NSA con le mani nei biscotti di Google

Mountain View è stata sfruttata dagli agenti segreti anche per i cookie, utili a rintracciare e identificare i sospetti. E nelle ultime rivelazioni di Snowden è giallo sul coinvolgimento del Canada in diverse operazioni in paesi ostili agli USA

Roma – Mentre un gruppo di prestigiosi scrittori, tra cui Margaret Atwood, Don DeLillo, Martin Amis, Günter Grass, Pico Ayer, Will Self, Irvine Welsh, Jeanette Winterson, Lionel Shriver, Paul Auster, Dave Eggers e Jonathan Lethem, ha lanciato una petizione per chiedere ai governi mondiali limiti alla sorveglianza online , non finiscono le rivelazioni di Edward Snowden sulle intercettazioni di massa compiute dal suo ex datore di lavoro, la National Security Agency (NSA): secondo gli ultimi documenti le spie a stelle e strisce hanno sfruttato i cookie raccolti da Google e dai servizi pubblicitari online per individuare i bersagli di operazioni di hacking .

Nelle nuove slide ad uso interno dell’agenzia ed ora divulgate da Snowden, infatti, si descrivono le tecniche adottate dalle spie americane e dalla loro controparte britannica Global Communications Headquarters (GCHQ), che sfruttano i sistemi di tracciamento impiegati da Mountain View per veicolare pubblicità geolocalizzata.

Google assegna un unico codice identificativo chiamato cookie PREF ogni volta che un browser si connette ad un suo servizio, ed attraverso di esso segue il navigatore e riesce a veicolare pubblicità personalizzata: attraverso questo numero l’NSA ha individuato bersagli (si parla di soggetti già sospettati) per le loro operazioni offensive di hacking, definite genericamente “exploit da remoto”.

Infatti, oltre a tracciare le visite effettuate alle pagine Web, queste briciole disseminate via browser, che hanno già causato diversi grattacapi a Google, permettono all’NSA di individuare e – conseguentemente – bersagliare con un programma specifico un singolo utente.

Inoltre, nei nuovi documenti si racconta dell’operazione “Happyfoot” dell’agenzia, che prevede lo sfruttamento di informazioni ottenute da diverse app mobile per localizzare i dispositivi dei sospettati in maniera più precisa rispetto ai dati raccolti attraverso la localizzazione via reti telefoniche. Questi stessi dati sarebbero impiegati dall’agenzia anche per allertare gli agenti operativi di eventuali pedinamenti .

Nei documenti l’NSA non spiega come ha ottenuto questi due tipi di dati, ma secondo il Washington Post rientrano tra quelli che le autorità a stelle e strisce possono pretendere da Mountain View con un ordine emanato sulla base del Foreign Intelligence Surveillance Act .
Con un comunicato l’agenzia si è limitata a dire che “è nella nostra missione legale raccogliere dati di intelligence per proteggere gli Stati Uniti”.

Parole che suonano quanto mai infide: il lenzuolo della lotta al terrorismo con cui NSA si copre è sempre più corto e sempre più scoperti sono i sotterfugi adottati dall’agenzia federale per spiare cittadini innocenti: un esempio della malafede si può trovare in un altra delle rivelazioni di Snowden, quella secondo cui le spie a stelle e strisce si sarebbero nascoste dietro i canali di comunicazione e alla facciata della controparte canadese ( Communications Security Establishment Canada ) per operare liberamente in quei Paesi in cui Washington è mal vista. Una lista che – proprio per il suo operato – adesso è logico supporre molto più lunga.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Dan bibu scrive:
    Equo compenso uguale truffa!
    Perchè devo pagare una tassa su un dispositivo che io userò per copiare i dati che riguardano i XXXXX miei? Mettessero l'equo compenso sui cd di Gino Paoli che è giusto. Io posso fare la copia del CD solo se compro il CD, perchè devo pagare se mi compro un hard disk vuoto su cui ci metto quello che appartiene a me?
    • La SIAE scrive:
      Re: Equo compenso uguale truffa!
      - Scritto da: Dan bibu
      Perchè devo pagare una tassa su un dispositivo
      che io userò per copiare i dati che riguardano i
      XXXXX miei?E perché non la dovresti pagare? Risposta: per nessun motivo. Quindi grazie per la collaborazione e, arrivederci! :@Parola di SIAE
      • sapore di sale scrive:
        Re: Equo compenso uguale truffa!
        - Scritto da: La SIAE
        - Scritto da: Dan bibu

        Perchè devo pagare una tassa su un dispositivo

        che io userò per copiare i dati che riguardano i

        XXXXX miei?

        E perché non la dovresti pagare? Risposta: per
        nessun motivo. Quindi grazie per la
        collaborazione e, arrivederci!
        :@

        Parola di SIAEquoto, rilancio vedo e vinco!
    • Gino Paoli scrive:
      Re: Equo compenso uguale truffa!
      - Scritto da: Dan bibu
      Perchè devo pagare una tassa su un dispositivo
      che io userò per copiare i dati che riguardano i
      XXXXX miei? Mettessero l'equo compenso sui cd di
      Gino Paoli che è giusto. Io posso fare la copia
      del CD solo se compro il CD, perchè devo pagare
      se mi compro un hard disk vuoto su cui ci metto
      quello che appartiene a
      me?Perché la parola lavoro ci fa sudare solamente a sentirla e quindi ci sentiamo di pretendere di essere foraggiati così! :@ :@
  • Leguleio scrive:
    Re: Peccato...



    Quello che diceva una cagata che hai

    smentito ?


    Quand'è che impari a scrivere commenti senza

    attaccare le persone?

    Quando tu imparerai a rispondere nel merito
    invece di tentare tristemente di cambiare
    argomento come fanno i bimbi credendo che gli
    altri non se ne
    accorgeranno.Complimenti per la prontezza di riflessi. Prima di capodanno arriverà una risposta a questo, o si parla di primavera 2014? :)Non rispondo nel merito per un preciso motivo: a chi insulta già dalla riga 1 non va data corda. Se vuoi fare un <I
    talk show </I
    stile Santoro con altri hai tutti gli utenti di <I
    Punto Informatico </I
    . A me non interessa.
    • krane scrive:
      Re: Peccato...
      - Scritto da: Leguleio



      Quello che diceva una cagata che
      hai


      smentito ?




      Quand'è che impari a scrivere commenti
      senza


      attaccare le persone?



      Quando tu imparerai a rispondere nel merito

      invece di tentare tristemente di cambiare

      argomento come fanno i bimbi credendo che gli

      altri non se ne

      accorgeranno.

      Complimenti per la prontezza di riflessi. Prima
      di capodanno arriverà una risposta a questo, o si
      parla di primavera 2014?
      :)

      Non rispondo nel merito per un preciso motivo: a
      chi insulta già dalla riga 1 non va data corda.
      Se vuoi fare un <I
      talk show </I

      stile Santoro con altri hai tutti gli utenti di
      <I
      Punto Informatico </I
      . A me non
      interessa.Non stati rispondendo nel merito, chissa' qual era il merito poi...Comunq e' palese che cambi argomento quando sei nel torto il che ti rende molto buffo.
  • paradox scrive:
    Notare gli estensori
    Come volevasi dimostrare la SIAE raccoglie consensi dovunque. Anche fra i sedicenti sinistrorsi presunti difensori del popolo.
    • Passante scrive:
      Re: Notare gli estensori
      - Scritto da: paradox
      Come volevasi dimostrare la SIAE raccoglie
      consensi dovunque. Anche fra i sedicenti
      sinistrorsi presunti difensori del
      popolo.Tipo Zorro ?
    • Leguleio scrive:
      Re: Notare gli estensori

      Come volevasi dimostrare la SIAE raccoglie
      consensi dovunque. Anche fra i sedicenti
      sinistrorsi presunti difensori del
      popolo.Consensi? La SIAE mica è in campagna elettorale. È un'organizzazione di categoria, che difende i propri associati, anzi, ora difende soprattutto sé stessa, visto che ha serissimi problemi di bilancio.
  • enrico.querci scrive:
    È come per i libri
    Forse dimentichiamo che per i brani musicali e per i CD è come per i libri.Acquistando un brano o un CD acquistiamo il diritto di usufruire della copia acquistata del brano o del CD, non compriamo il brano ...Anche per i libri è vietato fare delle copie ...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 dicembre 2013 18.18-----------------------------------------------------------
    • Leguleio scrive:
      Re: È come per i libri

      Forse dimentichiamo che per i brani musicali e
      per i CD è come per i
      libri.

      Acquistando un brano o un CD acquistiamo il
      diritto di usufruire della copia acquistata del
      brano o del CD, non compriamo il brano
      ...

      Anche per i libri è vietato fare delle copie ...Puoi fotocopiarti l'intera Enciclopedia Treccani, se già la possiedi e se la copia è per uso personale. Non puoi ovviamente rivendere o cedere a terzi le copie.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: È come per i libri
        - Scritto da: Leguleio

        Forse dimentichiamo che per i brani musicali
        e

        per i CD è come per i

        libri.



        Acquistando un brano o un CD acquistiamo il

        diritto di usufruire della copia acquistata
        del

        brano o del CD, non compriamo il brano

        ...



        Anche per i libri è vietato fare delle copie
        ...

        Puoi fotocopiarti l'intera Enciclopedia Treccani,
        se già la possiedi e se la copia è per uso
        personale.

        Non puoi ovviamente rivendere o cedere a terzi le
        copie.Ah, io sto a posto, m'hanno prestato un libro e me lo sono scansionato tutto. Poi lo ridò, ma quando l'ho scansionato quel libro era mio, quindi potevo farlo. Se qualcuno si lamenta, posso sempre farmi riprestare il libro e mostrargli quello.
        • Leguleio scrive:
          Re: È come per i libri



          Forse dimentichiamo che per i brani
          musicali

          e


          per i CD è come per i


          libri.





          Acquistando un brano o un CD
          acquistiamo
          il


          diritto di usufruire della copia
          acquistata

          del


          brano o del CD, non compriamo il brano


          ...





          Anche per i libri è vietato fare delle
          copie

          ...



          Puoi fotocopiarti l'intera Enciclopedia
          Treccani,

          se già la possiedi e se la copia è per uso

          personale.



          Non puoi ovviamente rivendere o cedere a
          terzi
          le

          copie.

          Ah, io sto a posto, m'hanno prestato un libro e
          me lo sono scansionato tutto. Poi lo ridò, ma
          quando l'ho scansionato quel libro era mio,
          quindi potevo farlo. Se qualcuno si lamenta,
          posso sempre farmi riprestare il libro e
          mostrargli
          quello.Eh sì, puoi fare così. Occhio che ti tengano bordone, cioè che dichiarino che il libro è tuo, nel caso glielo chiedano. E occhio che non se ne disfino.
      • enrico.querci scrive:
        Re: È come per i libri
        Certo, verissimo, io sottointendevo proprio questo, non si possono fare fotocopie per terzi o a scopo di lucro, o fotocopiarsi libri ad esempio di una biblioteca ...L'unica differenza potrebbe essere che l'equo compenso forse non lo paghi esplicitamente sulle risme di carta ...L'equo compenso dovrebbe servire, in teoria, ad avere il diritto di farsi una copia personale dei brani acquistati.Teniamo sempre presente che, parlando di libri o di brani musicali, che acquistiamo il diritto di leggerne o ascoltarne una copia, non il libro o il brano ...
        • Sky scrive:
          Re: È come per i libri
          - Scritto da: enrico.querci
          Certo, verissimo, io sottointendevo proprio
          questo, non si possono fare fotocopie per terzi o
          a scopo di lucro, o fotocopiarsi libri ad esempio
          di una bibliotecaPer quanto ho potuto vedere, personalmente e parlando con amici, non m'è MAI capitato di comprare una copia: tutto quello che si trova/scarica in giro è gratis. Dov'è lo "scopo di lucro"?
          L'equo compenso dovrebbe servire, in teoria, ad
          avere il diritto di farsi una copia personale dei
          brani acquistati.
          Teniamo sempre presente che, parlando di libri o
          di brani musicali, che acquistiamo il diritto di
          leggerne o ascoltarne una copia, non il libro o
          il brano
          ...Mi faccia capire bene: io (non altri) spendo i miei soldi per comprare il supporto (CD/DVD/altro) per farmi una copia personale... e devo pagare altri?E questo lei avrebbe il coraggio di chiamarlo "equo compenso"?Per chiarirle meglio la cosa, facciamo così: la prossima volta che lei decide di riparare nel suo garage la SUA bicicletta che ha forato o la sua auto che ha la batteria da sostituire, per favore, mi faccia un bel bonifico con la dicitura "equo compenso a titolo risarcimento per meccanico bicicletta (o automobile)", visto che le pare equo quanto sopra riguardo ai libri.Come? non è equo così? lo dice lei!
      • Dan bibu scrive:
        Re: È come per i libri
        Allora devo pagare l'equo compenso anche sulla risma di carta!- Scritto da: Leguleio

        Forse dimentichiamo che per i brani musicali
        e

        per i CD è come per i

        libri.



        Acquistando un brano o un CD acquistiamo il

        diritto di usufruire della copia acquistata
        del

        brano o del CD, non compriamo il brano

        ...



        Anche per i libri è vietato fare delle copie
        ...

        Puoi fotocopiarti l'intera Enciclopedia Treccani,
        se già la possiedi e se la copia è per uso
        personale.

        Non puoi ovviamente rivendere o cedere a terzi le
        copie.
    • cicciobello scrive:
      Re: È come per i libri

      Acquistando un brano o un CD acquistiamo il
      diritto di usufruire della copia acquistata del
      brano o del CD,Tale diritto è già mio; infatti i libri sono liberamente consultabili (ad esempio in biblioteca); cosa mi dà in più un eventuale "diritto" acquistato? Nulla!
      non compriamo il brano
      ...In pratica, stai dicendo che in cambio dei miei soldi non mi danno nulla? Se è così, mi sembra giusto non dargli i miei soldi.

      Anche per i libri è vietato fare delle copie ...Non scriverli e nessuno farà delle copie...
      • Leguleio scrive:
        Re: È come per i libri


        Acquistando un brano o un CD acquistiamo il

        diritto di usufruire della copia acquistata
        del

        brano o del CD,

        Tale diritto è già mio; infatti i libri sono
        liberamente consultabili (ad esempio in
        biblioteca); cosa mi dà in più un eventuale
        "diritto" acquistato?"Consultabili" è una cosa diversa da "cedibili a terzi".Tra l'altro in biblioteca non si trova mai tutto... magari fosse così. Per dire, l'ultimo best seller di uno scrittore famoso e l'ultimo DVD o non l'hanno ancora acquistato, oppure c'è una lista d'attesa fra gli utenti di decine di nomi. In entrambi i casi bisogna aspettare oltre sei mesi. :
        • cicciobello scrive:
          Re: È come per i libri
          - Scritto da: Leguleio


          Acquistando un brano o un CD
          acquistiamo
          il


          diritto di usufruire della copia
          acquistata

          del


          brano o del CD,



          Tale diritto è già mio; infatti i libri sono

          liberamente consultabili (ad esempio in

          biblioteca); cosa mi dà in più un eventuale

          "diritto" acquistato?

          "Consultabili" è una cosa diversa da "cedibili a
          terzi"."Consultabile" significa che è consultabile per me, come per i terzi.Cedibile... cosa verrebbe ceduto? Io non intendo cedere proprio niente, al massimo di faccio consultare una copia.
          Tra l'altro in biblioteca non si trova mai
          tutto... magari fosse così.Sulle vecchie biblioteche, dipendenti dal supporto fisico, è così.Sulla biblioteca digitale (cioè la rete) trovi molto di più.
          • Leguleio scrive:
            Re: È come per i libri




            Acquistando un brano o un CD

            acquistiamo

            il



            diritto di usufruire della copia

            acquistata


            del



            brano o del CD,





            Tale diritto è già mio; infatti i libri
            sono


            liberamente consultabili (ad esempio in


            biblioteca); cosa mi dà in più un
            eventuale


            "diritto" acquistato?



            "Consultabili" è una cosa diversa da
            "cedibili
            a

            terzi".
            "Consultabile" significa che è consultabile per
            me, come per i
            terzi.No. Non è così per la legge. E non a caso nel regolamento delle biblioteche è specificato che il prestito è strettamente personale, vale a dire che il materiale non è cedibile ad altri.
            Cedibile... cosa verrebbe ceduto? Io non intendo
            cedere proprio niente, al massimo di faccio
            consultare una
            copia.Anche questo non è ammesso dalla legge. La copia per uso personale è infatti ammessa per il materiale di proprietà, e non per quello in prestito.
          • cicciobello scrive:
            Re: È come per i libri

            No. Non è così per la legge. E non a caso nel
            regolamento delle biblioteche è specificato che
            il prestito è strettamente personale, vale a dire
            che il materiale non è cedibile ad
            altri.Ovvio, per il cartaceo, altrimenti non torna più indietro.Ma il digitale non ha quel problema.



            Cedibile... cosa verrebbe ceduto? Io non
            intendo

            cedere proprio niente, al massimo di faccio

            consultare una

            copia.

            Anche questo non è ammesso dalla legge. La copia
            per uso personale è infatti ammessa per il
            materiale di proprietà, e non per quello in
            prestito.Falso. In biblioteca ho visto delle fotocopiatrici... le mettono come decorazione?
          • Leguleio scrive:
            Re: È come per i libri

            E non a caso nel

            regolamento delle biblioteche è specificato
            che

            il prestito è strettamente personale, vale a
            dire

            che il materiale non è cedibile ad

            altri.
            Ovvio, per il cartaceo, altrimenti non torna più
            indietro.

            Ma il digitale non ha quel problema.Non c'è alcuna differenza. Se è un DVD o un CD, materiali che sono regolarmente in prestito in alcune biblioteche, non tutte, la clausola vale comunque.


            Cedibile... cosa verrebbe ceduto? Io non

            intendo


            cedere proprio niente, al massimo di
            faccio


            consultare una


            copia.



            Anche questo non è ammesso dalla legge. La
            copia

            per uso personale è infatti ammessa per il

            materiale di proprietà, e non per quello in

            prestito.
            Falso. In biblioteca ho visto delle
            fotocopiatrici... le mettono come
            decorazione?In biblioteca un tempo c'era un addetto che ti faceva le fotocopie e ti avvertiva se avevi superato la quantità ammessa dal diritto di citazione. Lo so perché in quegli anni ci andavo, sistema scomodissimo. :(Oggi lo hanno eliminato, non aveva più senso, ma è ben segnalato dai cartelli attorno alle fotocopiatrici che si può fotocopiare solo il 15 % di ogni opera. Esempio:http://www.comune.torino.it/cultura/biblioteche/usare_biblioteca/fotocopie.shtml
          • cicciobello scrive:
            Re: È come per i libri

            In biblioteca un tempo c'era un addetto che ti
            faceva le fotocopie e ti avvertiva se avevi
            superato la quantità ammessa dal diritto di
            citazione. Lo so perché in quegli anni ci andavo,
            sistema scomodissimo.
            :(
            Oggi lo hanno eliminato, non aveva più senso, ma
            è ben segnalato dai cartelli attorno alle
            fotocopiatrici che si può fotocopiare solo il
            15 % di ogni opera.
            Esempio:

            http://www.comune.torino.it/cultura/biblioteche/usOggi il 15%, domani anche... in 7 giorni è fatto tutto.
          • Leguleio scrive:
            Re: È come per i libri


            In biblioteca un tempo c'era un addetto che
            ti

            faceva le fotocopie e ti avvertiva se avevi

            superato la quantità ammessa dal diritto di

            citazione. Lo so perché in quegli anni ci
            andavo,

            sistema scomodissimo.

            :(

            Oggi lo hanno eliminato, non aveva più
            senso,
            ma

            è ben segnalato dai cartelli attorno alle

            fotocopiatrici che si può fotocopiare solo il

            15 % di ogni opera.

            Esempio:




            http://www.comune.torino.it/cultura/biblioteche/us

            Oggi il 15%, domani anche... in 7 giorni è fatto
            tutto.Ah, se la metti su quel piano... Pratico, neh?!? :DNessuno controlla nell'area fotocopie, e puoi fare tutto il libro subito. A livello legale è una copia indebita anche se fatta "a rate".
    • lorenzo scrive:
      Re: È come per i libri
      Non e' proprio cosi' ... in realta' non acquisiamo nessun diritto dato che se voglio il cd di qualcosa che ho gia' in lp devo pagare il prezzo pieno , lo stesso se mi si graffia il cd e lo voglio nuovo .Detto questo ... perche' se ho un cd e mi voglio fare una copia devo pagare qualcosa ? Ho il ( teorico ) diritto di tenere il brano e ho il diritto di ascoltarlo . E se copio un lp su un cd perche' devo pagare ? Tra un po' se ne usciranno fuori i mobilieri che se uso la sedia della cucina in camera da letto dovro' pagare un tot perche' vendono una sedia in meno ...
      • Leguleio scrive:
        Re: È come per i libri

        Non e' proprio cosi' ... in realta' non
        acquisiamo nessun diritto

        dato che se voglio il cd di qualcosa che ho gia'
        in lp devo pagare

        il prezzo pieno , Be', attenzione: se vuoi solo il supporto digitale, l'Lp lo metti su cd da te (ci sono fonografi che registrano in mp3 e sono poco costosi). È perfettamente legittimo.
        Detto questo ... perche' se ho un cd e mi voglio
        fare una copia devo pagare qualcosa ? Ho il (
        teorico ) diritto di tenere il brano e ho il
        diritto di ascoltarlo . E se copio un lp su un cd
        perche' devo pagare ?Risposta tanto banale quanto deludente: perché il parlamento ha deciso così. Esattamente come alcuni consigli regionali hanno deciso di finanziare le scuole private e di usare anche le tue tasse, nonostante non ci manderai mai i tuoi figli, e anche nel caso tu non abbia figli. Le tasse funzionano così.
        Tra un po' se ne usciranno fuori i mobilieri che
        se uso la sedia della cucina in camera da letto
        dovro' pagare un tot perche' vendono una sedia in
        menoEqua seduta? (newbie)
        • lorenzo scrive:
          Re: È come per i libri
          :) sarebbe anche legittimo avere il cd al solo costo di stampa e distribuzione ...
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: È come per i libri
          - Scritto da: Leguleio
          Risposta tanto banale quanto deludente: perché il
          parlamento <b
          pagato da SIAE, major
          e ambasciata USA </b
          ha deciso così.LUIGI SARACENI - Ex deputato - Commissione GiustiziaC'è una confusione secondo me, Le pressioni piu' forti erano da parte dell'ambasciata americana.VOCE FUORI CAMPO DELL'AUTOREA una richiesta di conferma all' ambasciata americana, la risposta e' stata: "abbiamo lavorato insiema e siamo soddisfatti del risultato."http://www.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-52fcc1de-37ce-4f9c-961c-a67408c02ee0.html
          • Leguleio scrive:
            Re: È come per i libri


            Risposta tanto banale quanto deludente:
            perché
            il

            parlamento <b
            pagato da SIAE, major

            e ambasciata USA </b
            ha deciso così.Luco, paga tu i parlamentari, se credi che sia così facile fargli approvare ciò che si vuole, e ordina di cancellare l'equo compenso. Problema zero per me. In alternativa: va' alla polizia e denuncia i versamenti illeciti ai politici (e non sono pochi) che hanno votato quella legge. Se li accusi di questo avrai prove solide.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: È come per i libri
            - Scritto da: Leguleio


            Risposta tanto banale quanto deludente:

            perché

            il


            parlamento <b
            pagato da SIAE,
            major


            e ambasciata USA </b
            ha deciso
            così.

