Nuvifone, il primo cellulare di Garmin

L'azienda conosciuta per le sue soluzioni GPS entra nel mondo della telefonia mobile. Con un dispositivo all-in-one

Roma – C’è stato un tempo in cui il telefono cellulare era solo un telefono cellulare, e anche il navigatore satellitare era solo un navigatore satellitare. Dopo il lancio dei primi smartphone, qualcuno ha inserito un navigatore nel telefonino e sono nati i telefonini-navigatori. E ora qualcuno ha pensato di chiudere il cerchio inserendo un telefono nel navigatore. Il risultato è il nuovo Nuvifone di Garmin .

Garmin Nuvifone Chi conosce il marchio potrà immaginare senza sforzo che il nuovo dispositivo dell’azienda fondata da Gary Burrell (“Gar”) e Min Kao (“min”) ha una spiccata vocazione per viaggiare e far viaggiare. A prima vista può sembrare un navigatore, ma ha anche un touch-phone in linea con la moderna tendenza tecno-stilistica esplosa con l’ iPhone .

Una tendenza evidenziata dall’ assenza di tastierino numerico e dalla presenza di un display touchscreen da 3,5 pollici, su cui fanno bella mostra di sé tre icone che richiamano altrettante funzioni base: chiama , ricerca , visualizza mappa .

A bordo ci sono: tecnologia HSDPA, modulo GPS, fotocamera digitale con risoluzione da 3 Megapixel, player multimediale, browser web, Google local search (basta cercare caffè per avere i nomi dei bar della zona), connettività Bluetooth e WiFi, software di navigazione Garmin con mappe Europa e America, supporto avanzato alla messaggistica (SMS, E-mail, Instant Messaging).

Interessante la funzione geotagging , che abbina ad una foto i dati sulla localizzazione al momento dello scatto. L’utente potrà scattare una foto ad un monumento ed inviarla ad un amico dotato di Nuvifone, per guidarlo a raggiungerlo: il telefono del destinatario fornirà l’itinerario grazie alle informazioni abbinate all’immagine ricevuta.

La presentazione ufficiale del Nuvifone avrà luogo al 3GSM di Barcellona – in programma tra l’11 e il 14 febbraio – quando saranno annunciati anche i dettagli sulla sua commercializzazione.

