Nvidia pronta a rilanciare Hybrid SLI

Ci sarebbe in dirittura d'arrivo una variante della tecnologia ripensata per Windows 7. Come quella attuale, la nuova versione trarrà vantaggio dall'utilizzo combinato di una GPU integrata e di una discreta

Roma – Nvidia è pronta a rilanciare la sua tecnologia Hybrid SLI, che come noto si avvantaggia dell’uso combinato, sullo stesso sistema, di un chipset grafico integrato e di una GPU PCI Express. A riportarlo è il sito X-bit labs , secondo il quale la nuova evoluzione di Hybrid SLI si chiamerà Optimus e verrà ufficialmente annunciata il 9 febbraio, dunque fra pochi giorni.

Fondamentalmente Optimus agirà come l’attuale versione di Hybrid SLI, passando il controllo del video dal chipset grafico integrato alla GPU PCIe e viceversa, a seconda delle esigenze: questo permette di attivare il processore grafico discreto solo quando ce n’è realmente la necessità (ad esempio, nei giochi), minimizzando in questo modo il consumo energetico. Il passaggio dall’uno all’altro chip grafico avviene in modo totalmente trasparente per l’utente, e senza la necessità di riavviare il sistema. Con certi modelli di GPU Nvidia è altresì possibile combinare la potenza di calcolo del chip grafico integrato e di quello discreto.

Al momento non è chiaro quali migliorie dovrebbe apportare Optimus alla precedenti tecnologie Hybrid SLI e Hybrid Graphics, ma è probabile che tra queste vi siano specifiche ottimizzazioni per Windows 7, un sistema operativo che supporta nativamente la coesistenza di due driver video.

Oggi Hybrid SLI viene utilizzata quasi esclusivamente sui notebook di fascia medio-alta, ma Optimus potrebbe corteggiare anche i futuri ultraportatili basati su ION2. Per saperlo con certezza non resta che attendere la prossima settimana.

“Nvidia ha bisogno della tecnologia Optimus per non perdere quote di mercato a favore dei microprocessori con core grafico integrato” commenta X-bit labs . “Attualmente Nvidia vende il chipset grafico integrato GeForce 9400M per i processori Intel, ma nel momento in cui la nuova piattaforma mobile di Intel prenderà piede, i chip di Nvidia diventeranno obsoleti”.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • JosaFat scrive:
    La soluzione
    Se il problema è che si paga la tassa quando compri l'iProt, e le canzoni su iTunz, la soluzione è semplice: non essere macaco!Se la legge è come enunciata all'inizio dell'articolo ha tutto il mio supporto: che i macachi paghino pure tutti gli equi compensi del mondo, per tutti, tanto a loro sta bene strapagare ogni cosa, purché sia marchiata con la Mela Rosicchiata.
  • ephestione scrive:
    Marco Calamari mi ha rubato l'idea!!
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2777947&m=2778106#p2778106mi appello al DRM DMCA SIAE TCP nonché a Spiderman!!:D
  • boxgabry scrive:
    Tassa
    Messaggio per chi e' ancora ingenuo. Hai capito perche'la pirateria e' diffusa??!!E' la logica reazione a questo continuo mungimentoAspettiamoci non solo la tassa sulle orecchie ma anche quella sul pensieroCon i nostri soldi questi bei polli rampanti vanno alle Maldive oppure sicomprano la Ferrari.
  • boxgabry scrive:
    Tassa
    Messaggio per chi e' ancora ingenuo. Hai capito perche'la pirateria e' diffusa??!!E' la logica reazione a questo continuo mungimentoAspettiamoci non solo la tassa sulle orecchie ma anche quella sul pensieroCon i nostri soldi questi bei polli rampanti vanno alle Maldive oppure sicomprano la Ferrari.
  • Renzo G scrive:
    Quanto si e' disposti a sopportare
    A parte le ragioni delle parti, da un lato i semi onesti utenti, dall'altro gli artisti (ed escludo le major e la siae), pongo una domanda un po' provocatoria:Ma continua a piacere cosi' tanto questa nazione chiamata Italia? Non avete mai notato o sentito dire da conoscenti che viaggiano che, rispetto a quasi tutta la UE, l'Italia ha un atteggiamento sempre piu' medievale ed immobilista? Sarei curioso di sapere i veri motivi che legano cosi' tanto un popolo ormai esausto delle angherie e senza piu' dignita'.Con tutto il rispetto per i nostri Avi che hanno reso l'Italia fiore all'occhiello nel mondo nei secoli. Mi sembra pero' storia finita, purtroppo.
  • arturu.it scrive:
    Anche il cervello è una memoria...
    Scusa, se si vuole estendere il ragionamento dei legislatori si potrebbe considerare il cervello umano come una memoria, volendo posso ricordare un brano e se so suonare (o "fischiettare") la posso riprodurre, sarò più bravo se sono un musicista professionista, ecc... Allora bisognerebbe mettere una tassa su ogni neonato...:((((
    • gorgonauta scrive:
      Re: Anche il cervello è una memoria...
      Difatti se ti beccano a fischiettare una canzone protetta da copyright, scatta la denuncia
      • gibrovacco scrive:
        Re: Anche il cervello è una memoria...
        ci stavo pensando anch'io.. suvvia, aiutiamo i nostri "poveri" politici e lobbisti:1) Tassa sul cervello (dispositivo di memorizzazione). Per fortuna, in Italia non ce l'hanno più in molti.2) Tassa sulle orecchie (dispositivo di ricezione).3) Tassa sulla lingua per l'equo compenso sulle riproduzioni pirata di chi fischietta.4) Tassa su braccia e gambe.. se sono un musicista posso riprodurre anche con quelli.5) Poi potrei anche trascrivere il testo su un foglio di carta, quindi tassa sulle matite e fogli.6) Tassa sulle ascelle: sì, posso fare musica anche mettendo la mano sotto l'incavo e quindi facendo "trombetta"....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 maggio 2012 08.27-----------------------------------------------------------
    • fisco scrive:
      Re: Anche il cervello è una memoria...
      veramente la tassa sui neonati già c'è visto che ogni nuovo nato nasce con circa 25000 euro di debito sulle spalle!
      • arturu.it scrive:
        Re: Anche il cervello è una memoria...
        ma il fatto è che li deve pagare lui da adulto... ma alla nascita i genitori pagano qualcosa? mi sembra di no... non è giusto, serve la tassa sui vagiti di un neonato, qualcuno l'avrà sicuramente registrato alla siae...
  • Alessio scrive:
    A proposito di tasse
    Dopo aver letto questo articolo ho aperto la cronaca dei giornali in rete ed ho trovato queste dichierazionihttp://www.corriere.it/politica/10_febbraio_06/berlusconi_tasse_voti_crisi_2dad1c7a-1313-11df-aca8-00144f02aabe.shtml«Abbiamo abbassato le tasse"
  • guast scrive:
    Capire meglio la situazione
    Il problema vero è che in questo campo girano troppi soldi che attirano troppi avvoltoi.Ma una cosa da fare ci sarebbe. Vi siete chiesti perchè i giovani sono il loro obiettivo preferito ? Perchè comprano della musica trascinati dalla moda, la sentono per un po' e poi si stufano, finisce in qualche cassetto e sono pronti a comprare qualcos'altro. Sono i migliori consumatori in una società che si basa sull'usa e getta. La cosa peggiore è che questo comportamento da ragazzini si sta diffondendo anche nelle persone adulte.Una soluzione è iniziare ad educare i figli. Autorizzarli a comprare un CD musicale solo un anno dopo che l'hanno sentito per la prima volta (se ancora gli piace). Questa abitudine dovrebbero prenderla anche parecchi adulti. Vale anche per i film. Non vedere un film in prima visione non è una tragedia.Se veramente si diffondesse questa abitudine non solo le case discografice venderebbero meno, ma i prezzi sarebbero più bassi e la qualità migliore. Vorrebbe dire anche un giro d'affari più basso e meno soldi a disposizione per comprarsi i politici e le leggi favorevoli.
    • sssss scrive:
      Re: Capire meglio la situazione

