Nuovo chipset alle vitamine per Pentium 4

Canterwood porta sui PC Intel-inside un nuovo bus a 800 MHz e altre migliorie tese ad incrementare le prestazioni di PC di fascia alta e workstation monoprocessore. Pronto al debutto anche un nuovo P4 a 3 GHz


Santa Clara (USA) – Il nuovo concentrato di vitamine per Pentium 4 si chiama 875P. Questo chipset, in precedenza noto con il nome in codice di Canterwood, porta nella famiglia di processori desktop del chipmaker californiano diverse novità, fra cui un nuovo front-side bus a 800 MHz e il supporto ad un tipo di memoria più veloce e ad hard disk più capienti.

L’875P avrebbe dovuto debuttare sul mercato insieme ad una nuova versione del P4 a 3 GHz in grado di supportare il più veloce bus di sistema: tuttavia, per problemi tecnici dell’ultima ora, il chipmaker di Santa Clara ne ha rinviato il rilascio a data da destinarsi.

Dedicato alla fascia di mercato medio-alta, il nuovo chipset equipaggerà le workstation a singolo processore e i PC desktop con un prezzo pari o superiore ai 1.500 euro: fra i primi produttori ad aver introdotto sul mercato soluzioni basate sul nuovo chipset di Intel vi sono HP, Dell e Gateway.

“Il nuovo processore e il nuovo chipset di Intel concorrono nell’insieme a garantire funzionalità e potenza senza compromessi agli utenti di PC che richiedono i massimi livelli di prestazioni con i contenuti multimediali digitali, i videogame e la banda larga”, ha affermato Louis Burns, Vice President e General Manager del Desktop Platforms Group di Intel. “Per il computing di fascia alta, l’accesso ai dati è diventato uno dei colli di bottiglia più rilevanti ai fini delle prestazioni. Gli utenti che richiedono prestazioni elevate potranno trarre vantaggio dalle tecnologie di bus e memoria estremamente veloci di questa nuova piattaforma informatica, oltre che della tecnologia Hyper-Threading del processore Pentium 4 per il multitasking o l’esecuzione di applicazioni threaded”.

Come si è detto, l’875P porta la frequenza del bus di sistema dai precedenti 533 MHz agli attuali 800 MHz (200 MHz quad-pumped), elevando di conseguenza l’ampiezza di banda con la memoria dal massimo limite teorico di 4,2 GB/s a 6,4 GB/s.

Per ottimizzare la comunicazione fra processore e memoria, Intel ha introdotto una nuova tecnologia, chiamata Performance Acceleration Technology (PAT), capace di ridurre le latenze nell’accesso alla RAM. La nuova architettura Communications Streaming Architecture (CSA) è invece alla base del nuovo bus di networking dedicato che, in combinazione con il nuovo controller Gigabit Ethernet PRO/1000 CT Desktop, raddoppia la larghezza di banda di rete che è possibile raggiungere con le attuali soluzioni basate su bus PCI.

Seguendo quella stessa strategia già applicata per i suoi chipset di fascia bassa, Intel ha eliminato dall’875P il supporto alle memorie RDRAM di Rambus in favore delle DDR SDRAM a 400 MHz (DDR400). Il chipset supporta due canali di memoria e i moduli con codice di correzione degli errori ECC.

Al contrario dei chipset attualmente posizionati sul mercato mainstream, l’875P supporta il nuovo AGP 8X e l’Hyper-Threading, introducendo poi il supporto al Serial ATA 150. Il south bridge del nuovo chipset (l’ICH5) è infatti il primo ad integrare il supporto alla nuova interfaccia standard seriale di ATA e, nella versione ICH5R, un controller RAID (Redundant Array of Inexpensive Disks) per dischi Serial ATA.

Il prossimo mese Intel dovrebbe rilasciare una versione più economica di Canterwood, conosciuta con il nome in codice di Springdale, che erediterà molte delle funzionalità del primo ma verrà offerto in un maggior numero di configurazioni e sarà dedicato alla fascia dei PC desktop consumer. È probabile che Springdale integri, al pari di altri chippetti mainstream, un processore grafico.

Più o meno nello stesso periodo Intel dovrebbe poi rilasciare un nuovo modello di P4 a 3,2 GHz e aggiornare alcuni dei modelli più recenti, come quelli compresi fra 2,4 GHz e 2,8 GHz, al nuovo FSB a 800 MHz.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma allora la tassa sui CD ??
    Ma come ? Non solo vi fate dare ( in tono decisamente di abuso e incostituzionalità ) soldi su qualunque CD supponendo che TUTTI gli italiani che comprano CD se ne servano per duplicare, ma ora ADDIRITTURA pretendete totale accondiscendenza dai provider?Esattamente come dite voi, lo stesso deve fornire chiarificazioni alle autorità competenti, che non siete certamente voi. Per cui, se sperate di farci "cornuti e mazziati", state certi che non avrete complicità.Botte piena e moglie ubriaca mi sembra VERAMENTE eccessivo.La prossima mossa quale sara, la delazione pagata ???Calate il prezzo dei CD e vedrete che la pirateria si stronca da sola.Robe da pazzi......
  • Anonimo scrive:
    Come si fa...........
    Come pensano di poter regolamentare internet ??? Una rete mondiali di pc........secondo me non sanno neppure cosa è internet..........cmq non potranno limitarci di "navigare", perche è impensabile "mettere i semafori" agli oceani.......il mio commento finale......MAH! la solita cartaccia
  • Anonimo scrive:
    Censura Istantanea? Sì.
    Re: Censura istantanea di Utente non registrato del 16/04/03 (1:37) - Scritto da: mARCOs
    Ma che c'entra la libertà di espressione???
    Allora ti deve essere consentito di
    dire/fare quello che vuoi, senza incorrere
    in sanzioni di nessuno tipo, solo perché c'è
    la libertà di espressione? Che ragionamento
    ridicolo... Ma quanti anni hai? 2? Quante persone esistono così pateticamente ingenue?? Lo sai almeno che nelle libere democrazie esiste la libertà di parola (che comprende ANCHE la libertà di pubblicare dei file) e NESSUNO dovrebbe togliertela a parte un tribunale, l'unica Istituzione deputata a stabilire legittimamente la revoca di diritti costituzionalmente riconosciuti? Non siamo in Cina, e neanche a Cuba, qui non esiste il controllo preventivo dell'operato dei cittadini (o almeno, non esisteva) e tutti sono (erano?) innocenti fino a prova contraria. In uno Stato di Diritto l'onore della prova ricade sull'accusa, il provvedimento che è stato votato nei giorni scorsi è degno di un Comitato di Salute Pubblica stile rivoluzione francese, dove chiunque era accusato di complottare veniva subito buttato in prigione e lì tenuto ad ammuffire fino a quando non si dimostrava il contrario. Da domani basterà che la FIMI o la SIAE, o qualsiasi cavolo di Società o multinazionale può venirvi in mente (queste leggi sono state fatte per loro, avanti!) gridi al delitto di lesa maestà davanti a un sito che lotta contro di loro, o che magari contiene semplicemente degli MP3 con i latrati del vostro cane, e immediatamente i vostri contenuti saranno censurati, senza processo e senza avvocati. Solo POI, dopo un attento esame in sede processuale (esame che si preannuncia luuuungo, come nel miglior stile della giustizia italiana) i vostri contenuti saranno eventualmente rintegrati nel sito che nel frattempo vi è stato sequestrato, contenuti che non interesseranno piu' nessuno perchè nel mentre sarà ormai giunto il 2020 e la gente sarà troppo impegnata con gli shuttle su Marte per perdere tempo dietro la vostra stupida paginina. Gianluca Cardinale
  • Anonimo scrive:
    Dopo i CD... sarà l'ora dell'Hosting
    Credo proprio che ci dovremo rassegnare a vedere il prezzo dell'Hosting crescere un bel po', tassato bene bene dalla Siae.La cosa mi disgusta, anche perché io, Artista socio Siae, non vedo comunque un soldo della ridicola fantomima che è la Ripartizione delle quote su base statistica... Ora, a prescindere dal fatto che sia giusto o meno prendere soldi a caso, lo scopo della Siae è quello di proteggere le opere d'ingegno "artistico"... Ci pagano con anni di ritardo; un bollettino, se anche c'è un solo carattere sbagliato, viene annullato e non ti becchi un soldo di tutta l'esibizione (per la quale l'esercente ha pagato alla Siae minimo 300/400 Euri + percentuale sugli scontrini, soldi a titolo di "diritti d'Autore" MIEI, aggiungo); se addirittura inizio un'esibizione, dimenticandomi di aver scritto almeno il mio nome, quand'anche spiego ali ispettori che mi è passato di mente, che la musica che faccio è *mia* e che sono socio Siae (loro dovrebbero appunto *proteggermi*) e che è tutto *registrato alla Siae* mi ridono in faccia! sono contenti! mi dicono che avendolo saputo possono farmi una multa ancora più grossa [REALMENTE ACCADUTO].Mah... sono indeciso se usare il gas nervino o il fucile.
    • Anonimo scrive:
      ...scherzavo

