Open source, lettera al Ministro Stanca

La firma l'Associazione Software Libero, secondo cui la direttiva ministeriale sull'informatica nella pubblica amministrazione sarebbe stata modificata in un modo non coerente con la diffusione del codice aperto nella PA. Il testo completo


Roma – Onorevole Signor Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie, la Gazzetta ufficiale ha recentemente pubblicato la Sua Direttiva, datata 19 Dicembre 2003, denominata “Sviluppo ed utilizzazione dei programmi informatici da parte delle pubbliche amministrazioni” , già annunciata dal comunicato del 29 Ottobre 2003 apparso sul sito del Ministero (fonte MIT ).
L’Associazione software libero esprime rammarico e preoccupazione nel constatare che la versione definitiva abbia subito profonde modifiche al testo.

Infatti, contrariamente a quanto da Lei dichiarato nel comunicato in cui spiegava che nella scelta delle soluzioni basate su software proprietario o aperto, “(occorre tener) conto che quest’ultimo consente di conformare i programmi alle nostre esigenze, mano a mano che esse si pongono, e di metterli anche a disposizione di altri”, la Direttiva pubblicata non riporta alcun riferimento alla modificabilità del codice sorgente, ma si limita unicamente a menzionare il riuso.

Il solo riuso, infatti, di per sé non è sufficiente, in quanto, come Lei osserva, i programmi devono essere conformati alle specifiche esigenze delle diverse amministrazioni pubbliche.

Ci sembra inoltre doveroso sottolineare che la tutela suggerita alle amministrazioni che acquistano programmi proprietari è una garanzia che avremmo voluto ritrovare nel testo definitivo visto e considerato che anche le multinazionali falliscono, vengono assorbite e poi spezzate, eccetera, oppure che anche software di punta vengono dismessi. Invece non si trova traccia della specificazione secondo cui “(..) si debbono contrattualmente assicurare che, qualora il fornitore non sia più in grado di fornire supporto, il codice sorgente e la relativa documentazione vengano resi disponibili o almeno ceduti al fornitore (al cliente, trattasi di refuso)”.

Infine, tra i criteri tecnici di comparazione, nel comunicato si invita a “(privilegiare le soluzioni che)rendano i sistemi informatici non dipendenti da un unico fornitore o da un’unica tecnologia proprietaria”.
Successivamente è stata introdotta la formula “in assenza di specifiche ragioni contrarie”. Laddove si parla di “(privilegiare le soluzioni che) garantiscano la disponibilità del codice sorgente per l’ispezione e la tracciabilità da parte delle Pubbliche amministrazioni”, è stato aggiunto “fatti salvi i diritti di proprietà intellettuale del fornitore e fermo l’obbligo dell’amministrazione di garantire segretezza o riservatezza”. Ci duole osservare che le suddette modifiche al testo originale lasciano ampio spazio per deroghe, in quanto, a titolo di esempio, un fornitore potrebbe ricorrere alla formula “riservato” per impedire che il proprio codice sorgente sia reso disponibile, per qualunque scopo, a terzi.

Facendo appello alla Sua sensibilità e competenza su questo argomento, Le chiediamo di riconfermare il testo e le intenzioni originarie, rimuovendo ogni possibile ambiguità ed eliminando, per quanto possibile, i rischi che la Direttiva possa essere elusa.

Saluti cordiali.

