Nuova frontiera per gli SMS dal PC

VolaSMS Active X è un software in beta test che permette di mandare messaggi tramite applicazioni aziendali, programmati con diversi linguaggi


Roma – Parte la fase test stabilita per VolaSMS Active X , di GTN (gli stessi autori di VolaSMS); mentre quest’ultimo era un software ideato per l’invio di SMS in ambiente Windows, il nuovo arrivato permetterà di spedire messaggi in contesti diversi, da applicazioni aziendali programmate in differenti linguaggi (tra cui Visual Basic, Visual C++, Access, Delphi).

VolaSMS Active X è destinato soprattutto, quindi, alle comunità di programmatori e alle software house che intendono dotare le proprie applicazioni aziendali dello strumento d’invio SMS, utile anche per potenziare la comunicazione tra vari livelli della società. Gli autori del programma hanno avviato la fase beta test per VolaSMS Active X, terminata la quale il software sarà pronto per il lancio commerciale.

Non è previsto alcun costo per il download di VolaSMS Active X: le aziende che decideranno di usufruirne dovranno corrispondere a GTN il costo degli SMS inviati, che saranno spediti appunto attraverso i gateway di questa società. Le stesse condizioni erano applicate alla commercializzazione di VolaSMS, il precedente programma ideato da GTN.

L’invio di SMS tramite PC è un fenomeno in espansione, che nell’ultimo periodo ha dovuto fronteggiare alcuni alti e bassi, dovuti in particolare all’entrata in vigore dell’accordo d’interconnessione stipulato tra operatori di telefonia mobile (maggiori dettagli si possono reperire nello speciale dedicato a questo argomento).

Forse in futuro si assisterà all’aumento di servizi per l’invio di SMS a pagamento (come VolaSMS), a danno di quelli che offrono prestazioni gratuite all’utente e confidano nel rientro economico concesso dalla pubblicità presentata all’interno del sito.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma invece dei concorsi
    Non fanno prima a ridurre le tariffe? Che senso hanno? E non parlo solo di Blu
  • Anonimo scrive:
    ERRATA CORRIGE, Punto Informatico
    Vedi ultimo paragrafo della notizia. Le 1200 lire sono addebitate "ALLA CONSEGNA" se l'utente è in Italia... ecc, e NON "ALL'UTENTE" come è erroneamente scritto nell'articolo di Punto Informatico. L'utente finale non paga nulla.
    • Anonimo scrive:
      Re: ERRATA CORRIGE, Punto Informatico
      All'utente significa proprio all'utente che manda il messaggio. L'altro è chiamato destinatario.
Chiudi i commenti