Obama vuole la sanità digitale

Tanti soldi per creare una anagrafe sanitaria di nuova generazione. Con qualche dubbio sulle garanzie offerte ai cittadini in materia di privacy

Roma – Database sanitari informatizzati, con cartelle digitali in grado di seguire i cittadini “dalla culla alla tomba”. Prevede anche questo lo stimulus economico dell’Amministrazione Obama, in via di approvazione da parte del Parlamento USA. Ma i progetti di e-Health , cui dovrebbero essere destinati 20 miliardi di dollari, suscitano nuove perplessità in materia di privacy e protezione dei dati personali.

Secondo Cnet , le misure proposte potrebbero portare ad un “ridisegno radicale” del sistema sanitario statunitense. Diversi miliardi di dollari saranno spesi per creare i database della rinnovata anagrafe sanitaria digitale, ed altrettanti verranno versati alle università per il training ai medici sull’impiego del nuovo sistema. A regime, a ogni cittadino a stelle e strisce dovrebbe corrispondere una cartella informatizzata: le cartelle così realizzate potranno essere impiegate dalle autorità competenti per finalità di “biosorveglianza e sanità pubblica”, nonché per esigenze di “ricerca medica e clinica”. E faranno parte di un “sistema nazionale per l’uso e lo scambio elettronico di informazioni sanitarie”

L’obiettivo dell’iniziativa, sottolinea il New York Times , è chiaro e condivisibile. La transizione ai record elettronici dovrebbe infatti consentire di “mandare in soffitta” le vecchie cartelle cartacee, mettendo a disposizione dei medici archivi più semplici da mantenere e condividere. Allo stesso tempo, tuttavia, il progetto ha sollevato diverse critiche in materia di tutela dei dati personali. L’impianto generale del documento ( qui il testo) non contempla la possibilità che i cittadini si oppongano all’informatizzazione dei propri dati sanitari personali, né sono previste misure che consentano l’ opt out individuale dal programma.

“In assenza di adeguate protezioni, i record sanitari dei cittadini potrebbero essere condivisi – senza il loro consenso – con una qualsiasi delle 600mila entità che entreranno a far parte della nuova anagrafe digitale” ha detto Sue Blevins, presidentessa di una ONG che si occupa di privacy in campo medico: l’ Institute for Health Freedom .

Lo Stimulus Package , licenziato nei giorni scorsi dal Senato ed ora tornato alla Camera per l’approvazione definitiva, contiene provvedimenti di vario genere tra cui sgravi fiscali per ampie fasce della popolazione, investimenti pubblici per la costruzione di strade e ponti, misure di sostegno alle imprese “verdi”, sussidi per i disoccupati.

Ma le critiche all’iniziativa, la più ambiziosa finora varata da Obama, non sono mancate. Il Wall Street Journal ha puntato il dito sulla presunta inefficacia delle misure in favore dell’ampliamento della banda larga, il Times ha documentato come le misure sembrino “tagliate su misura” sulle richieste delle lobby che più hanno sostenuto il nuovo presidente. “Obama guarda alle energie e tecnologie verdi in modo analogo a quello con cui Bush guardava al petrolio ed ai petrolieri” ha commentato il quotidiano.

E perplessità ancora più pesanti riguardano il data filtering e il monitoraggio delle attività online. In particolare, Public Knowledge denuncia il tentativo di fare introdurre nel documento – per tramite di alcuni parlamentari ritenuti compiacenti – emendamenti che consentano agli ISP l’impiego di tecniche di deep packet inspection nei confronti degli utenti. Le misure sarebbero ufficialmente motivate con l’esigenza di “prevenire attività illegali online”.

Giovanni Arata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • fsdfs scrive:
    fsafs
    [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-datejust-c-2]Rolex DateJust watches[/url], Rolex DateJust watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-day-date-c-3]Rolex Day Date watches[/url], Rolex Day Date watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-daytona-c-4]olex Daytona watches[/url], Rolex Daytona watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-explorer-c-5]Rolex Explorer watches[/url], Rolex Explorer watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-gmt-c-6]Rolex GMT watches[/url], Rolex GMT watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-masterpiece-c-7]Rolex Masterpiece watches[/url], Rolex Masterpiece watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-milgauss-c-8]Rolex Milgauss watches[/url], Rolex Milgauss watches
  • Ultraman82 scrive:
    Secondo me la M$ dovrebbe...
    ...rendere disponibile il codice sorgente del Windows 95 (hanno rilasciato quello del win2000) e dargli un sonoro aggiornamento (com'è è sucXXXXX per quella XXXXXta di Media Player 6.4, che sono riusciti a crearne un clone (IDENTICO persino nell'interfaccia) chiamato Media Player Classic (che da quando lo uso, e con i codec giusti, non mi ha MAI dato problemi; non apre bene i DVD, ma mi accontento... ;))
    • AtariLover scrive:
      Re: Secondo me la M$ dovrebbe...
      - Scritto da: Ultraman82
      ...rendere disponibile il codice sorgente del
      Windows 95 (hanno rilasciato quello del win2000)
      e dargli un sonoro aggiornamento (com'è è
      sucXXXXX per quella XXXXXta di Media Player 6.4,
      che sono riusciti a crearne un clone (IDENTICO
      persino nell'interfaccia) chiamato Media Player
      Classic (che da quando lo uso, e con i codec
      giusti, non mi ha MAI dato problemi; non apre
      bene i DVD, ma mi accontento...
      ;))Non so se fare :| o (rotfl)mah...
  • paolo del bene scrive:
    NOVA LINUX O NOVA GNU/linux ?
    NOVA LINUX o NOVA GNU/linux questo è il dilemmaperchè se dessimo ascolto a punto informatco, si tradurrebbe in NOVA KERNREL LINUX, dunque punto informatico ha le idee MOLTO CONFUSENOVA GNU/linux è una delle tante distribuzioni di GNU/linux ovvero del SISTEMA OPERATIVO (OPERATING SYSTEM) dunque tutto l'articolo è SBAGLIATO.si può discutere su di un argomento quando le cose vengono scritte CORRETTAMENTE.
  • pippo75 scrive:
    In spagnolo
    "No Va" non vuol dire che non funziona?:)
  • pietro scrive:
    non solo Cuba
    "Ottenere un controllo maggiore sul proXXXXX informatico è una questione di primaria importanza"Credo che anche gli USA dovrebbero porsi il problema, invece usano Windows
    • CCC scrive:
      Re: non solo Cuba
      - Scritto da: pietro
      "Ottenere un controllo maggiore sul proXXXXX
      informatico è una questione di primaria
      importanza"

      Credo che anche gli USA dovrebbero porsi il
      problema, invece usano
      Windowstranquillo che se lo sono posto... e lo hanno già risolto...windows è pieno zeppo di "falle" e backdoor piazzate li da FBI, CIA, NSA... è così hanno un "controllo maggiore sul proXXXXX informatico" di casa loro e di 3/4 del mondo che usa quella roba lì...
  • Fabio Erculiani scrive:
    C'è Sabayon (Entropy) dietro
    Nessuno fa notare che nel progetto Nova Linux batte un cuore italiano, il package manager infatti si chiama Entropy, ed è sviluppato in Italia (da me :)) per la distribuzione Sabayon, da cui Nova deriva (oltre a derivare da Gentoo di conseguenza)http://planet.sabayonlinux.org/?p=225 :)
  • Francesco_Holy87 scrive:
    A quando una distro italiana?
    Non vorrei politicizzare, ma con chi c'è al governo, saremo forse l'ultima nazione a creare una distro tutta nostra :)
    • pippo75 scrive:
      Re: A quando una distro italiana?
      - Scritto da: Francesco_Holy87
      Non vorrei politicizzare, ma con chi c'è al
      governo, saremo forse l'ultima nazione a creare
      una distro tutta nostra
      :)QiLinux e Tuga, certo che se deve dirlo in winaro con i calli :)non chiedermi come sono, non le ho provate.
    • advange scrive:
      Re: A quando una distro italiana?
      C'è anche Sabayon
  • pippo75 scrive:
    controsenso nell'articolo?
    Prima leggo:"interamente progettata sull'isola"Poi"potrebbe essere basata su una revisione di Gentoo"vero c'è scritto potrebbe, ma allora non è stata progettata interamente sull'isola, si basa su qualcosa di giò progettato.Sempre che Gento non sia stato fatto a Cuba.Tutti fanno distro nuove che in reltà gira e rigira hanno tutte le stesse cose, ma creare meno distro e più applicativi per distro linux?Vero sono tanti, ma come hanno fatto notare i cattivi winari ( al soldo del grande Zio Stiv Balmy ), le applicazioni che attirano tanto la gente sono assenti.
    • pabloski scrive:
      Re: controsenso nell'articolo?
      si è vero, però dire che le applicazioni che attirano la gente mancano è esageratonon dirmi che il 90% degli utenti fa grafica professionale con Photoshop o lavora al progetto del Mose con Autocad
  • attonito scrive:
    scelte politiche
    Da decenni, Cuba (o meglio, i suoi vertici politici) soffrono la sindrome del "Gigante Nordamericano".Fidel, mollato da Mosca, ha dovuto far buon viso a cattivo gioco, barcameandosi tra gli odiati Americani e gli amati dollari. Gia' quando ci fu' l'introduzione dell' Euro, Castro alluse ad una eventuale introduzione a Cuba in funzione anti-dollaro. Naturalemete se ne fece nulla.Ora, Linux contro Windows. Al di la' degli aspetti politico-propagandistici, ogni nazione dovrebbe farsi i conti in tasca di qunato paga in licenze a Microsoft, e conseguentelente, agli USA. Quindi bravi i cubani che cercano di risparmiare e di sottarsi al monopolio informatico statunitense.
    • attonito scrive:
      Re: scelte politiche

      a cattivo gioco, barcameandosi tra gli odiati
      Americani e gli amati dollari. Gia' quando ci fu'aem.. sbagliato io. intendevo dire "Statunitensi", non "Americani"
    • Free BSD scrive:
      Re: scelte politiche
      - Scritto da: attonito
      Da decenni, Cuba (o meglio, i suoi vertici
      politici) soffrono la sindrome del "Gigante
      Nordamericano".
      Fidel, mollato da Mosca, ha dovuto far buon viso
      a cattivo gioco, barcameandosi tra gli odiati
      Americani e gli amati dollari. Gia' quando ci fu'
      l'introduzione dell' Euro, Castro alluse ad una
      eventuale introduzione a Cuba in funzione
      anti-dollaro. Naturalemete se ne fece
      nulla.Se sei andato a Cuba dovresti saperlo che il dollaro statunitense non e' piu' accettatto da alcuni anni come moneta corrente e che invece l'euro si. Questo significa che lo scambio col dollaro e' possibile in banca, ma viene svantaggiato in quanto soffre di una tassa aggiuntiva ed il valore di cambio e' inferiore a quello teorico; aggiungo che il CUC (per chi non fosse mai stato a cuba e' la moneta quotata nel cambio in cotrapposizione alla moneta nacional che e' ad uso interno) viene scambiato 1:1 con l'euro. Per cui la moneta CUC ha uno scambio, ab iure, parificato con l'euro e la loro moneta di conseguenza (per quello che puo' valere internazionalmente) e' agganciata indossolubilmente all'euro per loro decisione.Per quanto riguarda la decisione di adottare una loro soluzione interna linux, la reputo per loro una ottima scelta in quanto la loro situazione economica rasenta il surreale, la base di computer installati a livelo nazionale e' inferiore a quella del mio quartiere di milano, la connettivita' e' solo nominale e i loro budget familiari medi sono comparabili a quello della paghetta di mio figlio di 8 anni. Se vogliono usare i computers questo e' l'unico modo per loro che vivono di donazioni internazionali (dall'europa) e tra l'altro sono quasi tutti laureati e voglia di crescere informaticamente ne hanno piu' di noi.
      • attonito scrive:
        Re: scelte politiche

        Se sei andato a Cuba dovresti saperlo che il
        dollaro statunitense non e' piu' accettatto da
        alcuni anni come moneta corrente e che invece
        l'euro si. Questo significa che lo scambio colCi sono stato a capodanno 2000, la valuta corrente era dollaro USA, Peso Cubano e PesoConvertibile.Se ora le cose sono mutate, non lo sapevo.Mi scuso per l'errore.
        Per quanto riguarda la decisione di adottare una
        loro soluzione interna linux, la reputo per loro
        una ottima scelta in quanto la loro situazione
        economica rasenta il surreale, la base di
        computer installati a livelo nazionale e'
        inferiore a quella del mio quartiere di milano,
        la connettivita' e' solo nominale e i loro budget
        familiari medi sono comparabili a quello della
        paghetta di mio figlio di 8 anni. Se vogliono
        usare i computers questo e' l'unico modo per loro
        che vivono di donazioni internazionali
        (dall'europa) e tra l'altro sono quasi tuttiHo visto degli autobus italiani, quelli arancioni,per interderci, che circolavano ancora con lescritte in italiano "non accostare in curva".
        laureati e voglia di crescere informaticamente ne
        hanno piu' di noi.vero.
        • Free BSD scrive:
          Re: scelte politiche
          - Scritto da: attonito

          Se sei andato a Cuba dovresti saperlo che il

          dollaro statunitense non e' piu' accettatto da

          alcuni anni come moneta corrente e che invece

          l'euro si. Questo significa che lo scambio col
          Ci sono stato a capodanno 2000, la valuta
          corrente era dollaro USA, Peso Cubano e Peso
          Convertibile.
          Se ora le cose sono mutate, non lo sapevo.
          Mi scuso per l'errore.in effetti come tu dici, prima era cosi', nel 2000, hai ragione... ma poi con l'euro dall'anno seguente hanno messo fuori legge il dollaro e hanno deciso di parificarsi in tutto e per tutto con l'euro probabilmente hanno visto come unica ancora di salvezza l'europa, che e' piu' sentimentale, piu' passionale, e in fondo vuole bene ai cubani; e poi chi altro c'e' nel mondo a cui chiedere aiuto, a parte gli USA ? ;-)

          Se vogliono

          usare i computers questo e' l'unico modo per
          loro

          che vivono di donazioni internazionali

          (dall'europa) e tra l'altro sono quasi tutti

          Ho visto degli autobus italiani, quelli arancioni,
          per interderci, che circolavano ancora con le
          scritte in italiano "non accostare in curva".non solo- gli autobus donati ad esempio dall'atm di milano, hanno ancora i cartelli originali che indicano la linea ed i capolinea milanesi...
          • MegaJock scrive:
            Re: scelte politiche
            - Scritto da: Free BSD
            l'europa, che e' piu'
            sentimentale, piu' passionale, e in fondo vuole
            bene ai cubani; Sbagliato. L'Europa corre a corteggiare ogni avversario o nemico degli USA finchè politicamente possibile, per poi rintanarsi dietro le brache dello Zio Sam quando l'aria si scalda o bisogna, per esempio, combattere nemici invincibili per la sola EU, vedi Serbia...
          • bibop scrive:
            Re: scelte politiche
            che analisi illuminata!!
    • pabloski scrive:
      Re: scelte politiche
      direi che bisogna valutare anche l'impatto dello spionaggio veicolato tramite software made in USA
  • hp suck scrive:
    ottimo
    la voglio!!!!!!una bella bandiera cubana come desktop e una foto di fidel nella schermata d'avvioaltro che vista altro che mbutualtro che xp
    • Free BSD scrive:
      Re: ottimo
      - Scritto da: hp suck
      la voglio!!!!!!
      una bella bandiera cubana come desktop e una
      foto di fidel nella schermata
      d'avvio

      altro che vista
      altro che mbutu
      altro che xpNoooo, sul desktop c'e' una stella a 5 punte, e all'avvio c'e' Che Guevara, e se compri la distro ti mandano anche un Cohiba.
    • Number 6 scrive:
      Re: ottimo
      - Scritto da: hp suck
      la voglio!!!!!!
      una bella bandiera cubana come desktop e una
      foto di fidel nella schermata
      d'avvio
      Tutti i gusti son gusti. Io preferisco Tricia Helfer. ;)
      • memedesimo scrive:
        Re: ottimo
        - Scritto da: Number 6
        - Scritto da: hp suck

        la voglio!!!!!!

        una bella bandiera cubana come desktop e una

        foto di fidel nella schermata

        d'avvio



        Tutti i gusti son gusti. Io preferisco Tricia
        Helfer.
        ;)con o SENZA il vestitino rosso? :D
  • kender scrive:
    maggiore controllo?


    "Ottenere un controllo maggiore sul proXXXXX informatico è

    una questione di primaria importanza" ha commentato il

    ministro delle Comunicazioni Ramiro Valdesprobabilmente è un refuso, in realtà doveva essere:"Ottenere un controllo maggiore SULLA POPOLAZIONE E SULLE LORO IDEE POLITICHE è una questione di primaria importanza" ha PENSATO il ministro delle Comunicazioni Ramiro Valdes
    • vaaaaaaaaaa a scrive:
      Re: maggiore controllo?
      - Scritto da: kender


      "Ottenere un controllo maggiore sul proXXXXX
      informatico è

      una questione di primaria
      importanza" ha commentato il

      ministro delle
      Comunicazioni Ramiro
      Valdes

      probabilmente è un refuso, in realtà doveva
      essere:

      "Ottenere un controllo maggiore SULLA POPOLAZIONE
      E SULLE LORO IDEE POLITICHE è una questione di
      primaria importanza" ha PENSATO il ministro delle
      Comunicazioni Ramiro
      ValdesNon è Americano ma cubano !dunque non è l'interpretazione corretta
      • exsinistro scrive:
        Re: maggiore controllo?
        - Scritto da: vaaaaaaaaaa a
        - Scritto da: kender



        "Ottenere un controllo maggiore sul proXXXXX

        informatico è

        una questione di primaria

        importanza" ha commentato il

        ministro delle

        Comunicazioni Ramiro

        Valdes



        probabilmente è un refuso, in realtà doveva

        essere:



        "Ottenere un controllo maggiore SULLA
        POPOLAZIONE

        E SULLE LORO IDEE POLITICHE è una questione di

        primaria importanza" ha PENSATO il ministro
        delle

        Comunicazioni Ramiro

        Valdes

        Non è Americano ma cubano !
        dunque non è l'interpretazione correttaVai, vai a Cuba, poi ci racconti.
        • giagia scrive:
          Re: maggiore controllo?

          Vai, vai a Cuba, poi ci racconti.non ci sono ancora stato. mi chiedo se quì che siamo democratici si tiene uno 4 ore in stato di fermo per aver detto "viva borsellino" e se in usa si stordisce col taser uno che chiede a un ex vicepresidente se é iscritto a una loggia cosa faranno lìpoi mi rendo conto che quelli che mi hanno raccontato di cuba finora sono proprio quei media che trovano normali da noi le 2 cose di cui sopra e mi chiedo se devo crederci
        • Daqrius12 scrive:
          Re: maggiore controllo?
          io a cuba ci sono stato.. e più di una volta... voi anti-cubani ne raccontate di balle
        • soulista scrive:
          Re: maggiore controllo?
          - Scritto da: exsinistro
          - Scritto da: vaaaaaaaaaa a

          - Scritto da: kender




          "Ottenere un controllo maggiore sul proXXXXX


          informatico è

          una questione di primaria


          importanza" ha commentato il

          ministro delle


          Comunicazioni Ramiro


          Valdes





          probabilmente è un refuso, in realtà doveva


          essere:





          "Ottenere un controllo maggiore SULLA

          POPOLAZIONE


          E SULLE LORO IDEE POLITICHE è una questione di


          primaria importanza" ha PENSATO il ministro

          delle


          Comunicazioni Ramiro


          Valdes



          Non è Americano ma cubano !

          dunque non è l'interpretazione corretta

          Vai, vai a Cuba, poi ci racconti.Certo! Stavano molto meglio con Batista...
      • attonito scrive:
        Re: maggiore controllo?


        E SULLE LORO IDEE POLITICHE è una questione di

        primaria importanza" ha PENSATO il ministro
        delle Comunicazioni Ramiro Valdes

        Non è Americano ma cubano !
        dunque non è l'interpretazione correttaGuarda che dall'Alaska alla terra del fuoco e' tutta America.Statunitense = sottoinsieme_di(Americano)Cubano = SottoInsieme_di(Americano)Americano != StatunitenseChiaro?
    • exsinistro scrive:
      Re: maggiore controllo?
      - Scritto da: kender


      "Ottenere un controllo maggiore sul proXXXXX
      informatico è

      una questione di primaria
      importanza" ha commentato il

      ministro delle
      Comunicazioni Ramiro
      Valdes

      probabilmente è un refuso, in realtà doveva
      essere:

      "Ottenere un controllo maggiore SULLA POPOLAZIONE
      E SULLE LORO IDEE POLITICHE è una questione di
      primaria importanza" ha PENSATO il ministro delle
      Comunicazioni Ramiro
      ValdesStraquoto, ovviamente.
    • CCC scrive:
      Re: maggiore controllo?
      - Scritto da: kender[...]
      probabilmente è un refuso, in realtà doveva
      essere:

      "Ottenere un controllo maggiore SULLA POPOLAZIONE
      E SULLE LORO IDEE POLITICHE è una questione di
      primaria importanza" ha PENSATO il ministro delle
      Comunicazioni Ramiro
      Valdesno no... si il tuo è un refuso...probabilmente le parole che citi sono di qualche governante USA o italiano...
    • giagia scrive:
      Re: maggiore controllo?
      - Scritto da: kender


      "Ottenere un controllo maggiore sul proXXXXX
      informatico è

      una questione di primaria
      importanza" ha commentato il

      ministro delle
      Comunicazioni Ramiro
      Valdes

      probabilmente è un refuso, in realtà doveva
      essere:

      "Ottenere un controllo maggiore SULLA POPOLAZIONE
      E SULLE LORO IDEE POLITICHE è una questione di
      primaria importanza" ha PENSATO il ministro delle
      Comunicazioni Ramiro
      Valdesprobabilmente hai fatto un refuso anche tu e volevi scrivere "Ottenere un controllo maggiore SULLA POPOLAZIONE E SULLE LORO IDEE POLITICHE IN MANIERA PERVASIVA MA OCCULTA COME FANNO ANCHE IN OCCIDENTE è una questione di primaria importanza" ha PENSATO il ministro delle Comunicazioni Ramiro Valdes
    • Free BSD scrive:
      Re: maggiore controllo?
      - Scritto da: kender


      "Ottenere un controllo maggiore sul proXXXXX
      informatico è

      una questione di primaria
      importanza" ha commentato il

      ministro delle
      Comunicazioni Ramiro
      Valdes

      probabilmente è un refuso, in realtà doveva
      essere:

      "Ottenere un controllo maggiore SULLA POPOLAZIONE
      E SULLE LORO IDEE POLITICHE è una questione di
      primaria importanza" ha PENSATO il ministro delle
      Comunicazioni Ramiro
      ValdesDovrebbero usare l'etilometro non solo per chi si mette in strada ma anche per chi si mette in rete.
    • advange scrive:
      Re: maggiore controllo?


      probabilmente è un refuso, in realtà doveva
      essere:

      "Ottenere un controllo maggiore SULLA POPOLAZIONE
      E SULLE LORO IDEE POLITICHE è una questione di
      primaria importanza" ha PENSATO il ministro delle
      Comunicazioni Ramiro
      ValdesNo, per quello Windows è sufficiente. Non per niente permette di realizzare come il famoso troyan di Stato
  • Lingua Italiana scrive:
    altro software additivo
    Non suona meglio: "aggiuntivo"?
    • Free BSD scrive:
      Re: altro software additivo
      - Scritto da: Lingua Italiana
      Non suona meglio: "aggiuntivo"?...addittivo, da addicted, cioe' che da' assuefazione...
  • Den Lord Troll scrive:
    qua....
    ....invece sorge una Nova alba per i cretinialmeno a Cuba è falso che: chi ruba poco va in galera, chi ruba tanto fa carriera
Chiudi i commenti