Per l’ Associazione Software Libero
Il presidente
Leandro Noferini

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Trollolandia
  • Anonimo scrive:
    cosa aspettiam ?
    Cosa vogliamo aspettare ? che finisca come Netscape ????Ok, oggi detiene ancora un 20%, ma e' un 20% dovuto dalla pressione monopolistica, e quel 20% potrebbe nel giro di pochi mesi diventare anche molto meno.E' giusta la concorrenza, ma una concorrenza giusta....che generalmente non fa parte dell' "essere" di Microsoft.
    • Anonimo scrive:
      Re: cosa aspettiam ?
    • Anonimo scrive:
      Re: cosa aspettiam ?
      scusa, ma tu non hai mai usato realplayer, giusto? almeno non negli ultimi anni..RP e' un cesso di software, con tanto di tsr residente in memoria che contatta real.com per mandarti spam sul desktop, il software e' lentissimo e pure bruttino.. in molte delle sue versioni contiene uno spywere che controlla il tipo di musica che ascolti per poi mandare tutte le info a real.com.. e poi questi si lamentano del perche' sono solo al 20%?!?!?!?!?!?!?!?io per la compatibilita' con real uso (come molti altri) "real alternative".. Real non mi avra' mai!!
      • Anonimo scrive:
        Re: cosa aspettiam ?
        - Scritto da: Anonimo
        io per la compatibilita' con real uso (come
        molti altri) "real alternative".. Real non
        mi avra' mai!!vale lo stesso per Microsoft
      • Anonimo scrive:
        Re: cosa aspettiam ?
        - Scritto da: Anonimo
        scusa, ma tu non hai mai usato realplayer,
        giusto? almeno non negli ultimi anni..

        RP e' un cesso di software, con tanto di tsr
        residente in memoria che contatta real.com
        per mandarti spam sul desktop, il software
        e' lentissimo e pure bruttino.. in molte
        delle sue versioni contiene uno spywere che
        controlla il tipo di musica che ascolti per
        poi mandare tutte le info a real.com.. e poi
        questi si lamentano del perche' sono solo al
        20%?!?!?!?!?!?!?!?

        io per la compatibilita' con real uso (come
        molti altri) "real alternative".. Real non
        mi avra' mai!!E' vero. è un cesso di software, spero che fallisca presto ma spero NON a causa di microsoft, ma per una LIBERA scelta del mercato
        • Anonimo scrive:
          Re: cosa aspettiam ?
          Io penso che real faccia business con il server e non con il player.La soluzione potrebbe essere imporre a microsoft di supportare sul media player il protocollo rtsp e il formato rm (come fanno tutti i player su Linux)
          • Anonimo scrive:
            semplice ma diabolico...
            - Scritto da: Anonimo
            Io penso che real faccia business con il
            server e non con il player.
            La soluzione potrebbe essere imporre a
            microsoft di supportare sul media player il
            protocollo rtsp e il formato rm (come fanno
            tutti i player su Linux)bravo e allora perchè dovresti comprarti il server real se quello M$ ti da il supporto rm ed è pure gratis?è questo il problema: M$ inserisce gratis sul suo Wincess 2k server il server di streaming, Real lo fa pagare...mi stupisco che Real sia ancora al 20% e non abbia già fatto la fine di Netscape...M$ allora usò la stessa tecnica:Explorer era l'alternativa gratuita rispetto a Netscape...semplice ma diabolico...FinalCut
          • Anonimo scrive:
            Re: semplice ma diabolico...
            Forse mi sono spiegato male: io parlavo del player" Come si ricorderà, proprio il ruolo di mercato di Windows Media Player integrato a Windows è al centro dell'attuale procedimento nell'Unione Europea."Io ho semplicemente immaginato uno scenario in cui il palyer di windows integrato con il SO sia in grado di accedere a contenuti multimediali in formato rm. Non ho mai detto che windows media server dovrebbe fare stream di contenuti rm.Chiaro il concetto?Comunque i motivi per scegliere real server sono:1)E' multipiattaforma2) Riesce a fare lo stream anche del formato asf e wma3) ......
          • Anonimo scrive:
            Re: semplice ma diabolico...
            - Scritto da: Anonimo
            Forse mi sono spiegato male: io parlavo del
            player

