Office 2013 è pronto, in uscita a novembre

Completati i lavori sulla prossima versione della suite da ufficio marcata Microsoft. Redmond annuncia i piani per la commercializzazione della versione retail e tutti i servizi "cloud" connessi.
Completati i lavori sulla prossima versione della suite da ufficio marcata Microsoft. Redmond annuncia i piani per la commercializzazione della versione retail e tutti i servizi "cloud" connessi.

Anche Office 2013 raggiunge la fondamentale fase produttiva nota come release-to-manufacturing (RTM): la nuova versione della suite da ufficio di Microsoft, idealmente destinata ad accompagnare il lancio di Windows 8 su PC e tablet, è stata terminata dagli ingegneri di Redmond e ora la palla passa al reparto marketing per la commercializzazione e le distribuzione sul mercato.

La fase RTM arriva un mese prima di quanto le indiscrezioni lasciassero inizialmente intendere, e i piani Microsoft per l’immediato futuro prevedono una distribuzione “a scaglioni” anche per quanto riguarda i servizi telematici e le offerte “cloud” connesse a Office 2013.

A novembre, cioè a corta distanza dal debutto di Windows 8/RT e il tablet Surface, Microsoft renderà disponibili alle aziende le nuove funzionalità di Office 365 (cloud) e gli schemi per le licenze in volumi di vari prodotti connessi alla piattaforma Office (inclusi SharePoint 2013, Lync 2013 e Exchange 2013).

Gli utenti “pro” titolari di una sottoscrizione alle reti TechNet ed MSDN avranno accesso alla versione finale dei prodotti Office a partire dalla metà di novembre, mentre la loro disponibilità presso il vasto pubblico e nei negozi è prevista per il primo quadrimestre del 2013.

Nel commentare il raggiungimento della fase RTM, il management Microsoft responsabile della divisione Office sottolinea l’importanza che ha avuto il feedback dei “milioni” di persone che hanno testato la distribuzione beta (“preview”) di quello che è sicuramente uno dei prodotti più importanti per la futura strategia commerciale di Redmond.

Nessuna notizia, per ora, delle tanto chiacchierate versioni iOS e Android della suite: per quelle bisognerà attendere almeno il 2013.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 10 2012
Link copiato negli appunti