Nvidia lancia GeForce 6

Debutta sul mercato la nuova famiglia di chipset grafici che andrà a duellare con i chip top di gamma di ATi. Le nuove GPU sono basate su di un'architettura profondamente rinnovata e su alcune nuove tecnologie
Debutta sul mercato la nuova famiglia di chipset grafici che andrà a duellare con i chip top di gamma di ATi. Le nuove GPU sono basate su di un'architettura profondamente rinnovata e su alcune nuove tecnologie


Santa Clara (USA) – Nella serrata battaglia con ATI per la supremazia sul mercato dei chip grafici, Nvidia ha forgiato una nuova arma: GeForce 6. E’ questo il nome di una famiglia di GPU di nuova generazione che il produttore californiano propone agli utenti più esigenti e, in special modo, agli hardcore gamer.

La linea di chipset GeForce 6 è attualmente costituita da due modelli: la GeForce 6800 e la GeForce 6800 Ultra, entrambi basati su di un processore da 220 milioni di transistor noto con il nome in codice di NV40.

La famiglia di chip GeForce 6800 adotta una nuova architettura caratterizzata da un’unità di rendering superscalare da 16 pipeline, memoria GDDR3 (già vista su alcuni recenti modelli della serie 5 ) con frequenza fino a 1,1 GHz, un core grafico e un’interfaccia con la memoria a 256 bit, e un RAMDAC a 400 MHz. La larghezza di banda dichiarata è, nella versione Ultra, di 35,2 GB/s.

I nuovi “Geffo” supportano le Direct 9 e le ultime versioni delle varie tecnologie di Nvidia: fra queste CineFX 3.0 e UltraShadow II. Il primo è un motore per la generazione di effetti speciali che promette di sfruttare a fondo le potenzialità dello Shader Model 3.0 delle DirectX 9 e delle OpenGL 1.5. CineFX 3.0 permette agli sviluppatori di creare programmi di ombreggiatura più efficienti e di lunghezza infinita e di avvalersi della tecnologia Multiple Render Target (MRT).

“L’MRT – si legge sul sito di Nvidia – consente l’ombreggiatura differita, una tecnica nella quale l’illuminazione di una scena può essere effettuata dopo il rendering di tutta la geometria, eliminando la necessità di passaggi multipli nella scena. L’illuminazione fotorealistica può essere creata pur evitando lo spreco di tempo di elaborazione per i pixel che non offrono alcun contributo alle porzioni visibili di un’immagine”.

La tecnologia UltraShadow II, in attesa di brevetto, accelera i calcoli necessari all’applicazione delle ombre e, secondo Nvidia, i suoi benefici sulle prestazioni si fanno sentire soprattutto nelle scene più complesse, quelle che fanno uso di molteplici sorgenti luminose con numerosi oggetti visibili. Uno dei primi giochi a sfruttare a fondo l’hardware UltraShadow II sarà Doom III di id Software.

Nvidia afferma che il GeForce 6800 Ultra è in grado di calcolare 600 milioni di vertici al secondo e di fornire un fill-rate di 6,4 miliardi di texel al secondo.

I GeForce 6800 possono accelerare la riproduzione di una grande varietà di formati video, fra cui MPEG2, Windows Media Video 9, MPEG4, H.264 e DivX.

I primi modelli di schede video basati suoi nuovi chip dovrebbero arrivare nei negozi entro 45 giorni.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 04 2004
Link copiato negli appunti