NSA è dentro Google e Yahoo!

Conferme sulle intercettazioni ai danni del traffico scambiato nelle reti private dei giganti del Web. E mentre la Germania chiama Snowden a testimoniare, la spia rilascia nuove rivelazioni sotto lo sguardo vigile dei russi

Roma – Nuove conferme arrivano su quanto già anticipato nei giorni scorsi dal Washington Post : la National Security Agency non si è limitata ad intercettare le comunicazioni di governi stranieri, a sollecitare la consegna di informazioni dagli operatori della Rete, ma ha anche avuto accesso ai dati scambiati tra i data center di Google e Yahoo! sparsi in tutto il mondo .

Nonostante la smentita del direttore dell’NSA Keith B. Alexander (che comunque sembra stia pensando alle dimissioni) ed il tentativo ( fallito ) da parte della deputata Dianne Feinsein di far passare una proposta di riforma di legge che, pur affermando di voler limitare le intercettazioni da parte dell’NSA, di fatto ne consolidava la pratica, negli Stati Uniti si fa sempre più serrato il dibattito sui metodi dell’intelligence nella lotta al terrorismo e sulla verità dei documenti divulgati dalla spia Snowden.

Mentre da Washington fanno sapere che non c’è speranza per quanto riguarda una eventuale grazie ad Edward Snowden ed alcuni funzionari militari di primo livello stanno pensando di togliere alla sua ex agenzia le competenze legate alla cyberguerra, il Washington Post infiamma ancora la polemica e – sempre citando fonti anonime – conferma quanto scritto nei giorni scorsi sulle intercettazioni illegali compiute dall’NSA fuori dagli Stati Uniti in collaborazione con i servizi segreti britannici, pubblicando alcuni documenti riservati ottenuti da fonti anonime e che confermerebbero le informazioni ottenute dalle reti private di Google e Yahoo!.

Come già anticipato, in realtà, non si tratterebbe di un’intercettazione diretta dell’NSA, ma di un’operazione della sua controparte britannica, il GCHQ, da cui poi ha ottenuto tali dati intercettati nel passaggio tra un data center e l’altro: comunicazioni private che non passano sull’Internet pubblica, ma su reti di fibra ottica private controllate da Yahoo! e Google. Non si tratterebbe, dunque, di dati ottenuti (più o meno) legalmente attraverso il meccanismo legislativo di PRISM e della Section 702 che permette all’agenzia dell’intelligence di pretendere dalle aziende di telecomunicazione i dati richiesti, ma di intercettazioni illegali effettuate su territorio britannico e probabilmente ai danni delle cloud private di Yahoo! e Google, le uniche su cui sono contenuti alcuni dei dati ottenuti da NSA e GCHQ.

Tali intercettazioni, in pratica, sarebbero state portate a termine dai servizi segreti britannici sul territorio del Regno Unito, con una serie di operazioni e strumenti che rientrano sotto il progetto MUSCULAR , che corrisponde alla stringa alfanumerica DS-200B: si tratta di uno dei tanti sigad ( signals intelligence activity designator , sistema di identificazione di segnali) utilizzato dall’NSA per identificare dove raccogliere le comunicazioni elettroniche, e che corrisponde ad un accesso internazionale situato in Gran Bretagna. Pur essendo un accesso sotto la responsabilità del GCHA, tuttavia, esso avrebbe un sistema di gestione del traffico, TURMOIL, appartenente all’NSA.

A supporto di tale notizia sono state pubblicate alcune slide prodotte dall’NSA: alcune di queste mostrano dati in formati usati solo nei server di Google , nonché quello che sembra il protocollo binario RPC, che Mountain View non pubblica mai e che rappresenta il protocollo per le procedure di chiamate remote impiegato dalle macchine di Google a conferma del fatto che stiano parlando tra di loro.

In altri documenti NSA, poi, l’agenzia descriverebbe l’utilizzo di uno strumento “demultiplexer” per smistare pacchetti dati ottenuti attraverso la rete interna di Yahoo! e che lavora con il formato proprietario del sito in viola NArchive.

Trattandosi di intercettazioni compiute all’estero l’NSA ha in ogni caso avuto molti meno vincoli legali: secondo l’ordinamento statunitense in questo tipo di operazioni l’agenzia può presumere che le comunicazioni che sta intercettando appartengano a cittadini stranieri. E anche laddove uscisse dai limiti imposti dal Foreign Intelligence Surveillance Act (FISA) godrebbe in ogni caso della mancanza di controlli effettuati sul suo operato all’estero.
Rajesh De, consigliere generale dell’Agenzia, ha smentito un operato di questo tipo, così come aveva già fatto l’agenzia con un comunicato ufficiale ufficiale.

