Online, chi gioca è femmina

Online, chi gioca è femmina

Al bando i luoghi comuni: nei giochi in rete è più probabile che a partecipare siano donne anziché uomini. Lo dice l'ultimo studio Nielsen, che conferma una tendenza in atto da tempo
Al bando i luoghi comuni: nei giochi in rete è più probabile che a partecipare siano donne anziché uomini. Lo dice l'ultimo studio Nielsen, che conferma una tendenza in atto da tempo

Londra – Pare proprio che i produttori di videogiochi siano riusciti nel tempo a stuzzicare il pubblico femminile: negli USA quando si guarda ai games online le videogiocatrici sono in maggioranza e rappresentano il 62 per cento dell’utenza totale.

A portare questi numeri, che confermano il successo di molti diversi titoli, è l’ultimo studio di Nielsen Entertainment , nel quale si spiega come dei 117 milioni di utenti americani impegnati nell’uso dei videogiochi, più della metà (il 56 per cento) sfrutta il gaming online. Ed è quindi significativa la presenza femminile in senso assoluto nel mondo videoludico.

Se è vero che lo studio sembra sfatare vecchi luoghi comuni ancora persistenti in molte comunità di gioco, è anche vero che Nielsen ha preso in esame qualsiasi genere di videogame che si connetta ad Internet, andando quindi ben oltre i MMORPG e i “mondi online” frequentati da decine di milioni di utilizzatori in tutto il Mondo.

Un’analisi approfondita dello studio è pubblicata da Games Galore .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 10 2006
Link copiato negli appunti