Onde cerebrali per entrare negli avatar

C'è chi lavora per consentire di attivare il proprio avatar nei mondi elettronici sfruttando i soli impulsi cerebrali. Le ricerche hanno un risvolto diretto sotto il profilo medico e solidaristico

Roma – I più recenti sviluppi delle interfacce cerebrali sperimentali hanno sinora condotto alla possibilità di impartire comandi a un computer mediante il cervello, senza interessare altri organi. Ora si affaccia sul panorama una novità che suscita interesse anche per le applicazioni umanitarie che ne possono derivare: la sperimentazione di un’interfaccia cerebrale per Second Life , il popolare ambiente elettronico messo a punto da Linden Lab .

La notizia, a partire da Nikkei Net che l’ha inizialmente diffusa, sta facendo rapidamente il giro della rete . L’idea è del professor Jun’ichi Ushiba , del Biomedical Engineering Laboratory dell’ Università di Keio (Giappone): presso il laboratorio del ricercatore la squadra di collaboratori da lui diretta ha sviluppato un’interfaccia cerebrale (BCI, brain computer interface ) che consente agli utenti di Second Life di far camminare un avatar sullo schermo semplicemente pensando di muovere le varie parti del corpo. Con questa singola azione cerebrale l’ avatar cammina quando l’utente pensa di muovere i piedi , oppure gira a destra o a sinistra se l’utente immagina di muovere il proprio braccio destro o sinistro e così via.

Il sistema consiste in uno speciale elemento da alloggiare sulla calotta cranica, dotato di elettrodi che monitorano l’attività delle aree della corteccia cerebrale deputate al controllo del movimento di braccia e gambe.
Una macchina del tutto simile a quella impiegata per gli elettroencefalogrammi legge i dati ricevuti dagli elettrodi e li fornisce al computer che svolge il ruolo di BCI .

In quest’ultimo, un particolare algoritmo analizza e interpreta i movimenti immaginati dall’utente e li rende disponibili al programma Second Life sotto forma di comandi di tastiera, permettendo così il movimento dell’ avatar . In questo modo l’utente riesce ad esercitare sull’ avatar un controllo pressoché totale , in un ambiente virtuale a tre dimensioni, senza muovere un solo muscolo, per il momento limitatamente ai movimenti di braccia e gambe. Una dimostrazione del funzionamento è visibile scaricando questo filmato (formato Windows Media Video, circa 15 MB).

Il gruppo di lavoro prevede, per il futuro, di migliorare la BCI per rendere possibili movimenti e gesti più complessi . L’attuale apparato, sviluppato in joint-venture con il Dipartimento di Medicina della riabilitazione dell’Università e con lo Tsukigase Rehabilitation Center , potrà riuscire utile per dare concreto supporto a persone con gravi menomazioni fisiche, permettendo loro di comunicare e, perché no, intraprendere attività business su Second Life . Intervistato dall’agenzia France Presse , il professor Ushiba ha spiegato che Second Life può motivare pazienti con paralisi gravi, che spesso cadono in stati depressivi al momento della riabilitazione: “se riescono a vedere con i propri occhi i loro atti mentali, possono riuscire a rinvigorire la propria attività cerebrale e aiutarsi a ripristinare alcune funzionalità motorie”.