A non smentire (ma neanche confermare) tali notizie è invece Google: Eric Schmidt si è limitato a dire che intercettazioni compiute dall’NSA ai danni dei loro server sarebbero “oltraggiose”. Inoltre, intercettare 320 milioni di persone per identificarne a mala pena 300 – fa notare pragmaticamente ancora – sarebbe, oltre che illegale, anche una terribile politica pubblica.

Nel frattempo, mentre si preparano le contromosse e le proteste, si allargano i coinvolgimenti nel datagate: come se Snowden il ricercato, Snowden la spia, Snowden l’eroe della verità che rischia di ispirare altri voltagabbana all’interno dell’NSA, Snowden cui è stato offerto dalla Germania un salvacondotto per testimoniare in tribunale sul caso e che sembra stia al momento vivendo sotto lo sguardo vigile (e apparentemente autoritario) dei servizi segreti russi, con le sue rivelazioni possa a comando scatenare azioni e reazioni che hanno ripercussioni in tutto il mondo.

Per esempio, un gruppo di hacker indonesiano che afferma di essere collegato ad Anonymous ha attaccato diversi siti di aziende australiane (contrassegnate da indirizzi .au.com ) come forma di rappresaglia per il presunto coinvolgimento delle autorità australiane nelle operazioni di intercettazioni condotte dai servizi segreti statunitensi .

E nel frattempo si estende la polemica in Europa: si parla dei carrier britannici BT e Vodafone come fornitori di dati ai servizi segreti, così come lo sarebbero Verizon Business e altri più piccoli provider che avrebbero contribuito a monitorare comunicazioni e scambi sui social network dei propri utenti.

Nel Vecchio Continente si estende poi sempre più scura l’ombra del controllo di governo: nuove rivelazioni – tutte da confermare – descrivono un sistema di spionaggio sviluppato indipendentemente da Francia, Germania, Svezia e Spagna per spiare sui propri cittadini. In esso non sarebbe , invece, coinvolta l’Italia, ma solo perché esclusa esplicitamente dagli altri paesi in quanto dotata di un sistema di spionaggio molto frammentato e incapace di offrire un referente univoco.

In Italia – peraltro – si cerca di fare un po’ chiarezza: mentre il Primo Ministro Enrico Letta ha dato mandato ai vertici dei Servizi di sicurezza di proseguire le indagini sull’eventuale coinvolgimento dell’Italia nel Datagate, L’Espresso scrive di una centrale di spionaggio americano con base a Milano e con una squadra di specialisti a Roma che avrebbe continuato a monitorare l’Italia, registrando un boom di intercettazioni nel periodo delle dimissioni di Mario Monti e della conseguente campagna elettorale. Nei giorni scorsi, poi, Carlo Bonini su La Repubblica aveva scritto che da almeno 10 anni le telefonate italiane sarebbero sotto intercettazione , in quanto i metadati passerebbero in “strutture che hanno dei punti fragili”, quali il Milan Internet eXchange ( MIX ), lo snodo centrale a cui i servizi segreti statunitensi e britannici avrebbero avuto facilmente accesso.

Tuttavia i rappresentanti del MIX sono intervenuti per smentire: hanno così specificato che, pur essendo il principale punto di interscambio Internet italiano, il MIX non gestisce in alcun modo il traffico telefonico: i suoi 132 clienti possono decidere liberamente con quali altri soggetti scambiare traffico via peering, senza alcun intervento o controllo da parte di MIX. Ha inoltre precisato che ogni operatore cliente ha accesso esclusivo e controllato alle proprie apparecchiature e che nessun soggetto terzo (e nello specifico nessun servizio segreto) ha mai avuto accesso alle apparecchiature che interconnettono le reti degli operatori.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • nome e cognome scrive:
    Re: Doveva pensarci zio Bill