      Mah... sono indeciso se usare il gas nervino
      o il fucile.
      Si è capito che scherzavo, no ?
    • avvelenato scrive:
      Re: Dopo i CD... sarà l'ora dell'Hosting
      prova a costruire una pistola laser usando componentistiche trattre da masterizzatori ;)
    • Ekleptical scrive:
      Re: Dopo i CD... sarà l'ora dell'Hosting

      Credo proprio che ci dovremo rassegnare a
      vedere il prezzo dell'Hosting crescere un
      bel po', tassato bene bene dalla Siae.Che palle con 'sta SIAE!!!Visto che tutti sono (giustamente) scontenti di 'sto carrozzone, perchè voi artisti associati non ne proponete l'abrogazione una volta per tutte?Non mi pare che stia scritto un obbligo di fede in nessun articolo dell'associazione!Andate da Pannella, gli proponete il referendum per introdure la concorrenza nella gestione dei diritti e finalmente ci liberiamo una volta per tutte della SIAE e della scusa al pirataggio che fornisce nel nostro paese!Sarebbe la volta buona che ci ritroviamo con una società di gestione diritti estera tipo ASCAP e similari, che nel giro di un anno fa fuori la SIAE per manifesta superiorità!(E farei notare en passante che NESSUNO all'estero si lamenta delle loro equivalenti SIAE...per il semplice motivo che non sono equivalenti per niente!! Come dico sempre è un problema strettametne italiano del carrozzone SIAE, non dell'istituzione in sè)
    • Anonimo scrive:
      Re: Dopo i CD... sarà l'ora dell'Hosting

      Mah... sono indeciso se usare il gas nervino
      o il fucile.
      Io preferisco il fucile. Visto che mi impediscono di scaricare DOOM da qualcuno che me lo vuole regalare, almeno il mio UNREAL me lo faccio in casa .... pensate che favola, la caccia al politico imbecille ( loro che fuggono e noi ben armati...... ) all' interno di un bel labirinto.......ehehehehehehehe ...... lasciatemi almeno sognare.........
  • Anonimo scrive:
    e chi se ne fotte!!!!!!!!
    io continuo a diffondere cd offline
  • Anonimo scrive:
    FIMI continua a sbagliare mira
    Non so se lo fanno apposta o sono proprio scemi, ma quelli di FIMI continuano a pensare che la pirateria musicale e' una rete di privati che si scambiano brani mp3.- Ma lo sanno che invece i "pirati" sono quelli che duplicano CD partendo dall'originale, e poi smerciano il prodotto a 5 euro il pezzo tramite una rete di venditori abusivi? che questi pirati non si sognerebbero mai di mettere a disposizione gratis su internet la musica che vendono illegalmente?- Ma lo sanno che copiare un CD regolarmente acquistato sull'hard disk di casa non e' un reato - anzi e' un'azione garantita dalla legge? che al limite anche far ascoltare un brano ad un amico non e' reato?Il problema, per me, e' che lo sanno.Ditelo francamente, voi discografici non state combattendo i pirati; state combattendo i vostri clienti!Altrimenti, non si spiegherebbe la foga con cui cercate di impedire la copia privata del CD con le protezioni - che un pirata salta al volo e che invece fanno dannare un legittimo acquirente; la foga con cui combattete i siti dei fans di questo o quel cantante per aver ricopiato il testo di una canzone o fatto ascoltare un mp3 di pessima qualita; la foga con cui fate pubblicita' dicendo a tutti che la copia privata di un disco originale e' un reato; oppure difendete l'idea che, se il mercato e' in crisi, la soluzione giusta e' aumentare i prezzi dei prodotti."Che cosa prende?" "Un caffe', grazie. Quant'e'?" "Trenta euro" "Come trenta euro?" "Eh, sa, in questo bar non viene mai nessuno, in qualche modo bisogna pur campare, no?"
  • Anonimo scrive:
    Conseguenze...
    Un esempio delle conseguenze della nuova legge...Diciamo che io scrivo questo (moderatore, giuro di nonessere off-topic! :-) | Boicotta McDonald's! Tutto cio` che avresti voluto sapere | sulla multinazionale, in questo libro di Luther Blisset: | | http://www.olografix.org/barbara/McNudo/index.htmDiciamo che Mr. McDonald potrebbe esserne infastidito, epotrebbe gradire la rimozione di questo commento (e magaridel libro citato).Con la vecchia legge: Mr. McDonald avrebbe dovuto rivolgersi a un tribunale, accusandomi (per esempio) di calunnie. Il tribunale avrebbe valutato il caso --- e in caso di effettivo reato avrebbe chiesto a Punto Informatico di togliere il commento (cosa improbabile, dato che il libro citato e` _molto_ ben documentato). Punto Informatico, in ogni caso, non avrebbe avuto nessuna colpa.Con la nuova legge: Mr. McDonald telefona a Punto Informatico, dicendo che questo commento contiene (presunte) calunnie. La nuova legge dice che Punto Informatico diventa responsabile di eventuali reati, qualora non censuri immediatamente il commento. Di fronte alla minaccia di una causa legale con una multinazionale, che fara` Punto Informatico? a. affrontera` a testa alta il nemico, in nome della liberta` di espressione, convinta che le calunnie non ci siano, e convinta di poter vincere qualunque causa in tribunale (anche se i casi analoghi fossero 10, 100, 1000); b. ZAC! Il commento viene censurato.Applicate ora questo scenario a qualunque sito contengadiscussioni pubbliche... Censura di massa, senza nemmenofar scomodare un giudice.
    • Anonimo scrive:
      Re: Conseguenze...
      - Scritto da: Anonimo

      Applicate ora questo scenario a qualunque
      sito contenga
      discussioni pubbliche... Censura di massa,
      senza nemmeno
      far scomodare un giudice.Hai ragione, fanno schifo, e l'informazione libera fa molta piu' paura del misero scambio di MP3. Certe volte li vedo i politici, seduti presso qualche salotto televisivo come Porta a Porta o il Maurizio Constanzo Show, quando qualcuno fa balenare per un istante nelle loro testoline l'esistenza di una "internet anarcoide" parallela ai comuni mass media, mettere su una faccia che esprime profondo disagio, come se avessero scoperto in quel momento di avere i pantaloni abbassati, e balbettare confusi "si, si, bisogna assolutamente porvi rimedio, non è accettabile che tutti dicano ciò che vogliono..", così, senza neanche accorgersene, dimostrano in pubblico l'atavico terrore che provano nei confronti di una informazione totalmente libera, aperta a tutte le voci (e non solo alle loro), senza amministratori delegati nominati dallo Stato, senza veline, senza giornalisti partigiani, e, ovviamente, sbiancano. A questo BISOGNAVA porre rimedio, no?Gianluca Cardinale
  • Anonimo scrive:
    Censura istantanea
    Per chi non lo sapesse: la "clausola di rimozione" che obbligagli ISP (e non solo) a censurare i siti Internet e` presente anchenel DMCA statunitense. La norma e` stata gia` usata da molteaziende per terrorizzare gli ISP e costringerli a rimuoverepagine scomode, senza l'intervento di un tribunale,calpestando la liberta` di espressione degli utenti.La norma e` stata utilizzata persino dal movimento religiosoScientology, che ha costretto Google a rimuovere alcuni linkpoco graditi.Maggiori info: http://www.softwarelibero.it/progetti/eucd/analisise6.html#x12-120006 http://www.softwarelibero.it/progetti/eucd/analisise9.html#x19-230009.3
    • mARCOs scrive:
      Re: Censura istantanea
      - Scritto da: Anonimo
      La norma e` stata
      gia` usata da molte
      aziende per terrorizzare gli ISP e
      costringerli a rimuovere
      pagine scomode, senza l'intervento di un
      tribunale,
      calpestando la liberta` di espressione degli
      utenti.Ma che c'entra la libertà di espressione??? Allora ti deve essere consentito di dire/fare quello che vuoi, senza incorrere in sanzioni di nessuno tipo, solo perché c'è la libertà di espressione? Che ragionamento ridicolo...Piantatela di difendervi dietro la libertà di espressione, per nascondere l'unico ed il solo desiderio di scaricare a sbafo.mARCOs
      • samu scrive:
        Re: Censura istantanea
        - Scritto da: mARCOs

