Occupazione e formazione ICT, Rapporto 2004

Federcomin


Milano – La situazione occupazionale e della formazione nel settore dell?ICT, un settore sempre più strategico per l?economia italiana, è il tema del Rapporto realizzato da Federcomin, Anasin e Assinform, con la partecipazione di Aiip, Clusit, Fedoweb e FRT.

La ricerca, sviluppata con la collaborazione scientifica della Facoltà di Scienze Statistiche dell?Università di Milano Bicocca, Unioncamere e NetConsulting, presenta un?analisi, quantitativa e qualitativa sull?evoluzione dell?occupazione generata dall?ICT e dei processi formativi all?interno della Net-Economy.

Del Rapporto si parlerà il 12 luglio alle 10 presso il Circolo della Stampa (Sala Bracco, corso Venezia 16 a Milano). Interverranno tra gli altri Alberto Tripi (Presidente Federcomin), Pierfilippo Roggero (Presidente Assinform), Giancarlo Capitani (Amministratore delegato NetConsulting) e Lucio Stanca (Ministro per l?Innovazione e le Tecnologie).

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: ecco le nuove tecnologie
    a parte la "trollata" (come dicono da queste parti...), mai sentio parlare di Windows 2000?
  • Anonimo scrive:
    Re: vediamo un po ..
    Hemm... forse non hai dato una vista al sito dei partner dell' OSDL (per i profani Open Source Developmen Labs) forse è meglio che dai una occhiata a questo link http://groups.osdl.org/roster/ .Una volta letti tutti i partner non serve nemmeno che ti dica quanti soldi insieme sborsano per lo sviluppo OS :) forse un po di più di M$ :)
  • Anonimo scrive:
    Re: ecco le nuove tecnologie
    LOL anch'io ...ma
    HRM, ovvero Hardware Resource Multiplier,
    moltiplica le risorse hardware, ma non
    quelle disponibili per i programmi,
    bensì quelle necessarie a windows per
    girare. Se prima vi serviva un 1 Ghz con 256
    Mb dopo vi serviranno 3 Ghz e 1 Gb di ram
    per fare le stesse cose di prima.non è una nuova funzionalità: è uno dei principi base di winz
  • Anonimo scrive:
    Re: vediamo un po ..

    Più di 7 miliardi di dollari in un
    anno? Guarda, non sono un fanatico
    microsoft, ma 7 miliardi di dollari (pari a
    14 mila miliardi di vecchie lire, una
    manovra economica del nostro paese), sono
    circa i fondi che berlusconi spera di
    trovare per poter ridurre le tasse, e sono
    poco meno della metà del valore
    dell'intera sun [fonte forbes
    forbes.com/finance/mktguideapps/compinfo/CompQuindi una somma del genere investita solo per uno stato?? Qui c'è del marcio, c'è qualcosa che non torna. Bill se investe puoi vuole il ritorno. Io lo investirei volentieri.
  • Anonimo scrive:
    Re: ecco le nuove tecnologie
    - Scritto da: lucriz
    eccovi un breve resoconto delle innovative
    tecnologie su cui M$ investirà 7 Mld
    $ e che venderà alle masse di attenti
    consumatori che le riempiono i forzieri.Fantastico!! E' proprio questo che mi piace di Microzozz!!
  • Anonimo scrive:
    Re: vediamo un po ..

    non so a cosa tu voglia arrivare con il tuo
    slogan, ma Sun ha investito ed investe piu'
    di MS in ricerca e sviluppo anche in ambito
    Opera Source, quindi la tua propaganda mi
    lascia il sorriso in boccaGuarda che nell'articolo si parla dell'investimento destinato ad un solo stato, inoltre ti sarei grato se tu riuscissi a fornire la fonte di queste tue incredibili affermazioni.Sorrido anch'io a vedere errori come "Opera Source" utilizzati al posto della sconosciuta definizione di sorgenti aperti, ma non gradisco che si definisca come propaganda ciò che evidentemente non comprendi.Concludo segnalandoti come nel nostro paese sia noto da generazioni su quali bocche abbonda il sorriso :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: vediamo un po ..
    - Scritto da: Anonimo
    non so a cosa tu voglia arrivare con il tuo
    slogan, ma Sun ha investito ed investe piu'
    di MS in ricerca e sviluppo anche in ambito
    Opera Source, quindi la tua propaganda mi
    lascia il sorriso in bocca
    Più di 7 miliardi di dollari in un anno? Guarda, non sono un fanatico microsoft, ma 7 miliardi di dollari (pari a 14 mila miliardi di vecchie lire, una manovra economica del nostro paese), sono circa i fondi che berlusconi spera di trovare per poter ridurre le tasse, e sono poco meno della metà del valore dell'intera sun [fonte forbes http://forbes.com/finance/mktguideapps/compinfo/CompanyTearsheet.jhtml?tkr=SUNW]
  • Anonimo scrive:
    Re: ecco le nuove tecnologie
    LOL :D:D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Re: vediamo un po ..
    non so a cosa tu voglia arrivare con il tuo slogan, ma Sun ha investito ed investe piu' di MS in ricerca e sviluppo anche in ambito Opera Source, quindi la tua propaganda mi lascia il sorriso in boccasaluti
  • Anonimo scrive:
    brevettare il doppio click....
    è forse questo l'asso nella manica di Zio Bill?immaginate che ricerca stiano proponendo in Giappone....
  • Anonimo scrive:
    Re: vediamo un po ..
    - Scritto da: Anonimo

    .. adesso quale panzana inventate!!!!!