    Se ai tempi il software la Microsoft lo avesse
    prodotto anche per OS/2, Mac, Linux, BeOS o queiL'unico con un market share superiore all'1% era il mac e microsoft produceva per mac.
    avremmo una Microsoft più simile ad una Adobe o
    Oracle, con i migliori prodotti per laMi stai dicendo che esisteva oracle per beos o flash per beos? O che flash per linux oltre ad essere arrivato assieme funziona bene come quello per windows? O che Oracle 11 esiste per macosx?
    azienda. Oggi Windows è una monnezza, soprattutto
    perché preso di mira da ogni tipo di cracker e
    malware. Non puoi manco formattare una pendriveCome android del resto.
    USB con file system moderno, è tutto
    monopolizzato da quello schifo dell a
    FAT.Cosa ti impedisce di farlo?
    maggiore specializzazione: MacOS ai fighetti,
    Linux e BSD agli smanettoni, BeOS ai grafici e
    per il video professionale, Windows ai lavoratori
    per la produttività
    generica.E non è così?
    Ci sarebbero dei veri standard interoperabili. Si
    sarebbero consorziati tutti i produttori degli OS
    per definire standard i rete, file system,
    documentali
    ecc.E così sarebbero tutti uguali come le millemila inutili distro linux.
  • collione scrive:
    pure il DOJ
    voleva la stessa cosa :Dpoi andò tutto a donnine facili chissà come mai (rotfl)
  • Phronesis scrive:
    Paul Allen non è Bill.
    Ciao.Onestamente a me non interessa in maniera particolare che fine fa MS.Dopo aver affossato nokia, ennesimo gesto per cui merita disprezzo per come la vedo io, forse è meglio se l'informatica viva una nuova era post MS.Detto questo e commentando l'articolo credo che Paul non abbia capito a differenza di Bill Gates (ai tempi) cosa non bisogna mai abbandonare.quando dice
    Io credo che se MS si focalizzasse solo sulla parte professionale scorporando o _cedendo_ il resto (consumer) nel giro di una generazione di utenza farebbe la fine di RIM poi BB.Credo che l'unica via sensata per aggiustare la situazione sia, e qui concordo in parte con paul separare concetualmente desktop/server da smathphone/tablet in pratica uccidere metroUI e l'idea di ballmer di unificarli.- Un windows9 ottimizzato per il desktop senza stupidi effetti con grafica desktop classica e poco esoso di risorse in una sola versione da vendere a tutti a poco prezzo (i famosi 30$)- Versione server, non so quanto serve(r) poichè non conosco il settore con tutta la serie di software e "tecnologie" che produce- winphone per smarth e tablet- brand xbox giochi e periferiche.e usare i servizi cloud (office, mail, search, skype) per crere il ponte di interscambio e affiliazione utenza tra i settori.Ovviamente con spirito MS ossia, continuare imperterrita a creare lock.in e danneggiare la concorrenza con i formati proprietari.Perchè se le aziende non fanno così si sa che non riescono a mantenere un minimo di dominio nelle'era di internet imho.Ripeto comunque che io preferirei un pò di aria nuova e da utente forse preferirei che MS si scindesse poichè imho una ms scissa in maniera drastica fallirebbe in entrambi i settori consumer (vincerebbero ios/android)professionale (vincerebbe google per i servizi cloud e RH e soci per altri settori)mie opinioni sia chiaro. ciao.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Paul Allen non è Bill.

      Dopo aver affossato nokia, ennesimo gesto per
      cui merita disprezzo per come la vedo io, forse è
      meglio se l'informatica viva una nuova era post
      MS.Affossato nokia? L'ha riempita di cash, ad Espoo stanno ancora festeggiando. E stanno festeggiando anche alla divisione mobile perché oltre a risalire nel market share ora non rischiano più il posto di lavoro.

      Detto questo e commentando l'articolo credo che
      Paul non abbia capito a differenza di Bill Gates
      (ai tempi) cosa non bisogna mai
      abbandonare.

      quando dice
      << Vorremmo che si concentrassero sulle loro
      migliori capacità. Il mio punto di vista è che
      alcune parti delle operazioni dovrebbero essere
      scorporate, o cedute, per focalizzarsi sulle
      attività enterprise e sul cloud




      Io credo che se MS si focalizzasse solo sulla
      parte professionale scorporando o _cedendo_ il
      resto (consumer) nel giro di una generazione di
      utenza farebbe la fine di RIM poi
      BB.

      Credo che l'unica via sensata per aggiustare la
      situazione sia, e qui concordo in parte con paul
      separare concetualmente desktop/server da
      smathphone/tablet in pratica uccidere metroUI e
      l'idea di ballmer di
      unificarli.

      - Un windows9 ottimizzato per il desktop senza
      stupidi effetti con grafica desktop classica e
      poco esoso di risorse in una sola versione da
      vendere a tutti a poco prezzo (i famosi
      30$)
      - Versione server, non so quanto serve(r) poichè
      non conosco il settore con tutta la serie di
      software e "tecnologie" che
      produce
      - winphone per smarth e tablet
      - brand xbox giochi e periferiche.

      e usare i servizi cloud (office, mail, search,
      skype) per crere il ponte di interscambio e
      affiliazione utenza tra i
      settori.

      Ovviamente con spirito MS ossia, continuare
      imperterrita a creare lock.in e danneggiare la
      concorrenza con i formati
      proprietari.
      Perchè se le aziende non fanno così si sa che non
      riescono a mantenere un minimo di dominio
      nelle'era di internet
      imho.