      Una soluzione è iniziare ad educare i figli....una parola...e come pensi di rendere questa ideacomune nella popolazione?Intendiamoci, il ragionamento e' buono, e' l'applicabilita'pratica che e' un po' utopica.
    • xtz750 scrive:
      Re: Capire meglio la situazione
      hem film e musiche "usa e getta" se ne son sempre prodotti... Tanto per citartene uno "Puro siccome un Angelo papà mi fece monaco di monza" con Lando Buzzanca... se non ne hai mai sentito parlare non fartene un cruccio è un filmetto leggero leggero, praticamente vuoto, per riempire un po' le sale cinematografiche senza spendere troppo... Il fatto è che a 30 anni di distanza sono sopravvissuti solo i film migliori, una specie di "selezione naturale"... Per fortuna direi... e dei nostri artisti di qui a 30 anni cosa rimarrà?
  • Difensore scrive:
    Cassandra crossing CHEEEE????
    Ma che caz.. voglion odire ste diciture? E' piu' di un anno che leggo qui ma non l'ho ancora capito.Cosa vuol dire:Cassandra crossing?NoLogo?Perche dite:BigM e non MicrosoftBigG e non GoogleSe pensate di essere fichi (cool) nell'usare certi termini, vi dico che sembrate solamente un altra cosa.
    • gorgonauta scrive:
      Re: Cassandra crossing CHEEEE????
      Eppure bastava una ricerca in un qualsiasi motore di ricerca :Certo che se in un anno non hai capito qualcosa che si trova in 5 minuti, sei messo davvero bene...Senza offesa, eh
    • The_GEZ scrive:
      Re: Cassandra crossing CHEEEE????
      Ciao Difensore !
      Se pensate di essere fichi (cool) nell'usare
      certi termini, vi dico che sembrate solamente un
      altra
      cosa.Già che sei impegnato a cercare il significato delle sigle ... cerca anche cosa vuole dire "Essere O.T."Buona notte.
    • mik.fp scrive:
      Re: Cassandra crossing CHEEEE????
      Ekkine 'n'artro che inizia a leggere dal capitolo 8 e pretende di capirne a sufficienza al punto di poter prendere la parola :)Fortuna che oramai capacita' trasmissiva e memorie costano marginalmente zero.- Scritto da: Difensore
      Ma che caz.. voglion odire ste diciture? E' piu'
      di un anno che leggo qui ma non l'ho ancora
      capito.
      Cosa vuol dire:
      Cassandra crossing?
      NoLogo?

      Perche dite:
      BigM e non Microsoft
      BigG e non Google

      Se pensate di essere fichi (cool) nell'usare
      certi termini, vi dico che sembrate solamente un
      altra
      cosa.
    • FinalCut scrive:
      Re: Cassandra crossing CHEEEE????
      - Scritto da: Difensore
      Ma che caz.. voglion odire ste diciture? E' piu'
      di un anno che leggo qui ma non l'ho ancora
      capito.
      Cosa vuol dire:
      Cassandra crossing?
      NoLogo?

