Nvidia punta tutto sul GeForce 5900

Per rimediare all'infelice debutto del GeForce 5800, e frenare la cavalcata di ATI, Nvidia ha sfornato un nuovo chipset grafico che viene presentato come soluzione senza rivali sul mercato. Nel mirino c'è il Radeon 9800


Santa Clara (USA) – A poco più di due mesi di distanza dal debutto di GeForce FX , la giovane linea di processori grafici che competono testa a testa con i Radeon 9×00 di ATI, Nvidia ha annunciato l’imminente arrivo sul mercato di una nuova GPU, il GeForce FX 5900, con cui spera di riguadagnare un certo margine di vantaggio sulla propria avversaria.

Il nuovo chipset va a rimpiazzare il modello FX 5800 al vertice dell’offerta di Nvidia, una GPU che ha dovuto scontare alcuni contrattempi a livello produttivo e recensioni talvolta negative, questo soprattutto a causa delle prestazioni non sempre brillanti e di un sistema di raffreddamento considerato da più parti troppo ingombrante e rumoroso.

Con il nuovo GeForce FX 5900 Nvidia afferma di aver superato tutti i problemi tecnici del precedente processore, soprattutto quelli legati alla dissipazione del calore: sulla scorta dell’esperienza maturata nel settore delle schede grafiche per workstation, Nvidia ha spiegato di essere riuscita a sviluppare un nuovo sistema di raffreddamento più compatto, più efficiente e, cosa assai importante, più silenzioso.

Il nuovo GeForce, che Nvidia proclama con enfasi quale più veloce sul mercato, dovrà dimostrare di poter competere, in termini di prezzo/prestazioni, con quello che diversi laboratori di test indipendenti considerano attualmente il miglior chip grafico sulla piazza: il Radeon 9800 di ATI.

Le nuove armi del GeForce FX 5900 sono date da un rinnovato motore grafico a 256 bit che, unito ad un’interfaccia di memoria a 256 bit, riesce a sfornare un fill rate dichiarato di 3,6 miliardi di texel al secondo e 338 milioni di vertici al secondo: questo secondo dato, in particolare, appare nettamente più elevato rispetto a quello del GeForce 5600 (88 milioni). Il merito, secondo Nvidia, va soprattutto alla nuova tecnologia UltraShadow, capace di accelerare il processo di creazione delle ombre, e al nuovo motore CineFX 2.0.

“UltraShadow offre ai programmatori la capacità di calcolare le ombre con una rapidità decisamente maggiore eliminando le aree inutili”, si legge sul sito di Nvidia. “Grazie a UltraShadow, i programmatori possono definire una porzione delimitata della scena (spesso chiamata limite di profondità) che restringe i calcoli degli effetti della sorgente di illuminazione agli oggetti di un’area specificata. La limitazione dei calcoli all’area maggiormente influenzata da una sorgente luminosa consente di rendere nettamente più rapida la procedura di generazione delle ombre. I programmatori possono poi ottimizzare le ombre all’interno di regioni cruciali, creare visualizzazioni incredibili che mimano la realtà in modo efficace, e continuare comunque ad ottenere prestazioni del tutto in linea con le esigenze dei giochi di azione. La generazione accelerata delle ombre consente inoltre di liberare tempo macchina che può essere assegnato ad altri effetti sofisticati ma alquanto lenti”.

Nvidia sostiene che il nuovo motore CineFX 2.0 raddoppia la potenza del motore di calcolo in virgola mobile dedicato ai vertex e ai pixel shader con precisione di colore a 128 bit.

L’altra novità consiste nell’implementazione di Intellisample HCT, la seconda generazione della tecnologia di compressione dei dati relativi a colore, texture e z. Nvidia afferma che questa nuova tecnologia permette un incremento massimo del 50 percento nell’efficienza di compressione grazie a nuovi algoritmi per il buffer z senza perdita e una nuova tecnologia di compressione del colore. Il GeForce FX 5900 integra poi nuovi algoritmi per l’antialiasing con filtro asintropico.

Nvidia commercializzerà la sua nuova GPU a partire da giugno in due differenti versioni: una con 128 MB di memoria, a 399$, e una con 256 MB di memoria, a 499$. Fra i primi produttori ad offrire schede grafiche basate sul nuovo chip vi saranno Asus, PNY, MSI, AOpen e Gainward.

Sempre nella giornata di ieri ATI ha invece lanciato sul mercato un nuovo modello di Radeon 9800 Pro che, rispetto alla versione precedente, raddoppia la quantità di memoria portandola a 256 MB e adotta le nuove e più veloci memorie DDR-2. La nuova scheda grafica di ATI costa 499$.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti