Nuovo Linux Enterprise in salsa di Red Hat

Varata una nuova distribuzione di Linux basata su Red Hat Linux Enterprise 3


Roma – In risposta alle recenti strategie di marketing annunciate Red Hat, un team di sviluppatori ha deciso di creare una versione gratuita della distribuzione Red Hat Enterprise Linux 3 (RHEL 3).

La nuova distribuzione, chiamata White Box Linux e finanziata dalla Beauregard Parish Public Library di DeRidder, in USA, si basa sullo stesso codice sorgente di RHEL 3.

Il team di sviluppo ha già rilasciato una versione preliminare del sistema operativo scaricabile da qui in formato ISO.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ereilavak scrive:
    http://www.alltheweb.com/
    si gli spyder son un pò più lenti rispetto a quelli di google, ma per ricercare informazioni generali è cmq più che ottimo niente publicità/adware e censure
  • Anonimo scrive:
    Non è del tutto esatto.
    Non è del tutto esatto affermare che il famigerato DMCA sia applicabile sólo all'interno degli stati Uniti. In effetti, Google è una società americana con azionisti americani e uno stato ha la facoltà di regolare il comportamento di tutti i soggetti, persone fisiche e giuridiche, della sua nazionalità sia all'interno delle sue frontiere come all'estero. Questa facoltà è uno degli attributi della sovranità degli stati.Si può affermare senz'altro che il DMCA sia una legge fatta a misura per difendere gli interessi delle discografiche e delle Majors del cinema e non gli interessi generali della società, ma questa è un'altra faccenda.
  • Anonimo scrive:
    direttiva e-commerce
    senza tante storie per iòl DMCA bastava applicare le norme sull'e-commerce che l'Italia ha recentemente recepito.Si inventano inutili questioni, anche gli avvocati italiani di Google dove vivono ?
  • Anonimo scrive:
    www.google.it e` negli USA
    dettaglio importante:i server di google (anche quelli di www.google.it) sono negli USA e quindi comunque assoggettati alle leggi statunitensi
    • Anonimo scrive:
      Re: www.google.it e` negli USA
      - Scritto da: Anonimo
      dettaglio importante:
      i server di google (anche quelli di
      www.google.it) sono negli USA e quindi
      comunque assoggettati alle leggi
      statunitensieppoi trattandosi di un servizio gratis mi pare che sia proprio fuori luogo lamentarsi :p
      • francescone scrive:
        Re: www.google.it e` negli USA
        Non c'entra nulla la lamentela circa un servizio gratuito. E' chiaro che puoi utilizzare un altro motore, ma non è questo il punto. E' importante valutare come l'informazione sul web sia influenzata dal DMCA, sia Google o meno lo spunto per la discussione. Ergo, non è Google (che può attuare la politica che ritiene più opportuna) sotto accusa, lo sono invece i nefasti effetti del DMCA.
    • Anonimo scrive:
      Re: www.google.it e` negli USA
      - Scritto da: Anonimo
      dettaglio importante:
      i server di google (anche quelli di
      www.google.it) sono negli USA e quindi
      comunque assoggettati alle leggi
      statunitensiNo non c'entra niente dove sono i server. E' dove ha sede la società che conta, e il dominio www.google.it è registrato da una sede che ha residenza negli UK
