Nuovi Opteron, nuovi consumi

AMD ha ridotto ulteriormente la fame di energia dei propri Opteron lanciando modelli capaci di consumare un massimo di 95/68 watt e offrire qualche megahertz in più

Sunnyvale (USA) – AMD ha annunciato la disponibilità di nuovi modelli di processore Opteron dual-core che, a fronte di frequenze di clock leggermente più elevate, promettono di abbassare ulteriormente il loro fabbisogno energetico.

Nella gamma di Opteron a basso consumo, con thermal design power (TDP) di 68 watt, AMD ha aggiunto i modelli 218 HE, 2218 HE e 8218 HE : tutti e tre i chip hanno una frequenza di 2,6 GHz e 1 MB di cache L2 per core. Progettati per offrire il miglior rapporto prestazioni-per-watt della linea Opteron, questi processori sono particolarmente indirizzati alle aziende che vogliono risparmiare sui consumi energetici e, nello stesso tempo, desiderano risparmiare spazio all’interno dei propri datacenter.

AMD ha poi lanciato gli Opteron 1220, 2220 e 8220 , modelli con frequenza di 2,8 GHz il cui TDP è passato dai 120 watt dei loro predecessori agli attuali 95 watt. Dotati di 1 MB di cache per ciascun core, questi processori sono dedicati ai server e alle workstation di fascia alta.

Come tradizione, anche i nuovi arrivati integrano la tecnologia di rismparmio energetico PowerNow!, che secondo AMD è capace di ridurre i consumi fino al 75% nei periodi di inattività.

I chip della serie x220 adottano il Socket F a 1207 pin, mentre la serie 1000 è basata sul Socket AM2.

Gli Opteron 8220, 2220 e 1220 veranno venduti ad un prezzo, rispettivamente, di 1.500, 700 e 550 dollari. Le varianti a basso consumo 8218 HE, 2218 HE e 1218 HE avranno invece un prezzo, rispettivamente, di 1.340, 610 e 430 dollari.

Gli analisti si aspettano che l’arrivo di questi nuovi processori porterà AMD a ritoccare il prezzo dei modelli meno recenti. Intel dovrebbe invece tagliare i prezzi della sua linea di Quad-Core Xeon in aprile.

Secondo quanto riportato da DigiTimes.com , nel 2007 AMD prevede di conquistare il 20% del mercato delle CPU embedded, un settore dove Intel si prepara a lanciare il system-on-a-chip Tolapai .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ecco un'analisi tecnica ...
    di tutti gli svantaggi che porterà Vista agli utenti:http://t40.no-ip.org
  • pierob scrive:
    Sicurezza: chiudere M$ e aziende simili
    "Da allora il gigante di Redmond afferma di aver compiuto notevoli passi avanti nel migliorare la solidità e l'affidabilità del proprio software" Non sapevo che B$ fosse anche un umorista."Dobbiamo stabilire cosa si può connettere a cosa, e per farlo abbiamo bisogno di un paradigma più potente".Dipende da chi decide, se sono io ok se è B$ o qualche altro suo simile NO!"Per vincere questa sfida, l'industria dovrà essere in grado di progettare sistemi e processi che diano alla gente e alle aziende un più elevato grado di fiducia nella tecnologia che utilizzano per proteggere la propria identità, la propria privacy e le proprie informazioni".Un suggerimento: chiudendo la M$ e mandando in pensione B$ e le altre aziende che hanno una politica simile. Ho un babbo e una mamma a cui voglio bene e questi mi bastano. Odio chiunque che con fare paternalistico decide per il mio bene sia esso B$, altri o qualche politico.
  • Anonimo scrive:
    FINALMENTE UNA RELIGIONE OPEN SOURCE
    Accogliamo con gioia e soddisfazione la prima vera grande religione open source:http://yoism.org/Linux e l'open source stanno cambiando e il mondo e le religini classiche, adesso anche Dio è open source e aperte solo le vie della salvezza.E' finita per microsfot, per le religioni monoteiste, per il DRM, per la mela, per il trustworthy computing e quant'altro satana abbia voluto imporci.Viva linux e l'open soooooouuuuuuuurceeeee !!!!(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)
  • Anonimo scrive:
    Mi diverto
    E' un sacco bello vedere tutti gli sforzi per rendere sicuri sistemi che non potranno mai esserlo. Non finche l'utenza generica sara' cosi sbadata. E va da se' che mai lo sara'. e che man mano si allarga il numero di utenti connessi meno ancora si avranno sicurezze. La ragione di essere del trustworth e del TC sta tutta li', cercano di mettere una pezza, ma avranno piu' successo a spalare acqua con il mitico forcone o tirare giu' gli altrettanto mitici mulini a vento. Faccio una trans-topico: stavo giusto leggendo Rifkin su l'espresso che propone rimedi per il riscaldamento globale. Tra cui -20% entro il 2020 di consumi energetici e -30% di emissioni COdue. Come si fa a non ridere. Davos ha fatto vedere che di nuovo nemmeno il protocollo di kyoto verra' considerato da usa cina e india. Va la'... c'e' di buono che almeno la crisi produrra' anche la soluzione: siccita', tifoni, caldo record o viceversa glaciazioni imminenti produrranno prima di tutto una forte crisi economica, per cui la riduzione auspicata. Poi come gli Usa post 1929, belli sfoltiti di numero si ricomincia. Si chiama autoregolamentazione naturale.
    • Mechano scrive:
      Re: Mi diverto
      - Scritto da:
      E' un sacco bello vedere tutti gli sforzi per
      rendere sicuri sistemi che non potranno mai
      esserlo. Non finche l'utenza generica sara' cosi
      sbadata. E va da se' che mai lo sara'. e che man
      mano si allarga il numero di utenti connessi meno
      ancora si avranno sicurezze. La ragione di essere
      del trustworth e del TC sta tutta li', cercano di
      mettere una pezza, ma avranno piu' successo a
      spalare acqua con il mitico forcone o tirare giu'
      gli altrettanto mitici mulini a vento.No il TC non serve per la sicurezza. Serve per toglierti diritti e poteri e poterti continuare a vendere merci fittizie come il software e servizi correlati.Già oggi domini internet, email diqualità e molti servizi sono a tempo, fai contratti annui.Non vedo perché non lo possa diventare anche l'uso di Windows o di un computer...Cercheranno di prospettarti che questo è molto più conveniente che possederlo e quindi doversi sobbarcare i costi della sua sicurezza, manutenzione, ecc. Paga e ci penserà il TC a proteggerti per un anno, poi si blocca e dovrai pagare ancora.
      Faccio una trans-topico: stavo giusto leggendo
      Rifkin su l'espresso che propone rimedi per il
      riscaldamento globale. Tra cui -20% entro il 2020
      di consumi energetici e -30% di emissioni COdue.
      Come si fa a non ridere. Davos ha fatto vedere
      che di nuovo nemmeno il protocollo di kyoto
      verra' considerato da usa cina e india. Va la'...
      c'e' di buono che almeno la crisi produrra' anche
      la soluzione: siccita', tifoni, caldo record o
      viceversa glaciazioni imminenti produrranno prima
      di tutto una forte crisi economica, per cui la
      riduzione auspicata. Poi come gli Usa post 1929,
      belli sfoltiti di numero si ricomincia. Si chiama
      autoregolamentazione
      naturale.Si ma quanta gente morirà prima di allora?Ci vuole una rivoluzione profonda.La più importante è eliminare il concetto di brevetto e copyright, senza brevetto e copyright nessuna azienda può crescere oltre il livello di PMI. E con le stesse scoperte e conoscenze possono nascere milioni di PMI locali in più parti del mondo che producono le stesse cose per il mercato locale.I potenti vogliono farci credere che così non ci sarebbe progresso.Ma io dico che è sempre stato così fino al 18° secolo e l'umanità un progresso l'ha comunque avuto, quindi non ci dicano bugie! Lo scoprire, inventare, sperimentare e poi condividere è insito nella natura umana.Semplicemente la ricerca e sviluppo non verrà più fatta da una mega-corporation con tanti soldi per farla ma sarà spalmato tra le migliaia di PMI in giro per il mondo che si coordineranno via Internet come avviene adesso con lo sviluppo del software libero. Le PMI hanno tutto l'interesse nel far ciò perché è così che poi vivranno dei prodotti di questa ricerca.Non vedo perché un sistema simile a quello proposto dalla licenza GPL non si possa applicare alla produzione di beni dove sono sotto licenza libera, circolano e si evolvono i progetti per la costruzione dei beni, non quindi i beni stessi.Perché poi le aziende locali prendono quei progetti e li trasformano in beni di consumo da vendere localmente nella propria area.Non avrebbero più senso i trasporti di cose e quindi i relativi costi, sfruttamento di manodopera nei paesi poveri per delocalizzare la produzione, e inquinamento che deriva dai trasporti.Perché se si inventa tutti insieme in tutto il mondo poi non ci sarà una fantomatica Motorola che fa produrre in Cina a operai sfruttati e fa trasportare in Francia per vendere lì.Ma si progetta tutti insieme, in un'aziendina in Francia si prende un progetto libero e si produce e vende lì in Francia. Lo stesso faranno aziende in Cina, Florida, Belize, Pakistan, ecc. Per i rispettivi mercati locali.I costi sarebbero comunque molto bassi, perché non ci sarebbero i costi di R&D che viene spalmato tra tutte le PMI di quel settore in giro per il mondo, ma neppure quelli di trasporto dal paese coi lavoratori sfruttati fino a quello di vendita.Con buona pace sia dei petrolieri che dei politici, dittatori e sfruttatori.--Mr. Mechano
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi diverto


        Si ma quanta gente morirà prima di allora?Facilmente un sacco. Parecchi nel terzo mondo, a calare nel secondo (tipo europa dell'est, america latina, ecc) e nel primo. Sono quello del primo messaggio e d'accordo sull'etica e sostenibilita' dell'abolizione totale di licenze. Non entro nel merito di ogni situazione, ma parecchie cose di quelle che dicono i cosiddetti no-global sono giuste. Basta contare solamente il traffico merci della globalizzazione e i danni che provoca. Penso che si arrivera' alla riconversione verso l'economia all'idrogeno meno forse che possa avverarsi una utopica societa' senza copyright. Pero' il prezzo da pagare prima sara' salato, visto che le persone hanno bisogno di toccare sulla pelle. Storicamente e nella vita pratica nessuna ristrutturazione avviene senza parziale demolizione dell'esistente. Vale quando ristrutturi una casa, quando ti rifai una vita sentimentale dopo il fallimento, e sofferenza relativa, del rapporto precedente. E vale in macro-scala per le rivoluzioni sociali. Ci sono state sanguinose rivoluzioni in Francia , Cina Russia..... Anche il boom del secolo scorso e' arrivato ricostruendo quello che era rimasto dopo un paio di conflitti mondiali. Ora abbiamo una pressione demografica altissima. 5/6 di popolazione circa che preme per avere le condizioni di vita del rimanente sesto. Beh...tanti auguri, ma...sono un po' troppi. Considerato che sei miliardi diventeranno 9 entro poco. in fondo erano la meta' mica molto tempo fa. ;-) Qui c'e' inerzia, nonostante la comunita' scientifica, che e' il nuovo dio occidentale sia quasi unanime, nonostante gente ai vertici dell'economia cominci a farlo presente e nonostante la riconversione sia redditizia. La gente per prima sta facendo poco, tranne consumare. Chiede la ripresa, chiede il guadagno, percio' i politici poco o nulla fanno. Visto mai che la gente si incazzi. Mi sono sbattuto in una vita precedente per cercare di muovere il moloch, le coscienze demolite. Pochi risultati per cui ora rido e basta. I figli che faticheranno, se non moriranno, sono i loro in fondo, io non ne faccio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Mi diverto
          Mah se è vero che le scie chimiche contengono veleni e che sia in atto un avvelenamento silenzioso delle popolazioni per causare un genocidio...www.sciechimiche.orgNon pensiamo subito a tacciarli di complottisti.Anche quelli dell'11 settembre erano dichiarati tali, ma ormai le prove sono tali e tante che solo un coglione non lo capirebbe che non sono stati gli islamici a buttare giù le torri con due aerei, anzi non sono stati due aerei... Ma cariche esplosive piazzate ad hoc con premeditazione.Non guardate solo al sito che ho riportato. Sono centinaia i siti dettagliati su questo fenomeno in giro per il mondo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi diverto
            - Scritto da:

            Mah se è vero che le scie chimiche contengono
            veleni e che sia in atto un avvelenamento
            silenzioso delle popolazioni per causare un
            genocidio...

            www.sciechimiche.org

            Non pensiamo subito a tacciarli di complottisti.
            Anche quelli dell'11 settembre erano dichiarati
            tali, ma ormai le prove sono tali e tante che
            solo un coglione non lo capirebbe che non sono
            stati gli islamici a buttare giù le torri con due
            aerei, anzi non sono stati due aerei... Ma
            cariche esplosive piazzate ad hoc con
            premeditazione.