            Luco, paga tu i parlamentari, se credi che sia
            così facile fargli approvare ciò che si vuole,Se hanno approvato che una minorenne marocchina era nipote del capo di stato egiziano, si può far approvare tutto, basta avere gli agganci e i soldi... io non li ho, altrimenti avrei fatto già abolire da anni la legge sul diritto d'autore...
          • Leguleio scrive:
            Re: È come per i libri




            Risposta tanto banale quanto
            deludente:


            perché


            il



            parlamento <b
            pagato da
            SIAE,

            major



            e ambasciata USA </b
            ha
            deciso

            così.



            Luco, paga tu i parlamentari, se credi che
            sia

            così facile fargli approvare ciò che si
            vuole,

            Se hanno approvato che una minorenne marocchina
            era nipote del capo di stato egiziano, si può far
            approvare tutto, basta avere gli agganci e i
            soldi... S'è visto a cosa è servito...Un esempio più beneaugurante non l'avevi?
            io non li ho, altrimenti avrei fatto già
            abolire da anni la legge sul diritto
            d'autore...Lì ti volevo. ;)Non avrei altre domande, vostro onore. Ma un'aggiunta a margine la voglio fare: non pretendere di essere migliore dei portatori di interessi delle case discografiche e degli artisti. Sei solo uno che ha meno mezzi. Altrimenti faresti le stesse cose, stile "avrei fatto giàabolire da anni" anche se non tutti son d'accordo. E probabilmente pure peggio. (e poi dicono che fare i folletti non serve a nulla 8) )
  • Azz scrive:
    co sta crisi!
    Co sta crisi, se aumenti i prezzi non vendi più.
  • TADsince1995 scrive:
    Re: Semplice ricerchina

    Sì, per me è troppo complicato. Me lo spieghi
    come faresti con un
    ritardato?Calma giovanotto, se sai leggere noterai che avevo usato il punto interrogativo, ponendo una questione su cui discutere e non litigare.
  • BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE scrive:
    BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
    BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE Non comprare e non noleggiare CDNon comprare e non noleggiare DVDNon andare al cinemaNon abbonarsi alle Pay TvPrendere in prestito i libri nelle bibliotecheDiffondere il Book CrossingDiffondere le Creative CommonsDiffondere il Free SoftwareE' un DOVERE MORALE contro chi vorrebbe mettere sotto controllo l'acXXXXX al Sapere. Sapere è potereFrancis Bacon BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
    • La SIAE scrive:
      Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
      - Scritto da: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
      BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE

      Non comprare e non noleggiare CD
      Non comprare e non noleggiare DVD
      Non andare al cinema
      Non abbonarsi alle Pay Tv
      Prendere in prestito i libri nelle biblioteche
      Diffondere il Book Crossing
      Diffondere le Creative Commons
      Diffondere il Free Software

      E' un DOVERE MORALE contro chi vorrebbe
      mettere sotto controllo l'acXXXXX al
      Sapere.

      Sapere è potere
      Francis Bacon

      BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE Falso.Parola di SIAE
    • Free Internet scrive:
      Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
      - Scritto da: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
      BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE

      Non comprare e non noleggiare CD
      Non comprare e non noleggiare DVD
      Non andare al cinema
      Non abbonarsi alle Pay Tv
      Prendere in prestito i libri nelle biblioteche
      Diffondere il Book Crossing
      Diffondere le Creative Commons
      Diffondere il Free Software

      E' un DOVERE MORALE contro chi vorrebbe
      mettere sotto controllo l'acXXXXX al
      Sapere.

      Sapere è potere
      Francis Bacon

      BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE Quoto!
    • cicciobello scrive:
      Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
      - Scritto da: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
      <b
      BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE </b


      Non comprare e non noleggiare CDPerchè, si trovano ancora in vendita da qualche parte? I negozi di dischi hanno chiuso quasi tutti.
      Non comprare e non noleggiare DVDE mi spieghi come faccio a noleggiare un DVD, anche se volessi farlo? Il videonoleggio vicino a casa mia ha chiuso, al suo posto c'è un locale dove fanno il kebab.
      Non andare al cinemaA vedere cosa? Quest'anno saranno usciti si e no due film decenti...
      Non abbonarsi alle Pay TvQuelle interessano solo a chi segue lo sport.
      Prendere in prestito i libri nelle bibliotecheE se è già in prestito? L'ebook è più comodo, e non ha senso parlare di prestito per un ebook
      Diffondere il Book CrossingCosì ti arrivano libri a cui mancano metà delle pagine, e scarabocchiati?
      Diffondere le Creative Commons
      Diffondere il Free SoftwareEcco, le uniche cose sensate che hai detto.

      E' un <b
      DOVERE MORALE </b
      contro chi vorrebbe
      mettere sotto controllo l'acXXXXX al
      Sapere.

      <i
      Sapere è potere
      Francis Bacon </i


      <b
      BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE </b
      Forse negli anni 90... vedi di aggiornare questa tiritera.Non hai detto una parola su bluray, ebook, itunes, amazon...
      • ... scrive:
        Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
        - Scritto da: cicciobello
        Forse negli anni 90... vedi di aggiornare questa
        tiritera.

        Non hai detto una parola su bluray, ebook,
        itunes,
        amazon...Come ti ho scritto nell'altra discussione: fai qualcosa invece di criticare!
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
        - Scritto da: cicciobello

        Non abbonarsi alle Pay Tv

        Quelle interessano solo a chi segue lo sport.Io seguo lo sport, secondo te sono abbonato? :D
  • Mela avvelenata scrive:
    La soluzione?
    Tassare di più iPhone, iPad ed iPod, tanto che li compra c'ha "la pecunia"!!
  • Ruggero Giullari scrive:
    Equo compenso
    Questi sono gli importi di equo compenso presi da wikipedia.Memorie integrate in dispositivi con funzione di comunicazione (es. cellulare): 0,90Chiavette USB:Capacità Compenso per Gigabyte Da 0 a 256MB 0,00 Da 256MB a
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Equo compenso
      contenuto non disponibile
      • krane scrive:
        Re: Equo compenso
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: Ruggero Giullari
        Corollario: i negozi reali o virtuali che usano
        termini quali 'acquista' o 'compra', circa i CD o
        i DVD, devono essere evidentemente multati per
        pubblicità ingannevole.Sono daccordo: a chi fare denuncia ?
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Equo compenso
          contenuto non disponibile
          • Free Internet scrive:
            Re: Equo compenso
            - Scritto da: Passante

            Bravo, cosi' ti danno dello scaricone, no occorre
            agire anche con l'informazione ed i mezzi legali
            a disposizione come fanno loro
            !Vero. Ma questo genere di segnalazione mi sembra proprio una perdita di tempo.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Equo compenso
            contenuto non disponibile
          • Ex cliente scrive:
            Re: Equo compenso
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Free Internet


            Vero. Ma questo genere di segnalazione mi
            sembra

            proprio una perdita di

            tempo.

            perché mai? Scrivono una cosa e te ne danno
            un'altra.
            Si cominci a cambiare i termini che, la gente
            leggerà e si farà delle domande...Giustissimo, ma qua non c'era anche chi faceva raccolte firme online ?Avanti slanciamoci ! Accordiamoci e iniziamo la rivoluzione !
          • Leguleio scrive:
            Re: Equo compenso

            Giustissimo, ma qua non c'era anche chi faceva
            raccolte firme online
            ?Sí, c'era, se vuoi ti do anche il link. Non so se lo faccia ancora... 8)
          • Ex cliente scrive:
            Re: Equo compenso
            - Scritto da: Leguleio

            Giustissimo, ma qua non c'era anche chi
            faceva

            raccolte firme online

            ?

            Sí, c'era, se vuoi ti do anche il link. Non
            so se lo faccia ancora...
            8)No, digli di venire qua, leggere il tread e metterne su una, poi si firma.
          • Leguleio scrive:
            Re: Equo compenso



            Giustissimo, ma qua non c'era anche chi

            faceva


            raccolte firme online


            ?



            Sí, c'era, se vuoi ti do anche il link.
            Non

            so se lo faccia ancora...

            8)

            No, digli di venire qua, leggere il tread e
            metterne su una, poi si
            firma.Non è un utente registrato. Ma fra poco arriva. Tutto ieri non s'è visto, quindi...
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: Equo compenso
      Fantastico sig. Giullari, è riuscito a strapparmi una risata!
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Equo compenso
        contenuto non disponibile
        • panda rossa scrive:
          Re: Equo compenso
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: Mela avvelenata

          Fantastico sig. Giullari, è riuscito a
          strapparmi

          una

          risata!

          "Nomen omen" dicevano i latini, e non a caso.Gia', proprio un grande buffone questo tizio.
    • panda rossa scrive:
      Re: Equo compenso
      - Scritto da: Ruggero Giullari
      Questa è l'eccezione che conferma la regola,
      poiché, nella quasi totalità, su quelle memorie
      si scarica musica contemporanea, spesso
      craccata.Non diciamo palle per piacere.Forse come numero di brani.Ma se guardiamo il numero di byte, la musica occupa un infinitesimo rispetto ai film.
      Sembra voi crediate che dopo aver acquistato un
      CD, i brani musicali siano "vostri" e ne possiate
      fare ciò che volete come una di una seggiola del
      vostro salotto, Sembra che tu creda il contrario.Ti sei preso i soldi del cd?Li puoi spendere come vuoi?E io del cd faccio altrettanto.Non vuoi che io faccia altrettanto col CD? Allora anche tu i soldi che ti sei preso li puoi spendere solo in supposte per cavalli.
      è bene ricordare che con un Cd si
      acquista soltanto la possibilità di ascolto con
      precise e specifiche condizioni e limitazioni,
      poichè la musica in esso contenuto non sarà mai
      vostra.In tal caso non mi interessa, e non lo compro.Mi rifornisco da chi non pretende di imporre limitazioni medievali.
      Prima di emettere giudizi sferzanti, cercate di
      approfondire le vostrre conoscenze nel settore
      per esprimere pareri più meditatie non berciate
      come al bar.Abbiamo approfondito abbastanza e siamo arrivati alle seguenti conclusioni: non siamo noi ad aver bisogno di te ma tu di noi.Quindi basta tagliare il filo e tu fallisci.
      Buona vita a tutti.Buona vita anche a te.
    • Izio01 scrive:
      Re: Equo compenso
      - Scritto da: Ruggero Giullari
      Questi sono gli importi di equo compenso presi da
      wikipedia.
      Memorie integrate in dispositivi con funzione di
      comunicazione (es. cellulare):
      0,90
      Chiavette USB:
      Capacità Compenso per Gigabyte
      Da 0 a 256MB 0,00
      Da 256MB a <4GB 0,10
      Da 4GB 0,09
      E' per questi importi che non comprerete il nuovo
      Iphone5s?!
      Vivaldi, sì,d'accordo, complimenti per i tuoi
      gusti
      raffinati!
      Questa è l'eccezione che conferma la regola,
      poiché, nella quasi totalità, su quelle memorie
      si scarica musica contemporanea, spesso
      craccata.
      Sembra voi crediate che dopo aver acquistato un
      CD, i brani musicali siano "vostri" e ne possiate
      fare ciò che volete come una di una seggiola del
      vostro salotto, è bene ricordare che con un Cd si
      acquista soltanto la possibilità di ascolto con
      precise e specifiche condizioni e limitazioni,
      poichè la musica in esso contenuto non sarà mai
      vostra.Ti mando nello stesso posto dove manderei chi mi venisse a dire che la mela che ho appena comprato non è mia e devo mangiarla come e dove dice il produttore. Indovina un po' che posto è?
      Prima di emettere giudizi sferzanti, cercate di
      approfondire le vostrre conoscenze nel settore
      per esprimere pareri più meditatie non berciate
      come al bar.Se tu e altri schifosi parassiti siete riusciti, con metodi che possiamo benissimo immaginare, ad ottenere leggi assurde volte a foraggiare la vostra inutile esistenza a danno della collettività, non vuol dire che non abbiamo il diritto di lamentarci di questa situazione.Quando leggo interventi come il tuo, mi occorre un antiemetico.
      Buona vita a tutti.
      Ruggero Giullari
    • Elzio scrive:
      Re: Equo compenso
      - Scritto da: Ruggero Giullari[cut]
      Vivaldi, sì,d'accordo, complimenti per i tuoi
      gusti
      raffinati!grazie, ma vado anche oltre!!!
      Questa è l'eccezione che conferma la regola,
      poiché, nella quasi totalità, su quelle memorie
      si scarica musica contemporanea, spesso craccata.qua di crack ti fai solo tu... ma che stai dicendo?
      Sembra voi crediate che dopo aver acquistato un
      CD, i brani musicali siano "vostri" e ne possiate
      fare ciò che volete come una di una seggiola del
      vostro salotto, è bene ricordare che con un Cd si
      acquista soltanto la possibilità di ascolto con
      precise e specifiche condizioni e limitazioni,
      poichè la musica in esso contenuto non sarà mai
      vostra.
      Prima di emettere giudizi sferzanti, cercate di
      approfondire le vostrre conoscenze nel settore
      per esprimere pareri più meditatiQua o ci fai (e sei allora in malafede) o ci sei: un cd NON è un file scaricato da amazon, itunes, etc. Acquisto quel bene e la possibilità di fruirne e di farne quante copie per scopo personale voglio. Non posso usarlo per feste GRATUITE con amici (magari farei pubblicità, non sia mai detto) o per pubbliche rappresentazione, neppure gratuite. NON usurpo alcun diritto di proprietà dei brani musicali che restano di chi li ha depositati. Poi ci sono editori/case discografiche/distributori che si prendono il 70% della torta, il 29,5% va al venditore, il resto a colui senza il quale questi guarderebbero le stelle (ti sei mai chiesto come mai un artista guadagna tanto SOLO se fa concerti, dove la spartizione della torta parte da un minimo del 25% a favore dell'artista? Percentuali variabili in funzione di tanti altri fattori, ma mai si arriva allo 0,5%).Quando ne ho abbastanza, se voglio posso vendere il cd ad altri privati o bancarelle dell'usato. Se mi dici che anche questo è illegale, come mai il mercato dell'usato è così fiorente?Goditi la tua supponenza. Buon viaggio.
    • Guybrush Fuorisede scrive:
      Re: Equo compenso
      - Scritto da: Ruggero Giullari
      Questi sono gli importi di equo compenso presi da
      wikipedia.Fonte:http://it.wikipedia.org/wiki/Equo_compenso_in_Italia
      Memorie integrate in dispositivi con funzione di
      comunicazione (es. cellulare):
      0,90
      Chiavette USB:
      Capacità Compenso per Gigabyte
      Da 0 a 256MB 0,00
      Da 256MB a <4GB 0,10
      Da 4GB 0,09 per GB. considerato che da meno di 4GB non ne trovi hai una maggiorazione di 0,36cent per 4GB e multipli+72 per 8gb (ormai il taglio minimo), +1.44eur per 16GB e 2.88eur per quelle da 32, lasciam perdere i tagli superiori per ora.Lo spasso comincia quando si parla di hard disk integrati in dispositivi "altri":Memoria o Hard Disk integrato in altri dispositivi non elencati precedentemente:+2,58 eur per l'iphone da 16gb, se prendi quello da 128 la tassa sale a 8 eur.Chi se la passa peggio sono i computer: un HDD da 1 tera, il taglio "medio" per chiunque prende un HDD da 3,5" ci sono 10 eur tondi tondi di tassa.Ora però parte la "tangente" per quei (poveri) disgraziati che acquistano un HDD recorder con lo stesso HDD integrato: +28,98 eur, secchi.sarà questo il motivo che spinge molti produttori a vendere i dispositivi di cui sopra SENZA hdd, lasciando all'utente il compito di trovarsi un HDD tassato "solo" di 10 eur.Peccato che 10 eur su un bene che, iva esclusa, ne costa 60 portano il prezzo a 70, mettici l'iva sopra e arrivi a 86 quando invece potevi spenderne 73.
      E' per questi importi che non comprerete il nuovo
      Iphone5s?!No: preferisco i dumbphone, quelli con la rubrica e il tasto chiama.
      Vivaldi, sì,d'accordo, complimenti per i tuoi
      gusti
      raffinati!Anche i miei sono piuttosto ampi, se non raffinati: da Bach a Stockausen non mi faccio mancare niente.
      Questa è l'eccezione che conferma la regola,
      poiché, nella quasi totalità, su quelle memorie
      si scarica musica contemporanea, spesso
      craccata.Craccata? E da quando in qua la musica è "craccata"? Spiega un po', caro, così come mi spieghi in che modo puoi decidere che sulle mie memorie ci va a finire musica "craccata".
      Sembra voi crediate che dopo aver acquistato un
      CD, i brani musicali siano "vostri" e ne possiate
      fare ciò che volete come una di una seggiola del
      vostro salotto, è bene ricordare che con un Cd si
      acquista soltanto la possibilità di ascolto con
      precise e specifiche condizioni e limitazioni,
      poichè la musica in esso contenuto non sarà mai
      vostra.Che poliziotto!Johnny il bassottoha un pappagallo che gli fa da radio-spiae un elefantecome aiutantequando è proprio troppo grossa la bugia!Per i contenuti... quanto vai affermando è quantomeno opinabile. Sul CD invece non puoi proprio dir nulla: posso farne ciò che voglio esattamente come se fosse la sedia del mio soggiorno, incluso farne un bel pacchetto e regalarlo a chi mi pare, oppure farne un bel backup. Ops...
      Prima di emettere giudizi sferzanti, cercate di
      approfondire le vostrre conoscenze nel settore
      per esprimere pareri più meditatie non berciate
      come al
      bar.Così da svelare al mondo le balle che racconti. Per far tua la musica hai solo un modo e non passa per la copia. Prendi uno strumento e suonala davanti ad un pubblico. Se sei capace non c'è DRM che tenga: la musica appartiene a te e a chi la ascolta. GT
    • cicciobello scrive:
      Re: Equo compenso

      Sembra voi crediate che dopo aver acquistato un
      CD, i brani musicali siano "vostri" e ne possiate
      fare ciò che volete come una di una seggiola del
      vostro salottoGià. Di solito, quando compro una cosa poi è mia. Strano, vero?
      , è bene ricordare che con un Cd si
      acquista soltanto la possibilità di ascolto con
      precise e specifiche condizioni e limitazioni,In altre parole: in cambio dei soldi non mi dai niente di niente.Quindi, non avrai i soldi. Punto.
      poichè la musica in esso contenuto non sarà mai
      vostra.E allora i miei soldi non saranno mai tuoi. Quando avrai fame, mangiati la musica.
    • The Dude scrive:
      Re: Equo compenso
      - Scritto da: Ruggero Giullari
      Questi sono gli importi di equo compenso presi da
      wikipedia.
      Memorie integrate in dispositivi con funzione di
      comunicazione (es. cellulare):
      0,90
      Chiavette USB:
      Capacità Compenso per Gigabyte
      Da 0 a 256MB 0,00
      Da 256MB a <4GB 0,10
      Da 4GB 0,09
      E' per questi importi che non comprerete il nuovo
      Iphone5s?!
      Vivaldi, sì,d'accordo, complimenti per i tuoi
      gusti
      raffinati!
      Questa è l'eccezione che conferma la regola,
      poiché, nella quasi totalità, su quelle memorie
      si scarica musica contemporanea, spesso
      craccata.
      Sembra voi crediate che dopo aver acquistato un
      CD, i brani musicali siano "vostri" e ne possiate
      fare ciò che volete come una di una seggiola del
      vostro salotto, è bene ricordare che con un Cd si
      acquista soltanto la possibilità di ascolto con
      precise e specifiche condizioni e limitazioni,
      poichè la musica in esso contenuto non sarà mai
      vostra.
      Prima di emettere giudizi sferzanti, cercate di
      approfondire le vostrre conoscenze nel settore
      per esprimere pareri più meditatie non berciate
      come al
      bar.
      Buona vita a tutti.
      Ruggero GiullariQuindi se compro un CD non posso farmi una copia di un brano da mettere sul lettore MP3 per quando vado a correre? O su una chiavetta USB da tenere in macchina? Devo comprarlo 3 volte 'sto piffero di brano? Alla fine la soluzione è una sola....del resto, come si dice, chi troppo vuole nulla stringe.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Equo compenso
      - Scritto da: Ruggero Giullari
      Sembra voi crediate che dopo aver acquistato un
      CD, i brani musicali siano "vostri" e ne possiate
      fare ciò che volete come una di una seggiola del
      vostro salotto, è bene ricordare che con un Cd si
      acquista soltanto la possibilità di ascolto con
      precise e specifiche condizioni e limitazioni,
      poichè la musica in esso contenuto non sarà mai
      vostra.Allora mi DEVI fornire GRATIS tutti i brani di cui ho i vinili e le musicassette, e tutti i film di cui ho le VHS o i Super8, perché il diritto te l'ho già pagato.Fino ad allora, visto che stai rubando i miei soldi costringendomi a ricomprare ciò che ho già comprato solo per continuare a usufruire dell'opera a dispetto dell'obsolescenza o del degrado del supporto, allora non puoi avere alcun rispetto da parte mia, quindi per farti un dispetto scarico e condivido pure la roba appena uscita, e la mando gratis a tutti quelli che volevano pagartela, così che tu possa fallire e non possa più continuare a nuocere alla società pretendendo soldi anche quando i diritti li abbiamo già pagati e strapagati.http://piratibitchx.org/2013/12/08/non-comprate-scaricate-download/P.S. Il commercio così funziona: TU PRENDI I MIEI SOLDI IO MI PRENDO LA TUA MUSICA, se non ti sta bene NON ME LA VENDI. Oppure se vuoi limitare l'uso di ciò che acquisto (legalmente puoi limitare solo la GARANZIA se uso qualcosa in modo diverso da come tu vuoi MA NON PUOI INCRIMINARMI O PRETENDERE PENALI), allora, visto che non c'è nessuna mia firma in cui ho accettato, anche i soldi che ti sei preso senza la tua firma implicano l'accettazione automatica delle mie condizioni, quei soldi puoi usarli SOLO ED ESCLUSIVAMENTE per la ricerca scientifica a scopi oncologici. QUALUNQUE ALTRO USO anche solo di parte di quei soldi implica che il contratto tra te e me è sciolto quindi hai due possibilità:1) MI RESTITUISCI TUTTI I MIEI SOLDI CON GLI INTERESSI e io ti restituisco ciò che mi hai venduto2) IO FACCIO QUEL CHE VOGLIO DI CIO' CHE HO COMPRATO ESATTAMENTE COME TU FAI QUEL CHE VUOI DEI MIEI SOLDI. Quindi compreso estrarre le tracce, comprimerle, condividerle, metterle come sottofondo a quello che mi pare e tu non puoi farci proprio un bel niente, ti sei mangiato i miei soldi in cambio, la prossima volta non ti prendi i soldi e non vendi, così la tua musica non la ascolterà mai nessuno e te ne vai a zappare l'orto che così forse impari cosa significa che ogni pomodoro venduto hai un guadagno e non puoi pretendere soldi per ciò che la gente farà con quel pomodoro (compreso prenderci i semi e ripiantarli).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 dicembre 2013 22.32-----------------------------------------------------------
    • Sky scrive:
      Re: Equo compenso
      Fingiamo, per un momento, che sia davvero "equo" pagare un'ulteriore tassa su un bene che ho acquistato e sto consumando (brano musicale, film, ecc.).Mi spiegherebbe, gentilmente, perchè invece dovrei pagarne una (oltre a tutto nella forma in cui viene messa) su un bene che NON HO acquistato NE' sto consumando? (ad es. se il bene l'acquista, e fruisce, lei)Cioè... lei compra un DVD e, per fruirne, compra un PC con relativo lettore e se lo guarda. Sul PC (RAM ed HD) paga un "equo" compenso. D'accordo (per modo di dire), in fondo STA fruendo del bene.Ora io vado a comprare un PC (per dire: sono programmatore e lo uso per sviluppare software)... e pago un "davvero molto equo" compenso (sempre a SIAE poi, che non mi risulta sia "Stato" e quindi in grado di riscuotere eventuali "tasse"). Ora... le cose sono due: o lei viene a casa mia col DVD e ce lo guardiamo, nel qual caso posso anche pensare di chiudere un occhio sull'evidente iniquità della cosa, oppure davvero siamo tornati all'inquisizione, dove ti torturavano fino a che ammettevi il crimine, anche se NON l'avevi commesso.Non pare anche a lei?P.S.se volevano incentivare (ed incentivarMI) alla pirateria, visto che di fatto vengo giudicato E condannato senza nemmeno poter replicare, bene, ci sono riusciti: contenti loro...
  • Sisko212 scrive:
    Stato ladro !!!!
    Mi sono rotto le balle di questa gente... ora vado anch'io a protestare con i Forconi !!!!
  • marcos scrive:
    certamente!
    calci in XXXX e XXXXX in faccia alla siae!!!!!!!!!!!!all inclusive come ogni altra cosa in italiachi prende tangenti si merita l'ergastolo
  • XavierTNT scrive:
    Equo e moderno
    Se anche la SIAE e il diritto di autore si adeguassro ai tempi e alle tecnologie odierne...
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Equo e moderno
      - Scritto da: XavierTNT
      Se anche la SIAE e il diritto di autore si
      adeguassro ai tempi e alle tecnologie
      odierne...Ma come, non hai mai sentito parlare dei modernissimi FONOGRAMMI e VIDEOGRAMMI?? O della nuovissima sezione D.O.R., cioè DRAMMA OPERETTA e RIVISTA, che si occupa ad esempio degli spettacoli televisivi, radiofonici e teatrali??-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 dicembre 2013 23.08-----------------------------------------------------------
  • Andreabont scrive:
    Peccato...
    Peccato che fare una copia privata sia nella stragrande maggioranza dei casi VIETATO.Solo in Italia...
    • Leguleio scrive:
      Re: Peccato...

