Nuova mega-release per Java

Sun ha annunciato quella considera la più importante release della piattaforma Java degli ultimi anni, un software già scaricato, nelle varie versioni beta, oltre mezzo milione di volte


Santa Clara (USA) – “Il progetto di più ampia scala mai sviluppato dalla comunità Java”. Così Sun ha definito Java 2 Platform Standard Edition (J2SE) 5.0, nuova major release della propria piattaforma per lo sviluppo e il deployment di applicazioni desktop e server.

J2SE tiene fede ai concetti alla base della tecnologia Java, primi fra tutti la portabilità e il supporto ad una certa varietà di sistemi operativi, a cui aggiunge una maggiore attenzione alla facilità di sviluppo, alla gestione e al controllo delle applicazioni, all’interfaccia grafica lato client e alla scalabilità.

Frutto del lavoro del Java Community Process, un consorzio che comprende anche HP, IBM, Apple, Oracle, Nokia e l’Apache Software Foundation, J2SE 5.0 porta con sé oltre un centinaio di nuove funzionalità, tra le quali importanti modifiche o aggiunte al linguaggio di programmazione: le più importanti si trovano descritte qui . Non per nulla Sun considera il nuovo parto “la più importante revisione della piattaforma e del linguaggio Java degli ultimi anni”, una revisione di cui ha voluto sottolineare l’importanza assegnandole il numero di versione 5.0: quello effettivo, chiamato “interno”, è 1.5.0.

Accanto alle novità del linguaggio, il J2SE 5.0 include il supporto allle funzionalità di monitoring e management delle applicazioni incluse nelle Java Management Extensions o, in alternativa, nei sistemi basati sullo standard SNMP. La nuova piattaforma integra poi una nuova GUI per le applicazioni Java desktop che supporta l’internazionalizzazione e l’accelerazione hardware della grafica tramite le librerie OpenGL per Linux e Solaris. La nuova release di J2SE promette inoltre di velocizzare lo sviluppo e il debugging del software e ottimizzare le prestazioni delle applicazioni attraverso il miglioramento dei tempi di esecuzione (in alcuni casi fino al 50%), la riduzione delle richieste di memoria e le funzionalità di auto-tuning incluse nella nuova versione della Java Virtual Machine (JVM).

Le versioni aggiornate del J2SE Development Kit (JDK) e del J2SE Runtime Environment (JRE), insieme alla relativa documentazione, possono essere scaricate da qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ilmusico scrive:
    Peccato che...
    Peccato che in Italia, non vi sia un magistrato del calibro di Victor Marrero, veramente un gran peccato . Negli ultimi tempi, sono state approvate leggi liberticide, nella nostra Nazione : è possibile che qualche magistrato abbia detto o fatto qualcosa per rimetterle in discussione....a Voi, risulta? Ad esempio, qualcuno che sia in grado di poterlo fare, ha bloccato e fatto annullare quella iniqua legge di quel tale , sul peer to peer, musica scaricata e così via? Tempo fa ho letto che questo individuo, si è addirittura vantato di averla fatta approvare! Questi, sono i nostri politici, signori! Egli non ha tenuto conto di 21 milioni di Italiani che navigano in Internet: ha fatto esclusivamente gli interessi del settore discografico e cinematografico ovvero , di 60.000 addetti ai lavori . Dopo tutto, siamo in demo-crazia,no?Pensate: il grande Bush, messo in difficoltà da un magistrato:in Italia, secondo Voi, in una situazione analoga a quella Americana, avverrebbe la stessa cosa con il medesimo positivo risultato?
    • Anonimo scrive:
      Re: Peccato che...
      - Scritto da: ilmusico
      Peccato che in Italia, non vi sia un
      magistrato del calibro di Victor Marrero,
      veramente un gran peccato . Negli ultimi
      tempi, sono state approvate leggi
      liberticide, nella nostra Nazione : è
      possibile che qualche magistrato abbia detto
      o fatto qualcosa per rimetterle in
      discussione....a Voi, risulta? Beh a me viene in mente quel magistrato che ha reputato legale la "modifica" alla Playstation, in barba al DMCA.Il problema è che non si può sempre sperare nel buon senso dei magistrati
    • Anonimo scrive:
      Re: Peccato che...

