Olanda, arresti tra le gang delle truffe online

Membri di organizzazioni criminali dedite alle bufalotruffe nigeriane sono stati arrestati dalla polizia olandese, che annuncia: è solo l'inizio


Amsterdam – Vita sempre più difficile per chi specula sull’ingenuità degli utenti diffondendo in rete email truffaldine, in particolare quelle cosiddette “nigeriane”, confezionate per illudere chi le riceve di poter entrare in possesso di una certa quantità di denaro.

La polizia olandese ha infatti reso noto di aver arrestato 12 persone ritenute membri di numerose organizzazioni criminali che sono nate e prosperano proprio con questo genere di frodi. Si tratta di una delle operazioni più rilevanti contro le bufalotruffe nigeriane anche perché potrebbe dar seguito, stando alle autorità olandesi, ad una serie di altri arresti.

Come noto, questi schemi truffaldini nascono perlopiù da email nelle quali il mittente si spaccia per un ricco possidente di qualche paese estero che deve trovare il modo di recuperare ingenti somme dalle banche del paese nel quale, per un motivo o per l’altro, non può operare direttamente. Il truffatore compie una vasta operazione di spam per raggiungere il più alto numero possibile di utenti, cercando la loro collaborazione, che finisce sempre per significare un esborso di denaro da parte della vittima, convinto così che potrà ottenere una parte del “raccolto”. Per quanto stranote e diffuse da decenni, anche prima dell’avvento di Internet, queste truffe continuano ad avere successo.

La questione è bollente: ormai in guerra da anni contro questi truffatori, la Nigeria, suo malgrado coinvolta in quanto le prime frodi di questo tipo tiravano in ballo proprio possidenti nigeriani, lo scorso ottobre ha approvato una legge molto severa contro chi fosse colto con le mani nel sacco.

E proprio l’anno scorso è stato campale per le forze dell’ordine di molti paesi, con arresti in Francia , in Spagna e nel Regno Unito e con l’arrivo delle prime condanne , in alcuni casi piuttosto pesanti.

Stando alle autorità olandesi, alcuni degli arrestati saranno estradati negli Stati Uniti, dove verranno processati. E negli USA la legge contro questo genere di azioni è severissima: si rischiano pene fino a 20 anni di carcere .

Secondo l’ezine The Register gli arresti stanno ottenendo qualche risultato: la quantità di spam nigeriano sarebbe infatti in diminuzione fin dal 2004, quando proprio in Olanda si ottennero i primi successi contro questo genere di criminali.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anlan scrive:
    Google vuole pagare 90 milioni di $
    Per risarcire gli inserzionisti che sono stati sovraccaricati di Click.http://biz.yahoo.com/ap/060309/google_click_fraud.html?.v=3
  • Ekleptical scrive:
    Che ridicoli!
    Sono decenni che le imprese, col marketing e la pubblicità, investono sparando nel mucchio, senza nessun concreto ed affidabile dato di ritorno di una campagna.Basta pensare ad uno spot: quanti di quelli che lo vedono vanno a comprare il prodotto? Boh? E chi lo sa!Il controllo avviene solo mesi dopo, con un generico aumento delle vendite, che può dipendere da mille fattori molto nebulosi, impossibili da correlare in modo preciso allo spot.Ma alle aziende da sempre va bene spendere centinaia di migliaia o milioni di euro per una campagna tv (o stampa, radio, ecc...).Improvvisamente arrivano sul Web e, oltre a pagare ridicolmente poco rispetto agli altri media, in più pretendono il controllo al centesimo dell'efficacia!Mi sembra un atteggiamento a dir poco schizofrenico!(O semplicemente i direttori marketing preferiscono i vecchi metodi e quindi screditano i nuovi. Nessuno poteva realmente controllare l'efficacia delle loro decisioni, a differenza dei colleghi di altre funzioni aziendali!)
  • Bombardiere scrive:
    La soluzione sarebbe semplice
    Ma scusate, non sarebbe più facile creare un cookie, che viene inserito nel pc dell'utente in maniera tale che limiti il click di un singolo utente..... ad esempio 2 ogni 5 minuti, o al limite si potrebbe impostare direttamente dal server di google...... ma dico io, fanno cose ben più complicate, mo una stupidagine del genere li blocca? :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: La soluzione sarebbe semplice