Garmin Nuvifone

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Maurizio Bordone scrive:
    costi
    Ricordo che quello che è costato il portale è stato speso pagando dei professionisti e delle agenzie che hanno lavorato per realizzare tale prodotto.Percui si ha creato lavoro, un investimento volto a migliorare il turismo dall'estero, che stiamo sfruttando troppo poco, approfittandoci invece dei prezzi altissimi che si chiedono nei vari bar, ristoranti e hotel sparsi su tutto il territorioGrazie per l'attenzione
  • Roberto lo porto scrive:
    75.000€, anche io sarei scappato via....
    75.000 per un sito?? che razza di gente vive in Italia!. Solo i Politici potrebbero fare queste spese, tanto, "e io pago!", Io penso che si sono presi i soldi e ora campano di reddita, e c'è gente che sviluppa siti e chiede al max 1000, CHE SCHIFO!!!, bella l'idea del sito tipo wikipedia, e chi riesce a collaborare, lo stato ricompensa, solo così verrebbe un sito "serio", e poi,,, se parliamo di sicurezza, penso che apposto di "buttare giù" il sito, penserebero a fare di meglio nel sito, propio come wikipedia, e lo stato premierebbe soltanto l'utilità svolta da tutti quelli che collaborano ;).
    • MiCompiacci o scrive:
      Re: 75.000€, anche io sarei scappato via....
      ...ma l'italiano è un optional?Va bene lo scandalo, ma mi sa che non sai di cosa parli!Ciao
      • rotfl scrive:
        Re: 75.000€, anche io sarei scappato via....
        - Scritto da: MiCompiacci o
        ...ma l'italiano è un optional?
        Va bene lo scandalo, ma mi sa che non sai di cosa
        parli!In effetti non s'e' capito un tubo.
    • sfig@tto scrive:
      Re: 75.000€, anche io sarei scappato via....
      - Scritto da: Roberto lo porto
      e chi riesce a collaborare, lo stato ricompensa,aqhahahaha vorrai dire "risparmia e se la cava con poco"campa cavallo...ciao :)
  • un italiano scrive:
    Alternative ad italia.it
    Non capisco perchè sia necessario un portale 'statale', magari con lo scopo poi di affidarne la manutenzione ad aziende il cui titolare è un parente o un conoscente del politico di turno?Siamo in un regime di libera concorrenza, non dovrebbe emergere uno dei tanti portali pubblici o privati che si occupano di turismo? Che ne so, qualcosa del tipo enit.it, italiaabc.it o italyonline.it, giusto per fare 3 nomi presi a caso... (chi vuole, aggiunga ;-))D'altronde, google.com, yahoo.com o hotel.com (altri 3 nomi a caso), non sono stati sponsorizzati da alcun governo, di destra o di sinistra che sia.....
  • aafranki scrive:
    chi si frega i soldi stavolta?
    Facciamo vincere a superenalotto chi indovina i destinatari veri dei soldi stanziati stavolta. Secondo voi, chi se li piglia?
  • ioioio scrive:
    non male,ma soldi alla regioni..
    Secondo me italia.it non è sbagliato, ma se si finanziano $ alle regioni x raccogliere dati....vuol dire che buttare via soldi.Non è meglio fare un contratto a storici/filosofi/ studiosi di umanistica/agenti di turismo o simili perchè raccolgano _loro_ informazioni?Secondo me è più conveniente.....
  • Sp1r0 scrive:
    grosse e grasse risate!
    21 milioni di euro per un portale web?ma stiamo scherzando?e dove ci vorrebbero tutti quei soldi?o meglio,come si fanno ad usare 21 milioni di euro per creare un sito web io ancora me lo domando.
    • OttobreRosso scrive:
      Re: grosse e grasse risate!
      quei soldi faranno mica parte del 'tesoretto' di qualcuno??? mi chiedo perchè la politica italiana riesce sempre a rovinare tutto. E a rubare soldi ai cittadini.
  • duemila scrive:
    senza vergogna !!!
    01-02-2008Accordo Gentiloni - Marrazzo per Banda Larga nel Lazio Lintervento per lo sviluppo della banda larga sul territorio della Regione Lazio è realizzato in cooperazione istituzionale e progettualità congiunta dalla Regione e dal Ministero delle Comunicazioni e, per esso, dal soggetto attuatore del Programma Banda Larga in tutte le aree sottoutilizzate del Paese, la società Infratel S.p.A.. Il Piano per lo sviluppo della banda larga sul territorio della Regione Lazio, oggetto del presente Accordo di Programma, è complessivamente finanziato:dal Ministero delle Comunicazioni, per lammontare di 23.000.000 Euro, dei quali 9.500.000 Euro nellanno 2008 e 13.500.000 Euro nellanno 2009, a valere sui fondi ad esso assegnati dal CIPE e da Leggi Finanziarie dello Stato, ferme restando le effettive disponibilità economiche previste dagli stessi nello stato di bilancio del Ministero, ai fini della realizzazione del Programma Banda Larga per il tramite di Infratel;dalla Regione Lazio, per lammontare di 8.000.000 Euro, a valere sui fondi comunitari e sul cofinanziamento nazionale relativi al Programma Operativo della Regione Lazio (P.O.R. FESR 2007-2013) per lobiettivo Competitività regionale ed occupazione 2007-2013, adottato dalla Commissione Europea con Decisione C(2007) 4584 del 02.10.2007, ed erogati a stadi di avanzamento.---------------------------------------------------------Ma siete caduti ??? andate a casa !!!! E con che diritto asegnate la cosa ad infratel ? e gli operatori che stanno acquistando le frequenze del wimax ???Fatela finita , ladri !!!!!!
