Nvidia abbraccia il Pentium 4

Concluso il rapporto di esclusiva con AMD si prepara il lancio dei primi chipset targati Intel


Roma – La partnership fra Nvidia con AMD non sarà più esclusiva. Il celebre produttore di processori grafici ha infatti stipulato un accordo con Intel che le permetterà di sviluppare i suoi chipset per PC nForce anche per la piattaforma del gigante di Santa Clara.

L’accordo siglato tra Nvidia e Intel prevede anche lo scambio di un certo numero di licenze e proprietà intellettuali. Ciò consentirà ad Intel di implementare le tecnologie grafiche di Nvidia, inclusa la tecnologia SLI per PCI Express, all’interno dei suoi chipset, mentre darà la possibilità a Nvidia di ottenere la licenza del front-side bus del P4.

Nvidia non ha rivelato alcun dettaglio sui piani futuri tuttavia è lecito attendersi che, probabilmente già a partire dalla prima metà del prossimo anno, lancerà sul mercato un chipset per Pentium 4. L’azienda continuerà a commercializzare anche soluzioni per le CPU di AMD.

Questo accordo sembra destinato a fare di Nvidia un avversario decisamente più temibile per i produttori storici di chipset per PC, come VIA, SiS e ATI.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ldsandon scrive:
    Re: Per la redazione

    Che latenze medie hanno tali reti?Andare a vedere i link no, eh? http://abilene.internet2.edu/ami/owamp_status.cgi/now
    Cioè 10 Gb/s con un ping da 200ms
    precludono un set considerevole di
    applicazioni altamente distribuite.E sì, giocare a Quake con certe latenze... :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Per la redazione
    - Scritto da: ldsandon

    "E' la prima volta nella storia del

    Networking" ha dichiarato il prof. Enzo

    Valente, Direttore del Progetto GARR-B"
    che,

    l'Europa dispone di una infrastruttura
    di

    trasmissione dati per
    l'Università e

    la Ricerca con una dorsale a 10Gb/s, di

    capacità quattro volte superiore
    alla

    rete Internet2 delle Università

    Americane".

    Che io sappia la dorsale di Internet 2
    è a 10Gb/s:
    abilene.internet2.edu /
    Ma è un po' di tempo che i
    ricercatori italiani continuano a ripetere
    "noi ce lo abbiamo più grosso",
    tipico atteggiamento di chi soffre di
    complessi di inferiorità, tanto da
    farmi smettere di leggere certe riviste
    scientifiche, perché, come diceva mia
    nonna, "chi si loda (troppo) si imbroda".Che latenze medie hanno tali reti?Cioè 10 Gb/s con un ping da 200ms precludono un set considerevole di applicazioni altamente distribuite.
  • ldsandon scrive:
    Re: Per la redazione

    "E' la prima volta nella storia del
    Networking" ha dichiarato il prof. Enzo
    Valente, Direttore del Progetto GARR-B" che,
    l'Europa dispone di una infrastruttura di
    trasmissione dati per l'Università e
    la Ricerca con una dorsale a 10Gb/s, di
    capacità quattro volte superiore alla
    rete Internet2 delle Università
    Americane".Che io sappia la dorsale di Internet 2 è a 10Gb/s:http://abilene.internet2.edu/Ma è un po' di tempo che i ricercatori italiani continuano a ripetere "noi ce lo abbiamo più grosso", tipico atteggiamento di chi soffre di complessi di inferiorità, tanto da farmi smettere di leggere certe riviste scientifiche, perché, come diceva mia nonna, "chi si loda (troppo) si imbroda".
  • Anonimo scrive:
    Re: Si ok, però...


    E nel mentre nel resto d'Italia, molti

    continuano ad agognare una banale
    ADSL...

    Senti, non è per essere cattivo, lo
    so che è frustrante la situazione di
    chi non è coperto e vorrebbe
    esserlo... però non è
    possibile che ormai qualsiasi notizia che
    esce su Italia && tecnologia: eh si ma
    l'adsl...
    La rete Garr e' riservata a universita' ed enti di ricerca. Anche la societa' autostrade ha la sua megadorsale privata. Cosa c'entra il privato cittadino e l'adsl in tutto cio'?
  • Anonimo scrive:
    Si ok, però...
    - Scritto da: Anonimo
    E nel mentre nel resto d'Italia, molti
    continuano ad agognare una banale ADSL...Senti, non è per essere cattivo, lo so che è frustrante la situazione di chi non è coperto e vorrebbe esserlo... però non è possibile che ormai qualsiasi notizia che esce su Italia && tecnologia: eh si ma l'adsl... E che se adesso un italiano inventa il teletrasporto, stiamo ancora qui a lamentarci, è un po OT non trovi?
  • Anonimo scrive:
    Re: Per la redazione
    - Scritto da: Anonimo
    «La partecipazione dell'Italia al progetto
    EVN è possibile grazie alla dorsale
    GARR-G entrata in funzione nello scorso
    maggio, che permette di raggiungere
    velocità di 10 GB/sec. »

    Si tratta di 10 gigabit al sec, quindi 10
    Gb/sec

    scritto in maiuscolo si confonde con 10
    Gbyte al sec, che sono pari a 80 Gbit/sper conferma, vedere comunicato del GARR"E' la prima volta nella storia del Networking" ha dichiarato il prof. Enzo Valente, Direttore del Progetto GARR-B" che, l'Europa dispone di una infrastruttura di trasmissione dati per l'Università e la Ricerca con una dorsale a 10Gb/s, di capacità quattro volte superiore alla rete Internet2 delle Università Americane".http://www.garr.it/docs/garr-pr-021.shtml
  • Anonimo scrive:
    Per la redazione
    «La partecipazione dell'Italia al progetto EVN è possibile grazie alla dorsale GARR-G entrata in funzione nello scorso maggio, che permette di raggiungere velocità di 10 GB/sec. »Si tratta di 10 gigabit al sec, quindi 10 Gb/secscritto in maiuscolo si confonde con 10 Gbyte al sec, che sono pari a 80 Gbit/s
  • Anonimo scrive:
    GARR-G
    E nel mentre nel resto d'Italia, molti continuano ad agognare una banale ADSL...
Chiudi i commenti