Occhio per occhio, spam per spam

Chris Anderson si ispira alla legge del contrappasso. Mi inondate l'email di comunicati stampa? Ora beccatevi lo spam

Roma – Si pentiranno amaramente gli uomini delle pubbliche relazioni che hanno subissato il caporedattore di Wired Magazine Chris Anderson di comunicati stampa per promuovere iniziative e prodotti. Anderson ha reso loro pan per focaccia, stilando una lista dei contatti da dare in pasto agli spammer.

Anderson, inventore del concetto di Long Tail , riceve trecento email indesiderate al giorno. Non si tratta del più abietto e triviale spam. Sono piuttosto messaggi inviati da agenzie che approfittano della bassa manovalanza dei giovani impiegati e da uffici stampa impigriti “che non si sobbarcano l’onere di rintracciare chi del mio staff possa eventualmente essere interessato a ciò che offrono”. Complessa e interminabile, per Anderson, la selezione delle comunicazioni importanti e delle email di amici e conoscenti, perse fra la montagna di direct marketing che si accumula nella sua email pubblica.

È così che, impossibilitato a porre termine alla seccatura richiedendo la rimozione del proprio indirizzo dalle liste di distribuzione, Anderson ha nell’ordine bloccato tutti gli indirizzi, filtrandoli con il suo account di posta elettronica, e ha ripubblicato i contatti di 329 scocciatori sul suo blog , a mo’ di avvertimento e con un pizzico di spirito vendicativo. I bot degli spammer si sono già industriati per imbrigliare nella loro tela gli indirizzi ripubblicati e per farne bersaglio di valanghe di spazzatura formato mail.

Immediate le reazioni in rete: ci sono le recriminazioni di chi si è ritrovato indebitamente sulla lista nera dei PR spammer , ci sono le autorevoli opinioni di uomini del marketing, Seth Godin in prima linea, che concorda con Chris Anderson nel ritenere che gli operatori delle pubbliche relazioni dovrebbero assottigliare le liste di indirizzi email e recapitare i messaggi in maniera più mirata. La lista nera di Anderson ha addirittura fatto scattare indagini sulle pratiche degli uffici stampa e scatenato delle guerre intestine nel settore delle pubbliche relazioni.