      Ripeto comunque che io preferirei un pò di aria
      nuova e da utente forse preferirei che MS si
      scindesse poichè imho una ms scissa in maniera
      drastica fallirebbe in entrambi i settori

      consumer (vincerebbero ios/android)
      professionale (vincerebbe google per i servizi
      cloud e RH e soci per altri
      settori)

      mie opinioni sia chiaro.

      ciao.
      • Phronesis scrive:
        Re: Paul Allen non è Bill.
        - Scritto da: nome e cognome
        Affossato nokia? L'ha riempita di cash, ad Espoo
        stanno ancora festeggiando. E stanno festeggiando
        anche alla divisione mobile perché oltre a
        risalire nel market share ora non rischiano più
        il posto di lavoro.Ciao.Onestamente parlare di come sarebbe potuto andare non porta a nulla poiché è indimostrabile, però se analizziamo tutto c'è da considerare2005HW Nokia 770 Internet Tablet - software Maemo HW Nokia N800 - SW Maemo(no Symbian) visto che tutti dicono che il "fissarsi su sybian" sia stata la morte di nokia <b
        2007Apple iPhone - iOs </b
        punto di svolta del mercato2009HW Nokia N900 - SW Maemo2010Arrivo di Elop primo direttore non-Finlandese nella storia di Nokia ex uomo MS2010Nokia unisce Maemo a Moblin di intel (WINTEL) che da li a poco scompare Nokia non pensa di produrre (adesso alcuni dicono che era già pronto) NESSUN dispositivo android (NB. non ho detto puntare su android, ma non produrre neppure un dispositivo)Nokia aveva dei servizi per smartphone ottimi -suite OVI mappe etc- da poter integrare anche in android strada non battuta2011Nokia presenta i Nokia Lumia con MS2013 Nokia viene acquisita da MSChe ognuno tragga le proprie conclusioni.Però in base a questo credo che si possa dire che Elop (MS) ha affossato nokia, anche perchè poteva provare e non precludersi molteplici strade se l'obbiettivo fosse stato nokia e non l'acquisizione di nokia.Ciao.
        • Trollone scrive:
          Re: Paul Allen non è Bill.
          Motorola e HTC ?Come vanno?
          • Phronesis scrive:
            Re: Paul Allen non è Bill.
            - Scritto da: Trollone
            Motorola e HTC ?

            Come vanno?e cosa ne sò?! :)scherzi a parte google ha comprato motorola imho per gli stessi motivi per cui MS voleva nokia, i brevetti.Infatti non credo siano usciti ancora top di gamma Motorola, ossia tecnicamente è una azienda di facciata... non seguo molto questo mercato, potrei essermi perso alcuni pezzi, e tantomeno i nexus li fa motorola.Samsung, le coreane cinesi e asiatiche in generale, imho devono solo ringraziare.... ripeto imho... che nokia sia uscita dai giochi android, (sia chiaro quindi che tutti gli imho servono a far capire che la mia è una opinione personale su qualcosa che mi interessa davvero poco) perchè, per me ripeto, nokia aveva un marchio estremamente prestigioso in europa e _anche_ in italia e dubito che un top di gamma samsung/android nei primi anni del mercato non avrebbe perso nei confronti di un android/nokia.Ciao.Se volevi dirmi altro, non l'ho capito :)psma non era un articolo sulla scissione voluta da Allen di MS?l'accenno a nokia è stato una sfumatura del mio discorso, la prossima volta eviterò.ciao
    • FinalCut scrive:
      Re: Paul Allen non è Bill.
      - Scritto da: Phronesis
      Dopo aver affossato nokia, ennesimo gesto per
      cui merita disprezzo per come la vedo ioLungi da me lidea di difendere M$ ma cè da dire che Nokia ha fatto tutto da sola... M$ le ha prolungato solo lagonia....
      • Phronesis scrive:
        Re: Paul Allen non è Bill.
        - Scritto da: FinalCut
        - Scritto da: Phronesis

        Dopo aver affossato nokia, ennesimo gesto
        per

        cui merita disprezzo per come la vedo io

        Lungi da me lidea di difendere M$ ma cè da dire
        che Nokia ha fatto tutto da sola... M$ le ha
        prolungato solo
        lagonia....Ciao FinalCut.Il mio voleva essere un argomento di contorno e onestamente non seguo molto il mercato smartphone e aggiungiamoci che parlare di "cosa poteva accadere se" è puramente filosofico, quindi fine a se stesso.Sicuramente nokia ha subito un duro colpo poichè il suo mercato di riferimento erano i cellulari tradizionali.Verteva in cattive acque, ok.Io dico solo che, secondo me, analizzando il percorso di nokia [1] il timoniere (elop) non ha proprio provato a risollevare il marchio e l'azienda ma l'ha traghettata con perizia nel porto (per alcuni certamente sicuro) di MS, non battendo altre strade, dando per scontato che il mercato fosse saturo e non vagliando tutte le opportunità.Alla fine jolla (ex ingegneri nokia se non sbaglio) è una strada non battuta da nokia.Ma jolla non ha il marchio e il market share di nokia, non ha la suite ovi e le mappe è in pratica ripartita, e forse fallirà anche per questi motivi.Tutto qui. resta certo una mia ipotesi.ciao[1] http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3924329&m=3925812#p3925812Certamen
        • FinalCut scrive:
          Re: Paul Allen non è Bill.
          - Scritto da: Phronesis
          - Scritto da: FinalCut

          - Scritto da: Phronesis


          Dopo aver affossato nokia, ennesimo
          gesto


          per


          cui merita disprezzo per come la vedo io



          Lungi da me lidea di difendere M$ ma cè da
          dire

          che Nokia ha fatto tutto da sola... M$ le ha

          prolungato solo

          lagonia....

          Ciao FinalCut.
          Il mio voleva essere un argomento di contorno e
          onestamente non seguo molto il mercato smartphone
          e aggiungiamoci che parlare di "cosa poteva
          accadere se" è puramente filosofico, quindi fine
          a se
          stesso.

          Sicuramente nokia ha subito un duro colpo poichè
          il suo mercato di riferimento erano i cellulari
          tradizionali.

          Verteva in cattive acque, ok.
          Io dico solo che, secondo me, analizzando il
          percorso di nokia [1] il timoniere (elop) non ha
          proprio provato a risollevare il marchio e
          l'azienda ma l'ha traghettata con perizia nel
          porto (per alcuni certamente sicuro) di MS, non
          battendo altre strade, dando per scontato che il
          mercato fosse saturo e non vagliando tutte le
          opportunità.Guarda il discorso è lungo e francamente non vale la pena riesumarlo, posso dirti che era tutto prevedibile, Nokia è stata vittima della proprio stupidità ed ignoranza come lo sono state anche Palm e BlackBerry...Posso postarti qualche mio link che prevedeva con mesi o addirittura anni che fine avrebbe fatto Nokia... e soprattutto leggiti i commenti piccati di gente che non credeva che Nokia potesse fare la finaccia che oggi tutti vediamo...http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2632031&m=2632143&is=0#p2632143Leggiti il punto 5 e 6:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3062080&m=3062369#p3062369Predizione ehttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=3052216&m=3052593#p3052593...mortehttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=3285579&m=3285828ecc....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 novembre 2013 00.35-----------------------------------------------------------
    • Ma ci faccia il piacere scrive:
      Re: Paul Allen non è Bill.
      - Scritto da: Phronesis
      Ciao.
      Onestamente a me non interessa in maniera
      particolare che fine fa
      MS.Direi che invece ti interessa, leggiti qualche riga sotto...[...]
      Ripeto comunque che io preferirei un pò di aria
      nuova e da utente forse preferirei che MS si
      scindesse poichè imho una ms scissa in maniera
      drastica fallirebbe in entrambi i settori

      consumer (vincerebbero ios/android)
      professionale (vincerebbe google per i servizi
      cloud e RH e soci per altri
      settori)

