Nvidia nForce sposa il Pentium 4

La prima versione del chipset nForce4 SLI ha preso la via del mercato. Presto lo si vedrà sulle schede madri Intel-based indirizzate ai PC di fascia medio-alta e agli hardcore gamer
La prima versione del chipset nForce4 SLI ha preso la via del mercato. Presto lo si vedrà sulle schede madri Intel-based indirizzate ai PC di fascia medio-alta e agli hardcore gamer


Londra – Nato e cresciuto sulle piattaforme desktop di AMD, il noto chipset nForce4 di Nvidia fa ora il proprio debutto sul mercato delle schede madri per processori Intel , dove porta alcune delle tecnologie distintive del celebre produttore di chip grafici.

Frutto di un accordo di cross-licensing stipulato lo scorso novembre con Intel, nForce4 SLI Intel Edition (IE) è il primo chipset per PC di Nvidia compatibile con i processori di Intel e, in particolare, con le schede madri che supportano i Pentium 4 con Socket 775: tra questi sono incluse le imminenti versioni dual-core del P4 standard, battezzato Pentium D, e dell’Extreme Edition.

Definito da Nvidia un media and communications processor (MCP), nForce4 SLI IE include la tecnologia SLI (Scalable Link Interface), un firewall in hardware, un controller RAID e il supporto alla tecnologia di rete Gigabit Ethernet.

SLI è sicuramente la tecnologia più pompata da Nvidia, forse ragione stessa dell'”avventura” del chipmaker californiano sul mercato delle schede madri Intel-based. Tale tecnologia, a cui l’azienda ha di recente dedicato questo sito , permette di montare due schede grafiche PCI Express sullo stesso PC per combinarne la potenza di rendering: in questo modo è possibile ottenere prestazioni che, secondo Nvidia, sarebbero altrimenti irraggiungibili con l’uso di una sola GPU. Condizione necessaria per poter far lavorare due schede grafiche in parallelo è che queste e la scheda madre che le ospita supportino la tecnologia SLI.

Il chipset supporta inoltre le memorie dual-channel DDR2 con clock fino a 667 MHz, un front-side bus a 1066 MHz, configurazioni di dischi RAID 5, SATA (inclusa la specifica da 3 Gbps ) e PATA, e le tecnologie di Nvidia QuickSync (che riduce le latenze di sistema) e ActiveArmor (un firewall accelerato in hardware con funzionalità di gestione remota). Fa poi da corredo nTune, un’interfaccia grafica con cui è possibile configurare e overcloccare tutti i principali componenti di sistema, inclusi CPU, FSB, memoria, PCI Express e sezione grafica.

Nvidia ha fatto sapere di aver già iniziato la distribuzione del proprio chipset ai produttori di schede madri.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

06 04 2005
Link copiato negli appunti