      Perche dite:
      BigM e non Microsoft
      BigG e non Google

      Se pensate di essere fichi (cool) nell'usare
      certi termini, vi dico che sembrate solamente un
      altra
      cosa.Non essere orgoglioso della tua ignoranza, un minimo di cultura non ti farebbe male.http://it.wikipedia.org/wiki/Cassandra_CrossingBel film comunque, lo danno in questo periodo su Sky Cinema.(linux)(apple)
      • pippO scrive:
        Re: Cassandra crossing CHEEEE????


        Se pensate di essere fichi (cool) nell'usare

        certi termini, vi dico che sembrate solamente un

        altra

        cosa.

        Non essere orgoglioso della tua ignoranza, un
        minimo di cultura non ti farebbe
        male.Sarà un leghista... :D
        • Difensore scrive:
          Re: Cassandra crossing CHEEEE????
          Apparte Cassandra crossing, chiamare Google BigG non ha senso,allora diciamo ancheBigA = At&TBigB = Big ...BigC = BigCanonicalBigD = Big.......BigY = YahooBigS = SunBig...Str?nz?ta
  • MacBoy scrive:
    Se compro DVD e CD...
    ... li compro su Amazon.uk.Tanto i film italiani (sovvenzionati anche loro da INIQUI prelievi fiscali) fanno schifo.CD e DVD vergini rigorosamente di contrabbando. La SIAE deve MORIRE.
    • Pasquale scrive:
      Re: Se compro DVD e CD...
      Comperare CD e DVD in Europa e' un tuo diritto, non un contabbando.Non autocondanniamoci ad un reato che non esiste.Proprio ieri sentivo dire che il piatto tipico del Piemonte, la "bagna cauda" nacque per una evasione fiscale: infatti grandi quantita' di acciughe sotto sale venivano dalla Liguria , non per il pesce, ma per il sale, su cui si pagavano grandi dazi al passaggio da un paese all'altro, a favore dei vari signorotti locali.La SIAE e' come il signorotto medioevale che vuole sfruttare i cittadini.Sta a non non farci prendere per il XXXX (si puo' dire XXXX su P.I., oppure bisogna dire "sedere"?
      • Pasquale scrive:
        Re: Se compro DVD e CD...
        Era una risposta a chi diceva di comperare i CD e DVD di contrabbando : ho sbagliato a posizionare le risposta.
      • xtz750 scrive:
        Re: Se compro DVD e CD...
        è un tuo diritto purchè tu ci paghi le tasse...Poi nessuno tra quelli che compra CD/DVD all'estero ci paga le tasse... e fa bene... Con 20 euro ci compri 100 tra cd e dvd se lo fai qui in Italia ce ne compri 20 se ti va bene...
  • Boicottiamo li scrive:
    Boicottiamoli
    BOICOTTIAMOLI Non comprare e non noleggiare CDNon comprare e non noleggiare DVDNon andare al cinemaNon abbonarsi alle Pay TvPrendere in prestito i libri nelle bibliotecheDiffondere il Book CrossingDiffondere le licenze Creative CommonsDiffondere l'Open Source Che muoiano di fame... P-)
    • gorgonauta scrive:
      Re: Boicottiamoli
      Che c'entra l'open source?
      • sssss scrive:
        Re: Boicottiamoli

        Che c'entra l'open source?C'entra che se vuoi trattare materiale multimedialecon un calcolatore senza essere sottoposto al rischioche i tuoi dati siano memorizzati in un formatochiuso e propretario sul quale tu non hai nessun controllo,(con tutto quello che ne consegue) allora convienesupportare il piu' possibile soluzioni software open source.
        • gorgonauta scrive:
          Re: Boicottiamoli
          Guarda che non c'entra niente.I formati aperti sono dettati da specifiche open o uno standard preciso.L'open source non c'entra nulla.
          • scxx scrive:
            Re: Boicottiamoli
            - Scritto da: gorgonauta
            Guarda che non c'entra niente.

            I formati aperti sono dettati da specifiche open
            o uno standard
            preciso.

