Online si organizzano i praticanti avvocati

L'Unione della categoria utilizza internet per rendere più trasparente ed equo il processo di iscrizione all'albo e dell'abilitazione professionale
L'Unione della categoria utilizza internet per rendere più trasparente ed equo il processo di iscrizione all'albo e dell'abilitazione professionale


Roma – L’ANPA (Associazione Nazionale Praticanti Avvocati) ha annunciato un cambiamento nella propria struttura organizzativa e denominazione lanciando una comunità virtuale dedicata ai praticanti avvocati, l’Unione Praticanti Avvocati Italiani all’indirizzo www.unionepraticanti.it .

“L’Unione Praticanti – si legge in una nota – si prefigge di rappresentare unitariamente e tutelare a livello nazionale e comunitario la figura del praticante avvocato, anche nelle sedi istituzionali”.

La prima iniziativa intrapresa è una lettera aperta al ministro della Giustizia Castelli per “sollecitare provvedimenti concreti affinché, come dallo stesso Ministro affermato, venga ridata equità all’esame di avvocato. I praticanti avvocati infatti, nonostante le dichiarazioni di intento da parte della classe politica, continuano ad assistere a macroscopiche ed ingiustificabili sperequazioni negli accessi all’albo professionale a seconda dei distretti di corte d’appello in cui esso viene sostenuto”.

La Community dei praticanti spinge naturalmente sull’interazione tra i diversi soggetti nonché sulla comunicazione con l’organizzazione sindacale del comparto, un servizio “svolto da un ufficio legale, composto di avvocati, interno all’associazione”.

I coordinamenti della Toscana ed Emilia-Romagna dell’Unione Praticanti hanno annunciato contestualmente la prossima presentazione di ricorsi collettivi contro l’esito dell’esame di avvocato della sessione 2001. Ricorsi per sostenere i quali i praticanti potranno iscriversi anche in via telematica attraverso il form sul sito dell’Unione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 07 2002
Link copiato negli appunti