            Non guardate solo al sito che ho riportato. Sono
            centinaia i siti dettagliati su questo fenomeno
            in giro per il
            mondo....E sugli UFO non hai niente ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi diverto
            - Scritto da:
            ...E sugli UFO non hai niente ?Ma ci sono anche segnali governativi da parte degli USA con comunicati ufficiali dove hanno ammesso la loro esistenza.Vai su Youtube e cerca UFO, c'è un mare di materiale.Ma cerca le conferenze di ufologi che ci state nel 2005 e 2006, lì troverai un sacco di materiale, foto di alieni dentro a giardini di gente o negli steccati di animali da allevamento colti mentre andavano a rapire animali o a curiosare.Oppure con cattle mutilation i filmati sulle mutilazioni di bovini, equini e ovicaprini.Oppure le scatole nere degli aerei con le registrazioni delle comunicazioni tra piloti e torri di controllo.C'è un sacco di materiale fantastico usala quella benedetta ADSL. Non te ne stare a guardare solo pornazzi e spararti pippe, che insieme alla vista si atrofizza pure il cervello. (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Dall'articolo si deduce il ritiro di MS
    Se ne sono davvero convinti che sia davvero così importante la sicurezza, ritirate subito le vostre azioni Microsoft: può essere che a breve, per rispettare questo proposito si ritiri dal mercato! :p
  • Mechano scrive:
    Un altro passo verso il controllo
    Queste manifestazioni e le parole dette in questi eventi devono fare riflettere.Sono tutte le avvisaglie verso il controllo globale anche su Internet.Se già stiamo perdendo le nostre libertà nella vita reale, questi meccanismi sono studiati per farci perdere libertà anche nei mondi digitali, forse gli unici rimasti dopo che quelli reali saranno stati completamente invasi e controllati.Se il sistema capitalistico delle multinazionali e della globalizzazione non ci piace, si è dimostrato una fregatura e volessimo sovvertirlo, ormai è quasi impossibile.È impossibile armarsi, organizzarsi senza essere intercettati e bloccati sul nascere.I poteri economici dietro ai governi occidentali vogliono convincerci che questo è il migliore dei mondi possibili, ma non è vero, questo è solo il peggiore, quello in cui non riusciamo ad avere una vita, dove dobbiamo lavorare per consumare in un circolo vizioso.Su Internet c'è una vita sociale abbastanza avanzata e prosperosa, ci sono forum alternativi e ci si organizza per moltissime cose, per scrivere programmi, ma anche per studiare e discutere di politiche migliori, di economia e soprattutto di energie alternative.Chi non vuole che la gente arrivi ad essere indipendente sia energeticamente che socialmente deve controllare internet. Perché lo scopo dei poteri economici è quello di creare dipendenze continue dalla tecnologia, dai farmaci, dalle fonti di energia non rinnovabili e non gratuite (sole, vento, ecc.).Il trustworthy computing dopo i vari progetti Magic Lantern e il Patriot Act che obbliga Cisco a mettere backdoor nei router di backbone, e Micro$oft nei suoi sistemi operativi, è un passo in più perché oltre a poter spiare la gente, mira a impedirgli di usare la tecnologia come desidera.Il mondo digitale permette di tutto, come ha permesso la libera circolazione delle informazioni, permette la digitalizzazione delle lingue, delle immagini, della musica e di tutta la conoscenza. E permette di condividerla e trasmetterla a costo nullo.A molti questo "costo nullo" sta sulle balle. Non ci deve essere niente di libero e gratuito. Il controllo e la dipendenza totale, la sottomissione in sostanza, è l'unica possibilità che questi poteri vogliono introdurre nelle nostre vite.Questi poteri non sono mica tanto oscuri o nascosti. Sono lì davanti a noi, sono l'avarizia del sistema economico occidentale, dei padroni ed azionisti delle banche, delle industrie farmaceutiche, dell'elettronica, dell'energia e dell'intrattenimento.E Micro$oft ne fa parte, è un tutt'uno con quei poteri perché le partecipazioni azionarie, le dirigenze, le ingerenze si intrecciano in tutto quel sistema economico, dove una multinazionale deve fare gli interessi delle altre in un sistema economico sinergico il cui unico scopo è dare dividendi, appagare l'avarizia e la bramosia affamando e schiavizzando il resto del mondo.--Mr. Mechano
    • Anonimo scrive:
      Re: Un altro passo verso il controllo
      Mr. MechanoCome non Quotarti.E poi c'è gente che parla di comunismo LinuxianoA intenditor poche parole (da uno che utilizza un sistema M$)
    • Anonimo scrive:
      Re: Un altro passo verso il controllo
      Mr. MechanoE' la visione ebraica della società. Solo che, stavolta, nessuno si farà più ammzzare per salvarli.....
  • Anonimo scrive:
    non bastava SSL
    Open VPNChiave Pubblica chiave privata ....Bho ...a me sembra più pericoloso trustworthyse ci sono falle ....siamo in un sommergibile a 300 metri di profonditàSI SALVI CHI PUO'
  • Anonimo scrive:
    Nuova funzionalità di vista!
    Questa nuova funzionalità di vista è passata inosservata:http://www.gnuvox.info/index.php/2007/02/06/wow_vista_ha_i_virus_a_comando_vocale
  • Anonimo scrive:
    I lupi calano dalle colline
    Sono affamati. Schifosamente ricchi e sempre piu' affamati, e rabbiosi.Arrivano con la loro bella faccia pulita, la cravatta perfettamente annodata e la voce rassicurante: "Ci siamo noi, dormi tranquillo, non prenderai nessun virus o alcun hacker penetrera' i tuoi sistemi. Sei in buone mani".E cosi' mi sento tranquillo, in buone mani.Quasi dimentico che Bill Gate, il Buono, ha fondato la Micro Soft (si, era scritto cosi') per vendere il suo famoso MS Basic, il suo primo prodotto. Ed ha dovuto subire la pirateria del suo software, copiato e riprodotto in tutti i club di appassionati del computer.Era stato indotto a scrivere una lettera, diventata famosissima, nella quale i termini "ladri", "furfanti" et similia si sprecavano... fino a quando qualcuno ha fatto notare che aveva prodotto quel software rubando tempo computazionale a computer pubblici, scrivendo software che per contratto doveva essere di pubblico dominio.Prendeva quello che era pubblico, lo faceva suo e lo rivendeva a caro prezzo, indignandosi se qualcuno si ricordava della natura di quel software stesso.Poi il nostro eroe e' cresciuto, sempre nell'ombra della legalita', diventando il paladino del tuo computer. Ora gli devi dare le chiavi del tuo sistema, i tuoi dati personali e, possibilmente, abbassare la zip dei tuoi pantaloni.Naturalmente lo devi fare perche' ti fidi: TRUST. E' la parola magica, riportata anche sul dollaro, la moneta di cui si riempie le tasche: "In God we trust".C'e' da fidarsi? Sei in grado di scegliere? Devo poter scegliere se fidarmi o no di qualcuno, altrimenti non e' fidarsi.No non puoi scegliere, ti devi fidare per forza. Il loro obiettivo e' avere tutti i sistemi, TUTTI, con la stessa tecnologia fidata. Quindi non puoi scegliere.E' un periodo di crisi, di forte crisi. Tutto sommato loro sono ricchi, potrebbero fregarsene. Ma sono sempre affamati, non basta mai. Sono voraci. E se il mercato e' stagnante, lo si ricrea. Hanno il potere di farlo.Pensiamoci un attimo: cosa potrebbero fare con un sistema TRUST come questo?Beh, innanzitutto e' stato chiarito che il software, anche se lo paghi, non e' tuo. Nulla e' tuo, lo devi solo pagare.Paghi un diritto all'utilizzo, tutto qui. E forse nemmeno quello.Infatti, una volta che ti fidi di loro, perche' non cambiare le regole? Mi sembra evidente! Paghi l'utilizzo per un determinato tempo!Il software lo userai per un mese, 6 mesi, un anno. Poi non e' piu' tuo, non lo e' mai stato. Lo vuoi usare ancora? Paghi, e' la regola del mercato.A questo punto, l'appetito vien mangiando: anche la musica, la paghi ma non e' tua. E allora, perche' la puoi ascoltare in eterno? Pagherai per un determinato numero di ascolti, oppure a tempi. E' il business, la regola del mercato.E' etico? La risposta di Bill Gates, a chi ha fatto una domanda del genere, e' stato: COMUNISTA! (letteralmente).Piu' mangi, piu' hai fame. Supponiamo che ora tutto il mondo informatico adotti questa tecnologia. Andiamo oltre, esageriamo. Chi mi vieta di applicare la stessa tecnica in qualsiasi prodotto ci sia del software?Per esempio, la tua auto. Ci sono decine di processori all'interno, ognuno dei quali controlla una parte (abs, trazione, centraline, ...). Ed il software? Non sara' mai tuo, lo paghi solo!Beh, perche' lo dovresti usare per sempre? Se il settore automobilistico interessasse a questi signori, un paio di click e.. voila', la tua auto si ferma. Cosi' come si fermerebbe la lavatrice, lo stereo, il lettore mp3, il telefonino... basta usare a sbafo un software non tuo!Ogni anno ci arrivera' a casa il bollettino ed andremo a pagare le nostre licenze per il software. Il software e' ormai dappertutto.Ho esagerato? Certamente, ma dimmi sinceramente: e' irrealistico? Pensi che non sia cosi' perche' credi nella loro etica, quella cosa che definiscono COMUNISTA?Non ti sei accorto che ci sono gia' le basi tecniche e gli strumenti legali?Ti sei accorto che ti hanno gia' cambiato la testa, e che pensi che pagare un software senza possedere nulla e' normale?
    • Anonimo scrive:
      Re: Concordo in pieno!
      Quoto al 100%! Il problema è che nella realtà le cose stanno, se possibile, ancora peggio!Di quello che dici relativamente alle automobili, per esempio, ho conferme da chi lavora in quel settore che il futuro sarà esattamente quello: centraline in cui nessuno può capire cosa c'è realmente codificato. Il mio meccanico poche settimane fa mi diceva: "Chi ti dice che all'interno di quelle centraline non esiste un contatore impostato in maniera tale che dopo n volte ti manda volutamente in riparazione?".Anche lì devi FIDARTI E BASTA, dove fidarsi è un sinonimo di "china la testa".Una volta ogni pezzo lo potevi smontare, lo vedevi fisicamente, e all'occorrenza te lo riparavi manualmente. Ora non lo fai più. Dipendi da loro dal momento che nasci a quello che muori, ed è così per tutto, compreso il meno banale problema di dove e come ti procuri di che mangiare o bere.Siamo in trappola, ormai.C'è una cosa però voglio aggiungere: il fine di tutto questo loro diabolico modo di agire non è l'arricchimento, quello semmai è un effetto collaterale che certo per loro non guasta, ma non il loro fine.Se ci pensi hanno già accumulato tanti $$$$$$$ da stravivere loro e i loro discendenti fino alla "millesima generazione". No, il loro scopo è invece portarci via la nostra libertà. Ci siamo proprio noi al centro delle loro "attenzioni", non i $$$$, che d'altra parte, altro non sono che carta straccia che si sono inventati per fregarci meglio! (vedi www.signoraggio.it)
      • Anonimo scrive:
        Re: Concordo in pieno!
        C'è un bel libro che si chiama "Avere o Essere" Di Eric Fromm edito da Mondadori.Ti spiega bene come l'uomo sia un contenitore insaziabile, che può essere un bene o un male.Un bene se lo scopo è essere, migliorarsi, studiare imparare. Diventare come una spugna che accresce nei sentimenti di amore e nella conoscenza.Un male quando è avere, essere insaziabili di denaro, di potere, di controllo sui più deboli.Ed è quest'ultima cosa che sta accadendo ai magnati americani, ai banchieri, i petrolieri e i CEO di aziende come la Micro$oft...
        • dotnet scrive:
          Re: Concordo in pieno!
          - Scritto da:

          C'è un bel libro che si chiama "Avere o Essere"
          Di Eric Fromm edito da
          Mondadori.

