OAuth 2.0, se lo standard non basta

Uno sviluppatore impegnato nella realizzazione delle nuove specifiche parla di un brutto standard e di una tecnologia pensata per fare comodo alle aziende e non agli utenti

Roma – Piccolo terremoto in seno allo sviluppo di OAuth 2.0, nuova revisione dello standard di interoperabilità fra siti web per l’accesso trasparente e la condivisione di contenuti fra gli utenti: Eran Hammer se ne va via sbattendo la porta, accusando IETF di sottomissione alle esigenze delle aziende e dicendo di non voler avere più niente a che fare con OAuth 2.0.

Hammer abbandona i lavori di sviluppo dopo tre anni passati come principale contributore al progetto OAuth, una tecnologia che col tempo si è evoluta ed è stata “accolta” sotto l’ala protettiva della Internet Engineering Task Force (IETF appunto) per la standardizzazione formale.

Peggior errore di passare sotto la gestione di IETF non poteva esserci, dice ora Hammer: rispetto alla prima revisione, dice lo sviluppatore, OAuth 2.0 si presenta come un “cattivo” protocollo frutto di compromessi che hanno generato una specifica “incapace di realizzare i suoi due principali obiettivi – sicurezza e interoperabilità”.

Mancanza di specifiche per componenti di sicurezza essenziali, complicazione del processo di autorizzazione e altre magagne ancora: per Hammer OAuth 2.0 è un passo indietro nel cammino verso l’interoperabilità tra servizi web che apre “una intera nuova frontiera” alle aziende specializzate per la vendita di “servizi di consulenza e soluzioni di integrazione”.

Hammer se la prende con IETF che pensa solo e soltanto agli utilizzi cari all’ambiente enterprise e se ne infischia della facilità di implementazione che potrebbe favorire l’utente comune, arrivando al punto da voler cancellare ogni singola connessione tra il suo lavoro e le specifica standard. “La più grande delusione professionale della mia carriera”, confessa sconsolato lo sviluppatore.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • texwiller scrive:
    un caos di rinvii
    è incredibile come in Italia si parli di digitalizzazione in ogni legge e poi si continuino a rinviare gli aspetti tecnici.è davvero un caoscome sempre l'avv. Foglia dello Studio Legale Lisi aiuta a districarsi un minimo in queste nebulose materie.uff...
    • pippo scrive:
      Re: un caos di rinvii
      Un solo prodotto certificato Chi compra si rivolge al venditore di questo prodotto o di un qualsiasi altro prodotto certificato in un paese Unione Europea.Sicuramente non compra gli altri 2 prodotti, i certificati non valgono in eterno e quindi allo scadere si passa al prodotto certificato.Allora perchè queste proroghe? Chi ha acquistato i due prodotti non certificati ma validi solo grazie alle proroghe? e perchè hanno perso tempo per farsi certificare? forse perchè chi lo produce non ha interesse ma chi lo ha comperato non vuole cambiare e ha interesse ad allungare il tempo di utilizzo?
  • ruppolo scrive:
    "gli HSM"
    E per sapere cosa sono devo cercare su Internet?Troppa fatica indicare alla prima occorrenza dell'acronimo la sua descrizione estesa tra parentesi?
    • krane scrive:
      Re: "gli HSM"
      - Scritto da: ruppolo
      E per sapere cosa sono devo cercare su Internet?
      Troppa fatica indicare alla prima occorrenza
      dell'acronimo la sua descrizione estesa tra
      parentesi?Dai non dircelo facci indovinare (e senza aver letto l'articolo e' ancora piu' divertente)...Vediamo....Hic Sunt Mammuzzones ?
    • LauraS scrive:
      Re: "gli HSM"
      - Scritto da: ruppolo
      E per sapere cosa sono devo cercare su Internet?
      Troppa fatica indicare alla prima occorrenza
      dell'acronimo la sua descrizione estesa tra
      parentesi?^^^sì, ad ogni articolo riscriviamo le stesse cose scritte un mese prima! Giusto ai tempi di internet cosa sono i link?si tratta di argomento tecnico: chi lo legge sa bene di cosa stiamo parlando; chi non lo sa trova (attraverso il link) la spiegazione dell'acronimo ben definita dallo stesso autore del pezzo in altri articoli!oppure ai tempi di internet si dovrebbero scrivere gli articoli come se il pezzo fosse ancora su un foglio di carta???mah...ottimo pezzo comunque (per chi è del settore ovviamente)
      • krane scrive:
        Re: "gli HSM"
        - Scritto da: LauraS
        - Scritto da: ruppolo