            Io ho semplicemente immaginato uno scenario
            in cui il palyer di windows integrato con il
            SO sia in grado di accedere a contenuti
            multimediali in formato rm. In questo modo erodi ulteriormente la percentuale di installato di Real (dato che basta WMP per leggere i .rm) e senza una "base di installato" ampia chi vuoi che se lo compri il server?Explorer legge le stesse pagine di Netscape, ........se fossero stati incompatibili Explorer l'avrebbe presa nel *ulo, visto che è arrivato sul mercato con 4 anni di ritardo...
            Chiaro il concetto?
            ...chiaro il concetto?
            Comunque i motivi per scegliere real server
            sono:
            1)E' multipiattaforma
            2) Riesce a fare lo stream anche del formato
            asf e wma
            3) ......3) Mi pare costi qualcosina come 50.000 $ o giù di li...dipende dalle Lincense FeeI motivi per scegliere il M$ server sono:1) E' Gratis2) Lo trovi pre-installato su Win 2k Server e succ.3) Hai i client illimitati (No License Fee)...a che *zzo serve un player che legga i .rm?...chiaro il concetto?FinalCut
          • Anonimo scrive:
            Re: semplice ma diabolico...
            Il formato RealMedia e' stato reso aperto, e ci sono moltissimi programmi per lo streaming liberi che ne fanno uso.Se il formato Real fosse implementato anche in Windows Media, sarebbe di sicuro piu' usato.Se io dovessi scegliere tra i due formati di certo non sceglierei il formato proprietario di M$, ma il formato (ora) libero di Real.
          • Anonimo scrive:
            Re: semplice ma diabolico...
            - Scritto da: Anonimo
            Se io dovessi scegliere tra i due formati di
            certo non sceglierei il formato proprietario
            di M$, ma il formato (ora) libero di Real....già ma il mondo gira in maniera diversa, se io dovessi scegliere non metterei dei dati "importanti" per la mia azienda su un server M$...ma sai...c'è chi lo fa...FinalCutPS: io sceglierei un bel mpg4...se la qualità d'immagine conta...;-D
          • Anonimo scrive:
            Re: semplice ma diabolico...
            - Scritto da: Anonimo
            Se io dovessi scegliere tra i due formati di
            certo non sceglierei il formato proprietario
            di M$, ma il formato (ora) libero di Real.
            Se bastasse il fatto di essere aperto, allora potresi tranquillamente rimanere con Microsoft:http://punto-informatico.it/p.asp?i=45170Non è che c'è la solita sindrome del "qualsiasicosamanonmicrosoft"?
          • Anonimo scrive:
            Re: semplice ma diabolico...


            Explorer legge le stesse pagine di Netscape,
            ....
            ....se fossero stati incompatibili Explorer
            l'avrebbe presa nel *ulo, visto che è
            arrivato sul mercato con 4 anni di
            ritardo...Continui a confondere l'effetto sui client con quello sui server . Cosa c'entra un browser con un server? Il fatto che Explorer fosse gratis non ha fatto mica morire Apache ma Netscape Browser . Francamente a real penso fregherebbe poco della morte del player in cambio di un maggiore installato lato server.Certo che se pensi che basta scrivere *zzi e *uli per dimostrare le tue tesi...Comunque un altro punto a svafore di real è il supporto in Italia:al limite del ridicolo anche con la mia azienda che ha acquistato oltre 2000 licenze!
          • Anonimo scrive:
            Re: semplice ma diabolico...
            - Scritto da: Anonimo




            Explorer legge le stesse pagine di
            Netscape,

            ....

            ....se fossero stati incompatibili
            Explorer

            l'avrebbe presa nel *ulo, visto che
            è

            arrivato sul mercato con 4 anni di

            ritardo...