        - Scritto da: Anonimo

        La norma e` stata

        gia` usata da molte

        aziende per terrorizzare gli ISP e

        costringerli a rimuovere

        pagine scomode, senza l'intervento di un

        tribunale,

        calpestando la liberta` di espressione
        degli

        utenti.

        Ma che c'entra la libertà di espressione???
        Allora ti deve essere consentito di
        dire/fare quello che vuoi, senza incorrere
        in sanzioni di nessuno tipo, solo perché c'è
        la libertà di espressione? Che ragionamento
        ridicolo...

        Piantatela di difendervi dietro la libertà
        di espressione, per nascondere l'unico ed il
        solo desiderio di scaricare a sbafo.scaricare a sbafo ? chiunque abbia un minimo di dimestichezza con "internet" sa benissimo che la musica non la trovi sulle pagine web ma con client p2p.Qui viceversa si fa esplicito riferimento all'hosting.. quindi al web e scommettiamo che la gente continuera' a scaricare l'emmeptre' tranquillamente, mentre ,al solito, i siti "scomodi" (scomodi per qualche ben pensante o scomodi in quanto dicono cose che non si possono dire) verranno oscurati senza tanti problemi ?
        • mARCOs scrive:
          Re: Censura istantanea
          - Scritto da: samu
          scaricare a sbafo ? chiunque abbia un minimo
          di dimestichezza con "internet" sa benissimo
          che la musica
          non la trovi sulle pagine web ma con client
          p2p.Non solo. Sul web trovi di tutto. Io ho visto anche dei files BMP da 50 MB; se li apri con un qualsiasi programma di fotoritocco, sembra proprio che sia un'immagine ma è evidente che il file nasconda altri dati. E difatti con un sw che si chiama uncamouflage (una sorta di winzip che camuffa il file e protegge i contenuti con un pwd) sono uscite fuori delle canzoni.
          Qui viceversa si fa esplicito riferimento
          all'hosting.. quindi al web e scommettiamo
          che la gente continuera' a scaricare
          l'emmeptre' tranquillamente,Certamente, la gente continuerà a scaricare MP3 col P2P senza problemi.
          mentre ,al
          solito, i siti "scomodi" (scomodi per
          qualche ben pensante o scomodi in quanto
          dicono cose che non si possono dire)
          verranno oscurati senza tanti problemi ?Per esempio?Molti siti "scomodi" sono già stati fatti chiudere. E poi sappiamo bene che, chiuso un sito, se ne apre subito un altro (l'hosting gratuito ci insegna questo!).mARCOs
          • Anonimo scrive:
            Re: Censura istantanea

            Molti siti "scomodi" sono già stati fatti"scomodi" implica "non illegali, ma che davano fastidio alla persona sbagliata" IMHO
            chiudere. E poi sappiamo bene che, chiuso un
            sito, se ne apre subito un altro (l'hosting
            gratuito ci insegna questo!).Meno male, finchè c'è questa possibilità, c'è speranza.
          • mARCOs scrive:
            Re: Censura istantanea
            - Scritto da: Anonimo
            "scomodi" implica "non illegali, ma che
            davano fastidio alla persona sbagliata" IMHO"Scomodi" implica "non illegali"? Ne dubito assai! Diciamo che "scomodi" non implica "illegali"!mARCOs
          • Anonimo scrive:
            Re: Censura istantanea


            "scomodi" implica "non illegali, ma che

            davano fastidio alla persona sbagliata"
            IMHO

            "Scomodi" implica "non illegali"? Ne dubito
            assai! Diciamo che "scomodi" non implica
            "illegali"!
            Se la metti così, scomodi implica solo "non comodi".Se sono illegali non li definisci scomodi, visto che definirli illegali ha senz'altro una connotazione più forte.Nel modo in cui l'hai detto tu, scomodi da decisamente l'idea di "a me danno fastidio e quindi voglio farli sparire"Bè, molte cose esistono proprio per dare fastidio...a qualcuno
      • Anonimo scrive:
        Re: Censura istantanea

        Ma che c'entra la libertà di espressione???
        Allora ti deve essere consentito di
        dire/fare quello che vuoi, senza incorrere
        in sanzioni di nessuno tipo, solo perché c'è
        la libertà di espressione? Che ragionamento
        ridicolo...Di fare quello che voglio, no, se questo lede qualcun altro. Di dire quello che voglio, SI, SEMPRE E COMUNQUE.
        Piantatela di difendervi dietro la libertà
        di espressione, per nascondere l'unico ed il
        solo desiderio di scaricare a sbafo.

        mARCOsE' proprio per difendere la libertà di espressione da tipi ignoranti, benpensanti e superficiali come te, che leggi miopi come questa andrebbero abrogate immediatamente.
        • Ekleptical scrive:
          Re: Censura istantanea

          Di fare quello che voglio, no, se questo
          lede qualcun altro.
          Di dire quello che voglio, SI, SEMPRE E
          COMUNQUE.Ok, mi spieghi esattamente la correlazione fra il "dire" e il pirateggiare gli mp3 mettendoli online sulla propria pagina?
          • Anonimo scrive:
            Re: Censura istantanea
            anche nel dire quello che vuoi ti devi fermare se, quello che dice può offendere o danneggere persoen terze, se quello che dici non è correlato da prove, se quello che dici non ti riguarda
          • Anonimo scrive:
            Re: Censura istantanea
            - Scritto da: Anonimo
            anche nel dire quello che vuoi ti devi
            fermare se, quello che dice può offendere o
            danneggere persoen terze, se quello che dici
            non è correlato da prove, se quello che dici
            non ti riguardaOk, accetto questo punto, anche perchè se quello che dico è lesivo ecc.ecc. rientra nel "fare" qualcosa di dannoso.Però se nel mio sito ho voglia di scrivere "SECONDO ME pincopallino è un cretino" mi va bene che pincopallino mi denunci (e io cercherò davanti ad un tribunale di dimostrare che in effetti esistono le prove che è un cretino), non mi va bene che pincopallino possa con una telefonata farmi chiudere il sito.
          • Anonimo scrive:
            Re: Censura istantanea

            Però se nel mio sito ho voglia di scrivere
            "SECONDO ME pincopallino è un cretino" mi va
            bene che pincopallino mi denunci (e io
            cercherò davanti ad un tribunale di
            dimostrare che in effetti esistono le prove
            che è un cretino), non mi va bene che
            pincopallino possa con una telefonata farmi
            chiudere il sito.Guarda che anche se dimostri che pincopallino è un cretino vieni condannato comunque. Per la legge italiana (e di quasi tutti i paesi civilizzati) offendere una persona (e dargli del cretino o del ladro etc etc è un offesa) è comunque perseguibile. E se ci pensi bene è giusto così, se no sarebbe possibile dare del cretino a chiunque e poi avviare migliaia di processi con giudici costretti a giudicare gli atteggiamenti che identifichino le cretinaggine etc etc.Idem se attribuisci dei reati (ad es: pincopallino è un ladro) difatti la giusta azione da compiere secondo il nostro ordinamento giuridico non è urlare ai quattro venti (converrai che è facile facile) ma recarsi dalle forze dell'ordine e sostenere un accusa. Detto questo l'hosting di siti che non rispettano la legge credo che abbia poco a che vedere con la libertà d'espressione. Mi sembra che sia una storia già vista, Internet è nata anarchica e ora che viene regolata molti gridano "ATTENTATO!!!" come il tg4 in zelig....Piero LS
          • Anonimo scrive:
            Re: Censura istantanea