      Peccato che fare una copia privata sia nella
      stragrande maggioranza dei casi
      VIETATO.In quali casi è vietata la copia privata, secondo la legge in vigore?
      • krane scrive:
        Re: Peccato...
        - Scritto da: Leguleio

        Peccato che fare una copia privata sia nella

        stragrande maggioranza dei casi VIETATO.
        In quali casi è vietata la copia privata, secondo
        la legge in vigore?E se qualcuno mi impedisce di esercitare la mia possibilita' che genere di denuncia posso fare ? A chi ?
        • Leguleio scrive:
          Re: Peccato...


          In quali casi è vietata la copia privata,
          secondo

          la legge in vigore?

          E se qualcuno mi impedisce di esercitare la mia
          possibilita' che genere di denuncia posso fare ?
          A chi
          ?Non chiederlo a me, chiedi a Andreabont.
          • krane scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio


            In quali casi è vietata la


            copia privata, secondo la legge


            in vigore?

            E se qualcuno mi impedisce di

            esercitare la mia possibilita'

            che genere di denuncia posso

            fare ? A chi ?
            Non chiederlo a me, chiedi a Andreabont.Quello che diceva una cagata che hai smentito ? Che c'entra lui ? Lui sosteneva pure che copia fosse vietata, figurati.Sei tu che devi rispondere.
          • Leguleio scrive:
            Re: Peccato...

            Quello che diceva una cagata che hai smentito ?Quand'è che impari a scrivere commenti senza attaccare le persone?Dalla policy di PI:● mai scrivere commenti ingiuriosi e offensivi rispetto a chicchessia● moderare il linguaggio, evitare frasi e terminologie volgari, razziste o sessiste
          • panda rossa scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio

            Quello che diceva una cagata che hai
            smentito
            ?

            Quand'è che impari a scrivere commenti senza
            attaccare le
            persone?

            Dalla policy di PI:

            ● mai scrivere commenti ingiuriosi e
            offensivi rispetto a
            chicchessia

            ● moderare il linguaggio, evitare frasi e
            terminologie volgari, razziste o
            sessisteDal manuale di leguleio:1) quando non si e' in grado di controbattere attaccarsi a qualunque futile pretesto pur di distogliere l'attenzione2) se il punto uno non bastasse, buttarla in caciara3) alla peggio scrivere usando il nick di tucumcari non registrato e rispondersi piu' volte4) se le cose si mettono troppo male, usare il link "segnala abusi" e far chiudere il thread
          • Leguleio scrive:
            Re: Peccato...
            Vale anche per te, Panda Rossa. Nessuno ha mai avuto ragione con le parolacce e le accuse a casaccio.
          • panda rossa scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio
            Vale anche per te, Panda Rossa. Nessuno ha mai
            avuto ragione con le parolacce e le accuse a
            casaccio.Puo' darsi, ma almeno io non ho mai fatto ricorso a mezzi meschini come quello di impersonare un altro, o ignobili, come richiedere che venga cancellato un thread.
          • Leguleio scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Leguleio

            Vale anche per te, Panda Rossa. Nessuno ha
            mai

            avuto ragione con le parolacce e le accuse a

            casaccio.

            Puo' darsi, ma almeno io non ho mai fatto ricorso
            a mezzi meschini come quello di impersonare un
            altro, o ignobili, come richiedere che venga
            cancellato un
            thread.Fra poco arriva anche qui. Da' la colpa solo a te stesso.
          • panda rossa scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Leguleio


            Vale anche per te, Panda Rossa. Nessuno
            ha

            mai


            avuto ragione con le parolacce e le
            accuse
            a


            casaccio.



            Puo' darsi, ma almeno io non ho mai fatto
            ricorso

            a mezzi meschini come quello di impersonare
            un

            altro, o ignobili, come richiedere che venga

            cancellato un

            thread.

            Fra poco arriva anche qui. Da' la colpa solo a te
            stesso.No, do la colpa a te. Sei tu che chiedi la cancellazione, mica io.
          • krane scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Leguleio

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Leguleio



            Vale anche per te, Panda Rossa.
            Nessuno

            ha


            mai



            avuto ragione con le parolacce e le

            accuse

            a



            casaccio.





            Puo' darsi, ma almeno io non ho mai
            fatto

            ricorso


            a mezzi meschini come quello di
            impersonare

            un


            altro, o ignobili, come richiedere che
            venga


            cancellato un


            thread.



            Fra poco arriva anche qui. Da' la colpa solo
            a
            te

            stesso.

            No, do la colpa a te. Sei tu che chiedi la
            cancellazione, mica
            io.Quoto.
          • attonito scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Leguleio


            Vale anche per te, Panda Rossa. Nessuno
            ha

            mai


            avuto ragione con le parolacce e le
            accuse
            a


            casaccio.



            Puo' darsi, ma almeno io non ho mai fatto
            ricorso

            a mezzi meschini come quello di impersonare
            un

            altro, o ignobili, come richiedere che venga

            cancellato un

            thread.

            Fra poco arriva anche qui. Da' la colpa solo a te
            stesso.Gia' me lo figuro il messaggio di leguleio ad Annunzuata: "Luca, Luca, mi hanno sgamato ancora! cancella e chiudi, o trattengo il fiato fino a soffocare, ecco!"patetico...
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio

            Quello che diceva una cagata che hai
            smentito
            ?

            Quand'è che impari a scrivere commenti senza
            attaccare le
            persone?

            Dalla policy di PI:

            ● mai scrivere commenti ingiuriosi e
            offensivi rispetto a
            chicchessia

            ● moderare il linguaggio, evitare frasi e
            terminologie volgari, razziste o
            sessisteDisse l'uomo che la infrange ripetutamente quando viene contraddetto.
          • Leguleio scrive:
            Re: Peccato...
            Tutti, non solo io, infrangono le regole con te. Sei lo zimbello del forum. :D
          • krane scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio
            Tutti, non solo io, infrangono le regole con te.
            Sei lo zimbello del forum.
            :DA sembra che stai dando del tuo agli altri in questo momento.
          • sgabbio scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio
            Tutti, non solo io, infrangono le regole con te.
            Sei lo zimbello del forum.
            :D01/10
          • krane scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio

            Quello che diceva una cagata che hai
            smentito ?
            Quand'è che impari a scrivere commenti senza
            attaccare le persone?Quando tu imparerai a rispondere nel merito invece di tentare tristemente di cambiare argomento come fanno i bimbi credendo che gli altri non se ne accorgeranno.
            Dalla policy di PI:

            ● mai scrivere commenti ingiuriosi e
            offensivi rispetto a
            chicchessia

            ● moderare il linguaggio, evitare frasi e
            terminologie volgari, razziste o
            sessiste
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio

            Quello che diceva una cagata che hai
            smentito
            ?

            Quand'è che impari a scrivere commenti senza
            attaccare le
            persone?

            Dalla policy di PI:

            ● mai scrivere commenti ingiuriosi e
            offensivi rispetto a
            chicchessia

            ● moderare il linguaggio, evitare frasi e
            terminologie volgari, razziste o
            sessisteE' un auto critica tua ?
      • Elzio scrive:
        Re: Peccato...
        - Scritto da: Leguleio

        Peccato che fare una copia privata sia nella

        stragrande maggioranza dei casi

        VIETATO.

        In quali casi è vietata la copia privata, secondo
        la legge in
        vigore?Quando per farla eludo i meccanismi atti a proteggere l'originale... vedi DRM o altre protezioni dei DVD, ad esempio. Ti torna?
        • Leguleio scrive:
          Re: Peccato...


          In quali casi è vietata la copia privata,
          secondo

          la legge in

          vigore?

          Quando per farla eludo i meccanismi atti a
          proteggere l'originale... vedi DRM o altre
          protezioni dei DVD, ad esempio. Ti
          torna?Ah, in questo senso. La legge ammette la copia personale in forma analogica. Da un punto di vista operativo è piuttosto complicato per gli inquirenti capire con quale tecnica è stata effettuata una copia, se cioè è analogica o digitale, e non esiste un database ufficiale delle opere protette da DRM, la cui copia personale perciò è lecita anche in formato digitale.
          • panda rossa scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio


            In quali casi è vietata la copia
            privata,

            secondo


            la legge in


            vigore?



            Quando per farla eludo i meccanismi atti a

            proteggere l'originale... vedi DRM o altre

            protezioni dei DVD, ad esempio. Ti

            torna?

            Ah, in questo senso. La legge ammette la copia
            personale in forma analogica.Certo. Una legge firmata da uno stato maggiore fascista di un paese belligerante non poteva certo pensare che un domani ci sarebbe stata la rivoluzione digitale.Allo stato attuale oggi e' IMPOSSIBILE riprodurre un media in formato analogoco per evidente mancanza di riproduttori analogici sul mercato.A meno che tu non mi sai indicare in quale reparto di mediaworld vendano grammofoni a manovella in grado di leggere cilindri di cera.
          • Leguleio scrive:
            Re: Peccato...


            Ah, in questo senso. La legge ammette la
            copia

            personale in forma analogica.

            Certo. Una legge firmata da uno stato maggiore
            fascista di un paese belligerante non poteva
            certo pensare che un domani ci sarebbe stata la
            rivoluzione
            digitale.Le parti relative alla copia analogica (o digitale) per uso personale sono state aggiunte molto dopo, da un parlamento eletto dal popolo, e sono conformi alle direttive UE, mi risulta.
            Allo stato attuale oggi e' IMPOSSIBILE riprodurre
            un media in formato analogoco per evidente
            mancanza di riproduttori analogici sul
            mercato.Rileggi la discussione dall'inizio: si parlava di <B
            vietato <B
            , non di impossibile.Era realmente impossibile fare una copia di un disco prima del 1935, quando hanno inventato il Magnetophon K1.Oggi si può.
            A meno che tu non mi sai indicare in quale
            reparto di mediaworld vendano grammofoni a
            manovella in grado di leggere cilindri di
            cera.Ecco:http://www.trovaprezzi.it/prezzo_componenti-hi-fi_giradischi_con_usb.aspxhttp://annunci.ebay.it/registratore+audiocassette/
          • panda rossa scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio


            Ah, in questo senso. La legge ammette la

            copia


            personale in forma analogica.



            Certo. Una legge firmata da uno stato
            maggiore

            fascista di un paese belligerante non poteva

            certo pensare che un domani ci sarebbe stata
            la

            rivoluzione

            digitale.

            Le parti relative alla copia analogica (o
            digitale) per uso personale sono state aggiunte
            molto dopo, da un parlamento eletto dal popolo, e
            sono conformi alle direttive UE, mi risulta.Mah... ultimamente i parlamenti sono stati per lo piu' eletti dalle segreterie dei partiti.Speriamo col prossimo visto che la corte costituzionale ha abrogato il porcellum.Per quanto riguarda le direttive UE, com'e' che nella UE ci sono paesi piu' civili che di questa cosa analogica se ne fregano assai?

            Allo stato attuale oggi e' IMPOSSIBILE
            riprodurre

            un media in formato analogoco per evidente

            mancanza di riproduttori analogici sul

            mercato.

            Rileggi la discussione dall'inizio: si parlava di
            <B
            vietato <B
            , non di
            impossibile.Ci sono tanti modo di vietare le cose.
            Era realmente impossibile fare una copia di un
            disco prima del 1935, quando hanno inventato il
            Magnetophon K1.
            Oggi si può.Oggi non si puo' piu', perche' il magnetophon k1 non e' piu' disponibile.

            A meno che tu non mi sai indicare in quale

            reparto di mediaworld vendano grammofoni a

            manovella in grado di leggere cilindri di

            cera.

            Ecco:
            http://www.trovaprezzi.it/prezzo_componenti-hi-fi_

            http://annunci.ebay.it/registratore+audiocassette/Quale parte di "cilindri di cera" non ti e' chiara?
          • Leguleio scrive:
            Re: Peccato...

            Quale parte di "cilindri di cera" non ti e'
            chiara?Una cosa mi è chiarissima: che fai domande senza senso, e nemmeno leggi le risposte.Preferisci chiuderla qui, o andiamo avanti fino a stanotte alle tre? Guarda, per me è uguale.
          • panda rossa scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio

            Quale parte di "cilindri di cera" non ti e'

            chiara?

            Una cosa mi è chiarissima: che fai domande senza
            senso, e nemmeno leggi le
            risposte.
            Preferisci chiuderla qui, o andiamo avanti fino a
            stanotte alle tre? Guarda, per me è
            uguale.La domanda era: <i
            "A meno che tu non mi sai indicare in quale reparto di mediaworld vendano grammofoni a manovella in grado di leggere cilindri di cera." </i
            E la tua risposta sono stati due link a pagine di giradischi e mangiacassette.
          • Leguleio scrive:
            Re: Peccato...

            La domanda era: <i
            "A meno che tu non mi
            sai indicare in quale reparto di mediaworld
            vendano grammofoni a manovella in grado di
            leggere cilindri di cera." </i
            Appunto. Senza senso.Io parlavo di analogico, non di preistorico.
            E la tua risposta sono stati due link a pagine di
            giradischi e
            mangiacassette.Con quelli registri in analogico ciò che vuoi senza infrangere la legge. Se per un film in DVD vuoi l'Ampex Quadruplex videotape del 1956 ti tocca anche pagare di conseguenza.
          • krane scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio
            Con quelli registri in analogico ciò che vuoi
            senza infrangere la legge.La legge consete anche di duplicare beni digitali, se qualcuno me lo impedisce devo dedurne che sta infrangendo la legge.
          • Leguleio scrive:
            Re: Peccato...


            Con quelli registri in analogico ciò che vuoi

            senza infrangere la legge.

            La legge consete anche di duplicare beni
            digitali, La legge è decisamente intricata e contraddittoria sul punto. :PNessuno lo nega, e non è una cosa che accade solo col diritto d'autore, no no.
            se qualcuno me lo impedisce devo
            dedurne che sta infrangendo la
            legge.Se il supporto è privo di DRM o dispositivi assimilabili, non esiste alcun impedimento.Se il supporto ha il DRM si pone un bel problema: come fare la copia personale, diritto sancito da una direttiva UE, senza violare la norma che stabilisce che eluderlo è un illecito amministrativo in sé? E l'unica risposta che ci si è dati è che si può fare la copia dall'uscita audio o video analogica, che non risente della protezione DRM. Altre soluzioni non esistono per salvare capra e cavoli.
          • panda rossa scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio


            Con quelli registri in analogico ciò
            che
            vuoi


            senza infrangere la legge.



            La legge consete anche di duplicare beni

            digitali,

            La legge è decisamente intricata e
            contraddittoria sul punto.
            :P
            Nessuno lo nega, e non è una cosa che accade solo
            col diritto d'autore, no
            no.



            se qualcuno me lo impedisce devo

            dedurne che sta infrangendo la

            legge.

            Se il supporto è privo di DRM o dispositivi
            assimilabili, non esiste alcun
            impedimento.E non saremmo neppure qui a discutere.
            Se il supporto ha il DRM si pone un bel problema:
            come fare la copia personale, diritto sancito da
            una direttiva UE, senza violare la norma che
            stabilisce che eluderlo è un illecito
            amministrativo in sé? E l'unica risposta che ci
            si è dati è che si può fare la copia dall'uscita
            audio o video analogica, che non risente della
            protezione DRM. Quella e' la risposta che ti sei dato tu.
            Altre soluzioni non esistono per
            salvare capra e
            cavoli.Io devo solo salvare la capra, e farmi la copia.I cavoli sono tutti tuoi.
          • Leguleio scrive:
            Re: Peccato...


            Se il supporto è privo di DRM o dispositivi

            assimilabili, non esiste alcun

            impedimento.

            E non saremmo neppure qui a discutere.Ah, non è mica detto, sai?!?! C'è gente che è convinta che siano vietate cose assolutamente lecite, e io intervengo anche sui loro commenti.Non dare per scontate troppe cose.

            una direttiva UE, senza violare la norma che

            stabilisce che eluderlo è un illecito

            amministrativo in sé? E l'unica risposta che
            ci

            si è dati è che si può fare la copia
            dall'uscita

            audio o video analogica, che non risente
            della

            protezione DRM.

            Quella e' la risposta che ti sei dato tu.No, ti sbagli: presa da qui:http://www.guideperpc.com/Diritto_autore.htm(e riporta tutti i riferimenti, non è un parere fra mille).Vale la pena sottolineare la differenza tra chi si documenta e chi parla a vanvera, e in quale delle due categorie rientri tu?

            Altre soluzioni non esistono per

            salvare capra e

            cavoli.

            Io devo solo salvare la capra, e farmi la copia.
            I cavoli sono tutti tuoi.???Io nemmeno abito in Italia, lo hai dimenticato? Qui sono in vigore leggi diverse.
          • panda rossa scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio


            Se il supporto è privo di DRM o
            dispositivi


            assimilabili, non esiste alcun


            impedimento.



            E non saremmo neppure qui a discutere.

            Ah, non è mica detto, sai?!?! C'è gente che è
            convinta che siano vietate cose assolutamente
            lecite, e io intervengo anche sui loro
            commenti.
            Non dare per scontate troppe cose.Com'e' che non ti ho mai visto redarguire Carlo & C. quando freneticano, allora?


            una direttiva UE, senza violare la
            norma
            che


            stabilisce che eluderlo è un illecito


            amministrativo in sé? E l'unica
            risposta
            che

            ci


            si è dati è che si può fare la copia

            dall'uscita


            audio o video analogica, che non risente

            della


            protezione DRM.



            Quella e' la risposta che ti sei dato tu.

            No, ti sbagli: presa da qui:
            http://www.guideperpc.com/Diritto_autore.htm
            (e riporta tutti i riferimenti, non è un parere
            fra
            mille).
            Vale la pena sottolineare la differenza tra chi
            si documenta e chi parla a vanvera, e in quale
            delle due categorie rientri tu?Io rientro nella categoria che si basa sulle sentenze della cassazione per stabilire che cosa sia o non sia reato.I pareri degli altri, siano anche giudici di primo grado, hanno lo stesso valore legale della carta igienica usata.


            Altre soluzioni non esistono per


            salvare capra e


            cavoli.



            Io devo solo salvare la capra, e farmi la
            copia.

            I cavoli sono tutti tuoi.

            ???
            Io nemmeno abito in Italia, lo hai dimenticato?Oppure non me ne puo' fregar di meno?
            Qui sono in vigore leggi
            diverse.E quindi?
          • Leguleio scrive:
            Re: Peccato...


            Ah, non è mica detto, sai?!?! C'è gente che è

            convinta che siano vietate cose assolutamente

            lecite, e io intervengo anche sui loro

            commenti.

            Non dare per scontate troppe cose.

            Com'e' che non ti ho mai visto redarguire Carlo &
            C. quando freneticano,
            allora?Perché sono interventi fatti solo per litigare, altro scopo non hanno. Esattamente come le discussioni sulle marche dei telefonini e sui sistemi operativi, tifo da curva e null'altro. Non mi interessano.

            No, ti sbagli: presa da qui:

            http://www.guideperpc.com/Diritto_autore.htm

            (e riporta tutti i riferimenti, non è un
            parere

            fra

            mille).

            Vale la pena sottolineare la differenza tra
            chi

            si documenta e chi parla a vanvera, e in
            quale

            delle due categorie rientri tu?
            Io rientro nella categoria che si basa sulle
            sentenze della cassazione per stabilire che cosa
            sia o non sia
            reato.In assenza di una sentenza della Cassazione, si consultano gli esperti per sapere come fare. Sono leggi troppo recenti per essere già arrivate alla suprema Corte.
            I pareri degli altri, siano anche giudici di
            primo grado, hanno lo stesso valore legale della
            carta igienica
            usata.Non è vero, sulle questioni giuridiche esiste anche la dottrina, intesa come la letteratura scritta da addetti ai lavori che esprime pareri su fattispecie ancora non avvenuti (e in alcuni casi mai avvenute, a leggere certi testi ci si chiede perché gli autori non abbiano fatto i romanzieri, tante è ampia la casistica).Non ci sono solo i precedenti della Corte di cassazione.

            Qui sono in vigore leggi

            diverse.

            E quindi?Questa non te la spiego. Lascio che ci arrivi da solo. Magari domani o dopodomani torni qui e mi dici che l'hai capito.
          • panda rossa scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio
            Perché sono interventi fatti solo per litigare,
            altro scopo non hanno. Esattamente come le
            discussioni sulle marche dei telefonini e sui
            sistemi operativi, tifo da curva e null'altro.
            Non mi
            interessano.Ma tu che ci vieni a fare sul forum di PI allora?
            In assenza di una sentenza della Cassazione, si
            consultano gli esperti per sapere come fare. Sono
            leggi troppo recenti per essere già arrivate alla
            suprema
            Corte.Il parere di questi esperti vale come il due di coppe con briscola bastoni.Guarda la legge elettorale, che a detta di tutti gli esperti e di tutti i parlamentari era quanto di meglio.E' bastato che finisse la carta igienica alla consulta quel pomeriggio e il porcellum ha fatto la fine che ha fatto.
            Non è vero, sulle questioni giuridiche esiste
            anche la dottrina, intesa come la letteratura
            scritta da addetti ai lavori che esprime pareri
            su fattispecie ancora non avvenuti (e in alcuni
            casi mai avvenute, a leggere certi testi ci si
            chiede perché gli autori non abbiano fatto i
            romanzieri, tante è ampia la
            casistica).
            Non ci sono solo i precedenti della Corte di
            cassazione.Che valore ha questa dottrina in un proXXXXX?Zero o qualcosa di meno?
          • Leguleio scrive:
            Re: Peccato...