        E per sapere cosa sono devo cercare su Internet?

        Troppa fatica indicare alla prima occorrenza

        dell'acronimo la sua descrizione estesa tra

        parentesi?

        ^^^sì, ad ogni articolo riscriviamo le stesse
        cose scritte un mese prima! Giusto ai tempi di
        internet cosa sono i
        link?
        si tratta di argomento tecnico: chi lo legge sa
        bene di cosa stiamo parlando; chi non lo sa trova
        (attraverso il link) la spiegazione dell'acronimo
        ben definita dallo stesso autore del pezzo in
        altri
        articoli!
        oppure ai tempi di internet si dovrebbero
        scrivere gli articoli come se il pezzo fosse
        ancora su un foglio di
        carta???
        mah...
        ottimo pezzo comunque (per chi è del settore
        ovviamente)Ma soprattutto chi legge le notizie in questo sito di giornalai dovrebbe sapere il livello qualitativo che incontra no ?
      • ruppolo scrive:
        Re: "gli HSM"
        - Scritto da: LauraS
        - Scritto da: ruppolo

        E per sapere cosa sono devo cercare su Internet?

        Troppa fatica indicare alla prima occorrenza

        dell'acronimo la sua descrizione estesa tra

        parentesi?

        ^^^sì, ad ogni articolo riscriviamo le stesse
        cose scritte un mese prima!Si, perché questo articolo potrebbe essere il primo che un utente legge in merito all'argomento.
        Giusto ai tempi di
        internet cosa sono i
        link?Sono collegamenti ad altre pagine che si mettono per APPROFONDIRE, non per conoscere il significato di una sigla di un prodotto OGGETTO dell'articolo .
        si tratta di argomento tecnico:A maggior ragione.
        chi lo legge sa
        bene di cosa stiamo parlando;Questa si chiama PRESUNZIONE.
        chi non lo sa trova
        (attraverso il link) la spiegazione dell'acronimo
        ben definita dallo stesso autore del pezzo in
        altri
        articoli!Allora non ci sarebbe bisogno nemmeno dell'articolo stesso, tanto se ne trovano altri che dicono la stessa cosa, basta cercare con Google.
        oppure ai tempi di internet si dovrebbero
        scrivere gli articoli come se il pezzo fosse
        ancora su un foglio di
        carta???Non è cambiato nulla: è l'informazione, il valore dell'articolo, non il supporto o mezzo.
        mah...
        ottimo pezzo comunque (per chi è del settore
        ovviamente)Peccato che questo non sia un sito dedicato alla firma digitale.
        • krane scrive:
          Re: "gli HSM"
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: LauraS

          - Scritto da: ruppolo


          E per sapere cosa sono devo cercare su
          Internet?


          Troppa fatica indicare alla prima occorrenza


          dell'acronimo la sua descrizione estesa tra


          parentesi?



          ^^^sì, ad ogni articolo riscriviamo le stesse

          cose scritte un mese prima!

          Si, perché questo articolo potrebbe essere il
          primo che un utente legge in merito
          all'argomento.


          Giusto ai tempi di

          internet cosa sono i

          link?