            L'open source non c'entra nulla.Si...peccato che il closed "tenda" stranamente apromuovere sempre i suoi stupidi formati chiusi.Nella fattispecie per esempio wmv e wma, tanto per dirne una.
    • Cipolo scrive:
      Re: Boicottiamoli
      D'accordo, aggiungerei anche spegnere sine die la TV infarcita di pubblicità, specialmente quella pubblica che pretende un canone.
      • angros scrive:
        Re: Boicottiamoli
        Se spegni la tv, ma continui a pagare il canone, boicotti solo te stesso.
      • OldDog scrive:
        Re: Boicottiamoli
        - Scritto da: Cipolo
        D'accordo, aggiungerei anche spegnere sine die la
        TV infarcita di pubblicità, specialmente quella
        pubblica che pretende un
        canone.Mediaset è quasi riuscita nel lavaggio del cervello. Il problema non è il canone, cifra risibile rispetto agli abbonamenti sky, mediaset premium et similia. Il problema è stato lo straripare degli introiti pubblicitari, che ha preteso l'auditel come dimostrazione del ritorno "ascolto/economico" dello spot, che ha sacrificato la qualità alla popolarità.Se produco un programma di qualità, dove si cura la preparazione degli artisti, la correttezza degli ospiti, l'assenza di pubblicità occulte, e via dicendo ma non attiro l'attenzione di grandi masse, con il modello commerciale sono BRUCIATO dopo una puntata.Se produco un programma fracassone, rissoso, fintamente vero (reality anyone?) ma con trame preparate da autori e psicologi, pieno di richiami sessuali sempre più espliciti, di pubblicità occulta e televendite, propaganda politica ecc. RIESCO A CATTURARE masse perfette per essere i consumatori "a nastro continuo" che interessano agli sponsor commerciali: persone che imparano a non farsi domande, a "bersi" ogni cosa basta che luccichi il tanto da attirare l'occhio. Non dico che l'ideale sia una TV - Soviet, ma che la TV SOLO SOLDI non è la risposta giusta e la raccolta pubblicitaria smodata è la chiave di volta di tanti eventi nell'Italia degli ultimi 30 anni, anche politicamente.Comunque, il canone viene riconosciuto a quelle trasmittenti che forniscono determinati servizi pubblici, che si vuole garantire a tutti indipendentemente che siano "commercialmente appetibili".problema. Anni fa nessuna radio era interessata a mandare in onda le sedute parlamentari, causa risibile compenso economico riconosciuto, e se non erro se l'accollava Radio Radicale. Appena il rimborso venne adeguato (credo quadruplicato) ai costi moderni ci fu la corsa delle Radio commerciali...
  • Toni Alamo scrive:
    TsO
    Ma dopo aver pagato la tassa sull'equo compenso su pc,ipod,chiavetta,ipAd,hard disk esterno,CD , canzoni,e ildiavolokeseliporti, posso scaricarmi tutto quello che mi pare no?tanto la tassa l'ho gia' pagata!
    • Vizaviz scrive:
      Re: TsO
      - Scritto da: Toni Alamo
      Ma dopo aver pagato la tassa sull'equo compenso
      su pc,ipod,chiavetta,ipAd,hard disk esterno,CD ,
      canzoni,e ildiavolokeseliporti, posso scaricarmi
      tutto quello che mi pare
      no?
      tanto la tassa l'ho gia' pagata! No, non è così ed è logico che non sia così.Questi di punto informatico secondo me vi illudono con queasteironie da bar sulla tassa sulle orecchie.Già oggi tu paghji indirettamente anche per la costruzione di autostrade,pure se tu non la usarai mai.La tiritera è sempre la stessa:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2789305Ad un certo punto chi si ribellerà contro di voi, tra pirati intendo,saranno prorpio queliesaperati da tutte quelle leggine come l'equo compenso: peerc olpa dei pirati tutti si ritroveranno a pagare. Cosa più ingiusta non potrebbe esserci. E questo solo perchè non si vuol capire che il fattoche sia facile piratare, non significa sia lecito.Continuate a fare ironia su queste cose, bravi.Non avete ancora capito in che direzione va la legislazione? Ci rimetteranno tutti e piratare sarà sempre reato!!!
      • deathspell scrive:
        Re: TsO
        - Scritto da: Vizaviz
        - Scritto da: Toni Alamo

        Ma dopo aver pagato la tassa sull'equo compenso

        su pc,ipod,chiavetta,ipAd,hard disk esterno,CD
        ,

        canzoni,e ildiavolokeseliporti, posso scaricarmi

        tutto quello che mi pare

        no?

        tanto la tassa l'ho gia' pagata!
        No, non è così ed è logico che non sia così.
        Questi di punto informatico secondo me vi
        illudono con
        queaste
        ironie da bar sulla tassa sulle orecchie.
        Già oggi tu paghji indirettamente anche per la
        costruzione di
        autostrade,
        pure se tu non la usarai mai.
        La tiritera è sempre la stessa:
        http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2789305

        Ad un certo punto chi si ribellerà contro di voi,
        tra pirati
        intendo,
        saranno prorpio queli
        esaperati da tutte quelle leggine come l'equo
        compenso: peerc olpa dei pirati tutti si
        ritroveranno a pagare. Cosa più ingiusta non
        potrebbe esserci. E questo solo perchè non si
        vuol capire che il
        fatto
        che sia facile piratare, non significa sia lecito.
        Continuate a fare ironia su queste cose, bravi.
        Non avete ancora capito in che direzione va la
        legislazione? Ci rimetteranno tutti e piratare
        sarà sempre
        reato!!!Gli onesti ingiustamente rapinati che non se la prendono con chi li rapina, ma con chi viene identificato dallo stesso rapinatore come la giustificazione della rapina?Cos'è la trama del nuovo libro fantasy "La Siae sconfigge i cattivi?'Ma non ve ne rendete conto che proprio la logica delle decimazioni (dove si colpiscono degli innocenti per convincerli a denunciare i criminali) finisce per portare sempre più gente a considerare la pirateria non come un illecito ma come una naturale reazione all'oppressore etico?Personalmente non ho un solo byte di musica o film scaricati illegalmente, ma a leggere certi ragionamenti (e non quelli di punto informatico) la voglia di scaricare l'impossibile aumenta in modo drammatico.
        • Vizaviz scrive:
          Re: TsO
          - Scritto da: deathspell
          Gli onesti ingiustamente rapinati che non se la
          prendono con chi li rapina, ma con chi viene
          identificato dallo stesso rapinatore come la
          giustificazione della
          rapina?Rapina è cosa illecita. PirATARE è illecito. Lo dice la legge.A te e altri può non piacere, allora si smuova o solleciti il mondo internetper cambiare queste leggi se ci si riesce. Io non avrei nulla contro.Non ho interessi da difendere in tema.Ma qualcosa mi dice che non saprebbero rispondere quando gli si dice comedovrebbero fare gli autori ad essere retribuiti e su questo si perdono tutti semessi alle strette.L'unica cosa sensata è che sia lo Stato a pagare per tutti, peccatto che poi ci si rimetta al rischio di una culura del regimedi turno con tutte le possibili conseguenze negative.
          Cos'è la trama del nuovo libro fantasy "La Siae
          sconfigge i
          cattivi?'
          Ma non ve ne rendete conto che proprio la logica
          delle decimazioni (dove si colpiscono degli
          innocenti per convincerli a denunciare i
          criminali) finisce per portare sempre più gente a
          considerare la pirateria non come un illecito ma
          come una naturale reazione all'oppressore
          etico?Secondo te è etico rubare il lavoro intellettulae altrui?Solo perchè è facile? Sono tantissime le cose nella vita reale facili da fare e non si fanno perchè si è interiorizzato il concetto che non è legale, sensato, logico o etico farlo. E moltissimi, la stragrande maggioranza, non lo fanno.Leggi come l'equo compenso andranno a colpirepersone che non c'entrano cui si spigherà la logica ditetro quei provvedimenti e la logica per me è convincente, anche se ingiusta.l'lternativa infatti e la delazione di massa verso chi pirata e non esluderei che nel momento in cui il fardello da pagare per colpe altrui dovessecrescere troppo ciò avverrà.
          • CCC scrive:
            Re: TsO
            - Scritto da: Vizaviz
            - Scritto da: deathspell