            Perché sono interventi fatti solo per
            litigare,

            altro scopo non hanno. Esattamente come le

            discussioni sulle marche dei telefonini e sui

            sistemi operativi, tifo da curva e
            null'altro.

            Non mi

            interessano.

            Ma tu che ci vieni a fare sul forum di PI allora?Per tenermi in allenamento. L'ho anche scritto:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3603835&m=3605721#p3605721

            In assenza di una sentenza della Cassazione,
            si

            consultano gli esperti per sapere come fare.
            Sono

            leggi troppo recenti per essere già arrivate
            alla

            suprema

            Corte.
            Il parere di questi esperti vale come il due di
            coppe con briscola
            bastoni.Anche col due di coppe ci si fa qualcosa. Non snobbare le carte che hai in mano. Non averne affatto è peggio.
            Guarda la legge elettorale, che a detta di tutti
            gli esperti e di tutti i parlamentari era quanto
            di
            meglio.Non è assolutamente vero. Già una legge il cui estensore dice pubblicamente, a Mentana in prima serata, che è una XXXXXta, fa capire come l'avessero approvata, e con quali fini. I dubbi c'erano fin dal giorno dopo in cui era entrata in vigore:http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2005/12/15/unione-legge-incostituzionale.html?ref=searchhttp://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2005/10/25/una-riforma-del-voto-irrazionale-incostituzionale.html?ref=searchhttp://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2005/10_Ottobre/05/giuristi.shtmlNon so proprio quali persone ascoltassi tu, nel 2005, quando è stata approvata.
            E' bastato che finisse la carta igienica alla
            consulta quel pomeriggio e il porcellum ha fatto
            la fine che ha
            fatto.Due articoli del porcellum, non tutta la legge.

            Non è vero, sulle questioni giuridiche esiste

            anche la dottrina, intesa come la letteratura

            scritta da addetti ai lavori che esprime
            pareri

            su fattispecie ancora non avvenuti (e in
            alcuni

            casi mai avvenute, a leggere certi testi ci
            si

            chiede perché gli autori non abbiano fatto i

            romanzieri, tante è ampia la

            casistica).

            Non ci sono solo i precedenti della Corte di

            cassazione.
            Che valore ha questa dottrina in un proXXXXX?
            Zero o qualcosa di meno?Caso mai che valore ha per orientare un giudice monocratico che non sa che pesci pigliare. Dipende molto chi ha scritto il parere, se è un illustre giurista, che magari il giudice già conosce, oppure se è uno sconosciuto, che esprime pareri un po' a caso. Poi c'é anche il caso che il giudice monocratico sia già prevenuto in un senso o nell'altro, e allora giudicherà di capoccia sua. Ma questo può avvenire anche in presenza di sentenze della Cassazione.
          • krane scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio

            Ma tu che ci vieni a fare sul forum di PI
            allora?E' ovviamente un astrosurfer stipendiato, di quelli che costano poco.
          • bubba scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio


            Se il supporto è privo di DRM o
            dispositivi


            assimilabili, non esiste alcun


            impedimento.



            E non saremmo neppure qui a discutere.

            Ah, non è mica detto, sai?!?! C'è gente che è
            convinta che siano vietate cose assolutamente
            lecite, e io intervengo anche sui loro
            commenti.
            Non dare per scontate troppe cose.



            una direttiva UE, senza violare la
            norma
            che


            stabilisce che eluderlo è un illecito


            amministrativo in sé? E l'unica
            risposta
            che

            ci


            si è dati è che si può fare la copia

            dall'uscita


            audio o video analogica, che non risente

            della


            protezione DRM.



            Quella e' la risposta che ti sei dato tu.

            No, ti sbagli: presa da qui:
            http://www.guideperpc.com/Diritto_autore.htm
            (e riporta tutti i riferimenti, non è un parere
            fra
            mille).ehhe.. hai letto solo le righe dispari, pero'? Perche' ci sono anche pezzi come"La normativa è a dir poco caotica e scoordinata fino ad essere contraddittoria "" diritto dei produttori a proteggere ...che frustra notevolmente, per non dire che lannulla, il diritto alla copia"e il mitico art."fabbrica, importa, distribuisce, vende, noleggia prodotti o componenti ovvero presta servizi che abbiano .. l'uso commerciale di eludere efficaci misure tecnologiche " (ovvero sarebbero illegali i sw di copia dvd-video .. cosa nella realta' palesemente falsa =
            questo non vol dire cmq che qualche zecca saltuariamente non "ci provi")e poi "quindi di essi si potranno eventualmente realizzare solo copie analogiche, almeno secondo linterpretazione sopra proposta e oggi prevalente. Bisogna , quindi, dimenticarsi dei DivX, #il che appare veramente poco credibile#" e "Ricordiamo, come già detto, che è sanzionato anche il noleggio e lacquisto degli strumenti idonei a al superamento delle protezioni. Quindi , #in teoria , possedere una copia di CloneCD in grado di sproteggere il contenuto dei cd sarebbe sanzionabile. Il tutto appare veramente ridicolo!#"e ancora " In presenza di tali protezioni non vi è altro modo di far valere il proprio diritto alla copia di sicurezza se non contattando, per iscritto è meglio, il produttore richiedendogli unaltra copia. #Se negata si potrà agire in giudizio nei suoi confronti. Il che non è ridicolo, ma qualche cosa di peggio# # Tutto ciò potrebbe sembrare uno scherzo,ma non lo è assolutamente.#"In pratica e' la solita solfa che dico sempre .. norme scritte da azzeccagarbugli e portaborse delle major incoerenti insensate obsolete e contradittorie e, nella pratica, barbaramente ignorate da tutti [salvo per quel povero jellato che casca nella voragine della malagiustizia]PS: notare anche lo sforzo profuso in pareri personali e verbi condizionali... del resto quando una roba e' senza senso...
          • Leguleio scrive:
            Re: Peccato...


            No, ti sbagli: presa da qui:

            http://www.guideperpc.com/Diritto_autore.htm

            (e riporta tutti i riferimenti, non è un parere

            fra

            mille).
            ehhe.. hai letto solo le righe dispari, pero'?
            Perche' ci sono anche pezzi
            come
            "La normativa è a dir poco caotica e scoordinata
            fino ad essere contraddittoriaL'ho detto, invece. Leggi qui:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3954812&m=3956155#p3956155
            In pratica e' la solita solfa che dico sempre ..
            norme scritte da azzeccagarbugli e portaborse
            delle major incoerenti insensate obsolete e
            contradittorie e, nella pratica, barbaramente
            ignorate da tutti [salvo per quel povero jellato
            che casca nella voragine della
            malagiustizia]Le leggi si fanno così, in Italia, almeno dal 1946. Su tutto.È una della tante anomalie italiane.
          • bubba scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio


            No, ti sbagli: presa da qui:



            http://www.guideperpc.com/Diritto_autore.htm


            (e riporta tutti i riferimenti, non è
            un
            parere


            fra


            mille).

            ehhe.. hai letto solo le righe dispari,
            pero'?

            Perche' ci sono anche pezzi

            come

            "La normativa è a dir poco caotica e
            scoordinata

            fino ad essere contraddittoria

            L'ho detto, invece. Leggi qui:
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3954812&m=395
            vero. non avevo letto tutto il thread... ma visto che con l'ultimo post ci eri andato molto morbido...

            In pratica e' la solita solfa che dico
            sempre
            ..

            norme scritte da azzeccagarbugli e portaborse

            delle major incoerenti insensate obsolete e

            contradittorie e, nella pratica, barbaramente

            ignorate da tutti [salvo per quel povero
            jellato

            che casca nella voragine della

            malagiustizia]

            Le leggi si fanno così, in Italia, almeno dal
            1946. Su
            tutto.
            È una della tante anomalie italiane.mhh oggi quasi mi piaci. sara' l'atmosfera natalizia? :D dovrei segnarmelo questo post.. eheh (cmq c'e' poco da ridere.. come razzo si fa ad andare avanti sempre cosi'... a parte IGNORARE le leggi balorde -come in effetti molta gente fa- ? )
          • Leguleio scrive:
            Re: Peccato...



            In pratica e' la solita solfa che dico

            sempre

            ..


            norme scritte da azzeccagarbugli e
            portaborse


            delle major incoerenti insensate
            obsolete
            e


            contradittorie e, nella pratica,
            barbaramente


            ignorate da tutti [salvo per quel povero

            jellato


            che casca nella voragine della


            malagiustizia]



            Le leggi si fanno così, in Italia, almeno dal

            1946. Su

            tutto.

            È una della tante anomalie italiane.
            mhh oggi quasi mi piaci. sara' l'atmosfera
            natalizia? :D
            dovrei segnarmelo questo post.. eheh (cmq c'e'
            poco da ridere.. come razzo si fa ad andare
            avanti sempre cosi'... a parte IGNORARE le leggi
            balorde -come in effetti molta gente fa- ?
            )Tengo a precisare che qui su PI non si criticano le leggi perché sono contraddittorie e di applicazione difficile o impossibile. Si criticano perché non piacciono, punto e basta.Fossero anche le leggi scritte meglio al mondo, le crictiche sarebbero le stesse.
          • panda rossa scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio

            Tengo a precisare che qui su PI non si criticano
            le leggi perché sono contraddittorie e di
            applicazione difficile o impossibile. Si
            criticano perché non piacciono, punto e
            basta.
            Fossero anche le leggi scritte meglio al mondo,
            le crictiche sarebbero le
            stesse.Mi sai dire dove e quando qui su PI si e' parlato di questioni come il divorzio, l'aborto, le coppie di fatto, le discriminazioni religiose, o mille altre questioni in cui si dibatte in tutto il web perche' "non piacciono" ?Qui si discute solo di cose che hanno a che fare con informatica e informazione e in termini di leggi si discute di come siano leggi mal fatte e male interpretabili.Mica che piacciono o che non piacciono.
          • Leguleio scrive:
            Re: Peccato...


            Tengo a precisare che qui su PI non si
            criticano

            le leggi perché sono contraddittorie e di

            applicazione difficile o impossibile. Si

            criticano perché non piacciono, punto e

            basta.

            Fossero anche le leggi scritte meglio al
            mondo,

            le crictiche sarebbero le

            stesse.

            Mi sai dire dove e quando qui su PI si e' parlato
            di questioni come il divorzio, l'aborto, le
            coppie di fatto, le discriminazioni religiose, o
            mille altre questioni in cui si dibatte in tutto
            il web perche' "non piacciono"
            ?Ogni tanto capita:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3610523http://punto-informatico.it/b.aspx?i=96762&m=96781
            Qui si discute solo di cose che hanno a che fare
            con informatica e informazione e in termini di
            leggi si discute di come siano leggi mal fatte e
            male
            interpretabili.
            Mica che piacciono o che non piacciono.Il pretesto è quello. Viene sempre buono, un po' come il "signora mia, un tempo qui era tutta campagna" e il "governo ladro", nel senso che nessuno si può verosimilmente opporre ad affermazioni del genere.Le ragioni vere sono ben altre: si vuole fare la rivoluzione con l'autorizzazione dei carabinieri. Non c'è il coraggio per dire "io delle leggi me ne strafrego, costi quel che costi", e quindi si parla d'altro, di come sono scritte male, ad esempio, ma anche del pericolo per la democrazia e la libertà, delle decisioni dei giudici che avrebbero conseguenze gravi per chi non c'entra con i siti coinvolti.Quanti salti mortali per qualche film e qualche album musicale scaricato... :o
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio


            Con quelli registri in analogico ciò
            che
            vuoi


            senza infrangere la legge.



            La legge consete anche di duplicare beni

            digitali,

            La legge è decisamente intricata e
            contraddittoria sul punto.
            :P
            Nessuno lo nega, e non è una cosa che accade solo
            col diritto d'autore, no
            no.



            se qualcuno me lo impedisce devo

            dedurne che sta infrangendo la

            legge.

            Se il supporto è privo di DRM o dispositivi
            assimilabili, non esiste alcun
            impedimento.
            Se il supporto ha il DRM si pone un bel problema:
            come fare la copia personale, diritto sancito da
            una direttiva UE, senza violare la norma che
            stabilisce che eluderlo è un illecito
            amministrativo in sé? E l'unica risposta che ci
            si è dati è che si può fare la copia dall'uscita
            audio o video analogica, che non risente della
            protezione DRM. Altre soluzioni non esistono per
            salvare capra e
            cavoli.E se è un software, diciamo un gioco, come la fai la copia "analogica"?
          • Leguleio scrive:
            Re: Peccato...


            Se il supporto è privo di DRM o dispositivi

            assimilabili, non esiste alcun

            impedimento.

            Se il supporto ha il DRM si pone un bel
            problema:

            come fare la copia personale, diritto
            sancito
            da

            una direttiva UE, senza violare la norma che

            stabilisce che eluderlo è un illecito

            amministrativo in sé? E l'unica risposta che
            ci

            si è dati è che si può fare la copia
            dall'uscita

            audio o video analogica, che non risente
            della

            protezione DRM. Altre soluzioni non esistono
            per

            salvare capra e

            cavoli.
            E se è un software, diciamo un gioco, come la fai
            la copia
            "analogica"?Non c'è una risposta tecnica. Va comunque detto che di sistemi anticopia per i software non ne esistono dai tempi dei floppy disk (e per la cronaca si eludevano con il programma Copy II PC della Central Point Software). Oggi i software si proteggono con l'attivazione a pagamento. Non c'è alcun dispositivo analogo al DRM.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio
            Non c'è una risposta tecnica. Va comunque detto
            che di sistemi anticopia per i software non ne
            esistono dai tempi dei floppy disk (e per la
            cronaca si eludevano con il programma Copy II PC
            della Central Point Software). Oggi i software si
            proteggono con l'attivazione a pagamento. Non c'è
            alcun dispositivo analogo al DRM.Come no.Mai sentito parlare di securom, safedisc e laserlok?http://it.wikipedia.org/wiki/SecuROMhttp://it.wikipedia.org/wiki/SafeDischttp://en.wikipedia.org/wiki/LaserLockPer non parlare poi dei dischi dei giochi per console, tutti protetti (se fai una copia mica funziona a meno di usare qualche trucco), fin dai tempi della Playstation 1 (e ancora prima del Saturn).E per quanto riguarda i floppy disk, c'erano le protezioni già col Commodore 64: http://www.c64preservation.com/dp.php?pg=protection-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 dicembre 2013 23.52-----------------------------------------------------------
          • Leguleio scrive:
            Re: Peccato...


            Non c'è una risposta tecnica. Va comunque
            detto

            che di sistemi anticopia per i software non
            ne

            esistono dai tempi dei floppy disk (e per la

            cronaca si eludevano con il programma Copy
            II
            PC

            della Central Point Software). Oggi i
            software
            si

            proteggono con l'attivazione a pagamento.
            Non
            c'è

            alcun dispositivo analogo al DRM.

            Come no.
            Mai sentito parlare di securom, safedisc e
            laserlok?
            http://it.wikipedia.org/wiki/SecuROM
            http://it.wikipedia.org/wiki/SafeDisc
            http://en.wikipedia.org/wiki/LaserLockSi vede che non uso i giochi. :PNon so che dirti. Evidentemente la copia privata per i giochi non è prevista. :
            E per quanto riguarda i floppy disk, c'erano le
            protezioni già col Commodore 64:
            http://www.c64preservation.com/dp.php?pg=protectioBeh, i floppy disk per PC sono apparsi prima sui PC IBM, nel 1981, un anno prima rispetto al Commodore. Ancora prima c'erano i FileWare della Apple, nel 1978, ma ignoro se siano mai stati inventati sistemi anticopia.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Peccato...
            - Scritto da: Leguleio
            Ah, in questo senso. La legge ammette la copia
            personale in forma analogica.E il macrovision?
          • Leguleio scrive:
            Re: Peccato...


            Ah, in questo senso. La legge ammette la
            copia

            personale in forma analogica.

            E il macrovision?Innanzitutto parlavo sia di audio sia di video. Da quello che so, non esistono sistemi di protezione da copiatura che funzionano altrettanto bene per masterizzatori DVD e per videoregistratori.
      • SIGLAZY scrive:
        Re: Peccato...

        In quali casi è vietata la copia privata, secondo
        la legge in vigore?Quando per farla occorre scavalcare le c.d. "misure di protezione"
        • panda rossa scrive:
          Re: Peccato...
          - Scritto da: SIGLAZY

          In quali casi è vietata la copia privata,
          secondo

          la legge in vigore?

          Quando per farla occorre scavalcare le c.d.
          "misure di
          protezione"Se non c'e' dolo, non c'e' reato.E finche' lo "scavalcare le c.d. misure di protezione" consiste nel cliccare col mouse su un bottone, dopo aver inserito il disco nel lettore del PC, non c'e' proprio alcun dolo.
  • lorenzo scrive:
    Quanto perde la collettivita' ?
    Quanto ci perdera' lo stato ( cioe' noi ) in iva e irpef ? ( sia dovuti al caldo del volume di acquisti che alla minor competitivita' con l'estero ... brutta parola la competitivita' ... ) E secondo ... perche' devo pagare per spostare cio' che ho legittimamente acquistato da un lettore mp3 al telefonino nuovo ? Non e' che ogni volta che sposto una sedia da una stanza ad un'altra devo ripagare il mobiliere ... Qui siamo all' assurdo legalizzato .
    • Elzio scrive:
      Re: Quanto perde la collettivita' ?
      - Scritto da: lorenzo
      Quanto ci perdera' lo stato ( cioe' noi ) in iva
      e irpef ? ( sia dovuti al caldo del volume di
      acquisti che alla minor competitivita' con
      l'estero ... brutta parola la competitivita' ...
      )Due calcoli: previsione da Tobin Tax 1mld Euro, incassati 159 milioni; aumento accisa benzina decisa da Monti incassato il 60% in meno; condono fiscale alle società del gioco pari al 98% di quanto dovuto (poi Letta ha ulteriormente limato la cifra).
      E secondo ... perche' devo pagare per spostare
      cio' che ho legittimamente acquistato da un
      lettore mp3 al telefonino nuovo ?

      Non e' che ogni volta che sposto una sedia da una
      stanza ad un'altra devo ripagare il mobiliere ...
      Qui siamo all' assurdo legalizzato.Alcuni miei amici due anni fa pubblicarono un cd e si iscrissero regolarmente alla SIAE, in tutto 3000 copie circa vendute. Dopo un anno vanno a verificare il conto presso la SIAE e si vedono accreditati la bellezza di 0,40 euro. Fra poco vorrebbero far uscire un altro cd e proveranno la strada della Common Creative Licence in maniera da tutelarsi da un lato, e non dare più foraggio a Paoli, Celentano e soci, o agli eredi di qualcuno che 35 anni fa ha fatto qualcosa e poi basta.E' giusto tutelare e riconoscere gratifiche economiche a chi crea un'opera e si occupa di tutto il resto, ma un limite va posto e non 70 anni dopo la morte... e di chi poi? Nel caso di un film si parla di regista, produttore, autore della colonna sonora, 'detentore dei diritti di sfruttamento' cui sono stati ceduti i diritti, con presumibili diverse date di morte.Io sono un musicista dilettante e mi chiedo: perchè debbo dare dei soldi alla SIAE (e a cascata ad altre persone) per la chiavetta USB su cui registro per diletto i miei arrangiamenti della Primavera di Vivaldi? Mi piacerebbe avere una risposta dai signori Letta e Paoli.
      • Izio01 scrive:
        Re: Quanto perde la collettivita' ?
        - Scritto da: Elzio

        Alcuni miei amici due anni fa pubblicarono un cd
        e si iscrissero regolarmente alla SIAE, in tutto
        3000 copie circa vendute. Dopo un anno vanno a
        verificare il conto presso la SIAE e si vedono
        accreditati la bellezza di 0,40 euro. Fra poco
        vorrebbero far uscire un altro cd e proveranno la
        strada della Common Creative Licence in maniera
        da tutelarsi da un lato, e non dare più foraggio
        a Paoli, Celentano e soci, o agli eredi di
        qualcuno che 35 anni fa ha fatto qualcosa e poi
        basta.NON SO come funzioni dalla parte del musicista, ma io sono da diversi anni abbonato come utente a eMusic e ogni mese scarico legalmente quaranta brani pagando una cifra più che equa. E non è nemmeno l'unica piattaforma esistente.Magari i tuoi amici potrebbero appoggiarsi a una di queste realtà e conciliare utile e dilettevole :-)
  • iRoby scrive:
    Gino Paoli & Co.
    Facciamo un po' di nomi dei signori SIAE:http://www.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/2013/04/18/news/gino_paoli_designato_presidente_siae-56929054/Questi signori nel 2014 pensano di rappresentare cantanti e musicisti dall'alto dei loro 70 anni suonati, pretendendo ancora rendite.Franco Micalizzi è noto quasi esclusivamente per le colonne sonore dei film Trinità con Terence Hill (1970) e "Italia a mano armata" del '76.Federico Monti Arduini faceva canzonette come "Dolci Sogni" nel 1961.Poi c'è un'etichetta che risale al 1938 come la Sugar Music che ha avuto cantanti minori tra i suoi assistiti, ed ora attinge i maggiori introiti della SIAE.Il 70enne sceneggiatore e scrittore Biagio Proietti. Che ha lavorato in film degli anni '70 di cui si ricorda forse mi nonno: Fai in fretta ad uccidermi... ho freddo, La morte risale a ieri sera (da I milanesi ammazzano il sabato di Giorgio Scerbanenco), The Black Cat di Lucio Fulci, e Chewingum e Puro cashmere, che ha anche diretto. Nel 70.Questa gerontocrazia ora ci tassa i DVD, le pendrive, gli hard disk ed è anche scontenta di quanto gli entra!È semplicemente allucinante l'ingordigia e la sfacciataggine di vecchi bacucchi malati della psicosi dell'accumulo di denaro e beni, come se non dovessero morire mai!
    • bubba scrive:
      Re: Gino Paoli & Co.
      - Scritto da: iRoby
      Facciamo un po' di nomi dei signori SIAE:

      http://www.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/2013

      È semplicemente allucinante l'ingordigia e
      la sfacciataggine di vecchi bacucchi malati della
      psicosi dell'accumulo di denaro e beni, come se
      non dovessero morire
      mai!e pensa che paghi anche un bi-morto!mi riferisco agli esborsi ciucciati dai figli di Carlo Andrea Bixio a sua volta ereditati da Cesare Andrea Bixio (fu' 1978). :)
      • iRoby scrive:
        Re: Gino Paoli & Co.
        Se si pretendesse una rendita per gli eredi di ogni artista per i 90 anni successivi alla sua morte, dovrebbero tassarci tutti per tutta la vita.Perché non chiedono di mettere un'accisa sui carburanti per questi signori? Insieme alle tasse sulla guerra in abissinia e altri balzelli permanenti.
        • Izio01 scrive:
          Re: Gino Paoli & Co.
          - Scritto da: iRoby
          Se si pretendesse una rendita per gli eredi di
          ogni artista per i 90 anni successivi alla sua
          morte, dovrebbero tassarci tutti per tutta la
          vita.

          Perché non chiedono di mettere un'accisa sui
          carburanti per questi signori? Insieme alle tasse
          sulla guerra in abissinia e altri balzelli
          permanenti.Ssshhhhhhh, non dargli idee!!! :
    • Leguleio scrive:
      Re: Gino Paoli & Co.