          Sono collegamenti ad altre pagine che si mettono
          per APPROFONDIRE, non per conoscere il
          significato di una sigla di un prodotto
          <u
          OGGETTO
          dell'articolo </u
          .


          si tratta di argomento tecnico:

          A maggior ragione.


          chi lo legge sa

          bene di cosa stiamo parlando;

          Questa si chiama PRESUNZIONE.


          chi non lo sa trova

          (attraverso il link) la spiegazione
          dell'acronimo

          ben definita dallo stesso autore del pezzo in

          altri

          articoli!

          Allora non ci sarebbe bisogno nemmeno
          dell'articolo stesso, tanto se ne trovano altri
          che dicono la stessa cosa, basta cercare con
          Google.


          oppure ai tempi di internet si dovrebbero

          scrivere gli articoli come se il pezzo fosse

          ancora su un foglio di

          carta???

          Non è cambiato nulla: è l'informazione, il valore
          dell'articolo, non il supporto o
          mezzo.


          mah...

          ottimo pezzo comunque (per chi è del settore

          ovviamente)
          Peccato che questo non sia un sito dedicato alla
          firma digitale.Sono i soliti giornalai che cancellano i post con i commenti negativi, li conosciamo...
        • pisolo scrive:
          Re: "gli HSM"
          - Scritto da: ruppolo



          ^^^sì, ad ogni articolo riscriviamo le stesse

          cose scritte un mese prima!

          Si, perché questo articolo potrebbe essere il
          primo che un utente legge in merito
          all'argomento.****sono un giornalista. provo a replicare a queste critiche che mi sembrano ingenerose e pretestuose. se leggo oggi un pezzo su una rivista telematica su un determinato argomento e non conosco alcuni acronimi utilizzati nel gergo tecnico è doveroso che il giornalista (o il direttore di testata) mi garantisca la possibilità di reperire facilmente le informazioni integrative. qui è stato fatto.

          Giusto ai tempi di

          internet cosa sono i

          link?

          Sono collegamenti ad altre pagine che si mettono
          per APPROFONDIRE, non per conoscere il
          significato di una sigla di un prodotto
          OGGETTO
          dell'articolo .***i link sono collegamenti ipertestuali che possono servire a diversi scopi integrativi di un pezzo. sarebbe davvero riduttivo pensare per un giornalista di utilizzarli solo e soltanto per consentire al lettore di approfondire.


          chi non lo sa trova

          (attraverso il link) la spiegazione
          dell'acronimo

          ben definita dallo stesso autore del pezzo in

          altri

          articoli!

          Allora non ci sarebbe bisogno nemmeno
          dell'articolo stesso, tanto se ne trovano altri
          che dicono la stessa cosa, basta cercare con
          Google.***l'articolo è evidentemente di attualità e ed evita di riprendere contenuti già trattati, collegandosi in modo fattivo a pezzi precedenti scritti dallo stesso autore (che ha sfruttato giustamente i collegamenti ipertestuali offerti ai tempi di internet per evitare di ripetersi). Il pezzo in questo modo è più diretto e leggibile e di piena attualità (e proprio attraverso i link inseriti evita inutili ripetizioni). inoltre si confonde il link diretto con i motori di ricerca. mi sembra che ci sia ignoranza sulla materia (che denota effettivamente poca dimestichezza con articoli tecnici di questo tipo)


          oppure ai tempi di internet si dovrebbero

          scrivere gli articoli come se il pezzo fosse

          ancora su un foglio di

          carta???

