Nuovo cucciolo di Celeron per l'embedded

Nuova versione a bassissimo consumo del chip Celeron di Intel progettato per le appliance, le applicazioni industriali e i dispositivi elettronici di consumo. Non richiede ventole


San Jose (USA) – Intel ha lanciato una nuova versione di Mobile Celeron Ultra Low Voltage specificamente progettato i dispositivi embedded, fra cui net appliance, controlli industriali e set-top box.

Rispetto ai preesistenti modelli ultra low voltage, il nuovo Celeron ha una frequenza sensibilmente inferiore, pari a 400 MHz, e funziona ad una tensione di soli 0,95 volt.

Il chip ha 256 KB di cache L2, supporta un front-side bus a 100 MHz e dissipa un massimo di 4,2 watt: una caratteristica, quest’ultima, che lo rende particolarmente adatto per operare in piccoli spazi e senza l’ausilio di un dissipatore attivo (con ventola).

Il nuovo processore di Intel va a competere direttamente con i C3 di Via, CPU compatibili con le istruzioni x86 progettate per le applicazioni embedded e per i thin client: questi ultimi sono spesso costituiti da computer ai minimi termini il cui requisito più importante non è la potenza elaborativa ma il basso consumo e la silenziosità.

Due produttori di schede madri taiwanesi, Portwell e Axiom Technology, hanno già annunciato prodotti basati sul nuovo Celeron Ultra Low Voltage a 400 MHz dedicati ai terminali point-of-sale e ad applicazioni industriali.

Il nuovo Celeron costa 38$ per ordini di 1.000 unità.

Durante la seconda metà di settembre Intel ha rilasciato alcuni nuovi modelli di Mobile Celeron Ultra Low Voltage che raggiungono la massima frequenza di 733 MHz e funzionano con una tensione di 1,1 volt.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Grande Opera e il genio europeo
    Ancora una volta OperaSoftware stupisce, inutile dire che questo messaggio lo scrivo con Opera e sono ormai 2 anni che non uso altro su qualunque piattaforma (compreso il palmare). E' una tecnologia che vedra' la luce su OS Symbian quindi sugli Ericsson e i Nokia, con buona pace dei soliti genuflessi che a capo chino e in ginocchio davanti alla foto di un nerd americano continuano a criticarla per partito preso.
  • Anonimo scrive:
    Opera fa pietà
    Provengo dalla classica scuola Microsoftiana secondo cui IE è un ottimo browser. Lo sostengo ancora, lo uso per la maggior parte del tempo. Leggendo svariati siti, e svariate rece, mi sono avvicinato a Mozilla (1.0). Beh... scetticismi a parte (e pregiudizi), Opera è splendido. Tra l'altro per testare i siti è un must (visto che si testa anche Netscape 6.0). A volte uso Mozilla, altre IE (mozilla mi urta nel fatto di non avere il supporto SSL integrato... misterioso).E Opera? Opera non c'è UNA volta che gestisca JavaScript come lo gestiscono Mozilla (che è già esigente abbastanza) e IE (che lascia passare qualsiasi cosa, e per questo per navigare ve benone). Sfondi delle tebelle o delle celle? Lasciamo perdere, un putiferio. Stili? Quali stili? Ah, ecco...Opera è un browser insensato... con interfaccia barocca piena di porcherie. Piuttosto usiamo IE e Mozilla assieme, sono più che sufficienti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Opera NON fa pietà
      Io con Opera mi trovo benissimo e non potrei farne a meno. mi consente di aprire decine e decine di pagine contemporaneamente senza che si blocchi tutto. Su molti siti e' piu' veloce di altri browsers (e ne ho provati tanti) Poi possiede molte opzioni circa la visualizzazione delle pagine ed ha una migliore organizzazione dei Preferiti (segnalibri) ed un'ottima gestione dei cookies. E' vero che sul javascript spesso da' problemi ma in questi casi (e pochi altri) apro IE. Opera e' un browser che merita molto e per questo ho deciso anche di registrarlo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Opera fa pietà
      - Scritto da: ---
      Provengo dalla classica scuola Microsoftiana
      secondo cui IE è un ottimo browser. Lo
      sostengo ancora, lo uso per la maggior parte
      del tempo. Leggendo svariati siti, e
      svariate rece, mi sono avvicinato a Mozilla
      (1.0). Beh... scetticismi a parte (e
      pregiudizi), Opera è splendido. Tra l'altro
      per testare i siti è un must (visto che si
      testa anche Netscape 6.0). A volte uso
      Mozilla, altre IE (mozilla mi urta nel fatto
      di non avere il supporto SSL integrato...
      misterioso).