      mie opinioni sia chiaro. Sì, ma sii onesto quando scrivi, altrimenti tutto quello che metti in mezzo tra "non mi interessa" e "deve fallire miseramente" risulta una panzanaP.S.: per la cronaca, Nokia si era suicidata da sola, snobbando il fenomeno iPhone - il crollo verticale è avvenuto tra il 2007 e il 2009, l'arrivo di MS nel 2010 e l'acquisto 2 mesi fa hanno frenato la caduta e salvato la divisione Devices & Services...
  • pippo scrive:
    mercati diversi
    Chi sono i clienti enterprise ? quanti sono? chi sono i concorrenti?Le aziende che hanno fatto scelte sbagliate in passato sono costrette a pagare le licenze microsoft che può quindi alzare i prezzi.Chi ha fatto scelte corrette si è affrancato dai costi delle licenze per i sistemi operativi e dal software di automazione di ufficio e non porta utili a microsoft. Consolle di videogiochi e smartphone sono prodotti che hanno un mercato diverso dagli obbligati al sistema operativo microsoft e quindi possono essere venduti da altre aziende scorporate da microsoftPuò essere che l'azienda dei sistemi operativi un giorno non abbia più clienti e quindi rimangono le altre aziende di consolle di videogiochi e smartphone o potrebbe essere che succeda diversamente che rimane a far cassa solo l'azienda di sistemi operativi per grandi Pubbliche amministrazioni che continuano a fare scelte sbagliate.
    • Sg@bbio scrive:
      Re: mercati diversi
      Microsoft si è un pò bruciata i clienti aziendali, con Vista prima e con 8 dopo.In quei posti non si cambia sistema operativo se non ci sono necessità reali, infatti se ancora molti stanno ancora pensando di passare a 7 al posto di XP, win 8 viene snobbato per come l'hanno pasticciato. Non è nemmeno un caso che molti produttori di pc, cercano di offrire pure 7 finchè possono.
      • Zucca Vuota scrive:
        Re: mercati diversi
        - Scritto da: Sg@bbio
        Microsoft si è un pò bruciata i clienti
        aziendali, con Vista prima e con 8
        dopo.Microsoft in azienda non è solo Windows ma è anche Exchange, SQL Server, SharePoint, BizTalk, Active Directory, Hyper-V, System Center, ecc.
        In quei posti non si cambia sistema operativo se
        non ci sono necessità reali, infatti se ancora
        molti stanno ancora pensando di passare a 7 al
        posto di XP, win 8 viene snobbato per come
        l'hanno pasticciato. Mah... senza alcun valore statistico cito alcuni fatti. L'altro ieri parlavo con un cliente di una migrazione di una applicazione ed è saltato fuori che buona parte degli utenti della consociata USA stanno già usando Windows 8 e bisogna tenerne conto.In Italia stanno finendo ora la migrazione a 7 ma hanno 8 su diversi portatili. Non ho sentito di urla e strepiti da parte degli utenti o da parte del personale IT. Non è l'unica azienda che conosco in queste condizioni. Diversi conoscenti poi hanno comprato PC con 8 e lo stanno usando senza particolari problemi.
        • panda rossa scrive:
          Re: mercati diversi
          - Scritto da: Zucca Vuota
          Diversi conoscenti
          poi hanno comprato PC con 8 e lo stanno usando
          senza particolari
          problemi.Se questi tuoi conoscenti sono utonti standard, per forza non hanno problemi: la loro esperienza d'uso si limita a farsi infettare da virus e premere CTRL-ALT-DEL al BSOD.Porta testimonianze di sistemisti e programmatori invece.Posso aiutarti chiedendo ai miei colleghi:Domanda: stai usando piastrellotto?Risposte:a) Quella XXXXX? 40%b) Ma sei scemo? 30%c) XXXXXXX! Disinstallato al volo! 20%d) Non risponde (ma guarda storto) 10%
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: mercati diversi
            - Scritto da: panda rossa
            Se questi tuoi conoscenti sono utonti standard,
            per forza non hanno problemi: la loro esperienza
            d'uso si limita a farsi infettare da virus e
            premere CTRL-ALT-DEL al
            BSOD.Non esiste più il BSOD. Adesso 8 si comporta come OSX.
            Porta testimonianze di sistemisti e programmatori
            invece.Quante ne vuoi! Ne ho giusto solo una trentina dove mi trovo ora. Tutti con 8 e 8.1.
        • collione scrive:
          Re: mercati diversi
          - Scritto da: Zucca Vuota
          Hyper-Vperchè legarsi all'ennesima tecnologia chiusa, quando ci sono migliori alternative ( alcune open) ?e non venirmi a dire che hyper-v è il miglior hypervisor in circolazione!
        • iRoby scrive:
          Re: mercati diversi
          L'esempio che fai tu non è quello di una multinazionale o banca o assicurazione con determinati standard.Prendi GE o qualcosa di una determinata dimensione e con degli standard di sicurezza importanti, che ha VPN, che fornisce lei i portatili e desktop ai dipendenti ecc. Che genera chiavi RSA per gli accessi e la criptazione ecc.In quelle aziende non ci sono "misticanze" varie dei sistemi. Perché il software del lettore di impronte o di smartcard deve essere ben preciso e testato.Perché il software della VPN deve essere testato. Lo stesso quello della chiave RSA che genera le chiavi random per la connessione al tuo account e la VPN, ecc.E questo tipo di certificazioni e uniformità di installazione e funzionamento non si ottengono dall'oggi al domani ogni volta che Microsoft tira fuori un sistema operativo.
          • nome e cognome scrive:
            Re: mercati diversi

            E questo tipo di certificazioni e uniformità di
            installazione e funzionamento non si ottengono
            dall'oggi al domani ogni volta che Microsoft tira
            fuori un sistema
            operativo.Giusto meglio passare a linux dove esce una versione nuova e piena di simpatici bug ogni 10 minuti.
          • iRoby scrive:
            Re: mercati diversi
            Ti risulta che delle versioni enterprise di RedHat o Suse ne esca una ogni 10 minuti?Seguono i medesimi standard aziendali, fixando una famiglia di kernel e di applicazioni e correggendo i bug. Facendo il backport di applicazioni solo dopo che sono stabili e testate.Di queste distribuzioni c'è anche la versione Enterprise Desktop.
        • Sg@bbio scrive:
          Re: mercati diversi
          - Scritto da: Zucca Vuota

          Microsoft in azienda non è solo Windows ma è
          anche Exchange, SQL Server, SharePoint, BizTalk,
          Active Directory, Hyper-V, System Center,
          ecc.E' allora ? Non cambia una virgola il mio discorso, ovvero che in azienda non cambiano software per ogni starnuto, ma cambiano se c'è necessità, altrimenti Vista avrebbe attecchito, come avrebbe attecchito windows 8.

          Mah... senza alcun valore statistico cito alcuni
          fatti.
          L'altro ieri parlavo con un cliente di una
          migrazione di una applicazione ed è saltato fuori
          che buona parte degli utenti della consociata USA
          stanno già usando Windows 8 e bisogna tenerne
          conto.Ci credo poco, eh ? No che tu sia un ballista, sia chiaro.
          In Italia stanno finendo ora la migrazione a 7 ma
          hanno 8 su diversi portatili. Non ho sentito di
          urla e strepiti da parte degli utenti o da parte
          del personale IT. Non è l'unica azienda che
          conosco in queste condizioni. Diversi conoscenti
          poi hanno comprato PC con 8 e lo stanno usando
          senza particolari
          problemi.HAHAHAHAHAHAHAHANooooo, spiegami perchè allora aziende come lenovo danno la possibilità di mettere win 7 nei loro portatili con tanto di driver ? :DMa win 8 è stato un flop, mettevi l'anima in pace.
    • iRoby scrive:
      Re: mercati diversi
      Questo dirigente in pratica sta dicendo, continuiamo a mungere quelli che non possono scappare...Lo vedi che legarsi mani e piedi a Microsoft è sempre stato male!
  • don tonino scrive:
    doppio microsoft
    l'azienda dovrebbe dividersi in duela prima si occupa della piattaforma client (settore privato)e la seconda si occupa solo della piattaforma server - (settore aziende)
    • capitan farlock scrive:
      Re: doppio microsoft
      e io farei una versione gratuita di windows per i privatie a pago per le aziende cosi i giovani informatiici crescerenno con windows e si scorderanno il pinguino
      • contrario scrive:
        Re: doppio microsoft
        - Scritto da: capitan farlock
        e io farei una versione gratuita di windows per i
        privati
        e a pago per le aziende cosi i giovani
        informatiici crescerenno con windows e si
        scorderanno il
        pinguinoPer la serie "veni, vidi, dissi XXXXXXX" proprio.
        • Sg@bbio scrive:
          Re: doppio microsoft
          - Scritto da: contrario
          - Scritto da: capitan farlock

          e io farei una versione gratuita di windows per
          i

          privati

          e a pago per le aziende cosi i giovani

          informatiici crescerenno con windows e si

          scorderanno il

          pinguino

          Per la serie "veni, vidi, dissi XXXXXXX" proprio.Tanto XXXXXXX non era, BeOS faceva cosi.Però Microsoft non farebbe mai una cosa del genere! Semmai proporrebbe una licenza ad hoc senza limiti d'installazione.
          • contrario scrive:
            Re: doppio microsoft
            - Scritto da: Sg@bbio
            - Scritto da: contrario

            - Scritto da: capitan farlock


            e io farei una versione gratuita di windows
            per

            i


            privati


            e a pago per le aziende cosi i giovani


            informatiici crescerenno con windows e si


            scorderanno il


            pinguino



            Per la serie "veni, vidi, dissi XXXXXXX"
            proprio.

            Tanto XXXXXXX non era, BeOS faceva cosi.
            Però Microsoft non farebbe mai una cosa del
            genere! Semmai proporrebbe una licenza ad hoc
            senza limiti
            d'installazione.Microsoft ha ottenuto il monopolio semplicemente perché era preinstallato. E i "giovani informatici" che usano Linux non lo usano perché costa meno, tant'è che nella maggioranza dei casi comprano un PC con già Windows installato e al suo posto ci installano Linux, o al limite in dual boot.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: doppio microsoft
            Microsoft ha fatto pratiche scorrette per impedire che i produttori preinstallavano altri OS al posto di windows o insieme a windows. Beos peri per colpa di queste pratiche.Che poi certi utenti linux, difficilmente si prendono un assemblato, almeno che non necessitano di un portatile, dove li non si scappa.
          • nome e cognome scrive:
            Re: doppio microsoft

            OS al posto di windows o insieme a windows. Beos
            peri per colpa di queste
            pratiche.Ma per favore, beos perì perché la società era gestita da idioti... potevano essere al posto di macoshit ora.
          • collione scrive:
            Re: doppio microsoft
            - Scritto da: nome e cognome

            OS al posto di windows o insieme a windows.
            Beos

            peri per colpa di queste

            pratiche.

