Office 2004, secondo pacco

Microsoft ha rilasciato per l'ultima edizione di Office per Mac un secondo service pack che, tra le altre cose, migliora l'integrazione tra la propria suite al profumo di mela e il mailserver Exchange. Aggiornato anche iTunes 5


Roma – A quasi un anno e mezzo di distanza dal suo debutto sul mercato, Office 2004 per Mac è al suo secondo appuntamento con i service pack di mamma Microsoft .

Il Service Pack 2 (SP2), con numero di versione 11.2.0, include il precedente pacco 11.1.0 e il Security Update 11.1.1, ed apporta modifiche e miglioramenti all’intera suite di applicazioni. Tra le novità più importanti c’è l’estensione e il miglioramento, nel client di e-mail Entourage, del supporto ad Exchange Server: in particolare, sono stati ottimizzati i tempi di sincronizzazione, eliminati i problemi di migrazione e migliorato il supporto agli account utente. Rafforzando l’integrazione di Office 2004 con Exchange, Microsoft spera di incoraggiare gli utenti di Apple ad abbandonare il client di quest’ultima, Mail, e passare ad Entourage.

L’SP2 apporta poi miglioramenti alla gestione delle e-mail e del calendario, al supporto delle cartelle pubbliche e all’esportazione dei documenti nei formati di Windows. Microsoft afferma che il nuovo update “incrementa le prestazioni, la sicurezza e la stabilità di Word, Excel, PowerPoint ed Entourage”.

L’SP2, della dimensione di 57 MB, può essere scaricato da qui in lingua inglese e giapponese. La localizzazione italiana dovrebbe arrivare entro breve.

Negli scorsi giorni, a poca distanza dalla pubblicazione della major release 5.0 , Apple ha invece aggiornato iTunes alla versione 5.0.1. Quest’ultima dovrebbe correggere “vari problemi di stabilità” e alcune incompatibilità riportati dagli utenti .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    considerazioni...
    ma non si vociferava di un disco ottico da 200 gb qualche mese fa? completamente trasparente? lo so che posso sembrare ingordo..ma più capaci sono i dischi, più spazio mi resta a casa, comunque spero che li facciano più resistenti ai graffi di default, e che impediscano a ditte astruse di mettere in commercio robaccia di bassa qualità, grade b, grade c? ma che è ? fateli bene se li dovete fare, e i costi si ammortizzano
    • Anonimo scrive:
      Re: considerazioni...
      - Scritto da: Anonimo
      ma non si vociferava di un disco ottico da 200 gb
      qualche mese fa? completamente trasparente? lo so
      che posso sembrare ingordo..ma più capaci sono i
      dischi, più spazio mi resta a casa, comunque
      spero che li facciano più resistenti ai graffi di
      default, e che impediscano a ditte astruse di
      mettere in commercio robaccia di bassa qualità,
      grade b, grade c? ma che è ? fateli bene se li
      dovete fare, e i costi si ammortizzanoSe ne parla da anni, ma evidentemente ci sono altri interessi
  • Anonimo scrive:
    Basta dai, schifo 30Gb.
    Più che altro secondo me il problema sta nel fatto che quando è uscito il CD gli hard disk erano da 500Mega e il supporto standard (il floppy) da 1.44Mb.Ora escono sono usciti i dvd da 4.5gb con dischi pero che arrivano a 160GB normalmente e con supporti standard (i cd) da 800Mb.Anche facendoli da 30Gb restano un supporto secondo me non abbastanza innovativo per reggere + di 1 anno o 2. Servono supporti da 250GB MINIMO e finchè non li hanno inutile aumentare la capacità di 4-5 volte ogni anno obbligando tutti a comprare nuovi masterizzatori e riempiendo il mondo di standard che non ci stanno + nel frontalino.
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta dai, schifo 30Gb.

      e finchè non li hanno inutile aumentare la
      capacità di 4-5 volte ogni anno obbligando tutti
      a comprare nuovi masterizzatori e riempiendo il
      mondo di standard che non ci stanno + nel
      frontalino.quoto!
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta dai, schifo 30Gb.
      - Scritto da: Anonimo
      Più che altro secondo me il problema sta nel
      fatto che quando è uscito il CD gli hard disk
      erano da 500Mega e il supporto standard (il
      floppy) da 1.44Mb.

      Ora escono sono usciti i dvd da 4.5gb con dischi
      pero che arrivano a 160GB normalmente e con
      supporti standard (i cd) da 800Mb.

      Anche facendoli da 30Gb restano un supporto
      secondo me non abbastanza innovativo per reggere
      + di 1 anno o 2. Servono supporti da 250GB MINIMO
      e finchè non li hanno inutile aumentare la
      capacità di 4-5 volte ogni anno obbligando tutti
      a comprare nuovi masterizzatori e riempiendo il
      mondo di standard che non ci stanno + nel
      frontalino.Peggio... con dischi da 500GB che presto saranno abbordabili come prezzo, con chiavette USB da 1GB30GB troppo pochi
  • Anonimo scrive:
    Vogliamo un mini dvd
    siamo stufi dei 5 pollici !!!!
  • Anonimo scrive:
    Risposte lente a tecnologie veloci.
    secondo me le risposte tecnologiche alle nuove scoperte sono troppo lente, pensate per un "consumo" di massa invece che per un "uso" di massa. Personalmente vedrei molto meglio la possibilita' di usare standard variabili :) e personalizzabili in maniera casalinga e facile :D ok, ok ... boh.
    • Anonimo scrive:
      Re: Risposte lente a tecnologie veloci.
      - Scritto da: Anonimo
      secondo me le risposte tecnologiche alle nuove
      scoperte sono troppo lente, pensate per un
      "consumo" di massa invece che per un "uso" di massa.
      Personalmente vedrei molto meglio la possibilita'
      di usare standard variabili :) e personalizzabili
      in maniera casalinga e facile :D ok, ok ... boh.Lo puoi fare benissimo, prendi un ago e fai i buchini sui dvd. Certo deve essere appuntito...
    • Guybrush scrive:
      Re: Risposte lente a tecnologie veloci.
      - Scritto da: Anonimo
      secondo me le risposte tecnologiche alle nuove
      scoperte sono troppo lente, pensate per un
      "consumo" di massa invece che per un "uso" di
      massa.
      Personalmente vedrei molto meglio la possibilita'
      di usare standard variabili :) e personalizzabili
      in maniera casalinga e facile :D ok, ok ... boh.Gia', un lettore di SD card da 2Gb non e' meglio? E se invece fossero 8GB? Bellagente: una schedina di quel genere e' competitiva con un DvD dual layer.Il costo ancora non lo e' affatto, ma diamogli tempo.
      GT
Chiudi i commenti