Novell sforna il suo Linux desktop

La sua prima distribuzione Linux per desktop integra l'architettura di SuSE Linux e il software di gestione ZENworks ad alcune tecnologie Ximian, come Evolution. Ma non è un'alternativa a Windows
La sua prima distribuzione Linux per desktop integra l'architettura di SuSE Linux e il software di gestione ZENworks ad alcune tecnologie Ximian, come Evolution. Ma non è un'alternativa a Windows


Waltham (USA) – Frutto di un progetto che SuSE Linux aveva già in cantiere prima dell’acquisizione da parte di Novell , e che oggi rappresenta un altro importante pilastro della strategia open source del colosso americano, l’appena lanciato Novell Linux Desktop 9 è una piattaforma desktop general-purpose che tenta di soddisfare un vasto pubblico: dagli utenti individuali alle grandi aziende per passare dai piccoli uffici.

Con il suo nuovo sistema operativo desktop, basato sul kernel 2.6 di Linux, Novell tenta di fornire agli utenti desktop un ambiente omogeneo capace di integrare fra loro le tecnologie e l’esperienza di Ximian e SuSE, entrambe acquisite lo scorso anno ed entrambe pioniere del mercato Linux desktop.

Non stupisce che Novell Linux Desktop 9 includa una versione di OpenOffice, la celebre suite per l’ufficio open source sponsorizzata da Sun, che integra in modo stretto Evolution 2, il client e-mail/calendar di Ximian/Novell. Oltre a questo, l’OpenOffice “ritoccato” da Novell supporta le macro di MS Office, include un menù File più aderente allo stile dell’interfaccia di sistema, facilita la configurazione delle stampanti compatibili e migliora l’accesso ai file.

Novell Linux Desktop 9 include poi il browser Firefox, il lettore multimediale RealPlayer e ZENworks Linux Management, un software per la gestione centralizzata del sistema e degli aggiornamenti. Novell ha spiegato che per ridurre al massimo la complessità e incrementare l’integrazione fra i vari programmi ha scelto di includere nella propria distribuzione solo un numero selezionato di applicazioni, in genere una per ogni area di attività.

Il chairman e CEO di Novell, Jack Messman, ha ammesso che il proprio sistema operativo desktop non può ancora essere visto come un completo sostituto di Windows, ma piuttosto come un prodotto che, in ambiti specifici, “rappresenta un’ottima alternativa a basso costo”. Oltre ai desktop per l’ufficio e ai client aziendali, Novell afferma che il proprio sistema operativo è particolarmente indicato per l’uso all’interno dei chioschi e di altri tipi di terminali pubblici.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 11 2004
Link copiato negli appunti