Nota/ Tiscali sull'offerta ADSL

Riceviamo e pubblichiamo alcune precisazioni inviate dall'operatore a Punto Informatico dopo la pubblicazione dell'articolo di ieri sui nuovi servizi ADSL


Roma – “In merito a quanto pubblicato ieri da Punto Informatico , Tiscali precisa in primis che la nuova offerta ADSL Senza Canone di Tiscali conta sulla disponibilità dei finanziamenti pubblici che verranno erogati come le altre offerte presentate recentemente dai maggiori operatori del settore.

Inoltre, in risposta al dubbio espresso da Punto Informatico, si sottolinea che a differenza delle altre offerte, Tiscali regala 50 ore di navigazione (per un valore di 90 Euro) che vengono accreditate immediatamente al cliente che ne dovrà fare uso entro due mesi dalla sottoscrizione, e non rimborsate in seguito all’assegnazione dei fondi governativi come previsto dalla altre offerte presenti sul mercato.

A questo si aggiunge l’offerta gratuita dell’unatantum di contributo di adesione pari a 34,95 euro. Il risultato è che Tiscali con la sua offerta regala ai propri clienti ben 124,95 euro (importo ben superiore all’incentivo governativo)”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Chissa' quanti...
    Hanno esposto il sedere davanti a quelle telecamere.La gente non ama un granche' essere controllati da un pc.E' meglio che gli americani sborsino un po di dollari per delle persone fidate e dotate di buon senso che controllino la situazione.Certo il problema sara' che queste persone dovranno farle arrivare dall'estero :D
  • Anonimo scrive:
    Smorfie
    Ma è lecito fare le smorfie davanti a una telecamera con annessa scansione del volto??Ingenuo 2001
  • Shpalman scrive:
    Ma cosa fanno nelle scuole americane?
    Lo sceriffo Joe Arpaio (vedi foto) ha dichiarato che "se funziona anche solo una volta, rintraccia un bambino dato per perso o salva un bambino da un'aggressione sessuale, allora credo che ne valga la pena". A scuola perdono i bambini?I bidelli aggrediscono le proprie vittime nel corridoio?Mah, resto del parere che dagli USA meno si copia meglio è
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma cosa fanno nelle scuole americane?
      - Scritto da: Shpalman

      Mah, resto del parere che dagli USA meno si
      copia meglio èvero, fra l'altro anche i loro film sono diventati delle ciofeche, solo effettiniente trama, che li copi a fare :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma cosa fanno nelle scuole americane
        vi domandate cosa fanno a scuola gli americani ??guardatevi "bowling for columbine" e dopo questo film (americano) capirete molte più cose su questo popolo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma cosa fanno nelle scuole americane

      Lo sceriffo Joe Arpaio (vedi foto) ha
      dichiarato che "se funziona anche solo una
      volta, rintraccia un bambino dato per perso
      o salva un bambino da un'aggressione
      sessuale, allora credo che ne valga la
      pena". Demagogia da due cent. Forse lo sceriffo si vuole candidare a governatore. Se vuole salvare i bambini da aggressioni sessuali perché non propone di mettere le cam tra le mura domestiche: è statisticamente di gran lunga il luogo più pericoloso.Lo lincerebbero se solo si azzardasse, è vero, ma se le sue intenzioni non fossero false come una banconota da tre euro potrebbe proporlo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma cosa fanno nelle scuole americane?
      - Scritto da: Shpalman
      I bidelli aggrediscono le proprie vittime
      nel corridoio?Negli USA non lo so, ma in Italia capita, anche alle elementari. Pochi mesi fa, a Brescia, maestri condannati per abusi su alunni.

      Mah, resto del parere che dagli USA meno si
      copia meglio èio credo che non bisogna ispirarsi a cose stupide, e il tuo commento lo era.
  • Anonimo scrive:
    Non vorrei vivere in Amerika
    per nessuna ragione al mondo
    • ereilavak scrive:
      Re: Non vorrei vivere in Amerika
      a me invece sembra una buona cosa...purtroppo più sicurezza vuol dire più controllo, è un prezzo che secondo me vale la pena pagare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non vorrei vivere in Amerika
        è una pura utopiasono altri i campi in cui bisognerebbe agire per prevenire certe situazioni
      • Anonimo scrive:
        Re: Non vorrei vivere in Amerika
        in un paese dove si stima ci siano 200 milioni di armi in circolazione queste cose hanno del patetico
      • Anonimo scrive:
        Re: Non vorrei vivere in Amerika
        - Scritto da: ereilavak
        a me invece sembra una buona cosa...
        purtroppo più sicurezza vuol dire più
        controllo, è un prezzo che secondo me vale
        la pena pagare.vale la pena pagare finchè lo pagano gli altri. sono convinto che quando installeranno le videocamere all'ingresso del palazzo dove vivi per controllare che non entrino malintenzionati cambierai idea...Come dire... son tutti froci col culo degli altri...ciao... Ska-ManPS:Io comunque nel States ci vorrei vivere, ad essere precisi vorrei vivere a Honolulu o lì nei paraggi....
    • Anonimo scrive:
      Re: Non vorrei vivere in Amerika
      - Scritto da: Anonimo
      per nessuna ragione al mondoCon la forte immigrazione e con il dimezzato potere d'acquisto portato dall'euro anche qui i controlli dovranno essere piu' severi in modo da arginare gli espedienti dei nuovi e molti poveri.
Chiudi i commenti