovo.



        A presto,



        Zane - Responsabile sviluppo e promozione

        "Zane & Friends Site"

        http://www.zanezane.net
    • Anonimo scrive:
      Re: Che Bellezza.
      è gia stata brevettata in australia!propio l'anno scorso
      • Anonimo scrive:
        Re: Che Bellezza.
        - Scritto da: psy
        è gia stata brevettata in australia!
        propio l'anno scorso... e l'inventore s'è beccato pure il premio IgNobel. Hehe...
Chiudi i commenti