      Facciamo un po' di nomi dei signori SIAE:

      http://www.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/2013

      Questi signori nel 2014 Siamo ancora nel 2013, per qualche settimana almeno.
      pensano di rappresentare
      cantanti e musicisti dall'alto dei loro 70 anni
      suonati, pretendendo ancora
      rendite.E sono gli unici in Italia ad avere posizioni di rappresentanza ad un'età più che matura, neh?!? L'Italia è notoriamente il paese dei giovani, tutto il potere è nelle mani dei teenager. Questi della SIAE vanno controcorrente.
      Franco Micalizzi è noto quasi esclusivamente per
      le colonne sonore dei film Trinità con Terence
      Hill (1970) e "Italia a mano armata" del
      '76.Gli autori di colonne sonore, a parte quando si chiamano Morricone, raramente diventano noti. È un genere di nicchia. Però ricavano, se non dal disco della colonna sonora, almeno dal film, ovviamente se ha sucXXXXX.Comunque ecco la discografia di Micalizzi:http://www.discogs.com/artist/Franco+MicalizziNon è proprio fatta da due o tre cose...
      Federico Monti Arduini faceva canzonette come
      "Dolci Sogni" nel
      1961.(rotfl)Federico Monti Arduini, forse non lo sai, ha avuto sucXXXXX solo con lo pseudonimo Il guardiano del faro. Il suo sucXXXXX si ferma agli anni Settanta, ma non è colpa sua. E non è certo l'unico.
      Poi c'è un'etichetta che risale al 1938 come la
      Sugar Music Attenzione, la Sugar (fondata nel 1932, non nel 1938) non è mai stata un'etichetta vera e propria. Era un editore musicale, come lo era la Ricordi, agli inizi. La Sugar controllava, e in certi casi controlla ancora, la CGD, la CBS Sugar, la Ascolto, la SugarCO (casa editrice di libri comuni), le Messaggerie musicali (distributore, oltre che grande negozio di dischi e libri a Milano e Roma).
      che ha avuto cantanti minori tra i
      suoi assistiti, Sì, minori: Raf, Andrea Bocelli, Umberto Tozzi, i Gazosa, Paolo Conte...Ogni etichetta discografica sogna di avere artisti "minori" come loro. :)
      ed ora attinge i maggiori
      introiti della
      SIAE.Come tutte le altre case editrici musicali. Il fatto di essere più famosa non le fa avere un trattamento di preferenza.
      Il 70enne sceneggiatore e scrittore Biagio
      Proietti. Che ha lavorato in film degli anni '70Ha lavorato prevalentemente in film tv. Qui un elenco dei film per il cinema a cui ha collaborato, l'ultimo è del 1986:http://www.cinematografo.it/pls/cinematografo/consultazione.redirect?ida=99479
      di cui si ricorda forse mi nonno: Fai in fretta
      ad uccidermi... ho freddo, La morte risale a
      ieri sera (da I milanesi ammazzano il sabato di
      Giorgio Scerbanenco),In quegli anni il genere poliziottesco andava fortissimo. Oggi fa un po' sorridere, ma non è che le idee della sceneggiatura fossero più realistiche delle idee che stanno dietro a <I
      The mentalist </I
      o a <I
      CSI </I
      . Solo che gli americani hanno molti più soldi da investire e molta più tecnica da utilizzare per ottenere un prodotto impeccabile, almeno per la resa finale.
      Questa gerontocrazia ora ci tassa i DVD, le
      pendrive, gli hard disk ed è anche scontenta di
      quanto gli
      entra!No. La SIAE propone, e il parlamento dispone. Prenditela innanzitutto con i diretti responsabili. Tutte le categorie tirano la giacchetta ai politici, quando vogliono ottenere qualcosa; chi più, chi meno; chi sotto i riflettori, chi con discrezione.
      È semplicemente allucinante l'ingordigia e
      la sfacciataggine di vecchi bacucchi malati della
      psicosi dell'accumulo di denaro e beni, come se
      non dovessero morire
      mai!La solita invidia.Facile parlare così quando di soldi non se ne hanno.
      • panda rossa scrive:
        Re: Gino Paoli & Co.
        - Scritto da: Leguleio

        Gli autori di colonne sonore, a parte quando si
        chiamano Morricone, raramente diventano noti.Nicola PiovaniNino RotaOliver OnionsRenzo ArboreLelio LuttazziCarlo RustichelliGiorgio MoroderRichard StraussJohan StraussCharlie ChaplinJohn WilliamsDanny ElfmannHoward ShoreCeline DionAlan MenkenHoward AshmanMichael GiacchinoPink FloydQueen...accidenti al limite dei 7000 caratteri :'(Meno male che c'era solo Morricone.
        • Leguleio scrive:
          Re: Gino Paoli & Co.




          Gli autori di colonne sonore, a parte quando
          si

          chiamano Morricone, raramente diventano noti.

          Nicola Piovani
          Nino Rota
          Oliver Onions
          Renzo Arbore
          Lelio Luttazzi
          Carlo Rustichelli
          Giorgio Moroder
          Richard Strauss
          Johan Strauss
          Charlie Chaplin
          John Williams
          Danny Elfmann
          Howard Shore
          Celine Dion
          Alan Menken
          Howard Ashman
          Michael Giacchino
          Pink Floyd
          Queen
          ...

          accidenti al limite dei 7000 caratteri :'(

          Meno male che c'era solo Morricone.Alcuni di quei nomi io, confesso, non li avevo mai sentiti. E più di uno (Pink Floyd, Queen, Oliver Onions) sono esempi di persone già famose per conto loro, a cui hanno chiesto di fare la colonna sonora. È diverso. Per quanto riguarda Micalizzi e Morricone, si parla di brani (quasi) solo strumentali, e per questo di nicchia.
          • panda rossa scrive:
            Re: Gino Paoli & Co.
            - Scritto da: Leguleio





            Gli autori di colonne sonore, a parte
            quando

            si


            chiamano Morricone, raramente diventano
            noti.



            Nicola Piovani

            Nino Rota

            Oliver Onions

            Renzo Arbore

            Lelio Luttazzi

            Carlo Rustichelli

            Giorgio Moroder

            Richard Strauss

            Johan Strauss

            Charlie Chaplin

            John Williams

            Danny Elfmann

            Howard Shore

            Celine Dion

            Alan Menken

            Howard Ashman

            Michael Giacchino

            Pink Floyd

            Queen

            ...



            accidenti al limite dei 7000 caratteri :'(



            Meno male che c'era solo Morricone.

            Alcuni di quei nomi io, confesso, non li avevo
            mai sentiti.Non mi stupisco.Del resto il XXXXX rientra nella categoria del film muto... (anonimo)
            E più di uno (Pink Floyd, Queen, Oliver Onions)
            sono esempi di persone già famose per conto loro,
            a cui hanno chiesto di fare la colonna sonora.
            È diverso.Colonne sonore che se poi vai a vedere hanno venduto pure un sacco non tanto per l'autore famoso ma per la qualita' della musica medesima.
            Per quanto riguarda Micalizzi e Morricone, si
            parla di brani (quasi) solo strumentali, e per
            questo di
            nicchia.E un brano di colonna sonora come pensi di farlo? Col tam tam?
          • Leguleio scrive:
            Re: Gino Paoli & Co.


            Alcuni di quei nomi io, confesso, non li
            avevo

            mai sentiti.

            Non mi stupisco.
            Del resto il XXXXX rientra nella categoria del
            film muto...
            (anonimo)Spero che ridere sia facoltativo...

            E più di uno (Pink Floyd, Queen, Oliver
            Onions)

            sono esempi di persone già famose per conto
            loro,

            a cui hanno chiesto di fare la colonna
            sonora.

            È diverso.

            Colonne sonore che se poi vai a vedere hanno
            venduto pure un sacco non tanto per l'autore
            famoso ma per la qualita' della musica
            medesima.Non so se hanno venduto molto. So che molti nomi di autori di colonne sonore non sono noti al grande pubblico, anche se spesso hanno avuto introiti di tutto rispetto grazie ai film. "Non noto" è un po' diverso da "povero".

            Per quanto riguarda Micalizzi e Morricone, si

            parla di brani (quasi) solo strumentali, e
            per

            questo di

            nicchia.

            E un brano di colonna sonora come pensi di farlo?
            Col tam tam?O si scelgono brani strumentali, o cantati. O anche una miscela fra l'uno e l'altro. Pensa un po': esistono queste due distinzioni.
          • panda rossa scrive:
            Re: Gino Paoli & Co.
            - Scritto da: Leguleio


            Alcuni di quei nomi io, confesso, non li

            avevo


            mai sentiti.



            Non mi stupisco.

            Del resto il XXXXX rientra nella categoria
            del

            film muto...

            (anonimo)

            Spero che ridere sia facoltativo...Ci mancherebbe.Se non capisci la battuta non devi ridere apposta.


            E più di uno (Pink Floyd, Queen, Oliver

            Onions)


            sono esempi di persone già famose per
            conto

            loro,


            a cui hanno chiesto di fare la colonna

            sonora.


            È diverso.



            Colonne sonore che se poi vai a vedere hanno

            venduto pure un sacco non tanto per l'autore

            famoso ma per la qualita' della musica

            medesima.

            Non so se hanno venduto molto. So che molti nomi
            di autori di colonne sonore non sono noti al
            grande pubblico, anche se spesso hanno avuto
            introiti di tutto rispetto grazie ai film. "Non
            noto" è un po' diverso da "povero".Si parla di spartizioni della torta siae, non di notorieta'.Che poi siamo sempre li': non e' mica il giudizio della massa ignorante quello che conta.


            Per quanto riguarda Micalizzi e
            Morricone,
            si


            parla di brani (quasi) solo
            strumentali,
            e

            per


            questo di


            nicchia.



            E un brano di colonna sonora come pensi di
            farlo?


            Col tam tam?

            O si scelgono brani strumentali, o cantati. O
            anche una miscela fra l'uno e l'altro. Pensa un
            po': esistono queste due
            distinzioni.E con cio?Ti ho tirato fuori un discreto elenco di autori di colonne sonore, e mi sono limitato a quelle piu' famose.Sia brani strumentali, sia cantati, sia l'uno e l'altro.
          • Leguleio scrive:
            Re: Gino Paoli & Co.

            Ci mancherebbe.
            Se non capisci la battuta non devi ridere apposta.Battista, la raspa:la piuma non basta!

            Non so se hanno venduto molto. So che molti
            nomi

            di autori di colonne sonore non sono noti al

            grande pubblico, anche se spesso hanno avuto

            introiti di tutto rispetto grazie ai film.
            "Non

            noto" è un po' diverso da "povero".
            Si parla di spartizioni della torta siae, non di
            notorieta'.No, il commento di iRoby era tutto incentrato su questo:" <I
            Franco Micalizzi è noto quasi esclusivamente per le colonne sonore dei film Trinità con Terence Hill (1970) e "Italia a mano armata" del '76. </I
            "Probabilmente è vero che non ebbe mai un gran sucXXXXX di pubblico, ma nemmeno lo cercava. Fra gli addetti ai lavori era un apprezzato compositore, e i suoi lavori erano richiesti. Gli bastava.E oggi è apprezzato per come lavora nella SIAE, suppongo.
            Che poi siamo sempre li': non e' mica il giudizio
            della massa ignorante quello che
            conta.E tantomeno quello di Panda Rossa, di cui tutti farebbero volentieri a meno. Più fatti documentati, e meno ciance.



            Per quanto riguarda Micalizzi e

            Morricone,

            si



            parla di brani (quasi) solo

            strumentali,

            e


            per



            questo di



            nicchia.





            E un brano di colonna sonora come pensi
            di

            farlo?




            Col tam tam?



            O si scelgono brani strumentali, o cantati. O

            anche una miscela fra l'uno e l'altro. Pensa
            un

            po': esistono queste due

            distinzioni.

            E con cio?
            Ti ho tirato fuori un discreto elenco di autori
            di colonne sonore, e mi sono limitato a quelle
            piu'
            famose.
            Sia brani strumentali, sia cantati, sia l'uno e
            l'altro.No, hai messo quasi esclusivamente brani cantati.Comunque quelli strumentali, a riprova del loro scarso ritorno di immagine e di notorietà, non li conoscevo.
          • panda rossa scrive:
            Re: Gino Paoli & Co.
            - Scritto da: Leguleio
            No, hai messo quasi esclusivamente brani cantati.
            Comunque quelli strumentali, a riprova del loro
            scarso ritorno di immagine e di notorietà, non li
            conoscevo.Star Wars?Lord of the rings?Also sprach Zaratustra?Scarso ritorno di immagine e notorieta'?Non li conoscevi?Legu', con tutto il rispetto, hai fatto figure di palta migliori di questa.
          • krane scrive:
            Re: Gino Paoli & Co.
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Leguleio

            No, hai messo quasi esclusivamente
            brani cantati.

            Comunque quelli strumentali, a

            riprova del loro scarso ritorno di

            immagine e di notorietà, non li

            conoscevo.
            Star Wars?
            Lord of the rings?
            Also sprach Zaratustra?
            Scarso ritorno di immagine e notorieta'?
            Non li conoscevi?Vogliamo mica dimenticare la colonna sonora dello spot antipirateria ?(rotfl)
            Legu', con tutto il rispetto, hai fatto figure di
            palta migliori di
            questa.
        • Guybrush Fuorisede scrive:
          Re: Gino Paoli & Co.
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Leguleio[...]
          accidenti al limite dei 7000 caratteri :'(Ti chiedo solo un posticino per Michael Sembello, John Williams e Andrew Lloyd Webber... cazo, mi hai citato Moroder, mi hai citato!!!!GT
          • panda rossa scrive:
            Re: Gino Paoli & Co.
            - Scritto da: Guybrush Fuorisede
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Leguleio
            [...]

            accidenti al limite dei 7000 caratteri :'(

            Ti chiedo solo un posticino per Michael Sembello,
            John Williams e Andrew Lloyd Webber... cazo, mi
            hai citato Moroder, mi hai
            citato!!!!Guarda che john williams c'e' in quel misero estratto che ho citato.Lo uso anche come suoneria del cellulare!!!!Devi dirlo al signor "a parte morricone non li conosce nessuno", mica a me.
          • Guybrush Fuorisede scrive:
            Re: Gino Paoli & Co.
            - Scritto da: panda rossa[...]
            Guarda che john williams c'e' in quel misero
            estratto che ho
            citato.
            Lo uso anche come suoneria del cellulare!!!!

            Devi dirlo al signor "a parte morricone non li
            conosce nessuno", mica a
            me.A Moroder devo come minimo Ocean Loader, aka: "Ivory Tower, the Never Ending Story", ma pure diverse perle come alcuni brani della CS di FlashDance, per esempio.GT
      • iRoby scrive:
        Re: Gino Paoli & Co.
        Per non dimenticare:[yt]M3JWcsE7cWc[/yt]
    • Sgarbi scrive:
      Re: Gino Paoli & Co.
      - Scritto da: iRoby
      È semplicemente allucinante l'ingordigia e
      la sfacciataggine di vecchi bacucchi malati della
      psicosi dell'accumulo di denaro e beni, come se
      non dovessero morire
      mai!Francamente trovo stomachevole chi li appoggia.
  • s c scrive:
    s i a e v a f f a n c u l o
    punto
  • Massimo scrive:
    Re: Semplice ricerchina
    C'è anche l'effetto IVA che comunque si riduce quando si passa alla cassa- Scritto da: TADsince1995
    L'11% in meno, problema risolto?
  • panda rossa scrive:
    Ben vengano gli aumenti.
    Ben venga l'aumento dell'equo compenso.La cosa piu' bella che la siae possa fare e' IMPORRE obtorto collo un aumento di 1000 euro per ogni strumento di archiviazione.In questo modo si otterranno due immediati benefici.1) Una immensa soddisfazione orgasmica nell'acquistare all'estero gli strumenti di archiviazione di cui sopra.2) Una unanime sollevazione popolare che salutera' con ovazioni il cadavere della siae il giorno non lontano in cui verra' trascinato per le piazze legato per i piedi.Io sono favorevole a questi aumenti!
    • sbrotfl scrive:
      Re: Ben vengano gli aumenti.
      - Scritto da: panda rossa
      Ben venga l'aumento dell'equo compenso.
      La cosa piu' bella che la siae possa fare e'
      IMPORRE obtorto collo un aumento di 1000 euro per
      ogni strumento di
      archiviazione.

      In questo modo si otterranno due immediati
      benefici.

      1) Una immensa soddisfazione orgasmica
      nell'acquistare all'estero gli strumenti di
      archiviazione di cui
      sopra.

      2) Una unanime sollevazione popolare che
      salutera' con ovazioni il cadavere della siae il
      giorno non lontano in cui verra' trascinato per
      le piazze legato per i
      piedi.

      Io sono favorevole a questi aumenti!AMEN!
    • sono tutti matti scrive:
      Re: Ben vengano gli aumenti.
      Quoto al 1000⅜
  • MacGeek scrive:
    Una volta si contrabbandavano sigarette.
    Domani (ma già anche ieri) contrabbanderemo HD e pendrive per non pagare quest'ennesima odiosa ed ingiusta tassa.
    • sgabbio scrive:
      Re: Una volta si contrabbandavano sigarette.
      01/10
    • Antonio Mela scrive:
      Re: Una volta si contrabbandavano sigarette.
      Non hai nemmeno bisogno di contrabbandare un bel niente quando puoi benissimo eludere questo inutile balzello comprando, in maniera del tutto legale, da e-shop stranieri (meglio ancora se con sede legale in UE, così ci si risparmia pure i dazi doganali) merce che qui è coperta da equo compenso.Pure certi commercianti ed e-shop italiani comprano la merce all'estero e non da grossisti italiani proprio per eludere l'iniquo balzello SIAE.Voglio vedere poi se viene la SIAE a suonarmi a casa per vedere dove ho comprato l'hard disk o le chiavette usb...
      • Ignorante scrive:
        Re: Una volta si contrabbandavano sigarette.
        Già è molto semplice. Io di solito preferisco comprare negli altri paese europei per risparmiare l'IVA visto che da noi ha raggiunto percentuali assurde.Vogliamo stare in Europa ma non vogliamo rispettarla, tipico atteggiamento italiota.
      • user_ scrive:
        Re: Una volta si contrabbandavano sigarette.
        "Pure certi commercianti ed e-shop italiani comprano la merce all'estero e non da grossisti italiani proprio per eludere l'iniquo balzello SIAE."ecco è la cosa migliore
        • MacGeek scrive:
          Re: Una volta si contrabbandavano sigarette.
          - Scritto da: user_
          "Pure certi commercianti ed e-shop italiani
          comprano la merce all'estero e non da grossisti
          italiani proprio per eludere l'iniquo balzello
          SIAE."

          ecco è la cosa migliorePer me va benissimo e sono d'accordissimo. Ma questa cosa una volta si chiamava contrabbando.
          • Antonio Mela scrive:
            Re: Una volta si contrabbandavano sigarette.
            Finché non c'era la UE ed eravamo circondati da confini sorvegliati e dogane potevo anche darti ragione, ma visto che siamo pure tra i fondatori della UE e che tra i principi base fondativi c'è pure la libera circolazione di merci tra un paese membro e l'altro voglio proprio vedere a cosa si attaccherebbero SIAE e altri per bloccare un simile traffico.Ho già sentito di commercianti denunciati dalla SIAE perché compravano i cd vergini in Germania: voglio proprio vedere quei gradassi della SIAE (e lo Stato italiano che purtroppo li spalleggia) come la metteranno quando uno di quei commercianti stanco di simili vessazioni si organizzerà (da solo o in gruppo con altri commercianti del suo settore) per chiedere un intervento di infrazione della UE nei confronti dell'Italia: già ce la passiam male, poi non so mica se ce la passeremmo meglio se ci impongono altre sanzioni: sarà giusto poi magari tagliare il welfare per assecondare i capricci della SIAE?
          • Leguleio scrive:
            Re: Una volta si contrabbandavano sigarette.

            Ho già sentito di commercianti denunciati dalla
            SIAE perché compravano i cd vergini in Germania:
            voglio proprio vedere quei gradassi della SIAE (e
            lo Stato italiano che purtroppo li spalleggia)
            come la metteranno quando uno di quei
            commercianti stanco di simili vessazioni si
            organizzerà (da solo o in gruppo con altri
            commercianti del suo settore) per chiedere un
            intervento di infrazione della UE nei confronti
            dell'Italia: Non ne caverebbe nulla: l'equo compenso è previsto dalla legislazione UE, con diverse variazioni all'interno dei singoli membri, e solo pochi Stati hanno deciso di non applicarlo, fra cui la Gran Bretagna. La causa potrebbe attaccarsi eventualmente alla sproporzione fra sanzione e azione compiuta, ma non potrebbe entrare nel merito di una norma nazionale che è squisitamente fiscale, anche se i soldi non vanno al fisco.Tanto per fare un'analogia: in Svezia, Paese UE, non puoi entrare con più di una certa quantità di alcolici, pena il sequestro alla frontiera.
          • panda rossa scrive:
            Re: Una volta si contrabbandavano sigarette.
            - Scritto da: Leguleio

            Ho già sentito di commercianti denunciati
            dalla

            SIAE perché compravano i cd vergini in
            Germania:

            voglio proprio vedere quei gradassi della
            SIAE
            (e

            lo Stato italiano che purtroppo li
            spalleggia)

            come la metteranno quando uno di quei

            commercianti stanco di simili vessazioni si

            organizzerà (da solo o in gruppo con altri

            commercianti del suo settore) per chiedere un

            intervento di infrazione della UE nei
            confronti

            dell'Italia:

            Non ne caverebbe nulla: l'equo compenso è
            previsto dalla legislazione UE, con diverse
            variazioni all'interno dei singoli membri, e solo
            pochi Stati hanno deciso di non applicarlo, fra
            cui la Gran Bretagna.

            La causa potrebbe attaccarsi eventualmente alla
            sproporzione fra sanzione e azione compiuta, ma
            non potrebbe entrare nel merito di una norma
            nazionale che è squisitamente fiscale, anche se i
            soldi non vanno al
            fisco.
            Tanto per fare un'analogia: in Svezia, Paese UE,
            non puoi entrare con più di una certa quantità di
            alcolici, pena il sequestro alla
            frontiera.Pere con mele.
          • Leguleio scrive:
            Re: Una volta si contrabbandavano sigarette.

            Pere con mele.Che fai, imiti i commenti di un famoso clone? :)Nulla contro la critica del paragone delle pere con le mele, ma argomenta un po'.
          • panda rossa scrive:
            Re: Una volta si contrabbandavano sigarette.
            - Scritto da: Leguleio

            Pere con mele.

            Che fai, imiti i commenti di un famoso clone? :)No, sintetizzo le tue argomentazioni.
            Nulla contro la critica del paragone delle pere
            con le mele, ma argomenta un po'.Stiamo parlando di liberta' digitali e tu te ne esci col fatto che in norvegia non fanno entrare gli ubriachi.Argomenta tu.
          • Leguleio scrive:
            Re: Una volta si contrabbandavano sigarette.


            Che fai, imiti i commenti di un famoso
            clone?
            :)

            No, sintetizzo le tue argomentazioni.Una sintesi che capisci solo tu. Non tutti possono essere nella tua testa, Panda Rossa.

            Nulla contro la critica del paragone delle
            pere

            con le mele, ma argomenta un po'.

            Stiamo parlando di liberta' digitali e tu te ne
            esci col fatto che in norvegia non fanno entrare
            gli
            ubriachi.In Svezia, a dire il vero.Non stiamo parlando di libertà digitali per la verità. Ma di una discrepanza di norme fiscali all'interno della UE sui supporti vergini in vendita. E l'utente Antonio Mela si chiedeva se non si potesse agire in giudizio in sede UE contro questa gabella italiana.Ebbene, la risposta è no: ogni Stato ha il diritto di imporre le sue gabelle, basta che valgano per prodotti interni e per prodotti della UE, indistintamente. L'Italia ha la gabella sui supporti vergini, la Svezia sulle bevande alcoliche, che infatti mi risulta là siano carissime.
            Argomenta tu.Fatto, ma non era necessario. Bastava leggere la risposta ad Antonio Mela, cosa che ti sei ben guardato dal fare. Hai letto giusto una riga.
          • Izio01 scrive:
            Re: Una volta si contrabbandavano sigarette.
            - Scritto da: Leguleio

            Pere con mele.