C’è addirittura chi sostiene che nemmeno Wired abbia saputo interiorizzare al meglio le lezioni di web marketing, che invitano a sostituire i comunicati stampa di massa con delle relazioni personali. Pare che lo stesso magazine guidato da Anderson pecchi di “PR spamming”.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Marco scrive:
    E' illegale
    E' illegale
  • A O scrive:
    Diritto d'autore -
    COPYLEFT
    LA PREMESSAIl cosiddetto "diritto d'autore" italiano si compone di (da Wikipedia) "due elementi fondamentali: in primo luogo, il diritto alla nominalità dell'opera (anche detto diritto morale), per il quale ciò che è stato creato dall'autore deve essere riferito all'autore medesimo, evitando che altre persone possano gloriarsi di quanto da lui fatto. Secondariamente, il diritto contiene la facoltà di sfruttamento economico. Il primo è strettamente legato alla persona dell'autore e, salvo casi particolari, tale rimane, mentre il secondo è originariamente dell'autore, il quale può cederlo dietro compenso (ma anche gratuitamente) ad un acquirente (meglio sarebbe chiamarlo licenziatario), il quale a sua volta può nuovamente cederlo nei limiti del contratto di cessione e della legge applicabile." I FATTIIl diritto di sfruttamento economico serve (esattamente come accade per i brevetti, ma è un altro discorso) SOLO a garantire e perpetuare RENDITE MONOPOLISTICHE (vedi SIAE, FMII, ecc.), ad OSTACOLARE la CRESCITA e la LIBERA DIFFUSIONE della CONOSCENZA (vedi diritto di paesaggio, ecc.), a limitare la LIBERTA' DI INFORMAZIONE (vedi limitazioni nella riproduzione delle opere, anche solo per "uso personale" ecc.) e cosi' via...CHE FARE???Semplice.ABOLIZIONE DEL DIRITTO D'AUTORE QUANTOMENO PER LA "PARTE" RELATIVA ALLO SFRUTTAMENTO ECONOMICO.LIBERA CONOSCENZA. LIBERO SAPERE.
  • Tele Dipendente scrive:
    Ma, chi effettua la riproduzione?
    Secondo me il garbuglio della faccenda è tutto lì: riuscire a stabilire CHI EFFETTUA la registrazione che, ricordiamo, deve essere "una persona fisica" (non giuridica) e deve farlo "per uso esclusivamente personale".Sarebbe tutto in regola qualora una registrazione online venga effettuata dall'utente stesso.Ma in questo caso chi detiene il materiale originale (l'abbonamento Rai e il sintonizzatore televisivo) non è l'utente, dunque tecnicamente la riproduzione viene effettuata da terzi...
  • ross scrive:
    hdd
    e' la stessa cosa che mi e' venuta subito in mente anche a me!
  • ross scrive:
    hdd
    e' la stessa cosa che mi e' venuta subito in mente anche a me!
  • ilcaroleader scrive:
    Perché np?
    Visto che abbiamo un avvocato, perché non fare una colletta per sistemare le cose con un'azione legale?Io spenderei volentieri 10 euri per la causa di vcast.
  • Luca Tinari scrive:
    Rivideo
    Vorrei far presente che questa diffida è arrivata, caso strano, proprio quando Mediaset ha deciso di aprire un servizio online per la visione delle puntate di alcune serie televisive, che tempismo!
  • frank hillary scrive:
    l'avvocata ha toppato
    Gli hard drive pagano la tassa alla siae allo stesso modo dei cd/dvd e videocassette, per cui tutto il discorso e' inutile. Il servizio e gli utenti pagano gia' (piu' volte) il balzello. Fine.
  • VE LO DICO IO scrive:
    Brava mediaset.....
    .....ma quando abbandoni le frequenze che non ti spettano?? Ah.. me ne ero dimenticato che Prodi voleva prima tagliare le gambe alle aziende di berlusconi e poi ha rimandato la questione a gennaio 2011... intanto ogni giorno che passa fino a quella data NOI cittadini pagheremo la multa a go go... oltre al canone ovviamente.Li cacciassero il biscione o il mortadellone i soldi non me ne fregherebbe un cacchio.. tanto chi guarda ancora la TV spazzatura ha molto da imparare... il problema è che i soldi sono i nostri!! E tu impedisci un mio diritto?? Bah... in questo paese si parla solo.... parole parole..
  • ZardoTagore scrive:
    Pago perciò copio.
    Il gabello della SIAE da diritto ad un qualsiasi cittadino di; perlomeno, copiare contenuti con copyright ad uso strettamente personale: Pago perciò posso. In quanto la suddetta ci accusa tutti di copiare contenuti coperti da copyright; ha così messo un gabello sui DVD con i filmini di famiglia.
  • HotEngine scrive:
    ...per la legge ha ragione mediaset
    La *riproduzione* (che nella legge significa LA COPIA) deve essere effettuate PERSONALMENTE... vCast non può farla conto terzi...
    • cipo scrive:
      Re: ...per la legge ha ragione mediaset
      Giusto PERSONALMENTE...ma..Io ho usato questo servizio e posso sicuramente affermare che è l'utente a decidere quando e cosa registrare. VCAST mette a disposizione la tecnologia e io la utilizzo, esattamente come per i videoregistratori.Le grandi case produttrici forniscono l'hardware/software (eh si anche i videoregistratori vhs hanno il sw) ma non sono loro che fanno registrazioni conto terzi. Non bisogna farsi ingannare dalla contemporaneità che un servizio on-line può offrire. Dal punto di vista giuridico VCAST non è differente da un videoregistratore.Cosa cambierebbe dal punto di vista giuridico se nella piazza della vostra città ci fosse un gigantesco videoregistratore in grado di registrare contemporaneamente 10000 VHS? Nulla, scomodità a parte( andare a comprare la vhs, programmmare da locale anzichè da remoto, recuperare la registrazione sempre da locale anzichè da remoto ecc..).Siamo di fronte all'ennesimo sopruso dei mezzi di comunicazione tradizionale. E' strano che Beppe Grillo non abbia detto niente su questa vicenda.. spero che lo faccia presto.Inoltre Stefano ha perfettamente ragione. L'avv. Valentina Frediani aggrappandosi al cavillo legale della tassazione farebbe perdere la causa a Mediaset. VCAST la tassa sui dischi fissi la paga eccome e la paghiamo pure noi per gli hard disk dei nostri computer (sui quali salviamo le registrazioni di VCAST eh eheeh)
    • ExTrEmE scrive:
      Re: ...per la legge ha ragione mediaset

      La *riproduzione* (che nella legge significa LA
      COPIA) deve essere effettuate PERSONALMENTE...
      vCast non può farla conto terzi...ERRORE.la legge dice che deve essere fatta AD USO personale, non personalmente. Ed è molto differente.Ma aggiungo altro. Per poter registrare e poi scaricare la registrazione e rivederla si deve essere iscritti e fornire una user e una password, il che rende le riproduzioni qualcosa di strettamente personale: non sussiste quindi il lucro (il servizio è gratis), e sussiste l'uso personale (l'account è mio e nessun altro puo' accedervi).Non vedo perchè tale servizio (motlo comodo) non debba essere consentito.Anzi.. ve lo dico io perchè Mediaset non lo vuole, a meno che non l'abbiate capito da soli..Avete sentito di Rivideo? Ecco.. mamma mediaset fornisce un servizio che consente di rivedere trasmissioni mediaset online.. alla modica cifra di 1,99 (mi pare).Ecco perchè tutto ad un tratto è diventata una cosa illegale.Spero tanto che VCast riesca a far valere i diritti suoi e sopratutto di tutti noi.
      • pegasus2000 scrive:
        Re: ...per la legge ha ragione mediaset
        - Scritto da: ExTrEmE

        La *riproduzione* (che nella legge significa LA

        COPIA) deve essere effettuate PERSONALMENTE...

        vCast non può farla conto terzi...

        ERRORE.
        la legge dice che deve essere fatta AD USO
        personale, non personalmente. Ed è molto
        differente.Non è vero, il secondo comma dell'art. 71-sexies lo dice espressamente: " La riproduzione di cui al comma 1 non può essere effettuata da terzi . La prestazione di servizi finalizzata a consentire la riproduzione di fonogrammi e videogrammi da parte di persona fisica per uso personale costituisce attività di riproduzione soggetta alle disposizioni di cui agli articoli 13, 72, 78-bis, 79 e 80."
        • HotEngine scrive:
          Re: ...per la legge ha ragione mediaset
          - Scritto da: pegasus2000
          Non è vero, il secondo comma dell'art. 71-sexies
          lo dice espressamente: " La riproduzione di cui
          al comma 1 non può essere effettuata da
          terzi . La prestazione di servizi finalizzata
          a consentire la riproduzione di fonogrammi e
          videogrammi da parte di persona fisica per uso
          personale costituisce attività di riproduzione
          soggetta alle disposizioni di cui agli articoli
          13, 72, 78-bis, 79 e
          80."Quoto. La legge non va letta a smozzichi e solo sul comma che interessa... ;-)
          • acno scrive:
            Re: ...per la legge ha ragione mediaset
            Ma come scrive cipo sopra, il servizio e' equiparabile a un videoregistratore, quindi dove'e' il problema?Si tratta del solito problema di leggi che si devono evolvereal passo con le tecnologie disponibili!
          • pegasus2000 scrive:
            Re: ...per la legge ha ragione mediaset
            - Scritto da: acno
            Ma come scrive cipo sopra, il servizio e'
            equiparabile a un videoregistratore, quindi
            dove'e' il
            problema?
            Si tratta del solito problema di leggi che si
            devono
            evolvere
            al passo con le tecnologie disponibili!E su questo punto mi trovi perfettamente d'accordo.Il mio intervento l'ho fatto soltanto per correggere un errore di fondo, in quanto ExTrEmE sosteneva che la legge non dice che la riproduzione deve essere fatta personalmente e non da terzi.
          • Marco Scialdone scrive:
            Re: ...per la legge ha ragione mediaset
            Il problema è che il videoregistratore, in questo caso, non è il tuo e non lo controlli tu. Nel senso (ma non ho mai utilizzato il servizio e, dunque, datemi lumi a riguardo) che tu ti limiti semplicemente a dire ad un terzo che a quella data ora vuoi che ti venga registrato un determinato programma, ma la registrazione la opera un terzo (il segnale della trasmissione chi lo riceve per registarlo? tu o lui, questo non l'ho ben capito) e poi la mette a tua disposizione. Se, ripeto se, funziona così allora una simile attività non è coperta dall'art. 71-sexiesOra lo so che è assurdo, ma se lo dice Lessig lo posso dire pure io: la maggior parte delle regole contenute nella normativa a tutela del diritto d'autorec urta contro il buon senso :-)
          • L'allegra Brigata di Sherwood scrive:
            Re: ...per la legge ha ragione mediaset
            Vcast non videoregistra al mio posto, ma mette a disposizione il suo hardware per permettermi di videoregistrare. Dato che sono io a programmare e quindi comandare il videoregistratore online, non si può dire che sia un terzo a fornirmi questo servizio. Infatti lo staff di Vcast non esegue le registrazioni, ma mantiene in funzione la strumentazione, che è ben diverso.Mettiamo che io presti un videoregistratore ad un amico, siccome da solo non ci riesce lo collego io alla sua televisione ed all'antenna e imposto io l'orologio. Poi a programmare le registrazioni invece ci pensa lui. Si può dire che sono io ad affettuare quelle registrazioni per suo conto?
          • HotEngine scrive:
            Re: ...per la legge ha ragione mediaset
            - Scritto da: L'allegra Brigata di Sherwood
            Vcast non videoregistra al mio posto, ma mette a
            disposizione il suo hardware per permettermi di
            videoregistrare. Dato che sono io a programmare e
            quindi comandare il videoregistratore online, non
            si può dire che sia un terzo a fornirmi questo
            servizio. Infatti lo staff di Vcast non esegue le
            registrazioni, ma mantiene in funzione la
            strumentazione, che è ben
            diverso.E' inutile cavillare... La legge ha un significato ben preciso. La registrazione per uso personale te la devi fare tu. L'equo compenso, tra l'altro, verrebbe altrimenti pagato da un solo attore (vCast) a fronte di migliaia di utenti... Come vedi i conti non tornano.
          • imiei scrive:
            Re: ...per la legge ha ragione mediaset
            Per quanto riguarda l'equo compenso pagato da un solo attore, credo che tu non stia considerando il fatto che ogni utente che scarica il video sul proprio PC, ha anch'egli pagato l'equo compenso per il PROPRIO HDD, per non parlare poi del fatto che l'utente potrebbe riversare il filmato su un DVD, per il quale ha pagato un altro equo compenso...
          • HotEngine scrive:
            Re: ...per la legge ha ragione mediaset
            - Scritto da: imiei
            Per quanto riguarda l'equo compenso pagato da un
            solo attore, credo che tu non stia considerando
            il fatto che ogni utente che scarica il video sul
            proprio PC, ha anch'egli pagato l'equo compenso
            per il PROPRIO HDD, per non parlare poi del fatto
            che l'utente potrebbe riversare il filmato su un
            DVD, per il quale ha pagato un altro equo
            compenso...Il problema è che vCast paga l'equo compenso per il PROPRIO uso personale, non per la DISTRIBUZIONE. Perchè quello che fa è DISTRIBUIRE.
    • pegasus2000 scrive:
      Re: ...per la legge ha ragione mediaset
      - Scritto da: Mattia
      La legge ti dice che non puoi, la registrazione
      deve essere fatta per uso personale e non di
      altri.Hai ragione, per la legge io non potrei programmare il video-registratore a mia madre che non è capace...
      Come sempre per la legge non sarebbe possibile
      guardare assieme ad amici un film registrato
      dalla
      TV.