      Ma scusate, non sarebbe più facile creare un
      cookie, che viene inserito nel pc dell'utente in
      maniera tale che limiti il click di un singolo
      utente..... ad esempio 2 ogni 5 minuti, o al
      limite si potrebbe impostare direttamente dal
      server di google...... ma dico io, fanno cose ben
      più complicate, mo una stupidagine del genere li
      blocca? :'( Ed evitare che l'utonto distratto riesca a raggiugere le tue pagine con la strepitosa offerta?PS: i cookies sono disattivabili.
    • pXS^pICARD scrive:
      Re: La soluzione sarebbe semplice
      Non è così banale:Se controlli lato server, esistono i proxy o comunque puoi cambiare ip;Se controlli lato pc, come già detto, i cookies possono essere disattivati/cancellabili
      • ryoga scrive:
        Re: La soluzione sarebbe semplice
        - Scritto da: pXS^pICARD
        Non è così banale:
        Se controlli lato server, esistono i proxy o
        comunque puoi cambiare ip;
        Se controlli lato pc, come già detto, i cookies
        possono essere disattivati/cancellabiliMa se hai paura dei click fraudolenti, allora vai ad attivarti 30mila altre attività di promozioni del tipo "Pay per lead" o "Pay per sell"Ma si sa.... le aziende vogliono farsi pubblicità con i click ( tramite Google e Overture ), non pagare le aziende che ospitano i loro banner e i loro annunci, e per finire fargli causa per ottenere rimborsi inesistenti ( magari anche soldi per gli eventuali danni subiti =
        consumi di banda ).Troppi avvoltoi stanno rovinando la rete :'(
      • Bombardiere scrive:
        Re: La soluzione sarebbe semplice
        E allora basterebbe creare una sessione, cosi l'utente per distruggerla, dovrebbe chiudere ed aprire il browser.
  • Anonimo scrive:
    Re: adwords e adsense truffaldini
    - Scritto da: QW
    google paga adsense e si fa pagare adwords
    secondo filosofie diverse.
    se lo stesso utente clicca su due banner di
    adsense, google ti paga per un solo click.
    se lo stesso utente clicca su due banner adwords,
    anche a distanza di pochi secondi, google ti fa
    pagare 2 clicks.
    questa è pura disonestà.Questo non si sa di sicuro. Comunque coprare a poco e vendere a molto e' parte del commercio.In ogni caso, visto che le regole non sono trasparenti, ciascuno e' libero di non aderire.Oppure si puo' unire ai vari movimenti di scontento,associandosii per tutelarsi, proprio come sta accadendo ora.
  • Anonimo scrive:
    Re: adwords e adsense truffaldini
    - Scritto da: QW
    se lo stesso utente clicca su due banner adwords,
    anche a distanza di pochi secondi, google ti fa
    pagare 2 clicks.I criteri di adsense veri non li conosce nessuno anche perché da contratto è vietato parlarne in pubblico e quindi non si possono fare confronti.
    • QW scrive:
      Re: adwords e adsense truffaldini
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: QW

      se lo stesso utente clicca su due banner
      adwords,

      anche a distanza di pochi secondi, google ti fa

      pagare 2 clicks.

      I criteri di adsense veri non li conosce nessuno
      anche perché da contratto è vietato parlarne in
      pubblico e quindi non si possono fare confronti.mò capisco perchè a google sta tanto a cuore la cina, ecco da dove arriva la filosofia del "non se ne può parlare in pubblico"...
  • Anonimo scrive:
    Re: adwords e adsense truffaldini
    - Scritto da: QW
    google paga adsense e si fa pagare adwords
    secondo filosofie diverse.

    se lo stesso utente clicca su due banner di
    adsense, google ti paga per un solo click.

    se lo stesso utente clicca su due banner adwords,
    anche a distanza di pochi secondi, google ti fa
    pagare 2 clicks.

    questa è pura disonestà.te lo ha detto tuo cuggino, oppure hai le prove? no perchè detta così...sei al limite del codice penale...
    • QW scrive:
      Re: adwords e adsense truffaldini
      - Scritto da: Anonimo
      te lo ha detto tuo cuggino, oppure hai le prove?
      no perchè detta così...sei al limite del codice
      penale...ho 2 anni di statistiche di adsense e 6 mesi di statistiche di adwords. sei un avvocato ? o lo è tuo "cuggino" ?
      • Anonimo scrive:
        Re: adwords e adsense truffaldini
        - Scritto da: QW

        - Scritto da: Anonimo


        te lo ha detto tuo cuggino, oppure hai le prove?

        no perchè detta così...sei al limite del codice

        penale...

        ho 2 anni di statistiche di adsense e 6 mesi di
        statistiche di adwords. sei un avvocato ? o lo è
        tuo "cuggino" ?anche io sono un pubblisher adsence ed ho un CRT che spazia dal 15% al 5%... se il tuo sito non tira non è colpa di Googlequanto al penale, ... ho la ragazza avvocato e tu il penale con quelle affermazioni lo rischi sul serio...
        • QW scrive:
          Re: adwords e adsense truffaldini
          - Scritto da: Anonimo


          anche io sono un pubblisher adsence ed ho un CRT
          che spazia dal 15% al 5%... se il tuo sito non
          tira non è colpa di Googleforse non hai capito....non ho detto che il mio sito non tira...vabè lasciamo perdere, rileggiti i post
  • QW scrive:
    adwords e adsense truffaldini
    google paga adsense e si fa pagare adwords secondo filosofie diverse.se lo stesso utente clicca su due banner di adsense, google ti paga per un solo click. se lo stesso utente clicca su due banner adwords, anche a distanza di pochi secondi, google ti fa pagare 2 clicks.questa è pura disonestà.==================================Modificato dall'autore il 28/02/2006 0.08.00
Chiudi i commenti