            Che fai, imiti i commenti di un famoso clone? :)
            Nulla contro la critica del paragone delle pere
            con le mele, ma argomenta un po'.Bè, quello a cui hai riposto non si riferiva all'equo compenso ma ad un'eventuale ed ipotetica azione italica contro i negozianti che si rifornissero in Germania anziché in Italia ;-)
          • Leguleio scrive:
            Re: Una volta si contrabbandavano sigarette.



            Pere con mele.



            Che fai, imiti i commenti di un famoso
            clone?
            :)

            Nulla contro la critica del paragone delle
            pere

            con le mele, ma argomenta un po'.
            Bè, quello a cui hai riposto non si riferiva
            all'equo compenso ma ad un'eventuale ed ipotetica
            azione italica contro i negozianti che si
            rifornissero in Germania anziché in Italia
            ;-)Lo so bene.Credi che se un negoziante svedese si rifornisse di vini e liquori in Germania o in Italia, anziché passare dalla trafila svedse prevista dalla legge, non avrebbe una multa in proporzione?
          • Izio01 scrive:
            Re: Una volta si contrabbandavano sigarette.
            - Scritto da: Leguleio



            Pere con mele.





            Che fai, imiti i commenti di un famoso

            clone?

            :)


            Nulla contro la critica del paragone
            delle

            pere


            con le mele, ma argomenta un po'.


            Bè, quello a cui hai riposto non si riferiva

            all'equo compenso ma ad un'eventuale ed
            ipotetica

            azione italica contro i negozianti che si

            rifornissero in Germania anziché in Italia

            ;-)

            Lo so bene.
            Credi che se un negoziante svedese si rifornisse
            di vini e liquori in Germania o in Italia,
            anziché passare dalla trafila svedse prevista
            dalla legge, non avrebbe una multa in
            proporzione?Boh, esiste una legge che impedisce ai negozianti di rifornirsi all'estero per chiavette, DVD e affini? Se sì, allora ovviamente la tua obiezione ha senso.
          • Izio01 scrive:
            Re: Una volta si contrabbandavano sigarette.
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: Leguleio




            Pere con mele.







            Che fai, imiti i commenti di un
            famoso


            clone?


            :)



            Nulla contro la critica del
            paragone

            delle


            pere



            con le mele, ma argomenta un po'.




            Bè, quello a cui hai riposto non si
            riferiva


            all'equo compenso ma ad un'eventuale ed

            ipotetica


            azione italica contro i negozianti che
            si


            rifornissero in Germania anziché in
            Italia


            ;-)



            Lo so bene.

            Credi che se un negoziante svedese si
            rifornisse

            di vini e liquori in Germania o in Italia,

            anziché passare dalla trafila svedse prevista

            dalla legge, non avrebbe una multa in

            proporzione?

            Boh, esiste una legge che impedisce ai negozianti
            di rifornirsi all'estero per chiavette, DVD e
            affini? Se sì, allora ovviamente la tua obiezione
            ha
            senso.Come non detto, ho detto una capperata.Ok, il concetto è che una legge che vietasse l'acquisto di DVD all'estero non sarebbe in contrasto con il diritto UE. Kindly disregard my previous post :D
          • Leguleio scrive:
            Re: Una volta si contrabbandavano sigarette.

            Boh, esiste una legge che impedisce ai negozianti
            di rifornirsi all'estero per chiavette, DVD e
            affini? Se sì, allora ovviamente la tua obiezione
            ha
            senso.Che impedisce ai negozianti di pagare i contributi dovuti: sì c'è. Altrimenti come avrebbero fatto a denunciarli? :) (per la verità non ho trovato la notizia da nessuna parte, ma è plausibile)Una norma analoga non esiste per i semplici cittadini europei, ovviamente. Loro possono acquistare liberamente.
          • in viaggio con sgabbio scrive:
            Re: Una volta si contrabbandavano sigarette.
            - Scritto da: Leguleio

            Pere con mele.

            Che fai, imiti i commenti di un famoso clone? :)01/10
  • prova123 scrive:
    A questo punto ...
    a maggior ragione su qualsiasi supporto di memorizzazione uno ci può mettere tutto il materiale coperto da copyright, tanto è già tutto pagato. Non ha più senso spendere inutilmente denaro pubblico nella lotta alla pirateria in quanto i detentori dei diritti hanno ricevuto quanto voluto.
    • Enry scrive:
      Re: A questo punto ...
      - Scritto da: prova123
      a maggior ragione su qualsiasi supporto di
      memorizzazione uno ci può mettere tutto il
      materiale coperto da copyright, tanto è già tutto
      pagato. Non ha più senso spendere inutilmente
      denaro pubblico nella lotta alla pirateria in
      quanto i detentori dei diritti hanno ricevuto
      quanto
      voluto.e te pareva che arrivava il fesso di turno a sparar cavolate.. :-/
      • panda rossa scrive:
        Re: A questo punto ...
        - Scritto da: Enry
        - Scritto da: prova123

        a maggior ragione su qualsiasi supporto di

        memorizzazione uno ci può mettere tutto il

        materiale coperto da copyright, tanto è già
        tutto

        pagato. Non ha più senso spendere inutilmente

        denaro pubblico nella lotta alla pirateria in

        quanto i detentori dei diritti hanno ricevuto

        quanto

        voluto.

        e te pareva che arrivava il fesso di turno a
        sparar cavolate..
        :-/E allora non scrivere.
        • Enry scrive:
          Re: A questo punto ...
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Enry

          - Scritto da: prova123


          a maggior ragione su qualsiasi supporto
          di


          memorizzazione uno ci può mettere tutto
          il


          materiale coperto da copyright, tanto è
          già

          tutto


          pagato. Non ha più senso spendere
          inutilmente


          denaro pubblico nella lotta alla
          pirateria
          in


          quanto i detentori dei diritti hanno
          ricevuto


          quanto


          voluto.



          e te pareva che arrivava il fesso di turno a

          sparar cavolate..

          :-/

          E allora non scrivere.Mi spiace, ma quando uso LSD non riesco a trattenermi.
      • cicciobello scrive:
        Re: A questo punto ...
        Cioè, in pratica vuoi essere pagato due volte?
        • Izio01 scrive:
          Re: A questo punto ...
          - Scritto da: cicciobello
          Cioè, in pratica vuoi essere pagato due volte?Perché limitarsi a due? Scommetto che amerebbe essere pagato ad ogni ascolto.La Disney ci aveva pure provato con il progetto iniziale del DIVX, che sarebbe stato qualcosa di mooolto diverso da ciò che è effettivamente stato creato poi.
          • cicciobello scrive:
            Re: A questo punto ...
            So tutto di quel progetto (digital video express). Mi chiedo se il codec divx ha avuto quel nome proprio in spregio al "vecchio" divx...E mi auguro che in futuro anche la parola DRM sia solo associata a questo:http://www.drm.org/
          • Izio01 scrive:
            Re: A questo punto ...
            - Scritto da: cicciobello
            So tutto di quel progetto (digital video
            express). Mi chiedo se il codec divx ha avuto
            quel nome proprio in spregio al "vecchio"
            divx...
            Credo proprio di sì, anche perché originariamente c'era abbinata la faccina che strizza l'occhio, che suona proprio come una presa per il didietro di quei signori.Crepi la pigrizia, ho controllato: è proprio così ;-) http://it.m.wikipedia.org/wiki/DivX
            E mi auguro che in futuro anche la parola DRM sia
            solo associata a
            questo:

            http://www.drm.org/
    • ruppolo scrive:
      Re: A questo punto ...
      - Scritto da: prova123
      a maggior ragione su qualsiasi supporto di
      memorizzazione uno ci può mettere tutto il
      materiale coperto da copyright, tanto è già tutto
      pagato.Esattamente, contenuto e supporto sono stati da TE pagati.
      Non ha più senso spendere inutilmente
      denaro pubblico nella lotta alla pirateria in
      quanto i detentori dei diritti hanno ricevuto
      quanto
      voluto.No, la pirateria è un atro discorso. L'equo compenso riguarda la copia lecita, non quella illecita.
      • krane scrive:
        Re: A questo punto ...
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: prova123

        a maggior ragione su qualsiasi supporto di

        memorizzazione uno ci può mettere tutto il

        materiale coperto da copyright, tanto è

        già tutto pagato.
        Esattamente, contenuto e supporto sono stati da
        TE pagati.E questo provoca nella massa il seguente ragionamento: "E visto che l'ho pagato per metterci la roba pirata, ce la metto..."
      • cicciobello scrive:
        Re: A questo punto ...

        L'equo
        compenso riguarda la copia lecita, non quella
        illecita.Quindi, ti aspetti che l'utente ti paghi due volte? (l'acquisto della copia, E l'equo compenso?)Allora mi sembra solo giusto se l'utente decide di non pagartela nemmeno la prima volta. E se in questo modo tu non riesci più a campare producendo contenuti... cambia mestiere. Non vogliamo pagare gente disonesta che pretende di farsi pagare due volte la stessa cosa.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: A questo punto ...
        contenuto non disponibile
      • collione scrive:
        Re: A questo punto ...
        - Scritto da: ruppolo
        No, la pirateria è un atro discorso. L'equo
        compenso riguarda la copia lecita, non quella
        illecita.la copia privata è ammessa in qualsiasi ordinamento giuridico, e non SI PAGA!!!!in Italia dovremmo pagare per poter godere di un nostro diritto?
      • gnammolo scrive:
        Re: A questo punto ...
        non che non fosse nell'aria ma il premio "Babbo 2013" lo hai vinto tu
  • M.R. scrive:
    Alla fine preferisco...
    ... acquistare materiale all' esterno dell' Italia (che tassa o non tassa hanno comunque prezzi inferiori come l' Iphone da loro stessi portati ad esempio) piuttosto che rimpinguare le tasche a gente simile.Sarà ancora un mio diritto scegliere come spendere e a chi dare i miei soldi.
    • Risposta al commento scrive:
      Re: Alla fine preferisco...
      - Scritto da: M.R.
      Sarà ancora un mio diritto scegliere come
      spendere e a chi dare i miei
      soldi.Chi lo dice?
    • Enry scrive:
      Re: Alla fine preferisco...
      - Scritto da: M.R.
      ... acquistare materiale all' esterno dell'
      Italia (che tassa o non tassa hanno comunque
      prezzi inferiori come l' Iphone da loro stessi
      portati ad esempio) piuttosto che rimpinguare le
      tasche a gente
      simile.
      Sarà ancora un mio diritto scegliere come
      spendere e a chi dare i miei
      soldi.Si certo, arricchire i furbi che stanno all'estero che sanno di poter contare sui babbei di casa nostra è come sparare sulla croce rossa. Spera solo che la stessa cosa non venga fatta a scapito di una tua azienda e per la tua famiglia... non sto a spiegartela...
      • panda rossa scrive:
        Re: Alla fine preferisco...
        - Scritto da: Enry
        - Scritto da: M.R.

        ... acquistare materiale all' esterno dell'

        Italia (che tassa o non tassa hanno comunque

        prezzi inferiori come l' Iphone da loro stessi

        portati ad esempio) piuttosto che rimpinguare le

        tasche a gente

        simile.

        Sarà ancora un mio diritto scegliere come

        spendere e a chi dare i miei

        soldi.

        Si certo, arricchire i furbi che stanno
        all'estero che sanno di poter contare sui babbei
        di casa nostra è come sparare sulla croce rossa.
        Spera solo che la stessa cosa non venga fatta a
        scapito di una tua azienda e per la tua
        famiglia... non sto a
        spiegartela...Intanto per adesso c'e' la CERTEZZA che noi compriamo all'estero e tu fallisci.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Alla fine preferisco...
        contenuto non disponibile
      • cicciobello scrive:
        Re: Alla fine preferisco...

        Si certo, arricchire i furbi che stanno
        all'estero è sempre meglio che arricchire certa gente che sta qui.
        • Izio01 scrive:
          Re: Alla fine preferisco...
          - Scritto da: cicciobello

          Si certo, arricchire i furbi che stanno

          all'estero

          è sempre meglio che arricchire certa gente che
          sta qui.Amen!
      • M.R. scrive:
        Re: Alla fine preferisco...
        I babbei sono quelli di casa nostra che non hanno capito che tassare, tassare e ancora tassare non fa altro che rendere i nostri stessi prodotti fuori competizione e fuori mercato. In un mercato globale come è quello odierno la riuscita di un prodotto a parità di tutti i fattori è dato dal rapporto qualità prezzo e, con la crisi che c' è, anche un euro risparmiato è bene.Se sono tanto intelligenti i nostri "governanti" perché non capiscono che abbassare le pretese significa rilanciare consumi e domanda interna aumentando nel lungo periodo anche le entrate?Qui siamo invece sempre al "pochi, maledetti e subito": così chi sono i babbei?Hanno forse dimenticato che il mercato adesso è aperto e non ci sono più i dazi doganali?Se vogliono i miei soldi, che se li guadagnino (non do' certo la colpa alle nostre aziende; anche mio padre ha una piccola attività e la crisi e le tasse si fanno sentire).Non voglio dare soldi alla SIAE anche se, purtroppo, l' effetto collaterale è quello di colpire anche le aziende incolpevoli. Che si facciano sentire visto che hanno la forza, la grandezza e i numeri per farlo a differenza dei piccoli.
  • La SIAE scrive:
    La SIAE, una faccia pulita
    La SIAE rimane una certezza, un amico vero su cui la gente onesta può contare con cuore sincero in mezzo a questo marasma in cui non si capisce più nulla.La SIAE: una faccia pulita. :@Parola di SIAE
    • troll detected scrive:
      Re: La SIAE, una faccia pulita
      (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
      • La SIAE scrive:
        Re: La SIAE, una faccia pulita
        - Scritto da: troll detected
        (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)La SIAE: una faccia pulita, capito? :@SIAE: Operazione Verità, capito? :@Parola di SIAE
        • Leguleio scrive:
          Re: La SIAE, una faccia pulita
          - Scritto da: La SIAE
          - Scritto da: troll detected

          (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)

          La SIAE: una faccia pulita, capito? :@

          SIAE: Operazione Verità, capito? :@

          Parola di SIAEE l'operazione kebab come va?
          • La SIAE scrive:
            Re: La SIAE, una faccia pulita
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: La SIAE

            - Scritto da: troll detected


            (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)



            La SIAE: una faccia pulita, capito? :@



            SIAE: Operazione Verità, capito? :@



            Parola di SIAE
            E l'operazione kebab come va?Male, perdio! :@
          • Gino Tavera scrive:
            Re: La SIAE, una faccia pulita
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: La SIAE

            - Scritto da: troll detected


            (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)



            La SIAE: una faccia pulita, capito? :@



            SIAE: Operazione Verità, capito? :@



            Parola di SIAE
            E l'operazione kebab come va?La redazione non sa che per pulire il bronzo ci vuole appunto 1/3 di acqua, 1/3 di aceto e 1/3 di ammoniaca (per dire appunto "faccia di bronzo"). Che, pensava ad una variante dell'acido in faccia per sfigurare?Ritorni a scuola che è meglio.O tutte le ca77ate sotto l'etichetta SIAE sono intoccabili.Vabbè che la dittatura mascherata non è una ca77ata !!!
          • Gino Tavera scrive:
            Re: La SIAE, una faccia pulita
            - Scritto da: Gino Tavera
            - Scritto da: Leguleio

            - Scritto da: La SIAE


            - Scritto da: troll detected




            (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)





            La SIAE: una faccia pulita, capito? :@





            SIAE: Operazione Verità, capito? :@





            Parola di SIAE

            E l'operazione kebab come va?

            La redazione non sa che per pulire il bronzo ci
            vuole appunto 1/3 di acqua, 1/3 di aceto e 1/3 di
            ammoniaca (per dire appunto "faccia di bronzo").
            Che, pensava ad una variante dell'acido in faccia
            per
            sfigurare?... e quindi hanno censurato
            Ritorni a scuola che è meglio.
            O tutte le ca77ate sotto l'etichetta SIAE sono
            intoccabili.
            Vabbè che la dittatura mascherata non è una
            ca77ata
            !!!
        • Gino Tavera scrive:
          Re: La SIAE, una faccia pulita
          - Scritto da: La SIAE
          - Scritto da: troll detected

          (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)

          La SIAE: una faccia pulita, capito? :@Con acqua, aceto e ammoniaca in parti uguali.
          SIAE: Operazione Verità, capito? :@Ah sì? Io sapevo che esisteva la verità. La Verità sarà quella tua, quella che spacciate per convenienza.
          Parola di SIAEXXXXX SIAE !!!(e non è neanche una parolaccia).
  • AxAx scrive:
    Ma perchè vi scaldate?
    La politica è l'arte di far eleggere gente che fa i tuoi interessi a spese dei fessi.Fin quando i fessi votano i dritti magnano e bevono.
    • collione scrive:
      Re: Ma perchè vi scaldate?
      - Scritto da: AxAx
      La politica è l'arte di far eleggere gente che fa
      i tuoi interessi a spese dei
      fessi.
      Fin quando i fessi votano <b
      male </b
      i dritti magnano e
      bevono.FIXED 8)
      • AxAx scrive:
        Re: Ma perchè vi scaldate?
        Non c'è maniera di votare bene.Chiunque farà sempre prima i suoi interessi, i tuoi vengono dopo e solo se coincidono.
  • TEOFILATTO DEI LEONZI scrive:
    PD CHE SCHIFO!
    Faccio presente a tutti i lor signori che questo ABOMINIO e' stato voluto dal partito democratico.MEDITATE ITALIANI! MEDITATE ! MEDITATE!
    • ... scrive:
      Re: PD CHE SCHIFO!
      - Scritto da: TEOFILATTO DEI LEONZI
      Faccio presente a tutti i lor signori che questo
      ABOMINIO e' stato voluto dal partito
      democratico.
      MEDITATE ITALIANI! MEDITATE ! MEDITATE! :-o :-o :-o
      • suvvia scrive:
        Re: PD CHE SCHIFO!
        Eh già....perchè dall'altra parte invece regalano tutto! In effetti sì...con i condoni agli abusivi e gli scudi fiscali agli evasori.Ma per favore...di tempo al governo per correggere questo abominio ne hanno avuto in abbondanza ma non hanno fatto nulla pure loro perchè sono tutti uguali. Magnano tutti, a destra e a manca.
        • TEOFILATTO DEI LEONZI scrive:
          Re: PD CHE SCHIFO!
          HAI Ragione!Però se permetti rinnovo l'invito:NON VI FIDATE di questa gente
          • Skywalkersenior scrive:
            Re: PD CHE SCHIFO!
            - Scritto da: TEOFILATTO DEI LEONZI
            HAI Ragione!
            Però se permetti rinnovo l'invito:
            NON VI FIDATE di questa genteE di quale gente dovremmo fidarci?Se non si è capito, quando arrivano su quelle poltrone diventano tutti uguali (o, in alternativa, restano lì a fare solo cagnara senza combinare nulla di concreto)
          • Ignorante scrive:
            Re: PD CHE SCHIFO!
            Quella che tu chiami cagnara ha portato in luce cose che prima non sapeva nessuno. Ti sembra poco? Pensi che quelli possono fare miracoli e smontare tutto in un giorno? Per tutto intendo un sistema "feudale" che dura da anni!!!Per me stanno facendo un buon lavoro anche se potrebbero fare di più ma sicuramente stanno facendo meglio di chi sta li da secoli e pensa solo a se stesso.
    • zio lambo scrive:
      Re: PD CHE SCHIFO!
      non vedo dove sia la novità: un partito formato da comunisti e democristiani non può che fare del parassitismo la propria principale ragion d'essere (poi splendidamente scimmiottati in questo da tutti gli altri, intendiamoci..).
    • Giggi il bullo scrive:
      Re: PD CHE SCHIFO!
      - Scritto da: TEOFILATTO DEI LEONZI
      Faccio presente a tutti i lor signori che questo
      ABOMINIO e' stato voluto dal partito
      democratico.
      MEDITATE ITALIANI! MEDITATE ! MEDITATE!Guarda che il decreto di estensione dell'equo compenso alle chiavette e a qualsiasi XXXXXXX atta alla registrazione, del 2009, porta il nome di "Decreto Bondi". E no... non è del PD.
      • TEOFILATTO DEI LEONZI scrive:
        Re: PD CHE SCHIFO!
        Hai ragione.Però chi lo vuole aumentare ora è il pd.NON VI FIDATE DI QUESTA GENTE
        • Imbecillozi o de pecoris scrive:
          Re: PD CHE SCHIFO!
          - Scritto da: TEOFILATTO DEI LEONZI
          Hai ragione.
          Però chi lo vuole aumentare ora è il pd.
          NON VI FIDATE DI QUESTA GENTEE dato che avevi torto prima (non lo ha messo il PD) perchè dovremmo credere che dici la verità ora?
          • furetto de furbis scrive:
            Re: PD CHE SCHIFO!
            - Scritto da: Imbecillozi o de pecoris
            - Scritto da: TEOFILATTO DEI LEONZI

            Hai ragione.

            Però chi lo vuole aumentare ora è il pd.

            NON VI FIDATE DI QUESTA GENTE
            E dato che avevi torto prima (non lo ha messo il
            PD) perchè dovremmo credere che dici la verità
            ora?Tu no pensarci fidati :D
      • iRoby scrive:
        Re: PD CHE SCHIFO!
        - Scritto da: Giggi il bullo
        Guarda che il decreto di estensione dell'equo
        compenso alle chiavette e a qualsiasi XXXXXXX
        atta alla registrazione, del 2009, porta il nome
        di "Decreto Bondi". E no... non è del PD.Questo non mostra che siano cattivi i compari di Bondi o quelli del PD.Pensare questo è da idioti, ossia solo il popolino può pensare che sia cattiva una o l'altra fazione.Questo dimostra solo che sopra a Bondi e a quelli del PD c'è un burattinaio che muove i fili dei pupazzi.Il burattinaio non è necessariamente un alieno potente che mette paura, una massoneria segreta o altre XXXXXXXte del genere. Un burattinaio può anche essere un'ideologia come quella neoclassica e neoliberista che è stata abbracciata da industriali, banchieri ed altre famiglie ricche, che stanno approfittando di un vuoto di democrazia o di intelligenza del popolo per gabbarlo e spartirsi le ricchezze che questo produce.Il complotto esiste, ed è sotto gli occhi di tutti. Ma non è un complotto di saggi potenti. Ma piuttosto di scemi arraffoni che spingendo i politici loro camerieri a promulgare certe leggi, li rendono non solo odiosi e ridicoli, ma gettano nel malcontento la gente, che prima o poi si accorgerà che c'è qualcosa che non va in questa finta democrazia.
        • Leguleio scrive:
          Re: PD CHE SCHIFO!
          Il compenso per la cronaca esiste dal 1992. Istituito con la legge 5 febbraio 1992, n° 93:http://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stato:legge:1992-02-05;93C'era ancora la cosiddetta prima Repubblica.
        • Giggi il bullo scrive:
          Re: PD CHE SCHIFO!
          - Scritto da: iRoby
          - Scritto da: Giggi il bullo

          Guarda che il decreto di estensione dell'equo

          compenso alle chiavette e a qualsiasi XXXXXXX

          atta alla registrazione, del 2009, porta il
          nome

          di "Decreto Bondi". E no... non è del PD.