          Non è cambiato nulla: è l'informazione, il valore
          dell'articolo, non il supporto o
          mezzo.****E invece l'abc per qualsiasi giornalista che scrive su blog e riviste telematiche è proprio quello di non scrivere allo stesso modo di quando si scrive sulla carta stampata. le regole cambiano se il mezzo di comunicazione è evidentemente così diverso. Internet ha modificato il linguaggio e le modalità di estrinsecazione del pensiero ed è davvero imbarazzante dover ancora leggere che qualcuno non se ne sia accorto.


          mah...

          ottimo pezzo comunque (per chi è del settore

          ovviamente)

          Peccato che questo non sia un sito dedicato alla
          firma
          digitale.***mah. mi schiaccio un pisolino. mi sembra una discussione davvero sterile se posta su questo piano e mi annoia alquanto.non è che c'è, per caso, un po' di volontà pretestuosa di voler criticare a spada tratta un concorrente sul mercato che scrive buoni pezzi d'attualità, commentando articoli di legge appena pubblicati su argomenti tecnici rilevanti?
          • krane scrive:
            Re: "gli HSM"
            - Scritto da: pisolo
            - Scritto da: ruppolo
            non è che c'è, per caso, un po' di volontà
            pretestuosa di voler criticare a spada tratta un
            concorrente sul mercato che scrive buoni pezzi
            d'attualità, commentando articoli di legge appena
            pubblicati su argomenti tecnici rilevanti?Se scrivesse pezzi tanto buoni non verrebbe criticato da chi li legge no ?
          • pisolo scrive:
            Re: "gli HSM"
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: pisolo

            - Scritto da: ruppolo


            non è che c'è, per caso, un po' di volontà

            pretestuosa di voler criticare a spada
            tratta
            un

            concorrente sul mercato che scrive buoni
            pezzi

            d'attualità, commentando articoli di legge
            appena

            pubblicati su argomenti tecnici rilevanti?

            Se scrivesse pezzi tanto buoni non verrebbe
            criticato da chi li legge no
            ?^^^quando la critica è pretestuosa nasconde un po' di invidia o peggio la volontà di approfittare per screditare un concorrente!;)
          • krane scrive:
            Re: "gli HSM"
            - Scritto da: pisolo
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: pisolo


            - Scritto da: ruppolo




            non è che c'è, per caso, un po' di volontà


            pretestuosa di voler criticare a spada

            tratta

            un


            concorrente sul mercato che scrive buoni

            pezzi


            d'attualità, commentando articoli di legge

            appena


            pubblicati su argomenti tecnici rilevanti?



            Se scrivesse pezzi tanto buoni non verrebbe

            criticato da chi li legge no

            ?

            ^^^quando la critica è pretestuosa nasconde un
            po' di invidia o peggio la volontà di
            approfittare per screditare un concorrente!
            ;)Ma non e' questo il caso, ne' quello dei vari post cancellati.Concorrente poi...(rotfl)
          • principeran occhio scrive:
            Re: "gli HSM"
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: pisolo

            - Scritto da: krane


            - Scritto da: pisolo



            - Scritto da: ruppolo






            non è che c'è, per caso, un po' di
            volontà



            pretestuosa di voler criticare a
            spada


            tratta


            un



            concorrente sul mercato che scrive
            buoni


            pezzi



            d'attualità, commentando articoli
            di
            legge


            appena



            pubblicati su argomenti tecnici
            rilevanti?





            Se scrivesse pezzi tanto buoni non
            verrebbe


            criticato da chi li legge no


            ?



            ^^^quando la critica è pretestuosa nasconde
            un

            po' di invidia o peggio la volontà di

            approfittare per screditare un concorrente!

            ;)

            Ma non e' questo il caso, ne' quello dei vari
            post
            cancellati.
            Concorrente poi...
            (rotfl)perchè lo dici tu "avv. krane"? è oggettivo, no?:DPS i post se sono stati cancellati erano evidentemente (tuoi) stupidi e ripetitivi troll
          • krane scrive:
            Re: "gli HSM"
            - Scritto da: principeran occhio
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: pisolo


            - Scritto da: krane



            - Scritto da: pisolo




            - Scritto da: ruppolo




            non è che c'è, per caso, un po'




            di volontà pretestuosa di voler




            criticare a spada tratta un




            concorrente sul mercato che




            scrive buoni pezzi d'attualità,




            commentando articoli di legge




            appena pubblicati su argomenti




            tecnici rilevanti?