      Peccato che in Italia, non vi sia un
      magistrato del calibro di Victor Marreroanche se ci fosse, con quale autorita'? non mi risulta di averne mai eletto mezzo.
      • Slurpolo scrive:
        Re: Peccato che...
        - Scritto da: Anonimo

        Peccato che in Italia, non vi sia un

        magistrato del calibro di Victor Marrero

        anche se ci fosse, con quale autorita'?
        non mi risulta di averne mai eletto mezzo.L'autorità di un magistrato non si basa sull'essere stato eletto, ma sulla legge. Ad essere eletto è chi ha in passato scritto la legge che il magistrato applica.Piuttosto c'è da dire che negli USA i magistrati sono realmente il terzo potere dello stato, e hanno un potere che qui in Italia se lo sognano...
        • Anonimo scrive:
          Re: Peccato che...

          Piuttosto c'è da dire che negli USA i
          magistrati sono realmente il terzo
          potere dello stato, e hanno un potere che
          qui in Italia se lo sognano...Tranquilli, tra poco con la nuova riforma della giustizia ne avranno ancora meno...
  • Anonimo scrive:
    La grande Babilonia
    Forse si sta avverando: La grande Prostitutua che siede su molte acque coperta di lino di porpora e scarlatto sta per cadere...
    • Anonimo scrive:
      Re: La grande Babilonia

      Forse si sta avverando: La grande
      Prostitutua che siede su molte acque coperta
      di lino di porpora e scarlatto sta per
      cadere...No, non credo. Più semplicemente gli Stati Uniti d'America dispongono di anticorpi interni, in grado di digerire e distruggere gli attacchi alla libertà dall'interno.In USA è già successo: McCarty, ad esempio, ha lasciato molte ferite con la sua caccia alle streghe contro il comunismo, ma il clima di terrore è evaporato da sè e la libertà di parola e di pensiero è stata pian piano ripristinata.Adesso in nome della lotta al terrorismo le libertà civili sono state compresse, ma le istituzioni e la gente americana subiscono l'affronto solo per poco, e piano piano le legislazioni speciali vengono abrogate, cassate, dimenticate.Fosse così anche in Italia ...
      • Anonimo scrive:
        Re: La grande Babilonia
        1. sei un illuso2. ma bisogna sempre aspettare che il puttanone produca gli anticorpi?e le vittime che fa nel frattempo?3. W l'Europa
        • Anonimo scrive:
          Re: La grande Babilonia
          - Scritto da: Anonimo
          1. sei un illuso
          2. ma bisogna sempre aspettare che il
          puttanone produca gli anticorpi?
          e le vittime che fa nel frattempo?
          3. W l'Europadirei che non hai capito niente e non ho neanche voglia di spiegartelo
          • vidock scrive:
            Re: La grande Babilonia
            Concordo.. secondo me non ha capito niente e fai bene a non spiegarglielo :D
          • Anonimo scrive:
            Re: La grande Babilonia
            Come disse Indro Montanelli (R.I.P., uomo di destra DOC che aveva anche la servetta negra a casa e ci si trastuallava, come ha ammesso egli stesso):"Berlusconi è un virus, bisogna che vada al governo una volta perchè l'Italia faccia gli anticorpi"...speriamo solo che sia una malattia esantematica
        • Anonimo scrive:
          Re: La grande Babilonia
          - Scritto da: Anonimo
          1. sei un illuso
          2. ma bisogna sempre aspettare che il
          puttanone produca gli anticorpi?
          e le vittime che fa nel frattempo?
          3. W l'Europa2. "L'albero della democrazia ha bisogno, di tanto in tanto, di essere annaffiato con il sangue di eroi e patrioti" J.B Franklin
  • Anonimo scrive:
    E poi dicono..
    E poi dicono che l'America non è terra di libertà, basta vedere con quanto accanimento difendono il primo emendamento della loro costituzione.
    • Anonimo scrive:
      Re: E poi dicono..
      sei un ignorante, non conosci la storia, non conosci la giurisprudenza americana: è un disastro.questo giudice è un travicello: verrà spazzato via.non è come dicono capezzone e pannella: è un inferno.Berlusconi e la lega vogliono fare con il nostro paese la stessa cosa:l'attacco alla nostra civiltà giuridica ha questo preciso scopo:dare nelle mani di un popolo ignorante e manipolabile le chiavi del diritto.sciocco
      • Anonimo scrive:
        Re: E poi dicono..
        - Scritto da: Anonimo
        sei un ignorante, non conosci la storia, non
        conosci la giurisprudenza americana:
        è un disastro.
        questo giudice è un travicello:
        verrà spazzato via.Una curiosità: sai dirmi come si diventa giudici in USA?
        • Anonimo scrive:
          Re: E poi dicono..
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo

          sei un ignorante, non conosci la
          storia, non

          conosci la giurisprudenza americana:

          è un disastro.

          questo giudice è un travicello:

          verrà spazzato via.

          Una curiosità: sai dirmi come si
          diventa giudici in USA?Se avete un po di tempo guardatevi 9/11 il film di Moore capirete molte cose ... :-)
          • tullio scrive:
            Re: E poi dicono..

            Se avete un po di tempo guardatevi 9/11 il
            film di Moore
            capirete molte cose ... :)... tipo come si può in un film addebitare tutte le colpe all'avversario politico.E' vero che Bush ha molte colpe, ma non è vero che sono tutte sue. Leggiti "Fahrenheit 9-11 / Gli sbagli di Michael Moore sull'impero" di Robert Jensen, tradotto qui:http://www.ilbarbieredellasera.com/article.php?sid=11924
          • Anonimo scrive:
            Re: E poi dicono..

            E' vero che Bush ha molte colpe, ma non
            è vero che sono tutte sue. Leggiti
            "Fahrenheit 9-11 / Gli sbagli di Michael
            Moore sull'impero" di Robert Jensen,
            tradotto qui:
            www.ilbarbieredellasera.com/article.php?sid=1dal momento che tutti sono d'accordo nel considerare la maggior parte dei cittadini un gregge di pecore, la menzogna si combatte con la menzogna la mistificazione con la mistificazione la disinformazione con la disinformazione, se hai spirito critico fai sempre una media ponderata, se sei un cretino rimani impressionato dall'ultima cosa che hai visto, e il film di moore e' fatto per far capire agli amerindi che bush ha fatto dei danni al paese, e se lo voteranno di nuovo andra' anche peggio, e questo non e' l'unico a dirlo KOFFIE? per esempio: quando moore si e' accanito sulla lacrimuccia di quella signora dei ghetti, che era prima fiera di aver mandato sempre tutti i suoi figli in guerra per il paese, salvo poi mettersi a frignare quando ne e' morto uno.. li per li mi ha dato fastidio, ma cos'e' piazza italia che ci fanno vedere la gente che si dispera per fare audience? che caduta di stile!e invece no no propio per niente, quella scena non era li per infastidire me era li per far piangere la Sciura che sostiene la guerra senza avere idea di cosa questo significhi, senza scrupoli? forse ma le pecore si convincono cosi.
          • cico scrive:
            Re: E poi dicono..