      • Anonimo scrive:
        Re: www.google.it e` negli USA
        Non sono un avvocato ma secondo me conta il luogo dove si compie il fatto "criminoso".
        • TieFighter scrive:
          Re: www.google.it e` negli USA
          - Scritto da: Anonimo
          Non sono un avvocato ma secondo me conta il
          luogo dove si compie il fatto "criminoso".E' proprio cosi'. Ormai in tutte le legislazioni occidentali e nella prassi prevale il concetto che un reato del genere si consuma non "a casa di chi lo compie" ma "dove lo compie". Google.it da come la vedo io e' indirizzato all'Italia e "si svolge" in Italia.
        • Anonimo scrive:
          Re: www.google.it e` negli USA
          - Scritto da: Anonimo
          Non sono un avvocato ma secondo me conta il
          luogo dove si compie il fatto "criminoso".No conta la sede, posso confermare per esperienza personale.
    • Anonimo scrive:
      I server sono sparsi per il mondo
      Google ha ormai poco meno di una ventina di datacenter sparsi per il mondo. Molti sono negli states, ma alcuni anche in europa.Quando tu scrivi www.google.com in realtà mandano la tua richiesta al datacenter che gli pare.Per eseguire una ricerca in un datacenter (o in un pool) particolare ti basta impostare il corretto subdominio nell'urlEsempio di alcuni datacenter:www-ex.google.comwww-sj.google.comwww-va.google.comwww-dc.google.comwww-ab.google.comwww-in.google.comwww-zu.google.comwww-cw.google.comwww-fi.google.comwww-gv.google.comwww-kr.google.com...pooleurope.google.comamerica.google.comasia.google.comAd esempio il -zu è a Zurigo e il -kr a Dublino
    • Anonimo scrive:
      Re: www.google.it e` negli USA
      Conta la sede legale della società che ha registrato il dominio. Inoltre, se la società che ha registrato il dominio è controllata da una società americana, allora le autorità possono (attenzione possono, non è detto dipende da molte cose, com'è costiuita la societa, il tipo di controllo ecc...) far valere DMCA.Se apri un sito illegale per le autorità italiane e le metti su un server americano con dominio .com, e lo intesti a tuo nome, dopo due ore le autorità sono a casa tua........
  • Anonimo scrive:
    E OTH.NET allora?
    Da li quando non esisteva ancora il P2P si scaricavano gli Mp3 dai server FTP...era una figata per l'epoca! Ma quello non lo tolgono dalla rete?Mah...Inetto
    • luke977 scrive:
      Re: E OTH.NET allora?
      http://forums.oth.net/phpBB2/viewtopic.php?t=183ma xchè ci dobbiamo sempre far odiare anche dove nn centriamo niente? :(Al solito Italia = spaghetti, mafia e mandolino...Hi there,for those who might be interested (some ranges which should be blocked):RIAA:208.225.90.0-208.225.90.255RIAA:12.150.191.0-12.150.191.255 ... Telecom Italia:80.180.0.0-80.180.127.255 ...RIAA.com:65.244.101.224-65.244.101.224maybe some of u have some more addresses to block.. bye JoinUPPS.:have fun updating ur blacklists
    • Anonimo scrive:
      Re: E OTH.NET allora?
      - Scritto da: Anonimo
      Da li quando non esisteva ancora il P2P si
      scaricavano gli Mp3 dai server FTP...era una
      figata per l'epoca! Ma quello non lo tolgono
      dalla rete?
      Mah...

      Inettoperché, tu ci trovi ancora qualcosa su oth.net? io no.anche audiogalaxy aveva lo stesso servizio, parallelo a quello più noto. e non c'è più.
  • Anonimo scrive:
    State facendo un caso dove non c'è
    Google è un'azienda statunitense e può operare in tutto il mondo ma deve seguire alcune regole. Ma avete mai comprato un Dell? Avete mai scaricato un software per un controller Adaptec ? Avete mai letto cosa dovete accettare ? Dovete dichiarare che non esporterete quei prodotti verso alcuni paesi (Cuba per esempio) , dovete dichiarare che i prodotti non saranno usati per la costruzione di armi e un sacco di altre amenità. Io non dico che Google abbia ragione, dico solo che fa quello che tutte le aziende americane fanno da parecchio tempo, anche prima del dmca; applicano la legge, sono obbligati a farlo. Non c'è nessun caso qui.
    • Anonimo scrive:
      Re: State facendo un caso dove non c'è

      Non c'è
      nessun caso qui.Infatti non faccio caso a quello che dici....
      • Anonimo scrive:
        Re: State facendo un caso dove non c'è
        - Scritto da: Anonimo

        Non c'è

        nessun caso qui.

        Infatti non faccio caso a quello che dici....non c'era alcun dubbio che questo fosse il vs. modo di procedere.
        • Anonimo scrive:
          Re: State facendo un caso dove non c'è
          dai, su, non facciamo cosi ai pagliacci...
          • Anonimo scrive:
            Re: State facendo un caso dove non c'è
            - Scritto da: Anonimo
            dai, su, non facciamo cosi ai pagliacci...ma ke razza di lingua è questa ? :o
  • Cavallo GolOso scrive:
    ma allora il tizio di venerdì è salvo!
    allora, in riferimento a http://punto-informatico.it/p.asp?i=45931, il tizio che aveva i problemi con gamespy, se il DMCA ha effetto solo negli USA, non avrebbe dovuto rimuovere nulla dal suo sito, no?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma allora il tizio di venerdì è salv
      Già.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma allora il tizio di venerdì è salvo!
      - Scritto da: Cavallo GolOso
      allora, in riferimento a
      http://punto-informatico.it/p.asp?i=45931,
      il tizio che aveva i problemi con gamespy,
      se il DMCA ha effetto solo negli USA, non
      avrebbe dovuto rimuovere nulla dal suo sito,
      no?
      Infatti. Però, purtroppo, l'egemonia del terrore e dell'ignoranza americana, gli hanno fatto probabilmente calare le braghe.E pensare che il mito americano era anche il mio mito: belle gnocche sulle spiagge tipo baywatch, macchinoni potenti, surfisti pazzoidi, cinema e negozi aperti fino a notte fonda... e invece adesso quegli ammalati di retorica degli americani mi stanno sui cosidetti, li odio! Disgraziati, stanno rovinando il mondo...
      • Anonimo scrive:
        Re: ma allora il tizio di venerdì è salvo!

        Infatti. Però, purtroppo, l'egemonia del
        terrore e dell'ignoranza americana, gli
        hanno fatto probabilmente calare le braghe.
        E pensare che il mito americano era anche il
        mio mito: belle gnocche sulle spiagge tipo
        baywatch, macchinoni potenti, surfisti
        pazzoidi, cinema e negozi aperti fino a
        notte fonda... e invece adesso quegli
        ammalati di retorica degli americani mi
        stanno sui cosidetti, li odio! Disgraziati,
        stanno rovinando il mondo...vedrai allora quando non ci saranno piu' loro come sara' il mondo ... vedrai :p
        • Anonimo scrive:
          Re: ma allora il tizio di venerdì è salvo!
          Non è che non devono esserci, devono esserci ma alla pari di tutti gli altri, non come unica superpotenza imperiale, in tutti i campi...Rendiamoci conto che nessuno è in grado di gestire "troppo" potere, loro lo stanno dimostrando in ogni campo.
        • Anonimo scrive:
          Re: ma allora il tizio di venerdì è salvo!
          (cut)

          ammalati di retorica degli americani mi

          stanno sui cosidetti, li odio!
          Disgraziati,

          stanno rovinando il mondo...

          vedrai allora quando non ci saranno piu'
          loro come sara' il mondo ... vedrai :phai notizie che non abbiamo sulla scomparsa del continente americano?o stai parlando della tettonica a placche?
          • Anonimo scrive:
            Re: ma allora il tizio di venerdì è salvo!
            - Scritto da: Anonimo
            (cut)



            ammalati di retorica degli americani mi


            stanno sui cosidetti, li odio!

            Disgraziati,


            stanno rovinando il mondo...



            vedrai allora quando non ci saranno piu'

            loro come sara' il mondo ... vedrai :p

            hai notizie che non abbiamo sulla scomparsa
            del continente americano?
            o stai parlando della tettonica a placche?la seconda
      • Anonimo scrive:
        Re: ma allora il tizio di venerdì è salv

        E pensare che il mito americano era anche il
        mio mito: belle gnocche sulle spiagge tipo
        baywatch, macchinoni potenti, surfisti
        pazzoidi, cinema e negozi aperti fino a
        notte fonda...Non avevi capito niente allora, e continui a non capire...
    • samu scrive:
      Re: ma allora il tizio di venerdì è salv
      - Scritto da: Cavallo GolOso
      allora, in riferimento a
      http://punto-informatico.it/p.asp?i=45931,
      il tizio che aveva i problemi con gamespy,
      se il DMCA ha effetto solo negli USA, non
      avrebbe dovuto rimuovere nulla dal suo sito,
      no?
      credo che in realta' la faccenda del tizio sia + complessa e non ci sia stata rivelata tutta: o il tizio vuole passare per gli usa (e per evitare una fine alla kasparov ha calato le braghe) oppure aveva qualche interesse a farsi pubblicita' e basta
Chiudi i commenti