            Se scrivesse pezzi tanto buoni non



            verrebbe criticato da chi li legge



            no ?


            ^^^quando la critica è pretestuosa


            nasconde un po' di invidia o peggio


            la volontà di approfittare per


            screditare un <b
            concorrente </b
            !


            ;)



            Ma non e' questo il caso, ne' quello

            dei vari post cancellati.

            Concorrente poi...

            (rotfl)
            perchè lo dici tu "avv. krane"? è
            oggettivo, no?
            :DOggettivo e' che qua non c'e' nessuno che fa "concorrenza" al mestiere di scribacchino, siamo un branco di tecnici nerdazzi, ma l'hai mai letto il forum ???
            PS i post se sono stati cancellati erano
            evidentemente (tuoi) stupidi e ripetitivi
            trollE invece no, non erano ne' tutti miei ne' trollosi, ma chi li ha letti lo sa benissimo. Peccato siano stati cancellati perche' altrimenti sarebbe facilmente dimostrabile, ma la censura di PI e' presa in giro da tutti e famosa quindi si sa come funziona da queste parti.
          • krane scrive:
            Re: "gli HSM"
            - Scritto da: principeran occhio
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: pisolo


            - Scritto da: krane



            - Scritto da: pisolo




            - Scritto da: ruppolo




            non è che c'è, per caso, un




            po' di volontà pretestuosa di voler




            criticare a spada tratta un concorrente




            sul mercato che scrive buoni pezzi




            d'attualità, commentando articoli di legge




            appena pubblicati su argomenti




            tecnici rilevanti?



            Se scrivesse pezzi tanto buoni



            non verrebbe criticato da chi li legge



            no ?


            ^^^quando la critica è pretestuosa


            nasconde un po' di invidia o peggio


            la volontà di approfittare per


            screditare un concorrente!



            ;)

            Ma non e' questo il caso, ne' quello dei

            vari post cancellati.

            Concorrente poi...

            (rotfl)
            perchè lo dici tu "avv. krane"? è
            oggettivo, no?
            :DQua siamo un branco di nerdazzi interessati alla tecnologia, in cosa ci sarebbe "l'invidia e la concorrenza" per degli scribacchini ?
            PS i post se sono stati cancellati erano
            evidentemente (tuoi) stupidi e ripetitivi
            trollI post che sono stati cancellari non erano ne' tutti miei ne' ripetitivi, inoltre ponevano domande evidentemente imbarazzanti, ma chi li ha letti lo sa bene.Del resto la censura di PI ha la sua fama ben spiegata in nonciclopedia.
          • krane scrive:
            Re: "gli HSM"
            - Scritto da: principeran occhio
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: pisolo


            - Scritto da: krane



            - Scritto da: pisolo




            - Scritto da: ruppolo




            non è che c'è, per caso, un po' di




            volontà pretestuosa di voler criticare




            a spada tratta un concorrente sul




            mercato ches crive buoni pezzi




            d'attualità, commentando articoli




            di legge appena pubblicati su




            argomenti tecnici rilevanti?



            Se scrivesse pezzi tanto buoni non



            verrebbe criticato da chi li legge



            no ?


            ^^^quando la critica è pretestuosa


            nasconde un po' di invidia o peggio


            la volontà di approfittare per


            screditare un concorrente!


            ;)

            Ma non e' questo il caso, ne' quello dei

            vari post cancellati.

            Concorrente poi...

            (rotfl)
            perchè lo dici tu "avv. krane"? è oggettivo, no?
            :DOggettivo e' che dovresti ancora spiegarci che vuoi dire con "concorrente", che avrebbero di concorrente i lettori qua con chi scrive ?
            PS i post se sono stati cancellati erano
            evidentemente (tuoi) stupidi e ripetitivi
            trollE invece no, non erano ne' tutti miei ne' stupidi, nazi ho letto diverse critiche oggettive e pacate, peccato che siano stati cancellati ma tutti quelli che hanno letto lo sanno.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: "gli HSM"


            Non è cambiato nulla: è l'informazione, il
            valore

            dell'articolo, non il supporto o

            mezzo.