          Ti spiega bene come l'uomo sia un contenitore
          insaziabile, che può essere un bene o un
          male.

          Un bene se lo scopo è essere, migliorarsi,
          studiare imparare. Diventare come una spugna che
          accresce nei sentimenti di amore e nella
          conoscenza.

          Un male quando è avere, essere insaziabili di
          denaro, di potere, di controllo sui più
          deboli.

          Ed è quest'ultima cosa che sta accadendo ai
          magnati americani, ai banchieri, i petrolieri e i
          CEO di aziende come la
          Micro$oft...
          si, ma anche il morboso desiderio di possedere il completo controllo del software insito in chi professa l'open source è indice di avereil software in licenza esclude la volonta dell'avere per far posto all'utilizzo, quindi più spazio per esserequesta teoria che avresti dovuto estrapolarla automaticamente se solo avessi capito meglio il pensiero di Fromm ti dimostra che non ci sono molte differenza tra bill e il cantinaro linux-lover che scarica di tutto a più non posso: ognuno nelle sue facoltà basa la sua vita nell'avere, il resto è solo una lotta a chi ha di più e l'illusione di essere sfuggiti alla regola numero 1 che sostanzialmente ha permesso l'evolusione e la selezione della specie, i migliori vanno avanti per una società più potente e ricca, i deboli e i poveri si estinguono
          • Anonimo scrive:
            Re: Concordo in pieno!
            - Scritto da: dotnet
            si, ma anche il morboso desiderio di possedere il
            completo controllo del software insito in chi
            professa l'open source è indice di
            avereBeh chi professa l'opensource perché vuole software gratis per se può professarlo quanto vuole, potrà averne una copia, come potranno averla tutti gli altri.Non è un possesso esclusivo di un potere, di denaro o di una cosa finita come tutto l'oro e i diamanti del pianeta.Tutti posso avere una copia di un software libero.E nessun controllo ha neppure il programmatore di software libero, perché una volta che lo rende disponibile non può più prevedere quanto, dove e a chi si diffonderà quel software.
            il software in licenza esclude la volonta
            dell'avere per far posto all'utilizzo, quindi più
            spazio per
            essereSi ma implica il dover pagare e quindi introduce il desiderio di avere il denaro dei suoi clienti all'azienda che vende quel software.Solo che quell'azienda di software ne può copiare quanto ne vuole, i poveri clienti di banconote non ne possono stampare quante ne vogliono...
            questa teoria che avresti dovuto estrapolarla
            automaticamente se solo avessi capito meglio il
            pensiero di Fromm ti dimostra che non ci sono
            molte differenza tra bill e il cantinaro
            linux-lover che scarica di tutto a più non posso:
            ognuno nelle sue facoltà basa la sua vita
            nell'avere, il resto è solo una lotta a chi ha di
            più e l'illusione di essere sfuggiti alla regolaMa il cantinaro può scaricare a più non posso tutto quello che vuole, ma non ne sarà mai il proprietario esclusivo. Ne avrà una copia come tutti gli altri.Chi compra software closed ancora non ne sarà il proprietario esclusivo, ma non sarà più neppure il proprietario esclusivo delle banconote di denaro che ha sborsato per quel software.
            numero 1 che sostanzialmente ha permesso
            l'evolusione e la selezione della specie, i
            migliori vanno avanti per una società più potente
            e ricca, i deboli e i poveri si
            estinguonoEstinti dei poveri e dei deboli ce ne vorranno altri.Perché un ricco e potente non sarebbe tale se non ci fossero in contrapposizione dei poveri e dei deboli che fanno avere significato alle parole ricchezza e potere.Il desiderio di chi è ricco e potente e l'insaziabilità di ricchezza e potenza che alla lunga come stiamo notando nel nostro secolo porterà alla stessa autodistruzione del pianeta.Perché la corsa alla ricchezza e al dominio sta consumando energie e materie prime, sta inquinando e distruggerà quegli stessi ricchi e potenti artefici di queste catastrofi.A meno che questi ricchi e potenti non abbiano abilità di lasciare questo pianeta o questa dimensione per un'altra in cui andare a fare lo stesso. È solo un'ipotesi, ma non possiamo sapere cosa spinga all'autodistruzione questi potenti che stanno dietro le banche, le multinazionali dell'energia e dei beni di consumo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Concordo in pieno!
            - Scritto da:

            Solo che quell'azienda di software ne può copiare
            quanto ne vuole, i poveri clienti di banconote
            non ne possono stampare quante ne
            vogliono...non mi pare che avere software sia un diritto acquisito con la nascitavuoi il software? vuoi beneficiare di qualcosa per cui qualcuno ci avrà perso qualche grado della sia vista? Bene, allora paga e se non vuoi pagare fattelo da solo il software oppure trova qualcuno così disponibile che te lo regali, nessuno ti vieta di crearti la tua software house commercialese un software dovesse essere venduto solo una volta e al suo reale costo di produzione, allora la prima versione di photoshop o di windows 3.1 sarebbero costate qualche miliardo delle vecchie lire, quindi nessuno avrebbe potuto comprarliil metodo della licenza è in fondo una sfida ma anche un rischio per la software house, la quale spende i mln di euro in sviluppo (bastano 10 programamtori per 2 anni + spese varie e vola via un milione di euro) e vende il prodotto a 50 eurobene, se ne vende almeno 20 mila pezzi allora recupera le spese oppure diventa ricca, altrimenti la catastrofe e dietro l'angolotantissime società sono fallite e altre si sono arricchite, altre invece, più moderate, vivono tranquille senza tanti rischi e ambizioniquesto fa parte del mercato e dell'economia, ma da qui a fare condanne ideologiche ce ne vuole di ignoranzaNon mi pare quindi il caso di paragonare il software commerciale al male o al diavolo... basta con questa fede open source cieca
          • Anonimo scrive:
            Re: Concordo in pieno!
            - Scritto da:
            non mi pare che avere software sia un diritto
            acquisito con la nascitaNo, una volta avere il software era un diritto insieme all'hardware acquistato.Certamente allora un computer era una cosa ben diversa e compilatori e sistemi operativi facevano parte della dotazione standard come un qualsiasi accessorio di un oggetto, il piatto di vetro rotante per il forno a micro-onde o la paletta di pulizia per una stufa a legna.Ma ora le cose stanno cambiando c'è tanto buon software gratuito che molta gente sta mettendo a disposizione.
            vuoi il software? vuoi beneficiare di qualcosa
            per cui qualcuno ci avrà perso qualche grado
            della sia vista? Bene, allora paga e se non vuoi
            pagare fattelo da solo il software oppure trova
            qualcuno così disponibile che te lo regali,
            nessuno ti vieta di crearti la tua software house
            commercialeMa è infatti quello che sta succedendo, qualcuno sta scrivendo software per hobby e lo da via gratis o per una donazione o per un costo una tantum.
            se un software dovesse essere venduto solo una
            volta e al suo reale costo di produzione, allora
            la prima versione di photoshop o di windows 3.1
            sarebbero costate qualche miliardo delle vecchie
            lire, quindi nessuno avrebbe potuto
            comprarliMa un'azienda delle dimensioni della M$, Oracle, IBM, ecc. Non sta vendendo a costo ragionevole.Sta programmando 2-3 anni e poi per 5 anni tiene sempre gli stessi prezzi, anche dopo recuperati tutti i costi di R&D più un considerevole guadagno. Continua a copiare ad oltranza e vendere sempre allo stesso valore, anzi aumenta pure.Anzi addirittura copia, dona per beneficenza e detrae dalle tasse come se il suo valore fosse sempre quello di una copia commerciale.
            tantissime società sono fallite e altre si sono
            arricchite, altre invece, più moderate, vivono
            tranquille senza tanti rischi e
            ambizioni

            questo fa parte del mercato e dell'economia, ma
            da qui a fare condanne ideologiche ce ne vuole di
            ignoranza

            Non mi pare quindi il caso di paragonare il
            software commerciale al male o al diavolo...
            basta con questa fede open source
            ciecaIl mondo sta cambiando.Ora la conoscenza c'è un grande desiderio di condividerla.Il software è conoscenza e quindi questa condivisone gratuita sta andando a discapito delle aziende commerciali produttrici di conoscenza.Non c'è niente di male in ciò, è solo un'evoluzione.La società si è accorta che la conoscenza digitale sotto forma di software si può produrre anche in collaborazione e si può riprodurre all'infinito e trasmettere a distanza a costo praticamente nullo.È quindi solo un cambiamento di un'era e l'inizio dell'estinzione di aziende come Micro$oft.Il mio discorso però era diverso.Non parlava di software in particolare, ma di bramosia delle aziende in genere comprese anche quelle di software.Il Trustworthy Computing non è un sistema per proteggere gli utenti da virus e mali della rete in genere. Ma quello di togliergli libertà per introdurre la rendita vitalizia dagli utenti di software commerciale. Introducendo il concetto di utilizzo a termine del software e distruggendo quello di licenza d'uso a tempo indeterminato.E Vista è il precursore di questi strumenti di controllo del mercato del software commerciale.
    • Anonimo scrive:
      Re: I lupi calano dalle colline
      - Scritto da:
      Sono affamati. Schifosamente ricchi e sempre piu'
      affamati, e
      rabbiosi.
      Arrivano con la loro bella faccia pulita, la
      cravatta perfettamente annodata e la voce
      rassicurante: "Ci siamo noi, dormi tranquillo,
      non prenderai nessun virus o alcun hacker
      penetrera' i tuoi sistemi. Sei in buone
      mani".
      E cosi' mi sento tranquillo, in buone mani.
      Quasi dimentico che Bill Gate, il Buono, ha
      fondato la Micro Soft (si, era scritto cosi') per
      vendere il suo famoso MS Basic, il suo primo
      prodotto. Ed ha dovuto subire la pirateria del
      suo software, copiato e riprodotto in tutti i
      club di appassionati del
      computer.
      Era stato indotto a scrivere una lettera,
      diventata famosissima, nella quale i termini
      "ladri", "furfanti" et similia si sprecavano...
      fino a quando qualcuno ha fatto notare che aveva
      prodotto quel software rubando tempo
      computazionale a computer pubblici, scrivendo
      software che per contratto doveva essere di
      pubblico
      dominio.
      Prendeva quello che era pubblico, lo faceva suo e
      lo rivendeva a caro prezzo, indignandosi se
      qualcuno si ricordava della natura di quel
      software
      stesso.

      Poi il nostro eroe e' cresciuto, sempre
      nell'ombra della legalita', diventando il
      paladino del tuo computer. Ora gli devi dare le
      chiavi del tuo sistema, i tuoi dati personali e,
      possibilmente, abbassare la zip dei tuoi
      pantaloni.
      Naturalmente lo devi fare perche' ti fidi: TRUST.
      E' la parola magica, riportata anche sul dollaro,
      la moneta di cui si riempie le tasche: "In God we
      trust".
      C'e' da fidarsi? Sei in grado di scegliere? Devo
      poter scegliere se fidarmi o no di qualcuno,
      altrimenti non e'
      fidarsi.
      No non puoi scegliere, ti devi fidare per forza.
      Il loro obiettivo e' avere tutti i sistemi,
      TUTTI, con la stessa tecnologia fidata. Quindi
      non puoi
      scegliere.

      E' un periodo di crisi, di forte crisi. Tutto
      sommato loro sono ricchi, potrebbero fregarsene.
      Ma sono sempre affamati, non basta mai. Sono
      voraci. E se il mercato e' stagnante, lo si
      ricrea. Hanno il potere di
      farlo.

      Pensiamoci un attimo: cosa potrebbero fare con un
      sistema TRUST come
      questo?
      Beh, innanzitutto e' stato chiarito che il
      software, anche se lo paghi, non e' tuo. Nulla e'
      tuo, lo devi solo
      pagare.
      Paghi un diritto all'utilizzo, tutto qui. E forse
      nemmeno
      quello.