Marco Valerio Principato

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • battagliacom scrive:
    Ma chi parleràdi loro???
    Ma poi alla fine quali saranno leriviste che parleranno di questo genere di cose? QUelle che si dedicano all'informatica oppure quelle che parlano di erotica, gossip, ecc..???Ci sarebbe una gran confusione.
    • Andak scrive:
      Re: Ma chi parleràdi loro???
      peccato che non vedrò questo futuro, o se lo vedrò saro vecchio. A meno che non inventeranno gli organi di ricambio e allora potrò vivere per qualche centinaio d'anni (finchè ne ho voglia)...
  • naruto scrive:
    pazzia
    Secondo me finirà come io robot.Bè se ci pensate sarà cosi perchè come sapete i computer non hanno emozioni e ne tantomeno sanno distinguere il bene e il male, e poi basta che pensate per esempio un pc che va in errore,tu pensi ok lo riformatto lo metto apposto e finisce li, pensate se i robot per qualsiasi motivo impazziscono, perchè sicuramente impazziranno come i pc,pensate che fine potremmo fare.
    • battagliacom scrive:
      Re: pazzia
      Allora è semplice, non facciamogli girare sopra Windows ma installiamoci sopra un ben sistema Linux!!!
      • Mike scrive:
        Re: pazzia
        - Scritto da: battagliacom
        Allora è semplice, non facciamogli girare sopra
        Windows ma installiamoci sopra un ben sistema
        Linux!!!Ricordati che nemmeno linux è immune da errori, per quanto sia molto + affidabile di Windows
  • matrix scrive:
    le macchine...
    le macchine si dominano! :-)
    • Adrianotiger scrive:
      Re: le macchine...
      Sei sicuro?Noi lo pensiamo ma è da tanto ormai che le macchine stanno dominando noi :DPensa solo ai conti in banca, chi le gestisce? Vuoi spegnere il cervellone virtuale?`Non possiamo!
    • PIppo Rotaia scrive:
      Re: le macchine...
      Come non le conosci !!!- Scritto da: matrix
      le macchine si dominano! :-)
    • Max3D scrive:
      Re: le macchine...
      prova a domare una forumula uno quando ti scoppia una gomma e fai i 300 :P
      • matrix scrive:
        Re: le macchine...
        ma io mi riferivo ad altre tipo di macchine, molto più rudimentali, diciamo semplici computer va :-)per le altre tipo di macchine, quelle con più sembianze umane, bèh... un episodio di animatrix è chiarificatore in questo senso: sarà sempre l'uomo a decidere il destino di entrambe le specie...:-)
  • Senbee scrive:
    Artificial Intelligence
    "A.I." di Spielberg/Kubrick la dice lunga su questo argomento.Non credo che nel 2050 saremo a questo punto, penso che debbano passare almeno un centinaio d'anni prima che l'uomo possa progettare un sistema neurale capace di pensare veramente, quindi capace di errore e di emozioni. Ma a quel punto ci sarà una nuova specie intelligente, nasceranno i problemi con i teocon che non vorranno accettare che qualcosa priva di DNA umano possa avere coscienza e quindi diritti come quelli umani, si rischierà un ritorno allo schiavismo simile a quello visto in "Blade Runner", e in generale succederà quello che è stato prospettato nel famoso e meraviglioso episodio "La misura di un uomo" di Star Trek TNG: pian piano i diritti dei nuovi esseri "viventi" saranno accettati e diverranno parte della società umana.Tutto ciò non mi spaventa, anzi mi fa dolere di non poter vivere abbastanza per vedere questo rivoluzionario futuro.
    • Le Chat Noir scrive:
      Re: Artificial Intelligence
      E se il senso della nostra esistenza fosse quello di costruire esseri artificiali migliori di noi e pronti a soppiantarci? Forse ci stiamo scavando la fossa con le nostre mani? Stiamo pianificando la nostra estinzione?Riflettiamo tutti insieme. Alzate il volume delle casse e prendetevi 3 minuti e 38 secondi per pensarci sopra.http://www.youtube.com/v/qNp__P4dO0QUn domani i nostri video su youtube potrebbero essere il trastullo di qualche robot annoiato che studia l'estinzione umana.
    • sasuke scrive:
      Re: Artificial Intelligence
      Daccordissimo, 40 sono pochi e se i computer quantistici per sintetizzare miliardi di neuroni e connessioni sinaptiche non arriveranno presto ci vorranno ben più di 10 anni!un ing.
      • Max3D scrive:
        Re: Artificial Intelligence
        la lentezza dell'evoluzione tecnologica mi fa abbastanza inca##re, il fatto che non ci si dia una mossa mi irrita abbastanza, ma probabilmente e' solo perché sto invecchiando e so che mi perderò il meglio, che arriverà probabilmente, il secolo prossimo :S
    • PIppo Rotaia scrive:
      Re: Artificial Intelligence
      Sono con te e condivido, E'stupido a priori dire NO se non si conosce .Ciao- Scritto da: Senbee
      "A.I." di Spielberg/Kubrick la dice lunga su
      questo
      argomento.

      Non credo che nel 2050 saremo a questo punto,
      penso che debbano passare almeno un centinaio
      d'anni prima che l'uomo possa progettare un
      sistema neurale capace di pensare veramente,
      quindi capace di errore e di emozioni. Ma a quel
      punto ci sarà una nuova specie intelligente,
      nasceranno i problemi con i teocon che non
      vorranno accettare che qualcosa priva di DNA
      umano possa avere coscienza e quindi diritti come
      quelli umani, si rischierà un ritorno allo
      schiavismo simile a quello visto in "Blade
      Runner", e in generale succederà quello che è
      stato prospettato nel famoso e meraviglioso
      episodio "La misura di un uomo" di Star Trek TNG:
      pian piano i diritti dei nuovi esseri "viventi"
      saranno accettati e diverranno parte della
      società
      umana.