      E Opera? Opera non c'è UNA volta che
      gestisca JavaScript come lo gestiscono
      Mozilla (che è già esigente abbastanza) e IE
      (che lascia passare qualsiasi cosa, e per
      questo per navigare ve benone). Sfondi delle
      tebelle o delle celle? Lasciamo perdere, un
      putiferio. Stili? Quali stili? Ah, ecco...

      Opera è un browser insensato... con
      interfaccia barocca piena di porcherie.
      Piuttosto usiamo IE e Mozilla assieme, sono
      più che sufficienti. Quoto tutto, una volta tanto, perché onestamente non capisco l'ipocrisia; ri-cito:
      (1.0). Beh... scetticismi a parte (e
      pregiudizi), Opera è splendido.
      Opera è un browser insensato... con
      interfaccia barocca piena di porcherie.Ma che diavolo stai dicendo?Cmq, al di là di questo, non mi pronuncio troppo sulla questione Javascript: IE e Mozilla si comportano in maniera differente, così come Opera. Il punto è: i primi 2 hanno a disposizione risorse superiori per la progettazione, risorse che Opera sta cercando di sfruttare appieno per l'imminente versione 7, quindi non resta che aspettare.Per quanto riguarda la questione CSS, penso che tu abbia preso qualche svista. Uno dei personaggi chiave della nascita di Opera è stato parte del team di sviluppo degli stili, e si vede. Non dirmi che Opera non supporta i fogli di stile perché potremmo dire anche il contrario per IE, che ad esempio, non ha mai supportato il position:fixed, come tantissime altre cose (dai una guardatina alle specifiche dei CSS su w3c.org).L'interfaccia barocca piena di porcherie poi non so dove l'hai vista. Comincia a trovarmi un find dinamico in IE, la personalizzazione di search engines, il richiamo di aliases e tante altre di queste "porcherie" che il caro macigno nemmeno sa cosa siano :)SalutiPS: a scanso di equivoci, non voglio dire che IE faccia schifo a priori, ma non lo si può elevare di certo allo stato di magnificenza, anche chiudendo un occhio (e pure l'altro) sulla questione sicurezza.
      • Anonimo scrive:
        Re: Opera fa pietà
        Il mio computer è vecchio. Ho ancora Win98. Ma IE5 girava decentemente sul mio pc. Solo che un bel giorno ho avuto bisogno di installare Office2000 (perchè i documenti di Access2000, pur non presentando nessuna nuova feature, non possono essere aperti da Access97). Fin qui tutto bene, ma durante l'upgrade Office ha preteso (e non c'è stato verso di evitarlo, nè in seguito di rimediare) ha preteso di installarmi IE6. Francamente non ho ancora capito cosa cambi nella vita di Gates il fatto che io abbia upgradato il suo "browser", forse il 6 è uno spyware migliore rispetto al 5, chissà, non voglio saperlo.Risultato: IE non mi si apre più. Non perchè sia troppo lento, intendiamoci! Semplicemente, mi manda in crash Windows. Ora, anche se io fossi un fanatico della Ms come te, non potrei in nessun modo avere il piacere di usare IE.In realtà la cosa mi fa piacere, perchè mi ha fatto scoprire due ottimi browser: Opera e Mozilla. Ora che li conosco non vedo nessuna ragione per ritornare a IE. Opera è stabilissimo, velocissimo e il 6 non ha NESSUN problema di visualizzazione, e nemmeno con Javascript: forse tu usi Opera 1.0 beta?
      • Anonimo scrive:
        Re: Opera fa pietà
        - Scritto da: MaurizioB
        Quoto tutto, una volta tanto, perché
        onestamente non capisco l'ipocrisia;
        ri-cito:


        (1.0). Beh... scetticismi a parte (e

        pregiudizi), Opera è splendido.




        Opera è un browser insensato... con

        interfaccia barocca piena di porcherie.

