Nuova voce per la bici

Chi userà più il tradizionale e trillante campanello?

“Pistaaa!” o “Spostarsi, grazie” ed altre comunicazioni del genere potrebbero essere gli inviti urlati dalla vostra bicicletta ai viandanti che ingombrano la strada su cui state pedalando. Certo, da che mondo è mondo le biciclette non parlano, ma a dar loro favella potrebbe essere il Verbal Bicycle Bell, uno speaker capace di riprodurre qualsiasi messaggio vocale decidiate di registrare.

Verbal Bicycle Bell

Questo campanello parlante è dotato di memoria interna, sulla quale è già presente un avviso di default, che invita i pedoni a mantenere la sinistra. Una pressione su un pulsante e l’utente potrà però incidere qualsiasi frase adatta ad avvertire delle propria presenza su strada. Il Verbal Bicycle Bell registra messaggi fino a 20 secondi e con un tasto li riproduce con un’intensità sonora pari a 80 decibel, grazie allo speaker integrato da 44 mm di diametro.

Il dispositivo trova posto su qualsiasi tipo di manubrio ed è alimentato da tre batterie a bottone di tipo LR44.

Gli interessati possono acquistare il Verbal Bicycle Bell direttamente presso Hammacher Schlemmer al prezzo di 24,95 dollari. Resta solo da capire l’utilità di un dispositivo che riproduce la propria voce. Non si fa forse prima a chiedere strada da sé? In giorni di afonia, però il clacson vocale potrebbe tonare utile… Sempre che il messaggio sia già stato registrato!

(via CoolestGadgets )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • The Dude scrive:
    Umiliare Sony
    Rende bene, dopo gli anni di arroganza.E come disse Tuco "Sono contento che tu sia grosso, perchè quando cadrai farai tanto rumore"
  • Rugolino scrive:
    Sabotaggio
    Forse dovrebbero cominciare ad indagare su un possibile boicottaggio commerciale.Perché tutto questo ora? Voglio dire, questo mi sembra il momento peggiore e più rischioso per i cracker di andare a rompere le OO a sony, visto che è come un alveare pieno di api infuriate.... a meno che non siano spinti (pagati) da un intento comune.
    • panda rossa scrive:
      Re: Sabotaggio
      - Scritto da: Rugolino
      Perché tutto questo ora? Voglio dire, questo mi
      sembra il momento peggiore e più rischioso per i
      cracker di andare a rompere le OO a sony, visto
      che è come un alveare pieno di api
      infuriate.Rischioso?Questo e' il momento migliore.All'apice di una serie di nefandezze compiute da quei miserabili.E nessuno puo' far niente per impedirlo, anzi, sono tutti li' ad aspettare che il gigante crolli per poi defecarci sopra.
      ... a meno che non siano spinti (pagati) da un
      intento comune.Ma secondo te a tutte queste migliaia e migliaia di persone che stanno contribuendo ad ammazzare di DDOS la sony frega qualcosa di guadagnare anche un solo centesimo?
      • Rugolino scrive:
        Re: Sabotaggio
        Ah guarda, per me possono anche crollare come nell'ultima scena di fight club. Mi sembrava solo di aver letto che gli Anonymous hanno dichiarato che non c'entrano con questo attacco. Certo, cmq non esistono solo loro.Quindi mi chiedevo se questa ondata fosse magari sponsorizzata da qualche rivale di sony.Ma può benissimo darsi che la rabbia scatenata dai comportamenti di sony abbia semplicemente scatenato l'odio un po'di tutti, come dici te.
        • Eropo scrive:
          Re: Sabotaggio
          "Mi sembrava solo di aver letto che gli Anonymous hanno dichiarato che non c'entrano con questo attacco"Anche se lo dicono è come se non l'avesseo detto. Anonymous non è un gruppo ben deifnito, è caos. Non hanno controllo su se stessi.
          • Francesco scrive:
            Re: Sabotaggio
            Io ipotizzo anche che ci sia qualche "talpa" all'interno di Sony.Non si può essere così incompetenti da lasciare a bella mostra centinaia di vulnerabilità.Sarà qualche speculazione per far crollare il titolo e poi rastrellarlo.
  • Fai il login o Registrati scrive:
    Mi sa che c'è qualcuno...
    ...che comincia a pagare per il comportamento scorretto avuto in passato.
  • iRoby scrive:
    Sistema operativo
    Ma che sistemi operativi e linguaggi di programmazione usano in questi siti e network?
    • enzo scrive:
      Re: Sistema operativo
      - Scritto da: iRoby
      Ma che sistemi operativi e linguaggi di
      programmazione usano in questi siti e
      network?Sicuramente non Windows. Mi sa che sarà una di quella schifezza basata su Posix
      • anon scrive:
        Re: Sistema operativo
        usano sicuramente windows. fanno schifo e buggati come nient'altro quindi windows per forza
        • deactive scrive:
          Re: Sistema operativo
          nessuna architettura e' sicura se non e' configurata e protetta per bene.
          • Sherpya scrive:
            Re: Sistema operativo
            - Scritto da: deactive
            nessuna architettura e' sicura se non e'
            configurata e protetta per
            bene.rispondi anche serio alla sagra del troll? :D
          • Sgabbio scrive:
            Re: Sistema operativo
            però ha a ragione, puoi avere il più cazzuto dei sistemi unix, però se tu non lo configuri a dovere è non fai una buona manutenzione è come avere windows.
          • . . . scrive:
            Re: Sistema operativo
            Mah insomma...Ovviamente la manutenzione e il costante monitoraggio di eventuali bugs è sempre d'obbligo, ma di base (pronti, via) un sistema *nix è mille volte più sicuro di uno win.
Chiudi i commenti