    ECCOVI LA RICERCA E LO SVILUPPO DELLE

    SOCIETA' COMMERCIALI...ECCOVI LA
    RICERCA E

    LO SVILUPPO DI MICROSOFT......

    Questa è la risposta politica di
    Microsoft al Governo giapponese,
    nonché un segnale per quello cinese,
    dove però la penetrazione di Windows
    è assai inferiore.

    Per un paese in crisi, anche occupazionale,
    come il Giappone, 7 miliardi di dollari sono
    una cifra incredibile, che sarà anche
    utile a sostenere lo sviluppo economico del
    paese.

    Neppure una legge finanziaria potrebbe
    infatti destinare tante risorse allo
    sviluppo.

    Altra questione è invece quella
    relativa allo sviluppo che discende dai noti
    problemi sui brevetti e sulla
    proprietà intellettuale; Microsoft ad
    esempio percepisce dalla mia compagnia
    royalties per ciò che ha prodotto nel
    1976.

    In un simile panorama, l'introduzione di
    nuovi prodotti nel mercato informatico (e
    presto potrebbe essere anche in quello dei
    media) risulta assai difficoltosa anche per
    il maggior impegno economico che avvantaggia
    chi detiene posizioni da tempo consolidate.

    In tale contesto la risorsa offerta dal
    codice dei programmi a sorgente aperto,
    è semplicemente la possibilità
    di apprendere, fare esperienza, divenire
    programmatori senza una barriera d'accesso
    che ponga un limite alla formazione.

    E' su questo che bisognerà
    riflettere, non a sterili ed infantili
    guerre su prodotti che hanno target
    differenti.

    Linux come pure gli altri prodotti a
    sorgente aperto (perdonatemi ma l'italiano
    è una lingua precisa che non ammette
    la possibilità che un oggetto sia
    libero, in coerenza con le Leggi dello
    Stato) sono una risorsa per chi debba
    derivare nuovi prodotti.

    Sarebbe ora di finirla di continuare a
    proporlo come un alternativa per tutti, si
    tratta solo di una strada purtroppo
    obbligata per quelli che vogliono
    apprendere, che storicamente in questo paese
    non sono mai molti.wow....un post equlibrato!!! sorpresa e stupore...quasi quasi lo metto in preferiti.....non condivido proprio in pieno (credo si possa benissimo apprendere anche senza open source, risorsa che però stimo), ma fa piacere ogni tanto trovare risposte equilibrate e ragionevoli dopo tanti post a suon di slogan e campagne anti questo e anti quello....
  • Anonimo scrive:
    Re: vediamo un po ..

    .. adesso quale panzana inventate!!!!!
    ECCOVI LA RICERCA E LO SVILUPPO DELLE
    SOCIETA' COMMERCIALI...ECCOVI LA RICERCA E
    LO SVILUPPO DI MICROSOFT......Questa è la risposta politica di Microsoft al Governo giapponese, nonché un segnale per quello cinese, dove però la penetrazione di Windows è assai inferiore.Per un paese in crisi, anche occupazionale, come il Giappone, 7 miliardi di dollari sono una cifra incredibile, che sarà anche utile a sostenere lo sviluppo economico del paese.Neppure una legge finanziaria potrebbe infatti destinare tante risorse allo sviluppo.Altra questione è invece quella relativa allo sviluppo che discende dai noti problemi sui brevetti e sulla proprietà intellettuale; Microsoft ad esempio percepisce dalla mia compagnia royalties per ciò che ha prodotto nel 1976.In un simile panorama, l'introduzione di nuovi prodotti nel mercato informatico (e presto potrebbe essere anche in quello dei media) risulta assai difficoltosa anche per il maggior impegno economico che avvantaggia chi detiene posizioni da tempo consolidate.In tale contesto la risorsa offerta dal codice dei programmi a sorgente aperto, è semplicemente la possibilità di apprendere, fare esperienza, divenire programmatori senza una barriera d'accesso che ponga un limite alla formazione.E' su questo che bisognerà riflettere, non a sterili ed infantili guerre su prodotti che hanno target differenti.Linux come pure gli altri prodotti a sorgente aperto (perdonatemi ma l'italiano è una lingua precisa che non ammette la possibilità che un oggetto sia libero, in coerenza con le Leggi dello Stato) sono una risorsa per chi debba derivare nuovi prodotti.Sarebbe ora di finirla di continuare a proporlo come un alternativa per tutti, si tratta solo di una strada purtroppo obbligata per quelli che vogliono apprendere, che storicamente in questo paese non sono mai molti.
  • Anonimo scrive:
    vediamo un po ..
    .. adesso quale panzana inventate!!!!!ECCOVI LA RICERCA E LO SVILUPPO DELLE SOCIETA' COMMERCIALI...ECCOVI LA RICERCA E LO SVILUPPO DI MICROSOFT......venite a dirmi che quello che non è open source frena lo sviluppo adesso!!!!!!l'open source quanto ha investino quest'anno???e l'anno scorso???????affidiamo lo sviluppo ad un gruppo di volontari....ma si dai..qui in italia si affida già l'assistenza al volontariato ..:):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):):)
Chiudi i commenti