            Guarda che anche se dimostri che
            pincopallino è un cretino vieni condannato
            comunque. Per la legge italiana (e di quasi
            tutti i paesi civilizzati) offendere una
            persona (e dargli del cretino o del ladro
            etc etc è un offesa) è comunque
            perseguibile. Oops.. e io che stavo già preparando il sito...Scherzi a parte, ok, l'esempio che mi è venuto è decisamente infelice, è non andava preso alla lettera ma rendere l'idea (in altri post di questo thread si possono trovare esempi molto più calzanti..e inattaccabili di questo punto di vista)
            Detto questo l'hosting di siti che non
            rispettano la legge credo che abbia poco a
            che vedere con la libertà d'espressione. Mi
            sembra che sia una storia già vista,Il conflitto è tra persone che vedono tutte le cose come chiare e nette: se c'è un reato allora faccio una legge per impedirlo, la legge serve per quel reato, non statemi a tirare fuori questioni generali che non c'entrano nulla.E persone che tendono a guardare i principi di ogni cosa:La legge potrebbe essere utilizzata non solo per quel reato in quanto sancisce un dato principio, che può essere applicato...e via ad elencare casi particolari nei quali potrebbero esserci dei problemiLa realtà è che probabilmente si esagera da entrambi i lati, però resto dell'idea che una legge è uno strumento messo a disposizione di che sa dove applicarla (e eventualmente ha convenienza a farlo). Preferirei pertanto che non ci fossero in giro strumenti troppo generali.
            Internet è nata anarchica e ora che viene
            regolata molti gridano "ATTENTATO!!!" come
            il tg4 in zelig......bè in effetti il tg4 a volte è proprio ####### (autocensura per evitare che qualcuno faccia chiudere questo thread :) Internet non è nata anarchica...è semplicemente la sua natura non essere centralizzata..se la regolamenti oltre un certo limite non è più internet..magari diventa un posto in cui puoi fare un sacco di cose belle, oneste e sicure, guadagnare soldi, lavorare...ma non è più internet, e avremo perso qualcosa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Censura istantanea
            - Scritto da: Ekleptical

            Di fare quello che voglio, no, se questo

            lede qualcun altro.

            Di dire quello che voglio, SI, SEMPRE E

            COMUNQUE.

            Ok, mi spieghi esattamente la correlazione
            fra il "dire" e il pirateggiare gli mp3
            mettendoli online sulla propria pagina?Non c'è correlazione, ovviamente, e io non ho mai detto che ce ne fosse.Il problema è che:1) questa legge forse aiuterà in qualche caso a combattere la pirateria sui siti (ma l'epoca dei siti pirata è passata da un pezzo e adesso la, diciamo, "pirateria" passa da tutt'altre strade, e la pirateria vera per altre ancora).2) Per ottenere un piccolo risultato forse giusto, si è però dato a soggetti (leggi anche:società) malintenzionati un nuovo strumento di censura, o comunque si è facilitata la possibilità di esercitare censura.3) Chi mi garantisce che questo strumento non venga utilizzato nel modo sbagliato? Visto che vengono tolte delle garanzie, dovrebbero esserne introdotte delle altre (ma, no, troppa fatica e poche pressioni in tal senso).4) Se a qualcuno viene voglia di chiudermi il sito, prima di riuscirci dovrei avere la possibilità di difendermi alla pari e cercare di impedirglielo, non lottare per farlo riaprire se quello era in malafede o si è sbagliato. Prima un'autorità deve decidere se quello che dico è lesivo, illegale, non provato e POI se è il caso di rimuovere il materiale incriminato.Oltretutto ti faccio notare che la mia risposta era relativa ad un post abbastanza stupido che sparava sulla libertà di espressione...io non ho parlato di Mp3... anche se quando si parla di mp3 sembra che tutta una categoria di persone stacchi il cervello e pensi solo a sparare su tutto quello che si muove...ma avete dei complessi di qualche tipo?
          • Anonimo scrive:
            Re: Censura istantanea


            Di fare quello che voglio, no, se questo lede qualcun altro.

            Di dire quello che voglio, SI, SEMPRE E COMUNQUE.

            Ok, mi spieghi esattamente la correlazione fra il "dire" e il pirateggiare gli mp3
            mettendoli online sulla propria pagina?Guarda che la legge in questione non ne parla proprio di mp3. Dice che se il provider viene a conoscenza di un illecito e non interviene, viene ritenuto corresponsabile dell'illecito; solo che si dimentica di dire COME FA UN PROVIDER A VENIRE A CONOSCENZA DELL'ILLECITO.Se, ad esempio, io scrivessi a Punto Informatico che un suo utente si firma Ekleptical violando i miei diritti registrati su quel nome, Punto Informatico dovrebbe cancellare la registrazione di questo ipotetico utente, perche' altrimenti potrebbe essere citato per danni ... Io ovviamente non ho alcun diritto su Ekleptical - ma se tu fossi nei panni del direttore di PI ti preoccuperesti piu' di una richiesta di danni che di proteggere uno sconosciuto tuo utente, e cosi' tutti gli interventi nei forum di questo povero "Ekleptical" sparirebbero in un baleno dal tuo server ... :-)Piaciuto come esempio? Bella legge, vero?
        • mARCOs scrive:
          Re: Censura istantanea
          - Scritto da: Anonimo
          E' proprio per difendere la libertà di
          espressioneE chi ti vieta di esprimerti? Ma non mi pare che, uplodando MP3 negli spazio gratuiti offerti dai provider, tu stia esprimento te stesso.
          da tipi ignoranti, benpensanti e
          superficiali come te, che leggi miopi come
          questa andrebbero abrogate immediatamente.L'unica cosa da abrogare qui è il tuo cervello.mARCOs
          • Anonimo scrive:
            Re: Censura istantanea

            E chi ti vieta di esprimerti? Ma non mi pare
            che, uplodando MP3 negli spazio gratuiti
            offerti dai provider, tu stia esprimento te
            stesso.Nessuno ha parlato di Mp3, rileggiti il post. Si parlava di limitare ciò che una persona può dire o fare.

            da tipi ignoranti, benpensanti e

            superficiali come te, che leggi miopi come

            questa andrebbero abrogate immediatamente.

            L'unica cosa da abrogare qui è il tuo
            cervello.Almeno IO per adesso ce l'ho ancora :)
          • mARCOs scrive:
            Re: Censura istantanea
            - Scritto da: Anonimo
            Nessuno ha parlato di Mp3, rileggiti il
            post. Si parlava di limitare ciò che una
            persona può dire o fare.Se navighi un minimo per la Rete, ti accorgi che gli spazi gratuiti sono pieni a strafottere di roba pirata e pure voluminosa.
            Almeno IO per adesso ce l'ho ancora :)Forse ce l'hai ma non funziona a pieno regime.mARCOs
          • Anonimo scrive:
            Re: Censura istantanea


            Nessuno ha parlato di Mp3, rileggiti il

            post. Si parlava di limitare ciò che una

            persona può dire o fare.