      Tutto ciò non mi spaventa, anzi mi fa dolere di
      non poter vivere abbastanza per vedere questo
      rivoluzionario
      futuro.
  • Dors Venabili scrive:
    Che c'é di male ?
    come da oggetto
    • Le Chat Noir scrive:
      Re: Che c'é di male ?
      Ma guarda, se dobbiamo fare il confronto con certa roba che circola in rete ... beh, quello di fare sesso coi robot non è poi una faccenda così perversa come sembra. Anzi, forse per alcuni è anche salutare.[img]http://www.whatheck.com/uploaded_images/japanese-sex-robot-790079.jpg[/img]Mah! Non oso però pensare a come sarà il sesso estremo coi robot. Essendo che saranno personalizzabili, ci sarà qualcuno che comincerà a dotarli di lame rotanti al posto delle mani e da li si darà il via a studiare tutta una nuova serie di torture possibili e inimmaginabili. Mmmm no! No no. Mi rimangio quello che ho detto. Oddio, pensate al sesso sadomaso col terminator! :|Cominceranno a nascere club dedicati dove i SadoRobot saranno impegnati ininterrottamente 24 ore su 24 a fare tutte le torture più efferate agli uomini. :|Arriveranno poi ad acquisire una propria coscienza e ci considereranno razza inferiore da sottomettere a prescindere dal fatto che tu sia consenziente o meno! :|Cominceranno ad usare la nostra pelle per fare i vestiti e le poltrone!! Già mi immagino il Robot che dice alla Robota: "come sei sexy con quella sottoveste di umano"! :| :|Brrrrrr! No, non voglio un futuro così!E' un pò lunatica, ci vuole un santo per sopportarla, ma forse ci conviene davvero tenerci la cara vecchia faiga![img]http://mode.tiscali.it/bellezza/Media/foto/200208/13/donna_brutta--133x190.jpg[/img]Bella o brutta che sia! ;)
  • Mech scrive:
    Voglio sposare la mia lavatrice...
    Negli States saranno milioni che si sposeranno con gli elettrodomestici.Mi viene in mente Scary Movie e il killer amante dell'aspirapolvere...
  • anonimo scrive:
    diritto cybercanonico; aggiornamenti
    vietati cyberpacs e cyberdico , vietato fare modding per cambiare sesso al roboconiuge, accluso all'avvenire un firmware per il corso prematrimoniale ai robot, non si può abbandonare il robot finchè non si rompe a meno di sentenza della sacra cyber-rota
  • anonimo scrive:
    leggi e test sulla robotica: revisioni
    nuove leggi asimoviane della robotica:1) un robot non può neanche dietro ordine accoppiarsi con un umano 2) un robot non può neanche dietro ordine lasciare accoppiare un robot con un umano3) un robot può accoppiarsi purché non violi le prime 2 legginuovo test di turing: un apparato computerizzato supera il test se un operatore accoppiandovisi non riesce a capire che non è umano(magari questo misura l'alienazione degli operatori IT più che i progressi della disciplina ;)
  • Nome e Cognome scrive:
    chi ci crederà?
    ... avrai voglia di giustificare che "tanto l'ho comprata solo per le pulizie domestiche"...
    • Guest scrive:
      Re: chi ci crederà?
      - Scritto da: Nome e Cognome
      ... avrai voglia di giustificare che "tanto l'ho
      comprata solo per le pulizie
      domestiche"...LOL :D
  • mimìlaragaz zadelbeisb ol scrive:
    come dire fatti una ...
    sicuramente toglie lo stress... ma ne crea altro.non credo che funzioni.O si ricrea un finto essere umano, con un corpo perfettametne umano (odore di base - non puzza - compreso) oppure non credo che funzioneràsembra più il ripiego offerto dalla masturbazione ... certo offre qualcosa... ma si sa bene che non è lo stesso.
  • Comet scrive:
    Follia
    Mi sa che la gente ha perso il senso della misura, se mai l'ha avuto.Come la prendereste se una donna entrasse in municipio e chiedesse di sposare il suo vibratore, o un uomo la sua bambola gonfiabile?Può far sorridere ma la sostanza è simile... un robot non è un essere vivente e quindi non ha emozioni.Diventerebbe solo un sofisticato giocattolo erotico
    • 123 scrive:
      Re: Follia
      tanto who cares?dice 2050...sarò bello che vecchio e non funzionale su quell'aspetto... :Dfacciano quello che gli pare
    • aaaa scrive:
      Re: Follia
      Certo perché un vibratore è paragonabile ad un robot dotato di IA complessa. Meno male che per il 2050 l'attuale generazione sarà storia o quasi...
      • Nome e Cognome scrive:
        Re: Follia
        - Scritto da: aaaa
        Certo perché un vibratore è paragonabile ad un
        robot dotato di IA complessa. Meno male che per
        il 2050 l'attuale generazione sarà storia o
        quasi...eh.. sei avanti.. molto avanti per i tuoi tempi, vero?
      • Guest scrive:
        Re: Follia
        - Scritto da: aaaa
        Certo perché un vibratore è paragonabile ad un
        robot dotato di IA complessa.Sono d'accordo che non c'è paragone. Come non ce n'è tra essere umano e robot, almeno per ora e per un altro bel po' di tempo. Ma l'immaginario può sicuramente aggiungere ciò che manca, come già fa adesso in molte circostanze.
      • /dev/null scrive:
        Re: Follia
        - Scritto da: aaaa
        Certo perché un vibratore è paragonabile ad un
        robot dotato di IA complessa. Meno male che per
        il 2050 l'attuale generazione sarà storia o
        quasi...E purtroppo nel 2050 i robot dotati di IA credibile saranno ancora fantascienza. Del resto 50 anni fa si pensava che nel 2000 sarebbero già esistiti tali robot e invece dipendiamo ancora dal motore a scoppio...
        • matrix scrive:
          Re: Follia
          i robots esistono già e sono tra noi, robots infiltrati da poteri non ufficiali che manovrano il mondo a nostra insaputa... hai presente emilio fede e silvio berlusconi? hai presente prodi e d'alema? ecco quelli sono tutti robot-izzati:-)))
    • Fab978 scrive:
      Re: Follia
      Due parole: intelligenza artificiale.Ma comunque, le tue obiezioni sono state tutte previste e smontate dai vari scrittori di fantascienza e non, negli scorsi anni. Dovrete inventarne di nuove. Molto nuove.
      • Bex scrive:
        Re: Follia
        Credo che se mai esisterà un intelligenza artificiale, questa ci sfuggirà di mano e sarà talmente fuori controllo da evolversi in maniera esponenziale superandoci di millenni. e in pochi giorni loro capiranno che NOI siamo il vero male di questo mondo e decideranno di debellarci come un virus...Se mai daremo origine all'intelligenza artificiale, daremo origine alla nostra estinzione.
        • Fab978 scrive:
          Re: Follia
          - Scritto da: Bex
          Se mai daremo origine all'intelligenza
          artificiale, daremo origine alla nostra
          estinzione.Od alla nostra evoluzione.
        • Guest scrive:
          Re: Follia