            Gli onesti ingiustamente rapinati che non se la

            prendono con chi li rapina, ma con chi viene

            identificato dallo stesso rapinatore come la

            giustificazione della

            rapina?
            Rapina è cosa illecita. PirATARE è illecito. Lo
            dice la
            legge.lo dice la legge... e allora?la legge oggi dice una cosa, domani un'altra...la legge vigente qui dice l'opppsto della legge vigente là...le leggi esistono *solo* per permettere la sopraffazione e lo sfruttamento dei pochi a danno dei molticiò che dice la legge non è "giusto" in sé...ciò che dice la legge non è "vangelo"...le persone possono anche opporsi alla legge anziché accettarla e subirla passivamente (a meno di essere servili o vigliacchi al 100%)...
            A te e altri può non piacere, allora si smuova o
            solleciti il mondo
            internet
            per cambiare queste leggi se ci si riesce. Io non
            avrei nulla
            contro.che fai? deleghi agli altri? aspetti che gli altri si muovano e facciano qualcosa? non hai una tua dignità, una tua volontà che ti porta a combattere almeno le più inguiste ed inique tra le leggi?
            Non ho interessi da difendere in tema.
            Ma qualcosa mi dice che non saprebbero rispondere
            quando gli si dice
            come
            dovrebbero fare gli autori ad essere retribuiti e
            su questo si perdono tutti
            se
            messi alle strette.inizia tu a spiegarmi perché gli autiri dovrebbero essere per forza retribuiti... e poi andiamo avanti nella discussione...
            L'unica cosa sensata è che sia
            lo Stato a pagare per tutti, perché lo stato e non la collettività o, semplicemente, un gruppo di persone interessate al lavoro di un "autore"?
            peccatto che poi ci
            si rimetta al rischio di una culura del
            regime
            di turno con tutte le possibili conseguenze
            negative.se è per questo già ce la abbiamo

            Cos'è la trama del nuovo libro fantasy "La Siae

            sconfigge i

            cattivi?'