          Questo non mostra che siano cattivi i compari di
          Bondi o quelli del
          PD.
          Pensare questo è da idioti, ossia solo il
          popolino può pensare che sia cattiva una o
          l'altra
          fazione.Io non l'ho mica detto... :D

          Questo dimostra solo che sopra a Bondi e a quelli
          del PD c'è un burattinaio che muove i fili dei
          pupazzi.

          Il burattinaio non è necessariamente un alieno
          potente che mette paura, una massoneria segreta o
          altre XXXXXXXte del genere.No, molto più semplice. C'è un sistema (illecito) di interessi che in cambio di favori ottiene altri favori. A prescindere dai colori politici.Poi si possono fare tutti i distinguo che si vuole, c'è chi ha interessi diretti nel minestrone del copyright o anche chi ha qualche famigliare da "sistemare".
          Un burattinaio può anche essere un'ideologia come
          quella neoclassica e neoliberista che è stata
          abbracciata da industriali, banchieri ed altre
          famiglie ricche, che stanno approfittando di un
          vuoto di democrazia o di intelligenza del popolo
          per gabbarlo e spartirsi le ricchezze che questo
          produce.Temo che il vuoto non sia di intelligenza del popolo, ma di moralità. Ed è un vuoto che è durato almeno 20 anni, ora raccogliamo i frutti di quel "vuoto", e continueremo a raccoglierli in futuro. Il danno è fatto ed è irreversibile se non con un lungo periodo di lacrime e sangue. Altrimenti non si spiega come gli italiani abbiano votato per gente che gli proponeva la precarietà come stile di vita, chiamandola con un ghigno "flessibilità", o come sia stato possibile accettare il sistema pensionistico contributivo, che quando sarà "a regime" darà a gente che ha lavorato per più di 40 anni (ammesso che ci arrivino) pensioni sul livello di una pensione minima attuale, mentre chi - tuttora - è andato in pensione col sistema retributivo percepisce l'80% (mi pare) dell'ultimo stipendio.La precarietà e lo sfruttamento dei lavoratori (salari bassi, orari di lavoro schizofrenici e nessun ammortizzatore sociale) sono cose che in un sistema "paese" lasciano il segno. A fronte di un primo impoverimento dei "salariati" prima o poi arriva la povertà per chi opera nel mercato interno, sicuramente i commercianti in prima battuta e gli artigiani in seconda, considerando che pure sulle esportazioni la concorrenza è selvaggia.Ma quando i no-global manifestavano contro la globalizzazione promossa dalle ideologie neo-liberiste, mi domando... da che parte stavano quei salariati, artigiani e commercianti?Quanti dei "forconi" fra il 2001-2007 si indignavano per quegli scapestrati che osavano disturbare "i potenti" dei vari G7-G8-G12?E quanti di fronte alla notizia di abusi delle forze di polizia su manifestanti e persone tratte in arresto, in fondo in fondo hanno pensato "ben gli sta"?Per chiarire, io non ho alcuna relazione diretta con centri sociali, no-global e cose del genere, ma oggi mi domando: forse avevano pure ragione? Non è che gli italiani in questi anni hanno pensato di poter fare i conti senza l'oste... ed ora invece il conto è arrivato?C'è anche una cosa che mi rattrista, e cioé che anche così, nella situazione in cui siamo, quegli italiani non capiranno MAI che è tutto il sistema ad essere sbagliato, iniquo, disumano.Troppo facile buttare tutta la responsabilità sui "politici" senza vedere che quello che accade è dovuto ad un sistema economico che quei politici li ha sedotti, se non prodotti di sua mano.E allora è il sistema economico che va buttato giù e ricostruito.Il problema è capire quale sia un sistema economico efficiente, sostenibile e solidale. No, non credo che sia quello proposto dalla MMT. MMT è un altro sistema, meno peggio di quello attuale, nemmeno troppo nuovo, ma non è "perfetto".
          Il complotto esiste, ed è sotto gli occhi di
          tutti. Ma non è un complotto di saggi potenti. Ma
          piuttosto di scemi arraffoni che spingendo i
          politici loro camerieri a promulgare certe leggi,
          li rendono non solo odiosi e ridicoli, ma gettano
          nel malcontento la gente, che prima o poi si
          accorgerà che c'è qualcosa che non va in questa
          finta democrazia.Ma basta ragionare sul fatto che una crisi nera sta affamando la popolazione e questi c@gli@ni si preoccupano ancora di garantire rendite illegittime tramite tassazioni occulte sui beni! Poi ci vengono a raccontare che c'è "il debito pubblico" e che quindi ci devono tassare ancora di più.
      • panda rossa scrive:
        Re: PD CHE SCHIFO!
        - Scritto da: Giggi il bullo
        - Scritto da: TEOFILATTO DEI LEONZI

        Faccio presente a tutti i lor signori che
        questo

        ABOMINIO e' stato voluto dal partito

        democratico.

        MEDITATE ITALIANI! MEDITATE ! MEDITATE!

        Guarda che il decreto di estensione dell'equo
        compenso alle chiavette e a qualsiasi XXXXXXX
        atta alla registrazione, del 2009, porta il nome
        di "Decreto Bondi". E no... non è del
        PD.Guarda che PDL = PD-LEntrambi sono favorevoli alla tavEntrambi sono favorevoli al finanziamento ai partitiEntrambi sono favorevoli al finanziamento all'editoriaEntrambi sono favorevoli alle spese militariEntrambi sono favorevoli alla siae...Governano assieme a braccetto...Spiegami tu le differenze.
        • Giggi il bullo scrive:
          Re: PD CHE SCHIFO!
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Giggi il bullo

          - Scritto da: TEOFILATTO DEI LEONZI


          Faccio presente a tutti i lor signori
          che

          questo


          ABOMINIO e' stato voluto dal partito


          democratico.


          MEDITATE ITALIANI! MEDITATE ! MEDITATE!



          Guarda che il decreto di estensione dell'equo

          compenso alle chiavette e a qualsiasi XXXXXXX

          atta alla registrazione, del 2009, porta il
          nome

          di "Decreto Bondi". E no... non è del

          PD.

          Guarda che PDL = PD-L

          Entrambi sono favorevoli alla tav
          Entrambi sono favorevoli al finanziamento ai
          partiti
          Entrambi sono favorevoli al finanziamento
          all'editoria
          Entrambi sono favorevoli alle spese militari
          Entrambi sono favorevoli alla siae...
          Governano assieme a braccetto...

          Spiegami tu le differenze.Non ho affermato mica il contrario, solo che vedi... ultimamente c'è molta gente che vorrebbe "rifarsi la verginità" col vecchio trucco del "sono stati gli altri". Solo che non è possibile, ed è bene ricordare che sono stati entrambi. Nel caso specifico qualcuno che "inizia" c'è sempre, e l'estensione dell'equo compenso a qualunque cosa che funga da supporto di memorizzazione - a prescindere dalla destinazione d'uso del supporto - l'ha fatta Bondi, non "il PD". E' la realtà, con date, nomi e cognomi.
    • Antonio Mela scrive:
      Re: PD CHE SCHIFO!
      Non che me ne freghi molto del pd (che sicuramente le sue responsabilità ce le avrà), ma gli altri che fanno?C'è in parlamento un certo movimento che si professa paladino della libertà della rete, promotore del progresso e altre cose del genere, ma a nessuno dei loro eletti è venuto in mente di fare qualcosa in merito, e dire che una sceneggiata in aula in tal senso sarebbe stata molto più sensata di altre sceneggiate di cui sono stati autori...
      • bubba scrive:
        Re: PD CHE SCHIFO!
        - Scritto da: Antonio Mela
        Non che me ne freghi molto del pd (che
        sicuramente le sue responsabilità ce le avrà), ma
        gli altri che
        fanno?
        C'è in parlamento un certo movimento che si
        professa paladino della libertà della rete,
        promotore del progresso e altre cose del genere,
        ma a nessuno dei loro eletti è venuto in mente di
        fare qualcosa in merito, puo sembrare brutto dirlo... ma magari non lo sanno... quello e' un provvedimento monstre, gli emendamenti vanno e vengono, in commisione sono pochi, ecc. l'emendamento incriminato non sono nemmeno riuscito a trovarlo sul sito della camera/senato :PCmq una roba ben piu seria (ma molto 'oscura' nei dettagli) dei 5stelle , era http://www.senato.it/leg/17/BGT/Schede_v3/Ddliter/42018.htm ... ma ovviamente i portaborse delle Major non l'hanno manco considerata... dico "oscura" xche avendola lasciata proprio al palo, non c'e' neanche il testobozza li'... se n'era parlato un po altrove...
  • Luke1 scrive:
    Parassiti
    Una parola sola: PARASSITI.Una unica lapidaria definizione per un ente ormai inutile.
    • bradipao scrive:
      Re: Parassiti
      - Scritto da: Luke1
      Una parola sola: PARASSITI.

      Una unica lapidaria definizione per un ente ormai inutile.C'è anche da dire che, almeno fino a qualche mese fa, la SIAE annoverava circa UN MILIARDO DI EURO di debito. A parte capire come possa fare debito un'agenzia che raccoglie tasse e non produce NIENTE, è chiaro che c'è bisogno di soldi freschi per ridurre l'indebitamento e non chiudere.
      • krane scrive:
        Re: Parassiti
        - Scritto da: bradipao
        - Scritto da: Luke1

        Una parola sola: PARASSITI.

        Una unica lapidaria definizione per un ente

        ormai inutile.
        C'è anche da dire che, almeno fino a qualche mese
        fa, la SIAE annoverava circa UN MILIARDO DI EURO
        di debito. A parte capire come possa fare debito
        un'agenzia che raccoglie tasse e non produce
        NIENTE, è chiaro che c'è bisogno di soldi freschi
        per ridurre l'indebitamento e non chiudere.Tanto piu' che non pagano chi fa la musica per i loro spot antipirateria (rotfl)
        • Leguleio scrive:
          Re: Parassiti


          C'è anche da dire che, almeno fino a qualche
          mese

          fa, la SIAE annoverava circa UN MILIARDO DI
          EURO

          di debito. A parte capire come possa fare
          debito

          un'agenzia che raccoglie tasse e non produce

          NIENTE, è chiaro che c'è bisogno di soldi
          freschi

          per ridurre l'indebitamento e non chiudere.

          Tanto piu' che non pagano chi fa la musica per i
          loro spot antipirateria
          (rotfl)Il riferimento è a questa vicenda:http://www.zeusnews.it/n.php?c=16356Ma era la BREIN, l'omologa olandese della SIAE, visto che l'idea dello spot antipirateria (non ruberesti mai...) era loro. Una curiosità: brein significa cervello.
          • krane scrive:
            Re: Parassiti
            - Scritto da: Leguleio


            C'è anche da dire che, almeno


            fino a qualche mese fa, la SIAE


            annoverava circa UN MILIARDO DI


            EURO di debito. A parte capire


            come possa fare debito un'agenzia


            che raccoglie tasse e non produce


            NIENTE, è chiaro che c'è bisogno


            di soldi freschi per ridurre


            l'indebitamento e non chiudere.

            Tanto piu' che non pagano chi fa

            la musica per i loro spot

            antipirateria

            (rotfl)
            Il riferimento è a questa vicenda:
            http://www.zeusnews.it/n.php?c=16356
            Ma era la BREIN, l'omologa olandese della SIAE,
            visto che l'idea dello spot antipirateria (non
            ruberesti mai...) era loro. Una curiosità: brein
            significa cervello.Come sei noioso....La nostra SIAE in compenso e' parentopoli: http://www.lettera43.it/economia/aziende/siae-diritti-da-parentepoli_4367555697.htm
          • bubba scrive:
            Re: Parassiti
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Leguleio



            C'è anche da dire che, almeno



            fino a qualche mese fa, la SIAE



            annoverava circa UN MILIARDO DI



            EURO di debito. A parte capire



            come possa fare debito un'agenzia



            che raccoglie tasse e non produce



            NIENTE, è chiaro che c'è bisogno



            di soldi freschi per ridurre



            l'indebitamento e non chiudere.



            Tanto piu' che non pagano chi fa


            la musica per i loro spot


            antipirateria


            (rotfl)


            Il riferimento è a questa vicenda:

            http://www.zeusnews.it/n.php?c=16356


            Ma era la BREIN, l'omologa olandese della
            SIAE,

            visto che l'idea dello spot antipirateria
            (non

            ruberesti mai...) era loro. Una curiosità:
            brein

            significa cervello.

            Come sei noioso....
            La nostra SIAE in compenso e' parentopoli:
            http://www.lettera43.it/economia/aziende/siae-diriehhh non solo. Non so perche legu si sia scordato che la siae e' stata commisariata e si e' messa, per sistemare, a trafficare un po' in immobili, fondi pensione e partite di giro. L'anno scorso e dopo...
          • Leguleio scrive:
            Re: Parassiti

            ehhh non solo. Non so perche legu si sia scordato
            che la siae e' stata commisariata e si e' messa,
            per sistemare, a trafficare un po' in immobili,
            fondi pensione e partite di giro. L'anno scorso e
            dopo...Anche se è commissariata, di miracoli non ne può fare. Certi buchi di bilancio sono duri da colmare.
      • Leguleio scrive:
        Re: Parassiti

        C'è anche da dire che, almeno fino a qualche mese
        fa, la SIAE annoverava circa UN MILIARDO DI EURO
        di debito. A parte capire come possa fare debito
        un'agenzia che raccoglie tasse e non produce
        NIENTE, è chiaro che c'è bisogno di soldi freschi
        per ridurre l'indebitamento e non
        chiudere.In quanto ente previsto da una legge dello Stato, in questo caso la legge sul diritto d'autore, non può fallire come una qualsiasi società o Onlus. Prima devono trasferire le sue funzioni ad altri enti, se ci riescono, e poi la procedura fallimentare farà il suo corso.Lo stesso avviene all'INPS, il cui buco è decisamente più preoccupante di quello della SIAE: siccome milioni di italiani ricevono la pensione da lì, lasciarla fallire sarebbe un suicidio.
        • Funz scrive:
          Re: Parassiti
          - Scritto da: Leguleio
          In quanto ente previsto da una legge dello Stato,
          in questo caso la legge sul diritto d'autore, non
          può fallire come una qualsiasi società o Onlus.
          Prima devono trasferire le sue funzioni ad altri
          enti, se ci riescono, e poi la procedura
          fallimentare farà il suo
          corso.Basterebbe abolire l'esclusività per legge e aprire alla concorrenza come negli altri Paesi. Fallirebbe il giorno stesso.
          Lo stesso avviene all'INPS, il cui buco è
          decisamente più preoccupante di quello della
          SIAE: siccome milioni di italiani ricevono la
          pensione da lì, lasciarla fallire sarebbe un
          suicidio.Leggevo che le pensioni ci costano ogni anno cento miliardi-e-passa in più di quello che l'INPS riceve in contributi.Come si sia arrivati a questo si sa, non mi capacito che nessuno parli mai di questa cosa.
          • Leguleio scrive:
            Re: Parassiti


            Prima devono trasferire le sue funzioni ad
            altri

            enti, se ci riescono, e poi la procedura

            fallimentare farà il suo

            corso.

            Basterebbe abolire l'esclusività per legge e
            aprire alla concorrenza come negli altri Paesi.

            Fallirebbe il giorno stesso.Quello è uno dei modi, sì.Non è che le società collettanee concorrenti nascerebbero come funghi, ci vuole tempo perché si impongano.

            Lo stesso avviene all'INPS, il cui buco è

            decisamente più preoccupante di quello della

            SIAE: siccome milioni di italiani ricevono la

            pensione da lì, lasciarla fallire sarebbe un

            suicidio.

            Leggevo che le pensioni ci costano ogni anno
            cento miliardi-e-passa in più di quello che
            l'INPS riceve in
            contributi.
            Come si sia arrivati a questo si sa, non mi
            capacito che nessuno parli mai di questa
            cosa.Io un'idea ce l'ho, anche se ovviamente non è la sola causa. Dal 1973 fino a metà degli anni Novanta i dipendenti pubblici potevano andare in pensione dopo 19 anni, 6 mesi e un giorno. Le donne con prole, dopo 14 anni, 6 mesi e un giorno. Immagina tu quanti contributi avessero versato in quel periodo, e calcola quanti anni di vita aspettano le persone che vanno in pensione fra i 35 e i 42 anni...Piccola nota: quando adottarono questa disposizione nessuno protestò. Protestarono quando la abolirono.
  • Thomas scrive:
    Abolizione
    La SIAE va abolita subito immediatamente e senza pensarci due secondi campano sulle spalle degli autori in modo illegittimo e parlo da autore costretto a pagare questa XXXXX anche con canzoni mie e non sono iscritto
    • pippo75 scrive:
      Re: Abolizione
      - Scritto da: Thomas
      La SIAE va abolita subito immediatamente e senza
      pensarci due secondi campano sulle spalle degli
      autori in modo illegittimo e parlo da autore
      costretto a pagare questa XXXXX anche con canzoni
      mie e non sono
      iscrittoAssieme a tutti gli altri enti inutili. Davvero ci credi?
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Abolizione
      - Scritto da: Thomas
      La SIAE va abolita subito immediatamente e senza
      pensarci due secondi campano sulle spalle degli
      autori in modo illegittimo e parlo da autore
      costretto a pagare questa XXXXX anche con canzoni
      mie e non sono iscrittoSe paghi per il deposito hai fatto un errore, ci sono modi molto più economici della siae (copyzero, su tutti).[yt]VvGTnXnGn4U[/yt][yt]YCjJ-asLJNQ[/yt]Se paghi per i concerti dove suoni solo musica tua hai fatto un altro errore, hai sbagliato comunque:http://www.laleggepertutti.it/20681_domande-su-licenze-creative-commons-siae-locali-e-dvdVedi risposta alla terza domanda. <b
      Domanda: Un locale intende organizzare un evento in cui sarà suonata solo musica distribuita con licenze Creative Commons. Lorganizzatore è obbligato a segnalare levento alla SIAE e redigere il relativo modulo (borderò), pagando i diritti? </b
      <i
      Risposta: Lorganizzatore non deve pagare i diritti alla SIAE. Egli potrà comunque scegliere una delle due alternative:a) segnalare levento alle SIAE, richiedendo un permesso Spettacoli e Intrattenimenti. In tal caso dovrà lasciare un deposito cauzionale e sarà tenuto a compilare, prima dellesecuzione o immediatamente dopo, il programma musicale della serata (il cosiddetto borderò), in cui indicherà lelenco dei brani, eseguiti dal vivo o con strumento meccanico, nel corso dellevento. Con il borderò, egli potrà quindi dimostrare che nessuna opera amministrata dalla SIAE è stata eseguita durante la serata e, alla fine, potrà richiedere la restituzione del deposito cauzionale.b) In alternativa a questa opzione, lorganizzatore può decidere di non richiedere il permesso e non compilare il borderò: entrambi, infatti, sono adempimenti non necessari poiché i brani eseguiti durante la serata non appartengono al repertorio SIAE. Se durante la serata dovesse avvenire un controllo della SIAE, graverà sullispettore lonere di provare che durante levento sono stati riprodotti o eseguiti brani amministrati dalla SIAE (registrando la serata, richiedendo informazioni, ecc.).Se uno o più esecutori che si esibiscono nel corso delle serata con musica CC sono associati alla SIAE la situazione non muta: lorganizzatore ha sempre a disposizione le due opzioni sopra descritte.Il soggetto obbligato contrattualmente a consegnare il programma musicale è colui che richiede il permesso e non lesecutore (anche se poi, spesso, è proprio questultimo a compilare materialmente il borderò in quanto persona in grado di indicare il repertorio utilizzato). </i
      Personalmente ti consiglio la scelta B, in accordo col gestore del locale perché vi risparmiate andare e venire dalla siae, compilare il borderò e lasciare il deposito. In caso di controlli, è comunque la SIAE che deve dimostrare che i brani suonati appartengono alla SIAE o alle sue consociate estere.Se hai fatto l'errore di depositare il brano presso la SIAE, ma non sei iscritto, non cambia comunque nulla, perché il deposito di un non iscritto serve solo per tutelare la paternità dell'opera e non ha comunque a che fare con i diritti di sfruttamento della stessa.Se però ti sei iscritto hai fatto un grave errore, in quel caso ti conviene aspettare che scada l'iscrizione e di non rinnovarla, di modo che ti ritrovi nel caso di cui sopra.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 dicembre 2013 23.03-----------------------------------------------------------
  • Nome e cognome scrive:
    dov'è il troll?
    Dov'è il trolletto "LA SIAE", non ha ancora visto l'articolo? (troll2)(troll2)(troll2)(troll2)(troll2)
    • bubba scrive:
      Re: dov'è il troll?
      - Scritto da: Nome e cognome
      Dov'è il trolletto "LA SIAE", non ha ancora visto
      l'articolo?
      (troll2)(troll2)(troll2)(troll2)(troll2)credo stai finendo di pagare la settimana bianca a quei portaborse delle major che han firmato 'sta roba :)
    • La SIAE scrive:
      Re: dov'è il troll?
      - Scritto da: Nome e cognome
      Dov'è il trolletto "LA SIAE", non ha ancora visto
      l'articolo?
      (troll2)(troll2)(troll2)(troll2)(troll2)L'articolo parla chiaro e lo sai anche tu che di certo ci puoi dare di più, capito? :@
  • dee o trojan scrive:
    Copia privata
    Fingendo di credere alla stron*ata della motivazione dell'equo compenso, ovvero, la storia della "copia privata"... <s
    Il parassita </s
    Gino Paoli, parla di giusto compenso per i lavoratori/autori e questo punto è incoerente con la storia di copia privata, visto che quel concetto prescinde dal fatto che il contenuto sia stato già acquistato e quindi l'autore abbia già ottenuto il compenso.Tirando le somme, o ammette che l'equo compenso è una sanguisuga sulla vendita di hardware per bilanciare la pirateria e di conseguenza la pirateria diventa pientamente legale, oppure la smette con questa solfa e ammette quanto è già chiaro, ovvero che è un parassita che pretende di campare sulle spalle della gente
  • bubba scrive:
    ottimo!
    un tassello in piu' a favore delle ragioni dei cam-releaser e dei cloud server russi.Continuate pure cosi' mi raccomando :)
  • Izio01 scrive:
    Avidi parassiti (in una parola: AFIDI)!
    E' da ieri che mastico amaro su questa ennesima schifezza. E in copertina ti mettono Gino Paoli che fa la faccina patita per intenerire le ultracinquantenni che ricordano ancora i baci ascoltando "Il cielo in una panza" o come cavolo era.Io NON sono contro la remunerazione del diritto d'autore, ma delle due l'una: o tassi alla fonte i supporti di memorizzazione con iniziative come questa però elimini multe e contestazioni per la condivisione senza fine di lucro, oppure contasti la pirateria ma niente equo compenso. Questi schifosi hanno la botte piena, la moglie ubriaca e fanno ancora le vittime. Compro un telefono -
    $$$ alla SIAE. Compro una SD per la macchina fotografica -
    $$$ alla SIAE. Se non è furto fregarsi i miei soldi senza darmi niente in cambio, non so cosa lo sia.E vogliamo dire quanti soldi hanno rubato con i famosi, illegittimi bollini? Ma perché i nostri politici continuano a favorirli con leggi e leggine ad hoc, spesso infilate di traverso in provvedimenti più ampi, come in questo caso, per cercare di farle passare di straforo?Ok, probabilmente la "gratitudine" della SIAE "in qualche modo" arriverà ai promotori. Io sono schifato.
    • Leguleio scrive:
      Re: Avidi parassiti (in una parola: AFIDI)!