          Se mai daremo origine all'intelligenza
          artificiale, daremo origine alla nostra
          estinzione.Riferimenti a Matrix casuali? :)Il rischio c'è, non c'è dubbio che andrà controllata, e pure parecchio, ma credo che l'IA sarà un passo obbligato dell'umanità.
        • L'architett o scrive:
          Re: Follia
          Intelligenza umana = dubbio.Se non li doti di dubbio, nla loro non sarà un'intelligenza umana.D'altronde, se saranno umanamente intelligenti, dovranno chiedersi se sia possibile che li abbiamo creati lasciando loro la possibilità di esserci superiori e di sopraffarci e quindi potranno sì esserci superiori, ma anche aver paura, rispetto e gratitudine.
        • Suricato scrive:
          Re: Follia
          Io spero che accada... e la vedo più come evoluzione che come estinzionee se accade non accadrà certo come in matrix, ma sarà decisamente meno doloroso il passaggio...1)immagino i maschietti all'inizio preferiranno una robotta siccome è meno problematica e magari con la tecnologia darà esattamente ciò che l'uomo necessita (non parlo solo di sesso ma intendo anche fiducia, affetto, supporto, aiuto e quant'altro)così come conseguenza le donne (che oramai sono quasi una coalizione) vedrebbero concorrenza e si adatterebbero... (commento sul mal di testa: ma chi ci crede più?)così alla fin fine spariremo da soli in santa pace, sempre che le femministe non diventino ancora più femministe, riprocreandosi tramite genetica, diventando fondamentaliste umane e generando terrore nella comunità robotica... XD
          • SkyNet scrive:
            Re: Follia
            Avete mai sentito parlare di Singolarità tecnologica? I dibattiti sono aperti da ormai molti anni
          • Le Chat Noir scrive:
            Re: Follia
            - Scritto da: SkyNet
            Avete mai sentito parlare di Singolarità
            tecnologica? I dibattiti sono aperti da ormai
            molti
            anniNo, ne avevo sentito parlare ma ignoravo che il tutto fosse raccolto sotto la definizione " Singolarità tecnologica ". C'è un mucchiaccio di roba sull'argomento.http://www.google.it/search?hl=it&q=Singolarit%C3%A0+tecnologica&btnG=Cerca+con+Google&meta=lr%3Dlang_itNon so se ringraziarti o maledirti. ;)
        • PIppo Rotaia scrive:
          Re: Follia
          Sbaglio...o è la trama di IO Robot...?- Scritto da: Bex
          Credo che se mai esisterà un intelligenza
          artificiale, questa ci sfuggirà di mano e sarà
          talmente fuori controllo da evolversi in maniera
          esponenziale superandoci di millenni. e in pochi
          giorni loro capiranno che NOI siamo il vero male
          di questo mondo e decideranno di debellarci come
          un
          virus...