            Ma non ve ne rendete conto che proprio la logica

            delle decimazioni (dove si colpiscono degli

            innocenti per convincerli a denunciare i

            criminali) finisce per portare sempre più gente
            a

            considerare la pirateria non come un illecito ma

            come una naturale reazione all'oppressore

            etico?
            Secondo te è etico rubare il lavoro intellettulae
            altrui?secondo te è etico appropriarsi (con la sedicente "proprietà intellettuale") del bene comune conoscenza-sapere-tecnica-ecc sottraendolo alla collettività degli umani (che hanno "creato" questo bene comune con il contributo di miliardi di persone nei secoli)?copyright, diritto d'autore, brevetti... questo è il FURTO!!!
            Solo perchè è facile? Sono tantissime le cose
            nella vita
            reale
            facili da fare e non si fanno perchè si è
            interiorizzato il concetto che non è legale,
            sensato, logico o etico farlo. E moltissimi, la
            stragrande maggioranza, non lo
            fanno.stai facendo confusione (probabilmente ad arte, per confondere chi legge)... d'accordo che le persone non fanno certe cose perché non le sentono come ETICHE rispetto alla MORALE propria o comune...ma la legalità qui non c'entra NULLA
            Leggi come l'equo compenso andranno a colpire
            persone che non c'entrano cui si spigherà la
            logica ditetro quei provvedimenti e la logica per
            me è convincente, anche se
            ingiusta.non ho capito... per te se una cosa è logicamente convincente allora va bene e poco importa se è inguista?
            l'lternativa infatti e la delazione di massa
            verso chi pirata e non esluderei che nel momento
            in cui il fardello da pagare per colpe altrui
            dovesse
            crescere troppo ciò avverrà.l'alternativa semmai è la disobbedienza civile di massal'alternativa semmai è il boicottaggio totale di tutti i sedicenti "prodotti" del "commercio" che viene messo su RUBANDO (con la sedicente "proprietà intellettuale") alla collettività i beni comuni conoscenza-sapere-tecnica-ecc
          • Pasquale scrive:
            Re: TsO
            Non illuderti: quando Guglielmo Marconi fece funzionare la radio attraverso l'oceano atlantico, venne fuori una azienda inglese che sostenne di avere il monopolio delle trasimssioni transoceaniche via cavo (telefono e telegrafo)Questa ditta fece una brutta fine e non venne fatta alcuna legge di equo compenso per far sopravvivere il dinosauro.Noi cerchiamo di far sopravvivere i vecchi treni a vapore e non ci rendiamo conto che, dopo aver fatto scomparire le industrie italiane di produzione dei CD, adesso faremo anche scomparire il commercio dgli hard Disk che verranno acquistati in europa via internet. Questo, per salvare le chiappe ai parassiti.Poi, i cittadini non sono scemi, e se il legislatore colpisce gli innocenti questi sapranno ricompensarli a dovere diventando a loro volta "scaricatori" , avendo gia' pagato per questo un abbondante compenso
          • xtz750 scrive:
            Re: TsO
            Perchè quanto credi che vada all'artista di quello che paghi alla SIAE??? Perchè devo PAGARE per un reato che NON ho commesso, solo sulla base del fatto che POTREI commetterlo perchè ho comprato un CD/DVD vergine???Allora siccome sono maschio e penedotato, condannatemi per stupro. Il meccanismo è lo stesso...Comunque la "pirateria" è quella che permette alle opere di sopravvivere... Cosa sarebbe la Divina Commedia se nessuno l'avesse copiata? Poi per carità sono d'accordissimo sul fatto che la PROPRIETA' INTELLETTUALE debba essere SOLO E SOLTANTO dell'autore...Un po' come il software libero... Nessuno si sognerebbe di pagare per avere una copia di Linux, ma tutti siamo grati a Torwald per averlo scritto ;)
    • guast scrive:
      Re: TsO
      Formalmente la tassa serve a coprire il diritto alla copia privata.Puoi discutere o no il fatto che si debba pagare per un diritto, però rimane il fatto che non ti permette di scaricare legalmente
    • Toni Alamo scrive:
      Re: TsO
      Ovviamente la mia era ironia "da bar" come qualcuno l'ha giustamente definita,ma tornando a essere seri, non vedo perche' si deve trattare la gente come ladra " a priori",anche chi non fara' mai nulla di illegale.Vi sembra giusto far pagare una tassa a qualcuno che non fara' mai nulla di illegale?Io personalmente scarico qualcosa solo se è free o open source, o se me la posso permettere,nella vita reale facciamo cosi' no?e vi posso assicurare che non mi manca nulla!Ma mi scoccia pagare tutto di piu' ed essere trattato come un ladro dallo stato .Afferrato il concetto???
  • Sandro De Rubeis scrive:
    In Rete solo contenuti Creative Commons
    La Rete deve disfarsi al più presto di tutto ciò che non è coperto dalla Licenza Creative Commons.Garantire l'oblio a questi accattoni deve essere una priorità assoluta e un obbligo morale del Web.Chi vuole far conoscere la propria musica utilizzi solo Jamendo:http://www.jamendo.com/it/
    • brunilde scrive:
      Re: In Rete solo contenuti Creative Commons
      io lo uso! ;-)
    • nome e cognome scrive:
      Re: In Rete solo contenuti Creative Commons
      - Scritto da: Sandro De Rubeis
      La Rete deve disfarsi al più presto di tutto ciò
      che non è coperto dalla Licenza Creative
      Commons.

      Garantire l'oblio a questi accattoni deve essere
      una priorità assoluta e un obbligo morale del
      Web.

      Chi vuole far conoscere la propria musica
      utilizzi solo
      Jamendo:

      http://www.jamendo.com/it/Jamendo sul lato "tecnico" è fantastico, purtroppo la sua offerta "artistica" lascia ancora molto a desiderare... Viaggia ancora su livelli molto amatoriali.
      • sssss scrive:
        Re: In Rete solo contenuti Creative Commons

        Jamendo sul lato "tecnico" è fantastico,
        purtroppo la sua offerta "artistica" lascia
        ancora molto a desiderare... Viaggia ancora su
        livelli molto amatoriali.E non e' bello?Meglio i pupazzi di plastica delle major?Mica ci propongono roba come la PFM dei primidischi o i Rush o gli Yes, ci propongonodelle XXXXXte registrate professionalmente.A quel punto preferisco divertirmi a sentireil mio vicino di casa che si diverte a suonare davvero.
        • pippO scrive:
          Re: In Rete solo contenuti Creative Commons
          - Scritto da: sssss

          Jamendo sul lato "tecnico" è fantastico,

          purtroppo la sua offerta "artistica" lascia

          ancora molto a desiderare... Viaggia ancora su

          livelli molto amatoriali.