            Se navighi un minimo per la Rete, ti accorgi
            che gli spazi gratuiti sono pieni a
            strafottere di roba pirata e pure
            voluminosa.Quello che il cervello se lo è fumato sei senz'altro tu.Ma che discorso stai facendo? Stai rispondendo a me o stai parlando da solo? Io faccio un discorso (vabbè dico qualcosa) sulla libertà di parola ed espressione e tu continui a ripetere le stesse cose...il complesso dell'mp3 ti divora.E poi ...se tu navigassi veramente un po' per la rete ti renderesti conto anche che buona parte di quella roba pirata sta tra l'altro in siti stranieri...E poi ...se anche internet fosse costiutito per metà da materiale pirata, il combattere la pirateria non giustificherebbe comunque la limitazione dei diritti della restante metà.E poi ...Questo "voluminoso" materiale pirata è nulla rispetto a quanto circola su altri canali... e si vede che non bazzicavi internet 4-5 anni fa...allora SI che ce n'era di materiale pirata in giro..E poi...mi sembra che basti

            Almeno IO per adesso ce l'ho ancora :)

            Forse ce l'hai ma non funziona a pieno
            regime.Infatti, per rispondere a te non ne vale la pena.
          • mARCOs scrive:
            Re: Censura istantanea
            - Scritto da: Anonimo
            Quello che il cervello se lo è fumato sei
            senz'altro tu.
            Ma che discorso stai facendo? Stai
            rispondendo a me o stai parlando da solo? Io
            faccio un discorso (vabbè dico qualcosa)
            sulla libertà di parola ed espressione e tu
            continui a ripetere le stesse cose...il
            complesso dell'mp3 ti divora.Che ci sarà una censura sistematica, questo non lo sa nessuno. Solo dopo potremo sapere se questa legge provoca seri danni alla libertà di espressione oppure no.La libertà di espressione è da sempre usata come scudo per evitare ogni tipo di controllo su Internet, che è vista dalla maggior parte degli utenti come un luogo in cui le leggi degli Stati non devono valere.
            E poi ...se tu navigassi veramente un po'
            per la rete ti renderesti conto anche che
            buona parte di quella roba pirata sta tra
            l'altro in siti stranieri...Non credo proprio. Di siti italiani ce ne sono e nemmeno pochi.C'è pure gente che fa il discorso "ma il mio sito mette soltanto il link, non ospita i files pirata" e mi fanno semplicemente pena.
            E poi ...se anche internet fosse costiutito
            per metà da materiale pirata, il combattere
            la pirateria non giustificherebbe comunque
            la limitazione dei diritti della restante
            metà.Ma tu fai finta di non vedere che Internet - e tutto il mercato che le grativa attorno - è cresciuta a dismisura ANCHE perché c'è materiale da scaricare, legale e meno legale (non solo sui sistemi p2p, anche sul web).
            E poi ...Questo "voluminoso" materiale
            pirata è nulla rispetto a quanto circola su
            altri canali... e si vede che non bazzicavi
            internet 4-5 anni fa...allora SI che ce
            n'era di materiale pirata in giro..Ah, perché adesso non c'è?

            Forse ce l'hai ma non funziona a pieno

            regime.
            Infatti, per rispondere a te non ne vale la
            pena.Ma non credo che sia tu a scegliere di non farlo funzionare al 100%. E' lui che non ci riesce.mARCOs
          • Anonimo scrive:
            Re: Censura istantanea


            faccio un discorso (vabbè dico qualcosa)

            sulla libertà di parola ed espressione e
            tu

            continui a ripetere le stesse cose...il

            complesso dell'mp3 ti divora.

            Che ci sarà una censura sistematica, questo
            non lo sa nessuno. Solo dopo potremo sapere
            se questa legge provoca seri danni alla
            libertà di espressione oppure no.Non si sa neanche che non ci sarà, e visto che potrebbe esserci, io lo faccio notare e giustamente mi preoccupo...visto che la legge e il giusto non vanno spesso di pari passo.E qua si sta solo parlando, non crederai mica quello che dici tu (o che dico io) possa influenzare qualcosa?
            La libertà di espressione è da sempre usata
            come scudo per evitare ogni tipo di
            controllo su Internet, che è vista dalla
            maggior parte degli utenti come un luogo in
            cui le leggi degli Stati non devono valere.Esatto, questo è proprio quello che dovrebbe essere, le leggi di internet dovrebbero farle gli utenti di internet.Quello che dico è pura utopia, ma è quello che per me dovrebbe essere giusto...internet è un patto tra gli utenti.

            E poi ...se tu navigassi veramente un po'

            per la rete ti renderesti conto anche che

            buona parte di quella roba pirata sta tra

            l'altro in siti stranieri...

            Non credo proprio. Di siti italiani ce ne
            sono e nemmeno pochi.Sono una goccia nell'oceano
            C'è pure gente che fa il discorso "ma il mio
            sito mette soltanto il link, non ospita i
            files pirata" e mi fanno semplicemente pena.Non che questo freghi a qualcun'altro oltre te..

            la pirateria non giustificherebbe comunque

            la limitazione dei diritti della restante

            metà.

            Ma tu fai finta di non vedere che Internet -
            e tutto il mercato che le grativa attorno -
            è cresciuta a dismisura ANCHE perché c'è
            materiale da scaricare, legale e meno legale
            (non solo sui sistemi p2p, anche sul web). E dove sta il male? Internet è cresciuta in questo modo perchè gli utenti di internet hanno fatto in modo che fosse così, non perchè qualche autorità superiore lo ha deciso (e questo non va giù a molti)
            bazzicavi

            internet 4-5 anni fa...allora SI che ce

            n'era di materiale pirata in giro..

            Ah, perché adesso non c'è?Certo, ma in confronto è di meno ed è più difficile da trovare...e tutto ciò con la VECCHIA legge


            Forse ce l'hai ma non funziona a pieno


            regime.

            Infatti, per rispondere a te non ne vale
            la pena.
            Ma non credo che sia tu a scegliere di non
            farlo funzionare al 100%. E' lui che non ci
            riesce.Già...a parlare con te tende ad addormentarsi...è proprio più forte di lui ...meno male, perchè sennò io potrei anche prenderti sul serio (non sia mai detto)
          • mARCOs scrive:
            Re: Censura istantanea
            - Scritto da: Anonimo

            Che ci sarà una censura sistematica,

            questo non lo sa nessuno.
            Non si sa neanche che non ci sarà, e visto
            che potrebbe esserci, io lo faccio notare e
            giustamente mi preoccupo...Ma se la legge è nata (così dicono) per proteggere il diritto d'autore - sempre più infranto in Rete - che c'entra la libertà di parola? La SIAE cura i propri interessi e basta. Nel tuo sito puoi parlare di quello che vuoi; se non metti nessun materiale "scottante", non vedo come possano fartelo chiudere.
            Esatto, questo è proprio quello che dovrebbe
            essere, le leggi di internet dovrebbero
            farle gli utenti di internet.Le leggi fatte degli utenti sono piuttosto curiose. Una di queste è "voglio avere tutto gratis". Come punto di partenza non c'è male!

            Non credo proprio. Di siti italiani ce ne

            sono e nemmeno pochi.
            Sono una goccia nell'oceano Il fatto che il fenomeno italiano sia piccolo, se paragonato a quello mondiale, non giustifica nulla. Di questo passo io mi dovrei sentire autorizzato a dare botte in testa alle vecchiette e fregare loro la borsa, perché quello che faccio è poca roba in confronto a chi rapina le banche e chi ammazza?Ma è ridicolo.

            C'è pure gente che fa il discorso "ma il

            mio sito mette soltanto il link, non ospita i

            files pirata" e mi fanno semplicemente
            pena.
            Non che questo freghi a qualcun'altro oltre
            te..Ecco i bei ragionamenti dell'utente Internet! E poi vuoi pure fare le leggi! Il mondo pul ancora sperare, se tu ti verrà impedito di decidere la benché minima cosa sulle leggi!
            Già...a parlare con te tende ad
            addormentarsi...è proprio più forte di lui
            ...meno male, perchè sennò io potrei anche
            prenderti sul serio (non sia mai detto)Ma sì, è stato tutto uno scherzo! Continua a scaricare canzoni, dato che mi pare che sia la tua unica ragione di vita.mARCOs
          • Anonimo scrive:
            Re: Censura istantanea

            Ma se la legge è nata (così dicono) per
            proteggere il diritto d'autore - sempre più
            infranto in Rete - che c'entra la libertà di
            parola? La SIAE cura i propri interessi e
            basta. Nel tuo sito puoi parlare di quello
            che vuoi; se non metti nessun materiale
            "scottante", non vedo come possano fartelo
            chiudere.Per la libertà di parola non la SIAE, ma chiunque trovi che ciò che sta su un sito lesivo per i suoi diritti, potrebbe potenzialmente farlo chiudere, semplicemente protestando con il provider...e se invece era in malafede o si era sbagliatolo deciderà un tribunale..ma intanto il sito è chiuso fino a prova contraria.Se la legge fosse stata "se in un sito c'è materiale protetto da diritto d'autore l'ISP può chiuderlo, previo controllo opportunamente documenato, in seguito a semplice segnalazione" non ci sarebbero stati problemi. La legge però è ben più vasta.

