Nota/ Banda larga e TLC, dove si va?

Nei prossimi giorni un convegno di ConfCommercio è l'occasione per presentare problemi, suggerimenti e proposte alle parti che si affronteranno alle prossime politiche. Un forum per parlarne subito e preparare l'incontro


Roma – Mancano ormai pochi giorni ad un convegno sul mercato delle TLC, dalla telefonia alla banda larga, dal monopolio telefonico alla liberalizzazione, dal quale potrebbero emergere indicazioni su cosa gli utenti e le imprese potranno attendersi nella prossima legislatura. Sono infatti settimane nelle quali, come si vedrà anche dalle interviste ai politici di tutti i partiti che Punto Informatico pubblicherà da qui ai primi di aprile , è più agevole spingere gli esponenti delle diverse forze in campo ad esprimersi concretamente su temi caldi o caldissimi. E il Convegno che si terrà il 16 a Roma, in ConfCommercio, può rappresentare un’occasione per diverse ragioni.

All’incontro-tavola rotonda infatti parteciperanno oltre ai provider di Assoprovider e ai consumatori di Adiconsum , anche due noti esponenti dei due maggiori ed opposti schieramenti elettorali: l’attuale ministro delle Comunicazioni Mario Landolfi e Vincenzo Vita , assessore alla Società dell’Informazione presso il Comune di Roma. Il tutto si terrà nella cornice di ConfCommercio, nella capitale.

Si tratta quindi di un incontro-tavola rotonda che, in vista delle elezioni del 9 aprile, metterà sul tappeto alcuni dei temi più scottanti per la rete italiana, questioni che riguardano le attività delle imprese che offrono accesso e servizi Internet ma che toccano direttamente tutta l’utenza, a partire dalla possibilità di scegliere tra offerte diverse ma anche di godere delle conseguenze di un regime di piena concorrenza, oggi ancora soltanto una speranza. Al centro anche i diritti digitali e la richiesta di garanzie esplicite per il mantenimento di un accesso alla rete libero dai condizionamenti dei potentati economici.

La Tavola Rotonda verrà moderata da Paolo De Andreis, direttore responsabile di Punto Informatico, che porrà al centro le questioni più calde e che maggiormente impattano sulla “vita in rete” e sulle prospettive di sviluppo di Internet. L’occasione è quindi ghiotta per raccordare questi temi ancora una volta e in modo ancora più diretto con l’utenza Internet italiana, perlopiù trascurata dalla politica, traducendo questo lavoro in domande specifiche per entrambi i rappresentanti degli schieramenti che si batteranno nell’imminente competizione elettorale.

Il forum di questo articolo è dunque a disposizione, da qui al 16 marzo, giorno del convegno, per raccogliere segnalazioni e temi caldi, domande e questioni urgenti che riguardino l’offerta di telefonia e connettività, i diritti del “cittadino digitale” a fronte di un mercato TLC ancora cristallizzato, le possibili soluzioni.

Dopo l’incontro sarà ovviamente premura di Punto Informatico fornire un resoconto dell’incontro e delle risposte ottenute.

La redazione

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Funerale per le compagnie telefoniche?
    Se la connettività gratis per tutti diventrà realtà, penso si diffonderanno rapidamente sia i telefonini WiFi con client softphone, sia connessioni casalinghe VoIP.La vedo dura per le varie compagnie telefoniche tradizionali.
Chiudi i commenti