          E non e' bello?NO!
          Meglio i pupazzi di plastica delle major?Qualcuno sa anche suonare e cantare...
          Mica ci propongono roba come la PFM dei primi
          dischi o i Rush o gli Yes, ci propongono
          delle XXXXXte registrate professionalmente.
          A quel punto preferisco divertirmi a sentire
          il mio vicino di casa che si diverte a suonare
          davvero.Fai pure, un piacere che ti lascio molto volentieri... :|
      • giggio scrive:
        Re: In Rete solo contenuti Creative Commons

        Jamendo sul lato "tecnico" è fantastico,
        purtroppo la sua offerta "artistica" lascia
        ancora molto a desiderare... Viaggia ancora su
        livelli molto amatoriali.Boh, Jamendo non lo conoscevo e l'ho scoperto ora solo leggendo questo thread.Noto con piacere che molti brani sono un minimo creativi e suonano abbastanza bene; arrivato al sesto o settimo da quando ho scoperto il sito devo dire che uno solo era praticamente inascoltabile, mentre un paio degli altri potrebbero tranquillamente girare per radio.Riguardo al suono, anche qui purtroppo c'è la tendenza generale a missare tutto dentro un compressore/limitatore messo a manetta, che è il modo migliore per violentare la dinamica e spesso la fedeltà del suono, ma quello ormai lo fanno praticamente tutti gli studi da N migliaia di Euro l'ora.
  • Boston Tea Party scrive:
    Contrabbando e pirateria!
    Contrabbando e pirateria sono risposte più che legittime a questi ladri. A questo punto sono solo un'onorevole forma di disobbedienza civile.Contrabbandare hardware.Piratare software, musica e film.La SIAE deve chiudere.
    • ruppolo scrive:
      Re: Contrabbando e pirateria!
      Se proprio vogliamo fare qualcosa di concreto e ONESTO, riuniamo una montagna di CD e DVD ORIGINALI e con un bel compressore stradale distruggiamo tutto. Così facciamo vedere che viviamo lo stesso.
      • angros scrive:
        Re: Contrabbando e pirateria!
        E dove li prendi i cd e dvd originali? Li compri (regalando soldi alle major)?Alle major interessano solo i soldi, poi se tu distruggi quello che hai comprato a loro cosa importa? (anzi, sono contente, perchè vuol dire che magari li comprerai di nuovo)Alle volte mi sembra che tu abbia perso il senso della realtà...
      • siamo alla fruttola scrive:
        Re: Contrabbando e pirateria!
        Io ho fatto lo stesso con un powerbook :oPero' Jobs mi ha scritto che tanto l'avevo già pagato...
      • LuNa scrive:
        Re: Contrabbando e pirateria!
        basterebbe che per un solo giorno NESSUNO comprasse un solo CD o un solo file su internet, gli procuri un danno enorme e i prezzi andrebbero giù di corsa.
        • angros scrive:
          Re: Contrabbando e pirateria!
          Come la storia della benzina (quella famosa bufala che diceva di non comprare benzina per un giorno)?Se fai lo sciopero dell'acquisto per un giorno, e poi compri il giorno dopo, non se ne accorgono nemmeno. Quello che devi far vedere è che non compri mai, perchè non hai bisogno di comprare : puoi scaricare, puoi prendere la musica da youtube, puoi usare il sistema che vuoi, ma nemmeno un centesimo deve uscire dal tuo portafoglio per finire in quello delle major, nè oggi, nè domani, nè mai.
          • zi_o_zio scrive:
            Re: Contrabbando e pirateria!
            - Scritto da: angros
            Come la storia della benzina (quella famosa
            bufala che diceva di non comprare benzina per un
            giorno)?Per quanto dal punto di vista dei risultati pratici sia con te, permettimi di obiettare.La benzina la compri il giorno dopo perché ti serve per lavorare;la canzone la compri il giorno dopo perché la publicità ti ha convinto che ti serve improrogabilmente.ciao
          • Funz scrive:
            Re: Contrabbando e pirateria!
            - Scritto da: zi_o_zio
            La benzina la compri il giorno dopo perché ti
            serve per
            lavorare;
            la canzone la compri il giorno dopo perché la
            publicità ti ha convinto che ti serve
            improrogabilmente.
            Si potrebbe rimediare con una tassa sulla cretineria...
          • Sgabbio scrive:
            Re: Contrabbando e pirateria!
            Il problema è che poi dicono che la pirateria non gli fa vendere, cosi vanifica tutto.
          • doc allegato velenoso scrive:
            Re: Contrabbando e pirateria!
            - Scritto da: angros
            Come la storia della benzina (quella famosa
            bufala che diceva di non comprare benzina per un
            giorno)?

            Se fai lo sciopero dell'acquisto per un giorno, e
            poi compri il giorno dopo, non se ne accorgono
            nemmeno. Quello che devi far vedere è che non
            compri mai, perchè non hai bisogno di
            comprare : puoi scaricare, puoi prendere la
            musica da youtube, puoi usare il sistema che
            vuoi, ma nemmeno un centesimo deve uscire dal tuo
            portafoglio per finire in quello delle major,
            nè oggi, nè domani, nè
            mai. Grande!Questo è il mio vangelo da anni ormai!E negli ultimi tempi devo dire che quando lo spiego sempre più amici/conoscenti si incuriosiscono e mi stanno a sentire
        • guast scrive:
          Re: Contrabbando e pirateria!
          - Scritto da: LuNa
          basterebbe che per un solo giorno NESSUNO
          comprasse un solo CD o un solo file su internet,
          gli procuri un danno enorme e i prezzi andrebbero
          giù di
          corsa.Beh uno sciopero degli acquisti cordinato di due o tre giorni forse non risolverebbe le cose, ma darebbe un bel segnale.
          • gorgonauta scrive:
            Re: Contrabbando e pirateria!
            No, danneggerebbe solo chi sta in mezzo alla vendita.Di fatto non risolvi niente, forse peggiori leggermente la situazione alle persone sbagliate...
    • brunilde scrive:
      Re: Contrabbando e pirateria!
      siamo GIÀ DIVENTATI TUTTI potenziali pirati.questo con l' introduzione dell' EQUO COMPENSO: aumento del prezzo di OGNI supporto di memorizzazione digitale, perché POTREBBE contenere materiale pirata.BENE.C' è l' equo compenso? Siamo tutti pirati PER LORO? E allora LEGALIZZATE LA PIRATERIA, dato che già ci trattate (e ci fate pagare) per un crimine "in potenza", per citare Aristotele.Sarebbe come se ti multassero appena esntri in macchina perché POTRESTI superare il limite di velocità.MA SIAMO IMPAZZITI?
      • nome e cognome scrive:
        Re: Contrabbando e pirateria!
        - Scritto da: brunilde
        siamo GIÀ DIVENTATI TUTTI potenziali pirati.