  • gibollo scrive:
    grande vittoria del uebb :-)
    e questo dimostra quanto gliene fotte a chiunque del chiacchericcio uebb... meditate gente, meditate, prima di sentirvi fichi perchè avete scritto una qualsiasi stronzata nella blog cosa. il uebb non ha alcun potere quando ci sono di mezzo i denari.
    • anonimo bastardo scrive:
      Re: grande vittoria del uebb :-)
      - Scritto da: gibollo
      e questo dimostra quanto gliene fotte a chiunque
      del chiacchericcio uebb... meditate gente,
      meditate, prima di sentirvi fichi perchè avete
      scritto una qualsiasi stronzata nella blog cosa.
      il uebb non ha alcun potere quando ci sono di
      mezzo i
      denari.meglio rassegnati e SERVI come te ....VERO !!!
  • unoqualunqu e scrive:
    Per favore dite che ITALIA.IT è PERFETTO
    Ma basta criticare!!!!E' tutta colpa vostra se si buttano via tonnellate di soldi pubblici. I politici non aspettano altro per sperperare i vostri soldi che una critica o una protesta (vedi, centrali, rifiuti, sanità). Il portale del turismo fa schifo? Bene allora stanziamo altri soldi, diamo le competenze a un nuovo comitato interministeriale che creerà un gruppo di lavoro congiunto e una authority di controllo.Il portale italia.it lo voglio così com'era. Era fantastico, rispondeva a tutte le mie curiosità turistiche sull'Italia. Non era aggiornato? Meglio perché la forza dell'italia è nella sua storia...
    • rotfl scrive:
      Re: Per favore dite che ITALIA.IT è PERFETTO
      - Scritto da: unoqualunqu e
      Il portale italia.it lo voglio così com'era. Era
      fantastico, rispondeva a tutte le mie curiosità
      turistiche sull'ItaliaMa certo, rispondeva. Con risposte sbagliate, ma chissenefrega eh? (rotfl)
      Non era aggiornato?
      Meglio perché la forza dell'italia è nella sua
      storia...Ah perché quella invece la descriveva benissimo... (rotfl)Ma io dico, come si fa ad accettare un sito del genere? Evidentemente ti piace essere governato e comandato da un branco di ignoranti corrotti.
  • AleDalSud scrive:
    ma che schifo...
    Ma si può?non si arriva a fine mese e questi strasoliti geni della politica italiana TUTTI ma TUTTI buttano 21 milioni oquanti siano poer uno schifo di sito. ma ..non continuo, è inutile
  • serpico83 scrive:
    A lavorare
    Ma andate a lavorare invece di continuare sto schifo alle spalle del cittadino, 21 milioni per un sito NON SI PUO' SENTIRE.
  • Marco Marcoaldi scrive:
    W la revolucion !!!!
    Armatevi e fatevi sentire !!!!! Lotta armata contro ogni sopruso !
  • Marcus Weber scrive:
    evvai ragazzi...altri soldi....
    che schifo.senza limiti proprio.
  • Mirc scrive:
    Riduciamo il debito pubblico
    Forse questi soldi sono più utili a ridurre il debito pubblico e ne guadagneremmo tutti, operatori turistici compresi.
    • Marco Marcoaldi scrive:
      Re: Riduciamo il debito pubblico
      Informati cul signoraggio prima di parlare di debito pubblico !E sopratutto chi è il creditore ?!?!?!?! O_o
      • Corbellerie scrive:
        Re: Riduciamo il debito pubblico
        - Scritto da: Marco Marcoaldi
        Informati cul signoraggio prima di parlare di
        debito pubblico
        !

        E sopratutto chi è il creditore ?!?!?!?! O_oSta cosa sul signoraggio è una strombolata. Lascia perdere grillo parlante.
  • Vindicator scrive:
    Al di là del qualunquismo
    Cerchiamo di essere un filo pragmatici qui.E' palese che italia.it sia necessario, proprio ieri sono usciti i dati WTO sull'andamento del turismo mondiale e l'Italia era abbastanza in alto, addirittura con una crescita superiore alla media mondiale, si può quindi dire che un sito sia necessario, anche perchè visto l'andazzo, qui resteranno appunto turismo, veline e calciatori :D.In ogni caso, la perplessità semmai è nel costo del "coso". Credo che chiunque sia stato coinvolto nel progetto di portali web tipo enterprise non possa che spalancare gli occhi davanti a cifre simili. Sono proprio tanti.
    • duemila scrive:
      Re: Al di là del qualunquismo
      Ma quale necessario !!!!Sto governo ha distrutto l'immagine dell'Italia con il problema della monnezza.!Ci vorranno decenni per recuperare ......
      • Mi scoccio di loggare scrive:
        Re: Al di là del qualunquismo
        - Scritto da: duemila
        Ma quale necessario !!!!Sto governo ha distrutto
        l'immagine dell'Italia con il problema della
        monnezza.!

