Olimpiadi, la noia del rootkit

Puntuale torna una minaccia informatica che sfrutta le Olimpiadi. McAfee avverte: la cosa è seria. Non è la prima, non sarà l'ultima. In mezzo anche la causa pro-Tibet

Roma – Sono passati molti anni da quando i virus writer hanno iniziato a diffondere codicilli malevoli, sfruttando l’interesse per grandi avvenimenti di attualità per superare le diffidenze degli utenti ed è così del tutto naturale che, con l’avvicinarsi delle Olimpiadi, aumentino le minacce informatiche ispirate ai Giochi. McAfee in queste ore avverte che va circolando in rete un rootkit, messo in giro da chi vuole prendere possesso di informazioni riservate su macchine Windows, inducendo gli utenti che non presidiano a dovere i propri computer a cliccare dove non dovrebbero, sfruttando proprio l’appeal delle Olimpiadi.

Olimpiadi, la noia del rootkit In particolare, spiega la celebre società di sicurezza in un advisory , circola un cartone animato che all’apparenza sembra prendere in giro lo sforzo di un ginnasta cinese, seguito da immagini che sostengono la libertà del Tibet. “Mentre il film scorre – avverte McAfee – un tool di Keystroke Logging (uno strumento in grado di intercettare tutto ciò che un utente digita) si installa sul PC Windows dell’utente e viene nascosto da un Rootkit, cosa che rende più difficile rilevarlo e rimuoverlo”.

“Questo – dice Patrick Comiotto dei Labs dell’azienda – è un Rootkit pro-Tibet. Ciò che appare come un semplice filmato Flash in realtà si diffonde di nascosto su un certo numero di file sul vostro PC e poi nasconde questi file”. Il keylogger spedisce ad un server cinese le informazioni prelevate sul PC della vittima.

Riconoscere il file del filmato sospetto non è impossibile, anzi: l’allegato all’email spammatoria e infetta è denominato “RaceForTibet.exe”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Joliet Jake scrive:
    Lo switch-off del GSM in Finlandia
    Il GSM è stato usato per la prima volta nel 1991 in Finlandia. Sono passati 17 anni e adesso andrà in pensione.Nei prossimi anni verrà abbandonato visto che a quel tempo quasi tutti i telefoni supporteranno il 3G (ad oggi sono un terzo fra quelli venduti).Il fatto che Nokia stia qua, certamente aiuta...Ecco il link alla notizia:http://tinyurl.com/64gnb4 :)
  • ChIP_83 scrive:
    Sono ladri
    Per le tecnologie UMTS/HDSPA ecc..., più velocità vuol dire solo più soldi per le compagnie telefoniche.Perchè visto che ora le tariffe sono a "consumo" e non più a tempo, se tu in 10 sec scarichi 10 MB, e paghi 1/MB, loro guadagnano 10 e tu neanche te ne accorgi :)Poi, ti mettono qualche stupido video non compresso sul loro stupido portale, da magari 100 MB dove sotto ci scrivono GRATIS !!!Tu ti scarichi 100 MB in in un minuto e mezzo e paghi 100 :P
    • Informazion i scrive:
      Re: Sono ladri
      - Scritto da: ChIP_83
      Perchè visto che ora le tariffe sono a "consumo"
      e non più a tempo.Ma hai mai visto la pubblicità con la Moglie del pupone?O la Pubblicità della TIM?Fanno offerte a TEMPo e NON a traffico! :Ddai guarda qui esplora un pochino e le trovihttp://www.areaprivati.190.it/190/trilogy/jsp/programView.do?contentKey=31412&pageTypeId=9609&channelId=-8671&programId=9390&tk=9616%2CG1&ty_key=pri_internet_key
  • danieleNA scrive:
    non sono troppe?
    c'è proprio bisogno di una tecnologia 3,5? Non potevano aspettare semplicemente la 4? Capisco l'esigenza di contrastare il wimax, ma ... a me pare si faccia solo confusione.E il wimax a che servirà? solo per i dati, in teoria. Si diceva "così si liberano i gestori di telefonia cellulare dai dati". Mi sembra, invece, che vogliano contrastare il wimax sul suo stesso terreno.
    • Informazion i scrive:
      Re: non sono troppe?
      - Scritto da: danieleNA
      c'è proprio bisogno di una tecnologia 3,5? Non
      potevano aspettare semplicemente la 4?Di solito le tecnologie .X significano principalmenteun aggiornamento Software sui ponti e sulle infrastrutturedegli operatori (Vedi GSM vs EDGE o UMTS vs HSDPA)quindi ha dei costi per gli operatori e dei tempi diuscita sul mercato estremamente inferiori!Basta guardare il roll out dell HSDPA e vedrai comeè stato velocissimo (dove esisteva già l'UMTS)perchè si poteva fare con un aggiornamento delle centrali.Tutto senza influenzare il corretto funzionamento dei terminali 3.0 (UMTS standard).
      Capisco l'esigenza di contrastare il wimax, ma
      ... a me pare si faccia solo confusione.Non è "contrasto" è una questione di costi:Aggiornare le antenne esistenti costa molto menoed è fattibile in tempi irrisori rispettoa creare torri nuovi in tutta italia(a chi le ha ovviamente :)chi non le ha il costo è simile)
      E il wimax a che servirà? solo per i datiAnche la versione 4.0 (LTE) sarà una tecnologia All IP su cui la voce girerà con un applicazione dati.
Chiudi i commenti