            Continui a confondere l'effetto sui client
            con quello sui server . Cosa c'entra un
            browser con un server?non capisci...mi spiego meglio.......sono i client (e la loro base di installato) a far vendere il server......chi vuoi che si compri un server se poi è incompatibile con i client che si trovano in rete...
            Il fatto che Explorer
            fosse gratis non ha fatto mica morire Apache
            ma Netscape Browser . se adesso decidessero di fare un ISS con protocolli propietari M$ (...tipo alla Longhorn per interderci...) che solo Explorer fosse in grado di leggere, nel giro di un paio d'anni sparirebbero Apache, Netscape e tutti gli altri trasformando internet in una proprietà M$...ci arrivi?
            Francamente a real
            penso fregherebbe poco della morte del
            player in cambio di un maggiore installato
            lato server.si, ma 2+0 non fà 3.... e non c'è modo per Real di incrementare i server se calano i client e questo M$ lo sa...credimi...altrimenti non avrebbe in tutti i modi boicottato Real e QuickTime in questi anni...
            Certo che se pensi che basta scrivere *zzi e
            *uli per dimostrare le tue tesi......sei tu che ti fermi a leggere solo quelli...
            Comunque un altro punto a svafore di real
            è il supporto in Italia:
            al limite del ridicolo anche con la mia
            azienda che ha acquistato oltre 2000
            licenze!punto a sfavore di molte aziende in Italia...FinalCut
          • Anonimo scrive:
            Re: semplice ma diabolico...
            Secondo me stiamo discutendo partendo dallo stesso presupposto: hai ragione al 100% quando dici che senza l'installato client il server sparirebbe. Non riesco però a seguirti quando mi dici che obbligare M$ a supportare sul suo player rtsp+rm sarebbe dannoso per real. Il mio ragionamento è:accedo ad uno stream real e non ho realone installato se non ho voglia di installarmelo lo stream server perde un utente. Se invece riuscissi a leggerlo com media player io sarei contento perché non mi installo realone e in più il sito che fa streaming con real avrebbe un utente in più.Insomma io vedo il rendere obbligatorio a M$ il supporto real lato player una modalità equivalente ad aumentare l'installato real. Se poi mi dici che qiesto porterebbe alla morte di real player hai più che ragione ma l'importante è che non muoia il server.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: semplice ma diabolico...
            - Scritto da: Anonimo
            Secondo me stiamo discutendo partendo dallo
            stesso presupposto: hai ragione al 100%
            quando dici che senza l'installato client il
            server sparirebbe. Non riesco però a
            seguirti quando mi dici che obbligare M$ a
            supportare sul suo player rtsp+rm sarebbe
            dannoso per real.perchè vedi il problema solo dalla parte dell'utente finale e non dalla parte di chi deve comprare Real server...
            Il mio ragionamento
            è:
            accedo ad uno stream real e non ho realone
            installato se non ho voglia di installarmelo
            lo stream server perde un utente. Se invece
            riuscissi a leggerlo com media player io
            sarei contento perché non mi installo
            realone e in più il sito che fa
            streaming con real avrebbe un utente in
            più....il ragionamento (dalla parte dell'utente finale) non fa una piega e funziona...
            Insomma io vedo il rendere obbligatorio a M$
            il supporto real lato player una
            modalità equivalente ad aumentare
            l'installato real. Se poi mi dici che
            qiesto porterebbe alla morte di real player
            hai più che ragione ma l'importante
            è che non muoia il server.
            Ciao...ora guarda il problema dall'ottica di chi deve spendere 50000$ per comprare Real server oppure usare M$ streaming server che è gratuitamente incluso in Win2k server...i punti sono:1) i costi (palesemente a favore di M$)2) le prestazioni (spesso ignorate come problema)3) la base di installatose la base di installato è la stessa (nel senso che è lo stesso player che legge gli stessi formati) che vantaggio ho se compro Real server? ....nessuna...ripeto: che vantaggio ho ad acquistare il Real server?...5 anni fa real e QT avevano una base di installato molto più ampia perchè Win "di serie" non offriva un buon player......allora acquistare Real server aveva una motivazione......infatti l'accusa verso M$ è quella di aver "incluso" nel suo sistema il suo player, così come ha fatto per Explorer......se io ho un player che legge tutto posso tirare su il server che mi pare...e addio Real.......l'unica discriminante è il server stesso (se uso Linux mi serve Real perchè è l'unico streaming server che gira su Linux, se uso M$...) ...ergo se real sparisce sparirà anche per Linux la possibilità di fare streming sul web......se M$ sarà l'unico sistema per streaming tutti i milioni di telefonini di nuova generazione che formato adotteranno?...capisci perchè è così importante la guerra che si sta combattendo sui player multimediali....e come un piccolo passo falso porterebbe a situazioni disastrose per le libertà di scelta......purtoppo l'Europa oggi dimostra comunquedi non avere le OO abbastanza grandi...http://www.macitynet.it/macity/aA16985/index.shtml:-(FinalCut
Chiudi i commenti