Obbligo di rettifica, ritorno alla Camera

Dal Gruppo Misto, l'On. Pisicchio vuole riformulare alcuni articoli della vecchia legge sulla stampa, introducendo l'obbligo di rettifica per tutti i siti internet aventi natura editoriale. C'è chi grida al ritorno del famigerato comma ammazza-blog

Roma – Presentato alla Camera dei Deputati dall’On. Pino Pisicchio (Gruppo Misto), il testo di una nuova proposta legislativa per ridefinire i delicati confini del reato di diffamazione a mezzo stampa e tramite le moderne reti di comunicazione elettronica. Un pugno di modifiche alle versioni attuali del codice penale e della vecchia legge sulla stampa (8 febbraio 1948, n. 47) con l’istituzione di un Giurì per la “correttezza dell’informazione” .

La proposta di riforma dell’On. Pisicchio agirebbe su due leve per “offrire una disciplina innovativa relativamente alla posizione del giornalista nell’ipotesi di reati con il mezzo della stampa”. Verrebbero dunque eliminate quelle sanzioni definite illiberali – la pena detentiva – con una sanzione pecuniaria variabile tra 5mila e 10mila euro . Sul secondo fronte d’azione, il cosiddetto Giurì dell’informazione andrebbe a rappresentare “uno strumento per la tutela tempestiva”, fuori dai lunghi e complessi meccanismi giuridici.

Se il diavolo si nasconde tra i dettagli, la proposta presentata alla Camera andrebbe altresì a modificare (art. 1) le disposizioni della legge n. 47 del 1948, “specificando che essa si applica anche ai siti internet aventi natura editoriale, ampliando l’ambito applicativo dell’istituto della rettifica”. Per tutti i siti informatici, le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate entro 48 ore dalla richiesta , con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia alla quale si riferiscono.

In forma diversa, sarebbe il ritorno del famigerato comma ammazza-blog (o più genericamente, ammazza-Internet), per aggiornare l’articolo 8 della stessa legge n. 47 sulle risposte e rettifiche in ambito giornalistico. Ma la definizione “siti internet aventi natura editoriale” non ha affatto convinto i più attenti osservatori della Rete, a partire dall’avvocato Guido Scorza intervenuto tra le pagine de Il Fatto Quotidiano .

“Non esiste nel nostro Ordinamento una disposizione che stabilisca cosa debba intendersi per sito internet di natura editoriale – spiega Scorza – e l’unica norma che lambisce l’argomento ovvero quella sull’editoria, stabilisce che per prodotto editoriale – categoria nella quale rientrano anche i siti internet – si intende il prodotto realizzato su supporto cartaceo, ivi compreso il libro, o su supporto informatico, destinato alla pubblicazione o, comunque, alla diffusione di informazioni presso il pubblico con ogni mezzo, anche elettronico, o attraverso la radiodiffusione sonora o televisiva, con esclusione dei prodotti discografici o cinematografici”.

“A tutti i siti internet (o quasi) può essere quindi attribuita natura editoriale – continua Scorza – con l’ovvia conseguenza che se, a forza di provarci e riprovarci, il Parlamento riuscisse ad approvare la famigerata disposizione ammazza-internet, tutte le disposizioni contenute nella preistorica legge sulla stampa diverrebbero applicabili, il giorno dopo, a chiunque diffonda informazioni ed opinioni online. Le conseguenze sarebbero devastanti in termini democratici”.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Etype scrive:
    suicidi
    "forze dell'ordine che stanno indagando sull'accaduto, ha confermato i decessi, precisando che gli atti si sono verificati al di fuori delle mura dell'azienda." ....posso immaginare come indagano e a quale conclusione arrivano ....Lavorano in condizioni disumane,del tipo "vivi per lavorare" e non il contrario .... loro vorrebbero far credere che sia una pura coincidenza,se è così basta fare un pò di statistica tra la Foxconn e altre fabbriche cinesi o comunque di quelle aree e vedere cosa esce.
    • MacGeek scrive:
      Re: suicidi
      - Scritto da: Etype
      "forze dell'ordine che stanno indagando
      sull'accaduto, ha confermato i decessi,
      precisando che gli atti si sono verificati al di
      fuori delle mura dell'azienda." ....posso
      immaginare come indagano e a quale conclusione
      arrivano
      ....

      Lavorano in condizioni disumane,del tipo "vivi
      per lavorare" e non il contrario .... loro
      vorrebbero far credere che sia una pura
      coincidenza,se è così basta fare un pò di
      statistica tra la Foxconn e altre fabbriche
      cinesi o comunque di quelle aree e vedere cosa
      esce.Guardate che Foxconn, per gli standard cinesi, è una fabbrica modello dove ti pagano anche bene. C'è la fila fuori per entrare. È nelle piccole realtà che dappertutto non sempre le regole vengono applicate e le condizioni di lavoro sono peggiori.Come detto da Bertuccia (ma avevo scritto un post simile tempo fa anche io) il tasso di suicidi alla Foxconn è DI GRAN LUNGA più basso di quello della media cinese (e pure italiana).Quindi tutto ciò è solo fuffa creata ad arte per denigrare magari un concorrente o per avere qualche click in più sulla pagina.
  • silvan scrive:
    Riflessioni.
    La Storia ci insegna che il grande aumento della popolazione porta a condizioni di vita sempre peggiori per la maggioranza delle persone, tranne per quei pochi che sfruttano la situazione. La condizione generale si ristabilizza dopo guerre e pandemie. Il ciclo mi sembra si stia ripetendo a livello mondiale. Morale: "Meno siamo meglio stiamo" come canta il saggio Arbore, altro che "Aggiungi un posto a tavola" come invece cantava Morandi. Purtroppo oggi buonismo e realismo fanno più che mai a pugni. Qualcheduno penserà che non "c'azzecco" col tema; vi invito a riflettere e poi vedrete che il nesso esiste, eccome.
    • panda rossa scrive:
      Re: Riflessioni.
      - Scritto da: silvan
      La Storia ci insegna che il grande aumento della
      popolazione porta a condizioni di vita sempre
      peggiori per la maggioranza delle persone, tranne
      per quei pochi che sfruttano la situazione. La
      condizione generale si ristabilizza dopo guerre e
      pandemie. Il ciclo mi sembra si stia ripetendo a
      livello mondiale. Morale: "Meno siamo meglio
      stiamo" come canta il saggio Arbore, altro che
      "Aggiungi un posto a tavola" come invece cantava
      <s
      Morandi </s
      Dorelli. Fixed. 8)
  • bertuccia scrive:
    fatemi capire
    noi macachi abbiamo Numbers, niente Excel quindi portate pazienza..ma se la Cina ha un tasso medio di suicidi di 22 persone ogni 100.000, e Foxconn impiega 1.000.000 di lavoratori... non significa che chi lavora in Foxconn tende a suicidarsi meno del cinese medio?Perché secondo la media cinese, in Foxconn dovrebbero avvenire 220 suicidi all'annograzie
    • pietro scrive:
      Re: fatemi capire
      - Scritto da: bertuccia
      noi macachi abbiamo Numbers, niente Excel quindi
      portate
      pazienza..

      ma se la Cina ha un tasso medio di suicidi di 22
      persone ogni 100.000, e Foxconn impiega 1.000.000
      di lavoratori... non significa che chi lavora in
      Foxconn tende a suicidarsi meno del cinese
      medio?

      Perché secondo la media cinese, in Foxconn
      dovrebbero avvenire 220 suicidi
      all'anno

      grazie:) :) :)
    • panda rossa scrive:
      Re: fatemi capire
      - Scritto da: bertuccia
      noi macachi abbiamo Numbers, niente Excel quindi
      portate
      pazienza..

      ma se la Cina ha un tasso medio di suicidi di 22
      persone ogni 100.000, All'anno?Fonte?
      e Foxconn impiega 1.000.000
      di lavoratori... non significa che chi lavora in
      Foxconn tende a suicidarsi meno del cinese
      medio?In italia si suicida chi ha perso il lavoro.Se in cina si suicida chi invece lavora, mi viene da credere che le condizioni dei lavoratori foxconn siano parecchio disumane, con la complicita' di quelli che continuano a sfruttarli per produrre iCosi.
      • tucumcari scrive:
        Re: fatemi capire
        - Scritto da: panda rossa
        In italia si suicida chi ha perso il lavoro.
        Se in cina si suicida chi invece lavora, mi viene
        da credere che le condizioni dei lavoratori
        foxconn siano parecchio disumane, con la
        complicita' di quelli che continuano a sfruttarli
        per produrre
        iCosi.Ma ci discuti pure?Questi sono disposti a dire che foxconn è il paradiso in terra pur di incensare la mela.
        • bertuccia scrive:
          Re: fatemi capire
          - Scritto da: tucumcari

          Ma ci discuti pure?
          Questi sono disposti a dire che foxconn è il
          paradiso in terra pur di incensare la mela.vale anche per tehttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=3799991&m=3800979#p3800979
      • LordKelvin scrive:
        Re: fatemi capire
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: bertuccia

        noi macachi abbiamo Numbers, niente Excel
        quindi

        portate

        pazienza..



        ma se la Cina ha un tasso medio di suicidi
        di
        22

        persone ogni 100.000,

        All'anno?
        Fonte?L'anno, fonte Wiki


        e Foxconn impiega 1.000.000

        di lavoratori... non significa che chi
        lavora
        in

        Foxconn tende a suicidarsi meno del cinese

        medio?

        In italia si suicida chi ha perso il lavoro.
        Se in cina si suicida chi invece lavora, mi viene
        da credere che le condizioni dei lavoratori
        foxconn siano parecchio disumane, con la
        complicita' di quelli che continuano a sfruttarli
        per produrre
        iCosi.In Italia solo di recente con la crisi la correlazione suicidio/lavoro è stretta. C'è sempre stato un certo numero di persone che si suicidavano per altre ragioni (sentimentali, vittime dell'usura, diagnosi di malattie letali e terribili ecc). Il tasso dipende da ragioni culturali oltre che dalle condizioni di vita. Il tasso cinese è uno dei più alti al mondo, ma è poco più della metà di quello della Groenlandia, che certo non è un paese di schiavisti. Detto questo, se le condizioni di lavoro in quella fabbrica sono simili al resto del paese, mi spetterei fra i 250000-400000 lavoratori di Foxconn city una sessantina di suicidi l'anno (forse è cinico, come conto, ma la statistica è arida...). La crociata contro Foxconn city dovrebbe partire con 150-200 suicidi l'anno, a meno che non si voglia fare una crociata contro la Cina in genere (e la Groenlandia, ovviamente).
        • panda rossa scrive:
          Re: fatemi capire
          - Scritto da: LordKelvin
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: bertuccia


          noi macachi abbiamo Numbers, niente Excel

          quindi


          portate


          pazienza..





          ma se la Cina ha un tasso medio di suicidi

          di

          22


          persone ogni 100.000,



          All'anno?

          Fonte?
          L'anno, fonte WikiIl link che hai postato non funziona.




          e Foxconn impiega 1.000.000


          di lavoratori... non significa che chi

          lavora

          in


          Foxconn tende a suicidarsi meno del cinese


          medio?



          In italia si suicida chi ha perso il lavoro.

          Se in cina si suicida chi invece lavora, mi
          viene

          da credere che le condizioni dei lavoratori

          foxconn siano parecchio disumane, con la

          complicita' di quelli che continuano a
          sfruttarli

          per produrre

          iCosi.
          In Italia solo di recente con la crisi la
          correlazione suicidio/lavoro è stretta. C'è
          sempre stato un certo numero di persone che si
          suicidavano per altre ragioni (sentimentali,
          vittime dell'usura, diagnosi di malattie letali e
          terribili ecc). Uno schiavo che lavora in foxconn 20 ore al giorno per assemblare iGiocattoli, non ha tempo per vita sentimentale, usura e malattie letali.Chi si suicida in foxconn lo fa perche' e' l'unico modo che ha per protestare, sperando che qualcuno si indigno e scaraventi a terra il suo iCoso e si rifiuti di comprarne altri.
          Il tasso dipende da ragioni
          culturali oltre che dalle condizioni di vita. Il
          tasso cinese è uno dei più alti al mondo, ma è
          poco più della metà di quello della Groenlandia,
          che certo non è un paese di schiavisti.Ti pare significativo citare la Groenlandia che ha poche decine di migliaia di abitanti che passano meta' della loro vita al buio artico?
          Detto questo, se le condizioni di lavoro in
          quella fabbrica sono simili al resto del paese,
          mi spetterei fra i 250000-400000 lavoratori di
          Foxconn city una sessantina di suicidi l'anno
          (forse è cinico, come conto, ma la statistica è
          arida...). Tu sai il numero di suicidi che ti vogliono far sapere.Per quanto ne sappiamo, il numero reale potrebbe benissimo essere 100 volte di piu', ma quando possono, insabbiano.
          La crociata contro Foxconn city
          dovrebbe partire con 150-200 suicidi l'anno, a
          meno che non si voglia fare una crociata contro
          la Cina in genere (e la Groenlandia,
          ovviamente).Cominciamo pure con la Foxconn, visto che abbiamo la possibilita' di fare qualcosa di attivo, smettendola di comprare quei prodotti li'.
          • pietro scrive:
            Re: fatemi capire
            - Scritto da: panda rossa..