            Esatto, questo è proprio quello che
            dovrebbe

            essere, le leggi di internet dovrebbero

            farle gli utenti di internet.
            Le leggi fatte degli utenti sono piuttosto
            curiose. Una di queste è "voglio avere tutto
            gratis". Come punto di partenza non c'è
            male!Può darsi, però io non ho mai detto questo, io sono intervenuto (parecchi post fa) per rispondere ad un post decisamente miope che sparava a zero sulla libertà di "dire e fare".In ogni caso la regola che hai citato tu, è sullo sesso piano di intelligenza di cose come "libertà=crimine" in cui tu sembri credere fermamente

            Sono una goccia nell'oceano

            Il fatto che il fenomeno italiano sia
            piccolo, se paragonato a quello mondiale,
            non giustifica nulla. Di questo passo io mi
            dovrei sentire autorizzato a dare botte in
            testa alle vecchiette e fregare loro la
            borsa, perché quello che faccio è poca roba
            in confronto a chi rapina le banche e chi
            ammazza?
            Ma è ridicolo.E poi a gonfiare le cose sarebbero sempre quelli che parlano di libertà e diritti..."sono una goccia nell'oceano" e quindi "non crollerà il mondo se verranno eliminati in 2 anni invece che 3 mesi, visto poi che i pirati sono da tutt'altra parte"Il problema della pirateria su internet, e della pirateria in generale ha poco a che fare con siti che fanno scaricare musica gratis.


            C'è pure gente che fa il discorso "ma
            il


            mio sito mette soltanto il link, non
            ospita i


            files pirata" e mi fanno semplicemente

            pena.


            Non che questo freghi a qualcun'altro
            oltre

            te..

            Ecco i bei ragionamenti dell'utente
            Internet! E poi vuoi pure fare le leggi! Il
            mondo pul ancora sperare, se tu ti verrà
            impedito di decidere la benché minima cosa
            sulle leggi!Mi fai pena...non hai capito neanche cosa ho detto

            Già...a parlare con te tende ad

            addormentarsi...è proprio più forte di lui

            ...meno male, perchè sennò io potrei anche

            prenderti sul serio (non sia mai detto)

            Ma sì, è stato tutto uno scherzo! Continua a
            scaricare canzoni, dato che mi pare che sia
            la tua unica ragione di vita.Questa è un'ulteriore prova delle tue limitate facoltà mentali:tu continui a parlare di Mp3io non ho mai parlato di Mp3, mai.Riguardati il threadSe sei capace, rileggiloNelle pause, cerca di crescere un po'Se tu hai in testa il problema degli mp3, allora non sparare a zero su cose più generali e più importanti come libertà di espressione e simili.Se qualcuno ti risponde sugli aspetti più generali, perchè gli rispondi parlando di mp3? Se volevi continuare a parlare di mp3, non allargare il discorso e non sparare a zero, o perlomeno aspettati che il tema della discussione si sposti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Censura istantanea
        - Scritto da: mARCOs
        Ma che c'entra la libertà di espressione???
        Allora ti deve essere consentito di
        dire/fare quello che vuoi, senza incorrere
        in sanzioni di nessuno tipo, solo perché c'è
        la libertà di espressione? Che ragionamento
        ridicolo...Ma quanti anni hai? 2? Quante persone esistono così pateticamente ingenue?? Lo sai almeno che nelle libere democrazie esiste la libertà di parola (che comprende ANCHE la libertà di pubblicare dei file) e NESSUNO dovrebbe togliertela a parte un tribunale, l'unica Istituzione deputata a stabilire legittimamente la revoca di diritti costituzionalmente riconosciuti? Non siamo in Cina, e neanche a Cuba, qui non esiste il controllo preventivo dell'operato dei cittadini (o almeno, non esisteva) e tutti sono (erano?) innocenti fino a prova contraria. In uno Stato di Diritto l'onore della prova ricade sull'accusa, il provvedimento che è stato votato nei giorni scorsi è degno di un Comitato di Salute Pubblica stile rivoluzione francese, dove chiunque era accusato di complottare veniva subito buttato in prigione e lì tenuto ad ammuffire fino a quando non si dimostrava il contrario. Da domani basterà che la FIMI o la SIAE, o qualsiasi cavolo di Società o multinazionale può venirvi in mente (queste leggi sono state fatte per loro, avanti!) gridi al delitto di lesa maestà davanti a un sito che lotta contro di loro, o che magari contiene semplicemente degli MP3 con i latrati del vostro cane, e immediatamente i vostri contenuti saranno censurati, senza processo e senza avvocati. Solo POI, dopo un attento esame in sede processuale (esame che si preannuncia luuuungo, come nel miglior stile della giustizia italiana) i vostri contenuti saranno eventualmente rintegrati nel sito che nel frattempo vi è stato sequestrato, contenuti che non interesseranno piu' nessuno perchè nel mentre sarà ormai giunto il 2020 e la gente sarà troppo impegnata con gli shuttle su Marte per perdere tempo dietro la vostra stupida paginina.Gianluca Cardinale
        • mARCOs scrive:
          Re: Censura istantanea
          - Scritto da: Anonimo
          Ma quanti anni hai? 2? Quante persone
          esistono così pateticamente ingenue?? Lo sai
          almeno che nelle libere democrazie esiste la
          libertà di parola (che comprende ANCHE la
          libertà di pubblicare dei file) e NESSUNO
          dovrebbe togliertela a parte un tribunale,E dagli!Che questa legge nella pratica diventerà una censura sistematica di ogni voce "scomoda" - seppur non illegale - questo non lo sai.Lo sapremo tutti fra qualche tempo.L'articolo faceva esplicito riferimento ai brani musicalil pirata ospitati sui server di un provider. L'illecito è chiaro, evidente e facilmente dimostrabile.Piantatela di tirar fuori la libertà di espressione, che nulla a che vedere col la musica pirata in Rete,
          Da domani basterà che la FIMI o la SIAE, o
          qualsiasi cavolo di Società o multinazionale
          può venirvi in mente (queste leggi sono
          state fatte per loro, avanti!)Certo, sembrano proprio leggi su commissione. Come se fosse una novità... La SIAE, con la sinistra o la destra al GOverno, ha avuto sempre più potere.
          gridi al
          delitto di lesa maestà davanti a un sito che
          lotta contro di loro, o che magari contiene
          semplicemente degli MP3 con i latrati del
          vostro cane, e immediatamente i vostri
          contenuti saranno censurati, senza processo
          e senza avvocati. Non credo affatto che sia così. Perché dubito assai che la SIAE abbia interesse nel chiudere un sitarello da quattro soldi, anche se ospita qualche canzone "illegale".Ci sono siti da cui scaricare album completi (sono siti dedicati ESCLUSIVAMENTE al download di musica e ci trovi dentro roba nuovissima) e forse saranno quelli ad essere nel mirino. Per cui fai abbaiare felicemente il tuo cane e fai tanti MP3 coi suoi bau bau, perché non credo che correrai alcun rischio.mARCOs
          • Anonimo scrive:
            Re: Censura istantanea
            - Scritto da: mARCOs
            Non credo affatto che sia così. Perché
            dubito assai che la SIAE abbia interesse nel
            chiudere un sitarello da quattro soldi,
            anche se ospita qualche canzone "illegale".Quindi da oggi dovremo confidare nella discrezionalità della SIAE & C. piuttosto che nella legge. Non mi illudevo certo che i cittadini avessero chissà quali diritti di fronte a queste società con soldi a sufficienza per "ungere" gli ingranaggi, però di fatto stiamo demandando a questi individui un ruolo sempre crescente nell'amministrazione della legalità, e sapendo da quali interessi sono mossi questo non può essere che nocivo.Gianluca Cardinale
          • mARCOs scrive:
            Re: Censura istantanea
            - Scritto da: Anonimo
            Quindi da oggi dovremo confidare nella
            discrezionalità della SIAE & C. piuttosto
            che nella legge.Perché, se fossi tu il detentore di un diritto, sarebbe forse diverso?Se tu sei il titolare di un marchio famoso, te ne puoi benissimo fregare se un sitarello da quattro soldi lo espone ed invece ci vai pesante, se qualcuno se ne approfitta in grande stile.mARCOs
          • Anonimo scrive:
            Re: Censura istantanea

