Online il MySpace per over50

Ci sono oltre 44 milioni di anziani in rete, pochissimi utilizzano i social network. Nasce ora un portale dal sapore Web 2.0 completamente dedicato a loro. Con tanto di archivio dei deceduti
Ci sono oltre 44 milioni di anziani in rete, pochissimi utilizzano i social network. Nasce ora un portale dal sapore Web 2.0 completamente dedicato a loro. Con tanto di archivio dei deceduti

New York (USA) – È un singolare social network quello lanciato da Jeff Taylor, già creatore del sito cerca-lavoro Monster.com , abbandonato lo scorso anno proprio per dedicarsi appieno a questa nuova iniziativa. Il nome del nuovo portale è Eons.com e, oltre ad essere improntato sullo stile del più famoso MySpace , è dedicato a uomini e donne che hanno raggiunto i 50 anni di età .

Nelle pagine del sito, disponibile online da lunedì, gli utenti possono trovare un po’ di tutto, compresi giochi interattivi per stimolare le attività cerebrali , news, sezioni hobby e pagine dedicate ad argomenti di rilievo, come salute e medicina.

Tra i tanti servizi offerti dal sito, interessante è la possibilità di consultare un database nazionale nel quale sono archiviati i nomi di persone decedute dal 1930 ad oggi . Sebbene archivi di obituaries siano comuni negli USA, nel caso di Eons.com la particolarità sta nel permettere agli utenti di inserire foto o video accanto al nome del defunto nelle proprie cartelline web. “Cosicché – sostiene Taylor in una intervista alla Reuters – sia più facile conservarne la memoria”.

Un’altra funzione derivata da questo database degli obitori è stata denominata “death alert”: è in pratica uno strumento che avverte l’utente della scomparsa di una persona che in qualche modo ha interagito con lui nel corso della sua vita.

Taylor afferma che i 77 milioni di persone nate negli Stati Uniti tra il 1946 e il 1964, i cosiddetti baby boomers , vogliono essere ricordati in maniera speciale una volta passati a miglior vita. Eons.com servirà a tutti questi individui, ad esempio, per scegliere quali canzoni dovranno essere suonate durante il loro funerale e perfino dove dovrebbero andare a mangiare i parenti e i conoscenti dopo la cerimonia.

Giorgio Pontico

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

01 08 2006
Link copiato negli appunti