            ****E invece l'abc per qualsiasi giornalista che
            scrive su blog e riviste telematiche è proprio
            quello di non scrivere allo stesso modo di quando
            si scrive sulla carta stampata. le regole
            cambiano se il mezzo di comunicazione è
            evidentemente così diverso. Internet ha
            modificato il linguaggio e le modalità di
            estrinsecazione del pensiero ed è davvero
            imbarazzante dover ancora leggere che qualcuno
            non se ne sia
            accorto.Guarda, ruppolo si è modernizzato come tecnologia (legge i giornali su ipad), ma non come impostazione; è rimasto ai sistemi di 20 anni fa: ad esempio, i giornali con la stessa impaginazione su schermo e su carta, e le app, che sono poi la versione moderna dei cd-rom interattivi (fatti per consultare un unico argomento, a pagamento).
          • Nome e cognome scrive:
            Re: "gli HSM"
            - Scritto da: pisolo

            ****sono un giornalista. anche ioquesta volta, secondo me, ha ragione ruppolo
          • krane scrive:
            Re: "gli HSM"
            - Scritto da: Nome e cognome
            - Scritto da: pisolo



            ****sono un giornalista.

            anche io
            questa volta, secondo me, ha ragione ruppoloLo dico anche io, ma a me cancellano i messaggi (rotfl)
          • principeran occhio scrive:
            Re: "gli HSM"
            - Scritto da: Nome e cognome
            - Scritto da: pisolo



            ****sono un giornalista.

            anche io
            questa volta, secondo me, ha ragione ruppolo^^^guarda che come giornalista sei poco credibile! la prima cosa che si insegna a un giornalista è di motivare i propri assunti e non di dare ragione!mah...non sarai mica lo stesso ruppolo che da' ragione a se stesso?;)
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: "gli HSM"

        ^^^sì, ad ogni articolo riscriviamo le stesse
        cose scritte un mese prima! Giusto ai tempi di
        internet cosa sono i
        link?Appunto: mettere un link sulla parola HSM che rimandasse a wikipedia non costava nulla, ed avrebbe reso tutto più semplice.È vero che con un click destro si può subito fare "cerca HSM con google", e che il primo risultato è quello giusto, ma il secondo risultato già è "High School Musical", che non c'entra nulla.
        si tratta di argomento tecnico: chi lo legge sa
        bene di cosa stiamo parlando; chi non lo sa trova
        (attraverso il link) la spiegazione dell'acronimo
        ben definita dallo stesso autore del pezzo in
        altri
        articoli!
        oppure ai tempi di internet si dovrebbero
        scrivere gli articoli come se il pezzo fosse
        ancora su un foglio di
        carta???
        mah...
        ottimo pezzo comunque (per chi è del settore
        ovviamente)
    • sapere e potere scrive:
      Re: "gli HSM"
      - Scritto da: ruppolo
      Troppa fatica indicare alla prima occorrenza
      dell'acronimo la sua descrizione estesa tra
      parentesi?infatti, secondo i cosiddetti professionisti italiani, sarebbe meglio evitare il terribile rischio che le informazioni vengano lette (e magari anche capite) da tutti quelli che non conoscono il loro dizionario, ovvero meglio evitare il diffondersi della cultura al di fuori del recinto degli esperti, altrimenti non potrebbero + vantarsi di essere esperti!!
      • pisolo scrive:
        Re: "gli HSM"
        - Scritto da: sapere e potere
        - Scritto da: ruppolo

        Troppa fatica indicare alla prima occorrenza

        dell'acronimo la sua descrizione estesa tra

        parentesi?