      Mitico! Il legislatore è un genio! Beh, questo si
      sapeva già..
      :-)Questo non è vero! "Legge 22 aprile 1941 n. 633.Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio.Art. 15Il diritto esclusivo di eseguire, rappresentare o recitare in pubblico ha per oggetto, la esecuzione, la rappresentazione o la recitazione, comunque effettuate, sia gratuitamente che a pagamento, dell'opera musicale, dell'opera drammatica, dell'opera cinematografica, di qualsiasi altra opera di pubblico spettacolo e dell'opera orale. Non è considerata pubblica la esecuzione, rappresentazione o recitazione dell'opera entro la cerchia ordinaria della famiglia, del convitto, della scuola o dell'istituto di ricovero, purché non effettuata a scopo di lucro. Non è altresì considerata pubblica l'esecuzione, rappresentazione o recitazione dell'opera nell'ambito normale dei centri sociali o degli istituti di assistenza, formalmente istituiti, nonché delle associazioni di volontariato, purché destinata ai soli soci ed invitati e sempre che non venga effettuata a scopo di lucro."Come vedi, alcune cose sono sensate. Alcune...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 novembre 2007 10.01-----------------------------------------------------------
    • Marco Scialdone scrive:
      Re: ...per la legge ha ragione mediaset
      Esattamente così. Strano (o forse ho letto io troppo in fretta) che nella citazione dell'art. 71-sexies sia "saltata" la parte che recita "La prestazione di servizi finalizzata a consentire la riproduzione di fonogrammi e videogrammi da parte di persona fisica per uso personale costituisce attività di riproduzione soggetta alle disposizioni di cui agli articoli 13, 72, 78-bis, 79 e 80." Se non sbaglio è proprio quello che fa Vcast, esattamente come, credo ma posso sbagliare, non sono coperto dal 71 sexies se il negozio tal dei tali mi offre gratuitamente la possibilità di registrare su mia indicazione i programmi tv che gli indico. Che poi quella norma vada riformata è un'altro conto. IMHO
  • piero eudori scrive:
    Rickyrecords
    Ma perchè allora non bloccano anche il sito rickyrecords.tv che offre lo stesso servizio di Vcast ma a pagamento??
  • Enjoy with Us scrive:
    Sciocchezze
    L'utente che usa questo servizio non è poi costretto a riversare il materiale su un supporto sottoposto a tassazione dalla SIAE?Quindi che differenza fa se lo registra con un videoregistratore o se lo scarica sul suo PC (anche gli HD sono tassati!)?
    • frank hillary scrive:
      Re: Sciocchezze
      il servizio e' realizzato sugli hard disk del servere comunque e' possibile riversare il tutto su proprio hard disk.Gli hard disk sono tassati dalla siae coll'ingiusto balzello allo stesso modo dei cd/dvd.Ergo, non hanno null'altro da chiedere all'utente.P.S: l'avvocata 'esperta' di informatica ha toppato: si e' dimenticata che anche gli hard drive sono gia' tassati !!!
      • Cobra Reale scrive:
        Re: Sciocchezze

        Gli hard disk sono tassati dalla siae
        coll'ingiusto balzello allo stesso modo dei
        cd/dvd.Terribile! :| E poi le major dicono di essere povere vittime della pirateria...
  • Ste scrive:
    Mediaset dovrebbe solo tacere
    in particolare italia 1....il loro palinsesto sta subendo tali e tanti stravolgimenti che è un miracolo che un appassionato riesca a stare dietro ai loro programmi...ogni settimana è una novità su orari, giorni e serie.Se nessuno lo avesse capito mi riferisco a Heroes, Gilmore Girls, ecc...pure pokermania va a singhiozzo e non si capisce il perchè.Ora è ovvio che uno si deve adeguare per riuscire a vedere le cose...meglio vcast del mulo secondo me...almeno per loro.Altrimenti trovassero una soluzione migliore...rivideo non è una soluzione: che tv commerciale sono se ti fanno pagare per vedere ciò che hanno già dato gratis (pardon, pagato dagli inserzionisti).
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Mediaset dovrebbe solo tacere
      - Scritto da: Ste
      in particolare italia 1....il loro palinsesto sta
      subendo tali e tanti stravolgimenti che è un
      miracolo che un appassionato riesca a stare
      dietro ai loro programmi...ogni settimana è una
      novità su orari, giorni e serie.Ad esempio, che fine ha fatto Detective Conan?
    • Anonimo scrive:
      Re: Mediaset dovrebbe solo tacere
      Proprio stanotte han tirato buca su Pokermania, maledetti.Al suo posto quella roba insulsa (ma c'e' qualcuno a cui piace ?) di The Box Game, che puzza di fregatura e di falso lontano un miglio.Male Italia 1... molto male.
      • mario anguria scrive:
        Re: Mediaset dovrebbe solo tacere
        sti stronzi... rimani in piedi fino all'una per scoprire che l'hanno cancellato!!!
    • acno scrive:
      Re: Mediaset dovrebbe solo tacere
      E' davvero una cosa odiosa :-(Comunque anche la rai non e' da meno...
      • Nembokid scrive:
        Re: Mediaset dovrebbe solo tacere
        Non penso che the box game puzzi di truffa(aspettiamo le Iene o Striscia la notizia per saperlo),pero' non è chiaro di come funzioni.Uno chiama,spende soldi per la telefonata e subito lo passano in linea?Oppure deve essere fortunato che sia richiamato per rispondere?
        • cappotto di legno scrive:
          Re: Mediaset dovrebbe solo tacere
          - Scritto da: Nembokid
          Non penso che the box game puzzi di
          truffa(aspettiamo le Iene o Striscia la notizia
          per saperlo),pero' non è chiaro di come
          funzioni.Uno chiama,spende soldi per la
          telefonata e subito lo passano in linea?Oppure
          deve essere fortunato che sia richiamato per
          rispondere?proprio per questo e' una truffa: la fanno facile facendo credere che basta chiamare per entrare in diretta e vincere rispondendo a quella domanda facilissima, ma e' ovvio che non e' cosi' infatti se leggi il regolamento su www.camerinovirtuale.mediaset.it c'e' scritto che per entrare in diretta bisogna rispondere correttamente a tutta una serie di domande (probabilmente difficili). Ovviamente loro non accennano quasi mai alle domane extra altrimenti non chiamerebbe nessuno.
  • Stefano scrive:
    Anche gli HD pagano la tassa SIAE
    Vorrei ricordare all'Avv. Valentina Frediani che anche gli HD e non solo i CD e DVD sono soggetti alla tassazione sull'equo compenso e quindi non è necessario aggiungere ulteriori tassazioni a Vcast.Se prendiamo poi in considerazione che un utente potrebbe registrare con vcast, scaricarlo su HD, masterizzarlo su un dvd e guardarlo con un lettore dvd con hd integrato si può vedere come questo utente abbia pagato ben quattro "equi" compensi:- HD- DVD- Masterizzatore- Lettore DVD con HD integratoSi anche i masterizzatori e i lettorei con HD integrato hanno il balzello...
    • garbo scrive:
      Re: Anche gli HD pagano la tassa SIAE
      Sono pienamente d'accordo, Vcast prima e l'utente poi registrano la trasmissione su HD sui quali hanno già pagato l'equo compenso al momento dell'acquisto.Certo, se poi chiediamo alla SIAE un parere in merito probabilmente ci sentiremmo dire che l'equo compenso andrebbe ripagato ad ogni rimasterizzazione visto che possiamo cancellare e riscrivere più volte lo stesso supporto per opere diverse.PS: ma come si fa ad usare il termine "equo" per una cosa del genere!?!PPS: e poi che differenza fà se registro una trasmissione per me e solo per me schiacciando io il tasto rec o facendolo schiacciare a mia madre o chiedendo la cortesia a Vcast?!?
      • gomez scrive:
        Re: Anche gli HD pagano la tassa SIAE
        - Scritto da: garbo
        Certo, se poi chiediamo alla SIAE un parere in
        merito probabilmente ci sentiremmo dire che
        l'equo compenso andrebbe ripagato ad ogni
        rimasterizzazione visto che possiamo cancellare e
        riscrivere più volte lo stesso supporto per opere
        diverse.questo e' valido anche per le vecchie videocassette... e nessuno ha mai mosso obiezioni al riguardo
        PPS: e poi che differenza fà se registro una
        trasmissione per me e solo per me schiacciando io
        il tasto rec o facendolo schiacciare a mia madre
        o chiedendo la cortesia a
        Vcast?!?ma e' l'utente che "schiaccia il tasto" quando programmavcast come se fosse un "videoregistratore remoto", vcastfornisce solo l'hardware da usare... lo fa gratis, ma nessuna legge vieta alla sony di regalarmi un videorecorder(si' eh, lallero ;-)per me quelli di mediaset sbagliano, se registro unaloro trasmissione e' per vederla (con pubbblicita' e tutto)perche' non posso vederla in diretta, o per ri-vederla(con pubbblicita' e tutto) una seconda volta, nel primocaso ci guadagnano, nel secondo non ci rimettono niente(certo posso cancellare la pubblicita', ma potevo farloanche col vhs)Mauro
    • Don Chisciotte scrive:
      Re: Anche gli HD pagano la tassa SIAE
      - Scritto da: Stefano
      Vorrei ricordare all'Avv. Valentina Frediani che
      anche gli HD e non solo i CD e DVD sono soggetti
      alla tassazione sull'equo compenso e quindi non è
      necessario aggiungere ulteriori tassazioni a
      Vcast.
      Se prendiamo poi in considerazione che un utente
      potrebbe registrare con vcast, scaricarlo su HD,
      masterizzarlo su un dvd e guardarlo con un
      lettore dvd con hd integrato si può vedere come
      questo utente abbia pagato ben quattro "equi"
      compensi:
      - HD
      - DVD
      - Masterizzatore
      - Lettore DVD con HD integrato
      Si anche i masterizzatori e i lettorei con HD
      integrato hanno il
      balzello...Ma se videoregistro ancora all'antica, con il VHS, come lo pago il balzello?;-)
      • BioEgo scrive:
        Re: Anche gli HD pagano la tassa SIAE
        - Scritto da: Don Chisciotte