            Se tu sei il titolare di un marchio famoso,
            te ne puoi benissimo fregare se un sitarello
            da quattro soldi lo espone ed invece ci vai
            pesante, se qualcuno se ne approfitta in
            grande stile.E chi garantisce che se ne frega del sitarello da 4 soldi?Chi gli impedisce, a questo titolare di marchio famoso e pieno di avvocati, di approfittarsene?Le forze dell'ordine servono proprio per evitare che soggetti non imparziali decidano ciò che è giusto o sbagliato.Mi sembra che tu non ti fidi per nulla della correttezza della gente e troppo di quella delle grandi compagnie...
  • Anonimo scrive:
    Ma che bel paese
    Quello che trasforma i provider in pulottiCOMPLIMENTI A TUTTIvi votero' ancora
  • Gallone scrive:
    Che ridere...
    che mi fanno, se pensano di bloccare la pirateria musicale on line con questi inutili modi...campa cavallo che l'erba cresce.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che ridere...
      - Scritto da: Gallone
      che mi fanno, se pensano di bloccare la
      pirateria musicale on line con questi
      inutili modi...campa cavallo che l'erba
      cresce.Non la bloccano ma la trasformano in un campo minato.
      • Gallone scrive:
        Re: Che ridere...
        - Scritto da: Anonimo
        Non la bloccano ma la trasformano in un
        campo minato.
        Mi spieghi che senso ha bloccare i siti web quando la pirateria online è per il 90% sui p2p?bah...
        • Ekleptical scrive:
          Re: Che ridere...

          Mi spieghi che senso ha bloccare i siti web
          quando la pirateria online è per il 90% sui
          p2p?Forse ti sfugge che si stanno dando da fare anche su quel fronte?
          • nop scrive:
            Re: Che ridere...
            - Scritto da: Ekleptical

            Mi spieghi che senso ha bloccare i siti
            web

            quando la pirateria online è per il 90%
            sui

            p2p?

            Forse ti sfugge che si stanno dando da fare
            anche su quel fronte?Si, in barba a tutte le leggi stanno punendo non chi compie il reato ma chi ti mette a disposizione un mezzo per farlo...Proporrei di cambiare la frase.La legge è uguale per tuttiin La legge è equa in proporzione della tua ricchezza.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che ridere...
          - Scritto da: Gallone
          - Scritto da: Anonimo

          Non la bloccano ma la trasformano in un

          campo minato.



          Mi spieghi che senso ha bloccare i siti web
          quando la pirateria online è per il 90% sui
          p2p?

          bah...finche' ci sarete voi lamer che usate il p2p la pirateria e' salva
          • Anonimo scrive:
            Re: Che ridere...


            Mi spieghi che senso ha bloccare i siti
            web

            quando la pirateria online è per il 90%
            sui

            p2p?



            bah...Bè, bloccarne il 10% non è mica poco....
          • Anonimo scrive:
            Re: Che ridere...
            - Scritto da: Anonimo


            Mi spieghi che senso ha bloccare i siti

            web


            quando la pirateria online è per il 90%

            sui


            p2p?





            bah...

            Bè, bloccarne il 10% non è mica poco....In effetti no, calcolando che le case discografiche stanno licenziano e vendendo (Universal ad Apple in questi giorni) è logico che anche piccoli risultati siano importanti per loro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che ridere...
      - Scritto da: Gallone
      che mi fanno, se pensano di bloccare la
      pirateria musicale on line con questi
      inutili modi...campa cavallo che l'erba
      cresce.Stanno attuando un controllo di polizia del web con la scusa della pirateria musicale, della pedofilia e del terrorismo islamico. D'altro canto il web fa paura per le enormi potenzialità ancora inespresse e per l'impossibilità attuale di controllarlo e di farne un business chiuso a profitto di pochi grandi gruppi multimediali (compreso quello di Mr. B.).Ciao, Gaetano
  • Anonimo scrive:
    TELECOM blocca porte WinMX ?
    Telecom filtra le porte di WinMX ostacolando la connessione alla rete ??
    • Gallone scrive:
      Re: TELECOM blocca porte WinMX ?
      - Scritto da: Anonimo
      Telecom filtra le porte di WinMX ostacolando
      la connessione alla rete ??No, e anche se lo facesse ci sono tanti altri sistemi p2p a cui uno si puo attacare, e se bloccheranno tutti i sistemi p2p ne nasceranno di nuovi...
    • Anonimo scrive:
      Re: TELECOM blocca porte WinMX ?
      - Scritto da: Anonimo
      Telecom filtra le porte di WinMX ostacolando
      la connessione alla rete ??WinMX non usa porte fisse (a meno che non lo obblighi tu ad usarle, per esempio perché sei dietro un firewall).
  • Anonimo scrive:
    Ma il Peer To Peer?...
    ..non dovrebbe essere toccto dalla nuova direttiva.. oppure no? Non c'è hosting dell'utenza, certo che se però si prevede controllo del "semplice trasporto" dei dati a "memorizzazione temporanea" la cosa potrebbe essere antipatica...
  • Anonimo scrive:
    DISGUSTIPATED
    noto titolo di canzone.
  • Tony Sarnano scrive:
    Assurdo
    Fortuna che non sono un ISP (e che non lavoro presso un ISP).
    • Ekleptical scrive:
      Re: Assurdo
      - Scritto da: Tony Sarnano
      Fortuna che non sono un ISP (e che non
      lavoro presso un ISP).Assurdo che?Mica si dice agli ISP di spiare l'attività degli utenti!Si dice solamente che, se soggetti esterni individuano azioni potenzialmente lesive nei loro confronti, possono segnalarlo all'ISP, che deve agire di conseguenza.E mi sembra il minimo! Cosa vogliamo? L'omertà mafiosa online? Non vendo non sento non parlo e mi giro dall'altra parte?
      • nop scrive:
        Re: Assurdo

        Assurdo che?
        Mica si dice agli ISP di spiare l'attività
        degli utenti!
        Si dice solamente che, se soggetti esterni
        individuano azioni potenzialmente lesive nei
        loro confronti, possono segnalarlo all'ISP,
        che deve agire di conseguenza.quindi il provider diventa giudice; a suo insidacabile giudizio potrò essere punito per una lamentela inoltrata da terzi...Mi chiedo ora a cosa serveno i tribunali....
        • Anonimo scrive:
          Re: Assurdo
          - Scritto da: nop[cut]
          Mi chiedo ora a cosa serveno i tribunali....I tribunali, caro mio, non "serveno" :-) a niente...Specialmente da quando "certe persone" vanno strombettando a destra ed a sinistra che i giudici sono tutti faziosi, parziali, politicizzati, mossi da intenti persecutorii, etc, etc.Comunque, piccole polemiche a parte, il tribunale servirebbe, in un secondo tempo a convalidare il tutto..... Anche se ormai il danno sarebbe già fatto .....
          • nop scrive:
            Re: Assurdo

