Omnitel sfrutta Lucent per le prepagate

Megacontratto con Lucent, che fornirà all'operatore una tecnologia per gestire una gamma di nuovi servizi


Milano – Lucent Technologies sta attraversando un periodo critico. Il gigante delle infrastrutture TLC ha perso 3,5 miliardi di dollari negli ultimi mesi a causa del calo delle vendite, ridotte del 21%. Lucent ha quindi deciso di tagliare le spese di cinque miliardi di dollari, riducendo drasticamente il personale. A risollevare la società dalla crisi forse non basterà l’accordo appena stretto con Omnitel Vodafone , in base al quale il gestore potrà implementare nelle schede prepagate la piattaforma SurePay ideata da Lucent.

L’accordo, da 25 milioni di euro, prevede la fornitura della piattaforma di servizi SurePay all’operatore italiano, che la integrerà nelle nuove schede prepagate.

La tecnologia SurePay permette all’utente di telefonia mobile o fissa di monitorare in tempo reale le proprie spese telefoniche; Omnitel ha deciso di avvalersi di questa nuova piattaforma per le sue schede prepagate. Basterà quest’accordo miliardario a dare un po’ d’ossigeno alla sfortunata Lucent?

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Mario TORRETTA scrive:
    TAXIOK.COM ricerca il taxi on line e sms
    Buongiono, in italia provate il servizio di ricerca taxi on line www.taxiok.com e SMS AL 348.347.0708, ativo a Milano e a Roma.
  • Anonimo scrive:
    A proposito di Taxi
    Io farei invece notare quest'altra cosa piu' importante (a mio parere) dei taxi chiamati tramite SMS...Io vivo a Dublino e quello che noto principlamente e' che i taxi costino POCHISSIMO e sono usatissimi (probabile circolo virtuoso - basso costo - maggiore domanda - basso costo...). Tutti gli amici dubliners li utilizzano durante le loro uscite a natura alcolica (tutte le sere) lasciando a casa la macchina saggiamente evitando di mettere in pericolo la propria vita e quella degli altri (venerdi' e sabato in realta' e' difficile prenderli per lo stesso motivo). Magari in Italia si facesse una cosa del genere ma chi e' disposto a spendere 100 mila lire tra andata e ritorno se vive in una citta' medio grande?Vabbe' l'ho detta...
  • Anonimo scrive:
    E allora?
    Io lo faccio da mo' con la mia fidanzata e in piu' e' gratis (o quasi).
Chiudi i commenti