        Ma se videoregistro ancora all'antica, con il
        VHS, come lo pago il
        balzello?

        ;-)Temo che anche i videoregistratori e le cassette VHS siano tassati: qualcuno può confermare?Ciao 8)
        • Bruno scrive:
          Re: Anche gli HD pagano la tassa SIAE
          Si, anche VHS e audiocassette vergini sono tassati!
          • Don Chisciotte scrive:
            Re: Anche gli HD pagano la tassa SIAE
            - Scritto da: Bruno
            Si, anche VHS e audiocassette vergini sono
            tassati!Ma che senso ha tassare supporti come HD o VHS sui quali volendo puoi registrarci sopra centinaia di volte? Non sono mica come i CD!
          • imiei scrive:
            Re: Anche gli HD pagano la tassa SIAE
            Se non ricordo male i supporti riscrivibili sono tassati maggiormente rispetto a supporti analoghi ma non riscrivibili.
    • Varthall scrive:
      Re: Anche gli HD pagano la tassa SIAE
      Non ricordo che la tassa sia applicata anche sugli hard disk: e' una novita' recente? Sulla rete ho trovato solo un articolo che parla di questa tassazione come una possibilita', ma che non e' attuata al momento:http://linux-club.org/node/2251Varthall
    • federocchio scrive:
      Re: Anche gli HD pagano la tassa SIAE
      - Scritto da: Stefano
      Vorrei ricordare all'Avv. Valentina Frediani che
      anche gli HD e non solo i CD e DVD sono soggetti
      alla tassazione sull'equo compenso e quindi non è
      necessario aggiungere ulteriori tassazioni a
      Vcast.
      Se prendiamo poi in considerazione che un utente
      potrebbe registrare con vcast, scaricarlo su HD,
      masterizzarlo su un dvd e guardarlo con un
      lettore dvd con hd integrato si può vedere come
      questo utente abbia pagato ben quattro "equi"
      compensi:
      - HD
      - DVD
      - Masterizzatore
      - Lettore DVD con HD integrato
      Si anche i masterizzatori e i lettorei con HD
      integrato hanno il
      balzello...VCast ha molte ragioni giuridiche per opporsi a Mediaset, ma non lo fa per paura del potere politico-economico che si trova contro. Aspetta solo il dispiegarsi degli effetti dell'evoluzione tecnologica che porterà presto alla larga diffusione a prezzi sempre più bassi dei videoregistratori digitali. Economia globale, innovazione tecnologica, rete internet faranno il resto. Mediaset will be history!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 novembre 2007 17.41-----------------------------------------------------------
  • Ciccio Pasticcio scrive:
    Mediaset deve lucrarci su
    Il divieto di Mediaset a Vcast è dovuto principalmente ad un solo motivo.Se tutti si metto a registrare i programmi delle sue reti poi avrebbe serie difficoltà a venderle su suo sitohttp://rivideo.mediaset.it/Semplice, no?
    • No Copyright scrive:
      Re: Mediaset deve lucrarci su

      Se tutti si metto a registrare i programmi delle
      sue reti poi avrebbe serie difficoltà a venderle
      su suo sito
      http://rivideo.mediaset.it/Che malizioso!!!Lo fanno per una questione di principio, mica per i soldi :-)
    • DeAbner scrive:
      Re: Mediaset deve lucrarci su
      Dalle faq:"Quante volte posso vedere il prodotto scaricato dal sito?Il prodotto scaricato sara' a tua disposizione per 30 giorni a partire dall'attivazione della licenza. Esclusivamente gli episodi della serie Dr House (2a e 3a stagione) saranno disponibili per 7 giorni a partire dall'attivazione della licenza. In questo periodo potrai vedere il video tutte le volte che vorrai."EH?!?!?!?! 2 euro per episodio? E non posso vederlo dopo 30 giorni (e solo con Windows, tra l'altro)??? Ma 2 euro x 20 puntate ipotetiche = 40 euroMi ci piglio comodamente il cofanetto DVD che mi dura (forse) 20 anni.Ma questi come sperano di far partire questo servizio?
      • pegasus2000 scrive:
        Re: Mediaset deve lucrarci su
        - Scritto da: DeAbner
        EH?!?!?!?! 2 euro per episodio? E non posso
        vederlo dopo 30 giorni (e solo con Windows, tra
        l'altro)???


        Ma 2 euro x 20 puntate ipotetiche = 40 euro

        Mi ci piglio comodamente il cofanetto DVD che mi
        dura (forse) 20
        anni.
        Ma questi come sperano di far partire questo
        servizio?Qualche allocco ci cascherà sempre... Fidati! ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 novembre 2007 10.13-----------------------------------------------------------
      • interceptor scrive:
        Re: Mediaset deve lucrarci su
        Ma fra parentesi:la pubblicità è eliminata?Compresi quei fastidiossissimi bannerini laterali?No perchè 2 euro con la pubblicitàè follia pura!Saluti
        • pegasus2000 scrive:
          Re: Mediaset deve lucrarci su
          - Scritto da: interceptor
          Ma fra parentesi:
          la pubblicità è eliminata?
          Compresi quei fastidiossissimi bannerini laterali?

          No perchè 2 euro con la pubblicità
          è follia pura!

          SalutiHo dei seri dubbi che la pubblicità venga eliminata! Mi pare proprio di averlo letto proprio qui su PI, se non ricordo male...
      • Paolino scrive:
        Re: Mediaset deve lucrarci su
        - Scritto da: DeAbner[cut]
        Ma questi come sperano di far partire questo
        servizio?Facendo in modo che sia l'unico... Eppoi di allocchi ce ne sono :-)
      • cappotto di legno scrive:
        Re: Mediaset deve lucrarci su
        - Scritto da: DeAbner
        Ma 2 euro x 20 puntate ipotetiche = 40 euro

        Mi ci piglio comodamente il cofanetto DVD che mi
        dura (forse) 20
        anni.
        Ma questi come sperano di far partire questo
        servizio?lo fanno partire grazie alla forza dei numeri, guarda le porcherie che vendono nelle televendite notturne di mediaset: dvd di toto' a 10 euro l'uno, cd di musica anni 60 che trovi a 1 euro nei cestoni degli iper, ecc ecc. Quando hai milioni di potenziali clienti puoi vendere qualsiasi cosa.
      • asd scrive:
        Re: Mediaset deve lucrarci su
        - Scritto da: DeAbner
        Dalle faq:
        "Quante volte posso vedere il prodotto scaricato
        dal
        sito?
        Il prodotto scaricato sara' a tua disposizione
        per 30 giorni a partire dall'attivazione della
        licenza. Esclusivamente gli episodi della serie
        Dr House (2a e 3a stagione) saranno disponibili
        per 7 giorni a partire dall'attivazione della
        licenza. In questo periodo potrai vedere il video
        tutte le volte che
        vorrai."

        EH?!?!?!?! 2 euro per episodio? E non posso
        vederlo dopo 30 giorni (e solo con Windows, tra
        l'altro)???


        Ma 2 euro x 20 puntate ipotetiche = 40 euro

        Mi ci piglio comodamente il cofanetto DVD che mi
        dura (forse) 20
        anni.
        Ma questi come sperano di far partire questo
        servizio?Pazzesco...davvero sperano di vendere a qualcno la loro merda piena di drm?? ahahahah...
        • anonimo01 scrive:
          Re: Mediaset deve lucrarci su

          Pazzesco...davvero sperano di vendere a qualcno
          la loro merda piena di drm??
          ahahahah...di media, se uno è tanto allocco da guardare la tv e più specificamente smerdaset, stai sicuro che che chi troverà "kuesto sito internet dove posso skaricare quella puntata di studio aperto quella che cera kuel servizio su kuel cagnolino tanto carino" (sic! :'( ) molto utile.ewwiva la tv (e chi la guarda)! O)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 novembre 2007 17.53-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti