Nuova mega alleanza per i chip consumer

Motorola, Philips e STMicroelectronics vogliono frenare l'avanzata di Big Blue e Sony in un settore delicatissimo per tutti
Motorola, Philips e STMicroelectronics vogliono frenare l'avanzata di Big Blue e Sony in un settore delicatissimo per tutti


Roma – Dopo la mega alleanza che ha visto protagoniste Sony, Toshiba e IBM, un altro trio di chipmaker formato da Motorola, Philips e STMicroelectronics ha stretto un accordo per lo sviluppo congiunto di tecnologie che aprano la strada ad una nuova generazione di chip per il mercato dell’elettronica di consumo.

Il patto, della durata di cinque anni, porterà i tre colossi a ricercare processi di fabbricazione e materiali che rendano i chip più piccoli, veloci ed in grado di consumare meno, focalizzandosi in particolare sui cosiddetti processori system-on-a-chip, chip integranti tutti i componenti necessari a far funzionare un dispositivo.

Grazie alla partnership con il colosso asiatico Taiwan Semiconductor Manufacturing (TSMC), il trio conta di sfruttare a fondo tecnologie di produzione a 90 nanometri su wafer da 300 mm.

I chip sviluppati in seno a questa alleanza equipaggeranno, in futuro, una grande varietà di dispositivi, dalle set-top box ai player MP3, dai dispositivi di rete alle videocamere digitali. Un mercato, questo, che nei prossimi anni vedrà dunque scontrarsi fra loro l’alleanza Motorola-Philips-ST con quella IBM-Sony-Toshiba, al momento i due più grossi blocchi industriali ad operare sul mercato dei dispositivi consumer.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 04 2002
Link copiato negli appunti