      Infatti, una volta che ti fidi di loro, perche'
      non cambiare le regole? Mi sembra evidente! Paghi
      l'utilizzo per un determinato
      tempo!
      Il software lo userai per un mese, 6 mesi, un
      anno. Poi non e' piu' tuo, non lo e' mai stato.
      Lo vuoi usare ancora? Paghi, e' la regola del
      mercato.
      A questo punto, l'appetito vien mangiando: anche
      la musica, la paghi ma non e' tua. E allora,
      perche' la puoi ascoltare in eterno? Pagherai per
      un determinato numero di ascolti, oppure a tempi.
      E' il business, la regola del
      mercato.
      E' etico? La risposta di Bill Gates, a chi ha
      fatto una domanda del genere, e' stato:
      COMUNISTA!
      (letteralmente).

      Piu' mangi, piu' hai fame. Supponiamo che ora
      tutto il mondo informatico adotti questa
      tecnologia.


      Andiamo oltre, esageriamo. Chi mi vieta di
      applicare la stessa tecnica in qualsiasi prodotto
      ci sia del
      software?
      Per esempio, la tua auto. Ci sono decine di
      processori all'interno, ognuno dei quali
      controlla una parte (abs, trazione, centraline,
      ...). Ed il software? Non sara' mai tuo, lo paghi
      solo!
      Beh, perche' lo dovresti usare per sempre? Se il
      settore automobilistico interessasse a questi
      signori, un paio di click e.. voila', la tua auto
      si ferma.

      Cosi' come si fermerebbe la lavatrice, lo stereo,
      il lettore mp3, il telefonino... basta usare a
      sbafo un software non
      tuo!

      Ogni anno ci arrivera' a casa il bollettino ed
      andremo a pagare le nostre licenze per il
      software. Il software e' ormai
      dappertutto.

      Ho esagerato? Certamente, ma dimmi sinceramente:
      e' irrealistico? Pensi che non sia cosi' perche'
      credi nella loro etica, quella cosa che
      definiscono
      COMUNISTA?
      Non ti sei accorto che ci sono gia' le basi
      tecniche e gli strumenti
      legali?
      Ti sei accorto che ti hanno gia' cambiato la
      testa, e che pensi che pagare un software senza
      possedere nulla e'
      normale?poveretto, la tua vita deve essere davvero una sofferenza inutileio pago un software per poterlo semplicemente utilizzare per sempre, se questo è chiaro fin dall'inizio io non ci vedo nulla di malese poi per te conta solo avere il disco rigido pieno di software "tutto tuo" allora fatti il pieno di open source, sguazza felice ma abbi più rispetto per chi nella vita non si gratta solo le palle
      • Anonimo scrive:
        Re: I lupi calano dalle colline
        - Scritto da:
        poveretto, la tua vita deve essere davvero una
        sofferenza
        inutile

        io pago un software per poterlo semplicemente
        utilizzare per sempre, se questo è chiaro fin
        dall'inizio io non ci vedo nulla di
        male

        se poi per te conta solo avere il disco rigido
        pieno di software "tutto tuo" allora fatti il
        pieno di open source, sguazza felice ma abbi più
        rispetto per chi nella vita non si gratta solo le
        palleE tu sarai infelice molto presto se compri e supporti aziende che vogliono introdurre il TC.Perché sei convinto di pagare e comprare per sempre solo adesso, ma non è detto che presto non sarà più per sempre. Che il software con licenza "per sempre" non diventi forzosamente obsoleto o non gli venga impedito di funzionare dal TC.Perché una volta introdotto il TC il software potrebbe diventare a tempo e il TC te ne bloccherà l'uso quando il tempo sarà scaduto.Non è per nulla fantascientifico il quadro prospettato dall'autore del thread. Ed è questo ciò a cui mirano i produttori di software e prodotti digitali (editoria, musica e film compresi).
      • Anonimo scrive:
        Re: I lupi calano dalle colline
        - Scritto da:
        CUT

        poveretto, la tua vita deve essere davvero una
        sofferenza
        inutile

        io pago un software per poterlo semplicemente
        utilizzare per sempre, se questo è chiaro fin
        dall'inizio io non ci vedo nulla di
        male
        Spiacente ma il tuo pensiero ha un difetto: io compro un software ma non lo posso usare sempre nel caso io cambi/aggiorni il SO o anche solo parti di esso. Se l'azienda fallisce o viene acquisita che faccio? Ricaccio i soldi? A me questo non piace tanto, li ho già spesi prima perché dovrei rispenderli?
        se poi per te conta solo avere il disco rigido
        pieno di software "tutto tuo" allora fatti il
        pieno di open source, sguazza felice ma abbi più
        rispetto per chi nella vita non si gratta solo le
        palle
    • Anonimo scrive:
      Re: I lupi calano dalle colline
      Ne hai di tempo da sbattere via... ma quando ca//o scrivi?Se hai un'idea chiara la sai esprimere in 10 righe, se ne scrivi 100 vuol dire che e' fuffa.Il tuo post non merita di essere letto.
      • Anonimo scrive:
        Re: I lupi calano dalle colline
        - Scritto da:
        Ne hai di tempo da sbattere via... ma quando
        ca//o
        scrivi?

        Se hai un'idea chiara la sai esprimere in 10
        righe, se ne scrivi 100 vuol dire che e'
        fuffa.

        Il tuo post non merita di essere letto.
        .....dal Vangelo secondo un PIRLA
  • Anonimo scrive:
    FORZA SYMANTEC!!
    il mio supporto a tutte le ditte di firewall e antivirus.
    • soulista scrive:
      Re: FORZA SYMANTEC!!
      - Scritto da:
      il mio supporto a tutte le ditte di firewall e
      antivirus.Le parole stanno a zero, ci vogliono i fatti! mettiti al lavoro: hanno bisogno di gente che scriva nuovi virus per Vista.
  • Anonimo scrive:
    "rinascere la cultura della sicurezza"
    rotfl
  • Anonimo scrive:
    Non c'è gusto
    La maggior parte della gente qui straparla di Windows senza conoscerlo e si diverte con critiche per lo più infondate. Su Vista poi...Non c'è gusto a discutere in questi forum.Il più razionale è Crazy! :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Non c'è gusto
      - Scritto da:
      La maggior parte della gente qui straparla di
      Windows senza conoscerlo e si diverte con
      critiche per lo più infondate. Su Vista
      poi...

      Non c'è gusto a discutere in questi forum.

      Il più razionale è Crazy! :|Guarda che non serve conoscere Vista per sapere cosa è il Trusted Computing e cosa porterà!Il trend nel nuovo millennio è questo, il profitto ad oltranza.Vista è solo il primo sistema operativo che vedrà l'introduzione e le prime applicazioni pratiche di questo meccanismo.Il WGA che verifica l'autorizzazione di un utente ad usare un software sarà rafforzato dal TC.Dopo la verifica se hai software pirata ci sarà la verifica se hai pagato la quota annua di uso del tuo Windows Vista 2008, ci manca pochissimo...La sicurezza è un alibi. Una scusa per infilarti una tecnologia che ha uno scopo diverso.Ma non vedi cosa sta succedendo nel mondo?Ma tu credi che esistono davvero i terroristi islamici?E quanti diritti hai perso dopo alcuni attentati che avranno ucciso meno di 1/1000 del numero di persone di persone che uccidono i sistemi sanitari del mondo occidentale e gli effetti collaterali dei farmaci sintetici?Come mai così tanti provvedimenti e necessità di proteggerci da questi terroristi cattivi quando le medicine e gli errori medici e lo smog e il cibo spazzatura pieni di grassi idrogenati e conservanti ne uccidono di più ogni anno.Perché non ci date cibo, acqua e aria di qualità e medicine naturali e senza effetti collaterali se realmente volete proteggerci?Non puoi più andare in giro senza essere spiato, non puoi viaggiare senza essere schedato.Non puoi fruire di nessun privilegio che non hai prima pagato a qualcuno.Si privatizza tutto, l'acqua potabile lo è già. Ci manca solo l'aria... Ma se sono vere le storie dietro alle scie chimiche forse sta per succedere lo stesso anche per l'aria ( http://www.sciechimiche.org ).Immagina quanta gente si può fare ammalare e obbligare a cure mediche e relativi farmaci con una scia chimica lasciata da un aereo che intossica di nanotecnologie malevoli o sostanze tossiche e ceppi di virus un'intera città. E che profitti per le case farmaceutiche!!!Cerca "morbo di morgellons" su internet...Apri la tua mente, guarda in largo, non guardare solo alle canzonette e alle finestre trasparenti di Vista!Sennò sembri solo un babbalone che non vede oltre 10cm dal proprio naso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non c'è gusto
        non sono l'autore del post precedente, ma credo che volessi dire che in molti casi i problemi di windows derivano dal fatto che chi lo usa non sempre e' preparato per quanto concerne la sicurezza.Poi si puo' parlare fino al 2020 sul fatto che windows abbia molti problemi che in altri Os non ci sono o sono quasi inesistenti.
        cosa è il Trusted Computing e cosa
        porterà!Sono sicuro che potrai spiegarci bene, con termini tecnici, in maniera compelta e semplice.

        Il trend nel nuovo millennio è questo, il
        profitto ad
        oltranza.Questo e da secoli che esiste, credi che quando c'erano gli schiavi fosse diverso?
        Il WGA che verifica l'autorizzazione di un
        utente ad usare un software sarà rafforzato
        dal TC.con XP il WGA serve solo per sapere se windows e' originale.

        Dopo la verifica se hai software pirata ci
        sarà la verifica se hai pagato la quota annua
        di uso del tuo Windows Vista 2008, ci manca
        pochissimo...con quel che manca, con i ma con i se, ci mancano solo i marziani con le antennine.

        La sicurezza è un alibi. Una scusa per
        infilarti una tecnologia che ha uno scopo
        diverso.Se lo dici tu.

        Ma non vedi cosa sta succedendo nel mondo?
        Ma tu credi che esistono davvero i terroristi
        islamici?Ma tu li leggi i libri di storia?
        persone di persone che uccidono i sistemi
        sanitari del mondo occidentale e gli effetti
        collaterali dei farmaci
        sintetici?Proponi delle cure alternative.
        le medicine e gli errori medici e lo smog e il
        cibo spazzatura pieni di grassi idrogenati e
        conservanti ne uccidono di più ogni
        anno.perche' si ti obbligano a ridurre lo somg, poi ti lamenti.
        Perché non ci date cibo, acqua e aria di
        qualità e medicine naturali e senza effetti
        collaterali se realmente volete
        proteggerci?Sicuramente interessi economici ci sono, ma ci sono anche i tuoi interessi.- metti delle galline, per avere le uova e i vicini si lamentano che puzzano.- metti un campo da coltivare e i vicini si lamentano che qundo lo concimi, puzza.- fai altro e trovi gente che si lamenta- semini qualcosa, arrivano 4 pistola che rovinano tutto.Sono tutti pagati dalle multinazionali?
        Non puoi più andare in giro senza essere
        spiato, non puoi viaggiare senza essere
        schedato.Ti dice niente: Catania

        lo stesso anche per l'aria (
        http://www.sciechimiche.org
        ).Perche', tu nel tuo piccolo non inquini?

        Immagina quanta gente si può fare ammalare e
        obbligare a cure mediche e relativi farmaci
        con una scia chimica lasciata da un aereo
        che intossica di nanotecnologie malevoli o
        sostanzeHai spento il riscaldamento, lo sai che inquina?Comunque, questo cosa c'entra con Windows?
  • Crazy scrive:
    TC = Sicurezza a scapito di Liberta`
    CIAO A TUTTI siamo alle solite, il Trusted Computing e` un sistema che indubbiamente migliorera` la sicurezza in campo informatico, e` un Progetto lodevole che, almeno per ora, sembra non presentare lacune, ma ogni medaglia ha il suo rovescio, e guarda caso, il rovescio non lo dichiara mai nessuno.Il Trusted Computing, basa la sua esistenza su un concetto base che consiste in certe linee guida della programmazione, e non lascia spazio a chi non le rispetta.Direi che e` una cosa molto buona: qualcuno veglia su di noi, e verifica che tutti i Programmi in commercio siano fatti rispettando gli standard che sono stati decisi dal TCG (Trusted Computing Group).In se, potrebbe sembrare una cosa positiva, ma Perche` un Programma sia installabile su un Computer "Trusted", deve essere stato verificato dal TCG che quindi rilascia la certificazione per quel Programma e lo codifica con la chiave segreta contenuta nei TPM di tutti i Computer Trusted.Qual'ora si cerchi di installare un Programma che non e` codificato con la chiave "Trusted Computing", automaticamente il Processore, che al suo interno ha il Chip TPM (Chip che si trova in tutte le componenti del Computer) notera` che il programma non e` crittato con la chiave TC e quindi blocchera` il processo, impedendo cosi` a priori al Programma non certificato di girare.Bene, cosi` facendo, i Virus non avranno modo di esistere (teoricamente) perche` il processore, a livello Hardware, fermera` la sua esecuzione.Quindi, una volta che si possiede un Computer Trusted, bisognera` obbligatoriamente utilizzare solo e soltanto Software che e` stato certificato e codificato dal TCG, perche` altrimenti non potra` funzionare, e lo stesso vale per le componenti Hardware del Computer.Come detto, Processori e Schede Madri iniziano ad avere il TPM (conosciuto come Chip Fritz, che e` il nome del senatore americano che ha promosso questa tecnologia), ma gia` ci sono pure Schede Video e Dischi fissi che hanno il TPM.In futuro tutte le componenti avranno il TPM, quando cio` avverra`, il Trusted Computing sara` attivato e tutte le schede e le varie periferiche inizieranno a cominicare in codice, qual'ora si dovesse installare una componente, come una Scheda Video o un Monitor che non ha il Chip, non riusciranno a funzionare in quanto, le informazioni inviate dalle altre componenti, saranno indecifrabili dal Componente non trusted in quanto, data la non presenza del TPM al suo interno, non potra` decodificare le informazioni inviategli dagli altri Hardware.Quindi, su un COmputer Trusted, sarete costretti ad utilizzare solo pezzi Trusted.Cosi` facendo, si e` sicuri che tutto sia perfettamente compatibile e che rispetti le linee guida imposte dal TCG, quale il rispetto del Copyright e la non possibilita` di installazione di Programmi che possono danneggiare il Sistema Operativo.In se, sembra tutto positivo, ma la parte negativa arriva ora:per ottenere le Certificazioni del TCG, bisogna pagare una cera somma di denaro al TCG affinche` svolga il servizio di verifica del Programma, nonche` crittazione dello stesso perche` possa funzionare sui Computer Trusted, che accetteranno, come detto, solo programmi crittati secondo la chiave segreta del TCG.Gia`, ma allora, che fine faranno tutti quei Programamtori, che per pura passione scrivono programmi che poi distribuiscono gratuitamente su vari Siti Web?Esistono Anti-Virus, Anti-Spyware, Player Multimediali, Programmi di Foto Editing e quant'altro che sono totalmente gratuiti fonrini con licenza free... provate a pensare, se tu fossi un Programmatore, e scrivessi un Programma da distribuire gratuitamente in Internet, dopo aver speso i Soldi per effettuare la certificazione presso il TCG lo distribuiresti ancora a costo zero?Ne dubito fortemente, come minimo, vorrai recuperare la somma spesa per far certificare e crittare il tuo Programma dal TCG affinche` divenisse utilizzabile suo Computer Trusted.Alla fine, chi e` che ci rimette di piu`?I consumatori, perche` non potranno pi`u usufruire dei Programmi gratuiti, perche` non ne esisteranno, o se esisteranno, gliene sara` impedito l'utilizzo.In seconda linea, ci rimetteranno le piccole Software House, che a fronte delle spese di certificazione, si troveranno a dover alzare i prezzi trovandosi a far pagare i loro programmi a prezzi simili a quelli dei magnati del Software... pensateci un Po', se l'AntiVirus AVG, che ad oggi e` gratuito, causa certificazione arrivasse a costare 50 Euro, lo andreste ancora a comperare o spendereste poco piu`, quali 80 Euro per comperare un bel Mc Afee o Norton che sono fatti da aziende che hanno un nome conosciuto?Penso che la risposta venga da se, Io stesso, se devo scegliere tra due Software a pagamento, se la differenza non e` eccessiva, vado tranquillamente su quello pi`u costoso, ma se uno e` gratis, e l'altro costa anche solo 10 Euro, vado per il gratuito, ma con il trusted Computing, questa possibilita` non ci sara` piu`.Alla fine, il vero scopo del Trusted COmputing, non e` la sicurezza, ma l'eliminazione della scomoda concorrenza del Software FreeWare, e` questo che vogliono eliminare le aziende consorziate nel TCG, e se il trusted Computing avra` successo, i consumatori si troveranno costretti a comperare software costosissimi quando in realta` esistono programmi che fanno la medesima cosa che non si fanno pagare affatto.Questa e` la sicurezza proposta dal trusted Computing Group: sicurezza che l'utenza sia obbligata a scegliere tra i loro prodotti senza permettere loro di scegleire qualcosa che sicuramente, sarebbe pi`u conveniente per il loro portafogli.Ecco perche` i prodotti Trusted vanno boicottati, se il trusted Computing fallira` causa boicottaggio, rimarremo liberi di scegliere che programmi utilizzare, altrimenti, saremo costretti ad usare solo i rpodotti delel aziende consorziate e ci verra` precluso tutto cio` che non e` passato sotto gli estorsori del Trusted Computing Group... insomma, una vera e propria "Mafia Informatica".DISTINTI SALUTI
    • Anonimo scrive:
      Re: TC = Sicurezza a scapito di Liberta`
      ancora con le favolette.Ti ho già spiegato 1000 volte che quello che tu prospetti non è realizzabile in quanto bloccheresti tutti i programmatori del mondo che sarebbero impossibilitati a scrivere software. Ma tanto tu non mi rispondi mai a questo.Continua ad inventare idiozie, mi raccomando
      • Crazy scrive:
        Rispondo alle Favolette: Programmatori
        - Scritto da:
        ancora con le favolette.
        Ti ho già spiegato 1000 volte che quello che tu
        prospetti non è realizzabile in quanto
        bloccheresti tutti i programmatori del mondo che
        sarebbero impossibilitati a scrivere software.

        Ma tanto tu non mi rispondi mai a questo.
        Continua ad inventare idiozie, mi raccomandoCIAOse tu me lo hai domandato 1000 volte, altrettante volte ti ho risposto, ma te lo rispiego volentieri.Ogni Computer Trusted, ha una sua chiave identificativa che identifica specificamente quel Computer e l'Hardware che lo compone.Se tu sei un Programmatore, sarai libero di creare, compilare e far girare Software da te scritto su quel Computer.Mi spiego: per scrivere e compilare un Programma su un Computer Trusted, sei forzato ad utilizzare un Compilatore che sia certificato Trusted.Perche` un Compilatore sia certificato trusted, deve rispettare una di quelel linee guida di cui parlavo, e nel caso del Compilatore, affinche` sia Trusted, dovra`, in fase di compilazione, codificare il Programma e quindi il file Compilato, con il codice identificativo del Computer che lo ha creato, ossia, quello su cui e` stato fatto girare il Compilatore che ha Compilato il programam da te scritto.Questo, abilitera` il Programma a funzionare sul tuo Computer, ma qual'ora volessi passare il file Compilato a qualcun altro, quel qualcun altro non potra` fare girare il file in quanto, sara` codificato con il codice identificativo del tuo Computer e gli altri Computer Trusted rifiuteranno a priroi di far girare un Programma che non e` codificato con la chiave TCG o con quella di loro stessi.Questo, e` il punto che rende quindi possibile la continuita` della vita` del Software Open Source, perche`, se tu, invece di passare il file Compilato, passi il codice Sorgente, l'altra persona potra` prendersi il sorgente e compilarselo nel suo Computer come se fosse stato lui a creare il Programma.Ovviamente, ci sara` la limitazione che sara` costretto ad utilizzare un Compilatore Trusted, senza contare che molt agente non sa nemmeno cosa sia un Compilatore, e chissa` quanto si fara` pagare sto compilatore, ma a parte questo, il Software Open, potra` vivere.Cosi` facendo pero`, sarai costretto a perdere l'esclusivita` delel modifiche sul tuo stesso Programma, se volevi tenerti il sorgete per te, non potrai, a meno che, non accetterai di pagare il TCG che crittera` il tuo File Compilato secondo le specifiche TCG.Insomma, i Programamtori potranno continuare tranquillamente a fare il loro lavoro, quello che avranno difficolta` a fare, sara` eventualmente passare ad amici il loro programma compilato afficnhe` lo provino, dovra` obbligatoriamente fornire loro il sorgente affinche` possano testare il Programma compilato sui loro stessi Computer.Spero di averti chiarito come funziona il Trustworthy Computing, e spero che tu non ti facci abbindolare da una minima modifica del nome per pensare che non si tratti sempre della stessa cosa.CORDIALI SALUTI
        • Anonimo scrive:
          Cosa leggono le mie pupille
          vedi che ti entra da un orecchio e dall'altro ti esce.La mia giornata tipo è questa:scrivo il programma, lo passo al collega per il test, lo passo al cliente che lo verifica.Il codice lo devo avere solo io, il cliente non può avere il compilatore ed io non posso chiedere chiavi per ogni cosa che faccio.Secondo, se sviluppo per PC ma devo far girare su palmare?Terzo, sui server mica posso dirgli "compilami". Gli devo mandare il compilato ed il server lo eseguirà.Se ci serve una utility per creare il DB cosa faccio? Chiamo Microsoft per farmi mandare i moduli di richiesta per le chiavi?Con il TC blocchi l'informatica, impedisci addirittura ai programmatori della Microsoft di lavorare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa leggono le mie pupille
            - Scritto da:
            vedi che ti entra da un orecchio e dall'altro ti
            esce.
            La mia giornata tipo è questa:
            scrivo il programma, lo passo al collega per il
            test, lo passo al cliente che lo
            verifica.
            Il codice lo devo avere solo io, il cliente non
            può avere il compilatore ed io non posso chiedere
            chiavi per ogni cosa che
            faccio.
            Secondo, se sviluppo per PC ma devo far girare su
            palmare?
            Terzo, sui server mica posso dirgli "compilami".
            Gli devo mandare il compilato ed il server lo
            eseguirà.
            Se ci serve una utility per creare il DB cosa
            faccio? Chiamo Microsoft per farmi mandare i
            moduli di richiesta per le
            chiavi?
            Con il TC blocchi l'informatica, impedisci
            addirittura ai programmatori della Microsoft di
            lavorare.Appunto, a M$ non frega un bel niente.Dove lavoravo io, erano fedelissimi di M$ ma ho saputo che non passano ancora a Vista perché gli applicativi non-M$ non vanno affatto, solo roba M$.Questo dovrebbe far capire dove sta andando la M$.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa leggono le mie pupille
            Spendo 2 parole a difesa di crazy:1 espone solo delle idee2 non offende nessuno3 la rete è piena di notizie a riguardo(quindi non mi pare che sia tanto pazzo)4 se non siete d'accordo che c###o gli rispondete a fare in malo modo....civili discussioni pls!5 dovremmo essere ancora in democrazia..(almeno credo)???Salutihaa umm!
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa leggono le mie pupille
            - Scritto da:
            Spendo 2 parole a difesa di crazy:
            1 espone solo delle ideedicendo il flaso infinite volte, le sue idee diventano offese per chi sa quante vlte è stato smentito e falsa propagando per chi non si è ancora informato.Questa seconda categoria va protetta: non fidatevi di quello che M$ dice sul TC: è probabilemnte falsoSopratutto, non fidatevi di quel che Crazy dice sul TC: è ampiamente dimostrato che ogni mese quello che ha detto il mese precedente è dimostrato essere falso.
            2 non offende nessunovedi punto 1
            3 la rete è piena di notizie a riguardo(quindi
            non mi pare che sia tanto
            pazzo)tante mosche dicono che la merda è buona, quindi se lo dici anche tu non devi essere pazzo.
            4 se non siete d'accordo che c###o gli rispondete
            a fare in malo modo....civili discussioni
            pls!Crazy è un praticamente BOT sparamessaggi.Chi lo legge, purtroppo è umano.
            5 dovremmo essere ancora in democrazia..(almeno
            credo)???qualunque cosa significhi quella parola, non cambia la realtà dei fatti.
          • Crazy scrive:
            La Giornata che Cambia
            - Scritto da:
            vedi che ti entra da un orecchio e dall'altro ti
            esce.
            La mia giornata tipo è questa:
            scrivo il programma, lo passo al collega per il
            test, lo passo al cliente che lo
            verifica.
            Il codice lo devo avere solo io, il cliente non
            può avere il compilatore ed io non posso chiedere
            chiavi per ogni cosa che
            faccio.
            Secondo, se sviluppo per PC ma devo far girare su
            palmare?
            Terzo, sui server mica posso dirgli "compilami".
            Gli devo mandare il compilato ed il server lo
            eseguirà.
            Se ci serve una utility per creare il DB cosa
            faccio? Chiamo Microsoft per farmi mandare i
            moduli di richiesta per le
            chiavi?
            Con il TC blocchi l'informatica, impedisci
            addirittura ai programmatori della Microsoft di
            lavorare.CIAOallora, la tua giornata tipo dovra` cambiare:1) scrivo il programma;2) passi al collega il sorgente che compilera` per fare per il test;3) passi il sorgente al TCG per la certificazione $;4) passi al cliente il file certificato e lo verifica;Il codice cosi` te lo tieni tu, ma i costi di certificazione salgono, ogni volte che deciderai di dare in giro una Beta, si aggiungeranno spese di certificazione, salvo speciali agevolazioni, che sono quasi sicuro esisteano, studiate appositamente per chi vuol certificare una Beta... diciamo per esempio: per ogni 100Mb di Programma Compilato devi pagare $100, ma se non si tratta di un Programma definitivo, bensi` una Beta, pagherai $50 anziche` 100. Il cliente cosi` non ha il sorgente, ma quegli potetici 50 Euro, che potrebbero essere 500 come potrebbero essere 5, come detto, non so il listino, andranno a gravare sul costo finale del tuo Programma.Incartatela, dovrai concepire un modo diverso di programmare, nulla potra` uscire dai confini delle mura del tuo Ufficio o della tua Casa, senza essere passato sotto le grinfie del TCG, che ti spillera` la quota pattuita.C'e` poco da fare, il Trusted Computing, modifichera` radicalmente il mondo dell'Informatica.CORDIALI SALUTI
          • Infinity scrive:
            Re: La Giornata che Cambia
            - Scritto da: Crazy

            - Scritto da:

            vedi che ti entra da un orecchio e dall'altro ti

            esce.

            La mia giornata tipo è questa:

            scrivo il programma, lo passo al collega per il

            test, lo passo al cliente che lo

            verifica.

            Il codice lo devo avere solo io, il cliente non

            può avere il compilatore ed io non posso
            chiedere

            chiavi per ogni cosa che

            faccio.

            Secondo, se sviluppo per PC ma devo far girare
            su

            palmare?

            Terzo, sui server mica posso dirgli "compilami".

            Gli devo mandare il compilato ed il server lo

            eseguirà.

            Se ci serve una utility per creare il DB cosa

            faccio? Chiamo Microsoft per farmi mandare i

            moduli di richiesta per le

            chiavi?

            Con il TC blocchi l'informatica, impedisci

            addirittura ai programmatori della Microsoft di

            lavorare.


            CIAO
            allora, la tua giornata tipo dovra` cambiare:
            1) scrivo il programma;
            2) passi al collega il sorgente che compilera`
            per fare per il
            test;
            3) passi il sorgente al TCG per la certificazione
            $;
            4) passi al cliente il file certificato e lo
            verifica;

            Il codice cosi` te lo tieni tu, ma i costi di
            certificazione salgono, ogni volte che deciderai
            di dare in giro una Beta, si aggiungeranno spese
            di certificazione, salvo speciali agevolazioni,
            che sono quasi sicuro esisteano, studiate
            appositamente per chi vuol certificare una
            Beta... diciamo per esempio: per ogni 100Mb di
            Programma Compilato devi pagare $100, ma se non
            si tratta di un Programma definitivo, bensi` una
            Beta, pagherai $50 anziche`
            100.
            Il cliente cosi` non ha il sorgente, ma quegli
            potetici 50 Euro, che potrebbero essere 500 come
            potrebbero essere 5, come detto, non so il
            listino, andranno a gravare sul costo finale del
            tuo
            Programma.
            Incartatela, dovrai concepire un modo diverso di
            programmare, nulla potra` uscire dai confini
            delle mura del tuo Ufficio o della tua Casa,
            senza essere passato sotto le grinfie del TCG,
            che ti spillera` la quota
            pattuita.
            C'e` poco da fare, il Trusted Computing,
            modifichera` radicalmente il mondo
            dell'Informatica.
            CORDIALI SALUTISperiamo in bene.......
          • Anonimo scrive:
            Re: La Giornata che Cambia
            - Scritto da: Crazyallora, la tua giornata tipo dovra` cambiare:
            1) scrivo il programma;
            2) passi al collega il sorgente che compilera` per fare per il test;nessuna azienda closed source passa il codice sorgente dello sviluppatore ad altri reparti.Mi vuoi dire che M$ ci farà diventare open source?????????????????????????
      • Anonimo scrive:
        Re: TC = Sicurezza a scapito di Liberta`
        - Scritto da:
        ancora con le favolette.
        Ti ho già spiegato 1000 volte che quello che tu
        prospetti non è realizzabile in quanto
        bloccheresti tutti i programmatori del mondo che
        sarebbero impossibilitati a scrivere software.

        Ma tanto tu non mi rispondi mai a questo.
        Continua ad inventare idiozie, mi raccomandoInfatti, non hanno ancora capito che Bill vuole il nostro bene, fa queste cose per liberarci dai virus, ha la potere di decidere per noi, ma NON LO FARA MAI. Non hanno ancora capito che l'industria del software lavora per noi, per il nostro bene!Vi ricordate il rootkit della Sony, è stato aggiunto per il nostro bene, abbiate fiducia nelle aziende!Su, spiega a questi lunatici come andranno le cose veramente!!
      • liberx scrive:
        Re: TC = Sicurezza a scapito di Liberta`
        - Scritto da:
        ancora con le favolette.
        Ti ho già spiegato 1000 volte che quello che tu
        prospetti non è realizzabile in quanto
        bloccheresti tutti i programmatori del mondo che
        sarebbero impossibilitati a scrivere software.

        Ma tanto tu non mi rispondi mai a questo.
        Continua ad inventare idiozie, mi raccomandoNon è una buona motivazione la tua.E' come se mi dicessi "è irrealizzabile altrimenti milioni di persone diventerebbero dei fuorilegge".E poi arrivo il decreto urbani.Forse dovresti spiegarti meglio.Io credo che le preoccupazione di Crazy non siano infondate, se leggi tra le righe gates e soci vogliono un" sistema sicuro" per dare fiducia...
        • Anonimo scrive:
          Re: TC = Sicurezza a scapito di Liberta`
          - Scritto da: liberx

          - Scritto da:

          ancora con le favolette.

          Ti ho già spiegato 1000 volte che quello che tu

          prospetti non è realizzabile in quanto

          bloccheresti tutti i programmatori del mondo che

          sarebbero impossibilitati a scrivere software.



          Ma tanto tu non mi rispondi mai a questo.

          Continua ad inventare idiozie, mi raccomando

          Non è una buona motivazione la tua.
          E' come se mi dicessi "è irrealizzabile
          altrimenti milioni di persone diventerebbero dei
          fuorilegge".
          E poi arrivo il decreto urbani.
          Forse dovresti spiegarti meglio.
          Io credo che le preoccupazione di Crazy non siano
          infondate, se leggi tra le righe gates e soci
          vogliono un" sistema sicuro" per dare
          fiducia...Secondo il vostro ragionamento bacato il mondo dovrebbe essere in mano ai venditori di serrature.
          • Anonimo scrive:
            Re: TC = Sicurezza a scapito di Liberta`

            Secondo il vostro ragionamento bacato il mondo
            dovrebbe essere in mano ai venditori di
            serrature.Il che, a conti fatti, è senz'altro vero.
    • Anonimo scrive:
      Re: TC = Sicurezza a scapito di Liberta`
      A parte le sciocchezze che solitamente dici e che non meritano commenti, ti faccio notare che l'iniziativa trustworthy computing non ha nulla a che fare con il trusted computing del TCG. P.S.: sto per abilitare il BitLocker sul mio portatile con il TPM 1.2!
      • Anonimo scrive:
        Re: TC = Sicurezza a scapito di Liberta`
        ..e te ne vanti pure!
        • Anonimo scrive:
          Re: TC = Sicurezza a scapito di Liberta`
          - Scritto da:
          ..e te ne vanti pure!Certo che me ne vanto perchè io, a differenza dei fanatici, sono pragmatico. Prima usavo EFS ora userò BitLocker. E quando MS romperà le scatole con il TC (cioè mai) cambierò tranquillamente piattaforma.Ma ti rendi conto che qui la gente fa di tante erbe un fascio mescolando DRM, TC e Trustworthy Computing Initiative? Tra poco diranno che CardSpace e OpenID sono dei meccanismi che servono a violare la privacy degli utenti della rete.Assurdo!
          • Anonimo scrive:
            Re: TC = Sicurezza a scapito di Liberta`
            Sono tutti modi per introdurre il concetto di copia a termine e blocchi alla fruizione.Si sta andando verso la rendita vitalizia. Software che scade e non si può sbloccare con un crack perché criptato a livello di crittazione hardware.Lo stesso per musica video ecc.E questo che non mi garba, l'andare verso un mondo blindato dove acquisti qualcosa ma non ne sei il padrone, si vuole rendere normale ed inculcare nella mente della gente che è giusto così, pagare per fruire qualche volta ma non possedere.E sarà la norma. Sparirà quasi tutto ciò che puoi comprare ed è tuo. Non esisterà più la proprietà privata proprio come nel comunismo. Solo che i proprietari saranno stavolta le multinazionali invece che uno stato dittatoriale.E cosa cambia???
    • Anonimo scrive:
      Re: Crazy non é pazzo
      ho sempre creduto che tu fussi un pazzo, ma poco tempo fà mi sono messo a cercare informazioni su internet sul TC, e mettendo insieme le informazioni ufficiali e quelle non ufficiali, tenendo per buone solo quelle confermate, si ottiene quello che dici tu, quindi, da oggi dò una mano a fare informazione sul TC e speriamo che vada a quel paeseps: cercate anche voi in internet informazioni sul TC e vedrete che Crazy non é pazzo, anzi, é uno dei più seri che ci siano su questo sito
      • Anonimo scrive:
        Re: Crazy non é pazzo
        - Scritto da:
        ho sempre creduto che tu fussi un pazzo, ma poco
        tempo fà mi sono messo a cercare informazioni su
        internet sul TC, e mettendo insieme le
        informazioni ufficiali e quelle non ufficiali,
        tenendo per buone solo quelle confermate, si
        ottiene quello che dici tu, quindi, da oggi dò
        una mano a fare informazione sul TC e speriamo
        che vada a quel
        paese

        ps: cercate anche voi in internet informazioni
        sul TC e vedrete che Crazy non é pazzo, anzi, é
        uno dei più seri che ci siano su questo
        sitoEh sì, in che siti hai cercato?www.tinfoilhats.org o www.complottiinedizionetascabile.com ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Crazy non é pazzo link URL
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          ho sempre creduto che tu fussi un pazzo, ma poco

          tempo fà mi sono messo a cercare informazioni su

          internet sul TC, e mettendo insieme le

          informazioni ufficiali e quelle non ufficiali,

          tenendo per buone solo quelle confermate, si

          ottiene quello che dici tu, quindi, da oggi dò

          una mano a fare informazione sul TC e speriamo

          che vada a quel

          paese



          ps: cercate anche voi in internet informazioni

          sul TC e vedrete che Crazy non é pazzo, anzi, é

          uno dei più seri che ci siano su questo

          sito

          Eh sì, in che siti hai cercato?

          www.tinfoilhats.org o
          www.complottiinedizionetascabile.com
          ?ho cercato con diversi motori di ricerca, questi sono alcuni dei siti:"http://www.no1984.org /""http://www.complessita.it/tcpa /""http://www.eff.org/Infrastructure/trusted_computing/20031001_tc.php""http://www.apogeonline.com/webzine/2002/07/02/01/200207020102""http://www.againsttcpa.com/index.shtml""http://www.pcimprover.it/articoli/vedi.php/id=64""http://www.softwarelibero.it/GNU/nemici/palladium.shtml""http://www.epic.org/privacy/consumer/microsoft/palladium.html""http://jack.logicalsystems.it/homepage/techinfo/Palladium.asp""http://www.linuxhelp.it/modules.php?name=News&file=article&sid=73""http://www.gnu.org/philosophy/can-you-trust.it.html"pure un video c'e`:"http://www.lafkon.net/tc/TC_derivatives.html"ed anche una petizione:"http://www.petitiononline.com/n0pal/petition.html"questi sono alcuni dei siti che ho trovato, non ti ho messo quelli ufficiali perché tanto, li conosci senza bisogno di ricerche
      • Anonimo scrive:
        Re: Crazy non é pazzo

        ps: cercate anche voi in internet informazioni
        sul TC e vedrete che Crazy non é pazzo, anzi, é
        uno dei più seri che ci siano su questo
        sitoCrazy *non* è pazzo, è solo ignorante.L'articolo parla di Thrustworthy Computing, tecnologia Microsoft per la sicurezza, la cui sigla è TwC. Il Trrusted Computing è una cosa completamente diversa, infatti la sigla è TC.Wikipedia, infatti, fornisce due pagine *ben* distinte su entrambe le tecnologie.Come disse Oscar Wilde: "A volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio". Vi consiglio caldamente di seguire questo dettame ed informarvi approfonditamente prima di affollare questi forum con dello *spam*.
        • Anonimo scrive:
          Re: Crazy non é pazzo
          Mhm... ho problemi ha trovare l'articolo sul TwC su Wikipedia.Me lo linkeresti?In compenso ho trovato quello sul TC... brr:http://it.wikipedia.org/wiki/Trusted_ComputingCiao,Matteo
          • Anonimo scrive:
            Re: Crazy non é pazzo
            - Scritto da:
            Mhm... ho problemi ha trovare l'articolo sul TwC
            su
            Wikipedia.
            Me lo linkeresti?Certamente:http://en.wikipedia.org/wiki/Trustworthy_Computing

            In compenso ho trovato quello sul TC... brr:

            http://it.wikipedia.org/wiki/Trusted_ComputingLa fonte ufficiale di Wikipedia è quella inglese, le pagine in italiano molte volte sono tradotte male. Cmq non spaventarti sul TC, se non sei stato in grado di trovare il link al TwC, probabilmente non avrai nemmeno capito di cosa si parlava. T'invito a leggere le specifiche del TC reperibili sul sito del TCG che sono le *uniche* verità sul TC. Ti renderai conto che quello che si dice in giro è molto confuso e sbagliato.
            Ciao,
            Matteo
    • Anonimo scrive:
      Re: TC = Sicurezza a scapito di Liberta`
      Che tristezza che sei manco leggi gli articoli prima di pastare sti orrori grammaticali.
    • Anonimo scrive:
      Re: TC = Sicurezza a scapito di Liberta`
      Ma ti pagano per dire sempre le solite stronzate? Perchè se lo fanno, comincerò anch'io. Se invece lo fai gratis, allora sei proprio crazy....
    • Anonimo scrive:
      Re: TC = Sicurezza a scapito di Liberta`
      CIAOè sempre un piacere leggere i tuoi articoli perchè mi fanno sentire più intelligente.Guarda, dovresti smetterla di paventare stupidaggini e soprattutto questo thread dovrebbe essere considerato *OT* perchè, TC (Trusted Computing) e TwC (Thrustworthy Computing) sono due cose diverse (Wikipedia fornisce due pagine distinte sugli argomenti).DISTINTI SALUTI
    • Anonimo scrive:
      Re: TC = Sicurezza a scapito di Liberta`
      - Scritto da: Crazy
      CIAO A TUTTI
      siamo alle solite, il Trusted Computing e` un
      sistema che indubbiamente migliorera` la
      sicurezza in campo informatico, e` un Progetto
      lodevole che, almeno per ora, sembra non
      presentare lacune, ma ogni medaglia ha il suo
      rovescio, e guarda caso, il rovescio non lo
      dichiara mai
      nessuno.
      Il Trusted Computing, basa la sua esistenza su un
      concetto base che consiste in certe linee guida
      della programmazione, e non lascia spazio a chi
      non le
      rispetta.
      Direi che e` una cosa molto buona: qualcuno
      veglia su di noi, e verifica che tutti i
      Programmi in commercio siano fatti rispettando
      gli standard che sono stati decisi dal TCG
      (Trusted Computing
      Group).
      In se, potrebbe sembrare una cosa positiva, ma
      Perche` un Programma sia installabile su un
      Computer "Trusted", deve essere stato verificato
      dal TCG che quindi rilascia la certificazione per
      quel Programma e lo codifica con la chiave
      segreta contenuta nei TPM di tutti i Computer
      Trusted.
      Qual'ora si cerchi di installare un Programma che
      non e` codificato con la chiave "Trusted
      Computing", automaticamente il Processore, che al
      suo interno ha il Chip TPM (Chip che si trova in
      tutte le componenti del Computer) notera` che il
      programma non e` crittato con la chiave TC e
      quindi blocchera` il processo, impedendo cosi` a
      priori al Programma non certificato di
      girare.
      Bene, cosi` facendo, i Virus non avranno modo di
      esistere (teoricamente) perche` il processore, a
      livello Hardware, fermera` la sua
      esecuzione.
      Quindi, una volta che si possiede un Computer
      Trusted, bisognera` obbligatoriamente utilizzare
      solo e soltanto Software che e` stato certificatoETC ETCBRUTTI IMBECILLI NATI SCOMMETTO CHE TUTTI QUELLI CHE STANNO SCRIVENDO QUI SONO DEI MARMOCCHI SENZA UN MINIMO DI EDUCAZIONE...Ma per forza a suon di offese dovete andare contro a Crazy?!?!?!?! MALEDUCATI CHE NON SIETE ALTRO!!!Ci sono modi e modi di rispondere a una persona!!!Del tipo "Scusa Crazy ma io credo di non essere della tua stessa opinione"Oppure "Scusa Crazy io ho letto altro rispetto a quello che dici te"E invece voi cosa fate?!?!? "CRAZY SEI UN IGNORANTE, CRAZY SEI PROPRIO CRAZY" CHIAMATE I VOSTRI GENITORI E DIGLIEGLI "MAMMA HO VISOGNO CHE TU MI INSEGNI DI NUOVO LA BUONA EDUCAZIONE"
    • Anonimo scrive:
      Re: TC = Sicurezza a scapito di Liberta`
      Un post è stato cancellato perchè accusato di ingiurie e offese....Tutte quelle che scrivono nei confronti di Crazy allora? Al mio paese le chiamato offese anche quelle......Cmq non condivido il linguaggio usato nei confronti di Crazy che sta solo esponendo una idea..........
      • Crazy scrive:
        Forum Liberi & Voti Sballati
        - Scritto da:
        Un post è stato cancellato perchè accusato di
        ingiurie e
        offese....

        Tutte quelle che scrivono nei confronti di Crazy
        allora? Al mio paese le chiamato offese anche
        quelle......

        Cmq non condivido il linguaggio usato nei
        confronti di Crazy che sta solo esponendo una
        idea..........CIAOnon devi prendertela, questo e` un Forum Pubblico, dove tutti esprimono cio` che vogliono, purtroppo arrivano gli insulti, ma nessuno ti obbliga a leggerli, e lo stesso vale per i miei post.Trovo assurdo invece, che il mio Topic, che voleva essere costruttivo, ha ottenuto un punteggio inferiore ad un Topic che parla di una fantomatica religione Open Source che non centra nulla con l'argomento trattato dall'articolo, questo e` eventualmente il punto su cui mi soffermerei, ossia, la scarsa qualita` di valutazione da parte die Moderatori Votanti che anziche` promuovere i Topic che parlano dell'argomento trattato dall'articolo, abbattono i Topic costruttivi lasciando scalare le classifiche a Topic che, malgrado siano classificati come "Troll" ottengono punteggi piu` elevati di Topic seri quali ad esempio il mio.Ecco, questo e` eventualmente un elemento da contestare sul Forum, ma per il fatto che piovano insulti e quant'altro, dato che esiste la liberta` di parola, e` bene che ci siano, teoricamente, dovrebbero pensarci i voti dei moderatori ad affossare dali Post, ma da quanto si evince, cio` non avviene.CORDIALI SALUTI
        • Anonimo scrive:
          Re: Forum Liberi & Voti Sballati

          Trovo assurdo invece, che il mio Topic, che
          voleva essere costruttivo, ha ottenuto un
          punteggio inferiore Ora conosciamo il vero scopo del BOT Crazy:accumulare punti PI.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Forum Liberi & Voti Sballati
            io invece vedo che i troll frustrati usano i post di Crazy come sfogo.che tristezza :-o
  • Anonimo scrive:
    Per la redazione: E' UNO SCHERZO!
    alcuni exploit per Vista che sfruttano ..., nella gestione di mouse e tastiera e in Visual StudioE' UNO SCHERZO! Fatto apposta per rispondere alle "vulnerabilità" del riconoscimento vocale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per la redazione: E' UNO SCHERZO!
      - Scritto da:
      alcuni exploit per Vista che sfruttano ...,
      nella gestione di mouse e tastiera e in Visual
      Studio

      E' UNO SCHERZO! Fatto apposta per rispondere alle
      "vulnerabilità" del riconoscimento
      vocale.


      per davvero l'articolo parlava di quelle vulnerabilità burla? Ahahahahaha mi sto spisciando!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Per la redazione: E' UNO SCHERZO!
        - Scritto da:
        per davvero l'articolo parlava di quelle
        vulnerabilità burla? Ahahahahaha mi sto
        spisciando!!!!Per chi se lo fosse perso ecco il link: http://www.istartedsomething.com/20070206/more-vista-exploits/.Dopo le risate alcune considerazioni serie.Come primo cosa farei una considerazione su quanto velocemente le bufale si spargono con questi mezzi. Poi inviterei gli interessati a verificare la "gravità" della vulnerabilità del sistema di riconoscimento vocale per capire il perchè dell'ironia. Infine farei notare "l'accanimento" che alcuni attori della rete e non mettono sul cercare difetti di Vista (ma chissà perchè non parlano mai di Office - questo mi sfugge).MS
  • Anonimo scrive:
    Sicurezza è necessaria? L i n u x !!
    Se davvero sta a cuore alle aziende la sicurezza, la inpenetrabilita' etc, non devono certo rivolgersi a M$... ma a Linux.. qualsiasi distro di Linux e' piu' sicura di tutti gli windows esistenti messi insieme.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sicurezza è necessaria? L i n u x !!
      - Scritto da:
      Se davvero sta a cuore alle aziende la sicurezza,
      la inpenetrabilita' etc, non devono certo
      rivolgersi a M$... ma a Linux..


      qualsiasi distro di Linux e' piu' sicura di tutti
      gli windows esistenti messi
      insieme.un mattone è ancora più sicuro, ma questo non significa che sia pratico da usare come apparecchiatura informatica.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sicurezza è necessaria? L i n u x !
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Se davvero sta a cuore alle aziende la
        sicurezza,

        la inpenetrabilita' etc, non devono certo

        rivolgersi a M$... ma a Linux..





        qualsiasi distro di Linux e' piu' sicura di
        tutti

        gli windows esistenti messi

        insieme.

        un mattone è ancora più sicuro, ma questo non
        significa che sia pratico da usare come
        apparecchiatura informatica.Bhe ? I sistemisti dovrebbero essere li' apposta x conoscere le apparecchiature, non per fare click avanti click avanti...
        • Anonimo scrive:
          Re: Sicurezza è necessaria? L i n u x !