      Ma perché i nostri
      politici continuano a favorirli con leggi e
      leggine ad hoc, spesso infilate di traverso in
      provvedimenti più ampi, come in questo caso, per
      cercare di farle passare di
      straforo?Perché la legge di stabilità, ex legge finanziaria, è l'unica che ha la garanzia al 100 % di essere approvata entro l'anno. Queste furbate, a quanto mi consta, le fanno anche negli Usa ogni tanto. Inseriscono leggi o paragrafi dentro altre che nulla hanno in comune. Sono dei cavalli di XXXXX legislativi.
      Ok, probabilmente la "gratitudine" della SIAE "in
      qualche modo" arriverà ai promotori. Il cofanetto dell'intera discografia di Gino Paoli in omaggio, autografato. Come si fa a dire di no? :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 dicembre 2013 17.34-----------------------------------------------------------
      • bubba scrive:
        Re: Avidi parassiti (in una parola: AFIDI)!
        - Scritto da: Leguleio


        Ok, probabilmente la "gratitudine" della
        SIAE
        "in

        qualche modo" arriverà ai promotori.

        Il cofanetto dell'intera discografia di Gino
        Paoli in omaggio, autografato. Come si fa a dire
        di no?
        :)non e' male come idea... da scaricare via uploaded.to e da masterizzare su CD rigorosamente comprati in un ecommerce svizzero o cinese... completo del box in plastica su cui attaccare la foto della cover. E poi spedirgliela, ovviamente.
      • anon scrive:
        Re: Avidi parassiti (in una parola: AFIDI)!
        - Scritto da: Leguleio
        Queste furbate, a quanto mi consta,
        le fanno anche negli Usa ogni tanto.
        Inseriscono leggi o paragrafi
        dentro altre che nulla hanno in comune.
        Sono dei cavalli di XXXXX legislativi.Il fatto che lo facciano anche altri (o che sia prassi consolidata farlo) non è una giustificazione.
        • Leguleio scrive:
          Re: Avidi parassiti (in una parola: AFIDI)!


          Queste furbate, a quanto mi consta,

          le fanno anche negli Usa ogni tanto.

          Inseriscono leggi o paragrafi

          dentro altre che nulla hanno in comune.

          Sono dei cavalli di XXXXX legislativi.

          Il fatto che lo facciano anche altri (o che sia
          prassi consolidata farlo) non è una
          giustificazione.O si introduce una norma che vieti di fare il tramezzino, di infilare fra due commi un articolo che nulla ha a che fare col resto, ma che una volta approvato è perfettamente in vigore, oppure di queste storie ne vedremo sempre.Come cantava Gaber "dovete convenire /che i limiti che abbiamo /ce li dobbiamo dire".
    • iRoby scrive:
      Re: Avidi parassiti (in una parola: AFIDI)!
      Ehm io ormai qualsiasi memoria flash la compro fuori dall'Italia.Idem i cellulari da Zopomobilephones.comLo stesso HD ed SSD in Germania o UK.Non so in Germania o UK se ci sia l'equivalente SIAE che munge il settore dei supporti di memorizzazione, però io non ho foraggiato questi signori.
      • Leguleio scrive:
        Re: Avidi parassiti (in una parola: AFIDI)!

        Non so in Germania o UK se ci sia l'equivalente
        SIAE che munge il settore dei supporti di
        memorizzazione, In Germania sì, anzi, sono stati i primi al mondo a introdurlo, nel 1965.In Gran Bretagna no.
  • Dr Doom scrive:
    ringraziamo sentitamente
    gli scarrriconi per l'ennesima supposta :D
    • krane scrive:
      Re: ringraziamo sentitamente
      - Scritto da: Dr Doom
      gli scarrriconi per l'ennesima supposta :DSi sentiranno ancora piu autorizzati, l'equo compenso fa questo effetto...
      • Ignorante scrive:
        Re: ringraziamo sentitamente
        - Scritto da: krane
        Si sentiranno ancora piu autorizzati, l'equo
        compenso fa questo
        effetto...E' quello che penso pure io. Di solito non scarico pirateria ma ora aumenterò i miei download, visto che li PAGO.
      • Enry scrive:
        Re: ringraziamo sentitamente
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: Dr Doom

        gli scarrriconi per l'ennesima supposta :D

        Si sentiranno ancora piu autorizzati, l'equo
        compenso fa questo
        effetto...Con gli stupidi si. Hai ragione.
        • Izio01 scrive:
          Re: ringraziamo sentitamente
          - Scritto da: Enry
          - Scritto da: krane

          - Scritto da: Dr Doom


          gli scarrriconi per l'ennesima supposta :D



          Si sentiranno ancora piu autorizzati, l'equo

          compenso fa questo

          effetto...

          Con gli stupidi si. Hai ragione.Evidentemente parli per esperienza personale.
          • Enry scrive:
            Re: ringraziamo sentitamente
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: Enry

            - Scritto da: krane


            - Scritto da: Dr Doom



            gli scarrriconi per l'ennesima
            supposta
            :D





            Si sentiranno ancora piu autorizzati,
            l'equo


            compenso fa questo


            effetto...



            Con gli stupidi si. Hai ragione.

            Evidentemente parli per esperienza personale.Certo, io sono uno stupido. Da cosa l'hai capito?
          • panda rossa scrive:
            Re: ringraziamo sentitamente
            - Scritto da: Enry
            - Scritto da: Izio01

            - Scritto da: Enry


            - Scritto da: krane



            - Scritto da: Dr Doom




            gli scarrriconi per l'ennesima

            supposta

            :D







            Si sentiranno ancora piu
            autorizzati,

            l'equo



            compenso fa questo



            effetto...





            Con gli stupidi si. Hai ragione.



            Evidentemente parli per esperienza personale.

            Certo, io sono uno stupido. Da cosa l'hai capito?Dal fatto che nonostante siamo nel terzo millennio da piu' di un decennio tu ancora pretendi per essere pagato per il noleggio di videocassette che uno deve venirsi a prendere e deve pure riportare.
        • krane scrive:
          Re: ringraziamo sentitamente
          - Scritto da: Enry
          - Scritto da: krane

          - Scritto da: Dr Doom


          gli scarrriconi per l'ennesima supposta :D

          Si sentiranno ancora piu autorizzati, l'equo

          compenso fa questo effetto...
          Con gli stupidi si. Hai ragione.Del resto sono loro la maggioranza.
    • cicciobello scrive:
      Re: ringraziamo sentitamente
      Ringrazia quegli inutili parassiti della siae. Sono una perdita di soldi per gli autori (che pagano la siae, non incassano), sono una perdita per lo stato, e sono una perdita per gli utenti. In un paese razionale, la siae sarebbe già stata eliminata (e i dipendenti licenziati senza pensione e senza liquidazione: hanno già avuto troppi soldi pubblici)
      • NemoTizen scrive:
        Re: ringraziamo sentitamente
        davvero non mi spiego come può una società come la siae avere un debito cosi alto, è una società che:1 - non ha spese (visto che non produce nulla)2 - guadagna a prescindere da tasse e agevolazioni rubando soldi ad altri settori (elettronica/informatica su tutto)3 - non ha concorenza4 - non fa quello per cui è stata creata (molti autori ce l'hanno a morte perchè costa tanto e non paga)5 - ha amici potenti e gli fanno le leggine ad siaem...come può? come si fa a tollerare una società del genere che ti chiede i soldi per aver pubblicato trailer (pubblicità!!!)?
        • zio lambo scrive:
          Re: ringraziamo sentitamente
          ma i santi in paradiso si pagano. mica sono santi aggratis
        • MacGeek scrive:
          Re: ringraziamo sentitamente
          Perché è un'associazione criminale legalizzata. Cioè i soldi se li rubano loro (in stipendi faraonici e mega-benefits, c'è da scommetterci). Un po' come i politici con cui sono pappa e ciccia.
        • Enry scrive:
          Re: ringraziamo sentitamente
          - Scritto da: NemoTizen
          davvero non mi spiego come può una società come
          la siae avere un debito cosi alto, è una società
          che:
          1 - non ha spese (visto che non produce nulla)
          2 - guadagna a prescindere da tasse e
          agevolazioni rubando soldi ad altri settori
          (elettronica/informatica su
          tutto)
          3 - non ha concorenza
          4 - non fa quello per cui è stata creata (molti
          autori ce l'hanno a morte perchè costa tanto e
          non
          paga)
          5 - ha amici potenti e gli fanno le leggine ad
          siaem...
          come può? come si fa a tollerare una società del
          genere che ti chiede i soldi per aver pubblicato
          trailer
          (pubblicità!!!)?Lavori in siae per caso? Perchè se non ci lavori stai dicendo una marea di scemenze e parlando di cose che non conosci.
          • cicciobello scrive:
            Re: ringraziamo sentitamente

            Lavori in siae per caso? Perchè se non ci lavori
            stai dicendo una marea di scemenze e parlando di
            cose che non
            conosci.Allora illustracele tu: a che serve l'esistenza della siae? Secondo me il mondo sarebbe un posto migliore se la siae venisse completamente eliminata. Dimmi, eliminando la siae ci rimetterebbe forse qualcuno (a parte quelli che ci lavorano, è ovvio)? Perchè se solo chi fa parte della siae sarebbe danneggiato dalla sua scomparsa, è evidente che la siae è solo una organizzazione di parassiti.
          • panda rossa scrive:
            Re: ringraziamo sentitamente
            - Scritto da: cicciobello

            Lavori in siae per caso? Perchè se non ci
            lavori

            stai dicendo una marea di scemenze e
            parlando
            di

            cose che non

            conosci.

            Allora illustracele tu: a che serve l'esistenza
            della siae? Secondo me il mondo sarebbe un posto
            migliore se la siae venisse completamente
            eliminata. Dimmi, eliminando la siae ci
            rimetterebbe forse qualcuno (a parte quelli che
            ci <s
            lavorano </s
            <b
            magnano </b
            , è ovvio)? Fixed.Il lavoro e' un atto nobile, che nulla ha a che fare con questi parassiti.
          • Dr Doom scrive:
            Re: ringraziamo sentitamente
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: cicciobello


            Lavori in siae per caso? Perchè se non
            ci

            lavori


            stai dicendo una marea di scemenze e

            parlando

            di


            cose che non


            conosci.



            Allora illustracele tu: a che serve
            l'esistenza

            della siae? Secondo me il mondo sarebbe un
            posto

            migliore se la siae venisse completamente

            eliminata. Dimmi, eliminando la siae ci

            rimetterebbe forse qualcuno (a parte quelli
            che

            ci <s
            lavorano </s

            <b
            magnano </b
            , è ovvio)?


            Fixed.
            Il lavoro e' un atto nobile, che nulla ha a che
            fare con questi
            parassiti.Mai praticato vero? :D
          • panda rossa scrive:
            Re: ringraziamo sentitamente
            - Scritto da: Dr Doom
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: cicciobello



            Lavori in siae per caso? Perchè se
            non

            ci


            lavori



            stai dicendo una marea di scemenze
            e


            parlando


            di



            cose che non



            conosci.





            Allora illustracele tu: a che serve

            l'esistenza


            della siae? Secondo me il mondo sarebbe
            un

            posto


            migliore se la siae venisse
            completamente


            eliminata. Dimmi, eliminando la siae ci


            rimetterebbe forse qualcuno (a parte
            quelli

            che


            ci <s
            lavorano </s


            <b
            magnano </b
            , è ovvio)?





            Fixed.

            Il lavoro e' un atto nobile, che nulla ha a
            che

            fare con questi

            parassiti.
            Mai praticato vero? :DNo, il parassitismo no.Se vuoi spiegarci tu che cosa si prova a farsi mantenere dagli altri.
          • Dr Doom scrive:
            Re: ringraziamo sentitamente
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Dr Doom

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: cicciobello




            Lavori in siae per caso?
            Perchè
            se

            non


            ci



            lavori




            stai dicendo una marea di
            scemenze

            e



            parlando



            di




            cose che non




            conosci.







            Allora illustracele tu: a che serve


            l'esistenza



            della siae? Secondo me il mondo
            sarebbe

            un


            posto



            migliore se la siae venisse

            completamente



            eliminata. Dimmi, eliminando la
            siae
            ci



            rimetterebbe forse qualcuno (a
            parte

            quelli


            che



            ci <s
            lavorano </s



            <b
            magnano </b
            , è ovvio)?








            Fixed.


            Il lavoro e' un atto nobile, che nulla
            ha
            a

            che


            fare con questi


            parassiti.

            Mai praticato vero? :D

            No, il parassitismo no.
            Se vuoi spiegarci tu che cosa si prova a farsi
            mantenere dagli
            altri.Fantastico, adesso torna in cantina a ricompilare il kernel
          • panda rossa scrive:
            Re: ringraziamo sentitamente
            - Scritto da: Dr Doom
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Dr Doom


            - Scritto da: panda rossa



            - Scritto da: cicciobello





            Lavori in siae per caso?

            Perchè

            se


            non



            ci




            lavori





            stai dicendo una marea di

            scemenze


            e




            parlando




            di





            cose che non





            conosci.









            Allora illustracele tu: a che
            serve



            l'esistenza




            della siae? Secondo me il
            mondo

            sarebbe


            un



            posto




            migliore se la siae venisse


            completamente




            eliminata. Dimmi, eliminando
            la

            siae

            ci




            rimetterebbe forse qualcuno (a

            parte


            quelli



            che




            ci <s
            lavorano
            </s





            <b
            magnano </b
            , è
            ovvio)?











            Fixed.



            Il lavoro e' un atto nobile, che
            nulla

            ha

            a


            che



            fare con questi



            parassiti.


            Mai praticato vero? :D



            No, il parassitismo no.

            Se vuoi spiegarci tu che cosa si prova a
            farsi

            mantenere dagli

            altri.
            Fantastico, adesso torna in cantina a ricompilare
            il
            kernelCosa che tu non sai fare ne' mai sarai capace.
          • caccia gli script e il link sourceforg e scrive:
            Re: ringraziamo sentitamente
            ...e di cui non ha bisogno se, contrariamente a te, ha qualcos'altro nella vita...
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: ringraziamo sentitamente
          - Scritto da: NemoTizen
          come può? come si fa a tollerare una società del
          genere che ti chiede i soldi per aver pubblicato
          trailer (pubblicità!!!)?Le persone per bene si chiedono lo stesso nei confronti di chi entra nel loro negozio chiedendo 300 euro "per stare tranquilli".La SIAE è uguale: ha poteri economici, intimidatori e para-militari.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: ringraziamo sentitamente
      contenuto non disponibile
      • Dr Doom scrive:
        Re: ringraziamo sentitamente
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: Dr Doom

        gli scarrriconi per l'ennesima supposta :D

        ricordati di metterti bene a 90 :Dnon preoccuparti è in condivisione, liberamente prendibile da tutti
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: ringraziamo sentitamente
          contenuto non disponibile
          • Dr Doom scrive:
            Re: ringraziamo sentitamente
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Dr Doom


            non preoccuparti è in condivisione,
            liberamente

            prendibile da

            tutti

            Abito a 20 minuti dalla Svizzera, se vuoi ti
            prendo un po' di vaselina, lì costa meno
            :DAnch'io, ti ringrazio per l'offerta ;)
    • Pallo Pinco scrive:
      Re: ringraziamo sentitamente
      - Scritto da: Dr Doom
      gli scarrriconi per l'ennesima supposta :DLa causa dell'equo compenso NON è la pirateria ma il diritto di fare una copia ad uso personale delle opere legittimamente acquistate. Ogni volta che si acquista un supporto di memorizzazione informatico (DVD vuoto, drive usb ecc.), parte del prezzo pagato andrà alla SIAE. L'equo compenso si riferisce alla possibilità di eseguire copie private di materiale già acquistato in originale: invece di dover acquistare più copie della stessa opera per ogni formato di proprio interesse (una copia per il proprio lettore DVD, una copia per il proprio PC, una copia per il proprio telefono cellulare ecc.), con quella tassa concedono al consumatore di duplicare l'opera legalmente acquistata, purché la copia rimanga di uso personale. Ma se il consumatore acquista supporti di memorizzazione per scopi diversi dalla copia personale di opere dell'ingegno (ad esempio, per salvare il proprio lavoro, le proprie fotografie, il filmino delle vacanze ecc.), grazie all'equo compenso paga un servizio del quale non usufruisce. Giusto per essere polemico, il film che viene trasmesso in televisione è già stato pagato: è stato pagato con il canone RAI, è stato pagato con l'equo compenso, è stato pagato con la pubblicità ed alcuni film ricevono contributi pubblici per essere girati. Se un utente viene scoperto a scaricare quel film, lo dovrà pagare nuovamente? Se un'opera dell'ingegno può essere duplicata infinite volte, senza acquistare materie prime e lavoro, quante volte bisogna pagarla?
      • ... scrive:
        Re: ringraziamo sentitamente
        Infatti... e' come se un libro andasse pagato ogni volta che viene letto!Questi della Siae sono dei.... lasciamo stare va....
      • Dr Doom scrive:
        Re: ringraziamo sentitamente
        - Scritto da: Pallo Pinco
        Se un'opera dell'ingegno può essere
        duplicata infinite volte, senza acquistare
        materie primeAlmeno il carbone per le centrali elettriche lo paghi no?
        • panda rossa scrive:
          Re: ringraziamo sentitamente
          - Scritto da: Dr Doom
          - Scritto da: Pallo Pinco

          Se un'opera dell'ingegno può essere

          duplicata infinite volte, senza acquistare

          materie prime
          Almeno il carbone per le centrali elettriche lo
          paghi
          no?Pannelli solari!
          • Dr Doom scrive:
            Re: ringraziamo sentitamente
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Dr Doom

            - Scritto da: Pallo Pinco


            Se un'opera dell'ingegno può essere


            duplicata infinite volte, senza
            acquistare


            materie prime

            Almeno il carbone per le centrali elettriche
            lo

            paghi

            no?

            Pannelli solari!che non paghi, ovvio
          • panda rossa scrive:
            Re: ringraziamo sentitamente
            - Scritto da: Dr Doom
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Dr Doom


            - Scritto da: Pallo Pinco



            Se un'opera dell'ingegno può essere



            duplicata infinite volte, senza

            acquistare



            materie prime


            Almeno il carbone per le centrali
            elettriche

            lo


            paghi


            no?



            Pannelli solari!
            che non paghi, ovvioTu paghi il carbone e la centrale elettrica, per caso?
          • Dr Doom scrive:
            Re: ringraziamo sentitamente
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Dr Doom

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Dr Doom



            - Scritto da: Pallo Pinco




            Se un'opera dell'ingegno può
            essere




            duplicata infinite volte,
            senza


            acquistare




            materie prime



            Almeno il carbone per le centrali

            elettriche


            lo



            paghi



            no?





            Pannelli solari!

            che non paghi, ovvio

            Tu paghi il carbone e la centrale elettrica, per
            caso?la bolletta si, se vuoi pagare anche la mia :D
          • panda rossa scrive:
            Re: ringraziamo sentitamente
            - Scritto da: Dr Doom
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Dr Doom


            - Scritto da: panda rossa



            - Scritto da: Dr Doom




            - Scritto da: Pallo Pinco





            Se un'opera dell'ingegno
            può

            essere





            duplicata infinite volte,

            senza



            acquistare





            materie prime




            Almeno il carbone per le
            centrali


            elettriche



            lo




            paghi




            no?







            Pannelli solari!


            che non paghi, ovvio



            Tu paghi il carbone e la centrale elettrica,
            per

            caso?
            la bolletta si, se vuoi pagare anche la mia :DQuindi la tua domanda su chi paga i pannelli solari e' la solita idiozia pretestuosa. Non paghi il carbone tu come non pago i pannelli io.
          • Dr Doom scrive:
            Re: ringraziamo sentitamente
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Dr Doom

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Dr Doom



            - Scritto da: panda rossa




            - Scritto da: Dr Doom





            - Scritto da: Pallo Pinco






            Se un'opera
            dell'ingegno

            può


            essere






            duplicata infinite
            volte,


            senza




            acquistare






            materie prime





            Almeno il carbone per le

            centrali



            elettriche




            lo





            paghi





            no?









            Pannelli solari!



            che non paghi, ovvio





            Tu paghi il carbone e la centrale
            elettrica,

            per


            caso?

            la bolletta si, se vuoi pagare anche la mia
            :D

            Quindi la tua domanda su chi paga i pannelli
            solari e' la solita idiozia pretestuosa. Non
            paghi il carbone tu come non pago i pannelli
            io.io PAGO il carbone, con la bolletta enel
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: ringraziamo sentitamente
            contenuto non disponibile
          • Dr Doom scrive:
            Re: ringraziamo sentitamente
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Dr Doom


            io PAGO il carbone, con la bolletta enel

            ora sappiamo chi ringraziare per l'inquinamento e
            le condizioni dei minatori
            :Dgli scarriconi?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: ringraziamo sentitamente
            contenuto non disponibile
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: ringraziamo sentitamente
        - Scritto da: Pallo Pinco
        - Scritto da: Dr Doom

        gli scarrriconi per l'ennesima supposta :D
        La causa dell'equo compenso NON è la pirateria ma
        il diritto di fare una copia ad uso personale
        delle opere legittimamente acquistate.Quel diritto lo conceda già la legge e non c'è alcun bisogno di pagarlo (perché si è già pagato per l'opera).
    • M.R. scrive:
      Re: ringraziamo sentitamente
      E in cosa sarebbero responsabili "gli scariconi"?Anzi, sono proprio loro a pagare questa tassa visto che fanno incetta di tutti i supporti possibili e immaginabili.E' il fatto che si debba pagare anche per usi diversi e dispositivi che niente hanno a che vedere col diritto d' autore (smartphone e cellulari, tv, macchine fotografiche....) che fa veramente inca..are all' ennesima potenza e grida vendetta in tutti i modi possibili e immaginabili (anche scaricando visto che alla fine hai già "pagato" per farlo in anticipo).
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: ringraziamo sentitamente
        - Scritto da: M.R.
        E in cosa sarebbero responsabili "gli scariconi"?
        Anzi, sono proprio loro a pagare questa tassa
        visto che fanno incetta di tutti i supporti
        possibili e immaginabili.Ultimamente ho comprato 10 TB di HD (4+4+2).Indovina quanto è stato dato alla siae?
    • panda rossa scrive:
      Re: ringraziamo sentitamente
      - Scritto da: Dr Doom
      gli scarrriconi per l'ennesima supposta :DAh, certo!Tu ti metti a pecora, loro ti abusano e la colpa sarebbe di quello che guarda e se la ride?
      • Dr Doom scrive:
        Re: ringraziamo sentitamente
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Dr Doom

        gli scarrriconi per l'ennesima supposta :D

        Ah, certo!
        Tu ti metti a pecora, loro ti abusano e la colpa
        sarebbe di quello che guarda e se la
        ride?attento a non finirci anche tu a pecorella :D
        • panda rossa scrive:
          Re: ringraziamo sentitamente
          - Scritto da: Dr Doom
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: Dr Doom


          gli scarrriconi per l'ennesima supposta
          :D



          Ah, certo!

          Tu ti metti a pecora, loro ti abusano e la
          colpa

          sarebbe di quello che guarda e se la

          ride?
          attento a non finirci anche tu a pecorella :DIo per adesso guardo te e me la rido.
    • The Dude scrive:
      Re: ringraziamo sentitamente
      - Scritto da: Dr Doom
      gli scarrriconi per l'ennesima supposta :DSe non hai capito una cosa, non parlarne.
      • Dr Doom scrive:
        Re: ringraziamo sentitamente
        - Scritto da: The Dude
        - Scritto da: Dr Doom

        gli scarrriconi per l'ennesima supposta :D

        Se non hai capito una cosa, non parlarne.la supposta l'ho capita benissimo, e ringrazio :D
Chiudi i commenti