Nvidia svela GeForce FX, l'anti-Radeon

Quello che ormai da diversi mesi è uno dei chip più attesi sul mercato delle schede grafiche, l'NV30, debutterà con il nome di GeForce FX a gennaio e avrà il compito di far riguadagnare a Nvidia la perduta leadership prestazionale
Quello che ormai da diversi mesi è uno dei chip più attesi sul mercato delle schede grafiche, l'NV30, debutterà con il nome di GeForce FX a gennaio e avrà il compito di far riguadagnare a Nvidia la perduta leadership prestazionale


Las Vegas (USA) – Il tanto atteso NV30, il nome in codice del super chippone di Nvidia che dovrebbe scalzare ATI dalla leadership prestazionale conquistata con il Radeon 9700 , è stato svelato ufficialmente al Comdex con il nome di GeForce FX.

Nvidia sostiene che la sua nuova GPU, che debutterà ufficialmente sul mercato il prossimo gennaio, è fino a quattro volte più veloce del suo più potente chip oggi sul mercato, il GeForce4 Ti 4600, e dal 20% al 50% più veloce del Radeon 9700. L’incremento prestazionale è dato soprattutto dal nuovo processore a 500 MHz – nettamente più “pompato” del precedente chip a 325 MHz del Ti 4600 – in grado, secondo Nvidia, di macinare 375 milioni di vertici programmabili al secondo e 4 miliardi di pixel al secondo.

Per consentire alla memoria grafica di “stare al passo” con la velocità della GPU, Nvidia abbinerà al GeForce FX le nuove memorie DDR II di Samsung, capaci di funzionare ad un clock di 1 GHz contro gli attuali 600 MHz delle DDR I. Il chip supporterà poi, come i più recenti Radeon, l’AGP 8x.

La nuova GPU verrà costruita con un processo al rame a 0,13 micron ed integrerà 125 milioni di transistor, quasi una ventina di milioni in più rispetto al Radeon 9700.

Il GeForce FX è la prima GPU di Nvidia a supportare le DirectX 9 di Microsoft ed è in grado di avvalersi di una nuova tecnica per l’applicazione dell’antialiasing, chiamata Intellisample, che dovrebbe rendere l’accesso alla memoria più efficiente. Rispetto ai suoi predecessori, il nuovo processore grafico è poi in grado di gestire 8 pixel per ciclo di clock contro i 4 del GeForce4.

Nvidia ha poi esaltato la presenza, nel GeForce FX, di quella che chiama “architettura CineFX”: questa dovrebbe fornire “stupefacenti effetti visivi” renderizzati in tempo reale con una profondità di colore di 128 bit e pienamente compatibili con le librerie grafiche OpenGL, Direct X 9.0 Pixel Shader 2.0 e Direct X 9.0 Vertex Shader 2.0.

“Il motore CineFX – proclama Nvidia – produce i mondi e i personaggi 3D più realistici che si siano mai visti fino ad oggi”.

I primi due modelli di schede grafiche basate sul nuovo chip saranno la GeForce FX 5800 e la 5800 Ultra, entrambe attese per gennaio 2003 ad un prezzo rispettivamente di 400$ e 500$.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 11 2002
Link copiato negli appunti