        Ci vorranno decenni per recuperare ......Piu' che altro, direi "per smaltire..." ( e ce li ho proprio vicino casa -.- )
  • Riccardo Mares scrive:
    Esempi di acquisti con 7000000
    Mi sono permesso di legarmi al vostro discorso portanto alcuni esempi di cosa si possa fare con 7 milioni di euro:http://tinyurl.com/3aowgm
    • rotfl scrive:
      Re: Esempi di acquisti con 7000000
      - Scritto da: Riccardo Mares
      Mi sono permesso di legarmi al vostro discorso
      portanto alcuni esempi di cosa si possa fare con
      7 milioni di
      euro:
      http://tinyurl.com/3aowgmPeccato che ne abbiano spesi 15. Capito l'antifona, prima comunicano a tutta la stampa che erano 7, poi sottovoce confessano che erano piu' del doppio).
      • merlinox scrive:
        Re: Esempi di acquisti con 7000000
        Quella voce non l'avevo sentita.Se volete quotare il post e raddoppiare le mie cifre fate pure :)
  • Ricky scrive:
    Che bello...loro STANZIANO e noi...
    PAGHIAMO...sempre ecomunque, senza trasparenza e senza un resoconto PUBBLICO di come vengono impegnati i NOSTRI soldi.Perche'?E' cosi' difficile mettere a disposizione dei cittadini,come dovrebbe essere da loro DIRITTO, una sorta di elenco della spesa effettuata?Perche' a noi si chiede sempre e solo di smenare soldi e di stare muti?Lo fa la MAFIA solitamente...non un governo che si riempie la bocca di paroloni tipo "DEMOCRAZIA e TRASPARENZA".Ancora mi chiedo come sia possibile che uno sfacelo e sperpero simile si riduca ad una chiusura del sito con pronta riapertura per poter giustificare altri soldi dati a QUALCUNO...Ma non dovrebbe esserci una inchiesta?La corte dei conti...ok, ma una seria...una che identifichi i COLPEVOLI e li mandi ai lavori forzati recuperando tutti i soldi che si sono fregati?Possibile che gentaglia strapagata come loro non debba mai pagare per i propri errori!?MA e' palese che se possono fare i cavoli loro senza pagare dazio lo faranno sicuramente...non sono certo la' per niente!Ma nulla accade...tutto resta cosi', tante incazzature ma nessuno che li unga per bene e li mangi in carcere a vita.Speriamo che cannino a scaricare un mp3...forse cosi' li incarcerano almeno per 5 anni...CERTE COSE NON SI DEVONO PROPRIO FARE!Altro che crack multimilionari, gente sul lastrico , famiglie in mezzo ad una strada, delinguenza ovunque...certe cose sono quisquiglie...mica li si puo' penalizzare per simili sciocchezze...ma se mi duplicano un film...aahhhh allora si che li si puo' stroncare...BARBARI!Ma quando ci svegliamo...da questo incubo?
    • duemila scrive:
      Re: Che bello...loro STANZIANO e noi...
      I magistrati sono all'opera dopo il colpo di stato che hanno fatto , mica possono perdere tempo con ste cosucce? :-)Aho , in 15 anni hanno fatto 2 colpi di stato mica uno ....
  • Giuseppe Rossi scrive:
    Mi sono scaricato italia.it
    Giusto da tenere per ricordo, per poter mettere di fronte ai malavitosi che lo hanno costruito la prova delle loro malefatte.
  • banano scrive:
    Altro che italia.it
    Se dovete andare in vacanza provate questo:http://www.tripit.com/E' una figata incredibile.
  • Dedalus4 scrive:
    Altro cibo per i mannari
    Ahhhhhh!!! una nuova boccata di ossigeno per i mannari...Li vedo...sono tutti li pronti ad accaparrarsi la fetta della torta il più grossa possibile.Soldi Soldi Soldi.Ed ancora soldi...Questa è l'informatica in questa merdaccia di paese.Ora le solite società che esistono soltanto perchè foraggiate da questi soldi che altro non sono che le nostre sudate tasse, sono tutte li pronte ad incamerare i milioni generando ancora un pò di occupazione precaria.Perchè quella ci manca a dire il vero.Prendono 2 consulenti o 2 giovani bambinotti neo-laureati e li sparano su progetti vuoti che resteranno tali che non faranno crescere mai nessuno e che non apporteranno mai alcun beneficio alla comunità...E tutto questo con qualche migliaia di euro...Il grosso di questi soldi infatti se ne andrà tutto in:villebarchemacchineamanticase al centroclientelismocamorra e mafie varieconnivenzamalaffareTutto totalmente fuori dal nostro controllo, fuori dal controllo degli italiani...Poi si sponsorizza il tutto come "un momento di crescita per il paese, incrementare l'attrattiva turistica per il nostro paese"...Ma di chi è questo paese? mio?? nono...è vostro...Italia.it deve chiudere esattamente come questa nazione deve chiudere.
  • Undertaker scrive:
    Ultima ruberia
    Era l'ultima occasione al peggior governo della storia di imboscare un altro pó di soldi prima di essere cacciati a pedate !Mi sembra di vedere quei dittatorelli da repubblica delle banane, tipo Marcos che riempiono le valigie di soldi prima di scappare via
  • Garixi scrive:
    Ma a che serve Italia.it?
    Io sono dell'avviso che ogni operatore(albergo, comune, regione e altro) debba farsi il sito x i fatti suoi e secondo le sue idee.L'idea del portalone da accesso privilegiato nn mi sembra una cosa neccessaria e probabilmente non so quali benefici un qualsiasi attore del panorama turistico ne possano trarre.In uno spirito di concorrenza spietata ciascuno dovrebbe tirare l'acqua al suo mulino mettendo in campo competenze, servizi e sistemi più accattivanti della concorrenza.Probabilmente sbaglio io, ma secondo me di italia.it nn ce ne facciamo un cavolo.
    • Arigato scrive:
      Re: Ma a che serve Italia.it?
      Serve a spendere soldi pubblici soddisfando eventuali clientelismi che possono sempre tornare utili. I portali non sono mai serviti a nulla, il concetto stesso di portale è un'idiozia e serve esclusivamente a presentarsi davanti a clienti poco edotti in materia e vendere, specie ora che con investimenti veramente esigui si possono creare e gestire siti promozionali di buona qualità.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 febbraio 2008 13.19-----------------------------------------------------------
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: Ma a che serve Italia.it?
      - Scritto da: Garixi
      Io sono dell'avviso che ogni operatore(albergo,
      comune, regione e altro) debba farsi il sito x i
      fatti suoi e secondo le sue idee.L'idea del
      portalone da accesso privilegiato nn mi sembra
      una cosa neccessaria e probabilmente non so quali
      benefici un qualsiasi attore del panorama
      turistico ne possano trarre.molti paesi civili ne hanno, credo giustamente, uno.Non si tratta solo di info su alberghi ma tutto, un quadro della nazione. L'idea non e' affatto male, trovare cosa c'e' ad Arezzo, dove si mangia, dove si dorme, usi e costumi sagre etcuna cosa del genere a livello nazionale, fatta bene, sarebbe di indubbia utilita'.. se trovi anche orari dei treni, pullman, aerei, info turistiche etc etc invece di districarti in migliaia di siti lasciati alla buona volonta' e fondi dei privatie' lo stato che pubblicizza l'italia, come in maniera molto naif diceva rutelli nel video introduttivoIn uno spirito di
      concorrenza spietata ciascuno dovrebbe tirare
      l'acqua al suo mulino mettendo in campo
      competenze, servizi e sistemi più accattivanti
      della concorrenza.Probabilmente sbaglio io, ma
      secondo me di italia.it nn ce ne facciamo un
      cavolo.in uno spirito di turismo internazionale e concorrenza con altri mondi credo che sia giusto ed utile che anche l'italia, come altri paesi, abbia una sua vetrina "ufficiale". Ma al giusto prezzo, e fatta bene almenoil problema in fondo e' questo, non sull'utilita' o meno sulla quale ti invito a ripensarci un pochino ;)fatti un giro sui siti "ufficiali" di qualche citta' del nord europa: trovi quasi tutto quello che ti serve per andarci, o per farti voglia d andarci .. quello e' il senso alla fine ecco. Luca/S
      • ... scrive:
        Re: Ma a che serve Italia.it?
        Sono d'accordo, c'è un problema però. Il sito, come qualunque altra iniziativa è una scusa per gettare i soldi da una parte o dall'altra.Di questo mi sono stancato. Quello che serve è professionalità, etica e rigore. Questi parlano e magnano, ormai li ho associati a Boss Hogg tanto sono avidi e indegni di fiducia. é_è
      • Arigato scrive:
        Re: Ma a che serve Italia.it?