        infatti, secondo i cosiddetti professionisti
        italiani, sarebbe meglio evitare il terribile
        rischio che le informazioni vengano lette (e
        magari anche capite) da tutti quelli che non
        conoscono il loro dizionario, ovvero meglio
        evitare il diffondersi della cultura al di fuori
        del recinto degli esperti, altrimenti non
        potrebbero + vantarsi di essere
        esperti!!***bah. un po' di alfabetizzazione e di volontà di alfabetizzarsi (grazie anche ai potenti mezzi offerti dallo stesso WWW) non guasterebbero.queste sterili critiche da popolino che urla "fuori piove governo ladro" mi ricordano un episodio che mi è capitato oggi in farmacia: è entrato un tizio che ha chiesto un farmaco preciso. il farmacista cortesemente ha spiegato che non aveva quello specifico farmaco (generico) ma poteva sostituirlo con un altro con lo stesso principio attivo. Il tizio ha iniziato a inveire che voleva questo farmaco segnato nella prescrizione medica! Il farmacista con pazienza ha spiegato che quest'altro costava meno e che aveva lo stesso principio attivo.Nulla da fare, il tizio è uscito urlando e sbattendo la porta.Ovviamente è colpa del farmacista che non ha spiegato che cosa è un farmaco generico!;)
        • krane scrive:
          Re: "gli HSM"
          - Scritto da: pisolo
          - Scritto da: sapere e potere

          - Scritto da: ruppolo


          Troppa fatica indicare alla prima occorrenza


          dell'acronimo la sua descrizione estesa tra


          parentesi?

          infatti, secondo i cosiddetti professionisti

          italiani, sarebbe meglio evitare il terribile

          rischio che le informazioni vengano lette (e

          magari anche capite) da tutti quelli che non

          conoscono il loro dizionario, ovvero meglio

          evitare il diffondersi della cultura al di fuori

          del recinto degli esperti, altrimenti non

          potrebbero + vantarsi di essere esperti!!
          ***bah. un po' di alfabetizzazione e di volontà
          di alfabetizzarsi (grazie anche ai potenti mezzi
          offerti dallo stesso WWW) non guasterebbero.E chi potrebbe mai alfabetizzare e dare il buon esempio se non quelli che fanno il mestiere di scrivere ?
          queste sterili critiche da popolino che urla
          "fuori piove governo ladro" mi ricordano un
          episodio che mi è capitato oggi in farmacia: è
          entrato un tizio che ha chiesto un farmaco
          preciso. il farmacista cortesemente ha spiegato
          che non aveva quello specifico farmaco (generico)
          ma poteva sostituirlo con un altro con lo stesso
          principio attivo. Il tizio ha iniziato a inveire
          che voleva questo farmaco segnato nella
          prescrizione medica! Il farmacista con pazienza
          ha spiegato che quest'altro costava meno e che
          aveva lo stesso principio attivo.
          Nulla da fare, il tizio è uscito urlando e
          sbattendo la porta.
          Ovviamente è colpa del farmacista che non ha
          spiegato che cosa è un farmaco generico!
          ;)E non lo sa spiegare il fermacista o il medico chi dovrebbe ?
    • Free world scrive:
      Re: "gli HSM"
      - Scritto da: ruppolo
      E per sapere cosa sono devo cercare su Internet?

      Troppa fatica indicare alla prima occorrenza
      dell'acronimo la sua descrizione estesa tra
      parentesi?Mi duole essere d'accordo con te.
    • sbrotfl scrive:
      Re: "gli HSM"
      - Scritto da: ruppolo
      E per sapere cosa sono devo cercare su Internet?

      Troppa fatica indicare alla prima occorrenza
      dell'acronimo la sua descrizione estesa tra
      parentesi?http://it.wikipedia.org/wiki/High_School_Musical (newbie)
Chiudi i commenti