            viene


            da credere che le condizioni dei
            lavoratori


            foxconn siano parecchio disumane, con la


            complicita' di quelli che continuano a

            sfruttarli


            per produrre


            iCosi....
            Cominciamo pure con la Foxconn, visto che abbiamo
            la possibilita' di fare qualcosa di attivo,
            smettendola di comprare quei prodotti
            li'.La Foxconn non è di Apple e non produce solo per Apple, questi sono i prodotti che fa:i iPod, iPhone, iPad, PlayStation 2, Playstation Vita, PlayStation 3, Wii, Nintendo 3DS, Xbox 360, Amazon Kindle, Televisori LCD Sony Bravia.Ne hai in casa qualcuno anche tu?
          • panda rossa scrive:
            Re: fatemi capire
            - Scritto da: pietro
            - Scritto da: panda rossa
            ..


            viene



            da credere che le condizioni dei

            lavoratori



            foxconn siano parecchio disumane,
            con
            la



            complicita' di quelli che
            continuano
            a


            sfruttarli



            per produrre



            iCosi....



            Cominciamo pure con la Foxconn, visto che
            abbiamo

            la possibilita' di fare qualcosa di attivo,

            smettendola di comprare quei prodotti

            li'.

            La Foxconn non è di Apple e non produce solo per
            Apple, Dove avrei scritto apple?
            questi sono i prodotti che fa:i iPod,
            iPhone, iPad, PlayStation 2, Playstation Vita,
            PlayStation 3, Wii, Nintendo 3DS, Xbox 360,
            Amazon Kindle, Televisori LCD Sony
            Bravia.
            Ne hai in casa qualcuno anche tu?No! Nessuno di quelli.Io boicotto sony da ancora prima che esistesse la foxconn.
          • pietro scrive:
            Re: fatemi capire
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: pietro..
            Dove avrei scritto apple?bè gli iCosi sono roba Apple no?
          • panda rossa scrive:
            Re: fatemi capire
            - Scritto da: pietro
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: pietro
            ..

            Dove avrei scritto apple?

            bè gli iCosi sono roba Apple no?Gli iCosi sono gingilli e gadget elettronici generici.Del resto tu stesso hai citato una sfilza di iCosi, meta' dei quali sono sony.
          • pietro scrive:
            Re: fatemi capire
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: pietro

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: pietro

            ..


            Dove avrei scritto apple?



            bè gli iCosi sono roba Apple no?

            Gli iCosi sono gingilli e gadget elettronici
            generici.
            Del resto tu stesso hai citato una sfilza di
            iCosi, meta' dei quali sono
            sony.sarà una tua interpretazione, quelli con la i davanti sono solo Apple e fa causa se la i la mette un altro.
          • panda rossa scrive:
            Re: fatemi capire
            - Scritto da: pietro
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: pietro


            - Scritto da: panda rossa



            - Scritto da: pietro


            ..



            Dove avrei scritto apple?





            bè gli iCosi sono roba Apple no?



            Gli iCosi sono gingilli e gadget elettronici

            generici.

            Del resto tu stesso hai citato una sfilza di

            iCosi, meta' dei quali sono

            sony.
            sarà una tua interpretazione, quelli con la i
            davanti sono solo Apple e fa causa se la i la
            mette un
            altro....e la perde!http://punto-informatico.it/3710219/PI/News/brasile-iphone-non-apple.aspx
          • pietro scrive:
            Re: fatemi capire
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: pietro

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: pietro



            - Scritto da: panda rossa




            - Scritto da: pietro



            ..




            Dove avrei scritto apple?







            bè gli iCosi sono roba Apple no?





            Gli iCosi sono gingilli e gadget
            elettronici


            generici.


            Del resto tu stesso hai citato una
            sfilza
            di


            iCosi, meta' dei quali sono


            sony.

            sarà una tua interpretazione, quelli con la i

            davanti sono solo Apple e fa causa se la i
            la

            mette un

            altro.

            ...e la perde!
            http://punto-informatico.it/3710219/PI/News/brasilche la possa perdere è irrilevante rispetto alla denominazione di "icoso" che viene comunenmente accettata qui su PI
          • Vigobuzz scrive:
            Re: fatemi capire
            Aprendo il mio laptop HP G61-465SL ho trovato la scritta FOXCONN. Si può sapere veramente qual'è la lista dei clienti di 'sta ditta cinese?
          • panda rossa scrive:
            Re: fatemi capire
            - Scritto da: Vigobuzz
            Aprendo il mio laptop HP G61-465SL ho trovato la
            scritta FOXCONN. Si può sapere veramente qual'è
            la lista dei clienti di 'sta ditta
            cinese?A me la chiedi?
          • pietro scrive:
            Re: fatemi capire
            - Scritto da: pietro
            - Scritto da: panda rossa
            ..


            viene



            da credere che le condizioni dei

            lavoratori



            foxconn siano parecchio disumane,
            con
            la



            complicita' di quelli che
            continuano
            a


            sfruttarli



            per produrre



            iCosi....



            Cominciamo pure con la Foxconn, visto che
            abbiamo

            la possibilita' di fare qualcosa di attivo,

            smettendola di comprare quei prodotti

            li'.

            La Foxconn non è di Apple e non produce solo per
            Apple, questi sono i prodotti che fa:i iPod,
            iPhone, iPad, PlayStation 2, Playstation Vita,
            PlayStation 3, Wii, Nintendo 3DS, Xbox 360,
            Amazon Kindle, Televisori LCD Sony
            Bravia.
            Ne hai in casa qualcuno anche tu?dimenticavo:Foxconn in messico ha un impianto a San Jerónimo nello stato di Chihuahua dove assembla computer e due impianti a Juárez una ex base di produzione di cellulari Motorola, ed una fabbrica di set-top box acquisita da Cisco Systems. Nel paese inoltre la Foxconn produce televisori LCD.
          • pietro scrive:
            Re: fatemi capire
            se smettiamo di comperare roba che produce Foxconn pobabilmente resta ben poco da comprare
          • Paolo T. scrive:
            Re: fatemi capire
            Lo vedi? A Ciudad Juarez si registra una mortalità molto più alta che nella media del paese. Colpa di Foxconn e Apple. Aspetta che lo venga a sapere la Rai o il Corriere.
      • bertuccia scrive:
        Re: fatemi capire
        - Scritto da: panda rossa

        All'anno?
        Fonte?sì all'anno, fonte wikipedia
        In italia si suicida anche chi ha perso il lavoro.FTFY
        Se in cina si suicida chi invece lavora, mi viene
        da credere che le condizioni dei lavoratori
        foxconn siano parecchio disumane, con la
        complicita' di quelli che continuano a sfruttarli
        per produrre iCosi.in foxconn si sono suicidate 20 persone in 3 annihttp://en.wikipedia.org/wiki/Foxconn_suicidesovvero una media di 7 all'annoovvero 30 volte in meno della media cineselo capite, O NO, che qua c'è gente che pur di fare notizia sta speculando sulla pelle di questi morti?
        • panda rossa scrive:
          Re: fatemi capire
          - Scritto da: bertuccia
          - Scritto da: panda rossa



          All'anno?

          Fonte?

          sì all'anno, fonte wikipedia


          In italia si suicida anche chi ha perso il
          lavoro.

          FTFY


          Se in cina si suicida chi invece lavora, mi
          viene

          da credere che le condizioni dei lavoratori

          foxconn siano parecchio disumane, con la

          complicita' di quelli che continuano a
          sfruttarli

          per produrre iCosi.

          in foxconn si sono suicidate 20 persone in 3 anni
          http://en.wikipedia.org/wiki/Foxconn_suicides

          ovvero una media di 7 all'anno

          ovvero 30 volte in meno della media cinese


          lo capite, O NO, che qua c'è gente che pur di
          fare notizia sta speculando sulla pelle di questi
          morti?Quindi la tua soluzione al suicidio degli schiavi sta nel far aumentare il numero dei suicidi al di fuori dal lager?Interessante.
          • bertuccia scrive:
            Re: fatemi capire
            - Scritto da: panda rossa

            Quindi la tua soluzione al suicidio degli schiavi
            sta nel far aumentare il numero dei suicidi al di
            fuori dal lager?dai su (troll)(troll2)

            Interessante.interessante modo per non rispondere alla domanda
          • panda rossa scrive:
            Re: fatemi capire
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: panda rossa



            Quindi la tua soluzione al suicidio degli
            schiavi

            sta nel far aumentare il numero dei suicidi
            al
            di

            fuori dal lager?

            dai su (troll)(troll2)C'e' poco da esortare.Non e' mica il forum di punto-risaiecinesi questo.Si parla di informatica e discutiamo del fatto che nella piu' grossa fabbrica cinese di componenti elettroniche la gente si suicida.Invece di confrontare il tasso dei suicidi tra operai e contadini cinesi, confrontiamo il piu' concreto tasso di suicidi tra operai cinesi che lavorano e di operai italiani che lavorano.
          • bertuccia scrive:
            Re: fatemi capire
            - Scritto da: panda rossa

            C'e' poco da esortare.
            Non e' mica il forum di punto-risaiecinesi questo.
            Si parla di informatica e discutiamo del fatto
            che nella piu' grossa fabbrica cinese di
            componenti elettroniche la gente si
            suicida.con una percentuale molto al di sotto della media.in un gruppo di 1.000.000 di persone, ci sarebbe da stupirsi del contrario. Infatti 7 suicidi in un anno su 1 milione è ben al di sotto di qualunque media.
            Invece di confrontare il tasso dei suicidi tra
            operai e contadini cinesi, confrontiamo il piu'
            concreto tasso di suicidi tra operai cinesi che
            lavorano e di operai italiani che
            lavorano.non si può.perchè il cinese, mediamente, ha una probabilità di suicidio circa 4 volte maggiore dell'italiano.
          • panda rossa scrive:
            Re: fatemi capire
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: panda rossa



            C'e' poco da esortare.

            Non e' mica il forum di punto-risaiecinesi
            questo.

            Si parla di informatica e discutiamo del
            fatto

            che nella piu' grossa fabbrica cinese di

            componenti elettroniche la gente si

            suicida.

            con una percentuale molto al di sotto della media.

            in un gruppo di 1.000.000 di persone, ci sarebbe
            da stupirsi del contrario. Infatti 7 suicidi in
            un anno su 1 milione è ben al di sotto di
            qualunque
            media.


            Invece di confrontare il tasso dei suicidi
            tra

            operai e contadini cinesi, confrontiamo il
            piu'

            concreto tasso di suicidi tra operai cinesi
            che

            lavorano e di operai italiani che

            lavorano.

            non si può.
            perchè il cinese, mediamente, ha una probabilità
            di suicidio circa 4 volte maggiore
            dell'italiano.Questo perche' il cinese medio non lavora in fabbrica, non riceve un regolare stipendio, non puo' avere piu' di un figlio, e un sacco di altra brutta roba.Stiamo parlando di cinesi privilegiati rispetto alla stragrande maggioranza della popolazione (e infatti si suicidano meno che nelle campagne), ma non e' questo il punto.Il punto e' che si suicidano!Non che si suicidano di piu' o di meno di altri.
          • bertuccia scrive:
            Re: fatemi capire
            - Scritto da: panda rossa

            Il punto e' che si suicidano!
            Non che si suicidano di piu' o di meno di altri.allora se il punto è quello, non si può fare proprio niente.Prendi 1.000.000 di persone in una fabbrica, trattate bene, pagate il giusto. A fine anno, statisticamente, almeno uno si sarà suicidato. È fisiologico.Il punto invece è proprio se si suicidano tanti o pochi.Il lavoro in Foxconn è sicuramente duro e sottopagato, ma rappresenta un occasione di crescita. E le condizioni pare stiano migliorando, ovvio che non può essere un cambiamento dall'oggi al domani, quel che è certo è che dipende molto più dalla Cina e dai dirigenti di Foxconn che non dai loro clienti (Apple, Sony, MS, eccetera)
          • panda rossa scrive:
            Re: fatemi capire
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: panda rossa



            Il punto e' che si suicidano!

            Non che si suicidano di piu' o di meno di
            altri.

            allora se il punto è quello, non si può fare
            proprio
            niente.
            Prendi 1.000.000 di persone in una fabbrica,
            trattate bene, pagate il giusto. A fine anno,
            statisticamente, almeno uno si sarà suicidato.
            È
            fisiologico.Ne consegue evidentemente che essendo questi suicidi molti piu' dell'uno fisiologico, questi operai non sono trattati bene, non sono pagati il giusto.E chi ha deciso di esternalizzare la produzione la' dentro e' corresponsabile del trattamento e della paga degli operai.Apple, M$, sony e tutti gli altri.

            Il punto invece è proprio se si suicidano tanti o
            pochi.

            Il lavoro in Foxconn è sicuramente duro e
            sottopagato, ma rappresenta un occasione di
            crescita. E le condizioni pare stiano
            migliorando, ovvio che non può essere un
            cambiamento dall'oggi al domani, quel che è certo
            è che dipende molto più dalla Cina e dai
            dirigenti di Foxconn che non dai loro clienti
            (Apple, Sony, MS,
            eccetera)
          • pietro scrive:
            Re: fatemi capire
            - Scritto da: panda rossa.
            E chi ha deciso di esternalizzare la produzione
            la' dentro e' corresponsabile del trattamento e
            della paga degli operai.ma sono soprattutto lo stato e il governo cinese ad essere responsabili in prima persona delle leggi del lavoro e di come vengono applicate.
        • bertuccia scrive:
          Re: fatemi capire
          - Scritto da: gnammolo

          si suicida chi perde il lavoro e non chi ce l'ha,sei uno psicologo?
        • pietro scrive:
          Re: fatemi capire
          - Scritto da: gnammolo
          si suicida chi perde il lavoro e non chi ce l'ha,..se Apple sony e co. interrompono la esternalizzazione ci saranno 1.000.000 di disoccupati
          • panda rossa scrive:
            Re: fatemi capire
            - Scritto da: pietro
            - Scritto da: gnammolo

            si suicida chi perde il lavoro e non chi ce
            l'ha,
            ..
            se Apple sony e co. interrompono la
            esternalizzazione ci saranno 1.000.000 di
            disoccupatiIn cina.Ma ci saranno 1.000.000 di occupati in occidente.
    • bubba scrive:
      Re: fatemi capire
      - Scritto da: bertuccia
      noi macachi abbiamo Numbers, niente Excel quindi
      portate
      pazienza..

      ma se la Cina ha un tasso medio di suicidi di 22
      persone ogni 100.000e' la stessa fonte che dice che non esistono gli hacker governativi?
      • bertuccia scrive:
        Re: fatemi capire
        - Scritto da: bubba

        e' la stessa fonte che dice che non esistono gli
        hacker governativi?il dato è su wikipedia ma penso sia riscontrabile un po' ovunque
      • pietro scrive:
        Re: fatemi capire
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: bertuccia

        noi macachi abbiamo Numbers, niente Excel quindi

        portate

        pazienza..



        ma se la Cina ha un tasso medio di suicidi di 22

        persone ogni 100.000
        e' la stessa fonte che dice che non esistono gli
        hacker governativi?non credo che per il governo cinese avere un numero di suicididi 22 persone su 100.000 possa essere considerato un motivo di vanto.
    • Paolo T. scrive:
      Re: fatemi capire
      Piuttosto, la mia lentezza mentale da macaco non mi permette di capire se prima di togliersi la vita quei ragazzi avessero lavorato su prodotti Apple, o su uno dei tanti altir marchi prodotti da Foxconn. È sempre questione di statistiche, immagino, quindi non posso arrivarci.
    • Izio01 scrive:
      Re: fatemi capire
      - Scritto da: bertuccia
      noi macachi abbiamo Numbers, niente Excel quindi
      portate
      pazienza..

      ma se la Cina ha un tasso medio di suicidi di 22
      persone ogni 100.000, e Foxconn impiega 1.000.000
      di lavoratori... non significa che chi lavora in
      Foxconn tende a suicidarsi meno del cinese
      medio?

      Perché secondo la media cinese, in Foxconn
      dovrebbero avvenire 220 suicidi
      all'anno
      E' la media del pollo di Trilussa. Tralasci completamente i fattori di distribuzione del rischio, assumendo una distribuzione uniforme dei suicidi sulla popolazione. Non ho ovviamente modo di dirti quale sarebbe questa distribuzione, ma posso farti notare che in Italia non c'è grande diffusione di suicidi in azienda, chi si ammazza lo fa al di fuori. In Foxconn la gente si ferma a dormire, non è come da noi, però insomma... le tue conclusioni mi sembrano proprio tirate per i capelli. Sarà mica perché Apple assembla lì?
      grazie
Chiudi i commenti