OLED e Wireless Charging, Apple sceglie per iPhone 8?

Un atto ufficiale e uno ufficioso. Cupertino fa le sue mosse per rifornirsi in vista del lancio, il prossimo autunno, della nuova versione del Melafonino

Milano – Si mettono assieme agli indizi e si fa un’ipotesi fondata su come sarà il prossimo iPhone. Così le notizie che arrivano dalla Corea e dagli USA compongono un quadro che dice che il prossimo smartphone di Apple monterà uno schermo dotato di una tecnologia inedita per Cupertino e un nuovo sistema di ricarica: l’accordo raggiunto per la fornitura di schermi OLED con Samsung, e l’adesione al Wireless Power Consortium , dicono che la prossima versione dell’iPhone disporrà di funzioni ancora inedite in questa generazione.

Stando alle informazioni che arrivano dall’Asia , Samsung ha firmato un accordo aggiuntivo per la fornitura di altri 60 milioni di pannelli OLED ad Apple: in totale ora sono 160 milioni gli schermi che l’azienda di Seul si impegna a fornire all’azienda di Cupertino , per un valore di miliardi di dollari ( sono circa 4,5 solo per questo contratto) e una relazione tra le due rivali che si fa sempre più stretta. Apple paga Samsung per le memorie e per gli schermi del suo smartphone: così facendo si lega alla tecnologia della concorrente, che guadagna dollari per ogni terminale piazzato dalla Mela nelle mani dei suoi clienti.

L’adozione di un pannello OLED dovrebbe garantire diversi vantaggi all’iPhone 8 (o 7S, o comunque si chiamerà): questi schermi consumano meno, sono più luminosi in tutte le condizioni ambientali, garantiscono una resa cromatica ampia e con neri praticamente perfetti . Inoltre è probabile che la versione del pannello montato sia di tipo “borderless”, quindi virtualmente priva di bordi e probabilmente anche con una curvatura dello schermo come già avviene sui terminali di Samsung: con l’occasione Apple punta a ridurre anche la misura della circuiteria interna, l’hardware che fa funzionare lo smartphone, così da poter incrementare la misura della batteria e dunque far crescere l’autonomia della singola carica.

In materia di alimentazione, la decisione di aderire al Wireless Power Consortium dice anche che Apple intende molto probabilmente incorporare un sistema di ricarica senza fili al prossimo iPhone. Il WPC promuove la tecnologia nota con la denominazione commerciale Qi: Apple l’ha già adottata nel suo Watch , sebbene abbia deciso di modificare lo standard comune del consorzio per meglio adattarlo alle proprie esigenze. C’è inoltre da risolvere la questione del metallo : iPhone al momento adotta un corpo di alluminio, che non esclude l’utilizzo della ricarica senza fili ma che costringe ad aggirare alcune limitazioni pratiche per

La notizia farà senz’altro felici gli orfani del jack audio, sparito sull’iPhone attuale: la ricarica senza fili permette di tenere libero il connettore Lighting sul fondo del telefono per collegare delle cuffie , semplificando la gestione dell’autonomia del device e il suo impiego multimediale in auto o in casa. Probabile , però, che le basi di ricarica wireless saranno un accessorio da acquistare a parte: difficile che Apple decida di includerne almeno una nella confezione di vendita.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Tamerlano scrive:
    802.11ax: possono fare con calma...
    Pare che lo standard 802.11ax non sia ratificato prima del 2019, poco male, ormai stanno cercando di cavare sangue dalle rape...Il vero salto tecnologico c'è stato con il passaggio da 802.11a/g ad 802.11n grazie all'introduzione del MIMO , del Channel bonding e della modulazione 64QAM.Dopo 802.11n è stata solo una minestra riscaldata: il sucXXXXXre 802.11ac ha un consumo energetico superiore e offre vantaggi slo marginali.Con l'802.11ax si continua all'insegna del marketing senza vantaggi reali per l'utente (mi fa sorridere l'introduzione della modulazione 1024-QAM: devi stare a max due metri dal router per riuscire ad avere sufficiente SNR per gestirlo).Ci manca solo che i condomini si riempiano di router 802.11ax con band bonding e channel bonding attivati: in pratica è come usare uno jammer, ci si impossessa di tutto lo spettro disponibile soffocando letteralmente chi ci sta attorno.La verità è che occorre un cambio di paradigma radicale: per risolvere il problema della densità di client tipico delle situazioni "large venue" (centri congressi, stadi, concerti) occorre utilizzare soluzoni tecnologiche dette "single channel" come Extricom o Meru altrimenti sono solo incubi per chi deve progettare la rete e per chi la deve poi usare...Tamerlano
  • prova123 scrive:
    1,8 Gigabit al secondo
    semplice istigazione alla pirateria.
    • Renault5 scrive:
      Re: 1,8 Gigabit al secondo
      - Scritto da: prova123
      semplice istigazione alla pirateria.Pirateria?! e come la velocità di una rete impatta sulla pirateria?! E' come dire che costruendo una strada si vuole incrementare il numero di incidenti... tutto sta sempre e comunque nella testa degli individui!
  • iRoby scrive:
    Anche i tumori
    Ringrazieranno anche il mondo dell'oncologia e big pharma.Ma anche quelli che auspicano riduzione della popolazione ecc.Tutti felici, comunicanti ad alta velocità, e chemioterapizzati.
    • ... scrive:
      Re: Anche i tumori
      Siamo passati da 1 miliardo e mezzo del 1900 a 7.5 miliardi odierni.Sinceramente negli anni ottanta quando stavamo sotto i 5 miliardi si vivema meglio.Oggi si vive di XXXXX in confronto.
      • iRoby scrive:
        Re: Anche i tumori
        Si vabbè la colpa della vita di XXXXX è della sovrappopolazione?Ma quanto sei intelligente tu!
        • Algebra elementare scrive:
          Re: Anche i tumori

          Ma quanto sei intelligente tu!Devi dividere le risorse finite e non infinite di un pianeta per 7,5 e non per 5 non mi sembra un calcolo complicato se poi ogni individuo si accontenta di fare una vita piu' semplice ma piu' genuina questo e' un altro discorso, 3000 anni di storia dell'uomo ti remano contro
          • iRoby scrive:
            Re: Anche i tumori
            Parlare coi sociopatici è perdita di tempo...[yt]mhL1sttL5Dw[/yt]
        • ... scrive:
          Re: Anche i tumori
          - Scritto da: iRoby
          Si vabbè la colpa della vita di XXXXX è della
          sovrappopolazione?

          Ma quanto sei intelligente tu!Risorse finite, risorse finite...
          • Algebra elementare scrive:
            Re: Anche i tumori

            Risorse finite, risorse finite...lo sa benissimo il suo e' un riferimento ad i bisogni e alle aspettative anche artificialmete create sono queste che generano un consumo delle risorse fino all'esaurimento, guerre, infelicita' (almeno credo di interpretare cosi' il suo pensiero)
    • giaguarevol issimevolm ente scrive:
      Re: Anche i tumori
      1)Chemio terapia=terapia basata su agenti chimici2)radio terapia=terapia basata su radizioni IONIZZANTI (altrimenti non avrebbe alcun effetto).Ci sai dire che cosa ha a che fare il wi-fi con questo?
Chiudi i commenti