NSA, volti rastrellati in Rete

Nuove rivelazioni di Snowden: l'intelligence a stelle e strisce avrebbe anche costruito un database di immagini da impiegare per il riconoscimento facciale

Roma – La National Security Agency (NSA) ha raccolto una vasta quantità di immagini digitali allo scopo di costituire un database a disposizione del suo software di riconoscimento facciale .

Secondo un articolo del New York Times frutto delle ultime indiscrezioni dell’ex spia Edward Snowden, l’NSA avrebbe raccolto quotidianamente circa 55mila immagini di buona qualità per il riconoscimento facciale, rastrellate per esempio dalle foto condivise via email o dagli streaming video di conferenze: un flusso costante di immagini analizzate ogni giorno che poi vengono incrociate con quelle contenute nell’archivio Pinwale che contiene le immagini che l’agenzia seleziona da fonti esterne, e con quelle dei sospettati.

Per il riconoscimento facciale l’NSA ha adottato il programma Identity Intelligence (I 2 ), impiegato per il monitoraggio online delle persone considerate di interesse dall’agenzia.

Mentre sta per essere completato il progetto di database per il riconoscimento biometrico dell’FBI, dunque, la NSA sembra aver iniziato la raccolta già nel 2010 , quando i sistemi di riconoscimento facciale non erano ancora maturi e le misure a protezione delle immagini erano molto più scarne: col tempo ha incontrato sempre più difficoltà , trovandosi di fronte a diversi sistemi di cifratura, come quello adottato per le sue condivisioni di immagini da Facebook.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Kaspersky scrive:
    Vivere senza internet si può
    Come sempre si dà più valore alle cose materiali come in questo caso la tecnologia che non sono cose di fondamentale importanza si possono mettere in seconda piano perché quello che non deve assolutamente mancare in noi sono i beni di prima necessità i bisogni primari non è un paragone che regge niente e nessuna cosa al mondo può avere un valore superiore alla vita con questo non voglio dire che si deve fare almeno della tecnologia ma ci sono molti altri mezzi forme di comunicazione e diffusione per non rimanere lontani dall'informazione ma tutto questo ciò che non deve mai mancare è la solidarietà che far sentire queste persone felici uguali a noi e di sicuro la solidarietà non viene dal lusso ne dalla ricchezza ma dall'amore amicizia dalla bontà che sono questi i valori che danno vita alla nostra vita si può quindi rinunciare di vivere per avere internet
    • Leguleio scrive:
      Re: Vivere senza internet si può

      Come sempre si dà più valore alle cose materiali
      come in questo caso la tecnologia che non sono
      cose di fondamentale importanza si possono
      mettere in seconda piano perché quello che non
      deve assolutamente mancare in noi sono i beni di
      prima necessità i bisogni primari non è un
      paragone che regge niente e nessuna cosa al mondo
      può avere un valore superiore alla vita con
      questo non voglio dire che si deve fare almeno
      della tecnologia ma ci sono molti altri mezzi
      forme di comunicazione e diffusione per non
      rimanere lontani dall'informazione ma tutto
      questo ciò che non deve mai mancare è la
      solidarietà che far sentire queste persone felici
      uguali a noi e di sicuro la solidarietà non viene
      dal lusso ne dalla ricchezza ma dall'amore
      amicizia dalla bontà che sono questi i valori che
      danno vita alla nostra vita si può quindi
      rinunciare di vivere per avere
      internetRipara il tasto della punteggiatura![img]http://shawnblanc.net.s3.amazonaws.com/img/das-keyboard-quote-key-large.jpg[/img]
  • prova123 scrive:
    Non mi sembra che sia il 1° Aprile...
    Un progetto che costerà tra 1 e 3 miliardi di dollari per connettere ad Internet le regioni più svantaggiate del Pianeta Non si conoscono ancora i dettagli del nuovo programma satellitare di Google, ma alcune fonti affermano che potrebbe arrivare a costare fino a 3 miliardi di dollari e prevedere il lancio di più di 180 satelliti. Praticamente per le regioni più svantaggiate del pianeta vogliono portare internet al modico costo di 3 miliardi di dollari, quando una persona campa con 1 dollaro al giorno ...Pensano che una persona muoia di fame più contenta se lo fa gurdando il sito Giallo Zafferano ?http://www.giallozafferano.it/Qui c'è qualcuno che si è bevuto il cervello ...
    • Leguleio scrive:
      Re: Non mi sembra che sia il 1° Aprile...

      <b
      Un progetto che costerà tra 1 e 3 miliardi di
      dollari per connettere ad Internet le regioni più
      svantaggiate del
      Pianeta </b


      <i
      Non si conoscono ancora i dettagli del nuovo
      programma satellitare di Google, ma alcune fonti
      affermano che potrebbe arrivare a costare fino a
      3 miliardi di dollari e prevedere il lancio di
      più di 180
      satelliti. </i


      Praticamente per le regioni più svantaggiate del
      pianeta vogliono portare internet al modico costo
      di 3 miliardi di dollari, quando una persona
      campa con 1 dollaro al giorno
      ...Google sta diventando una miniera di annunci in stile fusione fredda che nemmeno Ambrogio Fogar ai tempi d'oro...Tanto per farsi un'idea, un elenco, temo non esaustivo, dei progetti lanciati e poi abbandonati da google:http://www.wordstream.com/blog/ws/2013/06/27/discontinued-google-products-services
      • prova123 scrive:
        Re: Non mi sembra che sia il 1° Aprile...
        Se fossero semplicemente abbandonati è un discorso, ma se questi "studi" fossero direttamente/indirettamente finanziati come progetti per lo sviluppo di queste zone, diciamo che sarebbe giusto augurare a queste persone cose non belle...
    • Sg@bbio scrive:
      Re: Non mi sembra che sia il 1° Aprile...
      Ma pensate che tutta l'Africa abbia questi problemi ?
      • krane scrive:
        Re: Non mi sembra che sia il 1° Aprile...
        - Scritto da: Sg@bbio
        Ma pensate che tutta l'Africa abbia questi
        problemi ?Se pensassero non porrebbero certe questioni...
      • get the facts scrive:
        Re: Non mi sembra che sia il 1° Aprile...
        infatti il grosso dei paesi africani ha uno sviluppo veloce,a LUanda ,capitale dell angola gli appartamenti li affittano anche a 10.000 dollari al mese, la cina investe miliardi di dollari nel continentee noi ancora siamo rimasti ai poveri africani nelle capanne
      • prova123 scrive:
        Re: Non mi sembra che sia il 1° Aprile...
        Vabbè mi tocca spiegare :-o Guarda un pò ma il Ghana è il più importante fornitore d'oro e insieme al Sud Africa. Il progetto si aggiunge agli altri già portati avanti da Mountain View per connettere l'Africa in particolare, dove le infrastrutture per la connessione a Internet non sono economicamente sostenibili. Povero Ghana (tanto per prenderne uno a caso) ... che cosa se ne farà la gente del Ghana quando dovrà lavorare 16 ore al giorno in miniera per una ciotola di cibo e la cui prospettiva è di schiattare in miniera con una aspettativa di vita inferiore ai 40 anni.Guarda che internet è necessario per la colonizzazione dell'Africa, pardon ... oggi si dice dare un'opportunità di sviluppo.A capire queste banalità "Basta poco che ce vo'"
        • Funz scrive:
          Re: Non mi sembra che sia il 1° Aprile...
          - Scritto da: prova123
          Vabbè mi tocca spiegare :-o
          Guarda un pò ma il Ghana è il più importante
          fornitore d'oro e insieme al Sud
          Africa.

          <i
          Il progetto si aggiunge agli altri già portati
          avanti da Mountain View per connettere l'Africa
          in particolare, dove le infrastrutture per la
          connessione a Internet non sono economicamente
          sostenibili. </i



          Povero Ghana (tanto per prenderne uno a caso) ...
          che cosa se ne farà la gente del Ghana quando
          dovrà lavorare 16 ore al giorno in miniera per
          una ciotola di cibo e la cui prospettiva è di
          schiattare in miniera con una aspettativa di vita
          inferiore ai 40
          anni.

          Guarda che internet è necessario per la
          colonizzazione dell'Africa, pardon ... oggi si
          dice dare un'opportunità di
          sviluppo.

          A capire queste banalità "Basta poco che ce vo'"ah, certo, in Africa sono 1 miliardo e 100 milioni (in Ghana 25 milioni) e lavorano *tutti* in miniera, nevvvero?Prendi un caso estremo e lo applichi al tutto di cui ignori totalmente la situazionem, a parte qualche luogo comune.
    • Funz scrive:
      Re: Non mi sembra che sia il 1° Aprile...
      - Scritto da: prova123
      Praticamente per le regioni più svantaggiate del
      pianeta vogliono portare internet al modico costo
      di 3 miliardi di dollari, quando una persona
      campa con 1 dollaro al giorno
      ...
      Pensano che una persona muoia di fame più
      contenta se lo fa gurdando il sito Giallo
      Zafferano
      ?benaltrismo miope e sciocco. Penso che a Google sappiano fare i loro conti meglio di te.
      • simonevr scrive:
        Re: Non mi sembra che sia il 1° Aprile...
        L'Africa è gia coperta dai satelliti, e vari contratti VSAT sono gia disponibili a prezzi ma di banda ridotta.Molte dei grandi giacimenti in Africa si trovano in zona di "difficili" e sicuramente le installazioni presenti hanno bisogno di veloci sicure comunicazioni.Porto l'esempio del Mozambico dove nel Nord del paese è stato scoperto un enorme giacimento di gas dove lavora tra gli altri l'eni.In meno di due anni è stato fatto un nuovo aeroporto, una strada e la locale Vodacom sta arrivando con una backbone in fibra.Sicuramente a questo mercato pensa Google :)
      • prova123 scrive:
        Re: Non mi sembra che sia il 1° Aprile...
        Il progetto si aggiunge agli altri già portati avanti da Mountain View per connettere l'Africa in particolare, dove le infrastrutture per la connessione a Internet non sono economicamente sostenibili . Il benaltrismo è: uno muore di fame ed un altro ti riponde "Io ti porto internet" ... ti basta rileggere prima di postare per evitare di scrivere castronerie di ntale portata ...
        • krane scrive:
          Re: Non mi sembra che sia il 1° Aprile...
          - Scritto da: prova123
          <i
          Il progetto si aggiunge agli altri già portati
          avanti da Mountain View per connettere l'Africa
          in particolare, dove le infrastrutture per la
          connessione a <b
          Internet non sono economicamente
          sostenibili </b
          . </i

          Il benaltrismo è: uno muore di fame ed un altro
          ti riponde "Io ti porto internet" ... ti basta
          rileggere prima di postare per evitare di
          scrivere castronerie di ntale portata
          ...Sara'... Ma io condivido la visione di chi dice che chi fa benaltrismo sei tu.
        • Funz scrive:
          Re: Non mi sembra che sia il 1° Aprile...
          - Scritto da: prova123
          <i
          Il progetto si aggiunge agli altri già portati
          avanti da Mountain View per connettere l'Africa
          in particolare, dove le infrastrutture per la
          connessione a <b
          Internet non sono economicamente
          sostenibili </b
          . </i


          Il benaltrismo è: uno muore di fame ed un altro
          ti riponde "Io ti porto internet" ... ti bastatu non capisci.Quale sviluppo pretendi di avere se mancano le infrastrutture basilari di comnunicazione? Sono come le strade e l'elettricità, senza di quelle è ovvio che resti a crepare di fame.in tutti i Paesi poveri la rete cellulare ha avuto un impatto *enorme*, soprattutto in posti dove non era mai arrivata nemmeno la rete fissa.
          rileggere prima di postare per evitare di
          scrivere castronerie di ntale portatainvece faresti bene a iniziare a ragionare.
Chiudi i commenti