          Bhe ? I sistemisti dovrebbero essere li' apposta
          x conoscere le apparecchiature, non per fare
          click avanti click
          avanti...riuscire a creare qualcosa che non richieda un sistemista sarebbe un grande successo.Non capisco perchè questa voglia di rendere difficile l'informatica. Io la vedo così:risolto il problema dell'OS ho più tempo per programmare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sicurezza è necessaria? L i n u x !
            - Scritto da:

            Bhe ? I sistemisti dovrebbero essere li' apposta

            x conoscere le apparecchiature, non per fare

            click avanti click

            avanti...
            riuscire a creare qualcosa che non richieda un
            sistemista sarebbe un grande successo.Infatti Unix e X25 sono stati un grande successo: i sistemisti servono piu' che altro ad installare software ed hardware.
            Non capisco perchè questa voglia di rendere
            difficile l'informatica.Per chi ? L'utente e' giusto che non si accorda di niente, il tecnico e' giusto che sappia mettere le mani dentro al motore.
            Io la vedo così:
            risolto il problema dell'OS ho più tempo per
            programmare.Allora niente di meglio di una ubuntu preinstallata e preconfigurata.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sicurezza è necessaria? L i n u x !
        - Scritto da:

        qualsiasi distro di Linux e' piu' sicura di
        tutti

        gli windows esistenti messi

        insieme.

        un mattone è ancora più sicuro, ma questo non
        significa che sia pratico da usare come
        apparecchiatura
        informatica.KDE è facile da usare come l'interfaccia di Widows, dove sta il problema?Ho installato alcune Mandrake e Kubuntu a casa di utenti che non sapevano nemmeno usare Windows. Avevano paura di non saper più come fare e invece ora scelgono sempre Linux al boot (lo avevo lasciato in automatico su Windows), nel giro di un mesetto hanno fatto la propria scelta da soli. L'ho scoperto quando mi hanno telefonato per sapere come installare il CD della stampante (gli ho detto di metterlo via, in un solo caso è bastato andare sul linuxprinting.org e scaricare il file PPD, via telefono hanno fatto tutto).Il bello è che in un colpo si sono risolti tutti i problemi di virus, troian, dialer e crash di sistema. Quelle poche persone che usano i videogiochi commerciali avviano con Windows.A detta di loro GNU/Linux lo trovano più pulito e meno problematico, infatti non saltano fuori popup a cui non sanno come rispondere e tutti i loro file sono dentro la stessa cartella, senza possibilità di errore.Mi chiedono sempre "dove posso trovare i programmi?" e la risposta è "ce ne sono un migliaio già installati, comunque basta che premi quel pulsante che ti appare una lista di altri programmi che possono fare tutto quello che ti serve. Ne selezioni uno e si installa da solo, il tempo di scaricarlo e puoi già utilizzarlo.", non vi dico quanto sono impressionati.Questo è a dimostrare, anche se in piccolo, che il computer è perfettamente usabile anche da un'utenza piuttosto impreparata e che se lasciati in condizione di poter scegliere, scelgono.
    • Madder scrive:
      Re: Sicurezza è necessaria? L i n u x !
      Sicurezza è necessaria ? formare gli utenti !!! Pochi giorni fa era uscito su slashdot (mi sembra) la notizia di un sito dove si proponeva a mo di scherzo una sorta di WGA per linux, il LGA. http://www.linuxgenuineadvantage.org/Ovviamente per installarlo sono necessari i diritti di amministratore (root), ma una volta avviato questo LGA era davvero in grado di bloccare il sistema se non venivano fatte certe azioni. Ora, fatevi un giro sui forum per vedere quanti ci sono cascati e ora chiedono come disattivarlo ! Non esiste TRUST fintanto che gli utenti useranno la password 1234 ("perchè altrimenti la dimentico"), oppure la scriveranno su un foglietto appiccicato al video, oppure caricheranno software proveniente da ogni dove, oppure continueranno a spedirsi animazioni, screensaver, giochini ovviamente nella forma di eseguibile. La cosa ridicola è la gente che si lamenta dicendo che "è difficile". Sono pronti ad imparare come comprimere un eseguibile usando la password sullo zip per evitare che i sistemi di sicurezza riescano ad intercettare la spedizione dell'eseguibile, ma si rifiutano di capire e sbuffano se viene richiesta una password di almeno 8 caratteri con almeno una maisucola, una minuscola, un numero e un carattere speciale. Fino a quando avremo utenti del genere (su ogni piattaforma, win/linux/bsd/osx/...) ci sarà terreno fertile per poter implementare ogni sistema invasivo di trust computing. Il mio consiglio ? basta fare i talebani di questo o di quel sistema operativo! insegnate, con pazienza e parole semplici a rendere sicuri i sistemi informatici. madder
      • Anonimo scrive:
        Re: Sicurezza è necessaria? L i n u x !
        ho vosto cose che voi umani non potete nemmeno immaginare: account root/root, segretarie administrator, crack scaricati da astalavista su macchine di produzione, sviluppi e test in produzione, database sql server con account sa/sa, pwd di root scritte sui postit sul monitor, pwd di root scritte sulla lavagna. e parlo di aziende GROSSE.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sicurezza è necessaria? L i n u x !
          - Scritto da:
          ho vosto cose che voi umani non potete nemmeno
          immaginare: account root/root, segretarie
          administrator, crack scaricati da astalavista su
          macchine di produzione, sviluppi e test in
          produzione, database sql server con account
          sa/sa, pwd di root scritte sui postit sul
          monitor, pwd di root scritte sulla lavagna. e
          parlo di aziende
          GROSSE.A me i "sistemisti" di una importante azienda, dopo aver parlato di policy e direttive aziendali, mi hanno mandato due chiavette USB e i dati per poter finalmente accedere al loro webserver.Da notare due cose:1) i PIN delle chiavette erano il loro stesso seriale, ben leggibile in chiaro appena le si collega2) le password dei vari passaggi sono invariabilmente "password".E stiamo parlando di una delle società di un importante gruppo italiano che opera in mezzo mondo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sicurezza è necessaria? L i n u x !
          - Scritto da:
          ho vosto cose che voi umani non potete nemmeno
          immaginare: account root/root, segretarie
          administrator, crack scaricati da astalavista su
          macchine di produzione, sviluppi e test in
          produzione, database sql server con account
          sa/sa, pwd di root scritte sui postit sul
          monitor, pwd di root scritte sulla lavagna. e
          parlo di aziende
          GROSSE.confermo. Tirare in ballo Linux è la solita, stupida, guerra di religione. Quello che serve sono utenti più "attenti" e tecnologie, come quelle di cui si parla nell'articolo, che sleghino la sicurezza dalle capacità dell'utente. Quindi SmartCard, TC, IPv6, etc..Cosa serve spendere 400 euro al giorno per un sistemista Unix se poi le password sono di dominio pubblico? nulla.
        • gerry scrive:
          Re: Sicurezza è necessaria? L i n u x !
          - Scritto da:
          ho vosto cose che voi umani non potete nemmeno
          immaginare: account root/root, segretarie
          administrator, crack scaricati da astalavista su
          macchine di produzione, sviluppi e test in
          produzione, database sql server con account
          sa/sa, pwd di root scritte sui postit sul
          monitor, pwd di root scritte sulla lavagna. e
          parlo di aziende
          GROSSE.Ma è esattamente questo che dicono i sostenitori del TCPA.Non si può lasciare il controllo a persone che non sanno come gestirlo, per cui la soluzione migliore è togliergli ogni controllo.Poi incidentalmente questo potrebbe anche togliere il controllo a chi sa come gestirlo e/o non vuole assolutamente che gli venga tolto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sicurezza è necessaria? L i n u x !
        - Scritto da: Madder
        http://www.linuxgenuineadvantage.org/LOLLONE! Ho le lacrime agli occhi! :DL'ultimo capoverso, poi, è la ciliegina sulla torta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sicurezza è necessaria? L i n u x !!
      - Scritto da:
      Se davvero sta a cuore alle aziende la sicurezza,
      la inpenetrabilita' etc, non devono certo
      rivolgersi a M$... ma a Linux..


      qualsiasi distro di Linux e' piu' sicura di tutti
      gli windows esistenti messi
      insieme.

      si diceva la stessa cosa di firefox fin quando la sua diffusione era uguale a quella di linux: 1%http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1882550&r=PIma uscite dal mondo delle favole una buona volta
      • Anonimo scrive:
        Re: Sicurezza è necessaria? L i n u x !
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Se davvero sta a cuore alle aziende la
        sicurezza,

        la inpenetrabilita' etc, non devono certo

        rivolgersi a M$... ma a Linux..





        qualsiasi distro di Linux e' piu' sicura di
        tutti

        gli windows esistenti messi

        insieme.





        si diceva la stessa cosa di firefox fin quando la
        sua diffusione era uguale a quella di linux:
        1%E continua ad essere tale, ma nessuno e' perfetto, tu si ? Allora perche' non scrivi software ?
        http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1882550&r=PI
        ma uscite dal mondo delle favole una buona
        voltaSei tu che vivi in un mondo di assoluti, povero ingenuo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sicurezza è necessaria? L i n u x !
      - Scritto da:
      Se davvero sta a cuore alle aziende la sicurezza,
      la inpenetrabilita' etc, non devono certo
      rivolgersi a M$... ma a Linux..


      qualsiasi distro di Linux e' piu' sicura di tutti
      gli windows esistenti messi
      insieme.

      Se linux mi riconoscesse mouse e tastiera lo userei pure...
      • scionforbai scrive:
        Re: Sicurezza è necessaria? L i n u x !

        Se linux mi riconoscesse mouse e tastiera lo
        userei pure...Se tu comprassi dell'hardware che funziona secondo gli standard e non ha bisogno di driver speciali che il produttore fornisce solo per windows ... comunque io con diverse tastiere wireless e con un paio di mouse wireless non ho mai visto problemi su linux.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sicurezza è necessaria? L i n u x !
        Non spariamo minchiate per favore. Il protocollo AT e poi PS/2 per tastiera e mouse sono standard da anni per tutti i sistemi operativi e architetture che li montano.Anche l'USB è stato standardizzato e incapsula tastiera, mouse e dispositivi di input e puntamento in modo trasparente per ogni sistema operativo e architettura hardware.L'unica cosa di cui lamentarti possono essere tasti e funzioni speciali delle tastiere multimediali.Ma se usi un desktop come KDE hai preconfigurati centinaia di prodotti e relativi codici tastiera per crearti da solo tutte le funzioni che desideri su quei tasti.
  • Anonimo scrive:
    Gates il meno adatto..
    ..il meno adatto per parlare di sicurezza visti i risultati dei suoi sistemi.
    • uguccione500 scrive:
      Re: Gates il meno adatto..
      - Scritto da:
      ..il meno adatto per parlare di sicurezza visti i
      risultati dei suoi
      sistemi.Quoto e straquoto...I virusacci girano per il 99% su piattaforme maicrozozz ed è ancora l'unico sistema a non avere un firewall decente integrato... Mamma mia che insegnante eccellente il signor Cancelli! :) Proprio dei suoi sistemi dovremmo fidarci, si....
    • Anonimo scrive:
      Re: Gates il meno adatto..
      - Scritto da:
      ..il meno adatto per parlare di sicurezza visti i
      risultati dei suoi
      sistemi.Invece tu che di sistemi operativi non ne hai scritto manco mezzo sei il più adatto ad andare giù a giocare in cortile.Come se poi Bill Gates avesse chissà quale influenza sulla progettazione dei sistemi operativi Microsoft (rotfl)(rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Gates il meno adatto..
        - Scritto da:
        Come se poi Bill Gates avesse chissà quale
        influenza sulla progettazione dei sistemi
        operativi Microsoft
        (rotfl)(rotfl)Bill Gate$ e tutto il reparto economico hanno una forte influenza sulla progettazione dei sistemi operativi Micro$oft, non direttamente ma indirettamente quando lo scopo è guadagnare, tagliano i costi e non fanno fare test approfonditi. Quando non ci mettono persone sufficienti a progettare e provare a dovere le parti critiche, sempre per questioni di costi.E quando devono rispettare delle roadmap e devono per forza uscire con un nuovo prodotto entro un periodo predefinito che non gli da il tempo di creare un prodotto veramente completo e sicuro.Questione di soldi... Che incide sulla qualità.Quindi quando guadagnare è più importante che innovare, l'influenza è reale.E come al solito le conseguenze le pagano gli utenti, e perché hanno sistemi insicuri, e perché si ritrovano a fare da beta tester PAGANTI su sistemi incompleti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Gates il meno adatto..
        - Scritto da:
        Che gran Markettaro ....
        compra e vende tecnologia da più di venti anni
        .....
        e l'IT italiana crede che abbia inventato tutto
        lui
        .


        che dire....
        un GENIO ...e che IDIOTA l' IT italiana .. (newbie)
Chiudi i commenti