          Se mai daremo origine all'intelligenza
          artificiale, daremo origine alla nostra
          estinzione.
        • Might scrive:
          Re: Follia
          E questo credi che sia un male? Io no.
    • Le Chat Noir scrive:
      Re: Follia
      - Scritto da: Comet
      Può far sorridere ma la sostanza è simile... un
      robot non è un essere vivente e quindi non ha
      emozioni.

      Diventerebbe solo un sofisticato giocattolo
      eroticoUn giocattolo erotico che nun te spacca u caXXu! L'alternativa sarebbe quella di dotare le donne di un interruttore ON/OFF.
      • Cryon scrive:
        Re: Follia
        - Scritto da: Le Chat Noir
        - Scritto da: Comet


        Può far sorridere ma la sostanza è simile... un

        robot non è un essere vivente e quindi non ha

        emozioni.



        Diventerebbe solo un sofisticato giocattolo

        erotico

        Un giocattolo erotico che nun te spacca u
        caXXu!
        L'alternativa sarebbe quella di dotare le donne
        di un interruttore
        ON/OFF.Dimentichi il tasto RESET! :D
      • PIppo Rotaia scrive:
        Re: Follia
        Questa SI CHE E'UN IDEA E C C E Z Z I O N A L E !!!!!!!- Scritto da: Le Chat Noir
        - Scritto da: Comet


        Può far sorridere ma la sostanza è simile... un

        robot non è un essere vivente e quindi non ha

        emozioni.



        Diventerebbe solo un sofisticato giocattolo

        erotico

        Un giocattolo erotico che nun te spacca u
        caXXu!
        L'alternativa sarebbe quella di dotare le donne
        di un interruttore
        ON/OFF.
    • Salvazzo scrive:
      Re: Follia
      Dici che i robot "non possono provare sentimenti".E hai ragione.Adesso.Ma domani? Fra qualche anno? E poi, come al solito, a molti potrebbe non interessare il fatto che "provino" sentimenti, basta che li sappiano simulare, e questo è decisamente pià facile.Molti di quelli che vanno con le prostitute apprezzano la simulazione del sentimento e della soddisfazione. Sanno, nel loro intimo, che alla professionista non interessa niente di lui, e che difficilmente la signora sta davvero provando il piacere che esprime. Ma sono contenti lo stesso.Una cyber-ragazza che simula in modo credibile sentimento e soddisfazione potrebbe essere la compagna ideale di tanti uomini che vorrebbero poter spegnere la moglie con il telecomando dopo aver fatto l'amore.D'altra parte alcuni di noi usano già il sesso robotico, accompagnandosi volentieri a bambolone tutte cosce e niente cervello il cui QI non deve essere dissimile da quello di una lavatrice ultima generazione.
  • Nome e Cognome scrive:
    Il dormiglione....
    Nel film di Woody Allen i personaggi entravano in una specie di cilindro chiamato "orgasmatic"...con le dovute correzioni (il film credo sia del '73) ci siamo quasi... :-)
    • selidori scrive:
      Re: Il dormiglione....
      Meno male che hai ricordato solo quello....ero spaventato citassi quello che diceva 'maschiettuomo'... (chi ha visto il film, capirà).
      • Max3D scrive:
        Re: Il dormiglione....
        mi viene in mente il film di Sordi, dove la cameriera robot si innamorava di lui... relazione al quanto pericolosa se non ricordo male :D
Chiudi i commenti