        questo con l' introduzione dell' EQUO COMPENSO:
        aumento del prezzo di OGNI supporto di
        memorizzazione digitale, perché POTREBBE
        contenere materiale
        pirata.

        BENE.

        C' è l' equo compenso? Siamo tutti pirati PER
        LORO? E allora LEGALIZZATE LA PIRATERIA, dato che
        già ci trattate (e ci fate pagare) per un crimine
        "in potenza", per citare
        Aristotele.

        Sarebbe come se ti multassero appena esntri in
        macchina perché POTRESTI superare il limite di
        velocità.

        MA SIAMO IMPAZZITI?Non hai capito.La tassa sui supporti di memorizzazione, sia nell'originale Decreto Urbani, sia nelle più orrende modifiche attuali, è per compensare la siae della possibilità, da parte dei privati, di fare LEGITTIME COPIE DI BACKUP. La pirateria, in questo discorso, non è nemmeno contemplata: l'obiettivo di queste leggi è tassare il diritto del singolo a portarsi in giro una copia del materiale multimediale conXXXXX in licenza, lasciando al sicuro gli originali.Vista in quest'ottica, quella tassa ha ANCORA MENO senso.
  • Riketto scrive:
    TSO vuol anche dire...
    Trattamento Sanitario Obbligatorio...Ed e' quello di cui avrebbero bisogno i personaggi che ucciderebbero il proprio figlio per poter mungere un centesimo in piu' dalle tasche altrui....
  • Uccio scrive:
    Attento, Marco...
    Dimentica che per guardare un film ci vogliono gli occhi... Quindi dopo la T.s.O. proponiamo una T.s.O.2 o "tassa sugli occhi", inversamente proporzionale alle diottrie, in modo che non sia inutilmente iniqua. In questo modo se uno è sordo e -per questo- non pagherebbe la T.s.O., se ci vede bene paga in toto la T.s.O.2.
    • OldDog scrive:
      Re: Attento, Marco...
      - Scritto da: Uccio
      Dimentica che per guardare un film ci vogliono
      gli occhi... Quindi dopo la T.s.O. proponiamo una
      T.s.O.2 o "tassa sugli occhi"In coerenza con l'esistente tassa sugli "apparecchi radioricevitori atti od adattabili a ricevere anche le radiodiffusioni televisive", direi che con opportuni ausili (es. apparecchi acustici), quasi tutti gli esseri viventi dalla nascita dovrebbero pagare la SIAE. Ci sarà pure una chiara ragione se le mucche danno più latte ascoltando musica, o le piante reagiscono alla voce umana, no? Solo in via ipotetica: mandare tutti questi personaggi su di un'isola tropicale molto vicina al livello del mare, senza mezzi di comunicazione per far loro pagare alcuna tassa, e poi aspettare che i mutamenti climatici innalzino le acque facendo il loro dovere, pare un crimine? :)
      • Utonto scrive:
        Re: Attento, Marco...
        Se sanno nuotare si! :D
      • klez scrive:
        Re: Attento, Marco...
        cavolo, hanno trovato un altro modo per far pagare il canone rai a tutta la popolazione in questo modo!
      • guast scrive:
        Re: Attento, Marco...

        Ci sarà pure
        una chiara ragione se le mucche danno più latte
        ascoltando musica,Tanto per curiosità, ma se mettono la musica nelle stalle il proprietario della fattoria paga la SIAE ?
        • OldDog scrive:
          Re: Attento, Marco...
          - Scritto da: guast

          Ci sarà pure

          una chiara ragione se le mucche danno più latte

          ascoltando musica,

          Tanto per curiosità, ma se mettono la musica
          nelle stalle il proprietario della fattoria paga
          la SIAE
          ?Probabilmente dovrebbe (se lo scoprono e gli contestano la cosa), se è intesa come trasmissione in luogo pubblico. Lo fanno anche nelle feste di matrimonio, teoricamente a inviti e quindi NON propriamente aperte a chiunque.
    • overclock scrive:
      Re: Attento, Marco...
      e la tassa sulla memoria del cervello...
  • pippO scrive:
    e per guardare film
    XXXXX? Metteranno una tassa sui centimetri? :D
    • Nome e cognome scrive:
      Re: e per guardare film
      Non fa ridere.
      • iride scrive:
        Re: e per guardare film
        a me si
      • fruttolo scrive:
        Re: e per guardare film
        Non è vero.Ti sei messo a ridere tantissimo quando hai scritto il tuo commento :D pensando di fare trollaggio serio.Scommetto che a scuola eri uno di quelli che facevano i pagliacci per far ridere gli altri, insomma in fondo sei una brava persona. Un po' ingenua, ma brava ;)
Chiudi i commenti