            e invece no no propio per niente, quella
            scena non era li per infastidire me era li
            per far piangere la Sciura che sostiene la
            guerra senza avere idea di cosa questo
            significhi, senza scrupoli? forse ma le
            pecore si convincono cosi.Vero, e Moore sa molto bene come fare leva su queste peculiarità del cinema, proprio per questa ragione mi sono letto il suo libro in lingua originale "Dude where's my country" (ci sono molti argomenti del film).Devo dire che l'ho letto partendo con spirito iper-critico essendo molto prevenuto nei confronti del personaggio.Anche nel libro in alcuni casi è troppo fazioso o congetturale, la parte finale, poi, dove potrebbe esprimere qualche idea per migliorare la politica nel suo paese è vergognosamente vuota (e non mi si venga a dire che vuole essere ironico, risulta assolutamente piatto).Detto questo, il libro non mi è dispiaciuto perché in ogni caso riporta tantissimi fatti e moltissime opinioni espresse sui vari giornali/libri/saggi di altri autori nel suo paese, fornisce insomma molte informazioni e materiale su cui riflettere.Attenzione però a prenderlo con il giusto spirito critico perché non si tratta di informazione corretta: alcune cose sono congetture, altre sono state sconfessate a posteriori, si dovrebbe, insomma, avere il tempo per tirare le file di tutti i riferimenti che ci sono nel libro per vede quali sono stati smentiti e quali no.Comunque meglio che sorbirsi le tecniche di indottrinamento per la Sciura Maria.IMO ovviamente.
          • Anonimo scrive:
            Re: E poi dicono..
            Michael Moore è un uomo di "sinistra" (chiamiamolo "democratico") che opera con modi di "destra"...Può dar fastidio, a me ne dà tanto; ho letto il suo primo libro e giuro che l'ho trovato stopposa propaganda fine a sè stesso (a partire dalla strafilippica sui neri, che sono prevalentemente democratici mentre dei portoricani o dei cubani in esilio che sono quasi tutti repubblicani neanche mezza parola).Comunque ottiene dei risultati, a me non piace il modo, e neanche a molta altra gente (chi stà "a sinistra" tende ad essere un intellettuale garantista il che gli fa vedere la propaganda con occhio molto negativo) ma in un sistema americano come quello attuale è giusto che ci sia gente del genere...Capisco poi che siamo cresciuti ad Hazzard e CHiPs ma posso ribadire che nei periodi di McCarty (e Quinton Hoover - spero di averlo scritto giusto) la cosiddetta libertà è stata messa nel cesso e mandata giù con lo sciacquone... addirittura c'erano le liste nere e chi fra gli attori ne faceva parte non lavorava più ad Hollywood (e questa era solo la cosa più eclatante); apparte questo c'erano discorsi martellanti alla radio di come il pericolo rosso ed i comunisti minacciassero l'americanissimo stile di vita e altre cavolate del genere... per fortuna quando questi bei tomi sono finiti in TV (stava nascendo in quel periodo) e la gente li ha visti scalmanarsi come tanti pazzi in discussioni da malati mentali il potere popolare li ha scalzati....Per quanto riguarda l'articolo vorrei solo dire che in america c'è gente che si è ARRICCHITA perchè su una tazza di caffè non c'era scritto "Attenzione, il contenuto potrebbe essere caldo"......preferisco i nostri giudici!
          • Straha scrive:
            Re: E poi dicono..
            - Scritto da: Anonimo


            E' vero che Bush ha molte colpe, ma non

            è vero che sono tutte sue.
            Leggiti

            "Fahrenheit 9-11 / Gli sbagli di Michael

            Moore sull'impero" di Robert Jensen,

            tradotto qui:


            www.ilbarbieredellasera.com/article.php?sid=1

            dal momento che tutti sono d'accordo nel
            considerare la maggior parte dei cittadini
            un gregge di pecore, la menzogna si combatte
            con la menzogna la mistificazione con la
            mistificazione la disinformazione con la
            disinformazione, se hai spirito critico fai
            sempre una media ponderata, se sei un
            cretino rimani impressionato dall'ultima
            cosa che hai visto, e il film di moore e'
            fatto per far capire agli amerindi che bush
            ha fatto dei danni al paese, e se lo
            voteranno di nuovo andra' anche peggio, e
            questo non e' l'unico a dirlo KOFFIE?