        migliaia di siti lasciati alla buona volonta' e
        fondi dei
        privatiuhm... quindi Italia.it dovrebbe occuparsi di vendere voli di compagnia estere, biglietti ferroviari ecc.? E a che titolo? gratuito?!? E come pensiamo di mettere d'accordo dozzine di compagnie aeree/ferroviarie/navali e migliaia di aziende di trasporto pubblico sulle modalità e sui formati da utilizzare per aggiornare i dati pubblicati quando da sole fanno fatica a mantenere dei siti decenti ed attendibili?!? Convicimi su questo "dettaglio" e forse sarò meno perentorio.Credo che non si tratti di "buona volontà" ma di profitto: se è interesse dell'albergo promuoversi, che si promuova. Non è in grado di farlo? Allora lo si assista, lo si formi, lo si diriga verso la giusta strada indicando come può creare un buon prodotto promozionale. Meglio spendere 10 per questo che 1 per l'ennesimo progetto "assistenzialista". Per "cercare" esistono già i "motori di ricerca", non serve alcun portale. E 10 anni di webmastella ci hanno insegnato che le vetrine servono a ben poco.
        fatti un giro sui siti "ufficiali" di qualche
        citta' del nord europa: trovi quasi tutto quelloA parte il fatto che si tratta di siti istituzionali locali e non nazionali, alla fine non credo proprio che il target turistico sia attirato da quattro cartine e due orari dei musei che difficilmente un turista straniero andrà a consultare mentre è in viaggio. Parliamo piuttosto di mantenere le nostre belle città pulite ed organizzate come al nord europa, di tenere aperti negozi e musei anche di notte e forse sarebbero anche più appetibili al turismo. E se poi vogliamo buttarla sul web, bene: normalizziamo, definiamo linee guida e standard certi e semplici per la fruibilità e lo scambio di informazioni tra le aziende private, certifichiamo chi merita di partecipare e quando avremo fatto una bella pulizia di fondo, allora potremo pensare di aggregare dati omogenei. Altrimenti sarà sempre e solo un accrocchio di informazioni al polish mezze vere e mezze no. Controproducenti di sicuro - come già accade ora sulla maggior parte delle "reti civiche" messe in piedi con consulenze dai costi altrettanto vergognosi ma sui quali si glissa tranquillamente. ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 febbraio 2008 01.25-----------------------------------------------------------
  • Gustave Gusteau scrive:
    Microsoft
    Se non sbaglio alle fine del 2006 venne nominato "Umberto Paolucci, senior chairman Microsoft e vice presidente Microsoft Corporation", come "il nuovo presidente dellEnit".Fonte: http://news.kataweb.it/item/218438/turismo-paolucci-microsoft-nuovo-presidente-enitCapisco perche' si spenda tanto e si produca cosi' poco...SCANDALO ITALIANO!
  • Jo Pa scrive:
    Ma davvero ne abbiamo bisogno ?
    Abbiamo bisogno davvero di un sito con il quale promuovere all'estero le italiche bellezze ? Sponsorizzato dalla faccia di Rutelli che balbetta in un inglese stentato "Pliz visit auar cauntri" ? Invece di concentrarsi sui problemi reali , quali salari , pensioni, carovita , crisi degli alloggi , cosa fanno i nostri bravi governanti ? Discutuono se un portale possa rilanciare la vocazione turistica dell'Italia all'estero . Ma come si può rimediare alla figuraccia che abbiamo fatto nel caso dei rifiuti in Campania , dove inviati delle maggiori testate giornalistiche europee hanno fatto quello che da molti è stato nominato lo "Spazzatour" , uscendone sconcertati con le mani nei capelli . Vergogna !!! :@
    • Mah scrive:
      Re: Ma davvero ne abbiamo bisogno ?
      E la soluzione sarebbe chiuderci a riccio? Molte regioni italiane vivono di turismo... in molti paesi dell'estero il 50% dei turisti prenotano online, in italia non si arriva al 5%
    • sherpya scrive:
      Re: Ma davvero ne abbiamo bisogno ?
      beh l'abbiamo pagato almeno a vederlo gh
  • MrX scrive:
    Domanda
    Chi lo ha fatto materialmente il sito?
    • frap1964 scrive:
      Re: Domanda
      Un RTI composto da IBM, ITS e Tiscover.
      • francososo scrive:
        Re: Domanda
        Dico io ci hanno già mangiato sopra ..... ma scherziamo ? :@ :@ :@Oddio quanto ci costa l'ignoranza dei politici ? (anonimo)(anonimo)(anonimo)E non solo quella dei politici.......
  • ilmassi scrive:
    basta cacciare i nostri soldi
    regalateli alla gente piuttosto!
  • Fabrizio Gentilini scrive:
    Sarebbe bello ...
    .. con un po' di volontariato collettivo, costruire un sito alternativo e fargli vedere come si va. Chissà se qualcuna ci ha già pensato.
    • bubu scrive:
      Re: Sarebbe bello ...
      Ci hanno già pensato in passato, parole parole parole ma alla fine non si è andati più in là di qualche esempio o dichiarazione di intenti....E poi scusa, ma perchè 'volontariato'? Il tuo lavoro ed il tuo tempo forse non vale una cippa? Si parla sempre di programmatori sottopagati, per questo motivo o per quell'altro....Se abitui qualcuno al 'volontariato', ci credo che poi il datore di lavoro che mira a spendere il meno possibile ti paga il meno possibile... tanto se non accetti c'è sempre qualcun altro disposto addirittura a fare del lavoro per puro 'volontariato'! E giù commenti del tipo 'emigrate', 'in Irlanda pagano meglio', ecc....Scusa ma proprio non ne capisco la ragione, se proprio qualcuno vuole partecipare alle commesse pubbliche ci sono i bandi di gara fatti apposta, che poi le condizioni per parteciparvi siano molto restrittive è una cosa (ma c'è una sua ragione, nessuno affiderebbe un lavoro del tipo italia.it ad una ditta con un fatturato annuo sotto un certo livello, ci vogliono un minimo di garanzie di solidità). Tralasciamo pure il fatto che ci vogliono anche le opportune conoscenze (si sà, tutto il mondo è paese :-P.PS: non stò parlando del risultato ottenuto con italia.it, bello o brutto che sia, costoso o meno, ma della commessa in generale...Saluti ;-)
  • umbe scrive:
    bollettino del mare
    PliizVisitDe uebsaitBat pliizzVisit italiUer the best cantriIn de uorldIn terms of calciarLandskeipArtHistoriCitisVilligisBiutifulCauntrisaidMar LigureVento da NEMare mossoLocalmentePoco mosso
  • Wargames scrive:
    Nooooo, basta Italia.it!!!
    Basta Italia.it, ne abbiamo avuto abbastanza delle mangerie!!!Fate fare il sito all'Hotel Pincopallo e alla spiaggia "Da Gina" che é meglio di un pachiderma ingestibile!!!VERGOGNA, comodo spendere i soldi degli altri per divertirsi a costruire siti inutili, eh?
  • manza scrive:
    vergogna!
    Internet ha il dono di essere un canale di informazioni aperto ed a basso costo.Domandiamoci CHI fino ad oggi ha fatto i propri interessi con questi fondi. La politica ci ha insegnato che i grandi progetti e le grandi infrastrutture nascono spesso per fare grandi affari ad imprese legate alla casta.Questa casta di ladri sta facendo i propri interessi.VERGOGNA!!!
  • Dev scrive:
    registrazione
    la registrazione sarà a pagamento ?
    • Adz scrive:
      Re: registrazione
      co quello che costa sto scherzo ci manca pure la registrazione a pagamento..saremo un popolo di deficienti ma questo è troppo.
  • Cristian scrive:
    Idea per www.italia.it
    Ormai molti soldi stanziati sono stati spesi ed un portale nato male è nato e poi morto. Adesso aver usato tutti quei soldi (dati alle regioni, province e poi ai comuni per ottenere i dati storici/culturali/turistici) è risultato davvero troppo. Bene ...... non rimane che riutilizzare tutti i dati in posseso, riorganizzare il portalone web e farlo partire come si deve, senza buttare ancora altri soldi.Creare un progetto alla Wikipedia potrebbe essere una idea, non saranno delle "anonime" aziende ad inserire i dati ma gli stessi cittadini italiani. Un sito italiano fatto da italiani. Vogliamo mandare tutto a remengo proprio adesso ?Facciamo qualcosa, facciamolo risorgere, noi italiani, noi tutti. Basta delegare qualcuno, facciamolo noi il portale italia.it, inseriamo ognuno i dati del proprio comune, provincia e regione.Manualinux, il Manuale su Linux http://www.manualinux.com
    • outkid scrive:
      Re: Idea per www.italia.it
      secondo me tutti i dati sono inglobati in flash.. pagina per pagina..
    • Anonimo... scrive:
      Re: Idea per www.italia.it
      Prima di arrivare in fondo all'articolo mi è venuta la stessa idea! Penso che dovrebbero rendere disponibile quel database di dati per permettere a noi di creare il sito. Un operazione praticamente a costo zero. I soldi stanziati verrebbero usati per comprare i server (anche se 21 milioni di euro sono un pò tanti!)
      • Giuseppe scrive:
        Re: Idea per www.italia.it
        A norma di emendamento, del patrimonio artistico nazionale nei siti devi inserire solo immagini degradate...
        • duemila scrive:
          Re: Idea per www.italia.it
          E perche' una gif o una jpeg non sono degradate ? come gli mp3 .. si sono dati una zappata sui piedi sti rinco ....
    • Severissimus scrive:
      Re: Idea per www.italia.it
      Mi hai battuto sul tempo. Quoto alla grande. La cosa che più mi sarebbe piaciuta e che tutto il sito fosse stato realizzato dalla comunità open-source, ma so bene che questo è moooolto più difficile (normative, standard, CNIPA, ecc.).PS: Gran bel link! :)
    • .pp scrive:
      Re: Idea per www.italia.it
      ci han già provato: cerca ritaliacamp e ritalia.eu
      • Maniaci scrive:
        Re: Idea per www.italia.it

        ci han già provato: cerca ritaliacamp e ritalia.euSi ma... hai letto il livello dei commenti presenti nel blog?"inizierei a portare il blog ad una dichiarazione strict, eliminare i contenuti multimediali non accessibili, inserire il tag title nei link editati nei post [...]Dimenticavo si dovrebbe anche passare una validazione WAI-A [negativa per ritalia.eu] piccoli ma fondamentali particolari ! buon lavoro"A posto siamo, italia-geek-nerd.it
        • .pp scrive:
          Re: Idea per www.italia.it
          - Scritto da: Maniaci

          ci han già provato: cerca ritaliacamp e
          ritalia.eu

          Si ma... hai letto il livello dei commenti
          presenti nel
          blog?
          yes, certo che ho letto :-). ho risposto solo per evidenziare che non se n'e' fatto niente, e sembra che di questa iniziativa non si ricordi più nessuno (manco PI, nonostante in passato ci abbia pure dedicato degli articoli).
          • Maniaci scrive:
            Re: Idea per www.italia.it

            yes, certo che ho letto :-). ho risposto solo per
            evidenziare che non se n'e' fatto niente, e
            sembra che di questa iniziativa non si ricordi
            più nessuno (manco PI, nonostante in passato ci
            abbia pure dedicato degli articoli).Per quanto possa comunque sembrare assurdo il costo di ITALIA.IT... c'è da dire che di roba da fare ce n'è una VALANGA. Serve gente, servono informazioni, servono materiali di tutti i tipi, serve TEMPO. Insomma, da privati cittadini la vedo durissima.
    • gerry scrive:
      Re: Idea per www.italia.it
      - Scritto da: Cristian
      Creare un progetto alla Wikipedia potrebbe essere
      una idea, non saranno delle "anonime" aziende ad
      inserire i dati ma gli stessi cittadini italiani.Eccolo qua:http://wikitravel.org/it/Pagina_principale
      • bubu scrive:
        Re: Idea per www.italia.it
        Scusa ma non concordo, a questo punto perchè non utilizzare direttamente Wikipedia per reperire informazioni turistiche? Perchè mettersi a farne una sorta di doppione? :s
  • rotfl scrive:
    Italia.it funzionava "perfettamente"
    PAROLA DI LUCIO STANCA!!! (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) :| :| :| :|http://www.ttgitalia.com/pagine/news_La_difesa_di_Lucio_Stanca___Italia_it_funzionava_perfettamente_.aspx?id_news=236054&idx=0&L=IT
    • outkid scrive:
      Re: Italia.it funzionava "perfettamente"
      "avvisato il successore Luigi Nicolais della carenza di contenuti causata da errori commessi dal gruppo di imprese vincitrici della gara d'appalto, capegiato da Ibm". "A parte questo - aggiunge Stanca -, il portale era perfettamente funzionale".a parte i contenuti che non ci sono il sito funziona perfettamente.. poi e' arrivata la sinistra ed ha addirittura tolto l'urlo all'inizio (chi se lo ricorda?).comunque.. lui ha avvisato.. poi fa niente che l'azienda a cui ha affidato il progetto era una sola e che manchino i contenuti.. ci prendono per il culo.. io li prenderei a picconate.. ma sugli incisivi.
    • Italia del monopolio scrive:
      Re: Italia.it funzionava "perfettamente"
      Stanca capisce di internet come capisce di politica, cioè non ci capisce una benemerita fava.
    • banano scrive:
      Re: Italia.it funzionava "perfettamente"
      Il sito funzionava perfettamente, mancava solo l' HTML(cit.) hahaha
      • Maniaci scrive:
        Re: Italia.it funzionava "perfettamente"

        Il sito funzionava perfettamente, mancava solo l'
        HTML(cit.)A proposito, lavora ancora per PI o l'hanno mandato a coltivare i campi?
  • dfghsdfbsdg fbdfgsfghs df scrive:
    avete rotto il cazzo
    non bastano i soldi che ve magnate normalmente, dovete magnavveli pure (2 volte) con dei siti web? e la gente a sgobbare con contratti precari, pensioni che non vedranno mai; il tutto per farvi ingroppare da trans, pippare coca e andare in merdavisione a dire stronzate e a sbattervi qualche ragazzina la cui aspirazione e' fare la velina
    • dfghsdfbsdg fbdfgsfghs df scrive:
      Re: avete rotto il cazzo
      e adesso censuratemi pure, perche' le parolacce non si possono dire ma avere la faccia da culo di magnasse milioni di euri per un cazzo di sito, chiudere il progetto e poi dire in pubblico che tal progetto verra' riaperto e saranno "spesi" altri milioni si dice senza alcuna vergogna e non c'e' un cane che almeno gli tappi la bocca a sti merdosi
    • Ciccio scrive:
      Re: avete rotto il cazzo
      Vedi che non hai capito una mazza!!!! Il vecchio italia.it era stato delibarato dal vecchio GOVERNO!!! quindi doveva marcire! Questo invece è frutto interamente del nuovo governo (ormai ex) del quale prendersi i meriti e avrà un successo strepitoso (magari ci cambiano i colori) e con il quale vedrai si scanneranno da Santoro o a Porta a Porta (del tipo "il vostro era brutto, avete buttato i soldi e noi non siamo riusciti a salvarlo da quanto era brutto. Il nostro invece è bello e funziona")...ecco dove vanno i nostri soldi...a generare putta**te di cui parlare in trasmissione tv e fare bella figura davanti al popolo bue! Vedrete se alla prossima interview il caro Rutelli international non tesserà le lodi del SUO nuovo sito!
      • bibo scrive:
        Re: avete rotto il cazzo
        vuoi fare un applauso a qualche governo? invece secondo me lui ha ragione a insultare xke non ce l'aveva con nessun governo in particolare ma con l'intera categoria politica italiana. quelli che non hanno capito una MAZZA sono quelli che pensano che i governi siano differenti uno dall'altro... sono tutti uguali
        • dfghsdfbsdg fbdfgsfghs df scrive:
          Re: avete rotto il cazzo
          - Scritto da: bibo
          vuoi fare un applauso a qualche governo? invece
          secondo me lui ha ragione a insultare xke non ce
          l'aveva con nessun governo in particolare ma con
          l'intera categoria politica italiana. quelli che
          non hanno capito una MAZZA sono quelli che
          pensano che i governi siano differenti uno
          dall'altro... sono tutti
          ugualila cosa tragica e' che quando lo dici c'e' sempre lo stronzo pronto a darti del qualunquista e ad andare a tifare per la sua squadra politica del cuore
        • Murdock scrive:
          Re: avete rotto il cazzo
          non avete capito il commento di ciccio.Fare unnuovo portale significa poter dimostrare che l'attuale governo ha dovuto riparare agli errori di quello precedente. Farlo nuovo sarà una scusa per insultare il centrodx e far bella figura in campagna elettorale.Mi trovo pienamente daccordo, perchè proprio ora tutta questa fretta di cambiare il sito?
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: avete rotto il cazzo
            Scommettiamo invece che del nuovo sito e del nuovo portale non ne parlerà nessuno? ( Nemmeno i fautori )Questo serve solo a far sparire altri soldi che il popolo aveva fatto bloccare.
      • paolo scrive:
        Re: avete rotto il cazzo
        GRANDI!!!!!!! Mi avete tolto il pensiero che avevo dopo aver letto l'articolo e lo avete scritto!!!!!!Un consiglio serio... andatevene dall'Italia. Sono 5 anni che non abito piu' in quel paese di ladri... quando non ci sara' piu^' niente da rubare faranno a incularella tra di loro!!!$Vi assicuro che la vita puo' essere piu' facile dell'italia..
      • Luca Schiavoni scrive:
        Re: avete rotto il cazzo
        - Scritto da: Ciccio
        Vedi che non hai capito una mazza!!!! Il vecchio
        italia.it era stato delibarato dal vecchio
        GOVERNO!!! quindi doveva marcire! sicuro? Guarda che Rutelli lo lancio' in pompa magna. Ci sono le prove video ;)Sono tutti uguali.. ma chi le vota ste cose? tutti. Chi le vota le leggi sull editoria? Tutti. Chi sono? sempre loro.vedi davvero la differenza? Questo invece è
        frutto interamente del nuovo governo (ormai ex)
        del quale prendersi i meriti e avrà un successo
        strepitoso (magari ci cambiano i colori) e con il
        quale vedrai si scanneranno da Santoro o a Porta
        a Porta (del tipo "il vostro era brutto, avete
        buttato i soldi e noi non siamo riusciti anon ne parleranno, non si parla di certe cose.
        salvarlo da quanto era brutto. Il nostro invece è
        bello e funziona")...ecco dove vanno i nostri
        soldi...a generare putta**te di cui parlare in
        trasmissione tv e fare bella figura davanti al
        popolo bue! Vedrete se alla prossima interview il
        caro Rutelli international non tesserà le lodi
        del SUO nuovo
        sito!e cosa cambia se le tesse rutelli o maroni? Sempre una barba di denaro e', e sempre la stessa identica omogenea e sperperona casta politica eh.prova a vederla cosi'e riascoltiamoci la destra e la sinistra di gaber ogni tantoil portalone e' di destra o di sinistra?su;)Luca/s
        • pinco pallino qualunque scrive:
          Re: avete rotto il cazzo
          E' il solito teatrino della politica... dove la parola "teatrino" non è riferita ad una metafora.
        • Teo_ scrive:
          Re: avete rotto il cazzo
          - Scritto da: Luca Schiavoni
          e riascoltiamoci la destra e la sinistra di gaber
          ogni
          tanto

          il portalone e' di destra o di sinistra?Cosè la destra?Cosè la sinistra?
    • Cittadino Italiano scrive:
      Re: avete rotto il cazzo
      Altro che aver rotto il cazzo!!!!Il popolo italiano m'ha rotto il cazzo!!!!Ma possibile che questi ce lo mettono nel culo a cielo aperto e senza sputazza e nessuno insorge per chiedere le loro teste????Purtroppo il problema e' uno solo: siamo un popolo di pecoroni.In altre parti del mondo i nostri politici li avrebbero gia' messi a marcire in qualche cella dopo aver gettato le chiavi.In Italia invece fanno i loro porci comodi perche' esiste ancora la cattiva abitudine di affidarsi a loro per i propri esclusivi interessi.Fino a quando non si voteranno ed elegeranno persone serie, pulite ed oneste avremo sempre la stessa merda.Ci vuole un insurrezione di massa, ma tutti dormono e chi dorme non piglia pesci o se li prende li prende nel cul.Meditate gente, meditate.
      • Membro Del Popolo Bue scrive:
        Re: avete rotto il cazzo
        Ciao.mi ritengo un membro del popolo bue. (per come voi lo definite)però ora mi sono stancato.ho meditato gente, meditato.quindi, adesso come mi comporto?dico, non basterà stancarsi? bisognerà pure si faccia qualcosa, no?se siete determinati e non siete ancora all'estero facciamo qualche proposta....L.
        • Salvo scrive:
          Re: avete rotto il cazzo
          Signori credo che l'unica soluzione alternativa dallo scendere in piazza con i forconi, come nel '600, sia quella dello sciopero generale legato allo sciopero fiscale ad oltranza finché non cambiano atteggiamento, con tutto bloccato e senza euro voglio proprio vedere come si auto-pagano gli stipendi i "parassiti".Tenendo conto che tale soluzione ridurrebbe notevolmente i servizi al cittadino, i vari servizi socio-sanitari ecc..
          • teddybear scrive:
            Re: avete rotto il cazzo
            - Scritto da: Salvo
            Signori credo che l'unica soluzione alternativa
            dallo scendere in piazza con i forconi, come nel
            '600, sia quella dello sciopero generale legato
            allo sciopero fiscale ad oltranza finché non
            cambiano atteggiamento, con tutto bloccato e
            senza euro voglio proprio vedere come si
            auto-pagano gli stipendi i
            "parassiti".Scusa, mi spieghi come un impiegato che ha entrate unicamente da lavoro dipendente possa in qualche modo fare uno sciopero fiscale? Non pago il bollo dell'auto? Non ce l'ho. Non pago il canone della RAI? Non ho la TV (e non c'è neanche la presa di antenna in casa, non che conti molto però non c'è).
    • 1977 scrive:
      Re: avete rotto il cazzo
      - Scritto da: dfghsdfbsdg fbdfgsfghs df
      non bastano i soldi che ve magnate normalmente,
      dovete magnavveli pure (2 volte) con dei siti
      web? e la gente a sgobbare con contratti precari,
      pensioni che non vedranno mai; il tutto per farvi
      ingroppare da trans, pippare coca e andare in
      merdavisione a dire stronzate e a sbattervi
      qualche ragazzina la cui aspirazione e' fare la
      velinacome non quotarti. cose dell'altro mondo..
    • . . . scrive:
      Re: avete rotto il cazzo
      Che dire... ti straquoto !!! Che schifo ! Fanno proprio schifo !!! Dovrebbero rifarlo con i soldi che si sono già magnati. MAGNA MAGNA MAGNA... sembrano il pacman da quanto magnano !!!
  • Corbellerie scrive:
    Cose nostre
    Come ampiamente previsto, Rutelli ha chiuso il sito solo per trasferire i soldi agli amici.Ora che il governo Prodi ha chiuso i battenti possiamo star tranquilli che quei soldi verranno sperperati, si chiuderà ancora il sito per poi riaprirlo dopo aver dato soldi ad altri ancora.In Campania sono pieni di immondizia per lo stesso motivo. Se ci piace che le cose nostre siano così gestite...peggio per noi.
    • cadetto spaziale scrive:
      Re: Cose nostre
      - Scritto da: Corbellerie
      Come ampiamente previsto, Rutelli ha chiuso il
      sito solo per trasferire i soldi agli
      amici.
      mi hai preceduto, funziona esattamente così.un po' sono già spariti, per i restanti si è bloccato e riaperto il progetto per far contenti gli amici.e avanti così.
    • tres scrive:
      Re: Cose nostre
      cosa c'entrano i rifiuti della Campania con Italia.it?
      • anonimo scrive:
        Re: Cose nostre
        - Scritto da: tres
        cosa c'entrano i rifiuti della Campania con
        Italia.it?Il modo di operare della politica
      • ciliani scrive:
        Re: Cose nostre
        - Scritto da: tres
        cosa c'entrano i rifiuti della Campania con
        Italia.it?in entrambi i casi si tratta di un cumulo di munnezza
    • Ciccio scrive:
      Re: Cose nostre
      Esattamente..soprattutto se conti che gli stanziamenti sono stati deliberati da chi non c'è più al governo, e quindi un motivo in più per sperperarli e dare la colpa sempre "a quello che c'era prima". Scommetti che ora che il progetto lo fa rutellone il sito sarà un successo??? (faranno le pubblicità di italia.it pure sulle calotte artiche pur di salvare la faccia e dimostrare che il LORO è meglio, che loro sono bravi etc.etc....ebbravo..lo facessero coi LORO soldi...)
      • rotfl scrive:
        Re: Cose nostre
        - Scritto da: Ciccio
        Scommetti che ora che il progetto
        lo fa rutellone il sito sarà un successo???Stai sopravvalutando le capacita' della classe politica. Secondo me fallira' anche questo.
        • staza scrive:
          Re: Cose nostre
          ohhh quanto desidererei essere uno di quegli amici che prendono una fetta della torta...penso che agirei in questo modo.... denigrerei a destra e a manca il progetto, mentre con una mano prenderei i soldi (che mi spettano di dovere in quanto amico di merende!)e poi, se mi dovessero beccare, potrei contare su qualche legge creata ad personam (per me :) ) oppure, anche dovessi finire in galera potrei pagare qualche dottorino per mettere in risalto la mia cagionevole salute (dovuta per lo più al trattamento subito... essere accusato di rubare soldi dello stato! io?! naaaa mai :) )eh già... l'italia è piena di gente che dice a gran voce che le cose non vanno, piene di campagne (v-day et similia), di gente che dice "io lo sapevo", "io lo avevo detto"....ma ahimè, come è vero che è piena di gente che parla, è altrettanto vero che è piena di gente che non fa...sarebbe bello, che alle prossime elezioni, non si andasse a votare (nessun italiano), e non, come al solito, andar a votare il partito contrario di quello appena caduto... chissà, nella speranza che poi vada meglio...ahhhh, quanto vorrei qualche soldino di quei 21milioni.... credo che mi sistemerei per un 2 o 3 mesi :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Cose nostre


      Ora che il governo Prodi ha chiuso i battenti
      possiamo star tranquilli che quei soldi verranno
      sperperati, si chiuderà ancora il sito per poi
      riaprirlo dopo aver dato soldi ad altri
      ancora.Lo credi davvero ? Questi devono tirare fino a settembre, devono dare il vitalizio a troppa gente ma nel frattempo si fregano l'argenteria... non si sa mai
      • anonimo bastardo scrive:
        Re: Cose nostre
        - Scritto da: Anonimo



        Ora che il governo Prodi ha chiuso i battenti

        possiamo star tranquilli che quei soldi verranno

        sperperati, si chiuderà ancora il sito per poi

        riaprirlo dopo aver dato soldi ad altri

        ancora.

        Lo credi davvero ? Questi devono tirare fino a
        settembre, devono dare il vitalizio a troppa
        gente ma nel frattempo si fregano l'argenteria...
        non si sa
        mainon lo faranno ...HANNO FIFA DEL REFERENDUM della legge ELETTORALEe soprattutto del V-DAY 2 ...ad APRILE ...rischiano di BECCARSI UNO SPUTTANAMENTOMONUMENTALE ...con referendum APPROVATOe un SONORO VAFFANCULO a entrambi gli schieramenti ..Fossi Berlusconi o Prodi mi ...SOTTERREREIin 20 anni da 5 potenza industriale ..ci hanno ridotto a una MERDA !!
  • rotfl scrive:
    Finalmente
    Ottima idea, Italia.it e' un progetto che credo che manchi un po' a tutti. Ma forse 21 milioni non bastano, io ne stanzierei 58. Inizierei con 100.000 per il logo. (anonimo)
  • tres scrive:
    TASSE
    Ecco come vengono investiti i soldi che pagano i cittadini onesti tramite le tasse...Sono senza parole...
  • picchiatello scrive:
    Non vorrei mai...
    Non vorrei mai che quei soldi che devono essere girati alle Regioni , queste Regioni li abbiano gia' spesi in altri progetti.
    • BoingBoing scrive:
      Re: Non vorrei mai...
      Magari !Potrei almeno immaginare che siano finiti in opere utili!Ed ora, altri VENTUNOMILIONI.Noi italiani furbetti, noi italiani branco di fessi.- Scritto da: picchiatello
      Non vorrei mai che quei soldi che devono essere
      girati alle Regioni , queste Regioni li abbiano
      gia' spesi in altri
      progetti.
Chiudi i commenti