            Comunque, piccole polemiche a parte, il
            tribunale servirebbe, in un secondo tempo a
            convalidare il tutto.....
            Anche se ormai il danno sarebbe già fatto
            .....Ci stiamo avvicinando al modello Charles Bronson?Visto che i tribunali fanno finta di fare il loro lavoro mi faccio giustizia da solo...
        • Ekleptical scrive:
          Re: Assurdo

          quindi il provider diventa giudice; a suo
          insidacabile giudizio potrò essere punito
          per una lamentela inoltrata da terzi...Guarda che il provider non è un servizio pubblico!Forse t'è sfuggito, ma se leggi le clausole cha approvi quando richiedi uno spazio web gratuito, c'è sempre scritto che il provider può sbatterti fuori da un momento all'altro per suo insindacabile giudizio!Se non ti va bene, ti compri il tuo dominio, il tuo server, ecc...E ne rispondi in prima persona, poi...Il tribunale non c'entra proprio niente! Sei loro ospite e se un ospite inizia a romper le balle e lo si vuole metter fuori dalla porta, non c'è mica bisogno dell'ordinanza della polizia!
          • nop scrive:
            Re: Assurdo

            Forse t'è sfuggito, ma se leggi le clausole
            cha approvi quando richiedi uno spazio web
            gratuito, c'è sempre scritto che il provider
            può sbatterti fuori da un momento all'altro
            per suo insindacabile giudizio!Si certo nel provider gratuito certo(le famose clausole vessatorie) ma nel contratto per una fornitura di connettività a livello professionale queste clausole sono un pelo diverse...
            Se non ti va bene, ti compri il tuo dominio,
            il tuo server, ecc...Suona come una minaccia non trovi?
            Il tribunale non c'entra proprio niente! Sei
            loro ospite e se un ospite inizia a romper
            le balle e lo si vuole metter fuori dalla
            porta, non c'è mica bisogno dell'ordinanza
            della polizia!Ospite pagante se permetti! la mia figura viene recepita come CLIENTE.
          • Anonimo scrive:
            Re: Assurdo
            - Scritto da: nop

            Forse t'è sfuggito, ma se leggi le
            clausole

            cha approvi quando richiedi uno spazio web

            gratuito, c'è sempre scritto che il
            provider

            può sbatterti fuori da un momento
            all'altro

            per suo insindacabile giudizio!

            Si certo nel provider gratuito certo(le
            famose clausole vessatorie) ma nel contratto
            per una fornitura di connettività a livello
            professionale queste clausole sono un pelo
            diverse...


            Se non ti va bene, ti compri il tuo
            dominio,

            il tuo server, ecc...

            Suona come una minaccia non trovi?


            Il tribunale non c'entra proprio niente!
            Sei

            loro ospite e se un ospite inizia a romper

            le balle e lo si vuole metter fuori dalla

            porta, non c'è mica bisogno dell'ordinanza

            della polizia!

            Ospite pagante se permetti! la mia figura
            viene recepita come CLIENTE.Benissimo, però se da cliente di un albergo lo usi per affari illegali (che so, prostituzione o vendita di materiale illegale, tipo droga) ti cacciano, se no ci rimettono anche loro. Comuque l'Isp può tranquillamente dire di no, se è sicuro che il materiale presente nel sito non violi alcuna legge...
          • nop scrive:
            Re: Assurdo



            Benissimo, però se da cliente di un albergo
            lo usi per affari illegali (che so,
            prostituzione o vendita di materiale
            illegale, tipo droga) ti cacciano, se no ci
            rimettono anche loro. Chi stabilisce che è una cosa illegale ... hai mai visto un portiere che fruga nella borsa di un cliente che sta salendo in camera.Naturalmente vieni cacciato dall'intervento della polizia ...
            Comuque l'Isp può tranquillamente dire di
            no, se è sicuro che il materiale presente
            nel sito non violi alcuna legge...Quindi come dicevo all'inizio l'ISP diventa giudice...bella società...
          • Anonimo scrive:
            Re: Assurdo


            Comuque l'Isp può tranquillamente dire di

            no, se è sicuro che il materiale presente

            nel sito non violi alcuna legge...

            Quindi come dicevo all'inizio l'ISP diventa
            giudice...bella società...L'ISP per suo quieto vivere è costretto a chiudere i siti che gli vengono denunciati...oppure sprecare tempo e denaro e risorse a controllare ogni singola pagina ed accertarsi oltre ogni dubbio di essere nel giusto, e poi spendere altro tempo e denaro e risorse nel caso che chi ha richiesto la chiusura voglia passare a vie legali....molto più semplice chiudere preventivamente, no?
      • Anonimo scrive:
        Re: Assurdo
        cosa significa "potenzialmente lesive nei loro confronti" ?Se io sono superstizioso il tuo sito tutto in tinta viola potrebbe essere lesivo?Il brutto di tutto questo discorso, lasciato molto nel vago è che finìsce che quando un ISP riceve una notifica da una persona/ditta qualunque aspetta (anche giustamente) l'intervento di un autorità giudiziaria (visto che una volta si diceva che una persona è innociente finchè non si dimostra che è colpevole), se invece la "segnalazione" la fa un pezzo grosso, l'ISP per non incorrere in rogne peggiori, si affretta a calpestare i diritti del suo "ospite" rimuovendo le pagineFar west, insomma. Tanto mi sembra vada di moda
      • Anonimo scrive:
        Re: Assurdo

        Assurdo che?
        Mica si dice agli ISP di spiare l'attività
        degli utenti!No, quello in effetti lo fanno i "soggetti esterni"
        Si dice solamente che, se soggetti esterni
        individuano azioni potenzialmente lesive nei"Potenzialmente lesivo" cosa significa?E CHI da il diritto ad un "soggetto esterno" di decidere cosa è da chiudere? Già le forze dell'ordine (che devono essere super partes) a volte prendono delle cantonate. Come posso intraprendere un'azione contro un sito solo perchè un soggetto, chiaramente interessato e non necessariamente onesto, chiede che sia chiuso?
        loro confronti, possono segnalarlo all'ISP,
        che deve agire di conseguenza.L'unica azione ammissibile in un paese civile (ma non ne esistono) dovrebbe essere avvertire il proprietario del sito "guarda che qualcuno vorrebbe farti chiudere..potrebbe passare alle vie legali da un momento all'altro e io non posso difendere la tua privacy o i tuoi diritti, agisci di conseguenza"(ad esempio denuncia per primo chi vorrebbe farti chiudere)
        E mi sembra il minimo! Cosa vogliamo?
        L'omertà mafiosa online? Non vendo non sento
        non parlo e mi giro dall'altra parte?L'idea è che finchè un tribunale non ha provato che sei colpevole, SE INNOCENTE. Se sei un sito (sempre in quel paese civile dal quale ci stiamo allontanando), finchè non si decide in modo definitivo che sei colpevole, resti online.Invece ora più di prima, basterà avere soldi ed avvocati per garantirsi di poter fare tutti i danni che si vuole, con la legge dalla propria parte e la coscienza (ma quale?) a posto...quale ISP oserà darti contro?
      • Anonimo scrive:
        Re: Assurdo


        Fortuna che non sono un ISP (e che non lavoro presso un ISP).

        Assurdo che?
        Mica si dice agli ISP di spiare l'attività degli utenti!
        Si dice solamente che, se soggetti esterni individuano azioni potenzialmente lesive nei
        loro confronti, possono segnalarlo all'ISP, che deve agire di conseguenza.Ti avviso che io (soggetto esterno) ritengo il tuo post lesivo nei miei confronti. Se lo segnalo all'ISP di Punto informatico, PI deve agire di conseguenza, rimuovere il tuo posting. Giusto?
        E mi sembra il minimo! Cosa vogliamo?Anche a me sembra il minimo! Cosa vogliamo, che il primo personaggino con un'idea in testa possa esporla in un forum pubblico, senza passare un visto contro la censura?SI!
        • Ekleptical scrive:
          Re: Assurdo

          Ti avviso che io (soggetto esterno) ritengo
          il tuo post lesivo nei miei confronti. Se lo
          segnalo all'ISP di Punto informatico, PI
          deve agire di conseguenza, rimuovere il tuo
          posting. Giusto?No, perchè darti fastidio non comporta nessun reato.Piratare musica online sì.Cogli la leggera differenza?
Chiudi i commenti