            per esempio: quando moore si e' accanito
            sulla lacrimuccia di quella signora dei
            ghetti, che era prima fiera di aver mandato
            sempre tutti i suoi figli in guerra per il
            paese, salvo poi mettersi a frignare quando
            ne e' morto uno.. li per li mi ha dato
            fastidio, ma cos'e' piazza italia che ci
            fanno vedere la gente che si dispera per
            fare audience? che caduta di stile!
            e invece no no propio per niente, quella
            scena non era li per infastidire me era li
            per far piangere la Sciura che sostiene la
            guerra senza avere idea di cosa questo
            significhi, senza scrupoli? forse ma le
            pecore si convincono cosi.imho in principio la signora in lacrime era fiera di avere un figlio nell'esercito perchè era sicura che il figlio fosse andato a combattere per una giusta causa.quando poi è stata messa di fronte a quelli che probabilmente sono i fatti reali si è resa conto che il figlio era morto solo per arricchire qualcuno e non per un ideale.ecco perchè da fiera che era si è poi disperata... e a ragione, perchè se puoi accettare una perdita del genere per un ideale, quando capisci che l'ideale è una panzana ti crolla il mondo.....
      • vidock scrive:
        Re: E poi dicono..
        ma vaaaa...Berlusconi e compagni vogliono fare questo... andiamo su..è piu banale di quanto si pensi :Dhttp://www.uonna.it/p2piano.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: E poi dicono..
      - Scritto da: Anonimo
      E poi dicono che l'America non è
      terra di libertà, basta vedere con
      quanto accanimento difendono il primo
      emendamento della loro costituzione.Chi è che lo difende? Un giudice anonimo dopo tre anni.Chi ha voluto la legge? Bush con la scusa della sicurezza nazionale.Chi è pericoloso per gli Usa? Bush, che però si avvia ad un secondo mandato...NB: il Patriot Act non fa altro che aumentare a dismisura l'intercettabile. Il problema però non è la quantità ma la qualità: i servizi segreti Usa avevano tutte le informazioni per sventare gli attentati dell'11/9 ma non sono riusciti a tirarli fuori dalla marea di dati intercettati. A che e a chi serve allora intercettare ancora più dati (personali aggiungo io)?
      • Anonimo scrive:
        Re: E poi dicono..

        i servizi segreti Usa avevano tutte le
        informazioni per sventare gli attentati
        dell'11/9 ma non sono riusciti a tirarli
        fuori dalla marea di dati intercettati.Non sono riusciti o non hanno voluto ? Per iniziare la conquista del mondo serviva un buon pretesto...
  • Anonimo scrive:
    Megaspioni
    Vorrebbero spiare tutto e tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Megaspioni
      - Scritto da: Anonimo
      Vorrebbero spiare tutto e tutti.Già... perchè qui da noi NO.
      • Anonimo scrive:
        Re: Megaspioni e fascistoni!!!!!!!!!!!!!
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Vorrebbero spiare tutto e tutti.
        Già... perchè qui da noi NO.In U.S.A. è molto molto peggio (sono tutti dei fascistoni!!!!!!!).
    • alcat scrive:
      "Patriot Act" operativo più che mai! :-(
      - Scritto da: Anonimo
      Vorrebbero spiare tutto e tutti.Il "Patriot Act" è operativo più che mai! :-((http://italy.indymedia.org/press_release_it.htmlper articolo completo)===========================Press release7 Ottobre 2004FBI sequestra i server di Indymedia nel Regno UnitoLe autorità statunitensi hanno emesso un ordine federale imponendo all'ufficio di Rackspace negli Stati Uniti di consegnare loro l'hardware di Indymedia situato a Londra. [...]In questo quadro le autorità degli Stati Uniti hanno deciso di chiudere decine di "Indymedia Centers" in tutto il mondoLa lista degli IMC locali colpiti da questa operazione include Ambazonia, Uruguay, Andorra, Polonia, Massachusetts occidentale, Nizza, Nantes, Lilles, Marsiglia (tutta la Francia), Euskal Herria (paese Basco), Liegi, Vlaanderen est, Antwerpen (tutto il Belgio), Belgrado, Portogallo, Praga, Galiza, Italia, Brasile, Regno Unito parte del sito della Germania ed il sito della radio on-line di Indymedia.org.
Chiudi i commenti