Nuovi monitor LCD ThinkVision di Lenovo

Lenovo ha ampliato la gamma di monitor LCD con l'annuncio dei due nuovi modelli ThinkVision L171 e L171p


Milano – Lenovo ha presentato i nuovi monitor ThinkVision L171 e L171p con schermo piatto a cristalli liquidi (LCD) da 17 pollici.

Progettati per offrire una soluzione di design a ingombro ridotto, i nuovi monitor riproducono immagini chiare e nitide su uno schermo ampio con risoluzione di 1.280 x 1.024 punti.

ThinkVision L171 e L171p sono dotati delle tecnologie ThinkVantage Design pensate per offrire un livello superiore di flessibilità, comfort e produttività, assicurando inoltre semplicità di utilizzo. La base ergonomica, ruotante e inclinabile, consente di posizionarli in modo da avere sempre una visualizzazione ottimale. Inoltre, rimuovendo la base è possibile montarli facilmente a parete.

ThinkVision L171 e ThinkVision L171p sono dotati di alimentatore interno, porta per l’ancoraggio del cavo di sicurezza, maniglia per il trasporto, schermo staccabile dalla base. Sono disponibili rispettivamente al prezzo di 384 euro (IVA esclusa) e di 484 euro (IVA esclusa).

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    cercando microsoft...
    ho provato il map search di msn ma cercando "microsoft" non ha dato niente come risultato... (mah...)
    • Anonimo scrive:
      Re: cercando microsoft...
      - Scritto da: Anonimo
      ho provato il map search di msn ma cercando
      "microsoft" non ha dato niente come risultato...
      (mah...)
      dai, cerca Pizzeria da Sbiarduglio, a Chieti
  • Anonimo scrive:
    Uno schiavo
    Quindi secondo Micro$oft quel programmatore/progettista è uno schiavo.Ossia o lavora per loro e per nessun'altro.O non gli è permesso usare le proprie abilità e conoscenza in settori comuni a quelli per cui lavorava in Micro$oft.Un bel concetto di arroganza e megalomania.Un individuo non è libero di scegliere per chi lavorare e a chi prestare i propri servigi...Cos'è un nuovo concetto di schiavitù?
    • Anonimo scrive:
      Re: Uno schiavo
      - Scritto da: Anonimo
      Quindi secondo Micro$oft quel
      programmatore/progettista è uno schiavo.

      Ossia o lavora per loro e per nessun'altro.
      O non gli è permesso usare le proprie abilità e
      conoscenza in settori comuni a quelli per cui
      lavorava in Micro$oft.

      Un bel concetto di arroganza e megalomania.

      Un individuo non è libero di scegliere per chi
      lavorare e a chi prestare i propri servigi...

      Cos'è un nuovo concetto di schiavitù?
      se lasci fare le leggi agli industriali cosa ti vuoi aspettare?
    • pXS^pICARD scrive:
      Re: Uno schiavo
      - Scritto da: Anonimo
      Quindi secondo Micro$oft quel
      programmatore/progettista è uno schiavo.

      Ossia o lavora per loro e per nessun'altro.
      O non gli è permesso usare le proprie abilità e
      conoscenza in settori comuni a quelli per cui
      lavorava in Micro$oft.

      Un bel concetto di arroganza e megalomania.

      Un individuo non è libero di scegliere per chi
      lavorare e a chi prestare i propri servigi...

      Cos'è un nuovo concetto di schiavitù?
      Esistono anche contratti con clausole "di lealtà", che impediscono per un certo numero di anni (di solito 3 o 5) di lavorare in aziende dello stesso settore.(anche se non so se sia calzante per questo caso...)
  • Anonimo scrive:
    5 --
Chiudi i commenti