        Ma che diavolo stai dicendo?Stava parlando di Mozilla... credo che abbia solamente sbagliato a digitare. Certo rileggere quello che si e' scritto prima di premere il tasto "invia" non farebbe male...bye, Andrea
      • Anonimo scrive:
        Re: Opera fa pietà
        L'ho trovato!!! si chiama strokeit!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Opera fa pietà
      Preferisco non visitare un sito, piuttosto che visitarlo con un browser diverso da Opera.Anche io finirò con il registrarlo, la qualità va premiata.
      • Anonimo scrive:
        Re: Opera fa pietà
        Se le cose vengono fatte ad hoc (cioè in standard W3C e non in standard "Microsoft Internet Explorer") funziona tutto a meraviglia su Opera.Uso Opera da più di un anno e più lo uso più lo trovo grandioso. E' un utile strumento di test sul lavoro. Adesso aspetto con ansia la versione 7.......
    • Anonimo scrive:
      Re: Opera fa pietà sui siti scritti per IE
      - Scritto da: ---[...]
      E Opera? Opera non c'è UNA volta che
      gestisca JavaScript come lo gestiscono
      Mozilla (che è già esigente abbastanza) e IE
      (che lascia passare qualsiasi cosa, e per
      questo per navigare ve benone). Sfondi delle
      tebelle o delle celle? Lasciamo perdere, un
      putiferio. Stili? Quali stili? Ah, ecco...[...]ciao a --- e a tuttimi interessa chiederti conto solo di quanto ho quotato qua sopra: per quale motivo attribuisci agli sviluppatori di un browser le colpe degli sviluppatori di siti?voglio dire: se un sito viene scritto secondo gli standard W3C non c'è browser migliore di opera per visualizzarlo...il problema lo incontri quando cerchi di navigare all'interno di un acrocchio di codice pseudo-ecma-pre-html-past-iccio testato solo con MS InternetExplorer (che, come dici tu, si piglia proprio di tutto...)voglio proprio vedere che cosa succederà del tuo/loro browser preferito quando verranno rilasciate in veste ufficiale le specifiche W3C dell'XHTML2... :)ciaosammm
      • Anonimo scrive:
        Re: Opera fa pietà sui siti scritti per IE

        il problema lo incontri quando cerchi di
        navigare all'interno di un acrocchio di
        codice pseudo-ecma-pre-html-past-iccio
        testato solo con MS InternetExplorer (che,
        come dici tu, si piglia proprio di tutto...)il problema è che i principali strumenti di sviluppo web (FP e firstpage per i newbye, Dreamweaver per i grafici, sausage, websphere ecc... per i professionisti) fanno tutti e in egual misura a meno di considerare minimamente le specifiche del w3c, l'unico strumento di sviluppo che lo fa e amaya (per ora assolutamente infame come stabilità, scrso di potenzialità e funzioni) e gli editor puramente testuali, con cui fare un sito carino ed in tempi ragionvoli è una impresa titanica.Quindi, dato che il web non è immanente come la sacra trimurti ma è creato dall'uomo, o quei geniacci del w3c si danno una bella svegliata e spingono a rilasciare strumenti seri di sviluppo che creino codice secondo i loro canoni oppure le cose andranno avanti così all'infinito con questi pseudostandard de facto che continueranno ad essere il volgare del web mentre gli standard w3c rimarranno un latino parlato da pochi.PS se dai una occhiata alle specifiche del w3c ci sono tante limitazioni penalizzanti rispetto al "volgare" che credo proprio non sarà un "latino" migliore delle sue degenerazioni! In effetti tra i maggiori siti tecnology related solo pochissimi lo usano! Anche tra quelli estremamente semplici e testuali, che farebbero ben poca fatica ad adeguarvisi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Opera fa pietà sui siti scritti per IE
          [...]
          Quindi, dato che il web non è immanente come
          la sacra trimurti ma è creato dall'uomo, o
          quei geniacci del w3c si danno una bella
          svegliata e spingono a rilasciare strumenti
          seri di sviluppo che creino codice secondo i
          loro canoni oppure le cose andranno avanti
          così all'infinito [...]stai parlando dell'XHTML2? no, perché XML-spy e vari editor di fogli di stile mi sembrano sufficientemente seri, come strumenti di sviluppo... ed è quella la direzione in cui ci si sta muovendo.se poi stavi invece parlando del solo HTML, allora te ne do pienamente atto: il W3C non ha saputo (o voluto) prendersi il potere necessario a costringere i produttori di user-agent ad utilizzare i propri canoni...[adesso non vorrei passare per quello che difende il consorzio a tutti i costi... ma ti sembra davvero un'impresa che sarebbe stata possibile?]in fondo non mi dispiace poi più di tanto che non ci sarà più compatibilità all'indietro...ciao!sammm
        • Anonimo scrive:
          Re: Opera fa pietà sui siti scritti per IE
          - Scritto da: webb
          il problema è che i principali strumenti di
          sviluppo web (FP e firstpage per i newbye,
          Dreamweaver per i grafici, sausage,
          websphere ecc... per i professionisti) fanno
          tutti e in egual misura a meno di
          considerare minimamente le specifiche del
          w3c, l'unico strumento di sviluppo che lo fa
          e amaya (per ora assolutamente infame come
          stabilità, scrso di potenzialità e funzioni)
          e gli editor puramente testuali, con cui
          fare un sito carino ed in tempi ragionvoli è
          una impresa titanica.Creare un sito crossbrowser anche con funzionalità avanzate non è per nulla impossibile. Parliamo di javascript, dom e tutto quanto? guardate su http://www.cross-browser.com/ e provatelo pure con Opera, Mozilla (e derivati) o IE.Certo, fare un sito avanzato solo con editor testuali è un'impresa forse titanica, ma si possono sempre utilizzare strumenti validissimi (DW fra tutti), per poi controllare la compatibilità e corre ai ripari a mano. Se uno è veramente un "webmaster" dovrebbe essere in grado di fare queste cose, altrimenti è solo "uno molto pigro che fa siti per IE" :-)Saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Opera fa pietà sui siti scritti per IE