            Ma per favore, beos perì perché la società era
            gestita da idioti... potevano essere al posto di
            macoshit
            ora.e perchè ms pagò gli oem per non consentirne la preinstallazione in dual boot con windows ( tutto scritto nero su bianco, causa legale + patteggiamento e pagamento danni alla Be Inc. )riguardo Apple, Jobs era sicuramente tenuto in maggiore considerazione e aveva il suo OS, e non avrebbe mai usato un OS fatto da altri
          • nome e cognome scrive:
            Re: doppio microsoft

            e perchè ms pagò gli oem per non consentirne la
            preinstallazione in dual boot con windows ( tutto
            scritto nero su bianco, causa legale +
            patteggiamento e pagamento danni alla Be Inc.
            )Non c'è stato alcun pronunciamento, ne pagamento di danni. C'è stato un accordo extragiudiziale in cui microsoft ha chiuso il caso pagando 4 noccioline. Be poteva installare il suo sistema al posto di macoshit sugli apple, ha tirato troppo la corda, ha aspettato troppo per far uscire una versione x86, insomma gestione fallimentare che poi si è tradotta nella causa legale della disperazione.
            riguardo Apple, Jobs era sicuramente tenuto in
            maggiore considerazione e aveva il suo OS, e non
            avrebbe mai usato un OS fatto da
            altriJobs non era nemmeno in Apple quando ci fu la negoziazione.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: doppio microsoft
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)- Scritto da: nome e cognome

            e perchè ms pagò gli oem per non consentirne
            la

            preinstallazione in dual boot con windows (
            tutto

            scritto nero su bianco, causa legale +

            patteggiamento e pagamento danni alla Be Inc.

            )

            Non c'è stato alcun pronunciamento, ne pagamento
            di danni. C'è stato un accordo extragiudiziale in
            cui microsoft ha chiuso il caso pagando 4
            noccioline.


            Be poteva installare il suo sistema al posto di
            macoshit sugli apple, ha tirato troppo la corda,
            ha aspettato troppo per far uscire una versione
            x86, insomma gestione fallimentare che poi si è
            tradotta nella causa legale della disperazione.



            riguardo Apple, Jobs era sicuramente tenuto
            in

            maggiore considerazione e aveva il suo OS, e
            non

            avrebbe mai usato un OS fatto da

            altri

            Jobs non era nemmeno in Apple quando ci fu la
            negoziazione.
          • nome e cognome scrive:
            Re: doppio microsoft
            - Scritto da: iRoby
            Ma per cortesia non diciamo idiozie!Sveglia, quando ha denunciato era decotta da anni. Apple se lo voleva comprare ma l'idiota ha fatto il prezioso. BeOS was later modified to run on PowerPC-based proXXXXXrs: first Be's own systems, later Apple Inc.'s PowerPC Reference Platform and Common Hardware Reference Platform, with the hope that Apple would purchase or license BeOS as a replacement for its then aging Mac OS.[2] Apple CEO Gil Amelio started negotiations to buy Be Inc., but negotiations stalled when Be CEO Jean-Louis Gassée wanted $200 million
            Microsoft regalava perfino hardware e software ai
            La strada percorsa da Be Inc. fu da manuale,
            uscire dalla BeBox dual PowerPC proprietaria per
            saltare sui PC x86. E ci stava riuscendo se
            Microsoft non avesse agito con pratiche
            anti-concorrenziali.Si ci stava proprio riuscendo... nel 1998 chi non avrebbe comprato un pc con beos.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: doppio microsoft
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)- Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: iRoby

            Ma per cortesia non diciamo idiozie!

            Sveglia, quando ha denunciato era decotta da
            anni. Apple se lo voleva comprare ma l'idiota ha
            fatto il prezioso.


            BeOS was later modified to run on PowerPC-based
            proXXXXXrs: first Be's own systems, later Apple
            Inc.'s PowerPC Reference Platform and Common
            Hardware Reference Platform, with the hope that
            Apple would purchase or license BeOS as a
            replacement for its then aging Mac OS.[2] Apple
            CEO Gil Amelio started negotiations to buy Be
            Inc., but negotiations stalled when Be CEO
            Jean-Louis Gassée wanted $200
            million


            Microsoft regalava perfino hardware e
            software
            ai

            La strada percorsa da Be Inc. fu da manuale,

            uscire dalla BeBox dual PowerPC proprietaria
            per

            saltare sui PC x86. E ci stava riuscendo se

            Microsoft non avesse agito con pratiche

            anti-concorrenziali.

            Si ci stava proprio riuscendo... nel 1998 chi non
            avrebbe comprato un pc con
            beos.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: doppio microsoft
            Eppure in una causa legale tra be.inc contro microsoft, indovina chi perse ? Microsoft! Con la differenza che Palm si instasco i soldi perchè acquisi prima Be.inc, poi fece morire il progetto (in pò come è sucXXXXX con Palm con l'acquisizione da parte di hp, che portò a morte webos :D).
Chiudi i commenti