            Creare un sito crossbrowser anche con
            funzionalità avanzate non è per nulla
            impossibile. Parliamo di javascript, dom e
            tutto quanto? guardate su
            http://www.cross-browser.com/ e provatelo
            pure con Opera, Mozilla (e derivati) o IE.certo, ma quanti e quali strumenti di sviluppo fanno siti 100% w3c compatibili, come dovrebbe essere la norma?
            Certo, fare un sito avanzato solo con editor
            testuali è un'impresa forse titanica, ma si
            possono sempre utilizzare strumenti
            validissimi (DW fra tutti), basta qui, l'hai detta troppo grossa.ma lo sai che per fare un mouseover dw ti fa il quadruplo di codice di un newbye che abbia appena cominciato a conoscere javascript? dw e compagnia bella ti fanno tutti un codice del caspio, in tutti i linguaggi che videoeditano, e andarci sopra a mano è spesso più impegnativo che fare una cosa ex novo
          • Anonimo scrive:
            Re: Opera fa pietà sui siti scritti per IE
            - Scritto da: hahahah
            basta qui, l'hai detta troppo grossa.
            ma lo sai che per fare un mouseover dw ti fa
            il quadruplo di codice di un newbye che
            abbia appena cominciato a conoscere
            javascript? dw e compagnia bella ti fanno
            tutti un codice del caspio, in tutti i
            linguaggi che videoeditano, e andarci sopra
            a mano è spesso più impegnativo che fare una
            cosa ex novoBeh allora cancella e rifai :PCmq il punto è che la vera difficoltà di un progetto grosso non sono questi aspetti (che sono cmq da controllare sempre a mano, ma tutta la struttura, il layout e così via. Per il resto si piglia in mano il proprio editor e si lavora duro per garantire compatibilità.SalutiPS: cmq i codici rollover di dw sono fatti in una certa mianiera, non sono grossi così per divertimento.
          • Anonimo scrive:
            Re: Opera fa pietà sui siti scritti per IE

            PS: cmq i codici rollover di dw sono fatti
            in una certa mianiera, non sono grossi così
            per divertimento.concordo, ma sui rollover sono drastico: guarda il sito dell'onu, li sono fatti con la testa, dw li fa con i piedi come la qusi totalità del codice che scrive, come fa quasi la totalità degli altri editor commerciali... sarà che hanno bisogno di rendere tutto più lento e pesante per venderci le "innovazioni"? Mi sa di si!
    • Anonimo scrive:
      Re: Opera fa pietà
      - Scritto da: ---
      A volte uso
      Mozilla, altre IE (mozilla mi urta nel fatto
      di non avere il supporto SSL integrato...
      misterioso).Potrei sbagliarmi... ma credo che nel setup di mozilla tu debba installare il "personal security manager".hai gia' provato?bye
Chiudi i commenti